Cerca nel blog

sabato 18 giugno 2016

ON. FITTO, LUNEDI' 20 GIUGNO, A BARI PER LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI SANGIULIANO


PUTIN, LA RUSSIA E LA SFIDA GLOBALE DELL'ECONOMIA, ON. FITTO LUNEDI' PROSSIMO, 20 GIUGNO, ALLA PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI SANGIULIANO


La Russia si appresta a riprendere sullo scenario internazionale un ruolo da leadership?
L'ultimo libro del giornalista e vice direttore del TG1, Gennaro Sangiuliano, "Putin, vita di uno zar", dopo il Forum sull'economia tenutosi ieri a San Pietroburgo, diventa di grandissima attualità per capire come cambierà lo scenario internazionale, europeo e italiano nei prossimi mesi.

Su questi temi si svilupperà il dibattito - in programma per lunedì prossimo, 20 giugno, alle ore 18.30 a Bari a Villa De Grecis (via delle Murge, 63) - al quale parteciperà il leader dei Conservatori e Riformisti, on. Raffaele Fitto, insieme all'autore e al direttore de La Gazzetta del Mezzogiorno, Giuseppe Detomaso.
L'evento si inserisce nel ciclo "Incontro con l'autore" organizzato dall'associazione culturale "Il Confronto".


Bari, 18 giugno 2016




--
www.CorrieredelWeb.it

Una cascata di profitterol per festeggiare Francesca Brienza

Una cascata di profitterol al cioccolato con una strepitosa nuvola di capelli d'angelo, della buona musica e un panorama mozzafiato di una Roma by night, hanno fatto da cornice al compleanno di Francesca Brienza, la bella conduttrice e giornalista con origini lucane. Al suo fianco l'immancabile compagno Rudi Garcia. Lei, come sempre elegantissima con il suo abito firmato Philipp Plein, ha accolto gli invitati a bordo piscina del Posh del Boscolo di Piazza Esedra dove, sotto le stelle e al ritmo di una musica soft, hanno assaporato le portate dal sapore mediterraneo preparate dal Maestro Niko Sinisgalli. Tra gli ospiti anche l'attrice Cristiana Dell'Anna, la modella curvy Elisa D'Ospina, l'attore Nicola Canonico e ancora, Marco Salvati, Marco Capretti, alcuni colleghi giornalisti dell'emittente televisiva giallo rossa Roma TV e il simpaticissimo Alessio Scarchilli. Allo scoccare della mezzanotte, le luci si sono abbassate e, sulle note di Happy Birthday, è arrivata la torta di soffici profiterols su cui la festeggiata, raggiante, ha fatto colare del cioccolato fondente per poi tagliare, con al fianco Rudi Garcia, Niko Sinisgalli e Maria Rosito, la prima fetta del dolce decorato sul momento, dallo Chef Sinisgalli, con dei capelli d'angelo a base di zucchero. A rendere ancora più suggestivo il momento una nuvola di fumo profumato che ha avvolto la coppia sempre più innamorata.

Cori: via alle iscrizioni per le colonie estive

Da lunedì 20 Giugno sarà possibile iscriversi presso i Servizi Sociali di Cori e la Sala Lettura 'Gianluca Canale' di Giulianello. Le colonie sono rivolte a bambini e ragazzi di età compresa tra i 5 e i 13 anni e si svolgeranno dal 27 Giugno al 5 Agosto. Trasporto e pasti sono compresi nella quota di compartecipazione.

Da lunedì 20 Giugno sarà possibile iscriversi alle colonie estive 2016 organizzate dall'Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Cori, che anche quest'anno ha voluto fornire un servizio estivo aggiuntivo alle famiglie per supportare i genitori nella gestione quotidiana dei loro figli durante un periodo in cui vengono meno molte delle attività che essi svolgono d'inverno, coprendo buona parte dell'orario di lavoro.

Le colonie sono rivolte a bambini e ragazzi di età compresa tra i 5 e i 13 anni compiuti e si svolgeranno al Parco dei principi di Cisterna di Latina, in collaborazione con la Fortitudo Cisterna, dal 27 Giugno al 5 Agosto. La quota di compartecipazione varia in base all'ISEE: da un minino di 15 € a settimana a un massimo di 40 €, per redditi compresi tra quelli inferiori ai 5mila € e quelli superiori a 20mila € annui.

Per 6 settimane, mattina e pomeriggio, dal lunedì al venerdì, i partecipanti saranno coinvolti in una serie attività sportive e di animazione, in piscina e sui campi di beach volley, beach soccer, calcetto, basket e minibasket. Trasporto e pasti sono compresi nella tariffa. L'orario di partenza è fissato per le ore 8:10 dai seguenti punti di ritrovo: piazza della Stazione, a Giulianello; piazza Signina e piazza della Croce a Cori.

Per le registrazioni è necessario recarsi presso i Servizi Sociali di Cori (ex Maestre Pie) e la Sala Lettura 'Gianluca Canale' di Giulianello in via della Stazione, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, il martedì e giovedì dalle 15:30 alle 17. Si raccomanda di portare con sé, oltre alla copia dell'ISEE, un certificato di sana e robusta costituzione del minore rilasciato dal medico di base.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

venerdì 17 giugno 2016

ELEZIONI ROMA. PECORARO SCANIO: GRAZIE A VIRGINIA RAGGI PER IL SOSTEGNO ALL’APPELLO DI COLDIRETTI E CAMPAGNA AMICA



COMUNICATO STAMPA

Roma, 17/06/2016

 

PECORARO SCANIO: ROMA SARÀ CAPITALE "NO OGM".

GRAZIE A VIRGINIA RAGGI PER IL SOSTEGNO ALL'APPELLO DI COLDIRETTI E CAMPAGNA AMICA

Alfonso Pecoraro Scanio, già ministro dell'Agricoltura e dell'Ambiente, tra i primi firmatari dell'appello lanciato da Coldiretti Lazio e Fondazione Campagna Amica per #NoOgmRoma ha accolto con entusiasmo il sostegno di Virginia Raggi per una Roma sostenibile

 

«È importante - dichiara Alfonso Pecoraro Scanio - che la capitale diventi una città simbolo del "NO OGM", sia vecchi che nuovi, del cibo biologico e a km 0 in tutte le mense, dello stop al consumo di suolo e della nuova agricoltura multifunzionale. Di fronte al nuovo assalto delle multinazionali e dei loro lobbysti che, con il trucco dei nuovi OGM e la violenza del TTIP, vogliono smantellare la tradizione "NO OGM" dell'Italia, questa posizione netta della candidata a sindaco di Roma che ha voluto manifestare il suo sostegno con una foto insieme ad un rappresentante di Campagna Amica, è un segno di svolta per una Roma sostenibile».

 

Già in tantissimi, circa 10.000, tra cui anche esponenti della società civile, di realtà ambientaliste e della difesa dei consumatori hanno sottoscritto in questi giorni l'appello per il divieto assoluto di coltivazione con OGM, contro il consumo ulteriore di suolo agricolo nell'Agro-Romano, per l'istituzione di un orto sociale ed un Farmers Market per ogni municipio e per il consumo di cibi biologici a Km 0 in tutte le mense pubbliche della città.

 

Tra le adesioni: Alfonso Pecoraro Scanio, già Ministro dell'Agricoltura e dell'Ambiente - Presidente della Fondazione Univerde; Carlo Petrini, Presidente di Slow Food: Fulco Pratesi, Presidente Onorario WWF; Giancarlo Caselli, Presidente Comitato Scientifico Agromafie; Elio Lannutti, Presidente Adusbef; Rosario Trefiletti, Presidente Federconsumatori; Rossella Muroni, Presidente Legambiente; Carlo Rienzi, Presidente Codacons; Vittorio Emiliani, Comitato Nazionale per la Bellezza; Federica Ferrario, Greenpeace; Alessandro Gianni, Greenpeace; Angelo Consoli, Direttore dell'Ufficio Europeo di Jeremy Rifkin e Rosalba Giugni, Presidente Nazionale Marevivo.

 


--

Ufficio Stampa Fondazione UniVerde

via Salandra, 6 - 00187 Roma




--
www.CorrieredelWeb.it

COMUNICATO ITALIA NOSTRA LITORALE ROMANO Rettifica

COMUNICATO STAMPA


RISERVA COMMISSARIATA


ITALIA NOSTRA LITORALE ROMANO AUSPICA UNA NUOVA STAGIONE

BASTA CON GLI ABUSI E L'ILLEGALITA'!

La recente decisione del ministro dell'Ambiente Gianluca Galletti di affidare al Corpo Forestale dello Stato la gestione dei circa 8.000 ettari della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano ricadenti nel Comune di Roma è l'ultimo capitolo di una tipica vicenda italiana: un campeggio, sito in Via di Castelfusano, che presenta un cosiddetto progetto di bonifica e di restauro conservativo; un dossier dei Verdi - inviato al Commissario Tronca - che dimostra come l'autorizzazione concessa dall'Amministrazione Capitolina e dalla Regione Lazio senza il parere della Commissione di Riserva consenta invece sostanziose nuove cubature; le precedenti denunce in parte ignorate; l'indagine della Procura. Ora il ministro ha di fatto commissariato l'Ente Gestore, Roma Capitale. Per la restante metà della Riserva del Litorale resta gestore – come previsto dal Decreto istitutivo del 1996 – il Comune di Fiumicino.

Il PRESIDIO ITALIA NOSTRA LITORALE ROMANO, in attesa che si conoscano gli sviluppi, prende atto con viva preoccupazione delle notizie circa i presumibili gravi danni al territorio protetto (area 1 di Riserva), con l'abbattimento fra l'altro di numerosi pini, e sottolinea l'assoluta necessità di un cambio di rotta, a partire dalla mentalità di chi amministra.

Il Corpo Forestale dello Stato, con cui la sezione di ITALIA NOSTRA ROMA, ha siglato una convenzione di collaborazione, ha tutte le competenze e le sensibilità necessarie per gestire la Riserva. Dalla Forestale ci aspettiamo un costante impegno contro le illegalità di ogni tipo, compreso il dannosissimo fenomeno del bracconaggio che mette a repentaglio la sicurezza dei cittadini e la sopravvivenza delle aziende agricole.

Per la Riserva è in fase di elaborazione il Piano di Gestione, atteso da oltre 20 anni. ITALIA NOSTRA LITORALE ROMANO appoggia le associazioni locali che da mesi ne seguono il percorso, ribadendo la necessità che proprio a partire da questo strumento fondamentale e dal successivo Regolamento sia garantita una visione rigorosa che non consenta più deroghe ai vincoli dentro e a ridosso delle aree protette. Chiediamo che si accetti il principio dell'area di rispetto lungo tutti i confini del parco, auspichiamo una unitarietà degli orientamenti e un'alta qualità della progettazione. Ci aspettiamo che venga rimossa per sempre la minaccia del raddoppio dell'aeroporto Leonardo Da Vinci.

Sia per Roma che per Fiumicino diciamo BASTA AL CONSUMO DI SUOLO PROTETTO! BASTA ALLA TOLLERANZA NEI CONFRONTI DEGLI ABUSI E DELL'ILLEGALITA'! BASTA AGLI INTERVENTI CHE OFFENDANO LA NATURA E IL PAESAGGIO! A questo proposito, il Presidio ribadisce la propria netta contrarietà all'illuminazione adottata sul lungomare di Maccarese, adiacente alla Riserva e sottoposto a vincoli paesaggistici, illuminazione con pali di dimensioni gigantesche, mai autorizzate dalla Soprintendenza.

La Riserva del Litorale rappresenta una grande occasione per chi vive e visita il suo territorio ricco di eccellenze naturalistiche e culturali, a condizione che tutto ciò sia riconosciuto e tutelato. Al Commissario da Acta per il Piano di Gestione Vito Consoli, alla Commissione di Riserva, agli Enti Gestori chiediamo attenzione, rigore e sensibilità, per l'avvio di una nuova stagione, orientata al rispetto della legalità e ad una corretta valorizzazione.


PRESIDIO ITALIA NOSTRA LITORALE ROMANO

17 giugno 2016


--
www.CorrieredelWeb.it

E' stata una serata che rimarrà a lungo nei cuori dei numerosi presenti quella che è avvenuta nel Canavesano in modo estemporaneo. Fulcro del grande evento è stato il raffinato Recital LE STAGIONI DELL'AMORE del poeta Andrea Brusa totalmente vocato alla sua famiglia.

In particolare ha riscosso un clamoroso successo la seconda parte dello spettacolo che ha visto la straordinaria presenza sul palco dell'Autore nel rispondere alle domande degli spettatori.
Il pubblico si e' guardato il recital, è vero, solo alcuni tossiscono, ma è lo stesso pubblico, la stessa platea che gode riguardando i vecchi film romantici o le commedie di Eduardo. Quella platea allora non è poi così ottusa come qualcuno dice.
"Io però non credo", dice l'autore "nelle rivoluzioni programmatiche, né in quelle pacate né in quelle colorate, dico solo che essere diversi non è difficile.
Riuscire ad aumentare il numero di gente che viene agli spettacoli è un altro discorso, complesso, che non deve però trasformarsi in programma politico né in piano pedagogico: deve rimanere ciò che è: una BELLA scrittura. la gente poi arriva".
Infine riesce a emozionare con la sua straordinaria voce, lasciando tutti a bocca aperta nel rivolgersi ai suoi cari in una sorta di monologo non programmato, ma tratto dal suo ultimo libro LA VIA DEI MIRACOLI presto in versione cartacea in libreria: "Ci fu un tempo in cui trascorrevo le mie giornate tentando di spiccare il volo, con ali presi in prestito, ali che sembravano così potenti da sorvolare gli oceani, così forti da compiere qualunque traversata che poi le restituii per costruire le mie, per poter volare libero verso il cielo blu tutto mio, ali di cristallo fragili, tali da frantumarsi al minimo fruscio, ali di cartapesta che potevano assumere molteplici sembianze, ali di ghiaccio che evaporavano al contatto di soffi di calore, ali tarpate, ali d'Angelo… invisibili erano a gli occhi del mondo ma erano le mie. Non ho potuto mai solcare i cieli e fendere l'aria, ma almeno ero felice e ogni tanto decollavo per vedere il mondo da un'altra seppur vicina prospettiva, un mondo sempre sognato per colorare la realtà e continuare a sognare. Io non abbando mai i miei sogni. Solo un sogno cullato saprà dipingere la grigia realtà. Solo una realtà di colori, saprà ridarci la voglia di vivere. Vivo sognando e sognando vivrò… è questo il segreto della vita. Cerco i miei sogni e tra le sue braccia la vita. Cerco i miei sogni… nella sua luce il mio stabile sorriso. Vivo i miei sogni… tra i suoi sentieri alberati gli anni creduti persi. Apro le ali dei miei sogni, la realtà non conta il vero, essa è ammantata dal grigiore voluto da chi ci vuole figli scaltri ed io ne aggirerò l'inganno immergendomi nel sogno di una vita. Sogno quando l'anima mia ha sete di speranza. Sogno e nel grigiore del vivere io coglierò i colori più belli. Il sogno è quell'aquilone che non ha mai teso al cielo. Il sogno è quella stella che non abbiamo mai osato sfiorare. Sogno e di quel sogno alimenterò la mia vita. Lascerò che il suo scorrere come limpido ruscello mi trascini in un vortice di inusuali piaceri, e quando cullati dal suo dondolare mi sentirò attraversare dal suo dolce canto, mi concederò pienamente al suo vibrare, ed in quel sentire io ascolterò la mia più grande emozione. Sogno e nel volo ritroverò il sentiero di luce che a me è riservato... e ritroverò mia moglie e la mia figliola… Io SOGNERO'!! Via amo famiglia mia!!"

Foto tratta dal MON COEUR dello stesso autore

L'AVVINCENTE STORIA DELLA PAVANELLO SERRAMENTI DAL 1948 A OGGI

È online sul sito www.pavanelloserramento.it un numero speciale dell’house organ aziendale che racconta l’evoluzione compiuta da una piccola realtà artigianale, cresciuta negli anni fino a diventare un produttore e un marchio di riferimento in Italia e all’estero. Un percorso fuori dal comune anche perché ha avuto sempre la stessa guida: la famiglia Pavanello.

 

 

Tutto ebbe inizio con Attilio Pavanello, il padre di Lauro, l’attuale amministratore delegato dell’azienda. È da poco finita la seconda guerra mondiale e di lavoro da fare ce n’è in abbondanza. I mezzi a disposizione sono scarsi, ma ci si adatta e il signor Attilio impersona alla perfezione il proverbio “fare di necessità virtù”: ad esempio, il tavolo da lavoro coincide con quello della cucina, quindi quando è il momento di mangiare gli attrezzi vengono spostati e una volta che i pasti sono terminati il lavoro può riprendere.

 

Naturalmente anche gli altri familiari si danno da fare, a partire dal piccolo Lauro che la sera va a scuola per conseguire la licenza media e di giorno macina chilometri in bicicletta per portare a Grignano Polesine le assi di legno che servono per realizzare le “triestine”, una tipologia di arredamento tipica delle stanze matrimoniali dell’epoca, costituita da una cassettiera e una specchiera.

 

Quando nel 1951 il Po esonda a causa di intense precipitazione - calamità naturale che prese il nome de L’alluvione del Polesine - un falegname come il signor Attilio assume un ruolo fondamentale nella ricostruzione delle case che l’acqua ha distrutto e infatti è in quel contesto storico che l’attività comincia a specializzarsi nella produzione di porte e infissi.

 

Con l’arrivo del boom economico gli ordini non smettono di arrivare e dalla cucina, ormai troppo piccola per soddisfare tutte le richieste, la ditta si trasferisce in un capannone di 1.000 mq. Indubbiamente un cambiamento di notevoli proporzioni. Tuttavia, in poco più di una decina di anni, per l’esattezza nel 1972, anche quello spazio risulta insufficiente e la Pavanello Serramenti si insedia nello stabilimento che tuttora occupa a Rovigo e che è stato in seguito ampliato fino a raggiungere gli attuali 10.000 mq, di cui 7.000 coperti. 

 

Nei decenni più recenti l’azienda si è distinta per aver investito considerevolmente nello sviluppo tecnologico, dotandosi di linee di produzione all’avanguardia e ideando soluzioni innovative grazie alle quali ha ottenuto anche prestigiose certificazioni. 

 

L’excursus è completato da due interessanti interviste in cui il componente della famiglia Pavanello da più tempo in azienda, nonché amministratore delegato, e un rappresentante dell’ultima generazione espongono le loro opinioni sui cambiamenti in atto nel mondo dei serramenti e rivelano alcuni aspetti particolari delle loro esperienze lavorative. 

 

Questo numero speciale dell’house organ di Pavanello Serramenti si può leggere e scaricare all’indirizzo: www.pavanelloserramenti.it/upload/house_organ/pdf/13_house_organ.pdf

 

 

 

 

Per ulteriori informazioni scrivere a info@pavanelloserramenti.it o telefonare allo 0425/474515.

17 Giugno la giornata mondiale contro il cyber bullismo.

Il bullismo è da sempre un comportamento violento, fisico o psicologico, che viene solitamente
messo in atto verso i soggetti più deboli di una società.
Forme più o meno evidenti di questi spiacevoli atteggiamenti sono presenti in tutti gli ambiti della
nostra vita, a scuola, a lavoro e addirittura nella sfera familiare, e possono manifestarsi come veri e
propri soprusi fisici o in maniera più subdola come intimidazioni psicologiche.
Il crescente interesse verso Internet ha aperto al bullismo nuove frontiere che gli hanno permesso di
valicare il mondo reale per invadere anche quello online, aggiungendo un ulteriore livello di rischio
soprattutto per i giovani.
Sarebbe già spiacevole dover affrontare il problema solo su Internet, ma purtroppo anche quando le
vessazioni o le minacce iniziano sul web nella maggior parte dei casi hanno conseguenze dirette
sulla vita reale delle vittime. Oggi il cyber bullismo è una minaccia costante che interessa
maggiormente i giovani, ESET Italia da sempre schierata dalla parte dei genitori ha preparato una
serie di consigli e di suggerimenti per poter comprendere situazioni di disagio da parte dei ragazzi e
per poter intervenire nel migliore dei modi.
I genitori dovrebbero porre attenzione ai seguenti segnali:
Vostro figlio è spesso arrabbiato, vi risponde male o è troppo pensieroso
Ha iniziato a dialogare di meno con voi e alle vostre domande risponde sempre più frequentemente
in modo vago
Si è ammalato più spesso durante l'anno e denuncia spesso mal di testa o dolori all'addome
Presenta disturbi nel sonno mai avuti prima
Significativo peggioramento del rendimento scolastico e maggiore reticenza a frequentare la scuola.
Aumento del tempo trascorso online soprattutto nelle ore notturne.
Smartphone acceso anche di notte e ricezione di messaggi.
Vi nega la possibilità di controllare le sue attività online o l'utilizzo dei social a cui è iscritto
Presi singolarmente questi comportamenti non dovrebbero allarmarvi più del dovuto, ma qualora
vostro figlio ne presentasse diversi vi consigliamo di proseguire nella lettura.
Per aiutare i propri figli i genitori potranno:
Stimolare la conversazione cercando di comprendere le cause dello stato di disagio
Richiedere un incontro con gli insegnanti esponendogli i propri timori e capire se hanno notato dei
comportamenti anomali
Cambiare le abitudini di accesso alla rete, regolando gli orari di accesso e l'utilizzo dello
smartphone soprattutto evitando le ore notturne.
Adottare un sistema di parental control, che permetta al ragazzo di interagire con il genitore,
spiegandogli che non si sta limitando la sua libertà online, ma che si cerca di proteggerlo.
In caso di cyber bullismo:
Nel caso sia un compagno di classe, contattare gli insegnanti e i genitori dell'altro ragazzo per
stabilire una strategia di intervento
In tutti gli altri casi informare immediatamente le autorità competenti.
Ci piace ricordare che in tutti i casi un rapporto tra genitori e figli fondato su un sano e aperto
dialogo è sempre la base da cui partire per risolvere qualsiasi problema di bullismo che sia online o
meno.




ESET, fondata nel 1992, è uno dei fornitori globali di software per la sicurezza informatica di pubbliche amministrazioni, aziende e utenti privati. Il software ESET NOD32 Antivirus fornisce una protezione in tempo reale da virus, worm, spyware e altri pericoli, conosciuti e non, offrendo il più elevato livello di protezione disponibile alla massima velocità e con il minimo impiego di risorse di sistema. NOD32 è l'antivirus che ha vinto il maggior numero di certificazioni Virus Bulletin 100% e dal 1998 non ha mai mancato l'individuazione di un virus ItW (in fase di diffusione). ESET NOD32 Antivirus, ESET Smart Security e ESET Cybersecurity per Mac rappresentano le soluzioni per la sicurezza informatica più raccomandate a livello mondiale, avendo ottenuto la fiducia di oltre 100 milioni di utenti. L'azienda, presente in 180 Paesi, ha il suo quartier generale a Bratislava e uffici e centri di ricerca a San Diego, Buenos Aires, Singapore, Praga, Cracovia, Montreal, Mosca. Per quattro anni di seguito ESET è stata inclusa fra le aziende Technology Fast 500 EMEA da Deloitte e per dieci anni consecutivi fra le aziende Technology Fast 50 Central Europe. Per maggiori info: www.eset.it

FUTURE TIME è il distributore esclusivo dei prodotti ESET per l'Italia, nonché suo partner tecnologico. Fondata a Roma nel 2001, Future Time nasce dalla sinergia di due preesistenti aziende attive da anni nel campo della sicurezza informatica. Future Time, con Paolo Monti e Luca Sambucci, fa parte della WildList Organization International, ente no profit a livello mondiale composto da esperti e aziende antivirus che hanno il compito di riportare mensilmente tipologia e numero dei virus diffusi in ogni Paese. Per maggiori info: www.eset.it

EsquilinArte 28 giugno 2016 a TRAleVOLTE


L'Associazione Culturale TRAleVOLTE in collaborazione con Noi di Esquilino

 martedì 28 giugno 2016  alle ore 18.00

 hanno il piacere di invitarvi a

  "EsquilinArte"

Conclusione della prima rassegna

"All'Esquilino, un incontro con l'artista…"

 

La rassegna, inaugurata a ottobre del 2015, ha programmato una serie di visite guidate

agli atelier di dieci artisti dell'Esquilino, che hanno aperto il loro studio al pubblico.

 

L'iniziativa nata con l'intento di far conoscere e valorizzare gli artisti del Rione e quindi farli dialogare con i cittadini ma anche con gli spazi espositivi del Rione, è stata promossa da Noi di Esquilino, un gruppo di cittadini che si sono organizzati per creare e diffondere cultura.

  

Per tre giorni, da martedì 28 a giovedì 31 giugno, dalle 18.00 alle 20.00 sarà possibile ammirare le opere d'arte, 

differenti per genere e linguaggio artistico, degli artisti che hanno aderito:

Leonella Masella, Michele De Luca, Massimo Ruiu, Samantha Iovenitti, Antonio Finelli,

Massimo Livadiotti, Giancarla Frare, Beatrice Pasquet, Amir Yeke, Elisabetta Pizzicchetti

 

Le visite guidate riprenderanno a settembre

 

Un aperitivo sarà offerto martedì 28 giugno da Wineart, Caronte, Club Macchiavelli, Panella, Monique, Lorenza

 

Ingresso gratuito

 

 

 

Comitato organizzativo: Noi di Esquilino - Email: noidiesquilino@gmail.com

 

Spazio espositivo: TRAleVOLTE  Piazza di Porta San Giovanni, 10 - 00185 Roma  

 

 

 

--

Associazione Culturale TRAleVOLTE
Sito-web: http://www.tralevolte.org


Black Rock Italia: azioni, concentrarsi sulle politiche di dividendo di lungo termine

Il BlackRock's Global Chief Investment Strategist presenta il suo commento settimanale ai mercati dal titolo "What's next for dividend stocks".

Black Rock Brexit_480

La ricerca insaziabile di rendimento ha spinto molte attività a reddito a valutazioni elevate, ma i cosiddetti dividend growers, i titoli azionari a dividendo crescente e sostenibile, mostrano ancora valutazioni interessanti dal momento che trattano a circa 13,4 volte gli utili attesi per i prossimi 12 mesi.

"Questi titoli di qualità, caratterizzati da un flusso di dividendo costantemente in crescita, tendono anche ad essere più resistenti e sconnessi rispetto agli andamenti dei mercati. Si tratta di titoli che hanno registrato performance migliori rispetto alla media di mercato durante i periodi di alta volatilità, come mostra la ricerca interna di BlackRock" puntualizza Richard Turnill, BlackRock's Global Chief Investment Strategist, nel suo commento settimanale ai mercati dal titolo "What's next for dividend stocks".

Lo strategist delinea uno scenario nel quale la volatilità tenderà a salire dal momento che c'è il rischio di una uscita britannica dall'Unione europea se il prossimo 23 giugno al referendum vincessero i sostenitori di Brexit: inoltre le valutazioni di Wall Street sono tirate ed esiste una concreta possibilità di rialzo dei tassi della Fed nel corso dei prossimi mesi.

"Le azioni ad alto dividendo hanno fatto meglio in Borsa rispetto ai dividend growers nel corso dell'anno passato, ma la nostra analisi mostra che storicamente sono risultate più esposte al rischio ribasso nelle fasi di rialzo dei tassi di interesse: i dividend growers, al contrario, tendono a performare bene in un contesto di tassi via via crescenti. Questi titoli mostrano caratteristiche resistenti all'incremento dei tassi in virtù dei solidi bilanci e beneficiano di un'economia in crescita" spiega Richard Turnill che conclude segnalando interessanti opportunità di crescita dei dividendi nel settore farmaceutico a livello mondiale, nelle telecomunicazioni internazionali, nel mercato delle infrastrutture emergenti e in selezionate aziende tecnologiche.

FONTE Financia Lounge

BluePanorama Yucatan Mèrida, volo diretto da Milano ogni lunedì

Un itinerario messicano fra siti archeologici, natura incontaminata, parchi naturali, mare di cobalto, grotte misteriose: si arriva dall'Italia con Blue Panorama che offre l'unico collegamento diretto per la capitale dello Yucatan Mérida, da Milano Malpensa, con un volo ogni lunedì.

Blue Panorama Yucatan

Hanno costruito enormi piramidi a gradoni senza usare la ruota. Hanno subito l'invasione degli spagnoli dal 1517 al 1546. E quando i conquistadores chiedevano come si chiamava quella terra rispondevano «Yectean», ovvero «Non ho capito», così per un gioco degli equivoci gli stranieri credettero che questa parola indicasse il nome del luogo, che divenne Yucatan. Si pensa che i Maya siano estinti ma non è vero, abitano ancora qui, nella foresta che fu la casa dei loro avi e vicino alle loro misteriose piramidi. In quella che oggi viene definita «Riviera Maya». Che andiamo a scoprire.

Si arriva dall'Italia con Blue Panorama (www.blue-panorama.it) che offre l'unico collegamento diretto per la capitale dello Yucatan Mérida, da Milano Malpensa, con un volo ogni lunedì (prezzo tratta Milano-Mérida a partire da 792 euro a/r).
Mérida fu fondata dallo spagnolo Francisco de Montejo de León, detto El Mozo, nel 1542, e oggi conta un milione e 200mila abitanti. Che la sera si trovano nei locali del Paseo Montejo a bere tequila e ascoltare musica, mentre alla domenica affollano il mercato artigianale della piazza principale dove si affacciano edifici belli e imponenti: la cattedrale di San Idelfonso, la Casa de Montejo, il palazzo del Governo. Mérida è tranquilla, con tanti begli edifici che parlano del periodo coloniale, piccoli negozi di artigianato che vendono i tipici abiti buianchi ricamati delle donne, coperte colorate, ceramiche, amache che qui vanno alla grande perché alla siesta nessun messicano rinuncia. La pittrice Frica Calo è un mito intramontabile e i gadget con la sua immagine vanno alla grande.

A Mérida la piscina dell'hotel Wyndham Mérida ci fa sentire in vacanza e la cena a La Chaya Maya (www.lachayamaya.com) è un gustosissimo battesimo di cucina messicana. Da Mérida sono 160 km ma ne valgono la pena, la strada è larga, comoda, pianeggiante e scorre fra boschi di un verde intenso: si va a Uxmal, la città Maya fondata verso il VI secolo, con l'imponente Piramide dell'Indovino, e il cosiddetto «Quadrilatero delle Monache» con edifici nelle cui decorazioni compaiono stilizzate le squame di due serpenti intrecciati, rappresentazione del dio Quetzalcoatl. Per i Maya infatti il serpente non aveva la connotazione negativa che ha in altre civiltà compresa la nostra, anzi era un simbolo di vita, un simbolo sacro. Il vicino Choco-Story Uxmal ci racconta tutto della storia del cacao, che neanche a dirlo fu bevanda sacra per i Maya. Si assaggia la bevanda senza zucchero o con, con il peperoncino, con la cannella… insomma si scoprono modi inediti per assaporare il nettare degli dei.

Lo Yucatan è piatto e con una fitta vegetazione dove spiccano le macchie rosse dei flamboyant e quelle fucsia delle bouganvillee. E tra questo verde nel viaggio da Mérida verso la Riviera Maya si incontrano altri due siti archeologici  importantissimi: Cobá e Tulum. Il primo, in una foresta che si può percorrere anche a bordo di simpatici risciò (che in Messico non sono un'invenzione per turisti ma un'alternativa economica al taxi per percorerre brevi tratti di strada), ha la piramide più alta di tutto lo Yucatan. E' anche una delle poche che si può scalare salendo ripidi gradoni, per godere dalla vetta di un panorama superbo.Da lassù lo sgardo corre su quel mare di verde e non si può non immaginare quali altri tesori archeologici nasconda quella fitta foresta.

BluePanorama Yucatan Mèrida

Tulum è l'unico sito Maya sul mare e si può provare l'ebrezza di fare il bagno in acque azzurrissime e poi asciugarsi passeggiando fra antichi edifici tra i quali spicca il fotografatissimo El Castillo: trovarselo davanti è un'emozione unica, sospeso fra due blu, quello del cielo e quello del mare. La vicina comunità Maya di Esmeralda ci consente di capire come i Maya vivano coniugando antiche tradizioni e vita di oggi: una signora ci mostra come si cuociono le tortillas, uno sciamano compie per noi un rito propiziatorio che ci assicurerà la benevolenza degli elementi della natura.

Continua…

Fonte: Quotidiano.net

Nota stampa: Master Birra Italia, 24-26 giugno 2016 Sant'Ambrogio di Valpolicella

Buonasera,
mi chiamo Martina Saiu e vi scrivo per comunicarvi un evento dedicato alla birra il Master Birra Italia che si svolgerà  dal 24 al 26 giugno a Sant'Ambrogio di Valpolicella in provincia di Verona, con oltre 100 etichette di birra artigianale.
Vi preghiamo di diffondere la notizia.
In allegato trovate il comunicato e locandina.

Cordiali saluti
Martina Saiu |Social Media Manager e Digital PR
+39 348 3537968

 Eventa srl
P.IVA 03533390922
c/o Open Campus Tiscali 
Strada Statale 195 Km 2.300
09123 Cagliari

Com.Stampa: L'opera Inner Life di A.T. Anghelopoulos in mostra a Firenze alla volta di Spoleto


COMUNICATO STAMPA


"Artisti in libreria"

A.T. ANGHELOPOULOS
L'opera Inner Life-Vite Interiori 
ispirata al "Giovane Uomo"
di Cosmè Tura
in mostra ora a Firenze andrà presto a Spoleto per la mostra a cura di
Vittorio Sgarbi


LIBRERIA GALERIE CLICHY

Via Maggio 13R -FIRENZE

 

E' stata inaugurata la scorsa settimana la personale di A.T. Anghelopoulos nella Libreria-Galerie Clichy. La mostra -che appartiene alla serie "Artisti in libreria" – e che vede, accanto all'esposizione delle opere -una quindicina di cui tre installazioni site-specific- le poesie e i testi che hanno ispirato l'artista tra cui Montale e Neruda, Szymborska e Whitman, Pascal e Foscolo, Erasmo da Rotterdam e Chateaubriand e il filosofo Jaspers.

A Firenze, culla del Rinascimento, Anghelopoulos espone per la prima volta -accanto alle opere del ciclo I Planisferi, Passages e God Disengagement- la serie Inner Life-Vite Interiori inedita rivisitazione dei più famosi ritratti di profilo del '400. Li raffigura però nell'altro lato del volto, finora sconosciuto. Ingranaggi meccanici innestati sulle figure diventano simbolo della vita interiore dei personaggi e del movimento del tempo. Rivivono, quindi più autentici, l'Anonimo Giovane di Cosmè Tura, I Duchi di Urbino e il Malatesta di Piero della Francesca, e Bianca Sforza identificata nell'opera La Bella Principessa recentemente attribuita a Leonardo da Vinci.

L'opera di Anghelopoulos Inner Life-Vita Interiore l'Anonimo Giovane di Cosmè Tura che, lascerà a giorni la libreria-Clichy Clichy, alla volta di Spoleto per il noto appuntamento artistico "Spoleto Arte" a cura del Prof. Vittorio Sgarbi che inaugurerà sabato 25 giugno p.v. nello storico Palazzo Leti Sansi.

La mostra di "Spoleto Arte" che da anni registra migliaia di visitatori e vede come protagonisti in esposizione artisti di rilievo, del panorama contemporaneo internazionale tra cui quest'anno per la prima volta l'artista italiano A.T. Anghelopoulos è fissato per il prossimo 25 giugno, con una prestigiosa cerimonia inaugurale. La direzione organizzativa, è del manager della cultura Salvo Nugnes.

Vittorio Sgarbi, ha dichiarato che "Spoleto Arte è concepito come un osservatorio dell'arte contemporanea, nella quale confluisce un gruppo selezionato di artisti, con caratteristiche distintive proprie e stili diversi, appartenenti al panorama attuale, riuniti insieme in esposizione, creando una commistione eterogenea, ma al contempo armoniosa di generi espressivi. Ho accettato di guidare la mostra di Spoleto Arte, complementare al festival dei due mondi, con l'obiettivo di fare conoscere e riconoscere artisti più e meno giovani, dando voce alla loro libera creatività, talvolta soffocata".





Fino al 24 luglio 2016

Libreria Galerie Clichy, Via Maggio 13R, Firenze

Ingresso libero

Orari: dal Martedì al Venerdì: 10,00 / 13,30 - 15,30 / 20,00

Sabato: 10,00 / 20,00 - Domenica: 11,00 / 19,00 (Lunedì chiuso)

Telefono: 055/2646025

Catalogo: Clichy Editore

Siti web: www.anghelopoulos.com;

Telefono: 055/2646025

Catalogo: Clichy Editore

Siti web: www.anghelopoulos.com; www.edizioniclichy.it;

Ufficio stampa

Sabrina Consolini, cell.348/7084655 e-mail: consolini.eventi@gmail.com






Petralia Soprana; 3 tour auto d'epoca tra Petralia Soprana e Polizzi Generosa

COMUNE DI PETRALIA SOPRANA

 

 

COMUNICATO STAMPA

                                                                   

 

3 TOUR AUTO D'EPOCA TRA PETRALIA SOPRANA E POLIZZI GENEROSA

 

                                                                         

Petralia Soprana 17 giugno 2016Domenica si terrà il 3° tour sulle Madonie di auto d'epoca. Si rinnova l'appuntamento con la manifestazione che coniuga il piacere della guida dell'auto con la scoperta del territorio madonita. Quest'anno il percorso scelto dalla "Abarth club Madonie" porterà tutti i partecipanti a Polizzi Generosa alla scoperta del centro storico, delle bellezze artistiche e del museo archeologico. La giornata inizierà con la colazione il "Seby pub" di Fasanò a Petralia Soprana e si concluderà, dopo la visita guidata a Polizzi Generosa, al "Feudo Catuso" dove i partecipanti pranzeranno all'insegna dell'amicizia.

                                                                                                                                        

      


--
Portavoce del Sindaco per la comunicazione
G. La Placa
335/6671785

Donne e motori a Giulianello con il VII Raduno 500 e Plurimarche

Appuntamento domenica 19 Giugno, alle ore 8:30, a Piazza Umberto I, con esposizione, parata e premiazioni delle auto d'epoca, ed esibizioni delle Miss Fiat 500 e delle ragazze car wash.

Domenica 19 Giugno, a Giulianello, si terrà il VII Raduno 500 e Plurimarche. Un omaggio alla mitica utilitaria italiana e alle altre auto storiche, ma anche alle bellezze e all'enogastronomia autoctone. La manifestazione, patrocinata dal Comune di Cori, è organizzata da Corrado Foschi e Fabio Ricci, col sostegno degli sponsor aderenti all'iniziativa.

Dalle ore 8:30 piazza Umberto I diventerà una grande vetrina a cielo aperto dove saranno parcheggiate in esposizione decine di automobili d'epoca provenienti da diverse parti del Lazio. Topolino, Abarth, Ghia, Bianchina, Steyr Puch, Giardiniera, sono solo alcuni dei modelli 500 prodotti dalla FIAT fino agli anni '70 e ancora custoditi in ottimo stato da numerosi collezionisti.

Ai primi 60 iscritti verrà consegnato un gustoso assortimento di prodotti tipici locali. La parata mattutina per le strade dell'antico borgo farà tappa in alcuni dei suoi luoghi più significativi per poi sostare nei pressi dell'impianto sportivo comunale, dove i partecipanti saranno accolti con l'aperitivo ai bordi della piscina ludica. 

La sfilata si concluderà a piazza Umberto I con le premiazioni: il pilota più anziano e quello più giovane, la 500 più bella e quella più originale, l'auto più datata e la famiglia più numerose in 500. A completare il binomio donne e motori, le passerelle delle passate Miss Fiat 500 e l'imperdibile esibizione delle ragazze car wash.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

 

Sir Pulcinella e Galluccio vincono a Caiazzo la gara dei primi piatti riservata ai disabili psichici (Comunicato Stampa)

Distinti saluti.

Ufficio Stampa Cooperativa Sociale Beta


Cooperativa Sociale Beta

Sir Pulcinella e Galluccio vincono a Caiazzo

la gara dei primi piatti riservata ai disabili psichici

 

Caiazzo (Caserta), 17 giugno 2016 - Sfida a colpi di padelle al ristorante "La taverna dei briganti" a Villa Icaro. Il 16 giugno 2016 si è svolta a Caiazzo la prima tappa de "I sapori dei briganti", la gara culinaria organizzata per i disabili psichici, dal gruppo di lavoro del Progetto Meglio Insieme.

Nel corso della competizione sono stati elaborati sette primi piatti: spaghetti "alla pulcinella", casarecce "dei briganti", maccheroni lardiati, paccheri allo scoglio, cicatielli con ragù alla sannita, penne a "l'albatros" e infine i paccheri alla "michelina". Tutti i piatti sono stati realizzati utilizzando i prodotti tipici del territorio csertano.

I cinque giurati - il dottore Emanuele Del Castello dell' U.O.S M. di Capua, il dottore Pasquale D'Antimo e la dottoressa Angela Merola del Coordinamento Socio Sanitario dell'ASL di Caserta, il dottore Fiore Marro dei Comitati delle Due Sicilie e il cuoco Ennio Caprio - hanno decretato la vittoria a pari merito tra la SIR Pulcinella di Acerra, gestita dalla Cooperativa Mercurio D'Oro, e il gruppo di convivenza di Galluccio gestito, dalla Cooperativa Aria Nuova. I due piatti vincitori, gli spaghetti "alla pulcinella" e i maccheroni lardiati, faranno parte del menù del pranzo sociale che si svolgerà il 29 giugno 2016 presso il ristorante La Taverna dei Briganti.

L'evento rappresenta sicuramente un grande momento di sensibilità sociale offerto dal mondo della riabilitazione psichiatrica. Impegno e dedizione hanno caratterizzato la competizione, conclamata dal gradimento dei giurati. Soddisfazione e gioia  hanno contraddistinto i volti dei concorrenti, coinvolti in un'attività rivelatisi stimolante e piacevole.

Il tema della competizione è la cucina tradizionale napoletana e i prodotti tipici nostrani. Previste altre due giornate di gara: il 23 giugno, il confronto tra i secondi; il giorno 29 giugno, premiazione dei vincitori e pranzo sociale a base dei piatti vincenti (ore 11,30 per tutti). Alle prossime giornate della competizione parteciperà anche il sindaco di Caiazzo, Tommaso Sgueglia.

Nella realtà "riabilitativa", che comprende anche momenti di socializzazione come le gare di gastronomia, si inserisce ampiamente la Cooperativa Beta, guidata dal presidente Luigi Principio e dalla dottoressa Francesca Giannini, la quale completa la sua attività formativa occupandosi dell'inserimento lavorativo delle persone svantaggiate, alle quali impartisce una formazione professionale nel campo della produzione di prodotti alimentari e della ristorazione, in particolare della gestione della Taverna dei Briganti. 

Le altre cooperative coinvolte nel progetto sono: Mercurio D'Oro, Aria Nuova, Sirio, Iride, Santiago, facenti capo al Consorzio Icaro.

 

Se ritenete, inviate un avviso di avvenuta pubblicazione presso: cooperativabeta1@gmail.com

 

Ufficio Stampa Cooperativa Sociale Beta

Tel  +39 3467669114 La dottoressa Francesca Giannini è disponibile a fornire ulteriori informazioni in merito all'evento in oggetto.

Fax  +39 0823890232

Casella e-mail: cooperativabeta1@gmail.com

 

Ulteriori informazioni e fotografie anche sulla pagina Facebook: Progetto Meglio Insieme









Un super anello d'argento dedicato alla cupola del Brunelleschi

Un super anello d'argento dedicato alla cupola del Brunelleschi.
 
E' entrato in distribuzione questa settimana dopo mesi di gestazione un vero gigante tra i pur vistosi anelli che imperversano da tempo sul mercato.
Si tratta della riproduzione incredibilmente fedele della cupola del duomo di Firenze " Santa Maria Del Fiore " progettata e fatta costruire dal Brunelleschi nel 1400.
L'anello per essere all'altezza della cupola, considerata tuttora la più grande in muratura mai costruita, ha un diametro di 30 millimetri, è alto ben 55 e pesa oltre 40
grammi già nella misura più piccola. 
<< Un omaggio alla mia amata Firenze >>  dichiara Marcello Parrini titolare dell'omonima azienda creatrice di molti altri prestigiosi  gioielli sempre in argento.  
<< I particolari ci sono tutti, dalle 8 vetrate policrome che si aprono sul tamburo ottagonale realizzate  con madreperla nera iridescente, alla simulazione delle tegole
ricreate con una copertura di smalto rosso mattone trasparente che lascia intravedere la sottostante incisione ad hoc sull'argento. 
Dai candidi costoloni che convergono  verso il serraglio,  in rilievo sullo smalto delle tegole,  alla lanterna che da lì si innalza e termina con un dorato cabochon di
quarzo citrino a simulare la palla di bronzo dell'originale. Quest'ultima parte è stata necessariamente riadattata altrimenti troppo appuntita. Trattandosi di un gioiello
è stato imprescindibile anche aumentare leggermente la superficie  tegolata verso il basso riducendo così la fascia incompiuta e grezza del tamburo originale per
poi aggraziarla con un giro di 40 marcassiti griffate a mano >>.
L'anello, col prevedibile nome di "Cupolone", sarà in vendita a breve in tutti i negozi convenzionati e, per le zone scoperte, fin da subito direttamente sulla pagina
Facebook dell'azienda   www.facebook.com/parrinimarcello   al prezzo suggerito di 520 euro.
                                                                   

#anello  #argento  #cupola  #Firenze  #Brunelleschi  #Parrini

Per contatti sig. Parrini tel. 800.010086/3396590690

giovedì 16 giugno 2016

MARIE AND THE SUN: “VELENO” È IL NUOVO SINGOLO SCRITTO IN COLLABORAZIONE CON ZIBBA

 
Il concetto di attrazione affrontato nelle sue dinamiche di forza magnetica incessante e totalizzante.
 
 
"Veleno" è un brano che racconta come l'attrazione per qualcuno o per qualcosa possa essere forte fino a diventare tossica, ma, non per questo, si affievolisce. Il testo del brano, ispirato a un'esperienza vissuta nella città di Londra, è stato scritto insieme al cantautore Zibba.
 
 
"Marie and the Sun" è un duo nu soul che mescola atmosfere black e elettroniche. La loro musica si ispira da un lato a grandi artisti soul come Stevie Wonder, Erykah Badu, Amy Winehouse e dall'altro a sonorità elettroniche della scena internazionale come James Blake e Flying Lotus. 
Il loro primo lavoro in studio, un EP di sei brani in italiano, è stato arrangiato e prodotto insieme al beatmaker torinese Natty Dub dei Funk Shui Project, e coniuga sonorità contemporanee a testi in italiano con un stile essenziale.
Il progetto sarà in parte prodotto grazie a una campagna di crowdfunding che sarà online dal 20 giugno al 10 luglio sulla piattaforma Eppela tramite cui sarà possibile sostenere il progetto pre-acquistando l’album in copia fisica o digitale, un pezzo di merchandise della band, o prenotando un esclusivo private show del duo.
 
 
BIO
Marie and the Sun è un duo che nasce nell’autunno del 2011 quando Giulia Magnani e Francesco Drovandi si incontrano in una sala prove di La Spezia e registrano una cover di “Walk on the Wild Side” di Lou Reed. Da qui in poi i due cominciano a reinterpretare brani Soul, Jazz e della tradizione black.
Dal 2012 il duo comincia a comporre brani inediti in italiano e in inglese; nello stesso anno ha inizio anche la loro attività ‘live’ che li vede portare il proprio repertorio a festival e concorsi a livello nazionale.
Partecipano al Tour Music Fest e alla finale al Piper Club di Roma vincono il premio Discografia. Grazie a questo premio arrivano a suonare a un festival partner presso l’IndigO2, all’O2 di Londra.
Nel 2013 partecipano a Emergenza Festival arrivando a suonare alla finale all’Hiroshima Mon Amour di Torino. Al concorso ‘sottoilcielodifred’, dedicato a Fred Buscaglione, vincono il premio Postumi di Fred.
Nel 2014 suonano a diversi festival nazionali quali l’Acmé Festival, il Reload Sound Festival e il Reset Festival.
Nel 2015 il duo intensifica la propria attività ‘live’, che porta i due a suonare in molte regioni d’Italia, sia in locali che in importanti manifestazioni (Collisioni, Aria di Friuli Venezia Giulia, Citabiunda Fest, IScream Festival) e ad aprire i concerti di artisti quali Zibba, Alex Britti, Musica Nuda, Erica Mou, The Niro.
Nell’estate del 2015 partecipano al concorso di Radio Deejay DEEJAY ON STAGE, arrivando alle semifinali ed esibendosi sul palco di Riccione. Marie and the Sun hanno portato la loro musica anche alla Fashion Week di Parigi nella primavera e nell’autunno del 2015, avendo incuriosito una stilista italiana che li ha scelti per le sue presentazioni.
Ad ottobre il duo presenta un brano, scritto a quattro mani insieme a Zibba, per il concorso Area Sanremo, arrivando fino alla finale e aggiudicandosi la partecipazione al master AKAMU ad Asti. Parallelamente all’attività live, il duo sta lavorando in studio alla realizzazione di un primo EP di prossima uscita.
 
 
CONTATTI E SOCIAL

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota