Cerca nel blog

venerdì 27 novembre 2020

Lokky premiata nella categoria "Innovazione prodotti danni" al Future Bancassurance Awards

Lokky, startup e primo broker assicurativo digitale italiano focalizzato su micro-imprese, professionisti e freelance si è aggiudicata il Premio nella categoria "Innovazione Prodotti Danni" per "l'idoneità della soluzione digitale del prodotto multirischi danni per la Bancassicurazione" alla sesta edizione del Future Bancassurance Awards.

L'evento, organizzato da EMF Group, celebra le eccellenze nel mercato della Bancassicurazione e delle Banche territoriali e rappresenta annualmente un momento di incontro per il sistema finanziario che evidenzia sempre di più la stretta sinergia tra i servizi bancari e quelli assicurativi.

La Giuria, composta anche quest'anno dal prof. Giovanni Manghetti, dott. Francesco Frasca e dal prof. Piergiorgio Giuliani, ha validato i premi individuati sulla base della attività di business intelligence condotta da EMFgroup, che ha individuato 28 Riconoscimenti nell'ambito di: Growth Sostenibility, Customer Engagement e Innovation.

"Questo premio rappresenta un'ulteriore conferma della nostra strategia di crescita; siamo fieri di essere riconosciuti come innovatori nel mondo digitale per questo settore e i traguardi raggiunti sino ad ora ci dimostrano, ancora una volta, che stiamo andando nella giusta direzione. Il nostro approccio – basato su smart analytics e big data – consente di individuare i bisogni assicurativi specifici del cliente e quindi poter disegnare soluzioni e proposte personalizzate: tutto online e in pochi click; e il nostro obiettivo è quello di continuare a innovare per poter supportare sempre più professionisti e imprese, con un'ottica multicanale che include anche la bancassicurazione ed il ruolo chiave che viene riconosciuto ai gestori corporate dai clienti stessi" dichiara Paolo Tanfoglio, CEO di Lokky.

Lokky – operativa dal 2019 e fondata da Paolo Tanfoglio e Sauro Mostarda - è il primo broker assicurativo digitale rivolto a micro imprese, professionisti e freelance. L'esperienza offerta ai professionisti e alle aziende è fully digital e real time: dalla comprensione dei bisogni assicurativi, alla personalizzazione del prodotto, passando per il pagamento sino ad arrivare all'emissione e alla sottoscrizione della polizza. Grazie a tecnologie innovative nell'ambito degli Smart Analytics e Data Enrichment, con l'algoritmo proprietario – sviluppato dai data scientists interni all'azienda e già testato su più di 45.000 clienti reali – Lokky offre al cliente solo le coperture più adatte alle sue necessità, attraverso una totale personalizzazione dei prodotti disponibili, eliminando coperture superflue ed i relativi costi.

Attualmente la società copre le esigenze assicurative di più di 200 tipologie di clienti con soluzioni che vanno dall'Infortunio, a Danni al fabbricato, Responsabilità Civile, Malattia, RC Collaboratori, Danni al contenuto, Furto, Responsabilità amministratori, RC Professionale, Tutela legale, Altri danni ai beni, fino al Cyber Risk. Inoltre, grazie anche alla presenza sulla piattaforma di open banking di Fabrick, Lokky è nativamente pronta per essere integrata da partner esterni, sia digitali che fisici: istituti finanziari, fintech e corporate potranno incorporarne l'offerta nella propria, con grande facilità di integrazione.

Di recente si è aggiudicata il premio come Miglior Prodotto Digitale per il mercato Corporate alla prima edizione dell'Italian Insurtech Summit, organizzato dall'Italian Insurtech Association. Lokky, è stata inoltre selezionata come partner per il nuovo Vittoria hub, spazio fisico di incubazione per l'InsurTech e l'open innovation, inaugurato da Vittoria Assicurazioni. I riconoscimenti per il suo carattere altamente innovativo sono arrivati anche da istituzioni europee, è stata inclusa infatti nella prestigiosa DIA TOP 100 Insurtech del 2019 e selezionata al Finovate 2020.

Unica in tutto, la cassa di Pax che è anche POS

Con l’entrata in vigore del Decreto Fiscale 2019, l’invio telematico dei corrispettivi diventa un obbligo per tutti gli esercenti entro il 31 Dicembre 2020.

 

PAX, leader nelle soluzioni di pagamento elettronico, offre la miglior risposta alle esigenze del mercato creando un unico strumento in grado di convergere sistema di pagamento e registratore telematico. ll registratore telematico (RT) consiste, in breve, in un registratore di cassa con capacità di connettersi a internet ovvero in grado di trasmettere i corrispettivi telematici all’Agenzia delle entrate.

 

Ad oggi gli esercenti si trovano spesso a dover gestire diversi dispositivi tra cui POS, PC e cassa con stampante telematica che ingombrano il tavolo di lavoro. PAX semplifica la vita degli esercenti proponendo due soluzioni cassa che rappresentano la convergenza perfetta tra cassa e sistemi di pagamento.

 

Questi strumenti SMART, basati su sistema operativo Android, non solo aiutano l’esercente nella gestione della attività di tutti i giorni offrendogli servizi a valore aggiunto ma facilitano l’adempimento agli obblighi fiscali offrendo un’esperienza di acquisto fluida e innovativa.

 

Due soluzioni all-in-one, PAX E700 e E800, pensate per

 

Segue su:

https://www.technoretail.it/altro/adv-news/item/3892-unica-in-tutto-la-cassa-di-pax-che-e-anche-pos.html

 


Mail priva di virus. www.avast.com

giovedì 26 novembre 2020

IoMOBILITY Awards 2020: ecco i vincitori

Si è chiusa con un grande successo la seconda edizione degli IoMOBILITY AWARDS, ideati e organizzati da #Innovability per promuovere la cultura dell’innovazione e dell’imprenditorialità nell’ecosistema della smart mobility in Italia.


L’obiettivo è quello di innescare e sostenere un processo virtuoso di condivisione delle esperienze migliori tra imprese, fornitori, startup, centri di ricerca e istituzioni, ovvero tutti gli attori che sono in grado di conferire valore aggiunto alle aziende utenti, sviluppare nuovi prodotti e servizi per i clienti e migliorare la qualità di quelli esistenti. In questo difficile momento per la mobilità, gli Awards hanno voluto offrire al sistema paese un contributo progettuale per una innovazione compatibile con risorse e vincoli sanitari o organizzativi.


Il 24 novembre sono stati premiati on-line i vincitori delle 8 categorie degli Awards: URBAN MOBILITY - DRIVING SAFETY - BUSINESS MOBILITY - SMART ROAD & LOGISTICS - TRAFFIC & PARKING - OPEN INNOVATION - INTEGRAZIONE MODALE e MOBILITY ANALYTICS e assegnati due importanti premi speciali offerti da GEOsmartcampus  e Kantar.


L’edizione 2021 è stata realizzata in collaborazione con Innovabilify, il primo business accelerator specializzato in emerging digital technologies che ha collaborato per il recruiting dei candidati, il coordinamento della giuria e l’animazione della premiazione.


La gestione della mobilità è uno degli aspetti critici della pandemia e abbiamo visto numerose candidature che hanno proposto soluzioni mirate e rapidamente utilizzabili. Sperando che questa iniziativa possa contribuire sia alla gestione dell’emergenza che allo sviluppo della mobilità futura, invito le aziende a non perdere una reale opportunità di visibilità e sviluppo e a candidarsi alla prossima edizione che presenteremo in primavera 2021.” - ha dichiarato Francesca Foglio, coordinatrice degli IoMOBILITY AWARDS e CMO Innovabilify.


Oltre 60 candidature, tra cui 23 startup, 22 finalisti e 10 premiati. Questi sono i numeri che confermano il successo dell’evento, della seconda edizione. La qualità delle candidature giunte è stata poi apprezzata dalla importante giuria composta da professionisti e manager delle principali realtà italiane ed internazionali protagoniste della nuova mobilità connessa, smart e green.



Qui sotto potete trovare i vincitori suddivisi per categoria:


Categoria URBAN MOBILITY

KINOA | KIMAP Tecnologia per la mobilità dei disabili

Categoria DRIVING SAFETY

CLIOTECH | Livecar

 

Categoria BUSINESS MOBILITY

BUSRAPIDO | Zeelo

 

Categoria SMART ROAD & LOGISTICS

SOGETEL | Kailog

 

Categoria TRAFFIC & PARKING

E-GAP | E-GAP

 

Categoria OPEN INNOVATION

SIWIGO | Smart Eco Transport

 

Categoria INTEGRAZIONE MODALE

AEROPORTO DI BOLOGNA | Muoviamoci

 

Categoria MOBILITY ANALYTICS

A.I. TECH | Ai traffic: analisi video per le smart city


Il partner Kantar, come Premio Speciale, ha messo a disposizione del vincitore il report Mobility Future 2021 della città di Milano e ha scelto PluService per i contenuti valoriali del loro progetto che promuove presso la popolazione una nuova cultura del TPL, con l’obiettivo di creare tra i viaggiatori e operatori della mobilità una vera community del trasporto sostenibile.


Il partner GEOsmartcampus ha assegnato un Premio Speciale ad Air con il progetto MyGov offrendogli l’acceso free al loro programma di accelerazione.


La Premiazione è stata preceduta dalla tavola rotonda sul tema fortemente di attualità “La nuova mobilità nell’era post-covid. Una opportunità per creare un sistema di mobilità human-centric e resiliente.


Per conoscere tutte le aziende finaliste, i progetti presentati e i membri della giuria si può consultare direttamente il sito degli Awards: www.iomobilityawards.com.


Infine, ringraziamo tutti i partner dell’iniziativa per aver promosso questi Awards alla community della smart mobility in Italia ed aver contribuito al successo dell’iniziativa: 3nta4nta, EIT Digital, FASI.biz, Geosmartcampus, Innovation World Cup, Kantar, MyParking, Parcheggi.it, Social and Tech, The Hive, e UNRAE.


La prossima edizione sarà lanciata a Giugno 2021 e la premiazione avverrà a Roma, in modalità “hybrid” a Novembre. Importanti novità in preparazione e nuove categorie aggiunte: Stay tuned!


#iomobility #iomobilityawards #futuremobility #smartmobility #maas #openinnovation



Informazioni su INNOVABILITY


Innovability dal 2000 è il punto di riferimento italiano della filiera di operatori nel settore delle tecnologie digitali “disruptive” - in particolare Internet of Things, 5G, AI / Robotics, Blockchain e Wearable - e organizzatore di manifestazioni fieristiche, eventi, convegni e seminari formativi che offrono occasioni di dibattito, confronto, scambio commerciale e networking tra aziende, istituzioni e mercati. Nel 2002 Innovability ha creato M2M Forum il primo evento a livello internazionale sulle tecnologie Machine-2-Machine (antesignane dell’IoT) che viene ancora organizzato annualmente.


Informazioni su INNOVABILIFY


Innovabilify è una startup innovativa che offre servizi di business & sales acceleration alle aziende che hanno servizi o prodotti basati su emerging technologies come IoT, AI, Blockchain, 5G, AR/VR e Robotics. Per facilitare e rendere più rapido ed efficace lo scouting e il matching, Innovabilify utilizza una propria applicazione di Artificial Intelligence che applica sui partecipanti di eventi e sui social media.


SOCIAL MEDIA


hashtag  #iomobilityawards


Pagina Facebook: https://www.facebook.com/innovability.it


Account Twitter: @iomobility


Pagina LinkedIn: https://www.linkedin.com/showcase/iomobility-awards/



PER INFORMAZIONI


www.iomobilityawards.com - www.innovability.it


E-mail: Segreteria@innovability.it


Tel.: +39 02 8715 6782

In Thailandia, Ceva Logistics si aggiudica un contratto quinquennale con Pernod Ricard

Ceva Logistics si è aggiudicata un considerevole contratto quinquennale con Pernod Ricard per la fornitura al produttore di bevande un supporto di stoccaggio e distribuzione nel Sud Est Asiatico.

 

Pernod Ricard è tra i principali produttori di bevande alcoliche a livello mondiale e, nell’ambito del contratto di collaborazione, le attività assicurate da Ceva Logistics, in Thailandia, includeranno, oltre al brokeraggio doganale e al trasporto di importazione, una combinazione gestionale tra il magazzino duty-paid e il deposito doganale, il trasporto nazionale, oltre a un’ampia serie di servizi a valore aggiunto, tra i quali il timbro fiscale, l’etichetta di avvertimento, la scatola regalo e il reimballaggio.

 

L’importante operazione gestirà un flusso annuale pari a circa 19 milioni di bottiglie di liquori e alcolici attraverso 26 diversi brand di liquori, champagne e vini. Per l’assegnazione del contratto, è stata decisiva l’offerta basata sulla conversione di un sito multiutente di Ceva Logistics già esistente a Bangna-Bangkok, in una struttura di 7.600 metri quadri totalmente dedicata a Pernod Ricard.

 

In particolare, il sito logistico, conforme...

 

Continua su:

https://www.technoretail.it/news2/item/3895-in-thailandia-ceva-logistics-si-aggiudica-un-contratto-quinquennale-con-pernod-ricard.html


Mail priva di virus. www.avast.com

Birre di Natale, arrivano in Italia La Divine e Samichlaus

Per tutti gli italiani amanti della birra è in arrivo un grade sorpresa. Anzi due! Dibevit Import, la società che da 20 anni si dedica all'importazione e distribuzione di birre craft e speciali da tutto il mondo, porta in Italia due nuove referenze da gustare nel periodo delle FesteLa Divine della Brasserie de Silly e la Samichlaus del secolare Birrificio di Eggenberg. Due birre diversissime, ma entrambe figlie di una lunga tradizione birraria tramandata di padre in figlio, che nei decenni (per non dire secoli!) hanno saputo conquistarsi gli apprezzamenti dei bevitori di mezzo mondo, rivelandosi perfette per accompagnare i brindisi di auguri con colleghi, amici e parenti, o per un momento di puro relax e gusto nelle fredde sere invernali.

Triple Ale ad alta fermentazione della Brasserie de Silly, la belga "La Divine" (9,5% alc. vol.) si fa apprezzare da palati esperti e non, oltre che fornire un utile aneddoto da giocarsi ai pranzi di famiglia: la sua storia inizia infatti nel 1900 quando un cliente del birrificio chiese al mastro birraio di riprodurre un'antica ricetta che aveva trovato per caso in una cappella della regione di Liege. E il risultato fu…divino! 

Colore ambrato, schiuma compatta e persistente, La Divine inebria le narici col suo aroma dolce, caratterizzato da piacevoli note di luppolo e legno, che si sprigiona poi nel palato: l'aroma si fa vellutato, il gusto molto fine, leggermente amaro ed affumicato, con una netta percezione alcolica sul finale. Morbida e dalla bevuta facile, il suo carattere deciso, il gusto complesso e il corpo equilibrato e strutturato la rendono perfetta per accompagnare selvaggina, formaggi e carni rosse. 

Sono invece nobili e ben più antiche le origini del Birrificio di Eggenberg, nell'omonimo castello austriaco fondato nel 999 d.C. e guidato dal 1803 dalla famiglia Stohr, che da 8 generazioni custodisce la secolare tradizione birraria di Eggenberg (producono ancora secondo la Reinheitsgebot, il "decreto di purezza" promulgato da Guglielmo IV di Baviera nel 1516). Nata in Svizzera (era prodotta da Huerlimann) ed entrata nel 2000 nella pluripremiata linea di craft di Eggenberg, la doppelbock Samichlaus spicca per essere una delle birre più forti (14% alc. vol.) e rare del pianeta. Il suo nome richiama il Natale e, non a caso, viene prodotta solo una volta l'anno, il 6 dicembre, giorno di San Nicola ("Samichlaus" significa "Santa Claus" in tedesco svizzero), e quindi lasciata maturare per circa 10 mesi. 

Il risultato è una birra intensa e strutturata, dal colore ambrato scuro, schiuma cremosa e persistente, che sprigiona un bouquet complesso, di cereali, con profumo di malto affumicato e note decise di uva e noci. Il malto, dolce, si ripresenta inizialmente anche al palato, per poi svanire in un finale asciutto con retrogusto persistente. Ottima con un dessert al cacao amaro, la Samichlaus è perfetta da gustare anche da sola, meglio se nel dopo-cena, con luci soffuse e atmosfera calda, tranquilla e rilassata. 

E per chi volesse esplorare altri sapori, la "carta delle Feste" di Dibevit propone anche:

Francis' Big Bangin' IPA (7,1% alc. vol.) dell'irlandese McGargles: il malto Maris Otter viene combinato con un trittico di luppoli decisamente caratterizzanti, Mosaic, Columus, Simcoe, aggiunti anche in dry hopping, per una IPA color caramello con schiuma molto compatta, aroma di frutta tropicale e gusto equilibrato, con iniziale dolce sapore di agrumi e nota decisa e persistente di amaro nel finale. Ottima da abbinare a piatti speziati, braciola di maiale e cucina messicana.

I Hop(e) is Noel (9% alc. vol.), la birra di Natale del birrificio brianzolo Hibu, è una Belgian Dark Ale, fruttata con una leggera speziatura, che và d'accordo con formaggi stagionati e arrosti di cacciagione, così come con dolci a base di frutta secca, per accompagnarci dall'inizio alla fine dei pranzi e delle cene delle Feste. O anche per l'ultimo sorso della serata.

domenica 22 novembre 2020

Vending: annunciata da Rhea Vendors Group l'apertura di una nuova filiale in Cina

Rhea Vendors Group, player operante a livello globale come produttore di distributori automatici di caffè e le cui solutions sono presenti in 90 Paesi, ha ufficializzato l’apertura della sua prima filiale nel continente asiatico che sarà operativa all’inizio del 2021.

 

Rhea Cina, che va ad aggiungersi alle 11 filiali già presenti in Europa e in America Latina, ha sede a Shanghai e permette a Rhea di presidiare direttamente un mercato sia in forte crescita che interessato all’elevato livello di personalizzazione e di modularità delle macchine e dei servizi di distribuzione automatica che caratterizza la range targata Rhea Vendors.

 

L’azienda, con sede a Caronno Pertusella (VA), si è avvicinata al mercato cinese da diversi anni e, di recente, ha scelto di investire ulteriormente in Cina per attivare un contatto più diretto e per operare in tale territorio con lo stesso livello di servizio al quale offerto ai clienti e ai partner di tutto il mondo.

 

In particolare, quella cinese è un’economia che vive un trend in costante crescita e con una classe media emergente che si stima, entro il 2025, passerà dagli attuali 430 milioni a 780 milioni: in tale scenario, si profila un ulteriore aumento del consumo di caffè che, stando a recenti studi, già...

 

Segue su:

https://www.technoretail.it/imprese/item/3881-vending-annunciata-da-rhea-vendors-group-l-apertura-di-una-nuova-filiale-in-cina.html


Mail priva di virus. www.avast.com

Eurostands è technical partner di Fondazione Cortina 2021

Ai Campionati del Mondo di sci alpino 2021 scende in pista Eurostands, realtà simbolo da oltre 70 anni nel settore della progettazione e produzione di allestimenti. Technical partner di Fondazione Cortina 2021, organismo presieduto da Alessandro Benetton e diretto dall'AD Valerio Giacobbi, l'azienda si unisce agli oltre 6.000 addetti ai lavori e volontari mettendo al servizio dello sport la qualità del design made in Italy per allestire le aree destinate al pubblico, ai media e agli atleti. 

Un progetto ambizioso iniziato un anno fa con la realizzazione dell'Official Time Keeper by Longines, posizionato in corso Italia a Cortina d'Ampezzo, e che non si è mai fermato nonostante le restrizioni dovute all'emergenza sanitaria. La Perla delle Dolomiti, infatti, si prepara ad accogliere, dal 7 al 21 febbraio, oltre 600 atleti provenienti da 70 nazioni, 500 milioni di spettatori, numerosi media nazionali e internazionali per una manifestazione di portata mondiale.

"Sono orgoglioso di affiancare il Comitato Organizzatore dei Campionati del Mondo di sci alpino – afferma Maurizio Cozzani, AD di Eurostands – La manifestazione sarà ospitata nel nostro Paese dopo un difficile periodo di lockdown che ha coinvolto da vicino tutti noi. Un orgoglio che voglio condividere con le più alte cariche dello Sport italiano, il Presidente Giovanni Malagò e questo straordinario team di lavoro che Fondazione Cortina 2021 ha messo in campo, presieduto dal Presidente Alessandro Benetton, a testimonianza delle eccellenze del nostro amato Paese. Una straordinaria occasione di visibilità dedicata all'impegno dei nostri atleti e del Presidente della FISI Flavio Roda. Con forza e determinazione, Eurostands supporta l'innovazione, la sostenibilità ambientale, i giovani e le emozioni che questo evento porta con sé."

Un grande lavoro di allestimento, prevalentemente dedicato all'interior fitting, che coinvolgerà l'azienda brianzola dalla progettazione alla realizzazione, fino al montaggio. Spazi innovativi, interamente preparati all'interno della fabbrica di Cambiago, che daranno forma al Centro Media, al National Village, alle aree VIP lounge. La sicurezza resta sempre la parola d'ordine: tutte le aree aperte al pubblico verranno infatti allestite con i prodotti della linea Covistop per garantire distanziamento e tranquillità.

Osservatorio Consumi ShopFully: l'85% degli italiani acquisterà durante il Black Friday 2020

I dati dell’Osservatorio Consumi di ShopFully, tech company italiana operante nel Drive-to-Store, confermano che il Black Friday del 2020 è un momento particolarmente atteso: l’85% del campione interpellato e composto da oltre 12.000 persone ha affermato di attendere tale occasione per i propri acquisti. Una notizia, quindi, che fa sperare in una crescita dei consumi durante quello che, tradizionalmente, rappresenta il primo appuntamento del periodo più intenso dello shopping pre-natalizio.

 

L’interesse dei consumatori italiani si concentra sulle promozioni dedicate alla tecnologia, indicate come priorità del Black Friday addirittura dal 71% dei rispondenti e con due obiettivi ben definiti: strumenti per migliorare la postazione di smart working/didattica a distanza e trovare soluzioni innovative sia per l’intrattenimento che per la gestione della casa. In seconda posizione, si attestano i prodotti fashion, indicati da ben il 42% dei rispondenti e al terzo posto, con il 29% delle preferenze, le offerte legate al comparto dei grandi elettrodomestici.

 

In questi ambiti, la ricerca di promozioni risulta essere in programma, nel il 49,7% dei casi, per acquisti personali: difatti, soltanto una percentuale marginale di consumatori dichiara di voler sfruttare l’occasione per portarsi avanti con i regali di Natale. Per quanto attiene alla soglia di spesa preventivata, la ricerca condotta da ShopFully evidenzia che gli italiani hanno idee chiare in proposito, stimando un tetto massimo pari a 250 euro nel 74% dei casi.

 

Relativamente alla scelta del luogo di acquisto, sarà nel canale digitale che brand e retailer dovranno contendersi l’attenzione dei consumatori: l’86% dichiara che, prima di recarsi in negozio, cercherà on line l’offerta migliore per i prodotti desiderati. In Italia, ShopFully, grazie ai suoi 3 marketplace

 

Continua su:

https://www.technoretail.it/news2/item/3868-osservatorio-consumi-shopfully-l-85-degli-italiani-acquistera-durante-il-black-friday-2020.html


Mail priva di virus. www.avast.com

Rifiuti elettronici, Ecolight sceglie la continuità: Walter Camarda confermato presidente

Walter Camarda confermato alla guida di Ecolight. L'imprenditore varesino, amministratore delegato del gruppo Penta Illuminazione con sede a Meda e stabilimenti a Meda, Ormelle (TV) e Cassano Magnago (VA), è stato indicato dal consiglio di amministrazione eletto nell'assemblea dei giorni scorsi come presidente del consorzio nazionale per la gestione dei RAEE, delle pile e degli accumulatori esausti. «Sono onorato della rinnovata fiducia ricevuta dai consorziati», ha commentato Camarda. «In un momento di grandi cambiamenti, la scelta di Ecolight è stata quella di dare continuità al proprio operato. Molte sono le sfide che riguardano la filiera dei rifiuti elettronici e la realtà di Ecolight: guardiamo già a uno scenario post emergenza sanitaria, investendo sui temi dell'economia circolare, perché è dalla cura che avremo nei confronti dell'ambiente che potremo costruire il nostro futuro. Ed è al futuro che vogliamo guardare nei prossimi tre anni di mandato».
Ingegnere di 67 anni, Camarda è stato tra i primi ad aderire a Ecolight nel 2004 e ha seguito la crescita del consorzio facendo leva su due direttrici: la tutela dell'ambiente e il servizio alle aziende. «I temi ecologici sono oggi al centro di un ampio dibattito internazionale e richiedono l'impegno di ciascuno. Ecolight ha iniziato a operare nel settore dei RAEE quando i rifiuti elettronici erano poco conosciuti. Adesso rappresentano un ambito in costante crescita: anche grazie all'evoluzione costante delle tecnologie e allo sviluppo di nuovi prodotti che diventano sempre più parte della nostra quotidianità, la produzione di RAEE cresce di circa il 5% ogni anno. Una tendenza che richiede il potenziamento della filiera di raccolta e riciclo, ma soprattutto la diffusione di una più attenta sensibilità ambientale».
Costituito all'inizio degli anni Duemila, Ecolight è il punto di riferimento di quasi 1.900 aziende, tra produttori e distributori di apparecchiature elettriche ed elettroniche. Nel 2019 ha raccolto oltre 22 mila tonnellate di RAEE operando su 2.260 punti di raccolta in tutta Italia. Ha gestito un terzo di tutti i piccoli rifiuti elettronici raccolti sul territorio nazionale (tra piccoli elettrodomestici, elettronica di consumo e lampadine a risparmio energetico non più funzionanti, appartenenti ai raggruppamenti R4 ed R5) raggiungendo tassi di recupero superiori al 95%. «Nonostante l'emergenza sanitaria in corso, la raccolta dei RAEE è complessivamente cresciuta di oltre il 5% nei primi nove mesi di quest'anno rispetto al 2019», ha ricordato Camarda. «Il tema ambientale è quindi prioritario e, come indicato anche a livello europeo, è la via d'uscita per una ripresa economica e di sviluppo».

Due sono gli elementi che Camarda mette al centro: «Innanzitutto la responsabilità estesa del produttore, concetto che chiama in causa i produttori di beni nella gestione dei rifiuti derivanti dai loro prodotti. È un modello che sta trovando sempre più applicazione nelle politiche ambientali, a partire dal pacchetto UE per l'economia circolare. La gestione di un rifiuto arriva a comprendere la progettazione stessa di un oggetto, in chiave di recupero e riuso».
Secondo, l'approccio di Ecolight: «Serve una visione di insieme alla gestione dei rifiuti», prosegue Camarda. «Da qui nasce quello che abbiamo chiamato il Sistema Ecolight dove, partendo dall'esperienza maturata dal consorzio, viene dato vita a un insieme di risposte alle esigenze delle aziende: accanto a Ecolight ha preso avvio anche Ecopolietilene, consorzio per la gestione dei beni in polietilene ed Ecolight Servizi, società di servizi dedicata al mondo del rifiuto professionale. La velocità dei cambiamenti richiede una grande attenzione e una pronta risposta, questa è la vera sfida del prossimo futuro».

L'assemblea di Ecolight ha eletto nel consiglio di consiglio di amministrazione del consorzio per il triennio 2020 - 2022: Walter Camarda (presidente), Marco Pagani (vicepresidente), Alberto Costa, Giuseppe Andrea De Matteis, Maria Antonietta Fuso, Luigi Giroletti, Luca Locati, Rossana Pastore, Fabio Pedrazzi, Demetrio Porfiri e Damiano Zanotti.

I sindaci effettivi del Collegio dei revisori dei conti indicati dall'assemblea di Ecolight sono: Antonello Silvestri (presidente), Giorgio Guenzani e Renato Zanichelli.

Ecolight - Costituito nel 2004, è uno dei maggiori sistemi collettivi per la gestione dei RAEE, delle Pile e degli Accumulatori. Il consorzio Ecolight raccoglie quasi 1.900 aziende ed opera in una logica di contenimento dei costi e rispetto per l'ambiente. È stato inoltre il primo sistema collettivo in Italia ad avere le certificazioni di qualità ISO 9001 e ISO 14001. È punto di riferimento per la grande distribuzione (Gdo) e tratta tutte le tipologie di RAEE. 

www.ecolight.it

Riorganizzate da CBRE le linee di business retail

CBRE, player a livello globale nella consulenza immobiliare, ha deciso di riorganizzare le linee di business dedicate a questa asset class per offrire ai propri clienti un servizio ancora più integrato.

 

La decisione di investire nel retail e di ottimizzare il servizio sia verso i retailer che verso gli investitori trae origine dall’intenzione di CBRE di cogliere le sfide del cambiamento in atto nel comparto.

 

A Silvia Gandellini, a capo del team Retail Investment Properties attivato quasi 9 anni fa, è affidato il ruolo di Head of A&T High Street Landlord & Retail Investment Properties, allargando così la sua responsabilità al team di letting High Street che cura gli incarichi per conto di proprietari istituzionali e privati.

 

L’obiettivo è quello di accrescere la sinergia nelle attività High Street, nel cui ambito la componente leasing svolge un ruolo fondamentale nella costruzione di un prodotto d’investimento.

 

Marcello Zanfi, invece, in CBRE da 11 anni e, fino ad oggi, alla guida del team A&T Services High Street, continuerà a essere responsabile della gestione di tutte le attività e i servizi dedicati agli occupiers retail, occupandosi, oltre a ciò, della direzione dell’area...

 

Segue su

https://www.technoretail.it/imprese/item/3880-riorganizzate-da-cbre-le-linee-di-business-retail.html


Mail priva di virus. www.avast.com

Vecchia Romagna celebra i suoi 200 anni e lancia Riserva Anniversario

In occasione dei 200 anni della sua storia, Vecchia Romagna – brandy nato in Italia nel 1820, più venduto al mondo – presenta l'esclusiva Riserva Anniversario: una vera e propria opera d'arte, massima espressione del saper fare italiano, tanto nel blend di grande struttura quanto nel design della bottiglia e dell'astuccio che la custodisce. 

 

Riserva Anniversario nasce da una continua ricerca di eccellenza che ha le sue fondamenta in un processo produttivo unico, il "Metodo Vecchia Romagna", disciplinato da duecento anni e composto da tre passaggi fondamentali:  

 

  • la combinazione sapiente di due tecniche di distillazione – quella discontinua "ad alambicco" di tipo Charentais che permette una maggiore concentrazione di tutti gli aromi e profumi del vino d'origine, e quella continua "a colonna" che dona al distillato purezza e rotondità;  
  • l'invecchiamento lento e paziente del distillato in pregiate botti e barrique di rovere;  
  • il blending, espressione di tutta l'abilità e l'esperienza di Vecchia Romagna nel selezionare e unire con sapienza solo le acquaviti migliori. 

 

Frutto di un sapiente blend di rare e preziose acquaviti distillate in annate storiche differenti, la cui somma degli anni di invecchiamento è 200 e caratterizzata da un color ambrato luminoso e brillante con riflessi mogano e caffè, Riserva Anniversario è un distillato per veri intenditori: al naso è intensa, complessa e dotata di grande struttura e persistenza al palato. Le note eteree e fragranti della frutta sotto spirito e delle scorze d'arance mature si sposano magistralmente a sentori più strutturati di foglia di noce e tabacco, caffè e vini liquorosi.

 

Per dare ancora più risalto a questa Riserva esclusiva, Vecchia Romagna ha scelto l'antica arte dei maestri vetrai di Salviati Venezia 1859. Una collaborazione che ha dato origine a 200 esemplari in edizione limitata, dalla distintiva forma triangolare, numerati e firmati singolarmente, e che ha reso ciascuna bottiglia un'opera d'arte irripetibile, creata abilmente attraverso la tecnica del vetro soffiato.

 

Unicità, eleganza e contemporaneità anche nell'astuccio dai dettagli ricercati, realizzato con i migliori pellami italiani, e nel glorifier che la celebra: un piedistallo lavorato a mano a partire dalle doghe in legno ricavate proprio dalle pregiate botti in rovere in cui avviene il processo di invecchiamento di Vecchia Romagna.

 

"Con Riserva Anniversario abbiamo voluto esaltare al massimo l'essenza e le caratteristiche di un brandy straordinario come Vecchia Romagna, per proporre qualcosa di veramente eccezionale nel mercato dei brown spirit in Italia e nel mondo" commenta Marco Ferrari, CEO di Gruppo Montenegro. "Siamo fieri di presentare oggi questo capolavoro come simbolo del saper fare italiano, frutto di 200 anni di grande passione, intuizioni e ricerca costante dell'eccellenza che hanno sempre contraddistinto il nostro lavoro".

 

Per maggiori informazioni: https://vecchiaromagna.it/riserva-anniversario/ 

Per vedere il video di presentazione di Riserva Anniversario: https://youtu.be/wI_1q4hvZqk

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota