Cerca nel blog

sabato 9 marzo 2019

Simone Iodice presenterà a Firenze la nuova Severe Gusts Italy firmata da Lello Arena!!!

Sportello Sindacale CUB Educatori Sociali - Provincia Monza Brianza

Sportello sindacale gratuito CUB dedicato agli Educatori Sociali, ausiliari, etc. - Cooperative Sociali
Martedì 12 marzo 2019 ore 17.30/19
(a seguire la sportello si terrà il 2° Martedì di ogni mese)
presso la sede CUB - via Piave 7 Monza
039/832267 e-mail: cub.monza@tiscali.it

Si informano le lavoratrici ed i lavoratori del settore delle cooperative sociali (educatori sociali, ausiliarie, etc.) che il sindacato CUB di Monza e Brianza apre il servizio gratuito “Sportello Sindacale Educatori Sociali”.
Il servizio, che si rivolge a tutte le lavoratrici e lavoratori (tesserati e NON tesserati) vuole essere un momento d’incontro con i lavoratori del settore per discutere delle problematiche individuali e/o collettive che si vivono sul luogo di lavoro e che richiedono un intervento risolutivo, esempio: applicazione degli istituti contrattuali, procedimenti disciplinari, mancati pagamenti, riconoscimento mansioni, vertenze sindacali, organizzazione di lotte rivendicative, intervento legale, etc.

 


Mail priva di virus. www.avast.com

venerdì 8 marzo 2019

FINANZIATI VARI INTERVENTI FORMATIVI PER GLI STUDENTI MADONITI GRAZIE AL COORDINAMENTO DEL GAL E DELL’UNIONE DELLE MADONIE

Legalità, corretti stili di vita e parità di genere tra le tematiche che saranno sviluppate per ampliare i percorsi formativi degli alunni e creare occasioni di crescita personale e civile.


Castellana Sicula, 8 marzo 2019 – Finanziati vari interventi formativi nelle scuole delle Madonie grazie allo stimolo e alla collaborazione con il GAL Madonie.

Varie le tematiche che saranno sviluppate con l'obiettivo di orientare i giovani ad una cultura che favorisca lo sviluppo della legalità, della parità di genere e dei corretti stili di vita, nonché il rispetto dell'ambiente ed il superamento di ogni forma di illegalità, discriminazione e violenza.

Le scuole di ogni ordine e grado che hanno avuto finanziati i progetti sono quelle di Caltavuturo, Castelbuono-Isnello, Gangi, Petralia Soprana, Petralia Sottana, San Mauro Castelverde-Pollina

Il GAL Madonie si era fatto promotore, assieme all'Unione dei Comuni delle Madonie, dell'opportunità data dal bando del dipartimento regionale dell'istruzione e della formazione professionale, redatto ai sensi della Circolare n. 15 del 20 giugno 2018, che proponeva interventi specifici in favore delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado della Sicilia.

Enza Pisa vice presidente del GAL e Daniela Fiandaca assessore alla Pubblica Istruzione dell'Unione delle Madonie hanno sensibilizzato e coinvolto i dirigenti scolastici che si sono adoperati per la presentazione dei progetti sulle tematiche dettate dalla circolare regionale.

I progetti presentati affrontano le seguenti tematiche: "Corretti stili di vita ed educazione ambientale" (in partenariato con l'Istituto per la valorizzazione della dieta mediterranea I.DI.MED); "Pari opportunità / violenza di genere" (in partenariato con la Croce Rossa Italiana); "Percorsi di legalità, lotta alla mafia e alla criminalità organizzata" (in partenariato con l'Associazione culturale ISONOMIA).

L'esito positivo della valutazione da parte dell'Assessorato regionale dell'Istruzione ha dato il via libera all'attuazione dei progetti che a breve inizieranno nelle scuole interessate e dovranno concludersi entro l'anno scolastico in corso. Le iniziative prevedono la partecipazione attiva degli studenti, delle famiglie e dei docenti in attività di tipo laboratoriali.

 "Il primo successo, ha detto il Presidente del Gal Santo Inguaggiato, è rappresentato dal finanziamento dei progetti presentati, frutto del coinvolgimento dell'intero territorio, delle scuole e delle istituzioni locali.  A ciò va aggiunto che ci sono tutti i presupposti per centrare l'obiettivo: la crescita degli studenti e di tutta la comunità attraverso il rafforzamento di elementi formativi di alto valore civile, sociale e ambientale. Un'opportunità in più per i nostri giovani che potranno affrontare con maggiore consapevolezza le sfide della vita e la costruzione di una società inclusiva e basata sul rispetto delle norme e degli altri."

Nei prossimi giorni si svolgeranno incontri con i dirigenti scolastici per programmare l'avvio dei progetti.


Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.

8 marzo 2019 - conclusa la Mostra di Arti Visive PARMENIDE IL FILOSOFO DELL'ESSERE

Oggi si conclude la Mostra dedicata al Premio Internazionale Parmenide il Filosofo dell'Essere Artista Luce nel   Mondo, Ambasciatore di Cultura Sapienza e Luce nel Mondo, percorso ricco di significati e simbolismi.

Ogni mostra d'arte richiede molto lavoro e molto altro ancora ogni opera.

L'Artista si adopera e lavora più di ogni altro riempiendo ogni spazio del suo prezioso  tempo nell'intento di comunicare con gli altri, con i suoi mezzi e le sue armi.

Dare la possibilità all'Artista di essere visto, compreso o dargli la possibilità di mettersi in discussione e crescere è indice di amore, quell'Amore che oggi stenta ad essere riconosciuto o trovato.

Auguriamo agli Artisti e oggi 8 marzo 2019, alle donne tutte e dedicate alle Arti, un ottimo prosieguo nel cammino scelto e manifesto. 

SFEROè Associazione Socio Artistico Culturale rivolge un GRAZIE sentito in questa occasione ai Premiati:  Daimàna, Maddalena Bobbone, Mòe, Rada Koleva - Genova

www.sferoe.com

https://www.google.com/maps/place/Galleria+SFERO%C3%A8+eggregore+Arte/@38.1174142,13.3573927,15z/data=!4m5!3m4!1s0x0:0xb10e597c9ba51d29!8m2!3d38.1174142!4d13.3573927


https://www.facebook.com/lidiabobboneteoretaepragmatico/


https://www.facebook.com/sferoe.arte.cultura.sociale/

www.sferoe.com/eventi

www.sferoe.com/news

www.lidiabobbone.com

www.giuseppelocascio.it

PAOLO BATTAGLIA LA TERRA BORGESE

PALERMO | Razzismo finanziario: Paolo Battaglia La Terra Borgese sposa le tele della pittrice Solveig Cogliani

 

Paolo Battaglia La Terra Borgese contro il razzismo finanziario dichiara "il razzismo è unicamente finanziario". E così il 9 Marzo alle 18 il critico d'arte si recherà alla storica galleria palermitana Spazio Contemporaneo Agorà per presentare al pubblico la mostra della pittrice romana Solveig Cogliani. 'Le cicogne sono immortali', con la voce narrante di Antonio Buttazzo è l'evento frutto della collaborazione tra l'Università Pegaso e la Galleria Agorà, l'Associazione Antonio e Lidia Bellomo, la Cosessantuno Artecontemporanea e Inquadrart, istituzioni che uniscono le accezioni del presente tutte per monitorare i linguaggi più sperimentali e innovativi dell'arte e della cultura contemporanea. Battaglia La Terra Borgese bulina con queste parole l'opera pittorica di Solveig Cogliani:

"C'è in Solveig Cogliani, e perfino nel suo aspetto, qualcosa che trascende il tempo e che è in armonia con la straordinaria storia della sua pittura sublime. Un albo di tele a commento d'una storia della migrazione umana pare non abbia qui bisogno di interpretazione: un grande viaggio dove ciò che si può discutere non è la sua fondamentale necessità, bensì la scelta delle opere esposte e la nitida sciarada nell'efficacia pittorica. Quanto alla scelta delle opere, essa presta fatalmente il fianco alla critica, perché l'autrice si trova nella condizione di chi, nella dovizia più abbagliante, immune da ogni rappresentazione crudele, è tenuto alla frugalità più spartana. Nondimeno l'Artista si è procurata di rispettare l'imperiosa graduatoria imposta alle intrecciate esigenze dei valori storici e stilistici e di quelli individuali, sociali e psicologici. Solveig Cogliani si è chiamata a figurare, in quest'antologia iconografica, con qualcuna delle sue opere più vitali e caratteristiche, la migrazione come ideale mito di cittadinanza terrestre. Per ottenere nitido il pensiero ed efficacia nelle colorazioni, la Pittrice non ha risparmiato né tempo né sacrifici. Gli accuratissimi impasti guardano al sogno e allo spazio. E parlano, sembrano la voce di Cogliani che dichiara: io non voglio che un mio lavoro rassomigli ad altra cosa che a se stesso. E in effetti i sicuri rapporti nell'armonia dei colori richieggono  grande esperienza, e qui la pittura risulta vigorosa e brillante su, e intorno, ogni profilo. Si forma alla superfice una specie di cristallizzazione che annienta il tempo della colpevole storia, e fissa la Bellezza, con quelle vaghe e morbide tinte sotto, che acquistano molta opacità e trasparenza per consentire spazio solo al sogno del giusto. È strabiliante la magia del colore bianco sui dipinti: ferma il disegno, dona la scena, detta la luce e immagina le forme. Ogni oggetto e anche ciascuna delle sue parti hanno un colore proprio. Assolutamente delicate sono le sfumature espresse che si specchiano coi colori propri delle cose e producono eccellenti la luce riflessa, senza il ricorso a magisteri chimici. Oltre a ciò il colore proprio di ciascun oggetto s'indebolisce e si modifica in ragione della lontananza, per effetto dell'aria frapposta, producendo un colore locale. Color proprio, dunque, quello di ciascun oggetto; riflesso quello che risulta dalla loro vicinanza; locale, invece, quello che risulta dalla loro distanza. Opponendosi sia al realismo che all'astrazione pura, Solveig Cogliani inneggia così all'arte come intuizione, non sottomette lo spettatore all'argomento figurativo, bensì lo situa affinché tragga da sé, con la sua immaginazione e le eccitazioni ricevute, a certa stregua quota dello spazialismo di Lucio Fontana. Questi quadri incantano, fanno assorbire la ricchezza del linguaggio di un pensiero sincero e coraggioso, oltre il razzismo finanziario."

 

Solveig Cogliani, nasce a Roma il 10 aprile 1967. Si forma con studi classici e giuridici, laureandosi nel 1989 presso la Sapienza. Il suo percorso è segnato dall'incontro con numerosi artisti M. Bentivoglio, E. Calabria, A. Ilacqua, E. Masci, S. Oliva, R. Savinio e L. Tardia. Dopo una fase di sperimentazione, si laurea in pittura alla RUFA di Roma, con il prof. A. Romoli. Sensibile alle tematiche sociali e culturali, dal 2004 partecipa a varie mostre collettive in Italia e all'estero (Inghilterra, Svizzera, Turchia, Cina). Dal 2006 torna frequentemente in Sicilia, per lavorare la ceramica e con performaces, tra le quali, per la Fondazione Orestiadi - Gibellina con gli Esos Theatre.  In Italia collabora con molte gallerie. Con la Michelangelo organizza numerose esposizioni (Nei colori di Roma, presentata da D. Maestosi; Diarius, al Maschio Angioino di Napoli, a cura di F. Gallo Mazzeo; a Castel dell'Ovo). Presenta, nel 2010, l'opera Pop Star al Vittoriano di Roma, dove torna, nel 2015 con "la Grande Guerra" a cura di C. Strinati.  Inaugura Villa Altieri a Roma con "Sanpietrini e tetti", a cura di L. Beatrice. E' presente in numerosi musei, tra i quali quello della Fondazione Roma Mediterraneo. Partecipa alla Biennale di Venezia del 2011; nel 2014 riceve il Premio Spoleto Festival. Partecipa al progetto Imago Mundi di Benetton, a cura di L. Beatrice. È collaboratore esterno degli Annali della Insigne Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon. Realizza un'opera per Radio Vaticana. Nel 2014, è presente in Artisti di Sicilia, a cura di V. Sgarbi. E' ritratta in A Kind of Woman, Electa Mondadori. Dal 2015 partecipa al Cubo Festival con installazioni di land art. Partecipa a BIAS 2018. A Palermo, con la galleria Cossessantuno porta il progetto  "Le cicogne sono immortali", avviando una collaborazione con Agorà. 


SANITA’, BOOM FECONDAZIONE ETEROLOGA. LE FUTURE MAMME CHIEDONO CHE IL FIGLIO SOMIGLI ANCHE A LORO



SANITA', BOOM FECONDAZIONE ETEROLOGA

LE FUTURE MAMME CHIEDONO CHE IL FIGLIO SOMIGLI ANCHE A LORO


ARRIVA IN ITALIA APP PER LA DONATRICE IDEALE 


L'ESPERTO, NEI CENTRI IL 25% TRATTAMENTI CON OVODONAZIONE


Sempre più donne in Italia ricorrono alla fecondazione assistita eterologa; la richiesta di donazione sembra addirittura triplicata negli ultimi anni tanto da guadagnare il primato tra i Paesi europei. Ma un dubbio assale di frequente la futura mamma: il bebè le assomiglierà? A rincuorare le coppie, e soprattutto le donne, che ricorrono alla donazione di ovociti arriva Ovomatch, la nuova app in grado di rintracciare la donatrice ideale per compatibilità e somiglianza estetica grazie alla tecnologia di riconoscimento facciale.


Le donne accedono all'ovodonazione in caso di infertilità dovuta a menopausa precoce, ridotta riserva ovarica, età riproduttiva avanzata, difetti genetici o familiarità con patologie genetiche. Ma adesso avere un bimbo con l'impianto dell'embrione riserverà meno sorprese. "La nuova app Ovomatch, sviluppata dalla banca di ovociti Ovobank di Marbella, in Spagna, e offerta per la prima volta in Italia dal Centro di riproduzione assistita Altamedica di Roma, permette di selezionare tra le donatrici quella con caratteristiche facciali più simili alla ricevente, migliorando così la somiglianza tra la futura mamma e il suo bambino",  spiega Franco Lisi, responsabile del Centro di riproduzione assistita  Altamedica di Roma.   


"E' una tecnologia che sta riscuotendo molto successo - spiega - Tra le donne che si rivolgono al nostro centro, una su due sceglie di utilizzare la nuova applicazione. Nel prossimo futuro questo software vedrà un'ampia diffusione anche perché ha il vantaggio non indifferente di placare le ansie di tante donne che si avvicinano alla fecondazione eterologa. La app garantisce una somiglianza tra donatrice e ricevente verificata da algoritmo e, considerando che la somiglianza si acquisisce anche con la convivenza, farà sì che i futuri nati somiglieranno ai propri genitori". 


Il medico del centro inserisce i dati anagrafici e fenotipici della paziente e del compagno. E' possibile continuare la ricerca con il matching facciale: la paziente scatta un selfie e il software inizia la ricerca della donatrice. Ovomatch scannerizza più punti della faccia e li compara, grazie a un algoritmo matematico di riconoscimento facciale, con il database Ovobank. L'abbinamento facciale selezionerà quelle che più assomigliano alla paziente. In questo modo, oltre alla compatibilità fenotipica e del gruppo sanguigno, si elabora il best match nel pool di reclutamento anche per somiglianza facciale. Una volta confermata la richiesta andrà a Ovotracker. Il dipartimento di attenzione al centro di collaborazione Ovobank sarà  responsabile della preparazione e dell'invio dell'ordine.


 "Dal 2004 al 2014 le coppie italiane che sceglievano di avere un figlio tramite eterologa erano costrette ad andare all'estero – spiega Claudio Giorlandino, ginecologo e Direttore Generale dell'Italian College of Fetal Maternal Medicine - Poi nel 2014 è  stato abrogato il divieto alla fecondazione eterologa  e negli ultimi   anni la richiesta di fecondazione eterologa con ovodonazione è triplicata. In Italia la richiesta è la più alta in Europa perché siamo il Paese in cui la prima gravidanza viene affrontata più tardi. In ogni Centro di riproduzione assistita il 25% dei trattamenti è di fecondazione eterologa femminile, ma le donatrici italiane sono poche: essendo vietato il rimborso spese è difficile trovare volontarie. Ad oggi, quindi, per l'ovodonazione, i Centri di riproduzione assistita italiani hanno collaborazioni con strutture estere che spediscono gli ovociti in Italia". 



giovedì 7 marzo 2019

MEC: scopri l’universo della colorazione 100% vegetale per capelli.


MEC: colora i tuoi capelli con la Natura

 

Perché studiamo e sperimentiamo da anni colorazioni per capelli ipoallergeniche e prive di sostanze tossiche?

Enzo Binda, fondatore della MEC srl ci racconta: "quando cominciai a scoprire questo differente modo di colorare i capelli, spinto dalla consapevolezza della tossicità delle tinte classiche, mi venivano proposti prodotti "vegetali naturali" ma, leggendo le etichette, tutte le volte scoprivo che la realtà non corrispondeva alle promesse. Solitamente le scritte che troviamo sono praticamente illeggibili ed ingannevoli,  per questo è necessario prestare la massima attenzione all'INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients), la nomenclatura utilizzata a livello internazionale per identificare gli ingredienti presenti in un prodotto cosmetico.

A volte la costanza viene premiata, la mia ricerca è continuata sia in Italia che in Europa e si è concretizzata nella creazione e nella commercializzazione di prodotti che rispondono alle mie aspettative, prodotti 100% vegetali estratti da piante tintoriali, che sicuramente richiedono conoscenza ed attenzione per poter essere utilizzati al meglio, ma i risultati appagano pienamente. Tali polveri adeguatamente calibrate e mescolate hanno portato alla nascita di un'ampia gamma di colori notevolmente performanti e principalmente privi di tossicità ed anallergici.

Il traguardo raggiunto é il poter proporre alla propria clientela colori realmente 100% vegetali che garantiscano una copertura dei capelli bianchi.

Non dimentichiamo che le piante tintorie, nel contempo, contribuiscono a ristrutturare le fibre capillari, sono ottime in presenza di desquamazione o problemi di natura cutanea e forniscono luminosità e volume (oltre ad essere degli evidenti disciplinanti naturali).

Accanto al primario desiderio di preservare la salute dei propri capelli e del proprio organismo, non é di secondaria importanza sottolineare come lo scegliere prodotti atossici significhi limitare la presenza di sostanze nocive nell'aria, nelle falde acquifere, nel mare evitando che passino attraverso i nostri rubinetti.

Scegliere prodotti 100% vegetali significa contribuire al mantenimento di un basso impatto ambientale, rispettare la fertilità del suolo e la biodiversità."

Come possiamo comprendere se il prodotto cosmetico che stiamo per acquistare presenta una composizione rispettosa dell'ambiente e della nostra salute?

La risposta consiste nell'imparare a leggere e decifrare l'INCI.

Nelle etichette cosmetiche sono segnalati tutti i componenti del prodotto. Il primo ingrediente sulla lista è quello con un contenuto maggiore, gli altri, via via, con concentrazioni minori.

Fino ad ora abbiamo sempre pensato che se un ingrediente è consentito dalla legge risulti innocuo.

Purtroppo la realtà è differente.

Ci sono ingredienti autorizzati per legge che potrebbero essere fonti di allergie ed intolleranze come i siliconi, i parabeni e i petrolati contenuti in shampoo, bagnoschiuma, creme per il viso e per il corpo ed altri prodotti che vengono assorbiti dal nostro organismo.

Come possiamo accertare se un ingrediente cosmetico è da considerarsi rispettoso o potenzialmente dannoso per l'ambiente o non particolarmente benefico per la nostra salute?

E' possibile consultare il Biodizionario (http://www.biodizionario.it/), in cui sono stati catalogati oltre 4000 ingredienti cosmetici a seconda del loro livello di accettabilità.

L'interesse da parte della clientela verso questo innovativo sistema di colorazione ci ha spinto ad organizzare mensilmente giornate informative/formative (in questi mesi gratuite) tese ad incuriosire ed a documentare i professionisti del settore, introducendoli all'affascinante mondo delle polveri 100% vegetali, illustrando loro le tecniche di copertura dei capelli bianchi.

Enzo Binda

MEC - Colori Vegetali srl

Comunicato Stampa AiFOS: dentro la formazione, il teatro è realtà

Comunicato Stampa

Formazione: usare il teatro per aumentare la sicurezza

 

Il 26 marzo 2019 un corso a Brescia permetterà di conoscere e sperimentare una metodologia utile ed innovativa per promuovere il comportamento sicuro nei luoghi di lavoro: il teatro.

 

La formazione alla sicurezza per essere efficace nel prevenire infortuni e malattie professionali deve essere in grado di modificare i comportamenti non sicuri e ridurre gli errori e i comportamenti errati che spesso sono alla base degli infortuni che avvengono nei luoghi di lavoro.

 

Servono strumenti formativi nuovi, efficaci nel coinvolgere i lavoratori e nel renderli consapevoli dei rischi e del modo migliore di affrontarli tutelando la propria e l'altrui incolumità.

 

Esistono metodologie formative capaci di incidere profondamente su atteggiamenti e comportamenti?

 

Il teatro e la sicurezza

Per incidere su atteggiamenti e comportamenti che sono legati, anche per quanto concerne la sicurezza, ad una cultura e a valori radicati nel tempo, è dunque necessaria una nuova formazione.

 

Solo una formazione che sia in grado di vincere le difese al cambiamento di idee e abitudini, può aumentare realmente le tutele di lavoratori e lavoratrici nei luoghi di lavoro. E per superare tali difese si può fare riferimento alle potenzialità del metodo teatrale come strumento di consapevolezza, di crescita e di partecipazione.

 

La rappresentazione teatrale riesce, infatti, ad "agganciare" le nuove informazioni in materia di sicurezza e lo fa attraverso l'emozione e la memoria: le informazioni si caricano emotivamente e si collegano a eventi conosciuti trovando nella memoria un terreno cui agganciarsi e collocarsi stabilmente.

 

Dentro la formazione: il teatro è realtà

Partendo dalla constatazione della necessità di nuove metodologie formative più efficaci ed efficienti nel promuovere la sicurezza, l'Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) organizza per il 26 marzo 2019 a Brescia un corso di 8 ore dal titolo "Dentro la formazione: il teatro è realtà".

 

Quale relazione favorisce l'apprendimento ed il cambiamento? Quale tipo di ambiente, contesto e circostanze sono necessari per favorire il migliore apprendimento ed il cambiamento?

 

Proprio rispondendo a queste domande il corso si propone di trasferire conoscenze e competenze utili all'analisi ed alla progettazione efficace delle attività di apprendere ed insegnare.

 

L'obiettivo è quello di far conoscere e far sperimentare ai corsisti una metodologia utile ed innovativa per promuovere la sicurezza nei luoghi di lavoro.

 

Attraverso il teatro, il metodo teatrale, il discente trova nella rappresentazione di un evento qualcosa in cui immedesimarsi, qualcosa che lo aiuta a comprendere i rischi e a mettere in atto comportamenti più sicuri.

 

Il programma del corso

Il corso di 8 ore "Dentro la formazione: il teatro è realtà" si terrà a Brescia il 26 marzo 2019 – dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 – ad AiFOS Service in via Branze 45, c/o CSMT, Università degli studi di Brescia.

 

Ricordiamo che durante il corso saranno affrontati i seguenti argomenti:

  • La formazione su salute e sicurezza: il punto di vista delle neuroscienze
  • L'emozione: elemento essenziale del processo di apprendimento
  • Metodi, strumenti, spazi e contesti per una formazione efficace
  • Il teatro nella formazione come strumento di consapevolezza, di crescita e di partecipazione
  • L'utilizzo del teatro nella formazione su salute e sicurezza

 

Il corso è valido come aggiornamento relativo a 6 ore per RSPP e ASPP di tutti i macrosettori ATECO e 6 ore per Formatori qualificati terza area tematica.

 

Per avere informazioni e iscriversi ai corsi è possibile utilizzare questo link: http://aifos.org/home/formazione/corsi-qualificati/comunicazione/comunicazione/dentro_la_formazione_il_teatro_e_realta

 

 

Per informazioni:

Sede nazionale AiFOS: via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia - tel.030.6595031 - fax 030.6595040 www.aifos.it - formarsi@aifos.it

 

 

7 marzo 2019

 

Ufficio Stampa di AiFOS

ufficiostampa@aifos.it

http://www.aifos.it/

Se non vedi la newsletter, clicca qui

mercoledì 6 marzo 2019

Inaugurata la mostra di Marco De Santi a Milano

Inaugurata il 28 febbraio scorso la mostra "Strani Estranei _ Estratti Stranianti", solo show dell'artista Marco De Santi presso Amy d Arte Spazio Milano.

 

Marco De Santi dà forma a incerti accumuli di povere cose come se stesse componendo fiori in un prezioso ikebana giapponese. […] Le sue opere hanno il dono di farci riflettere sulle problematiche del contemporaneo senza fare troppo rumore: non esplodono mai, magari un giorno potrebbero implodere, collassando silenziosamente, e allora l'eco della loro vibrazione si propagherebbe lontano, lontano, lontano…

Francesca Balena Arista, Curatrice della mostra 


Mostra fino al 14 marzo (h. 10.00/13.00-15.00/18.00, sabato e festivi su richiesta)


Amy d Arte Spazio

Via Lovanio 6 - Milano

+3902654872

M2 Moscova

info@amyd.it

www.amyd.it

 

Press e Comunicazione

Vittorio Schieroni
info.vittorioschieroni@gmail.com

 

Comunicato: Il Golf per festeggiare la Festa della Donna

Comunicato Stampa

Festa della donna, un omaggio nel verde giocando lo sport del golf

 

Da anni PlayGolf54, gruppo che riunisce tre club dei Colli Euganei, il Golf della Montecchia, il Golf Frassanelle e il Terme Galzignano Course, dedica molta attenzione alle donne, con iniziative riservate al mondo femminile, eventi, convegni internazionali e giornate di open day, guidate proprio da una delle donne simbolo del golf, Giulia Sergas, tra le prime sportive nella storia a portare questo sport alle Olimpiadi.  Per la Festa della Donna lancia quindi l’appuntamento gratuito al Golf della Montecchia di Selvazzano PORTA UN’AMICA, per provare in compagnia lo sport del golf e dedicarsi del tempo nel meraviglioso parco, fuori dalla frenesia di tutti i giorni, sottolineando quanto questo sport sia oggi davvero accessibile a tutti gli appassionati.

Basta un abbigliamento comodo e i maestri della Montecchia Golf Academy saranno a disposizione dalle 13 alle 16 per seguire tutte le ospiti, fornendo l’attrezzatura utile e assistendole nella scoperta di questo sport fatto di concentrazione, energia e tanto divertimento. Il golf è l’unico sport a considerare le differenze per permettere sfide a ogni livello, anche fra uomini e donne, condividendo la stessa passione e lo stesso divertimento nel più totale fair play. Infatti, non prevede in realtà né avversari né arbitri perché la vera sfida è contro il percorso e the spirit of the game, promuove il più totale rispetto delle regole e dei compagni di gioco. Il golf è per sua natura una disciplina che non divide, ma unisce.

L’attenzione per le ladies di PlayGolf54 comincia dalle squadre junior dove la rappresentanza in rosa non solo è molto numerosa ma sta dando grandi soddisfazioni a livello internazionale iniziando proprio dall’U.S. Kids Venice Open per il ranking mondiale, passa per il progetto “Girls for Golf” la formazione professionale in inglese nel settore golfistico, si consolida nella Giornata Mondiale del Golf al femminile il 4 giugno e arriva all’evento promosso proprio da Giulia Sergas “Women vs Men” per far riflettere sulla valorizzazione delle potenzialità e delle differenze tra donne e uomini, nello sport ma anche nella vita. Un modo per portare nel percorso di gioco anche l’attenzione alle pari opportunità sensibilizzando anche il mondo maschile.

La giornata si concluderà alle 18.30 con la presentazione del programma e delle opportunità dedicate a tutte le giocatrici e il calendario di gare del Montecchia Ladies Team.

 

 

Ufficio Stampa Studio MeMo Monya Meneghini dir. 338.8166555 ufficiostampa@studiomemo.net

 

 

 


Mail priva di virus. www.avast.com

PAOLO BATTAGLIA LA TERRA BORGESE

PALERMO |Paolo Battaglia La Terra Borgese sposa il moto unitivo scolpito nelle tele di Solveig Cogliani

 

Sabato  9 Marzo alle 18.30 il critico Paolo Battaglia La Terra Borgese, nella storica galleria palermitana Spazio Contemporaneo Agorà, presenta al pubblico la mostra 'Le cicogne sono immortali' della pittrice romana Solveig Cogliani. Con la voce narrante di Antonio Buttazzo l'evento è frutto della collaborazione tra la Pegaso Università e la Galleria Agorà, l'Associazione Antonio e Lidia Bellomo, la Cosessantuno Artecontemporanea, Inquadrart, che sempre collocano al centro della loro missione il presente in ogni accezione, con attenzione ai linguaggi più sperimentali e innovativi dell'arte e della cultura contemporanea portatori di cambiamenti.

Scrive il critico d'arte Paolo Battaglia La Terra Borgese di Solveig Cogliani:

"C'è in Solveig Cogliani, e perfino nel suo aspetto, qualcosa che trascende il tempo e che è in armonia con la straordinaria storia della sua pittura sublime. Un albo di tele a commento d'una storia della migrazione umana pare non abbia qui bisogno di interpretazione: un grande viaggio dove ciò che si può discutere non è la sua fondamentale necessità, bensì la scelta delle opere esposte e la nitida sciarada nell'efficacia pittorica. Quanto alla scelta delle opere, essa presta fatalmente il fianco alla critica, perché l'autrice si trova nella condizione di chi, nella dovizia più abbagliante, immune da ogni rappresentazione crudele, è tenuto alla frugalità più spartana. Nondimeno l'Artista si è procurata di rispettare l'imperiosa graduatoria imposta alle intrecciate esigenze dei valori storici e stilistici e di quelli individuali, sociali e psicologici. Solveig Cogliani si è chiamata a figurare, in quest'antologia iconografica, con qualcuna delle sue opere più vitali e caratteristiche, la migrazione come ideale mito di cittadinanza terrestre. Per ottenere nitido il pensiero ed efficacia nelle colorazioni, la Pittrice non ha risparmiato né tempo né sacrifici. Gli accuratissimi impasti guardano al sogno e allo spazio. E parlano, sembrano la voce di Cogliani che dichiara: io non voglio che un mio lavoro rassomigli ad altra cosa che a se stesso. E in effetti i sicuri rapporti nell'armonia dei colori richieggono  grande esperienza, e qui la pittura risulta vigorosa e brillante su, e intorno, ogni profilo. Si forma alla superfice una specie di cristallizzazione che annienta il tempo della colpevole storia, e fissa la Bellezza, con quelle vaghe e morbide tinte sotto, che acquistano molta opacità e trasparenza per consentire spazio solo al sogno del giusto. È strabiliante la magia del colore bianco sui dipinti: ferma il disegno, dona la scena, detta la luce e immagina le forme. Ogni oggetto e anche ciascuna delle sue parti hanno un colore proprio. Assolutamente delicate sono le sfumature espresse che si specchiano coi colori propri delle cose e producono eccellenti la luce riflessa, senza il ricorso a magisteri chimici. Oltre a ciò il colore proprio di ciascun oggetto s'indebolisce e si modifica in ragione della lontananza, per effetto dell'aria frapposta, producendo un colore locale. Color proprio, dunque, quello di ciascun oggetto; riflesso quello che risulta dalla loro vicinanza; locale, invece, quello che risulta dalla loro distanza. Opponendosi sia al realismo che all'astrazione pura, Solveig Cogliani inneggia così all'arte come intuizione, non sottomette lo spettatore all'argomento figurativo, bensì lo situa affinché tragga da sé, con la sua immaginazione e le eccitazioni ricevute, a certa stregua quota dello spazialismo di Lucio Fontana. Questi quadri incantano, fanno assorbire la ricchezza del linguaggio di un pensiero sincero e coraggioso, oltre il razzismo finanziario."

Inaugurazione sabato  9 Marzo alle 18.30 allo Spazio Contemporaneo Agorà in via XII Gennaio, 2, e sino al 23.3.2019, tutti i pomeriggi dal martedì al sabato.

 

Solveig Cogliani, nasce a Roma il 10 aprile 1967. Si forma con studi classici e giuridici, laureandosi nel 1989 presso la Sapienza. Il suo percorso è segnato dall'incontro con numerosi artisti M. Bentivoglio, E. Calabria, A. Ilacqua, E. Masci, S. Oliva, R. Savinio e L. Tardia. Dopo una fase di sperimentazione, si laurea in pittura alla RUFA di Roma, con il prof. A. Romoli. Sensibile alle tematiche sociali e culturali, dal 2004 partecipa a varie mostre collettive in Italia e all'estero (Inghilterra, Svizzera, Turchia, Cina). Dal 2006 torna frequentemente in Sicilia, per lavorare la ceramica e con performaces, tra le quali, per la Fondazione Orestiadi - Gibellina con gli Esos Theatre.  In Italia collabora con molte gallerie. Con la Michelangelo organizza numerose esposizioni (Nei colori di Roma, presentata da D. Maestosi; Diarius, al Maschio Angioino di Napoli, a cura di F. Gallo Mazzeo; a Castel dell'Ovo). Presenta, nel 2010, l'opera Pop Star al Vittoriano di Roma, dove torna, nel 2015 con "la Grande Guerra" a cura di C. Strinati.  Inaugura Villa Altieri a Roma con "Sanpietrini e tetti", a cura di L. Beatrice. E' presente in numerosi musei, tra i quali quello della Fondazione Roma Mediterraneo. Partecipa alla Biennale di Venezia del 2011; nel 2014 riceve il Premio Spoleto Festival. Partecipa al progetto Imago Mundi di Benetton, a cura di L. Beatrice. È collaboratore esterno degli Annali della Insigne Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon. Realizza un'opera per Radio Vaticana. Nel 2014, è presente in Artisti di Sicilia, a cura di V. Sgarbi. E' ritratta in A Kind of Woman, Electa Mondadori. Dal 2015 partecipa al Cubo Festival con installazioni di land art. Partecipa a BIAS 2018. A Palermo, con la galleria Cossessantuno porta il progetto  "Le cicogne sono immortali", avviando una collaborazione con Agorà. 

AI Camera with 3.0MP Starlight lens on sales

Hi my dear friend,

It's Anglea from RVH Electronics Limited,  Hope you everything is well.

 As a professional cctv camera manufacturer in China more than 10 years. We are in a good position not only to supply you high quality CCTV Camera, but also the excellent after sales service. Well-trained engineers will offer you any technical support.  

Now we released new products (AI Camera) Dark light IP Camera with special price.

Upon receipt of your feedback, we will update you more relevant price list and cctv videos for your options. 

Best regards,

Angela Ho

Sales Manager

RVH Electronics limited

Products range: IP Camera, HD Analog Cameras(AHD, CVI, TVI, HD-SDI Camera), Analog Camera, DVR & NVR, CCTV Accessories

ADD:3rd Floor, NO.3 Building, YuJing Industrial Zone, Zhuji Road, Tianhe District, Guangzhou, China

Tel:(86)20-8232 9465

Fax:(86)20-3235 9600

Skype:rvh-fiona

ICQ:708709771

QQ:2100704797

Wechat&WhatsApp:+0086 188 2513 8125

If you wish to unsubscribe to this and all future emails ,please click here

martedì 5 marzo 2019

Trasferire contatti da Cellulare a Cellulare? Da iRiparo trovi il software giusto!

Secondo l'analisi predittiva stilata dall'International Data Corporation (IDC), prima società mondiale specializzata in ricerche di mercato, nel 2019 è previsto un aumento della vendita di telefoni pari al +2,6% rispetto al 2018. 

Ma, una volta che tutti questi smartphone nuovi saranno acquistati, che fine faranno i dati contenuti nei telefoni posseduti precedentemente? È possibile eseguire un trasferimento dati da cellulare a cellulare? 
E una volta cambiato telefono, è possibile effettuare un recupero delle password salvate nel vecchio smartphone? O ancora, come fare se si passa da un dispositivo Android a un dispositivo IOS o viceversa?
Dobbiamo davvero dire addio a contatti, foto, messaggi e quant'altro? 
Di certo tutte queste domande da mal di testa sono entrate nei pensieri di chi decide di cambiare smartphone. Fortunatamente oggi c'è una positiva, risolutiva e univoca risposta a tutto: i servizi software iRiparo.

Prima di descriverne le soluzioni, completiamo la lista dei problemi che possono sorgere dopo il cambio telefono. Se dobbiamo aggiornare le app che abbiamo scaricato sul nuovo telefono o dobbiamo aggiornare il software, non sempre sappiamo come eseguire la procedura. E se per lavoro abbiamo bisogno di configurare immediatamente l'account mail? Chi ci può aiutare a verificare e inserire dei parametri per utilizzare la casella di posta elettronica e sincronizzare il proprio account con il dispositivo?

Scopriamo ora come e perché iRiparo, franchising italiano leader nel campo della telefonia mobile, è la soluzione ai più comuni problemi di trasferimento contatti da iPhone a Android, foto e passaggio di tutti i dati e le app. 
È dall'ascolto attivo dei numerosi clienti che hanno manifestato le seguenti esigenze che iRiparo ha messo a punto non solo un servizio di consulenza in cui uno specialista iRiparo fornisce consigli e spunti per approfondire la conoscenza sul mondo degli smartphone e tablet, ma anche un servizio di aggiornamento app, aggiornamento software, recupero password, trasferimento dati e altro ancora.

Grazie ai servizi software di iRiparo sarà possibile, quindi:
- eseguire il trasferimento dati da cellulare a cellulare per non perdere i numeri salvati,
- salvare i dati presenti nel dispositivo o trasferirli da un dispositivo a un altro,
- resettare e ripristinare ai dati di fabbrica di un dispositivo, 
- eseguire il download, configurazione e aggiornamento app,
- aggiornare il software del telefono all'ultima versione disponibile per il dispositivo,
- fare il recupero password ed eventualmente cambiarle,
- effettuare il primo avvio del dispositivo con le prime configurazioni e parametri per poterlo utilizzare,
- verificare e inserire dei parametri per utilizzare la propria casella di posta elettronica e sincronizzare il proprio account con il dispositivo,
- partecipare a una sessione di consulenza con uno specialista iRiparo per addentrarsi meglio dentro il mondo dei telefoni e dei tablet.

Grazie agli interventi dei tecnici specializzati e ai servizi software di iRiparo, anche gli utenti meno esperti possono dare valore al proprio smartphone o tablet. Che tu debba eseguire l'aggiornamento app, l'aggiornamento software, il recupero password o trasferire contatti da iPhone a Android, iRiparo ti aiuta ad avere un dispositivo sempre al top. 

Comunicato Stampa PuntoSicuro: l'assistente digitale Alexa e le notizie sulla sicurezza

Comunicato Stampa

 

Utilizzare Alexa per ascoltare le notizie di Puntosicuro

 

PuntoSicuro ha reso disponibile una nuova skill per sfruttare l'intelligenza artificiale dell'assistente digitale Alexa e diffondere le informazioni e notizie in materia di sicurezza, ambiente e security.

 

I dati relativi al 2018 forniti dall'Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, con particolare riferimento all'aumento di oltre il 10% degli infortuni mortali, mostrano come in Italia la cultura della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro sia ancora molto carente.

 

Sfruttando il continuo progredire della tecnologia digitale, servono nuove soluzioni e strategie che siano in grado di diffondere sempre di più le informazioni in materia di salute e sicurezza. Necessitano strumenti in grado di raggiungere, in modo ancora più capillare, tutti gli attori della sicurezza, dai lavoratori fino ai datori di lavoro di ogni azienda.

 

Alexa legge le notizie di PuntoSicuro

È dunque per questo motivo che il giornale PuntoSicuro - dal 1999 un punto di riferimento per chi è alla ricerca di chiarimenti, informazioni, documenti, normative sulla sicurezza sul lavoro, ambiente e security – ha reso disponibili nuovi strumenti affinché Alexa, un'assistente vocale a intelligenza artificiale, possa leggere gratuitamente le notizie del giornale sia sui dispositivi predisposti, che sui dispositivi mobili come smartphone e tablet.

 

Alexa è l'assistente digitale che Amazon ha sviluppato in questi anni per interagire, attraverso comandi vocali, con le persone e facilitare molte operazioni: gestire la riproduzione della musica, fornire informazioni e notizie, controllare dispositivi presenti nelle abitazioni, creare e gestire elenchi e appuntamenti, …

 

L'app Alexa potrà ora essere utilizzata anche per leggere, gratuitamente e a tutti gli interessati, le notizie quotidiane di PuntoSicuro, diffondendo ulteriormente i temi della sicurezza e salute sul lavoro, la consapevolezza dei rischi, la conoscenza delle misure di prevenzione e delle normative vigenti.

 

Come utilizzare l'assistente Alexa

Per poter utilizzare l'assistente digitale ed essere quotidianamente informati in materia di sicurezza, ambiente e security, è necessario aggiungere all'app Alexa una skill, cioè una mini app che introduce nuove possibilità d'utilizzo dell'assistente.

 

Vediamo operativamente come poter utilizzare e aggiungere questa nuova abilità (skill).

 

La prima cosa da fare è scaricare l'applicazione Alexa attraverso una delle app store dello smartphone o del tablet cercando "Amazon Alexa".

 

Una volta scaricata gratuitamente l'applicazione sul dispositivo mobile e averla configurata tramite l'account di Amazon, è necessario ora accedere al menu dell'applicazione e su "Skill e giochi" digitare – nello spazio di ricerca - "Punto Sicuro".

 

 

Dopo aver installato questa specifica skill per Alexa è sufficiente dare alcuni semplici comandi vocali – agli specifici dispositivi di Amazon o anche al proprio smartphone o tablet - per ascoltare le notizie del giorno di PuntoSicuro.

 

Questi alcuni esempi di comandi vocali:

  • "Alexa, riproduci il mio Sommario quotidiano"
  • "Alexa, quali sono le notizie di oggi?"
  • "Alexa, quali sono le notizie del giorno?".

 

Attraverso questi comandi vocali Alexa leggerà gli aggiornamenti e le notizie principali delle fonti d'informazione di cui sono state scaricate le skills.

 

Con la nuova skill "Punto Sicuro" sarà dunque possibile sfruttare l'intelligenza artificiale - la capacità di un sistema tecnologico di risolvere problemi o svolgere compiti tipici delle abilità umane – per diffondere sempre più la cultura della sicurezza e migliorare la prevenzione.

 

Il link per scaricare la skill Punto Sicuro:

https://www.amazon.it/Mega-Italia-Media-S-r-l-giornaliero/dp/B07NBPJB1N

 

 

Per informazioni:

Redazione di PuntoSicuro - Via Roncadelle 70A, 25030 Castel Mella – Brescia - Tel. +39.030.5531825 - https://www.puntosicuro.it/ - redazione@puntosicuro.it

 

 

05 marzo 2019

 

Ufficio Stampa di PuntoSicuro

comunicazione@puntosicuro.it

https://www.puntosicuro.it/

Se non vedi la newsletter, clicca qui

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota