sabato 22 maggio 2010

Multe. Come il Comune di Terni riesce a vessare una cittadina

Qui il comunicato online:
http://www.aduc.it/comunicato/multe+come+comune+terni+riesce+vessare+cittadina_17579.php
----------------------------

Multe. Come il Comune di Terni riesce a vessare una cittadina

Viterbo 22 Maggio 2010. Vessare una cittadina, anche se l'evidenza dei fatti e il buon senso indurrebbero scelte diverse.
E' il caso di una signora il cui figlio si procurò accidentalmente una ferita in bocca con conseguente emorragia. Trasportato con urgenza da un medico per le cure del caso, la nostra cittadina ha avuto l'ardire di lasciare la macchina in divieto di sosta, per le necessita' del caso. Immediata e' arrivata la contestazione dell'infrazione e relativa multa. Prima di pagare penso' di rappresentare i fatti al Giudice di Pace che ha riconosciuto valide le sue ragioni ed ha accolto il ricorso. Il verdetto non è stato però condiviso dal comune di Terni che ha avviato l'appello in tribunale. Di fronte alla prospettiva di dover affrontare una causa con costi ben superiori, la nostra cittadina dichiaro' di non volersi costituire e pago' la multa. Ma la' il Comune di Terni è rimasto irremovibile nell'intenzione di trascinare in giudizio la nostra cittadina che, a questo punto, si e' rivolta all'Aduc che la sosterra' nel giudizio in Appello.
Tutto questo lascia intendere come si rapportano i nostri pubblici amministratori nei confronti dei cittadini, in particolare in questa situazione con chi ha ragione da vendere.
Cosa intende fare il sindaco di Terni, Leopoldo Di Girolamo? Proseguire in questa azione vessatoria o ricorrere alla ragione e al buon senso per risolvere il caso?

Giulio Signorelli, delegato Aduc di Viterbo
via delle Piaggiarelle 4, tel/fax 0761.223480 (dal lunedì al venerdì, ore 9-12)

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.itEmail aduc@aduc.it
Tel.055290606
Ufficio stampa: Tel.055291408

Roma Arte Contemporanea: Maurizio Tiberti alla "Sapienza"

Invito e preghiera di pubblicazione
"IL FILO DI ARIANNA" - Arte Contemporanea tra archetipo e percorsi riabilitativi
- Istallazioni di Maurizio Tiberti nell'Atrio dell'Aula Magna del Rettorato, Un
iversità di Roma "Sapienza". 28 e 29 maggio 2010, orario dalle 09.00 alle 18.00.
Inaugurazione: venerdì 28 maggio ore 11. Piazzale Aldo Moro 5 Roma.
Invio in allegato la presentazione di Vezio Ruggieri e foto di un'opera.

Pensieri armoniosi

Anna Giannandrea
339.2355882

Intercettazioni telefoniche e telemarketing selvaggio. La doppia privacy del Governo. No all'incertezza del diritto!!

Il comunicato online a questo link:
http://www.aduc.it/comunicato/intercettazioni+telefoniche+telemarketing+selvaggio_17578.php
----------------

Intercettazioni telefoniche e telemarketing selvaggio. La doppia privacy del Governo. No all'incertezza del diritto!!

Firenze, 22 maggio 2010. C'è un attivismo asimmetrico nell'azione del Governo in fatto di privacy. Sta portando avanti un provvedimento sulle intercettazioni telefoniche (e non solo) che e' il contrario di quanto ha fatto sui call center del telemarketing, dove ha legalizzato i reati che da anni questi operatori hanno compiuto ai danni degli italiani, utilizzando numeri di telefono acquisiti illegalmente.
Il ddl intercettazioni "restituisce pari dignità al diritto alla riservatezza, al diritto di cronaca ed al diritto-dovere di indagine", spiega il ministro della Giustizia, Angelino Alfano. E' bravo il nostro ministro! Capace di mediare (a parole) tra diritto alla privacy, libertà di stampa e diritto all'informazione, oltre all'obbligo per le autorita' di perseguire i reati.
Ma Alfano, delle violazioni della privacy, se ne accorge solo quando eventuali abusi coinvolgono i potenti. Non ricordiamo, infatti, interventi a difesa della privacy di milioni di italiani non-potenti, molestati dai call center a tutte le ore della giornata. Anzi, i parlamentari della maggioranza governativa hanno ostacolato l'azione del Garante della privacy, approvando leggi e leggine che hanno consentito ad autori di reato (come ipotizzato dal Garante) di continuare "tecnicamente" a delinquere. Dopo una serie di avvertimenti, nel settembre 2008 il Garante scrive:
"le aziende e le compagnie telefoniche che hanno acquistato i dati e li hanno utilizzati a fini di marketing telefonico, non si sono preoccupate di accertare, come prevede la disciplina sulla protezione dei dati, che gli abbonati avessero acconsentito alla comunicazione dei propri dati e al loro uso a fini commerciali. La mancata inosservanza del divieto dell'Autorita' espone anche a sanzioni penali". (1)
Un avvertimento tardivo, ma perentorio. Così, in soccorso di chi non ha rispettato le norme, interviene la maggioranza governativa che fa approvare varie proroghe, consentendo a chi non ha rispettato la privacy degli italiani di continuare a molestarli (2).
La doppiezza dei governanti italiani non è una novità, ma della doppia privacy se ne deve fare a meno!!
Visto quanto affermato dal vice sottosegretario Usa alla Giustizia, Lanny Breuer, sull'essenzialita' delle intercettazioni per la lotta alla mafia, potremmo chiedere agli americani di liberarci da chi fa il contrario, come fecero nel 1943. Ma per il momento, siccome ci interessa la certezza del diritto piu' che la "politica politicante", chiediamo al Governo, nell'ambito delle sue interpretazioni delle norme, solo chiarezza:
- rispetto della privacy di chi parla al telefono? Bene! Sia cosi' per tutti i cittadini, sia quelli potenzialmente delinquenti sia quelli che non vogliono ricevere a casa ogni ora un paio di telefonate per vendergli qualcosa;
- rispetto condizionato di chi parla al telefono? Bene! Intercettazioni facili per i potenziali delinquenti e telefonate a go-go dei venditori a casa della gente.
Certezza del diritto per sapere con chi si ha a che fare: per combatterli o elogiarli. La doppiezza, invece, e' foriera di instabilita', incertezza e, da parte di chi prende atto che si puo' fare tutto e il proprio contrario, delinquenza.

Domenico Murrone, responsabile Aduc telecomunicazioni http://tlc.aduc.it

(1) http://tlc.aduc.it/notizia/stop+garante+alle+telefonate+selvagge+sotto+accusa_103095.php
(2) http://tlc.aduc.it/comunicato/telemarketing+selvaggio+nuovo+emendamento+senato_16606.php

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.it
Email aduc@aduc.it
Tel. 055290606
Ufficio stampa: Tel. 055291408

Sconti per Roma si Libra

 

SAN BENEDETTO - NUOVI PROGETTI D'IMPRESA PRONTI A SALPARE - COMUNICATO STAMPA

FONDAZIONE OTTAVIO SGARIGLIA DALMONTE
COMUNICATO STAMPA

NUOVI PROGETTI D'IMPRESA PRONTI A SALPARE.
A San Benedetto del Tronto, incontro della Fondazione Ottavio Sgariglia
Dalmonte.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO (22 MAGGIO) - Il sogno di chi vuole realizzare la
propria idea d'impresa, finalmente può andare in porto.
La Fondazione Ottavio Sgariglia Dalmonte si prepara a tenere il suo terzo
incontro dal titolo "Tiriamo fuori le idee!". Questa volta
in riviera, presso l'Auditorium "G.Tebaldini" del Comune di San Benedetto del
Tronto, il 26 maggio 2010 alle ore 17.30.
Con l'ultimo incontro di marzo a Comunanza, la Fondazione ha riscosso l'
interesse di molti, specie nell'area montana. Individui
pronti ad imprendere ma che, non conoscendo tutte le variabili coinvolte,
richiedono un supporto competente e duraturo per
progettare il proprio business e spingerlo al successo.
I progetti presentati sono i più diversificati: da attività innovative a
esercizi commerciali di vario genere, fino ad attività
imprenditoriali da parte di soggetti del terzo settore.
Interessate ai servizi della Fondazione anche alcune imprese sociali del
territorio che appartengono al terzo settore, come
associazioni e cooperative sociali.
In questo senso, l'incontro a San Benedetto sarà anche un'occasione per
potersi confrontare con chi nel territorio nazionale ha
finanziato e dato vita a imprese sociali come il Progetto Pan (Progetto Asili
nido), avviato da Banca Prossima (gruppo Intesa San
Paolo). Sarà presente, infatti, all'evento il suo Amministratore delegato,
Marco Morganti.
Nata dalla volontà della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno
insieme alla Fondazione San Giacomo della Marca e la
Compagnia delle Opere Marche Sud, la Fondazione Ottavio Sgariglia Dalmonte è
senza fini di lucro e sostiene nuovi progetti
imprenditoriali che favoriscono lo sviluppo dell'economia dell'area picena.
Attraverso l'erogazione di finanziamenti, assistenza
manageriale e gestionale, eventi formativi e tutoring.
Per accedere ai servizi offerti dalla Fondazione è importante avere un
progetto, meglio se capace di generare occupazione, creare
indotto economico e contribuire allo sviluppo del territorio di riferimento.
Per maggiori informazioni, è possibile contattare il numero 0736.259329 o
visitare il sito www.fondazioneottaviosgariglia.it.


Ufficio Stampa Fondazione Ottavio Sgariglia Dalmonte: Hammer ---Contact:
334.3413030

Banche: vera radice dell' usura

COMUNICATO STAMPA

Si è  rivolta allo sportello dei diritti una giovane coppia, segnalandoci un caso veramente singolare.

La coppia aveva contratto un mutuo dando garanzia ipotecaria su di un immobile di proprietà  della moglie. Dopo sei anni, nei quali avevano provveduto al pagamento regolare delle rate di ammortamento del mutuo, si sono verificati dei gravi problemi di salute per la moglie, che a causa di questi ha perso il lavoro, mentre il marito è stato posto per un anno e mezzo in cassa integrazione. Ciò ha comportato la sospensione dei pagamenti delle rate di mutuo da parte della coppia; la situazione è stata rappresentata alla Banca, la quale, è doveroso riconoscerlo, ha dimostrato inizialmente disponibilità, attendendo l'adempimento per circa un paio di anni.

Con l'inizio del corrente anno, potendo fare affidamento sulla ripresa del lavoro del marito e sulla pensione di invalidità della moglie, la coppia ha formulato alla Banca una proposta, che prevedeva il pagamento di due maxi rate iniziali, al 20/04 ed al 20/05, ed il saldo con pagamenti mensili comprensivi degli interessi maturati.

La coppia non disponeva della somma necessaria al versamento delle due maxi rate iniziali, e per questo motivo i loro genitori si erano a loro volta rivolti ad un altro istituto di credito perché concedesse loro un prestito; le pratiche di questo finanziamento sono state più lunghe del previsto, il che ha impedito di effettuare in tempo il pagamento della prima delle due maxi rate.

Nei giorni scorsi la coppia, disponendo dell'importo per eseguire in unica soluzione il pagamento delle due maxi rate per il 20 maggio, data in cui era prevista la scadenza della seconda maxi rata, hanno formulato proposta alla Banca di accettare la piccola modifica delle condizioni inizialmente concordate, giustificando il ritardo e dichiarandosi pronti a corrispondere gli interessi per il ritardato pagamento della prima delle due maxi rate (dal 20 aprile al 20 maggio) nonché ad iniziare il pagamento delle rate concordate.

LA RISPOSTA E' STATO UN INCREDIBILE QUANTO INGIUSTIFICATO RIFIUTO, ed anzi la Banca, ignorando la successiva richiesta dell'avvocato della coppia, che chiedeva che fosse concessa quanto meno una possibilità alternativa, avviava subito la procedura esecutiva, mettendo in vendita l'abitazione ipotecata, del valore di duecentomila euro, per un credito di neanche ventimila.

Questo caso è emblematico, perché rappresenta il modo in cui agiscono le nostre Banche, pronte ad offrire credito ha chi offre enormi garanzie, e magari non ha bisogno di prestiti, ma a negarlo a chi si trova in difficoltà e dimostra di avere tutta la buona volontà per fare fronte ai propri impegni.

In questo caso, per la BANCA accettare la proposta dei nostri assistiti non avrebbe comportato alcuna rinuncia né alcun pregiudizio, come pure agire con il pignoramento della casa non le produce alcun vantaggio: si è trattato, a voler esser generosi, semplicemente di una applicazione burocratica delle norme, che non ha assolutamente tenuto conto del caso concreto.

Nel nostro mezzogiorno, con la criminalità organizzata pronta a gestire il racket dell'usura, con la crisi economica che attanaglia soprattutto i più deboli, assumere atteggiamenti di questo tipo significa gettare le persone nelle braccia degli usurai, producendo danni immensi ai poveri malcapitati ed alla collettività tutta.

Gianni D'Agata, componente del Dipartimento tematico nazionale "Tutela dei consumatori" dell'ITALIA DEI VALORI, auspica che le Banche adottino un nuovo comportamento più umano, che tenga conto della specificità di ogni caso, e si pongano come veri motori di sviluppo, aiutando chi è in difficoltà ma dimostra capacità e buona volontà per risollevarsi. Le istituzioni dovranno vigilare che questo avvenga dovranno realmente tutelare e proteggere i cittadini, prima ancora che dagli usurai, proprio dall'atteggiamento che in alcuni casi assumono le stesse banche.

    Lecce, 22 maggio 2010                        

Giovanni D'Agata Componente del dipartimento Nazionale " TUTELA DEL CONSUMATORE " di Italia Dei Valori.




invito mostra Hand Made

 

 

Da: Info DAM ARTE [mailto:info@damarte.eu]
Inviato: sabato 22 maggio 2010 11.04
Oggetto: invito mostra Hand Made

 

 

 

 

 

COMUNICATO STAMPA
 
MONTESILVANO. GERVASI:<<ODONOMASTICA OFFESA DALLE LETTERE MINUSCOLE>>
 
Montesilvano, 22 maggio 2010 – Sono numerosi i cartelli stradali che denominano le vie di Montesilvano che riportano stampigliati nomi propri di persona con la lettera iniziale minuscola. Interviene Vittorio Gervasi, ex Assessore alla Cultura del Comune di Montesilvano dichiarando:<<Si contravviene ad una regola fondamentale della grammatica italiana in numerosi cartelli stradali della città. Nomi propri scritti con la lettera minuscola denotano quantomeno scarso rispetto per illustri personaggi che danno il nome a tante strade cittadine. Di cosa si tratta ?>>.  Si chiede Gervasi . <<Una semplice distrazione ? Una svista ? L’applicazione di qualche stramba normativa ? O piuttosto il frutto indigesto di decenni di lento ma costante declino culturale ? Ma non c’è da stupirsi – conclude Gervasi – in una città dove la cultura è stata bandita questi sono i risultati. Più evidente di cosi !>>.
 
 
In allegato alcune foto
 
 
Vittorio Gervasi
Tel. 336820138


--
http://vittoriogervasi.myblog.it
________________________________________________________________________________________________________________
Questo messaggio è stato inviato nel rispetto della normativa europea sulla protezione dei dati personali, accolta dal Garante (http://www.garanteprivacy.it ).

Qualora aveste ricevuto questa comunicazione per errore, vi invitiamo a segnalarci l’accaduto, in modo da permetterci di rimuovere immediatamente il vostro indirizzo e-mail dal nostro database. Sarà sufficiente inviare un e-mail all’indirizzo vittorio.gervasi@email.it e scrivere “CANCELLATEMI” nell’oggetto.


Alitalia inganna i propri clienti sul rimborso dei voli cancellati. Denuncia a Enac e Antitrust

Qui il comunicato online:
http://www.aduc.it/comunicato/alitalia+inganna+propri+clienti+sul+rimborso+dei_17577.php
-----------------------

Alitalia inganna i propri clienti sul rimborso dei voli cancellati. Denuncia a Enac e Antitrust

Firenze, 22 maggio 2010. L'Alitalia ostacola con l'inganno le richieste di rimborso dei voli cancellati.
Se un volo è cancellato, ad esempio a causa dell'eruzione del vulcano islandese, la richiesta di rimborso del biglietto va inviata alla compagnia aerea, anche nel caso in cui il biglietto sia stato acquistato in un'agenzia di viaggio sotto casa o online. La compagnia aerea deve rifondere il costo delle tratte cancellate entro 7 giorni dal ricevimento della richiesta di rimborso. Questo prevede il Regolamento Ue 261/2004.
L'Alitalia conosce benissimo questo regolamento, come qualsiasi operatore del settore, eppure sceglie di violarlo a scapito dei propri sfortunati utenti. Sul sito Web della compagnia aerea infatti si legge: in caso di cancellazione, "con biglietto elettronico o cartaceo acquistato presso un'agenzia di viaggio: rivolgiti esclusivamente a quest'ultima" (1). La stessa versione viene offerta dall'assistenza clienti Alitalia contattata telefonicamente. Naturalmente se il cliente si rivolge all'agenzia di viaggi, gli verrà giustamente detto di rivolgersi alla compagnia aerea. Nel caso dell'Alitalia, quel cliente si troverà quindi al centro di un rimpallo di responsabilità e, se non investirà del tempo per apprendere che Alitalia lo sta ingannando, potrebbe dover rinunciare ai suoi soldi.
L'Alitalia è messa così male da dover racimolare denari ingannando i suoi clienti? Perché gli utenti sono sempre costretti a dover combattere contro i furbetti di ogni genere, specialmente quelli che hanno vivacchiato per decenni grazie al denaro pubblico dei cittadini?
Abbiamo incaricato i nostri legali di denunciare all'Enac e all'Antitrust il comportamento dell'Alitalia ai fini delle dovute sanzioni.
Per chi si è visto cancellato un volo Alitalia, fare richiesta di rimborso direttamente alla compagnia tramite raccomandata A/R da inviare a:
Alitalia - Compagnia Aerea Italiana S.p.A.
Piazza Almerico da Schio Pal. RPU – 00054 Fiumicino (RM)

(1) http://www.alitalia.com/IT_IT/footer/faq/customer.htm

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.it
Email aduc@aduc.it
Tel. 055290606
Ufficio stampa: Tel. 055291408

invio 2 comunicati 22 maggio 2010 (BANDO OSSARINI - COMMISSIONE PACE)

COMUNICATO STAMPA

Bando per la concessione di ossarini nel cimitero comunale di San Giorgio a Ruballa (Osteria Nuova)

        Il Comune di Bagno a Ripoli informa che sono aperti i termini del bando per la concessione di ossarini nel cimitero comunale di San Giorgio a Ruballa (Osteria Nuova).
        La concessione per l'uso degli ossarini ha la durata di 30 anni a partire dalla stipula del contratto, senza rinnovo, e il seguente costo: I e II fila dal basso € 500; III, IV e V fila dal basso € 600; VI, VII, ecc. fila: € 400.
        Scadenza per la presentazione delle domande: 15 giugno 2010.
        Il bando è depositato presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (lunedì-venerdì ore 8-13, martedì e giovedì anche ore 14.30-18, sabato ore 8.30-12.30) e pubblicato sul sito internet del Comune.
        Informazioni: Call Center Linea Comune, tel. 055.055, da lunedì a sabato, ore 8-20.
***********
COMUNICATO STAMPA

Commissione Comunale per la Pace - Convocata la prossima riunione

        La Commissione Comunale per la Pace di Bagno a Ripoli ricorda che le sue riunioni sono aperte al pubblico, in modo da allargare ed arricchire ulteriormente i contenuti e la partecipazione della Comunità ripolese ai temi della cultura della pace e della pacifica convivenza fra i popoli. La prossima riunione con la Commissione è fissata per lunedì 24 maggio 2010, alle ore 21, presso il Palazzo Comunale di Bagno a Ripoli, in piazza della Vittoria 1, a Bagno a Ripoli/Capoluogo.
1.        Approvazione del verbale della seduta precedente.
2.        Consuntivo percorsi nelle scuole di educazione alla pace, determina e  situazione contabile. Proposte per il nuovo anno (Comitato Selma).
3.        Resoconto sulla marcia per la pace Perugia–Assisi, di Cecilia Beconcini.
4.        Creazione del gruppo Facebook, di Jacopo Bonciani.
5.        Sit in e appello Comitato Fiorentino Fermiamo la Guerra del 18 maggio.
6.        Creazione dell'istituto delle tradizioni ITKI, di Giulia Dagliana.
7.        Richiesta revisione della descrizione della Commissione nel sito del Comune, di Roberta Montanari.
8.        Organizzazione delle iniziative del 4 e 11 giugno 2010 nell'ambito della manifestazione "Un Bagno di Sport e Solidarietà", di Laura Nocera e Roberta Montanari.
9.        Raccolta di firme del comitato per l'acqua pubblica.
10.Lettera alla banca etica per fondi dormienti, di R. Montanari.
11.Aggiornamenti sul Centro dei Diritti e della Pace, di L. Nocera.
12.Varie ed eventuali.
Informazioni: Commissione Comunale per la Pace: commissionepace@gmail.com; Call Center Linea Comune, tel. 055.055, da lunedì a sabato, ore 8-20.

L'ADDETTO STAMPA
Enrico Zoi

Bagno a Ripoli, 22 maggio 2010
L'ente locale deve un'informazione chiara e corretta al Cittadino (Art. n. 10 Decreto Legislativo 18.8.2000, n. 267, 'Testo Unico delle Leggi sull'Ordinamento degli Enti Locali').

www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it - E-mail: urp@comune.bagno-a-ripoli.fi.it
In caso di errata trasmissione chiamare Ufficio Stampa (tel. 055/6390.218)



Enrico Zoi

Addetto Stampa

Comune Bagno a Ripoli
Piazza della Vittoria n. 1
50012 Bagno a Ripoli (FI)
tel 055 6390.218 fax 055 6390.210 cell. 335.7632.243
e-mail enrico.zoi@comune.bagno-a-ripoli.fi.it



 _____  


Il presente messaggio, allegati inclusi, è personale, ed è rivolto unicamente alla persona a cui è indirizzato. Chiunque ricevesse questo messaggio per errore o comunque lo leggesse senza esserne legittimato è avvertito che trattenerlo, copiarlo, divulgarlo, distribuirlo a persone diverse dal destinatario è severamente proibito ed è pregato di rinviarlo immediatamente al mittente distruggendone l'originale. Grazie.








venerdì 21 maggio 2010

FESTA DELLA MUSICA Chianciano Terme 15-18 luglio 2010 Pacchetti turistici

Il Festival, promosso dall'Associazione Culturale Collettivo Fabrica, rappresenta un momento unico di aggregazione all'insegna della buona musica e della cucina toscana, nel cuore della Val d'Orcia, una delle cornici più apprezzate d'Italia.

Musica live

Ristorante Arci Caccia di Chianciano Terme

Pizzeria

Servizio Bar

INGRESSO LIBERO

 

Programma  Festa della Musica 2010 - XI edizione

Giardini Pubblici Chianciano Terme

www.collettivofabrica.org - www.myspace.com/collettivofabrica

 

 

- 2 Giorni / 1 Notte

Prezzo a partire da Euro 80,00 a persona

L' Offerta comprende:

            -  1 Pernottamento con prima colazione inclusa in Hotel 3* a Chianciano Terme

-  1 Ingresso Salone Sensoriale, il centro benessere delle Terme di Chianciano. http://www.termesensoriali.it/

-  1 Ingresso al Museo Civico Archeologico delle Acque di Chianciano Terme http://www.chianciano-terme.info/museoetruscodelleacque/

-  Tasse ed Iva

            Inoltre scegliendo la seguente offerta l'organizzazione vi offrirà:       

-          1 Cena gratis presso gli Stand della festa ( a scelta tra pizzeria e stand Arcicaccia )

-          Sconto del 50% su tutte le consumazioni che verranno effettuate all'interno della Festa

-          Pass per accedere al backstage e conoscere gli artisti che si esibiranno sul palco

 

 

- 3 Giorni / 2 Notti

Prezzo a partire da Euro 110,00 a persona

L' Offerta comprende:

            - 2 Pernottamenti con prima colazione inclusa in Hotel 3*         

- 1 Ingresso alle Terme Sensoriali di Chianciano http://www.termesensoriali.it/

- 1 Ingresso al Museo Civico Archeologico delle Acque di Chianciano Terme http://www.chianciano-terme.info/museoetruscodelleacque/

- Tasse ed Iva

Inoltre scegliendo la seguente offerta l'organizzazione vi offrirà:       

-          2 Cene gratis presso gli Stand della festa ( a scelta tra pizzeria e stand Arcicaccia )

-          Sconto del 50% su tutte le consumazioni che verranno effettuate all'interno della Festa

-          Pass per accedere al backstage e conoscere gli artisti che si esibiranno sul palco

 

 

- 4 Giorni / 3 Notti

Prezzo a partire da Euro 140,00 a persona

L' Offerta comprende:         

          - 3 Pernottamenti con prima colazione inclusa in Hotel 3*

- 1 Ingresso alle Terme Sensoriali di Chianciano http://www.termesensoriali.it/

- 1 Ingresso al Museo Civico Archeologico delle Acque di Chianciano Terme http://www.chianciano-terme.info/museoetruscodelleacque/

            Inoltre scegliendo la seguente offerta l'organizzazione vi offrirà:       

-    3 Cene gratis presso gli Stand della festa ( a scelta tra pizzeria e stand Arcicaccia )

-          Sconto del 50% su tutte le consumazioni che verranno effettuate all'interno della Festa

Pass per accedere al backstage e conoscere gli artisti che si esibiranno sul palco

 

Suggerimenti

Oltre al Museo Civico Archeologico, a Chianciano si può visitare un altro interessante museo, il Museo d'Arte, che ospita collezioni provenienti da ogni parte del mondo, tra cui importanti opere di Dürer, Guercino, Munch, Magritte.

Per uno spuntino veloce, entrando in uno dei molti bar di Chianciano Terme si potrà provare la buonissima torta di Chianciano.

A pochi chilometri da Chianciano si trovano inoltre altri bellissimi borghi che vale la pena visitare. Cetona, bandiera arancione per essere uno dei borghi più belli d'Italia; Chiusi con i suoi importanti musei che ci parlano della civiltà Etrusca; Montepulciano, splendida cittadina rinascimentale dove poter assaporare un sorso del famoso Vino Nobile; Pienza, che per la bellezza del suo centro storico rinascimentale è entrata a far parte dei Patrimoni naturali, artistici, culturali dell'UNESCO.

E poi ancora, tantissime opportunità per chi vuole vivere una vacanza all' insegna della natura, a piedi, in bici, o a cavallo.

 

INFO E PRENOTAZIONI

 

http://www.collettivofabrica.org

 

http://www.eutoscana.it/pacchetti-e-offerte/tutti-alla-festa-della-musica-p-_osp_10_2847.html

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“ VIVI IL TUO SPAZIO 2010: DOMENICHE FRA ARTE, GIOCO E CURIOSITÀ ”

Dopo il successo delle scorse domeniche, i laboratori creativi rivolti ai bambini e ai ragazzi in età compresa fra i 5 e i 14 anni della provincia di Pescara e Chieti, organizzati dall'Associazione Arte Suoni Colori, finanziati dal Centro Servizio per il Volontariato di Pescara ed in collaborazione con l'Officina delle invenzioni, l'Associazione culturale di Villa Badessa e la Cooperativa Pegaso, confermano il prossimo appuntamento per domenica  23  maggio, ore 10.30/12.30, presso la Cooperativa Pegaso, C.da Moroccino di Pianella. Questa volta, attraverso percorsi guidati, i piccoli potranno dare sfogo al loro estro creativo dipingendo liberamente.

Per partecipare GRATUITAMENTE basterà compilare i moduli d'iscrizione scaricabili dal sito www.artesuonicolori.com e riconsegnarli a scuola.  

Ricordiamo che nell' incontro precedente i bambini hanno realizzato piccoli oggetti smaltati, estratti, poi, dopo tre ore, dal forno Raku (antica tecnica di cottura giapponese che conferisce agli oggetti un aspetto invecchiato e pregiato) e che nel corso di questa settima edizione  erano presenti alle attività il Sindaco di Rosciano, Alberto Secamiglio, e il Consigliere provinciale, Camillo Sborgia che, come ogni anno, contribuisce alla realizzazione della manifestazione supportata anche dal Comune di Spoltore, dalla Fondazione PescarAbruzzo, dalla Banca di Credito Cooperativo e dall'Azienda vinicola Marramiero

Attraverso attività artistiche (pittura, scultura, ceramica, musica, teatro) e ludiche, l'obiettivo dell' Associazione Arte Suoni Colori è quello di facilitare la socializzazione dei bambini in età scolare, sviluppare le loro capacità creative e favorire l'espressione attraverso i linguaggi dell'arte

Nei mesi estivi (giugno/luglio) ed invernali (settembre/febbraio), i bambini provenienti dai Comuni di Nocciano, Rosciano, Alanno, Catignano, Cugnoli, Cepagatti, Pianella, Brecciarola, Manoppello Scalo e Scafa potranno partecipare gratuitamente ad altri laboratori finanziati dal bando "Perequazione per la progettazione sociale" coordinati dal CSV di Pescara.

 

Prenotazioni e informazioni: Associazione Culturale Arte Suoni Colori, via Cadorna 2 – 65010 Villa Oliveti, Rosciano (PE). Tel. 366.2465384 – Email asc.artesuonicolori@gmail.com ____________________________________________

prossimi appuntamenti:

 

- Contrada da Moroccino, Pianella (PE), presso Cooperativa Pegaso

Domenica 23 maggio, ore 10.30/12.30

"Integrazione tra suoni e colori, dipingiamo liberamente"

 

- P.zza D'Albenzio, Spoltore (PE)

Domenica 30 maggio, ore 16.00/18.00

"Argillando", giochiamo con la materia per costruire fantastiche sculture

 


29/5 CRISTIAN MARCHI @ Villa Papeete Opening Milano Marittima

29/5 CRISTIAN MARCHI @ Villa Papeete Opening Milano Marittima
La house di Cristian Marchi fa ballare il Villa Papeete di Milano Marittima per l'opening dell'estate 2010, il 29 maggio. Il top dj italiano Cristian Marchi propone la sua house melodica nei migliori locali italiani Tutto ciò accade dopo il recente tour australiano e mentre sta dando gli ultimi ritocchi alle sue produzioni (su tutte citiamo almeno Love, sex, american express) ovvero alle canzoni che faranno ballare le disco per l'estate 2010. Il sound di Cristian, la sua capacità di far ballare locali di mezzo mondo (quest'estate suona in Grecia, Spagna, Francia… e ovviamente in tutta Italia) fanno si che nell'universo della dance music la sua reputazione stia crescendo di giorno in giorno. Tra i tanti brani citiamo almeno I got you, cantato da Max C. Un brano che unisce ritmo, melodia e un pianoforte che non si scorda.

VillaPapeete
Via argine destro, 15
Savio di ravenna - Milano Marittima


///////////////// HI RES PHOTO www.lorenzotiezzi.it
LTC LorenzoTiezziComunicazione lorenzo tiezzi lorenzotiezzi.it
ufficio stampa - media relations - pr - journalist - music designer - photographer
mobile +39 339 3433962 mail lt@lorenzotiezzi.it skype l.tiezzi.promogenesi
comunicati stampa press releases lorenzotiezzicomunicazione.blogspot.com
facebook lorenzotiezzicomunicazione twitter lorenzotiezzi
address - indirizzo via Rep. Argentina 114/d 25124 Brescia Italy


Tasse e strategia del governo - vignetta

Tasse e strategia del governo
Firenze, 21 maggio 2010. Ecco la vignetta di Joshua Held
http://www.aduc.it/vignetta/tasse+strategia+governo_17576.php

CARCERI: MARAN,PD,Servono soprattutto educatori, sociologi, psicologi e assistenti sociali. Come si fa a predisporre misure alternative alla detenzione se non si fa opera di rieducazione?




CARCERI: MARAN,PD,Servono soprattutto educatori, sociologi, psicologi e assistenti sociali. Come si fa a predisporre misure alternative alla detenzione se non si fa opera di rieducazione?

 

 

(AGI)  - "Fa bene il presidente della Repubblica a richiamare l'attenzione sulla situazione difficile delle carceri italiane e sulla necessita' di intervento immediato. Ma, mentre sottoscriviamo in pieno il richiamo di Napolitano, ci stupisce che ancora una volta il ministro della Giustizia parli di un piano carceri che nessuno ancora conosce. L'ultima uscita di Alfano ad uso esclusivo dei media, e' del gennaio scorso quando il ministro, dopo l'ennesima discussione in Cdm, si e' guadagnato le prime pagine dei giornali. Da qui al piano che oggi Alfano dice 'va avanti' ce ne corre!". Lo dice Alessandro Maran, vicepresidente dei deputati del PD commentando le dichiarazioni in occasione del 193esimo anniversario della fondazione del corpo delle guardie penitenziarie. "La verita' - spiega - e' che questo governo ha cercato di risolvere problemi che bisognava affrontare in altro modo con il regime penitenziario sicche' le nostre carceri sono piene di drogati, immigrati e persino malati psichici". "Servono investimenti e personale, ma niente di generico, Servono soprattutto educatori, sociologi, psicologi e di assistenti sociali. Come si fa a predisporre misure alternative alla detenzione se non si fa opera di rieducazione? Bisogna incrementare i programmi di esecuzione esterna e rivitalizzare le misure alternative alla detenzione soprattutto se si considera che dopo anni dalla conclusione dell'esecuzione della misura alternativa, la recidiva si verifica nel 19 per cento dei casi, mentre, nello stesso tempo di commisurazione, dopo l'esecuzione in carcere, la recidiva e' del 68,5 per cento". "Trentamila mila persone all'anno trascorrono in carcere non piu' di 11 giorni; 31 dei 65mila reclusi sono in attesa di giudizio; i detenuti per i quali si esige un regime di elevata sicurezza non raggiungono le 10 mila unita' sull'intera popolazione carceraria. Tutto cio' dimostra - conclude Maran - che s' impone un ripensamento del modello unico di istituto penitenziario attuale". (AGI) Ted



Tanti account di posta? Unisci tutto sotto Hotmail

Un altro suicidio. In carcere si continua a morire:carenza di educatori e psicologi sono concausa dei gesti suicidari.




Un altro suicidio. In carcere si continua a morire:carenza di educatori e psicologi sono concausa dei gesti suicidari.

 

 

 

 

Aldo Caselli, 44 anni, si è impiccato nella sua cella. E' il 76° detenuto che perde la vita nel 2010. Prima di lui, hanno cercato di uccidersi in 26. Ma in questo caso, secondo il presidente del Tribunale di sorveglianza di Bologna, il sovraffollamento non c'entra

REGGIO EMILIA, 20 MAG. 2010 - Aldo Caselli, 44 anni, era da pochi giorni nel carcere di Reggio Emilia. Stanotte, tra le 22.30 e le 23, ha annodato le lenzuola alle sbarre della cella e con quelle si è impiccato. Secondo le stime del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, il suo è il ventisettesimo suicidio dall'inizio dell'anno. Il secondo nell'istituto reggiano, dove il 27 marzo un altro detenuto aveva inalato il gas delle bombolette usato per cucinare e riscaldare cibi e bevande. Sempre a Reggio Emilia, nello stesso periodo, due internati avevano tentato il suicidio nell'ospedale psichiatrico giudiziario, dove ci sono più di 300 persone, ed erano stati salvati dalla polizia penitenziaria.

In un comunicato, il segretario generale aggiunto del Sappe - Sindacato autonomo polizia penitenziaria, Giovanni Battista Durante, ha sottolineato che l'agente della polizia penitenziaria in turno ieri sera nel carcere "é intervenuto prontamente, soccorrendo l'uomo che è stato visitato dai sanitari, ma non c'é stato niente da fare. A quell'ora c'era un solo agente che controllava due reparti a causa della cronica carenza di personale della polizia penitenziaria". A Reggio Emilia, dice ancora Durante, è prevista la presenza di 144 agenti, ma ce ne sono circa 110, mentre i detenuti sono circa 350, a fronte di una capienza di 160 posti detentivi.

"Sicuramente il sovraffollamento nelle carceri è drammatico, ma il suicidio di Aldo Caselli è una vicenda più complessa e che va ben al di là del numero di detenuti reclusi o degli organici penitenziari ridotti". A spiegarlo è il presidente del Tribunale di sorveglianza di Bologna, Francesco Maisto. Caselli era stato arrestato altre volte per reati vari ed era tornato in carceri solo tre giorni fa, il 17 maggio scorso, dopo un periodo agli arresti domiciliari. Con problemi di tossicodipendenza e malato da tempo, era stato assegnato ad una struttura specialistica, la comunità terapeutica "Bellarosa" di Reggio Emilia, perchè il suo stato di salute era stato giudicato incompatibile con la detenzione. Poi però è stato fermato dai carabinieri perché sospettato di aver compiuto una rapina, armato di una mannaia, ad un ristorante di Castelnuovo di sotto.

"Tutti, o quasi, i gesti suicidari in carcere sono collegati al vissuto personale, familiare e giudiziario dei detenuti. La maggior parte di costoro provengono da esperienze di droga e da situazioni di instabilità affettiva e, spesso, anche psichica - sostiene Giovanni Battista Durante - Ciò però non esclude che la drammatica situazione delle carceri, dovuta proprio al sovraffollamento e alla carenza di personale di polizia penitenziaria e di altre figure professionali come educatori e psicologi, contribuisca e sia concausa dei gesti suicidari e, soprattutto, della impossibilità di attuare qualsiasi programma di prevenzione rispetto a tale drammatico fenomeno".

A prescindere dai motivi di questo suicidio, infatti, sono ormai 76 i detenuti - in media uno ogni due giorni - morti nelle carceri dall'inizio dell'anno: 21 si sono impiccati, 6 per aver inalato gas, 49 per malattia. Lo afferma l'Osservatorio permanente sulle morti in carcere, che dopo i fatti di ieri sera ha aggiornato l'elenco dei deceduti. "Tra i 21 suicidi 'certi' - afferma in una nota - 5 avevano meno di 30 anni, 8 tra i 30 e i 40 anni, 4 tra i 40 e i 50 anni, 3 tra i 50 e i 60 anni, 1 più di 60 anni: 39 anni l'età media. 17 erano italiani e 4 stranieri". L'associazione sottolinea poi che lo scorso anno, dal primo gennaio al 20 maggio i detenuti suicidi furono 22, nello stesso periodo del 2008 15, nel 2007 13, nel 2006 20, nel 2005 18.


Che w_b sarebbe senza la "e"? Scarica Internet Explorer 8

Flammini: Olimpiadi 2020 occasione unica per Roma

COMUNICATO STAMPA

 

FLAMMINI (FEDERLAZIO): OLIMPIADI 2020 OCCASIONE UNICA PER ROMA

 

Roma, 21 maggio 2010

 

"La decisione del CONI di candidare Roma alle Olimpiadi 2020 ci riempie di orgoglio e credo debba riempire di orgoglio tutte le forze economiche, sociali e istituzionali della città e dell'intera regione". Questo il commento del presidente della Federlazio Maurizio Flammini dopo il voto del Comitato Olimpico.

 

"Ora dobbiamo mettere da parte antagonismi e rivalità di campanile che non hanno più ragion d'essere – ha proseguito Flammini – e spingere tutti nella medesima direzione, per far sì che a settembre 2013 Roma da candidata si trasformi in sede ufficiale dei Giochi del 2020. Sarebbe un'occasione senza eguali per trasformare la città e imprimerle una spinta in grado di riproiettarla senza indugi ai vertici delle capitali mondiali".

 

 

Uff Stampa FEDERLAZIO

Tel: 06.54912362

A partire da oggi 21 maggio, il brano "IL MOSTRO" della cantautrice cremonese KÌMEL, finalista di SANREMO 2010 "NUOVA GENERAZIONE" sarà disponibile in download digitale nelle maggiori piattaforme.

COMUNICATO STAMPA

 

KÌMEL

A PARTIRE DA OGGI

IL BRANO “IL MOSTRO”

È DISPONIBILE IN DOWNLOAD DIGITALE

 

A partire da oggi, venerdì 21 maggio, il brano “IL MOSTRO” della cantautrice cremonese KÌMEL, arrivato tra i 20 finalisti alle selezioni di SANREMO 2010 “NUOVA GENERAZIONE”, sarà disponibile in download digitale nelle maggiori piattaforme (I-Tunes, Napster, Nokia Music Store, 7digital, Mondadori, Amazon).

 

KÌMEL, chitarrista rock inquieta ed enigmatica, presenta un brano che ritrae il suo sguardo intimo sul mondo. Apparentemente semplice ed estremamente immediato, “IL MOSTRO” descrive quello che per KÌMEL è il vero dramma, il “mostro buono ma terribile” del nuovo secolo: la COSCIENZA. Una coscienza buona “perchè vive in noi ma terribile perchè abbiamo paura di ascoltarla”.

 

La cantautrice si chiede se la coscienza della società (o della “città”) abbia ancora valore, “se riusciamo a darle la giusta importanza ma soprattutto se siamo in grado di ascoltarla e agire per mezzo di essa e non attraverso ciò che ci viene imposto.”

 

Una coscienza declinata al “singolare”, volta ad un facile e comodo egoismo, che ha paura di rischiare di aprire le proprie porte al “plurale”. Una coscienza “coerente per forza”, che gioca a scacchi con la vita e che respinge le altre “voci” che cercano di bussare ed entrare nella propria anima. KÌMEL descrive attraverso il testo, la musica e le immagini del video la difficoltà nel sapersi ascoltare, ed ascoltare la propria coscienza.

 

“IL MOSTRO”, prodotto artisticamente in Liguria, è un brano forte e deciso rivolto soprattutto ai giovani ma anche a tutta la società moderna che sempre di più trova grandi difficoltà a rischiare nel “plurale”.  

 

Note biografiche:

 

Elena Monguzzi, in arte Kìmel, è nata in un piccolo paese della provincia cremonese attraversato dal fiume Adda, dove i contorni “dolcemente tristi” di questo luogo sembrano aver scalfito il carattere di questa artista. Autrice sia nella parte letteraria che in quella musicale, Kìmel ama creare ed eseguire personalmente gli arrangiamenti dei suoi brani. Cantautrice enigmatica ed eclettica, particolarmente attenta al dettaglio senza mai trascurare l'essenziale, ”figlia del fai da te”, Kìmel è un'artista di poche parole che utilizza il palcoscenico come “valvola di sfogo”. Inizia a studiare chitarra al'età di cinque anni, frequentando il Conservatorio. Terminati gli studi, diplomatasi in Chitarra e Direzione d'orchestra, Kìmel inizia un lungo percorso di esibizioni live chitarra-voce fino ad arrivare ad oggi, con la formazione di una band, dove presenta il suo repertorio artistico rock, in molti locali in Italia. Queste le partecipazioni live: vincitrice “Cornetto Free Music Festval 2006” (esibizione live Piazza San Giovanni a Roma); apertura concerti SUBSONICA e BLACK EYED PEAS; apertura di concerto al tour; “ALEX BRITTI E EDOARDO BENNATO TOUR”; chiusura Festa del'Unità Palasport di Genova con NEW TROLLS, FORMULA TRE; terza classificata al Premio “L’artista che non c’era” organizzato dalla rivista “L’isola che non c’era”; finalista i Sanremo web 2009; finalista PREMIO BINDI 2009; Terza classificata PREMIO LUNEZIA 2009. In televisione e in  radio ha partecipato a Top of the pops (Italia uno), Cd live (Rai due); Cornetto free music festival (All music); Freedom (Rai due); Fegiz files (Rai radio due con Mario Luzzatto Fegiz); Mono (All Music); Sanremo web 59 (Rai uno) e Sanremo 2010 Nuova Generazione.

 

 

Palermo, 21 maggio 2010

Ufficio Stampa: Gabriele Lo Piccolo - tel. 320.4424268 – g.lopiccolo@sodaelettrica.it.

 

 

---

Gabriele Lo Piccolo
Soda Elettrica / Ufficio stampa
Mob.  320-4424268 
E-Mail: g.lopiccolo@sodaelettrica.it


Il trattamento dei Suoi dati viene svolto all'interno del nostro ufficio, nel rispetto del Decreto Legislativo n. 196/2003. Le nostre informazioni (comunicati stampa, informative, rettifiche, ecc.). Le vengono inviate per la Sua attività giornalistica, nell'ambito dei media e non sono da considerarsi oggetto di "spamming".

In qualsiasi momento Lei potrà chiedere la modifica dei propri dati o, addirittura, la cancellazione scrivendo all'indirizzo sopra indicato, se non ritenesse di Sua pertinenza le nostre comunicazioni.

 

 

I test d’ingresso universitari e la loro rilevanza strategica.

Negli ultimi anni, per la crescente importanza che vanno acquisendo i corsi a numero chiuso, i test d'ingresso universitari sono diventati sempre più uno snodo fondamentale per il futuro di migliaia di studenti.

Attraverso il passaggio di queste prove d'ammissione, infatti, molti giovani riescono, o meno, a coronare i loro sogni accademici e, di conseguenza, quelli professionali.

Molte facoltà prevedono, infatti, il numero chiuso: si tratta di diversi corsi di studio previsti dalle facoltà di medicina, ingegneria ed economia, per citare solo i casi più frequenti. 

Per questo motivo, diverse scuole e istituti hanno prestato ascolto a un'esigenza via via più diffusa, quella della preparazione ai test d'ingresso, che consistono spesso in prove a quiz.

Il grado di difficoltà di molti test d'ingresso spinge, infatti, molti studenti a svolgere un'apposita preparazione presso enti specialistici, generalmente di tipo privato.

Molti di loro offrono, pertanto, la possibilità di acquisire dimestichezza con le prove da svolgere, attraverso esercitazioni, simulazioni di test d'ingresso e corsi personalizzati o collettivi.

Spesso i docenti dei corsi vantano un apposito expertise in tema di prove d'ammissione, mentre gli istituti di preparazione ai test forniscono il materiale didattico più utile al loro superamento. 

Il motivo è semplice: un brillante futuro va preparato bene.



Test d'ingresso - Unistudi

http://www.unistudi.com

CDB//Agency - Iotiposiziono.it


invio 2 comunicati 21 maggio 2010 (CILINDRO MAGICO - CENTRI ESTIVI VARI)

COMUNICATO STAMPA

Progetto Cilindro Magico � Estate Ragazzi 2010

Il Comune di Bagno a Ripoli presenta il Progetto Cilindro Magico/Estate Ragazzi 2010 - Proposte di attività estive per adolescenti:
o        Sport sull'Arno � Attività ludico-sportive con uso di canoe, racchette da tennis e attrezzature sportive � in collaborazione con Circolo Marina di Candeli (21-25 giugno 2010)
o        La tribù di Belmonte costruisce il suo totem � in collaborazione con l'Associazione Culturale Sconfinando (28 giugno-2 luglio 2010)
Le domande di iscrizione saranno accolte dal 31 maggio al 7 giugno 2010 presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (Urp) del Comune, dove sono disponibili appositi moduli. Orario dell'Urp: Lun/Mer/Ven 8-13, Mar/Gio 8-13 e 14.30-18, Sab 8.30-12.30. Le domande saranno accolte nell'ordine di arrivo. Non saranno accolte domande prima del 31 maggio.
Informazioni:
o        Centro di Documentazione Educativa Via Belmonte 38 - Ponte a Niccheri, tel. 055/64.58.79-81, fax 055/64.43.38, e-mail, sito internet.
o        Call Center Linea Comune, tel. 055.055, da lunedì a sabato, ore 8-20.

*****************
COMUNICATO STAMPA

Centri estivi 2010: altre opportunità in strutture patrocinate dal Comune

        Il Comune di Bagno a Ripoli ha concesso il proprio patrocinio ad alcune strutture che organizzano centri e vacanze estive per bambini e ragazzi:
付abCentri estivi residenziali e non per bambini e ragazzi 5-16 anni, da giugno a settembre 2010, presso Asd Florence Tennis School, Candeli. Info: Asd Florence Tennis School, e mail, tel. 055/631572.
付abCentri estivi residenziali e non per bambini e ragazzi 5-16 anni, estate 2010, a Bagno a Ripoli. Info: Usd Albor Grassina, e mail, tel. 055/644678.
付abBimbi in movimento per bambini e ragazzi 3-14 anni, dal 14 giugno al 6 agosto e dal 7 al 10 settembre 2010, presso Chianti Country Club, via dell'Oliveta 12, Poggio Ugolino (Impruneta). Info: Chianti Country Club, tel. 055/2301242.
付abCentri estivi residenziali e non per bambini e ragazzi 5-16 anni, da giugno ad agosto 2010, presso il Villaggio Riviera degli Etruschi a Tarquinia. Info: Quarto Spazio Agenzia Viaggi-Tour Operatore, e mail, tel. 0761/516188.
        Informazioni anche presso Call Center Linea Comune, tel. 055.055, da lunedì a sabato, ore 8-20.

L'ADDETTO STAMPA
Enrico Zoi

Bagno a Ripoli, 21 maggio 2010
L'ente locale deve un'informazione chiara e corretta al Cittadino (Art. n. 10 Decreto Legislativo 18.8.2000, n. 267, 'Testo Unico delle Leggi sull'Ordinamento degli Enti Locali').

www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it - E-mail: urp@comune.bagno-a-ripoli.fi.it
In caso di errata trasmissione chiamare Ufficio Stampa (tel. 055/6390.218)



Enrico Zoi

Addetto Stampa

Comune Bagno a Ripoli
Piazza della Vittoria n. 1
50012 Bagno a Ripoli (FI)
tel 055 6390.218 fax 055 6390.210 cell. 335.7632.243
e-mail enrico.zoi@comune.bagno-a-ripoli.fi.it



 _____  


Il presente messaggio, allegati inclusi, è personale, ed è rivolto unicamente alla persona a cui è indirizzato. Chiunque ricevesse questo messaggio per errore o comunque lo leggesse senza esserne legittimato è avvertito che trattenerlo, copiarlo, divulgarlo, distribuirlo a persone diverse dal destinatario è severamente proibito ed è pregato di rinviarlo immediatamente al mittente distruggendone l'originale. Grazie.








Rai, Santoro: consulenze e violazioni della legge sulle consulenze

Qui il comunicato online:
http://www.aduc.it/comunicato/rai+santoro+consulenze+violazioni+della+legge+sulle_17573.php
------------------------

Rai, Santoro: consulenze e violazioni della legge sulle consulenze

Roma, 21 Maggio 2010. La questione Michele Santoro e il suo rapporto con la Rai ripropone una questione che abbiamo posto ben due anni fa (1), con un esposto alla Corte dei Conti alla quale e' seguita una interrogazione parlamentare della senatrice Donatella Poretti (2): i contratti percepiti da consulenti e professionisti esterni.
La legge 244/2007, a tal proposito, e' molto chiara:
"Nessun atto comportante spesa... puo' ricevere attuazione, se non sia stato previamente reso noto, con l'indicazione nominativa dei destinatari e dell'ammontare del compenso, attraverso la pubblicazione sul sito web dell'amministrazione o del soggetto interessato, nonche' comunicato al Governo e al Parlamento".
Da oltre tre anni, cioe' dal varo della legge sull'apposito portale (3) predisposto dalla Rai, per la pubblicazione di questi dati, appare la scritta "Lavori in corso".
Per legge, la mancata pubblicazione degli estremi dei contratti di consulenza comporta l'illegittimita' dei relativi pagamenti:
"Nessun atto comportante spesa ai sensi dei precedenti periodi puo' ricevere attuazione, se non sia stato previamente reso noto, con l'indicazione nominativa dei destinatari e dell'ammontare del compenso, attraverso la pubblicazione sul sito web dell'amministrazione o del soggetto interessato, nonche' comunicato al Governo e al Parlamento".
Sempre secondo la legge, in caso di violazione, la Rai e gli stessi consulenti sono tenuti al rimborso, a titolo di danno erariale, di una somma pari a dieci volte l'ammontare della somma illegittimamente erogata.
Insomma, questo Governo non fa applicare una legge dello Stato sulla trasparenza di atti che comportano, di fatto, una spesa pubblica, ma vuol varare provvedimenti lacrime e sangue per il contribuente che paga l'imposta (detta canone o abbonamento) Rai.
Ma ci faccia il piacere, direbbe Toto'.

(1) http://www.aduc.it/comunicato/rai+esposto+denuncia+alla+corte+dei+conti+mancanza_13346.php
(2) http://blog.donatellaporetti.it/?p=108
(3) http://www.contrattidiconsulenza.rai.it/main.aspx


Primo Mastrantoni, segretario Aduc

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.itEmail aduc@aduc.it
Tel.055290606
Ufficio stampa: Tel.055291408

Esami universitari: come prepararli al meglio.

Gli anni universitari sono un momento fondamentale per la crescita, umana e professionale, di ogni individuo.

Da questi anni dipende molto della vita di ogni giovane: per questo motivo è fondamentale affrontare in modo corretto gli esami universitari, cercando di superarli bene e senza eccessive perdite di tempo.

Le aziende, infatti, in fase di recruiting, considerano molto i tempi impiegati dai ragazzi a laurearsi, e di certo non vedono di buon occhio eventuali candidati che siano rimasti troppi anni impelagati tra i vari esami universitari.

Studiare bene e farlo nel minor tempo possibile: per perseguire questo optimum è bene, quindi, saper preparare gli esami universitari con il metodo giusto.

Sono ormai diversi gli enti, prevalentemente privati che si occupano di questo: la loro programmazione didattica consente di preparare gli esami universitari in tempi contenuti e con risultati soddisfacenti.

Il metodo più efficace è spesso quello delle lezioni singole o dei corsi personalizzati: agli studente viene affiancato un tutor con il fine di aiutarlo a un trovare il giusto metodo di studio e a superare gli esami universitari.

Questi corsi prevedono anche materiale didattico specifico, simulazioni di prove (scritte o orali) e percorsi personalizzati.

Frequentare corsi di preparazione agli esami universitari si rivela spesso la soluzione più efficace per un percorso accademico rapido e di qualità.



Esami universitari - Unistudi

http://www.unistudi.com

CDB//Agency - Iotiposiziono.it



Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota