Cerca nel blog

giovedì 23 novembre 2017

Promozione #Cyberweek di ESET: su Google Play le migliori soluzioni per la sicurezza informatica ad un prezzo davvero vantaggioso





Partirà domani su Google Play la promozione #Cyberweek di ESET, grazie alla quale sarà possibile acquistare i prodotti ESET Mobile Security ed ESET Parental Control al 50% di sconto. La promozione è valida sugli acquisti effettuati dal 24 novembre al 1 dicembre 2017.
 
Inoltre, in occasione del Cyber Monday di lunedì 27 novembre, ESET Multi-Device Security sarà disponibile con il 20% di sconto sugli acquisti effettuati online: un'unica licenza ad un prezzo davvero conveniente, per proteggere fino a tre dispositivi e navigare online in tutta tranquillità.
ESET Mobile Security per Android
ESET Mobile Security è l'antivirus per Android progettato per rispondere a tutte le esigenze di sicurezza su mobile, senza rallentare i dispositivi e occupando poco spazio nella memoria di sistema.
Una soluzione di protezione completa in grado di proteggere smartphone e tablet dalle minacce emergenti e dalle pagine phishing, filtrare chiamate e messaggi indesiderati e controllare il dispositivo da remoto in caso di smarrimento o furto.
Grazie alla promozione #Cyberweek è possibile acquistare ESET Mobile Security con il 50% di sconto sul prezzo di listino.
ESET Parental Control per Android
Il mondo digitale è una meravigliosa fonte di informazione e divertimento per i minori.
ESET Parental Control per Android aiuta i genitori a guidare i propri figli mentre navigano online, mettendo a disposizione strumenti di gestione delle applicazioni mobile e dei siti web e  suggerendo ciò che è adatto e ciò che invece non è appropriato per i minori. Consente inoltre di localizzare in qualsiasi momento il dispositivo che il minore utilizza e di inviare messaggi che appariranno direttamente sul suo schermo.
Grazie alla promozione #Cyberweek è possibile acquistare ESET Parental Control con uno sconto del 50% sul prezzo di listino.
Per ulteriori informazioni su ESET visitare il sito www.eset.it



FABRIZIO BORGHESE “MALEDETTO AMORE” è una finestra sonora sulle dinamiche di un sentimento straziato e straziante


Il secondo singolo estrapolato dall'album di prossima uscita "Do di matto", attraverso un sound psichedelico anni '70, racconta le varie sfumature di un amore profondo ma insano.


Come dice il titolo stesso la canzone narra di un amore tormentato, tinto di un carattere distruttivo che sfiora il patologico. La donna descritta nel brano è artefice degli umori, dei pensieri, delle azioni del suo uomo, un uomo in balia dei suoi sensi. La lei della canzone assume una duplice chiave di lettura: quella di salvatrice, che detiene la chiave della ragione, ma anche quella che manifesta la propria indipendenza ed egotismo riducendo il proprio lui a schiavo dell'amore. Persino il badare a se stesso dell'uomo diviene oggetto di scherno da parte della donna, come se la su a stessa anima non fosse degna di una qualsiasi attenzione da parte di alcuno. In un gioco di colpe e meriti si perde la verità su chi abbia torto o ragione, trama ricamata dall'astuzia femminile che confonde i ruoli, il bene e il male.





Guarda qui il videoclip



Il brano è certamente ispirato alle sonorità rock degli anni 70, alla psichedelia. Non mancano riferimenti a band quali Led Zeppelin, Deep Purple e alle suite rock anni 70 italiane di gruppi quali BMS, PFM. L'ispirazione del pezzo viene, come molte canzoni tormentate dell'animo rock, dopo la fine di una struggente storia d'amore, intrisa di passione, dolore, sensualità e persino malattia, malattia dell'animo e della mente.


Radio date singolo: 1 settembre 2017

Pubblicazione album: settembre 2017


BIO


Il percorso di Fabrizio Borghese ha origini lontane, quando, ad appena 8 anni, su un barcone ormeggiato all'isola di Vulcano, comincia a cantare con impostazione da tenore. L'adolescenza lo portò poi verso il rock psichedelico degli anni 70, cominciando a seguire i Pink Floyd, Led Zeppelin, tutto lo scenario del progressive inglese, e non disdegnando jazz, world music e blues.

Pubblica la raccolta di poesie, per la casa editrice "Europa edizioni" del gruppo "Albatros", intitolata "DI' NOTTE". Attualmente si sta dedicato alla produzione di un album di brani rock.


Curriculum artistico


2003 A 19 anni, partecipa a Sanremo Rock con il brano "Il tempo che corre"

2004 Crea il gruppo rock "I TIRESIA".

2010 Partecipa al "Festival di Castrocaro" con una cover di Zucchero (Miserere) arrivando in semifinale.

Partecipa come corista all'opera "La Traviata" tenutasi nel Museo Diocesano in Napoli.

E' tenore solista nella Messa di Mascagni con il coro della maestra Pia Ferrara, eseguita nel Duomo di Napoli nel Natale 2008.

Finalista al concorso lirico internazionale "Valerio Gentile" a Bari anno 2009.

Vincitore di borsa di studio nella XV edizione anno 2009 del concorso lirico internazionale "Ritorna Vincitor" (sezione canzone napoletana) e finalista nella sezione lirica.

Premiato come rivelazione dell'anno 2009 dall'associazione culturale "I COLORI DI NAPOLI" nell'ambito del Gran Galà svoltosi il 16 novembre 2009 al teatro Sannazzaro in Napoli col patrocinio della Regione Campania, Provincia di Napoli, Comune di Napoli e Unicef.

Tenore solista al per il capodanno tenutosi a Villa Vannucchi in San Giorgio a Cremano nel gennaio 2010, 2011, 2012, 2014 con il patrocinio del comune di San Giorgio a Cremano.

Vincitore del "Premio speciale giovani talenti" durante il primo concorso lirico internazionale "Augusto Zabaroni" di Mercato San Severino.

2011 Finalista al concorso lirico Augusto Zabaioni.

2012 Finalista al concorso lirico Francesco Albanese.

2014 Partecipa ad AREA SANREMO.

Il 28 maggio 2014, in seguito alla candidatura sul web, tra circa mille partecipanti, viene convocato a Verona con altri 9 tenori, per la selezione finale per la partecipazione alla trasmissione Rai "UNA VOCE PER L'ARENA".

Partecipa alle selezioni di Italia's got talent, di x Factor, Videofestival live, Tour music fest, arrivando solo alle semifinali.

Nel 2017 produce il nuovo singolo "Identita" edito dalla ADVICE MUSIC.

. A settembe 2017 è prevista l'uscita dell'album dal titolo "Do di matto" edito dalla ADVICE MUSIC.


Contatti e social


Facebook www.facebook.com/fabrizioborgheseofficial/
    Profilo Facebook www.facebook.com/fabrizio.borghese?fref=ts

Instagram www.instagram.com/p/BU3_WcdB0TC/

Twitter mobile.twitter.com/FabriBorghese

Sito etichetta www.advicemusic.com



Comunicato stampa 


Via Giovanni Genocchi 15 - Roma
Roma, 20/11/17
Prot. N.87/17
View this email in your browser
sabato 25 novembre
ore 16.30
Il Teatro delle Marionette degli Accettella presenta:
 

STORIE IN SOFFITTA

Compagnia: Teatro delle Marionette degli Accettella
Ideazione,drammaturgia e regia: Alessandro Accettella e Roberto Piumini
Regia: Danilo Conti
Con: Alessandro Accettella e Stefania Umana
Luci:Roberto De Leon
Tecnica: Teatro d'oggetti e teatro d'attore
Età consigliata: 3-6 anni
Animazione-spettacolo su storie scelte dal libro 'C'era una volta, ascolta', un pot-pourri di filastrocche e raccontini scritti con la consueta delicatezza di Piumini, scrittore straordinario di opere per l'infanzia. Storie di oggetti, oggetti comuni che usiamo e vediamo tutti i giorni, a volte dimenticati, ma sempre pronti ad essere usati; oggetti che, se presi in mano ed ascoltati, hanno il potere di raccontarci le loro formidabili e avventurose storie.
Due bambini decidono di andare di andare in soffitta ad aprire un baule dove il nonno custodisce un diario su cui ha scritto le storie da raccontare ai suoi nipotini; la vista però di oggetti vari e sparsi, scatena la fantasia dei due bambini che cominciano a raccontarsi delle nuove storie.

C'era una volta un ombrellino triste che restava sempre chiuso perché nel Paese dove viveva non pioveva mai … C'era una volta una forchetta lucida lucida, con i denti d'argento, le altre posate l'ammiravano, alcune la volevano in sposa, ma lei aspettava di incontrare il vero amore … C'era una volta una palla, che per sbaglio una principessa maldestra lasciò cadere in uno stagno dove viveva un ranocchio … C'era una volta un gomitolo di lana magico che un giorno indicò ad una bambina la strada per tornare a casa da lungo un viaggio …
Ma adesso è ora di andare … si sentono i passi del nonno che sta salendo.
Uno spettacolo su un tema classico del teatro ragazzi: il gioco, che nasce dalla semplicità dell'oggetto animato, e le relazioni tra i bambini che lo conducono.
domenica 26 novembre
ore 10.30
Il Teatro delle Marionette degli Accettella presenta:
 

MARTINO E LA BALENA

Compagnia: Teatro delle Marionette degli Accettella
Di: Icaro Accettella
Messa in scena con: Stefania Umana
Oggetti e scene di: Valentina Bazzucchi
Luci di scena: Roberto De Leon
Martino è un bimbo come tanti, vive in un piccolo paese affacciato sul mare, baciato dal sole e pieno di colori. La sua più grande passione è fare il pescatore. Tutte le notti esce in mare con la sua barchetta e si addormenta coccolato dalle onde. Ma un giorno accade qualcosa di diverso: sente un suono, un lamento… E' una balena che con il suo cucciolo si è arenata sulla spiaggia e chiede aiuto… non può più nuotare, il mare è troppo inquinato e non riesce più a respirare!
Sarà Martino insieme agli spettatori a cercare una soluzione per salvare la balena e non solo, bisognerà salvare anche il mare che l'uomo ha fatto pian piano ammalare…
Una storia dolcissima e di grande sensibilizzazione verso la natura, raccontata in rima, che parla di coraggio, rispetto e collaborazione.
Il pubblico assiste allo spettacolo all'interno dello spazio scenico, circondati dal calore delle luci e della musica e, attraverso l'utilizzo di scenografie, oggetti, odori, saranno coinvolti nell'interpretazione della storia dall'attrice, diventando parte integrante dello spettacolo.
PREZZO  BIGLIETTO
pomeridiane: adulti € 10,00 ;
bambini € 8,00
mattine : € 7,00
serali : € 10,00

Per informazioni e prenotazioni
Tel. 06.51.39.405
www.accettellateatro.it
teatromongiovino@tiscali.it
Copyright © 2017 Teatro Mongiovino, All rights reserved.
Riceve questa e-mail perchè inscritto alla nostra newsletter

Our mailing address is:
Teatro Mongiovino
via Giovanni Genocchi 15
Roma, rm 00100
Italy

Add us to your address book


Want to change how you receive these emails?
You can update your preferences or unsubscribe from this list

Email Marketing Powered by MailChimp

mercoledì 22 novembre 2017

MARCO RÒ “A UN PASSO DA QUI” è il disco del cantautore romano che abbraccia le macro e micro tematiche sociali riguardanti l’attualità e la vita in generale


L'album, uscito il 20 settembre, è legato ad un progetto di sensibilizzazione realizzato in collaborazione con la giornalista di Rainews24 Laura Tangherlini.


"A un passo da qui" è il titolo del nuovo disco dove Marco Rò ripercorre le tappe del suo viaggio musicale, dall'Italia alla Gran Bretagna, dalla Russia fino in Siria. Le sonorità pop-rock si mescolano al gusto per la canzone d'autore, attingendo al blues e spaziando nelle contaminazioni. Il titolo dell'album prende spunto dal nome del progetto di sensibilizzazione che Marco porta avanti da qualche anno assieme a Laura Tangherlini, giornalista e conduttrice di Rainews24, sul dramma dei profughi siriani, e si evolve in una riflessione globale sui diversi aspetti della vita di ognuno.




Guarda qui il videoclip di "Dune"


Il disco, che contiene tra l'altro "Dune" scritta con la Tangherlini (presente anche con un cameo vocale) e colonna sonora del documentario Matrimonio Siriano (Infinito Ed. - 2017), vanta la partecipazione straordinaria di Marco Conidi nel brano "Immagini a righe", che tratta il delicato tema delle carceri italiane. All'interno anche una versione acustica dal vivo di "C'era una volta" (Asso Diemme – 2014), realizzata negli studi di Radio Moscow Capital Fm, la prima radio moscovita in lingua inglese, e la canzone Mosca Mon Amour (Asso Diemme – 2014) realizzata assieme alla vocalist russa Kira Franka e presentata a Mosca a chiusura di una lunga serie di concerti nella capitale della Federazione Russa. Il brano "A un passo da qui" è presente anche nella versione in inglese dal titolo "One Step" registrata presso gli studi dell'Abbey Road Institute di Londra.

Prodotto da Stefano Bacchiocchi, pre-produzione di Lorenzo Sebastianelli e arrangiamenti di Fabrizio Palma, si alternano in studio le collaborazioni di Lino Esposito, Yuki Rufo e Davide Massari (chitarre), Lino De Rosa (basso), Nicola Polidori (batteria), Aidan Zammit (tastiere), Rossella Zampiron (violoncello), Rossella Ruini e Claudia Arvati (cori).


TRACK BY TRACK


1. La Lista

A un passo dai nostri progetti, c'è la vita che succede o che facciamo succedere. Un invito a pensare a vivere, smettendo di vivere per pensare. Citando John Lennon: la vita è quello che ti accade mentre sei impegnato a fare altri programmi.

2. Immagini A Righe

A un passo dalla libertà, c'è chi è prigioniero delle proprie convinzioni. Spesso le "sbarre"sono quelle che mettiamo noi, del pregiudizio, dell'intolleranza. Una riflessione su tutto un mondo che esiste, non visto, quasi dimenticato. Special guest: Marco Conidi.

3. Tutto Quello Che Non Sai

A un passo da ciò che non conosciamo, ci sono certezze che non possiamo immaginare. Come si misura la forza di un amore sbagliato? E cosa succede se ciò che più ci fa star male è ciò che più desideriamo?

4. Ale

A un passo dalla notte più scura, c'è sempre l'alba di un nuovo giorno. E' la storia di una piccola stella che non smetterà mai di brillare. Ritrovare la forza nella malattia, nonostante il destino ne abbia già scritto il finale.

5. La Scala Mobile

A un passo dalla meta, c'è un viaggio intero da assaporare lentamente. Un treno a duecento all'ora che non ti lascia il tempo di pensare, una tempesta di emozioni, paure, desideri, delusioni e ritrovate certezze da toglierti il fiato.

6. Dune

A un passo da me, vorrei ci fossi tu. Per sempre. Una ballad dal sapore mediorientale, scritta e cantata assieme a Laura Tangherlini, che fa da colonna sonora al documentario "Matrimonio Siriano" (Infinito Ed.). Una canzone d'amore che Marco e Laura hanno portato nella loro visita ai campi profughi di Libano e Turchia al confine siriano.

7. A Un Passo Da Qui

"A Un Passo Da Qui" è un progetto di sensibilizzazione itinerante dedicato ai profughi siriani, nato dalla collaborazione con Laura Tangherlini (Rainews24) da due anni in giro per l'Italia. Il brano prende spunto dalla testimonianza della piccola profuga Reema, raccolta nel libro "Libano nel baratro della crisi siriana" (L. Tangherlini – M. Bressan / Ed. Poiesis).

8. Sul Paradosso

A un passo dall'equilibrio, c'è l'emozione più grande. Un blues dalle atmosfere "vintage" che racconta le contraddizioni, le altalene emotive, il dolce-amaro sapore dell'arte. Una benedizione per alcuni, una maledizione per altri. Ma per tutti un fuoco difficile da spegnere, impossibile da ignorare.

9. In Blu

A un passo dal mare dei ricordi, c'è il porto sicuro dei miei sogni. Un brano scritto sulla banchina del porto di Riposto, un piccolo paese siciliano. Al mare si affidano spesso i pensieri più profondi, si confidano le speranze più nascoste, riportando alla luce memorie indimenticate. E "ora che mi hai scoperto, posso solo rinnegare questo cuore a cielo aperto".

10. Mosca Mon Amour

A un passo dalla nostra felicità, ci siamo solo noi, ovunque. Spesso il miraggio di un posto migliore dove vivere è solo una questione di prospettiva. Una ironica rassegna delle canzoni italiane più famose nel mondo, in duetto con la cantante russa Kira Franka.

11. C'era Una Volta

Versione live acustica del singolo uscito nel 2013 ed edito da Asso Diemme, realizzata negli studi di Capital FM, la prima radio moscovita in lingua inglese. Daniel Repko ospita Marco Rò accompagnato da Yuki Rufo alla chitarra, nel brano che racconta l'Italia e "la crisi" in modo ironico e scanzonato.

12. One Step

Versione in inglese di "A un passo da qui" registrata negli studi dell'Abbey Road Institute di Londra.


Etichetta: Romabbella Records

Pubblicazione: 20 settembre 2017


BIO


MARCO RÒ è un cantautore romano, nato come batterista jazz, innamorato del soul e del blues. Dapprima leader della rock band Clyde ("Senza Controllo" - 2004 Videoradio), intraprende la carriera solista, cantando sogni e realtà con l'ironia e il disincanto di un uomo analogico nell'era digitale. Tanto live in giro per l'Italia e collaborazioni come compositore, cantante e corista in produzioni Rai e Mediaset. Dal suo primo Ep ("Un Mondo digitale" - 2011 Novo Sonum/EDEL), sono estratti i singoli "Un mondo digitale", "Stato d'influenza" e "Trasparente" in rotazione radiofonica e televisiva. In particolare il brano "Un mondo digitale" è stato scelto come colonna sonora ufficiale del Global Junior Challenge 2012, evento organizzato dalla Fondazione Mondo Digitale sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana e con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri. A chiusura di una tournée di 15 date durata un anno e mezzo nella federazione Russia, gira il video del singolo "Mosca mon amour" (2014 – AssoDiemme), presentato a Mosca assieme alla cantante Kira Franka e promosso dall'agenzia di stampa Russia News e da Capital FM 105.3, la prima radio moscovita in lingua inglese. È stato più volte ospite presso il Teatro della Casa Circondariale di Rebibbia in Roma, anche nell'ambito dell'iniziativa sociale Telethon, ed il brano "Immagini a righe", contenuto nel suo nuovo disco e che tratta il delicato tema della situazione delle carceri in Italia, vanta l'importante partecipazione del cantautore Marco Conidi. Da due anni collabora con la giornalista Laura Tangherlini (Rainews24) al progetto di sensibilizzazione itinerante "A un passo da qui" dedicato ai rifugiati e ai profughi dalla guerra in Siria che ha raccolto l'interesse di varie associazioni, tra le quali Fonopoli. Il videoclip del brano omonimo che dà anche il nome al suo nuovo disco, è fra i 4 vincitori del Roma Videoclip 2016, avendo conseguito il Premio FSNews Radio, con motivazione: "Originalità del progetto che unisce nuove sonorità a nuovi stili". La versione in inglese del brano, dal titolo "One step" è stata registrata presso gli studi dell'Abbey Road Institute di Londra.



Contatti e social

Sito: www.marcoro.it

Facebook: www.facebook.com/officialmarcoro

Facebook FanPage: www.facebook.com/marcorofan

Twitter: twitter.com/officialmarcoro

Youtube Channel: www.youtube.com/MarcoRoChannel


Festa dell’Albero 2017 a Cori e Giulianello. Cresce la partecipazione della società civile

Festa dell'Albero 2017 a Cori e Giulianello. Cresce la partecipazione della società civile


In questa edizione privati cittadini e associazioni hanno donato alla comunità nove alberi, a dimostrazione che l'appuntamento annuale con l'Ambiente è sempre più sentito dalla cittadinanza.

Centinaia di studenti hanno animato anche questa edizione della Festa dell'Albero. L'appuntamento annuale di Legambiente, curato sul territorio dal Comune di Cori e dall'I.C. 'Cesare Chiominto', con la partecipazione del Circolo 'Cora Viridis', del Gruppo Montana 1 ONLUS e dell'Associazione 'Chi dice donna', è sempre più sentito dalla cittadinanza, registrando ogni anno un maggiore coinvolgimento di privati e associazioni che donano alberi alla comunità.

Quest'anno ne sono stati offerti nove: tre cipressi e un abete dalla Gioielleria Brusaporci; due melograni e un ulivo dagli Sbandieratori 'Leone Rampante'; un mandarino e una giuggiola, da un genitore e da una insegnante della scuola dell'infanzia 'Gianni Rodari' di Giulianello. Quattro sono stati piantati al capolinea degli autobus di Cori monte e tre nelle scuole 'Salvatore Marchetti' e 'Gianni Rodari'. Gli altri due saranno destinati in altre zone del paese nei prossimi giorni.

Protagonisti della giornata gli alunni. I cinquenni dell'infanzia 'Salvatore Merchetti' di Cori e 'Gianni Rodari' di Giulianello; le terze della primaria 'Virgilio Laurienti' di Cori e le quarte della pari grado 'Don Silvestro Radicchi' di Giulianello; le matricole delle secondarie di primo grado 'Ambrogio Massari' di Cori e 'Salvatore Marchetti' di Giulianello. Hanno letto, recitato, cantato ed illustrato i loro lavori a tema, frutto del percorso di educazione ambientale realizzato in classe.

Erano presenti genitori, docenti, cittadini. Per l'Amministrazione comunale di Cori, il Sindaco Mauro De Lillis e l'Assessore all'Ambiente Luca Zampi. Cristina Brusaporci e il Presidente del 'Leone Rampante' Luigi Rossini. Per l'Istituto Comprensivo, il Dirigente scolastico Enzo Mercuri e la vicaria Fiorella Marchetti. Il Presidente di 'Cora Viridis' Enrico Bernardini, il vice Presidente del Gruppo Montagna 1 ONLUS Filippo Campagna e una rappresentanza di 'Chi dice donna'.

--


Marco Castaldi
Ufficio Stampa & OLMR

M. +39 328 020 7278
ufficiostampamarcocastaldi@gmail.com

castaldimarco@gmail.com

Sito web | Blog 

Twitter |Google Plus |LinkedIn

 

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota