Cerca nel blog

giovedì 16 settembre 2021

Natale 2021: presepe peruviano in scala reale esposto a Città del Vaticano

Natale in Vaticano: il presepe peruviano che

mostrerà la ricchezza culturale del paese sudamericano

A partire dal 15 dicembre e per tutte le festività di Natale 2021,

l'artigianato e l'arte peruviani saranno le protagoniste in Piazza San Pietro

Il tradizionale presepe della comunità della regione Huancavelica di Chopcca, situata nel sud del Perù, sarà esposto in Piazza San Pietro a Città del Vaticano durante le prossime festività natalizie. A partire dal 15 dicembre, per 45 giorni, i devoti e i turisti di tutto il mondo assisteranno a questa rappresentazione senza precedenti che metterà il Perù in prima linea tra i fedeli.

Si tratta di una replica in scala reale del tipico presepe huancavelicano di Chopcca, composto da più di 30 pezzi meticolosamente realizzati da cinque artigiani esperti in iconografia huancavelicana, che diventerà l'attrazione centrale nel luogo simbolo della Chiesa Cattolica.

Il Presepe di Chopcca

Tutti i personaggi come la Vergine Maria, San Giuseppe, i Re Magi, lo stesso Gesù Bambino e i pastori, saranno fatti di maguey, modellati in gesso e ricoperti di tessuto, e decorati con gli abiti tipici della comunità Chopcca di Huancavelica. Nella rappresentazione saranno inclusi animali tipici della regione di Huancavelica, come lama, condor, alpaca, vigogne, pecore, viscacce, fenicotteri, oche andine, e sarà ricreato uno spaccato della natura e dell'architettura di Huancavelica, utilizzando materiali come la pietra cancanlla e l'ichu, elementi caratteristici della zona.

È stato lo stesso Stato Vaticano a scegliere di esporre in Piazza San Pietro il presepe della comunità di Chopcca come simbolo della cristianità per il Natale 2021, l'anno del Bicentenario dell'Indipendenza del Perù.

Questa iniziativa è realizzata grazie al lavoro coordinato e trasversale tra il Governo Regionale di Huancavelica, l'Ambasciata del Perù in Italia, l'Ambasciata del Perù presso la Santa Sede, il Ministero della Cultura, il Ministero degli Affari Esteri, il Ministero del Commercio Estero e del Turismo e PROMPERÚ.

Attraverso questa iniziativa, il Perù porta un messaggio di speranza e di unità in un contesto di crisi globale, con la speranza che presto ci siano le condizioni necessarie per tornare a viaggiare ed esplorare la ricchezza culturale, naturale e gastronomica che il Perù ha da offrire ai viaggiatori di tutto il mondo.

Sulla Comunità di Chopcca

È una comunità alto-andina di lingua quechua, composta da 16 centri abitati. Si trova nella regione di Huancavelica, a nord-ovest di Lima, tra 3.680 e 4.500 metri sul livello del mare e il 75% del suo paesaggio è costituito dalla Cordigliera delle Ande, con un paesaggio caratterizzato da colline, cime e pendii.

I Chopcca sono identificati da un insieme di tradizioni culturali contadine e da un intenso senso di appartenenza. Le loro tradizioni includono il lavoro agricolo e l'allevamento, l'artigianato tessile e l'abbigliamento, la musica e la narrazione orale. Nel 2014, la comunità Chopcca è stata dichiarata Patrimonio Culturale del Perù per la sua unicità, rappresentatività e importanza nella cultura andina.

Per visualizzare il video 3D della natività di Chopcca che verrà mostrato in Piazza San Pietro (Vaticano): https://www.facebook.com/watch/?v=144487130566633

Foto © Karina Mendoza/PROMPERÚ

 

 

mercoledì 15 settembre 2021

Hack the language: {ai - Un hackathon su intelligenza artificiale e linguaggio naturale all’Opificio Golinelli

Sabato 23 e domenica 24 ottobre Opificio Golinelli ospiterà Hack the language: {AI, un hackathon in cui studenti, ricercatori, professionisti e appassionati di tecnologia si sfideranno nell'ideazione e prototipazione di nuove applicazioni, sfruttando le potenzialità dell'intelligenza artificiale applicata alla comprensione del linguaggio (natural language understanding - NLU) di expert.ai. 

L'intelligenza artificiale è in grado di recepire, in modo sempre più preciso, il linguaggio d'uso quotidiano, ma i campi di impiego e le potenzialità di queste tecnologie sono ancora in larga parte da esplorare. È a questa nuova frontiera che guardano Fondazione Golinelli ed expert.ai proponendo Hack the language: {AI. Obiettivo:  stimolare creatività, innovazione e idee applicative originali basate sulla capacità di capire e processare il linguaggio, facilitando l'accesso a un'informazione di qualità col supporto dell'intelligenza artificiale di expert.ai, che simula i processi di comprensione umana per migliorare la ricerca di informazioni, semplificare la categorizzazione e l'estrazione di dati e relazioni tra concetti, analizzare sentiment ed emozioni e restituire così conoscenze pratiche e subito utilizzabili. 

«Abbiamo accolto con entusiasmo e convinzione questa sfida. - ha dichiarato Eugenia Ferrara, Vice Direttore di Fondazione Golinelli. - L'incontro di talenti generato dagli hackathon, in una dimensione che è al contempo competitiva e cooperativa, porta alla creazione di idee innovative e fuori dagli schemi. Con le nostre attività di formazione e divulgazione in ambito STEAM puntiamo da sempre a stimolare la creatività di persone di ogni età. Gli hackathon incarnano questo spirito a pieno.  Studiare l'intelligenza artificiale è oggi fondamentale, e lo sarà sempre più in futuro, per comprendere cosa accade nella nostra quotidianità digitale e può aiutarci ad utilizzare le tecnologie in uso e quelle che verranno in maniera virtuosa, proattiva, inclusiva. Ci auspichiamo che i progetti che nasceranno da questa maratona creativa abbiano queste caratteristiche.»

«La capacità di leggere e comprendere automaticamente il linguaggio è una delle sfide più affascinanti dell'intelligenza artificiale – ha dichiarato Luca Scagliarini, Chief Product Officer di expert.ai – su cui stanno convergendo interessi di business e mercato del lavoro. La collaborazione con la Fondazione Golinelli è un tassello importante per continuare a stimolare l'ecosistema dell'innovazione e la democratizzazione di tecnologie intelligenti sempre più evolute, rendendone l'implementazione più semplice, veloce e pervasiva. Siamo pertanto molto soddisfatti di mettere a disposizione di tutti i talenti della Fondazione, studenti, programmatori, sviluppatori e data scientist le nostre tecnologie e i nostri tool per ideare o aumentare app basate sul natural language understanding».

L'hackathon avrà una durata di due giorni, sabato 23 e domenica 24 ottobre, dalle 9.30 alle 18.00. L'evento si aprirà con la presentazione della tecnologia da parte degli sviluppatori di expert.ai e proseguirà con workshop, sessioni di mentorship e supporto costante da parte di tutor e facilitatori. I team vincitori avranno la possibilità di continuare a essere affiancati, anche in seguito, da esperti di expert.ai, che condivideranno con loro il proprio sapere. In premio anche l'accesso aperto e gratuito alle API (Interfaccia di programmazione delle applicazioni) e li coinvolgeranno in programmi di internship in azienda.

Per maggiori informazioni e iscrizioni è possibile consultare la pagina ufficiale dell'evento:

https://www.fondazionegolinelli.it/it/events/264


Perché un soppalco in ferro?

Il soppalco in ferro è la soluzione giusta quando è necessario creare rapidamente nuove superfici da destinare ad aree produttive/espositive, magazzini, uffici, ripostiglio e altro.

Scopri i vantaggi del soppalco in ferro
Uno dei principali vantaggi del soppalco in ferro è sicuramente la sua leggerezza. Il suo peso medio è di circa 1/5 di una struttura in muratura. Questa struttura di metallo, inoltre, può essere montata facilmente e in tempi piuttosto ridotti perché fanno parte della famiglia dei cosiddetti "prefabbricati": vengono pertanto realizzati in azienda per poi essere montati in loco.

Soppalco in ferro: a chi rivolgersi?
Se si ha dimestichezza con il fai-da-te, sul web sono disponibili tante guide che possono essere d'aiuto. Ma se si desidera realizzare un lavoro a regola d'arte, sicuramente è bene affidarsi ad Adriatica Chiusure. Rivolgendosi ad Adriatica Chiusure si avrà il massimo della garanzia di qualità, sicurezza e rispetto delle normative vigenti.

Soppalco in ferro: quando si può realizzare?
Un soppalco amplia i volumi esistenti pertanto bisogna fare riferimento al regolamento del proprio Comune di residenza ma è sempre soggetto ad un Permesso di Costruire, con conseguente realizzazione del progetto, deposito al Genio Civile e collaudo strutturale per la verifica di conformità. Inoltre bisogna eseguire la variazione al Catasto.
L'altezza minima del soppalco rispetto al pavimento e al soffitto deve essere compresa fra 210-220 cm. Quindi l'altezza del locale deve essere almeno di 440-450 cm.
Si possono costruire soppalchi in altezze minori, ma essi non sono più abitabili ma possono essere utilizzati come ripostigli, magazzini o quant'altro.
Attenzione alla superficie, che non può superare un terzo della superficie complessiva. Deve esserci inoltre un lato completamente aperto.
Se l'altezza è superiore a 220 cm, il soppalco può interessare fino al 50% del locale.
Attenzione anche al rapporto aero illuminante, che indica che la superficie del soppalco con finestre non può essere inferiore a un ottavo della superficie complessiva. Solo così si può assicurare il corretto apporto di luce e di aria e quindi rendere l'ambiente salubre e confortevole.

Quali servizi offre Adriatica Chiusure:
  • Sopralluogo
  • Preventivo
  • Rilievo definitivo
  • Calcoli strutturali
  • Progetto esecutivo
  • Realizzazione carpenteria
  • Montaggio in loco

Qualità certificata di Adriatica Chiusure
Tutti i nostri soppalchi sono strutture antisismiche, capaci di resistere agli urti e al fuoco. La scelta dell'acciaio come materiale costruttivo per la struttura consente di ottenere un soppalco autoportante, forte, solido e robusto.
Adriatica Chiusure dispone delle seguenti certificazioni:
  • Marcatura CE delle strutture metalliche secondo EN 1090-1
  • Saldatura certificata secondo UNI EN 3834:2006
  • Sistema di gestione della qualità secondo UNI EN 9001-2015

Il nostro personale specializzato mette a disposizione la propria esperienza nel settore, offrendo ai clienti qualità e assistenza in materia di norme di sicurezza e agibilità.
Per ricevere un preventivo gratuito: https://www.adriaticachiusure.it/configurator-soppalchi/


lunedì 13 settembre 2021

Fantacalcio con Blockchain: LaLiga entra in Sorare e lancia i suoi NFT

Anche Luis Suarez e Karim Benzema insieme a quasi altri 1000 giocatori internazionali entrano nel mondo del fantacalcio con blockchain. Annunciato oggi l'ingresso della prima e seconda divisione della Liga, una delle più grandi leghe calcistiche del mondo, su Sorare, la piattaforma che permette di collezionare figurine e giocare online con i calciatori più famosi del mondo grazie alla tecnologia blockchain e agli NFT.

 

La partnership è un nuovo passo avanti per Sorare, che per la prima volta stringe un accordo con una delle più grandi leghe calcistiche del mondo che porta in dote alla piattaforma club di primo piano come Real Madrid, FC Barcelona e Atlético Madrid. Oggi la startup francese che conta solo in Italia 5000 giocatori attivi al mese sulla sua piattaforma, 90.000 in 160 paesi del mondo, possiede 180 club di calcio sotto licenza, compresi club globali come Liverpool FC, FC Bayern Monaco, Paris Saint-Germain FC, e Juventus FC. Sorare così sta consolidando la sua posizione come player di riferimento nel nascente spazio sportivo NFT e ha piani ambiziosi per il futuro, fra i suoi programmi quello di diventare partner di tutte le 20 maggiori leghe del mondo entro la fine del 2022

 

La collaborazione con Sorare rappresenta per LaLiga, che comprende LaLiga Santander (prima divisione) e LaLiga Smartbank (seconda divisione), un segnale importante: per la prima volta la lega calcistica si muove nello spazio degli NFT, aprendosi ad un nuovo modo di intendere il gioco del calcio online. Un business che sta rapidamente prendendo piede fra appassionati di tutto il mondo - l'Italia è seconda per tempo di permanenza in piattaforma  - e  che solo quest'anno ha prodotto su Sorare un giro d'affari di oltre 130 milioni di dollari per la vendita di carte attraverso la tecnologia blockchain. 

 

Le carte di Sorare sono NFT, il che significa che ogni carta è unica e la sua proprietà può essere verificata immediatamente tramite la blockchain. La combinazione della tecnologia NFT di Sorare con l'antica passione del collezionismo di figurine  è la più grande novità next-gen del calcio contemporaneo. Attraverso la raccolta, il possesso e il commercio di oggetti digitali da collezione in edizione limitata, Sorare ha creato un'esperienza di gioco unica dove gli utenti possono gestire in autonomia il loro gioco, costruire connessioni nel mondo reale sempre proteggendo e controllando i loro beni in uno spazio sicuro. Finanziatori della startup anche leggende del calcio come Gerard Piqué, Antoine Griezmann e Rio Ferdinand

 

Grazie a questa partnership, i fan della Liga, i collezionisti e gli appassionati del fantacalcio potranno per la prima volta scambiare e giocare liberamente con le carte digitali dei giocatori della Liga, come Antoine Griezmann dell'Atlético de Madrid, Vinícius del Real Madrid e Pedri del FC Barcelona. La missione di Sorare è di costruire "il gioco nel gioco" e di rendere disponibile ai fan la piattaforma per celebrare, condividere e possedere la loro passione calcistica. L'esperienza di gioco di nuova generazione di Sorare aiuterà LaLiga e i suoi club ad espandere il loro marchio internazionale, raggiungendo un nuovo pubblico, compresi i cripto-entusiasti, nuovi mercati come gli Stati Uniti e l'Asia, dove Sorare è in forte crescita, e i fanta-giocatori in tutto il mondo. La partnership, inoltre, apre un nuovo flusso di entrate per LaLiga e i suoi club, creando una categoria di licenze completamente nuova: gli NFT.

 

Javier Tebas, presidente de LaLiga, ha commentato: 

 

"Siamo sempre alla ricerca di mezzi innovativi per offrire ai nostri fan esperienze nuove ed emozionanti e per ampliare il fascino del più grande campionato del mondo. Questa partnership con Sorare fa esattamente questo: ci permette di raggiungere un nuovo pubblico a livello globale e dà ai fan esistenti ulteriori modi per essere coinvolti con i giocatori e i club che amano.

Sorare è attualmente il più eccitante progetto sportivo di NFT e siamo entusiasti di lavorare insieme per plasmare il futuro del fandom calcistico".

 

Nicolas Julia, CEO e co-fondatore di Sorare ha commentato:

 

"Gli NFT sono il futuro del fandom sportivo globale perché permettono ai fan di riunirsi e di sentirsi parte integrante degli sport che amano. Questa partnership non è solo un segno della crescente leadership di Sorare nello spazio sportivo NFT, è un importante segnale di intenti da parte del mondo sportivo che vede la capacità unica di Sorare di collegare i fan con lo sport attraverso gli NFT. LaLiga è uno dei migliori campionati del mondo, con alcuni dei club e dei calciatori più emozionanti del pianeta. Siamo molto orgogliosi che siano diventati la nostra prima partnership in assoluto per le leghe calcistiche e non vediamo l'ora di lavorare insieme nei prossimi anni".




Avast logo

Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
www.avast.com


Vtex nominata Visionaria da Gartner nel Magic Quadrant for Digital Commerce 2021

Vtex, la piattaforma di digital commerce a supporto di brand e retailer, è stata riconosciuta da Gartner come Visionaria nel report Magic Quadrant for Digital Commerce 2021.

 

In particolare, è il secondo anno consecutivo che Vtex viene così riconosciuta nel Magic Quadrant e tale nomina va ad aggiungere ulteriore valore alla rapida crescita che l’azienda ha vissuto nel corso dell’ultimo anno contrassegnato da tre acquisizioni e da un’ offerta pubblica iniziale (IPO). 

 

Nel dettaglio, Gartner ha nominato Vtex come azienda Visionaria nel suo Magic Quadrant dedicato ai provider di soluzioni di commercio digitale, report che è stato pubblicato lo scorso 31 Agosto.

 

Gartner definisce “la piattaforma di commercio digitale come la tecnologia di base che permette ai clienti di acquistare beni e servizi attraverso un’esperienza interattiva e self-service. La piattaforma fornisce le informazioni necessarie ai clienti per prendere decisioni d’acquisto e utilizza regole e dati per presentare ordini prezzati in fase di....

 

Continua:

https://www.technoretail.it/news2/item/4613-vtex-nominata-visionaria-da-gartner-nel-magic-quadrant-for-digital-commerce-2021.html

 




Avast logo

Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
www.avast.com


Trova il tuo angolo di paradiso privato ai Caraibi

Calette appartate, spiagge nascoste e pittoreschi ritiri in mezzo alla natura: svelati i migliori angoli di Aruba per ritrovare sé stessi

 

Settembre 2021 – L’Isola di Aruba viene solitamente scelta per le sue spiagge pluripremiate, per il suo clima ideale tutto l’anno e per la variegata offerta di attività, che permette di vivere una vacanza rilassante ma anche ricca di esperienze e cose da fare. Tuttavia, dopo un periodo così complicato per tutti, molti viaggiatori sono soprattutto alla ricerca di una connessione più profonda con la natura e con sé stessi e di luoghi che possano aiutarli a ritrovare un senso di pace e armonia. Vi sveliamo alcuni luoghi tra i più tranquilli che potrete trovare ad Aruba, gemme nascoste per scovare il vostro angolo di paradiso in un’isola che è essa stessa un paradiso.

Tres Trapi, 3 scalini verso il mare

Situata lungo le scogliere calcaree che circondano la costa nord-occidentale nell’area di Malmok appena a sud di Boca Catalina, Tres Trapi è caratterizzata da una serie di gradini scavati nelle rocce che portano ad una piccola baia sabbiosa. È uno dei luoghi migliori per fare yoga o meditare, ma anche semplicemente per rilassarsi sulla scogliera calcarea, con il sottofondo ipnotizzante delle onde che si infrangono sulla riva rocciosa. Scendete nella baia per immergervi nelle acque cristalline e non dimenticate pinne e boccaglio per ammirare la vita sottomarina a due passi dalla spiaggia.

Il Labirinto della Pace, da Parigi ad Aruba

Costruito tra il 1194 e il 1220, il labirinto originale si trova nella Cattedrale di Chartres vicino a Parigi, in Francia, ed è stato replicato in tutto il mondo con l'obiettivo di portare pace e serenità a chi lo attraversa. Il Labirinto della Pace di Aruba è stato creato nel 2005, e nel corso degli anni, migliaia di persone hanno percorso i suoi tracciati godendo della calma e serenità che trasmette, grazie soprattutto al contesto naturare unico in cui è situato. Arroccato in cima a una collina a pochi passi dalla storica Cappella Alto Vista con vista sui dolci rilievi circostanti e sul mare, questo luogo vi trasporterà lontano e vi aiuterà a rilassare mente e corpo.

Una piscina privata lungo la Costa Nord

La "nuova" piscina naturale, situata vicino alle rovine dalle miniere d’oro Bushiribana, è stata creata molti anni fa dagli sforzi congiunti delle onde e dei forti venti. Non si tratta quindi di qualcosa di veramente “nuovo”, ma che è stata scoperta solo di recente, al contrario della ben più famosa Piscina Naturale situata all’interno del Parco Nazionale Arikok. Questa gemma nascosta, raggiungibile tramite una scaletta, è completamente occultata alla vista, tanto che non la si nota fino a quando non ci si trova proprio sul bordo della scogliera calcarea. Una volta scesi, una splendida piscina di acqua turchese, poco profonda e protetta dalle onde, si aprirà davanti ai vostri occhi. E dopo aver fatto una piacevole nuotata, troverete molte rocce lisce su cui rilassarvi e godervi l'ambiente unico che vi circonda.

Wariruri e il suo ponte naturale

Questa spiaggia si trova sulla strada che dalla Cappella Alto Vista si dirige verso il mare. Qui, le stesse forze della natura che hanno creato la baia hanno anche scolpito un ponte naturale. Wariruri, consigliata soprattutto nei giorni feriali quando è davvero possibile che troviate la spiaggia tutta per voi, è un luogo molto popolare tra i surfisti locali e spesso si possono ammirare pescatori locali mentre pescano dalle basse scogliere che fiancheggiano entrambi i lati della spiaggia.

Un faro alternativo: il Colorado Point Lighthouse

Spesso dimenticato per via della popolarità e dell'imponenza del Faro California, il Faro di Colorado Point si trova all'estremità opposta dell'isola, sulla punta sud-est. Anche se non ha la struttura tipica di un faro - è una costruzione metallica con una luce in gabbia – il punto panoramico di Colorado Point offre una splendida e suggestiva vista sul mare e sull'isola.  Nei dintorni troverete alcuni sentieri da esplorare lungo le scogliere che regalano angoli per rilassarsi e ammirare la magnificenza del mare.

220 specie di uccelli locali e migratori al Bubali Bird Sanctuary

Non c'è bisogno di essere un appassionato di birdwatching per godersi i dintorni rigogliosi e rilassanti del Bubali Plas Bird Sanctuary. Aruba è la patria di più di 220 specie locali e migratorie e con questo santuario, situato nella zona di Palm Beach, offre agli uccelli una fonte di cibo sicura, nonché aree di riproduzione e nidificazione. Sedetevi, rilassatevi e lasciate che i suoni della natura di Aruba vi trasmettano calma e serenità.

La selvaggia Boca Grandi

Boca Grandi* si trova nella parte meridionale dell'isola. Questa spiaggia, caratterizzata da morbide dune di sabbia contornate dalla cosiddetta “uva di mare”, si affaccia su un punto di mare che i venti costanti rendono perfetto per i kitesurfer più esperti, che la raggiungono soprattutto nei fine settimana. Durante la settimana invece la spiaggia è quasi sempre deserta, permettendovi di godere di un po' di tranquillità immersi nella natura più selvaggia. *L'acqua di Boca Grandi è abbastanza agitata da richiedere buone capacità di nuoto

 

 

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota