Cerca nel blog

sabato 30 novembre 2019

Stupefacenti, i volontari di Mondo Libero dalla Droga contro i pusher


Stupefacenti, i volontari di Mondo Libero dalla Droga contro i pusher


MACERATA I volontari dell'associazione "Mondo Libero dalla Droga " hanno deciso di proseguire nella loro opera di sensibilizzazione e informazione contro ogni tipo di sostanza stupefacente.

Un impegno soprattutto con i più giovani del territorio, in particolare questo week-end erano presenti all'ingresso dell'Istituto Comprensivo "E. Mestica" in Viale Don Bosco a Macerata.

Le attività dei volontari consistono principalmente nella distribuzione di opuscoli del programma "La Verità sulla Droga" ai giovani studenti. Si tratta di materiale informativo, che spiega ogni principale sostanza stupefacente, ne espone gli effetti a breve e lungo termine e la natura. Non mancano le testimonianze di persone che sono uscite dall'esperienza della tossicodipendenza.

Distribuiscono gli opuscoli e ogni altro materiale informativo nelle mani dei giovani e degli insegnanti così da creare maggiore consapevolezza riguardo le droghe

I volontari ricordano le parole in merito alla questione stupefacenti dell'umanitario L. Ron Hubbard che  sosteneva come "l'arma più efficace nella guerra contro le droghe è l'istruzione". Ispirati da questo principio hanno deciso di programmare anche una serie di distribuzioni capillari all'ingresso di ogni istituto.

È inutile negare che le droghe sono sempre più presenti nella nostra cultura attuale, su internet, nei video musicali, nei film o nei videogiochi ed è per questo che l'associazione ha deciso di occuparsi di prevenzione e smentire le ideologie false proposte da questi mezzi di comunicazione.

Un impegno e un'opera di informazione e sensibilizzazione che non tralasciano nemmeno nei fine settimana. Da anni infatti i volontari dedicano il loro sabato mattina distribuendo il materiale predisposto per la campagna contro gli stupefacenti.

Un'attività che ha portato molta soddisfazione, come riferiscono, in quanto tutte le persone contattate hanno accolto con favore la loro opera di divulgazione. Le attività proseguiranno nei prossimi fine settimana.

Ufficio Stampa
Mondo Libero dalla Droga

venerdì 29 novembre 2019

Marco Orsola (Idd): “Più fondi per gli oratori e i centri di aggregazione sociale“

-- COMUNICATO STAMPA --
Marco Orsola (Idd): "Più fondi per gli oratori e i centri di aggregazione sociale"
Il responsabile dell'Italia dei Diritti per la Valle dell'Aniene sottolinea il ruolo educativo e formativo degli enti religiosi nei piccoli centri

"Bisogna riconoscere la funzione sociale e di organizzazione della vita collettiva che svolgono oratori, parrocchie e istituti religiosi nei piccoli comuni di tutta la Regione". Lo afferma Marco Orsola, responsabile dell'Italia dei Diritti per la Valle dell'Aniene e sindaco di Saracinesco. "Tali strutture - continua -  suppliscono spesso alle carenze organizzative e strutturali degli stessi comuni, contribuendo in maniera incisiva allo sviluppo dei momenti di maggiore valenza simbolica e aggregativa delle comunità locali". Su questa linea, infatti,  si colloca la legge regionale 1° agosto 2003 n. 206, che riconosce il ruolo pedagogico e associativo svolto dall'ente parrocchia e i suoi aggregati. Nel Lazio ogni anno circa 150 oratori partecipano ai bandi regionali previsti dalla legge: in media solo un terzo riceve un finanziamento.  "Purtroppo - conclude Orsola - i fondi regionali destinati a queste realtà sono scarsi e del tutto insufficienti a rispondere al loro fabbisogno necessario. Per questo mi rivolgo direttamente al presidente Zingaretti , invitandolo a incrementare le risorse destinate al funzionamento di queste associazioni che pure svolgono  un ruolo così importante nel preservare l'identità e le tradizioni soprattutto nei piccoli centri". 


UFFICIO STAMPA ITALIA DEI DIRITTI
http://www.italiadeidiritti.it/ 
3331888339
 

Nuova ricerca: Solo il 3% degli italiani pensa che le donne guidino meglio, ma sono gli uomini a causare più incidenti

solo il 3% degli italiani pensa che le donne guidino meglio degli uomini, ma sono questi ultimi a causare più incidenti

Per indagare chi fossero i migliori conducenti in Italia, ECU Testing ha svolto una ricerca a livello nazionale su argomenti di manutenzione automobilistica, sicurezza stradale e sicurezza alla guida. Di seguito i risultati.
  
Quanto sono propensi gli italiani a fare manutenzione alle loro auto?  
Guardando le statistiche gli italiani hanno ammesso di non apportare lavori di manutenzione mai alle seguenti parti dell’auto: sostituzione del liquido di raffreddamento, il 19% degli intervistati non lo ha mai cambiato personalmente, il cambio di una gomma (17%), cambio dei filtri dell’aria (15%), il controllo della salute della batteria (15%) e infine il cambio dell’olio (14%). 
Non sorprende quindi che gli italiani non si sentano così sicuri delle loro capacità nel cambiare piccole cose come l'olio (49%), i filtri dell'aria (53%) e il liquido di raffreddamento (54%). 
Per quanto riguarda il guidare, il 93% non ha nessun problema a guidare in autostrada, di notte (92%), con traffico intenso (90%) o in situazioni meteo avverse (80%). Un po’ meno sicuri si sentono i nostri guidatori all’estero, con un 66% che dichiara che non avrebbe problemi.  

Il 41% degli uomini ha causato un incidente, vs solo il 16% delle donne
Gli uomini si sentono più sicuri quando si tratta di apportare lavoretti di manutenzione alle auto, nonostante la maggior parte non ne abbia mai fatti. Ad esempio, il 78% degli uomini si sente sicuro di poter personalmente cambiare una gomma, mentre solo il 38% delle donne si cimenterebbe nell’impresa.
Per quanto riguarda invece il sentirsi sicuro nelle varie condizioni di guida ancora una volta gli uomini sono i più fiduciosi, ma di poco. Se l’87% degli uomini si sentirebbe sicuro a guidare in condizioni meteo estreme, il 71% di donne concorda.
Tuttavia, una volta intervistati sul numero di incidenti causati per colpa loro, ben il 41% degli uomini ha ammesso di essere stato nel torto in un incidente vs il solo 16% delle donne.  

E l’età? giovanissimi vs baby boomers 
A confronto il gruppo tra i 18/24 e i 55+ (i cosiddetti baby boomers). I giovanissimi sembrano molto più dediti alla manutenzione della loro macchina, con il 29% che si è effettivamente preso la briga di cambiare una gomma vs solo l’8% dei baby boomers.
Tuttavia, nonostante la netta differenza tra i giovani e i 55+ sulla frequenza di una manutenzione fai da te, entrambe le fasce di età si avvicinano quando si parla di sentirsi in grado di apportare lavori di manutenzione
Quando si tratta invece di guidare e di sentirsi sicuri delle proprie capacità su strada, sono i baby boomers a farla da padrone. Il 63% non ha nessun problema a guidare in autostrada vs solo il 48% dei giovanissimi e anche la guida prolungata per più di 3 ore riscuote più consensi dai 55+ al 48% vs il 28% dei 18-24.  

Solo il 3% degli italiani pensa che le donne guidino meglio
La domanda finale, chi è che guida meglio? Uomini, donne, giovani, anziani? Alla domanda su quale dei due sessi guidi meglio, solo il 3% degli italiani pensa che le donne siano guidatrici migliori degli uomini. Giusto o meno, questi sono i risultati.

L’esperto risponde
Parliamo di sicurezza, fondatore e CEO di ECU Testing, Roger Bagg, risponde.
Una gomma sgonfia è pericolosa e può esplodere. Inoltre, una gomma troppo sgonfia può aumentare la distanza di frenata. Le gomme perdono più facilmente pressione nei mesi estivi, quindi è bene controllarle più spesso. Attenzione anche all’obbligo delle gomme invernali o di catene a bordo dal 15 novembre.
Ci sono diverse parti di una macchina che, se lasciate deteriorare, possono portare gravi danni alla sicurezza stradale. Tra queste ricordiamo le gomme, le luci, l’olio del motore, il liquido dei freni e i tergicristalli.
Perciò per assicurarsi di tenere la propria auto in condizioni ottimali ecco i lavori che è più facile fare da soli: mantenere i fludi dell’auto, come olio e liquido per i tergicristalli, controllare le luci e la pressione delle gomme.

Per la ricerca completa: https://www.ecutesting.it/blog/conoscenza-auto-italiani/



This email and any attachments to it may be confidential and are intended solely for the use of the individual to whom it is addressed. Any views or opinions expressed are solely those of the author and do not necessarily represent those of Search Laboratory Ltd. If you are not the intended recipient of this email, you must neither take any action based upon its contents, nor copy or show it to anyone. Please contact the sender if you believe you have received this email in error.

Search Laboratory is registered in England, no. 5608449. Registered address: The Blokhaus, West Park Ring Road, Leeds, LS16 6QG, UK.

8 siti archeologici inconsueti per un Perù da vero esploratore

Quando si combinano la passione per l’archeologia a quella per i viaggi, il risultato è davvero suggestivo e regala avventure la cui cornice è fatta di luoghi ricchi di storia, di leggende e di antiche civiltà.
Acquedotto nel Complesso Archeologico di Cumbemayo. © Marco Garro / PromPerù

Novembre 2019 – Un Paese dall’incredibile biodiversità, dalla variegata geografia che spazia dalle Ande, alla foresta amazzonica, fino ad arrivare alla costa. Non c'è quindi da stupirsi se questa terra tanto ricca sia stata anche patria di numerose antiche civiltà. Un luogo ricco di luoghi iconici che, da nord a sud, si intrecciano a rarità da veri viaggiatori.

Alte vette andine e un mantello di foresta verdeggiante difendono i segreti della Regione di Cajamarca, nel nord del Perù.  Il passato archeologico della Regione narra storie antiche, risalenti alla cultura Caxamarca (fino al 800 d.C.) e ad altre civiltà remote. A soli 8 chilometri dal capoluogo, immerse nella natura, spiccano le Ventanillas di Otuzco, necropoli di una popolazione preincaica e precedente alla cultura di Caxamarca, di probabile influenza Wari. Qui, vennero scavate nella roccia vulcanica centinaia di gallerie e nicchie simili a finestre rettangolari o quadrangolari che possono raggiungere gli 8 - 10 metri di profondità e i 50-60 centimetri di altezza.

Nella medesima Regione, a 20 chilometri dalla città di Cajamarca e circa 3000 metri d’altezza, si trova un altro spettacolare sito archeologico preincaico: Cumbemayo. Si tratta di un antico acquedotto di circa 8 chilometri, una spettacolare opera idraulica circondata da un suggestivo bosco di pietre, che sembra riprodurre i profili di frati devoti, il Santuario, un faraglione dall’aspetto di una testa umana e le Caverne ricche di incisioni e petroglifi.

Tra le gole ripide delle Ande e le immense foreste della Regione settentrionale di Amazonas, si nascondono sorprendenti siti storici che documentano le vicissitudini del popolo Chachapoyas. Il culto dei morti era di grande importanza per questa antica cultura, specialmente per coloro ai vertici della gerarchia. In questa Regione, a 2.000 metri di altezza si trovano i Sarcofagi di Karajia, monumenti funebri straordinari, scoperti nel 1985 e composti da 7 sarcofagi antropomorfi di circa 2.5 metri che, fieramente, guardano sulla valle sottostante.

Tra altre meraviglie archeologiche lasciate in eredità dal “popolo delle nuvole”, i Chachapoyas, si trova, ancora una volta nella Regione Amazonas, il complesso di Revash. Situato a 2800 m.s.l.m. e composto di edifici rettangolari chiamati “Chullpas”. Si tratta di un complesso funerario e qui furono ritrovati resti di gioielli, oggetti e ossa, come offerte ai defunti. Inoltre gli edifici sono finemente decorati da pitture rupestri color ocra o da disegni raffiguranti animali e persone. 

In una spettacolare valle delle Ande peruviane, nella Regione di Áncash, sorge un sito archeologico, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, che affonda le proprie origini intorno al 900 a.C.: Chavín de Huantar. Il sito archeologico è un lascito della popolazione Chavín che lo edificarono come luogo di culto, impreziosito da complessi di terrazze e piazze, strutture in pietra lavorata e motivi prevalentemente zoomorfi. Chavín divenne meta di pellegrinaggio per tutto il mondo religioso andino, accogliendo persone di diverse latitudini e lingue, e acquisendo grande importanza come centro di diffusione culturale e religiosa.

Situato su una suggestiva terrazza arida e deserta affacciata sulla verdeggiante valle del fiume Supe, nella Regione di Lima, il sito archeologico di Caral, risalente a 5000 anni fa, si estende su 626 ettari. Si tratta del più antico centro di civiltà delle Americhe, eccezionalmente ben conservato. Il sito stupisce grazie alla complessità architettonica. Il ritrovamento di un quipu (il sistema di nodi usato nelle civiltà andine per registrare le informazioni) testimonia lo sviluppo della società Caral. La pianta della città, le strutture piramidali e la residenza dell'élite, mostrano con chiara evidenza la celebrazione di funzioni cerimoniali, a significare una potente ideologia religiosa.

A 3050 metri d’altezza, tra i dipartimenti di Cusco e Apurímac, svetta il Parco Archeologico di Choquequirao, costruito tra il XV e il XVI secolo. Conosciuto per essere circa tre volte più grande della celebre Machu Picchu, solo il 30% della sua cittadella è stata sottratta alla foresta.  Gli archeologi contemporanei ritengono sia stato costruito in linea geo-cosmica rispetto a Machu Picchu, con il tempio e gli edifici amministrativi costruiti attorno alla piazza centrale e le zone residenziali verso la campagna. Il sito colpisce per la maestosità dell'architettura Inca con terrazzamenti, piazze, recinzioni, grandi mura con nicchie, e altre strutture.

Costruito nel XV secolo e considerato dagli storici una delle costruzioni più audaci degli Incas, il Complesso Archeologico di Raqchi, si trova a 117 km dalla città di Cusco. Il tempio, realizzato in adobe su fondamenta di pietra vulcanica, fu eretto in onore di Wiracocha, il dio della creazione e della civiltà nel mondo andino. In passato, la costruzione comprendeva un imponente muro centrale, con pilastri su entrambi i lati e un grande tetto di paglia. Ospitava gli alloggi dei sacerdoti, un'area per i rituali e fonti d'acqua in cui i religiosi si lavavano prima delle cerimonie.

PROMPERÚ - La Commissione Peruviana per la Promozione delle Esportazioni e del Turismo l'organismo ufficiale specializzato in promozione turistica e marketing, collegato al Ministero del Commercio Estero e del Turismo del Perù.

Per ulteriori informazioni: http://www.peru.travel

giovedì 28 novembre 2019

CONCERTO "A MARIA" 8 DICEMBRE ORE 19.30 A CURA DELLA CAMERA MUSICALE ROMANA

Sono ad invitarVi al concerto che si svolgerà all'interno della X Stagione Concertistica di Musica a cura della Camera Musicale Romana e sotto la Direzione artistica del Soprano Elvira Maria Iannuzzi.
Da quest'anno la stagione concertistica 2019-2020 si è spostata in centro presso la Cripta della chiesa di Santa Lucia del Gonfalone.

Pertanto faccio gentile richiesta di pubblicazione e diffusione tramite i vostri mezzi d'informazione e comunicazione del concerto "A Maria", musiche di G. H. Buttstett, W. A. Mozart, G. Caccini, F. Mendelssohn Bartholdy, J. Alain,  C. Saint- Saëns, G. Puccini, P. Mascagni, M. Reger, G. Ligeti, J. Rheimberger, M. Lo Muscio, W. Gomez.
Eseguono:

Tiziana Guaglianone – Elvira Maria Iannuzzi, soprano 
Marco Lo Muscio, organo

Nel giorno che la Chiesa ha dedicato all'Immacolata Concezione, di fatto l'ultima festa prima del Natale, La Camera Musicale Romana dedica il concerto alla figura di Maria
La preghiera più nota fra quelle rivolte alla Vergine e l'antifona mariana con lei più famosa, il "Salve Regina" hanno ispirato moltissimi compositori che nei secoli hanno musicato  questi due testi componendo  brani, molti dei quali famosissimi, di intensa suggestione e grande valenza compositiva
Come spesso ama fare, nel concerto proposto quest'anno, la Camera Musicale Romana mette in programma insieme a pagine più note  una serie di composizioni meno eseguite, ma interessantissime dal punto di vista musicale. 
Le  voci dei soprani Tiziana Guaglianone e Elvira Maria Iannuzzi accompagnate all'Organo dal M° Marco Lo Muscio nella  splendida cornice della chiesa di Santa Lucia del Gonfalone si alterneranno tra arie e duetti, tutti ispirati alla tradizione Mariana in un percorso spazio temporale che dalla Salisburgo di un 18enne Mozart  Il cui "Sub Tuum Praesidium" è sicuramente più vicino ad un duetto operisico di quanto si sia portati a immaginare, si estende alternando pagine di compositori come Mendellssohn, Saint- Saëns , Puccini, Mascagni, Rheimberger, Alain,  fino ai nostri giorni con le suggestive armonie suggerite dall'"Ave Maria" di William Gomez

Il concerto che avrà luogo domenica 8 dicembre 19.30, si svolgerà presso la Cripta della chiesa di Santa Lucia del Gonfalone.
Inoltre colgo occasione per invitarvi a presenziare accreditandovi subito scrivendo a alessandro.decadi@gmail.com, vi aspetto.
Per ogni ulteriore chiarimento resto a Vostra completa disposizione.

Chiedo possibilmente un gentile riscontro alla Vs. pubblicazione.

Grazie
Cordialmente
Ufficio Stampa e comunicazione Camera Musicale Romana
Alessandro Decadi cell. 334 8321395

Per accrediti stampa: alessandro.decadi@gmail.com

Camera Musicale Romana Via delle Carceri, 8 – Cripta della chiesa di Santa Lucia del Gonfalone.
www.cameramusicaleromana.it


  
CAMERA MUSICALE ROMANA
Cripta della Chiesa di Santa Lucia del Gonfalone
Domenica 8 dicembre ore 19:30
"A Maria"
Ingresso a offerta libera


Nel giorno che la Chiesa ha dedicato all'Immacolata Concezione, di fatto l'ultima festa prima del Natale, La Camera Musicale Romana dedica il concerto alla figura di Maria
La preghiera più nota fra quelle rivolte alla Vergine e l'antifona mariana con lei più famosa, il "Salve Regina" hanno ispirato moltissimi compositori che nei secoli hanno musicato  questi due testi componendo  brani, molti dei quali famosissimi, di intensa suggestione e grande valenza compositiva
Come spesso ama fare, nel concerto proposto quest'anno, la Camera Musicale Romana mette in programma insieme a pagine più note  una serie di composizioni meno eseguite, ma interessantissime dal punto di vista musicale. 
Le  voci dei soprani Tiziana Guaglianone e Elvira Maria Iannuzzi accompagnate all'Organo dal M° Marco Lo Muscio nella  splendida cornice della chiesa di Santa Lucia del Gonfalone si alterneranno tra arie e duetti, tutti ispirati alla tradizione Mariana in un percorso spazio temporale che dalla Salisburgo di un 18enne Mozart  Il cui "Sub Tuum Praesidium" è sicuramente più vicino ad un duetto operisico di quanto si sia portati a immaginare, si estende alternando pagine di compositori come Mendellssohn, Saint- Saëns , Puccini, Mascagni, Rheimberger, Alain,  fino ai nostri giorni con le suggestive armonie suggerite dall'"Ave Maria" di William Gomez

Programma

J. H. Buttstett (1666 - 1727):                              Preludio e Capriccio in re minore
W. A. Mozart (1756 – 1791):                               Sub tuum praesidium  K 198
V. Vavilov (1925/1973):                                        Ave Maria "di Caccini"
F. Mendelssohn Bartholdy (1809–1847):       Salve Regina
C. Saint- Saëns (1835 – 1921):                          Ave Maria à 2 voix égales
                                                                                  Ave Maria in La Mag. ICS 19
M. Lo Muscio:                                "Il pranzo mistico di Santa Chiara e San Francesco"
G. Puccini (1858 – 1924):                                   Salve regina SC39
P. Mascagni (1863 – 1945):                                Ave Maria1880
G.Ligeti (1923 - 2006):                                         Musica Ricercata n.7
J.Alain (1911-1940):                                             Ave Maria, sur une vocalise dorienne 
M. Lo Muscio:                                                        Vocalizzo
W. Gomez (1939 – 2000):                                    Ave Maria
J. Rheinberger (1839 – 1901) :                          Salve Regina Op. 118: No. 1.
M. Reger (1873 – 1916):               Mariä Wiegenlied, op. 76, Nr. 52 – tr. a due voci


Eseguono:

Tiziana Guaglianone – Elvira Maria Iannuzzi, soprano 
Marco Lo Muscio, organo




CRIPTA DELLA CHIESA DI SANTA LUCIA DEL GONFALONE
Via delle Carceri, 8 - Roma



Ingresso a offerta libera

Servizio gratuito di prenotazione (vivamente consigliata)

Info e prenotazioni:
Tel.: +39 333 45 71 245/ 3498256457

Comunicato Stampa Fondazione AiFOS: le scadenze del bando 2020 per promuovere la sicurezza

Comunicato Stampa

Progetti di sicurezza 2020 per promuovere e supportare la prevenzione

Fino al 31 dicembre 2019 è possibile inviare i progetti, cofinanziabili dalla Fondazione Aifos, per lo sviluppo della cultura della sicurezza negli ambienti di vita e di lavoro.

La Fondazione AiFOS, fondata nel 2016 dalla società cooperativa Aifos Service e da AiFOS (Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro), persegue finalità di sostegno sociale, di supporto e sensibilizzazione nel settore della salute e sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro. Supporto che si è concretizzato, nel 2018 e nel 2019, attraverso la realizzazione, con il sostegno della Fondazione, di ben 32 progetti che hanno riguardato: istituzioni scolastiche ed enti del terzo settore, organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, enti filantropici, imprese e cooperative sociali, reti associative, società di mutuo soccorso, associazioni e fondazioni senza scopo di lucro per il perseguimento di finalità civiche, solidaristiche e di utilità. 

Il nuovo bando per la cultura della sicurezza
Proprio partendo da queste finalità la Fondazione AiFOS ha lanciato la terza edizione del Bando "Progetti di sicurezza - Sostegno allo sviluppo della cultura della sicurezza negli ambienti di vita e di lavoro".

Lo scopo del bando è quello di fornire supporto economico alla realizzazione di progetti a scopo sociale, culturale, sportivo, educativo, di prevenzione diretti a giovani e adulti, con un particolare focus sul terzo settore, sulla protezione civile e sulle istituzioni scolastiche, universitarie e di ricerca.

I destinatari del bando progetti di sicurezza
Il bando Progetti di sicurezza è destinato a:
  • istituzioni scolastiche ed enti del terzo settore,
  • organizzazioni di volontariato,
  • associazioni di promozione sociale,
  • enti filantropici,
  • imprese sociali, incluse le cooperative sociali,
  • reti associative,
  • società di mutuo soccorso,
  • associazioni, riconosciute o non riconosciute,
  • fondazioni e altri enti di carattere privato diversi dalle società costituiti per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale mediante lo svolgimento di una o più attività di interesse generale in forma di azione volontaria o di erogazione gratuita di denaro, beni o servizi, o di mutualità o di produzione o scambio di beni o servizi (Art. 4, decreto legislativo n. 117 del 2017). 

I progetti finanziabili devono riguardare interventi promossi da enti del terzo settore o da istituzioni scolastiche, orientati alla promozione della cultura della sicurezza negli ambienti di vita e lavoro. E dovranno essere diretti a:
  • accrescere la cultura dei giovani e degli adulti nell'ambito della salute e sicurezza nei luoghi di vita e lavoro, attraverso progetti formativi ed informativi (esclusi quelli obbligatori ai sensi di legge), pensati appositamente per accrescere la consapevolezza ed il patrimonio di conoscenze in materia.
  • migliorare le condizioni di salute e sicurezza all'interno delle comunità suddette con interventi di miglioramento degli ambienti di vita e lavoro, mediante l'implementazione delle strutture, dei sistemi, delle procedure di salute e sicurezza e di benessere, introduzione di nuovi materiali o strumentazioni volti al perfezionamento delle condizioni lavorative.

Scadenze e informazioni sulla presentazione delle domande
La Fondazione sostiene la realizzazione dei progetti con le risorse messe a disposizione per un importo complessivo di € 40.000,00. Si ricorda che l'importo totale dei progetti o di fasi dei progetti per cui viene richiesto il finanziamento, non deve essere inferiore a € 1.000,00 e non può superare €5.000,00. Il contributo erogato dalla Fondazione non potrà superare il 50% dell'importo del progetto medesimo o di fase dello stesso, fino ad un massimo di € 2.500,00.

Manca solo un mese alla scadenza! Le domande di contributo devono essere presentate entro le ore 12.00 del 31 dicembre 2019 (salvo eventuali proroghe).

Ricordiamo che livello operativo è necessario scaricare dal sito della Fondazione il formulario del bando ed inviarlo, debitamente compilato, unitamente a tutta la documentazione richiesta, all'Ufficio di Segreteria della Fondazione alternativamente agli indirizzi info@fondazioneaifos.org, oppure fondazioneaifos@pec.it. Si segnala che l'ente proponente dovrà fornire alla Fondazione un piano finanziario analitico relativo alla realizzazione del progetto ed ogni singola voce di tale piano dovrà essere rendicontata con documentazione fiscalmente valida al termine del progetto. La mancata o non corretta compilazione di tutte le parti del modulo di richiesta e la mancata presentazione di tutti i documenti indicati come necessari è causa di irricevibilità della domanda.

La Fondazione pubblicherà sul proprio sito l'elenco dei progetti approvati e beneficiari del contributo entro il 31 gennaio 2020. I progetti dovranno essere avviati non prima della comunicazione di accettazione della domanda di contributo ed essere realizzati entro il 31 ottobre 2020.

Il link della Fondazione AiFOS per avere informazioni e scaricare il bando 2020: https://www.fondazioneaifos.org/index.php/bando-sicurezza

Per informazioni:
Fondazione AiFOS - Palazzo CSMT - via Branze, 45 - 25123 Brescia - tel. 030.6595037 – https://www.fondazioneaifos.org/ - info@fondazioneaifos.org


28 novembre 2019

martedì 26 novembre 2019

Stampante laser: Promo Prink Pantum, guida all’acquisto e supporto tecnico

Saper scegliere la marca e il modello della nuova stampante laser per casa o per l'ufficio diventerà un gioco da ragazzi con i consigli e le caratteristiche della Gamma Pantum di Prink. Dal 25 novembre al 7 gennaio approfitta della promo con offerte dal 10% al 20% di sconto.

L'offerta elevata di stampanti per casa o lavoro disponibili nello scaffale di un negozio specializzato ti mette in crisi? Devi acquistare una stampante per l'ufficio o per uso privato e navigando all'interno di un sito e-commerce che propone diversi modelli hai avvertito una sorta di ansia da shopping? Non sei l'unico. Barcamenarsi tra le caratteristiche e i modelli delle stampanti laser disponibili non è facile.

Abbiamo selezionato l'azienda numero uno in Europa con più di 1.000 punti vendita in 13 paesi europei, specializzata nella commercializzazione di stampanti e consumabili per la stampa e ti presentiamo una serie di caratteristiche che ti guideranno nella scelta della stampante laser adatta alle tue esigenze.

Hai poco spazio a casa o in ufficio e cerchi una stampante laser monocromatica perfetta per ridurre al minimo i costi di stampa? Ne esiste una compatta ideale per i piccoli spasi, ed economica, che garantisce un costo per copia ridotto.

Una seconda caratteristica apprezzata dagli utenti è la possibilità di avere una stampante laser con connettività Wi-Fi: sono svariati i modelli che offrono il collegamento tra smartphone e tablet al dispositivo per lanciare la stampa dei documenti direttamente dal device su cui è salvato il file o la foto. La gamma che abbiamo analizzato, Pantum di Prink, offre diversi modelli con questa caratteristica, sia in versioni compatte che multitasking.

Che vuol dire stampante laser multitasking? Puoi immaginarla come una collega capace di fare più cose.

Esistono dispositivi Pantum Prink per la stampa in grado di fare 3 cose in 1: stampare, scansionare e fotocopiare, e modelli di stampanti laser full optional che addirittura hanno 4 funzioni in 1: in aggiunta ai tre servizi già descritti inviano anche i fax.

Se la stampante che cerchi avrà una destinazione d'uso lavorativa e hai bisogno di ulteriori supporti, la gamma Pantum risponde alle tue esigenze di connettività sia tramite wi-fi che attraverso una rete LAN o un cavo USB 2.0.

Ora che sai cosa cercare in una stampante laser: compattezza, economicità, connettività e multitasking, approfitta dell'offerta. Dal 25 novembre al 7 gennaio potrai usufruire di una Promo Prink sull'intera gamma di stampanti Pantum: dal 10% al 20% di sconto su tutti gli otto modelli di stampanti laser. La promozione è valida sia presso i negozi Prink che all'interno del sito ecommerce.

Risparmia nell'acquisto della tua stampante laser con la consapevolezza di aver scelto il dispositivo perfetto per la stampa per casa o per l'ufficio con le caratteristiche più utili per te.


Fonte: marketinginformatico.it

Follonica, Handy Superabile ad “Accessibilità in Fiera”

La Onlus tra i promotori della due giorni dedicata a mobilità, sport e turismo inclusivo

Sabato 30 novembre e domenica 1° dicembre a Follonica appuntamento con "Accessibilità in Fiera", due giorni organizzata da Proloco di Follonica e Sportello H Follonica Città Ospitale, con il Patrocinio del Comune di Follonica ed in collaborazione con l'Associazione Onlus Handy Superabile.
L'evento, che si terrà presso la Fonderia 1, in Via Roma 94 – ingresso dal retro, con posteggio, in Via Roma 122 –, offrirà una panoramica completa su prodotti e servizi per le diverse abilità, dal turismo accessibile alla mobilità, fino allo sport inclusivo.
Alla Fiera, in cui saranno presenti numerosi espositori, Handy Superabile, da tredici anni impegnata nel turismo accessibile, farà conoscere i risultati e i traguardi raggiunti grazie ai suoi progetti "Turismo SuperAbile" e "Special Guest" – entrambi con menzione speciale al "Premio Spadolini" –, con un modello di sistema integrato che coinvolge tutta la filiera turistica e un ventaglio di proposte e servizi turistici verificati da esperti in materia di accessibilità, offerti dai diversi partner con i quali collabora, come il gruppo di turismo integrato Alpitour World.
Per l'occasione, Handy Superabile accoglierà i visitatori in un'area dedicata al turismo accessibile, con tanto di passerella, sabbia, ombrellone ed ausili per aiutare la mobilità, e non solo, così che il visitatore abbia la sensazione di sentirsi già in vacanza.
Il convegno
Nel corso della Fiera si terrà il convegno "Accessibilità in fiera", per discutere di accessibilità a 360 gradi, dal turismo allo sport, alla sessualità. Sabato 30 i lavori prenderanno il via alle 9:30 e si concluderanno alle 17:00; domenica 1 inizieranno alla stessa ora e si chiuderanno alle 13:00.
L'iniziativa, moderata da Luca Bani, Esperto di Marketing (Agenzia Primo Piano di Follonica), partirà sabato mattina con i saluti del Sindaco di Follonica, Andrea Benini, e dell'Assessore al Turismo, Alessandro Ricciuti, e vedrà, tra i numerosi interventi, quello di Laura Rampini – domenica 1 –, prima paracadutista al mondo in carrozzina e istruttrice con 164 lanci alle spalle.
Handy Superabile presenterà alcuni dei suoi principali progetti. Il 30 novembre il Presidente Stefano Paolicchi parlerà delle nuove frontiere del turismo accessibile e inclusivo, con i progetti "Turismo SuperAbile 2.0" e "Special Guest", nato dall'accordo tra Handy Superabile e i tour operatori Alpitour e Francorosso. L'obiettivo è quello di fornire un'informazione validata e credibile sull'accessibilità di strutture ed itinerari turistici, in Italia e all'estero, testati dagli esperti di turismo accessibile dell'associazione, con la pubblicazione di report fotografici in pdf sul sito www.handysuperabile.org. In questo modo si facilita la vacanza dei turisti con esigenze speciali – viaggiatori con disabilità motoria o sensoriale, con allergie e intolleranze alimentari, in dialisi, anziani, famiglie con bambini – dalla fase di prenotazione al sistema di trasporti, dalla mobilità in città e al mare, agli alberghi e resort, fino allo svago e alle attività sportive, consentendo loro di giudicare l'effettiva idoneità delle strutture rispetto alle proprie necessità.
Il 1° dicembre interverrà al convegno Katjuscia Giannelli, Consigliera di Handy Superabile e Responsabile della Proloco di Follonica, che parlerà di come creare itinerari turistici accessibili a tutti, negli ambiti turistici toscani; tra i vari progetti, Giannelli illustrerà "Musei SuperAbili", attuato insieme all'Associazione Culturale Prisma e alla Rete dei Musei della Maremma, per migliorare l'accessibilità e l'accoglienza, per le persone con diversa disabilità, in 45 strutture museali di 19 comuni della Maremma Toscana, con verifiche di accessibilità dei siti museali e corsi di formazione su accessibilità e accoglienza rivolti ai direttori dei musei.

ALBENGA. IL PREMIO PISANI E IPOMERIGGI DEL FESTIVAL MUSICALE SU LA TESTA A PALAZZO SCOTTO NICCOLARI.

ALBENGA. IL PREMIO PISANI E I POMERIGGI DEL FESTIVAL MUSICALE SU LA TESTA A PALAZZO SCOTTO NICCOLARI.

Con il festival Su La Testa ai blocchi di partenza, si inizia Giovedì 28 alle ore 21.00 presso il cinema teatro Ambra con l'ospite internazionale Maria Gadù, introdotta da Messer DaVil e I Miei Migliori Complimenti, ricominciano anche i pomeriggi a Palazzo Scotto Niccolari, il tradizionale spazio dedicato ad approfondimento e cultura del festival.
Ecco il programma dettagliato.
Venerdì 29, a partire dalle ore 17.00, l'esperta d'arte Francesca Bogliolo presenterà la mostra di quadri dell'artista genovese Melkio, alla presenza dell'artista stesso. Seguirà il monologo dello storyteller Giorgio Olmoti con la lettura di alcuni dei suoi racconti tratti dallo spettacolo "Mai fare a gara con la realtà".
Sabato 30, alle 17.00, dopo la presentazione del libro di Renato Olpher Rossi "Il percorso contrario", un fantasioso giallo ambientato in Liguria, sarà il turno dell'ormai tradizionale incontro con il Premio Pisani 2019. Il premio, dedicato alla memoria di Renzo Pisani, storico gestore del cinema teatro Ambra, viene assegnato a chi, partendo dal nostro territorio, ha saputo farsi largo nel mondo del cinema e del teatro in contesti nazionali.
Il merito di Renzo Pisani è stato infatti quello di resistere in un momento difficile per l'industria cinematografica, riadattando un vecchio cinema in un luogo per il teatro e per la musica che oggi è centrale per tutte le iniziative culturali di Albenga.
Il Premio Pisani 2019 è stato assegnato al regista loanese Giorgio Molteni che nella sua carriera ha già girato dodici film tra cinema e film-tv oltre numerose serie Tv per RAI e Mediaset.
La targa verrà consegnata all'artista nella serata di sabato, durante lo spettacolo, in teatro.
Durante i pomeriggi non mancherà la musica con le atmosfere balcaniche e festose di Ginez, già sul palco di Slt2018, e del giovane talento dell'alternative rock Monica P, già vincitrice di molti premi e più volte segnalata tra le più belle novità del panorama musicale che invece si esibirà sabato.
Infine, domenica pomeriggio, dalle 17.30, a sipario chiuso, palazzo Scotto si aprirà per un abbraccio finale, l'arrivederci al 2020 e ancora musica con Roberta Carrieri, già ospite gradita del Su la testa 2014 in cui si produsse in un bel duetto con Andrea Fumagalli, Andy dei Bluvertigo.

Il festival proseguirà in teatro nella serata di venerdì con gli artisti: Mr. Puma, Ivan Talarico, Awa Ly, Giancane, e di sabato con gli artisti: Alberto Bertoli, Giulia Mei, Giacomo Toni & 900 Band, Bocephus King.

Zalando punta sulla Cyber Week per spingere le vendite on line e attrarre nuovi clienti

Zalando, il sito e-commerce di prodotti fashion e lifestyle, ha attivato la sua quinta Cyber Week che durerà fino al Black Friday del 29 Novembre.

È basandosi sul proprio modello di piattaforma che Zalando collega direttamente gli oltre suoi 29 milioni di clienti a un’ampia selezione di brand offrendo sconti fino al 70% sulle proposte di stagione, inclusi i prodotti di bellezza.

Con cadenza giornaliera, durante la Cyber Week, Zalando mostra le vendite flash in varie categorie, fino ad arrivare a più di 200.000 prodotti scontati sull’intero assortimento nella giornata del Black Friday. Anche il servizio di personal styling Zalon e lo Shopping Club Zalando Lounge partecipano strategicamente alla Cyber Week con offerte e campagne ad hoc

Continua su:
https://www.technoretail.it/news/item/2887-zalando-punta-sulla-cyber-week-per-spingere-le-vendite-on-line-e-attrarre-nuovi-clienti.html

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota