Cerca nel blog

sabato 6 febbraio 2021

Uber Eats lancia una settimana di promozioni per il World Pizza Day

Durante l'ultimo anno trascorso fra le mura domestiche, abbiamo rispolverato hobby casalinghi e scoperto nuove passioni, tra cui la cucina. Con un boom del +80% nell'acquisto di farina, gli italiani hanno combattuto la noia impastando pane, focacce e dolci e soprattutto pizze. Ed è proprio la pizza, i cui ordini secondo Uber Eats sono aumentati del 66% nel 2020 rispetto all'anno precedente, a essere al centro di una iniziativa che celebra la sua Giornata Mondiale prevista per il 9 febbraio. Per festeggiarla, infatti, Uber Eats lancia la promozione Pizza Week, con una serie imbattibili di sconti fino al 9 febbraio.

Ma quali sono le pizze preferite dagli italiani? Secondo i dati di Uber Eats, tra le pizze più ordinate primeggiano la semplicità e la genuinità, con due pizze tipiche della dieta mediterranea: la Margherita e la Marinara, al primo e terzo posto. Quest'ultima varietà secondo la leggenda nasce nel '700 tra i marinai, per la facilità nel prepararla e per la lunga conservazione degli ingredienti. È forse per la voglia di spezzare la monotonia dello stare in casa, invece, che gli italiani scelgono il carattere del piccante: la Diavola è la seconda tra le pizze più ordinate.

Quale è stato il giorno con un maggior ordine di pizze? Il 31 ottobre 2020: in mancanza del tradizionale dolcetto o scherzetto, ad Halloween gli italiani hanno scelto di saziare la propria voglia di qualcosa di goloso con una pizza.

L'area urbana con il maggior numero di ordini è quella dove il mito della pizza ha avuto origine: Napoli. È nella città partenopea, infatti, che nel '700 nascono le prime botteghe dedicate a questa pietanza – tra i frequentatori, re Ferdinando di Borbone.

Le prime pizzerie nascono infatti a Napoli nel '900, ma è durante il secondo Dopoguerra che questa delizia si diffonde in tutta Italia. Oggi Roma e Milano sono rispettivamente la seconda e la terza città per numero di ordini secondo i dati di Uber Eats.

Ordinare su Uber Eats è estremamente semplice: basta scaricare l'app, disponibile sia per Android che per iOS, o collegarsi al sito www.ubereats.com e farsi recapitare i propri piatti preferiti e direttamente a casa. Uber Eats, la piattaforma di food delivery di Uber, è disponibile in oltre 30 città italiane.


Mail priva di virus. www.avast.com

IT e retail: siglato da Sourcesense un contratto di oltre 300mila euro con una multinazionale della GDO

Sourcesense, player specializzato in soluzioni cloud-native basate su tecnologie Open Source, ha siglato un importante contratto con una multinazionale della GDO del valore di oltre 300mila euro.

L’accordo prevede la fornitura di una piattaforma cloud ad alta affidabilità e scalabilità che, erogata in modalità SaaS (Software-as-a-Service), farà da supporto sia allo sviluppo della rete distributiva che alla gestione delle infrastrutture delle filiali.

 

Di fatto, oltre a rappresentare un rilevante passo in avanti nell’ambito della strategia di crescita dell’area ad alta redditività dei Cloud Services, il nuovo contratto segna anche l’ingresso di Sourcesense nella GDO, un comparto, oggi, particolarmente impegnato a gestire le nuove richieste dei consumatori orientate verso una maggiore digitalizzazione e servizi da remoto.

 

La durata del contratto è pari a 12 mesi.

 

Marco Bruni, Presidente e Amministratore Delegato di Sourcesense, ha dichiarato: “Siamo soddisfatti di annunciare questo contratto che rappresenta la...

 

Continua su:

https://www.technoretail.it/news2/item/4084-it-e-retail-siglato-da-sourcesense-un-contratto-di-oltre-300mila-euro-con-una-multinazionale-della-gdo.html


Mail priva di virus. www.avast.com

venerdì 5 febbraio 2021

NOTA STAMPA: Chi sono i principali attori statali del cyberwarfare? L’analisi degli esperti di Odix

Gli attori della guerra informatica sono tanto diversi quanto maligni: reti di hacker ad hoc, organizzazioni globali altamente qualificate di cyber mercenari e gruppi finanziati dagli Stati che hanno un massiccio sostegno finanziario, obiettivi finali oscuri e nessun desiderio di fare prigionieri.
Secondo il Council on Foreign Relations "Dal 2005, trentatré paesi sono sospettati di finanziare operazioni informatiche. Cina, Russia, Iran e Corea del Nord hanno sovvenzionato il 77% di tutte le operazioni sospette. Nel 2019, ci sono state un totale di settantasei operazioni, la maggior parte delle quali sono atti di spionaggio."
Gli esperti di Odix, società israeliana proprietaria dell'innovativa tecnologia TrueCDR (Content Disarm and Reconstruction) per la prevenzione dei malware, analizzano i tre principali attori statali attivi nel cyber terrorismo e indicano alcuni strumenti di base per ridurre il cyber rischio.
Iran
Con una gamma completa di elementi tradizionali e di soft power, negli ultimi anni il regime iraniano ha iniziato a integrare la sua strategia militare facendo sempre più affidamento su programmi di cyberwarfare.
Secondo Yigal Unna, Direttore Generale dell'Israel National Cyber Directorate,nell'Aprile 2020 la Repubblica Islamica dell'Iran ha condotto "attacchi organizzati e sincronizzati che avrebbero potuto non solo sospendere l'erogazione dell'acqua alla popolazione del paese nel mezzo della crisi del coronavirus, ma anche avere conseguenze dannose o addirittura disastrose come per l'aggiunta di percentuali sbagliate di sostanze chimiche come il cloro nell'acqua ".
Unna ha suggerito che l'attacco informatico alle infrastrutture idriche israeliane è stato il primo attacco di questo tipo nella storia. Il tentativo del regime iraniano di "aumentare il cloro avrebbe probabilmente innescato uno spegnimento automatico delle stazioni di pompaggio, tagliando l'approvvigionamento idrico a decine di migliaia di civili e strutture. "
Russia
Mentre l'Iran si è concentrato sull'uso del cyberwarfare per danneggiare le infrastrutture nazionali, i Russi hanno recentemente utilizzato l'hacking per prendere di mira la proprietà intellettuale connessa alla ricerca sul covid-19. Secondo il ministro della sicurezza britannico James Brokenshire "La Gran Bretagna è sicura al 95% che gli hacker sostenuti dallo Stato russo abbiano preso di mira organizzazioni britanniche, statunitensi e canadesi coinvolte nello sviluppo di un vaccino contro il coronavirus".
Gli hacker russi sostenuti dallo Stato sono stati anche accusati di essersi infiltrati nei computer utilizzati dalle agenzie antidoping sportive e di aver rubato dati dal laboratorio chimico svizzero in cui sono stati analizzati campioni dell'agente nervino novichok utilizzato per l'attacco di Salisbury.
Da un punto di vista politico, i Russi sono stati anche accusati di aver hackerato il Comitato Nazionale Democratico e dozzine di organizzazioni sportive internazionali.
Cina
La Cina è costantemente citata come una delle forze principali dietro l'uso di hacker per prolifici attacchi di spionaggio informatico. Gli attacchi informatici cinesi diretti contro le potenze occidentali, in particolare gli Stati Uniti, sono diventati così diffusi da meritare un nuovo nome di categoria: Advanced Persistent Threats (APT).  Le forze armate cinesi hanno persino formato un'unità specializzata (PLA Unit 61398), composta da hacker esperti, utilizzata in numerose campagne di spionaggio mirate alle infrastrutture critiche e alla contro-sorveglianza.
La Cina ha utilizzato la pandemia globale Covid-19 come miccia per attivare il suo programma di hacking globale: secondo Wired, "attori che lavorano per conto del governo cinese e dei suoi servizi di sicurezza hanno cercato di trarre profitto dalla crisi e rubare informazioni che potrebbero essere di beneficio per il paese, dice una fonte di sicurezza occidentale di alto livello. Questi includono attacchi a un'importante azienda di assistenza sociale nel Regno Unito ".
 
Come fare per proteggere al meglio le infrastrutture informatiche?
Secondo gli esperti di Odix, dare priorità alla sicurezza della posta elettronica e formare il personale sulle best practice informatiche sono il modo più efficace e attento ai costi per mantenere i dati al sicuro. Infatti, con il 94% del malware che entra nel perimetro di sicurezza aziendale tramite allegati di posta elettronica, l'integrazione di livelli di sicurezza aggiuntivi nel gateway di posta elettronica è fondamentale.
I sistemi legacy, come gli elementi di protezione basati su antivirus o sandbox sono fondamentali per proteggere i dati dalle minacce note, ma non bastano: per contrastare tutti i malware, inclusi gli zero-day, è necessario un nuovo approccio che integri i protocolli di sicurezza informatica esistenti.

L'innovativa tecnologia CDR non si basa sulla ricerca di virus o codice malevolo attraverso firme digitali con lo scopo di bloccare il file che li contiene, ma sanifica il file stesso e lo restituisce all'utente ripulito da virus o da altro codice non appropriato, senza avere alcuna necessità di aggiornare continuamente uno o più database di firme antivirus.

Grazie alla tecnologia CDR, vengono individuati tutti i malware, inclusi gli zero-day e l'utente ottiene una copia sicura del file eventualmente infetto. Il processo di sanificazione dei file Odix avviene in tempo reale, non influisce sulla continuità aziendale e non richiede l'intervento dell'utente, azzerando così i rischi legati ai comportamenti sbagliati degli utenti stessi.




Tra poche ore si chiude la possibilità per partecipare al progetto Europeo Marless, avviso pubblico per sensibilizzare I balneari alle tematiche del "Marine Litter"


Progetto Europeo Marless, avviso pubblico per sensibilizzare I balneari alle tematiche del "Marine Litter".
Si rende noto che con Determinazione 009/0011 del 21/01/2021 del Dipartimento Mobilità, Qualità Urbana, Opere Pubbliche, Ecologia e paesaggio della Regione Puglia diretto da Ing. Barbara Valenzano, assessorato Ambiente, Ciclo rifiuti e bonifiche, Vigilanza ambientale, Rischio industriale, Pianificazione territoriale, Assetto del territorio, Paesaggio, Urbanistica, Politiche abitative assessore Avv. Anna Grazia Maraschio,  indicono l'avviso per manifestazione di interesse, rivolto ai concessionari di strutture balneari, per l'adesione al Progetto  "MARLESS MARine Litter cross-border awareNESS and innovation actions".

Il progetto, nell'ambito  del Programma di Cooperazione Europea INTERREG Italia Croazia 2014/2020, persegue l'obiettivo di migliorare le condizioni di qualità ambientale del mare e delle zone costiere attraverso azioni integrate transfrontaliere e l'adozione di tecnologie innovative per la prevenzione, il rimedio e il trattamento dei rifiuti marini in particolare plastica e microplastiche." Per informazioni si può contattare il Project Manager Dott. Matteo Fumarola E-mail: m.fumarola@regione.puglia.it.

link avviso pubblico

giovedì 4 febbraio 2021

Attivato on line il nuovo sito Internet di Pink Lady

Questa settimana, Pink Lady ha attivato on line la sua nuova vetrina Internet. Nel dettaglio, la nuova versione del sito web presenta sia un innovativo design che un’interfaccia ricca ed esperienziale che offre agli utenti la possibilità di accedere a nuove funzioni.

 

Il principale obiettivo di tale riprogettazione risiede nel conferire una maggiore visibilità ai valori e agli impegni del brand, in particolare, in modo da rispondere meglio alle aspettative sociali dei visitatori (oltre 1,5 milioni di visite per stagione) per quanto attiene alla mela e alla sua filiera di produzione.

 

In piena coerenza con la nuova impostazione di comunicazione “Pink Lady, che cosa farà oggi per voi?”, il presidio on line presenta una home page dinamica e una migliore navigazione tra le pagine che consente di accedere più agevolmente al contenuto cercato grazie a un percorso utente ancora più intuitivo.

 

Con la molteplicità degli schermi e l’evoluzione degli impieghi (smartphone, tablet) da parte degli utenti internettiani, Pink Lady...

 

Segue su:

https://www.technoretail.it/news2/item/4082-attivato-on-line-il-nuovo-sito-internet-di-pink-lady.html

 


Mail priva di virus. www.avast.com

Lidl inaugura a Verano Brianza (MB) e San Giovanni Persiceto (BO)

Riparte senza soluzione di continuità anche nel nuovo anno il piano di espansione di Lidl Italia, catena di supermercati con oltre 680 punti vendita presenti su tutto il territorio, con una duplice inaugurazione a San Giovanni in Persiceto (BO) e Verano Brianza (MB). L’investimento complessivo sostenuto per la realizzazione delle due operazioni ammonta ad oltre 13 milioni di euro che rientrano nel piano da oltre 400 milioni di euro stanziati dall’Azienda nel corso del 2020 per l’apertura di 50 nuovi punti vendita, diversi interventi di restyling della rete esistente e importanti investimenti nella logistica.

 

Il nuovo punto vendita Lidl di Verano Brianza (MB), il cui taglio del nastro si è tenuto giovedì 4 febbraio, si trova in Via N. Sauro e, in linea con la filosofia aziendale che predilige operazioni di riqualificazione di aree già edificate a consumo di suolo pari a zero, sorge su un’area precedentemente occupata da un ex fabbrica tessile ormai dismessa da più di 20 anni. 

 

Inoltre, l’attenzione di Lidl verso la sostenibilità ambientale e l’efficienza energetica contraddistingue anche questo punto vendita, realizzato secondo una logica totalmente green. L’edificio, che rientra in classe energetica A+ ed è dotato di ampie vetrate per favorire la luminosità naturale, presenta un’area vendita di oltre 1.300 mq e dispone di un impianto fotovoltaico da 177 kW. Inoltre, l’impianto di luci a LED di cui è dotato consente di risparmiare oltre il 50% rispetto alla normale illuminazione. Il 100% dell’energia utilizzata dal supermercato proviene da fonti rinnovabili.

 

Particolarmente rilevante anche il risvolto occupazionale di questa nuova apertura, specialmente in virtù dell’attuale contesto economico, che ha portato all’assunzione di 30 nuovi collaboratori che inizieranno così il proprio percorso lavorativo in Lidl.

 

Infine, da sempre attenta ai suoi clienti e alla comunità in cui opera, l’Azienda ha realizzato in collaborazione con l’amministrazione comunale una nuova rotatoria su Via N. Sauro, oltre ad eseguire il rifacimento dei marciapiedi in modo tale da riqualificare il tratto stradale adiacente al nuovo edificio.

 

L’inaugurazione del punto vendita di Verano Brianza (MB) a cui ha partecipato anche il sindaco Massimiliano Chiolo, si è svolta nel pieno rispetto delle norme di sicurezza necessarie: i collaboratori sono muniti di mascherine, mentre alle casse sono installate barriere in plexiglass. Ai clienti in attesa di entrare nel punto vendita vengono forniti l’igienizzante per le mani e un carrello igienizzato per gli acquisti. Gli orari di apertura del supermercato sono pensati per garantire sempre il miglior servizio, evitando il più possibile l’affollamento del punto vendita: dal lunedì al sabato dalle 8:00 alle 21:30 e la domenica dalle 8:30 alle 20:30.


Mail priva di virus. www.avast.com

martedì 2 febbraio 2021

Haier e "The Digital Club": un binomio vincente che si rinnova per la stagione 2021

Dopo il grande successo di ascolti e il grande interesse da parte del pubblico e degli addetti ai lavori ottenuti lo scorso anno, torna in onda “The Digital Club – Powered by Haier”.

 

Trasmissione settimanale dedicata al mondo della tecnologia ideata e lanciata nel maggio 2020 dagli autori, giornalisti e conduttori Marco Lombardo, Massimo Morandi, Mark Perna e Luca Viscardi, The Digital Club sarà in onda ogni martedì alle ore 21 a partire da questa sera, martedì 2 febbraio.

 

Partner e sostenitore dell’iniziativa – con una collaborazione rinnovata per tutto il 2021 - è Haier, marchio numero 1 al mondo nel mercato degli elettrodomestici* per dodici anni consecutivi, che affianca ad uno spiccato interesse per i temi legati all’industry un forte know-how su tutte le tematiche della Smart Home, dell’Internet of Things e dell’interazione uomo-macchina in un mondo dove la tecnologia gioca un ruolo sempre più pervasivo.

 

Per questo, e per la sua capacità di tradurre l’innovazione in soluzioni in grado di azzerare le distanze con il consumatore finale - Haier è il partner ideale di The Digital Club e dei suoi autori per esplorare e raccontare con professionalità e con un occhio sempre attento come il mondo dell’Internet of Things (IOT) semplifica e rivoluziona ogni giorno le nostre vite.

 

Diversi saranno gli ospiti e i testimonial di Haier che interverranno sulle varie tematiche di interesse esplicitando la visione dell’azienda, i piani futuri e gli orientamenti, con un focus e un orientamento costante all’innovazione, alla tecnologia, alla ricerca di nuove soluzioni.

A loro volta, gli autori e conduttori del format collaboreranno ad alcune attività, interviste e approfondimenti sul web e sui social di Haier per arricchire i contenuti e le tematiche sviluppate a 360 gradi dal Gruppo, che mira attraverso i tre brand internazionali Haier, Hoover e Candy a diventare la prima scelta dei consumatori che cercano esperienze premium legate alla Smart Home e al mondo degli elettrodomestici.

 

Il programma “The Digital Club Powered by Haier” è in onda ogni martedì in diretta sul canale YouTube di The Digital Club Italy – https://www.youtube.com/channel/UCjxa2jClAolnAVSQdXPm2Xg), oltre che sul sito internet https://thedigitalclub.it/.

Il programma resterà poi visibile e disponibile anche dopo il live sul sito di TDC e su quelli di Mister Gadget e di Cellulare Magazine, mentre la versione solo audio verrà trasmessa su Spotify e su tutte le principali piattaforme di podcast.

 


Mail priva di virus. www.avast.com

Dall'1 Febbraio 2021, Polymer Logistics è diventata Tosca

Tosca opera da 60 anni nelle soluzioni di imballaggio riutilizzabili.

 

A partire dall’inizio del 2020, Tosca e Polymer Logistics stanno offrendo sia ai distributori commerciali che ai fornitori con i quali collaborano un partner ancora più forte per una supply chain più performante, dal primo fino all’ultimo miglio.

 

Fino ad oggi, le due società hanno operato separatamente in seguito all’acquisizione, avvenuta al termine del 2019, di Polymer Logistics da parte di Tosca. Ora, il cambio del marchio e della denominazione sociale, di fatto, segna l’inizio ufficiale delle attività come una realtà unica.

 

Oltre a ciò, il Gruppo Tosca, durante il 2020, ha provveduto anche ad acquisire Contraload, leader europeo nel pooling di pallet in plastica. Gli imballaggi di Contraload, come i pallet, i contenitori per prodotti liquidi e i contenitori per prodotti confezionati, sono...

 

Segue su:

https://www.technoretail.it/news2/item/4070-dall-1-febbraio-2021-polymer-logistics-e-diventata-tosca.html

 


Mail priva di virus. www.avast.com

La Commissione eroga 14 miliardi di € a 9 Stati membri nell'ambito di SURE

La Commissione europea ha erogato 14 miliardi di € a Belgio, Cipro, Ungheria, Lettonia, Polonia, Slovenia, Spagna, Grecia e Italia nella quarta tranche di sostegno finanziario agli Stati membri a titolo dello strumento SURE.

La Commissione europea ha erogato 14 miliardi di € a 9 Stati membri nella quarta tranche di sostegno finanziario agli Stati membri a titolo dello strumento SURE. Si tratta della prima erogazione nel 2021. Nel quadro delle operazioni odierne, il Belgio ha ricevuto 2 miliardi di €, Cipro 229 milioni di €, l'Ungheria 304 milioni di €, la Lettonia 72 milioni di €, la Polonia 4,28 miliardi di €, la Slovenia 913 milioni di €, la Spagna 1,03 miliardi di €, la Grecia 728 milioni di € e l'Italia 4,45 miliardi di €. Tutti e 9 gli Stati membri hanno già ricevuto un sostegno finanziario a titolo di SURE nel 2020, nell'ambito di una delle prime tre operazioni di emissione e di erogazione che hanno avuto luogo in quell'anno.

I prestiti aiuteranno gli Stati membri ad affrontare aumenti repentini della spesa pubblica per il mantenimento dell'occupazione. Nello specifico, li aiuteranno a coprire i costi direttamente connessi al finanziamento dei regimi nazionali di riduzione dell'orario lavorativo e di altre misure analoghe, anche rivolte ai lavoratori autonomi, introdotte in risposta alla pandemia di coronavirus. Le erogazioni odierne sono state precedute dalla quarta emissione di obbligazioni sociali nell'ambito dello strumento SURE dell'UE, che ha riscontrato un notevole interesse da parte degli investitori. La domanda di sottoscrizione ampiamente superiore all'offerta si è tradotta in condizioni di prezzo favorevoli che la Commissione trasferisce direttamente agli Stati membri beneficiari.

A seguito delle erogazioni odierne, 15 Stati membri hanno ricevuto un totale di 53,5 miliardi di € nell'ambito dello strumento SURE. Una volta completate tutte le erogazioni nell'ambito di SURE, il Belgio avrà ricevuto 7,8 miliardi di €, Cipro 479 milioni di €, l'Ungheria 504 milioni di €, la Lettonia 192 milioni di €, la Polonia 11,2 miliardi di €, la Slovenia 1,1 miliardi di €, la Spagna 21,3 miliardi di €, la Grecia 2,7 miliardi di € e l'Italia 27,4 miliardi di €.

Una panoramica degli importi erogati finora e delle diverse scadenze delle obbligazioni è disponibile online qui. La ripartizione dei 90,3 miliardi di € finora autorizzati per 18 Stati membri è riportata qui. Gli Stati membri possono ancora presentare richieste di sostegno finanziario nell'ambito di SURE, la cui dotazione complessiva arriva fino a 100 miliardi di €.

Dichiarazioni di alcuni membri del Collegio

La Presidente Ursula von der Leyen ha dichiarato: "Nel quadro del programma SURE, l'UE ha mobilitato fino a 100 miliardi di € in prestiti a favore degli Stati membri dell'UE per salvaguardare i posti di lavoro e mantenere l'occupazione. I fondi vengono erogati regolarmente agli Stati membri, in modo da aiutarli finanziariamente a mitigare l'impatto della pandemia di coronavirus."

Johannes Hahn, Commissario responsabile per il Bilancio e l'amministrazione, ha dichiarato: "A seguito del successo della quarta emissione di obbligazioni a titolo di SURE, abbiamo erogato oltre la metà dei fondi previsti nell'ambito di questo strumento. I 15 Stati membri che hanno beneficiato delle 4 erogazioni iniziali sono ora meglio preparati per attenuare l'impatto sociale della pandemia di coronavirus. Procederemo a una rapida attuazione del resto del programma al fine di erogare tutti i fondi autorizzati ai 18 Stati membri che finora hanno chiesto un sostegno finanziario nell'ambito di questo strumento."

Paolo Gentiloni, Commissario per l'Economia, ha dichiarato: "Oggi la Commissione europea eroga altri 14 miliardi di € per sostenere i lavoratori in 9 paesi dell'UE duramente colpiti. La pandemia continua a pesare sulle nostre economie e anche se sappiamo che alla fine di questo tunnel vi è la luce, non sappiamo quando la raggiungeremo. Per questo motivo SURE e la solidarietà europea che esso rappresenta sono così importanti."

Contesto

Il 26 gennaio la Commissione europea ha emesso la quarta tranche di obbligazioni sociali nell'ambito dello strumento SURE dell'UE, la prima per il 2021, per un valore totale di 14 miliardi di €. L'emissione comprendeva due obbligazioni, una da 10 miliardi di € con scadenza a giugno 2028 e una da 4 miliardi di € con scadenza a novembre 2050.

Vi è stata una forte domanda di obbligazioni da parte degli investitori, rispettivamente di 8 e 12 volte superiore all'offerta, il che ha consentito ancora una volta alla Commissione di ottenere condizioni di prezzo assai favorevoli. Più concretamente, l'obbligazione a 7 anni ha un rendimento negativo di -0,497%, vale a dire che per ogni 105 € presi in prestito, gli Stati membri dovranno rimborsare 100 € alla scadenza. L'obbligazione a 30 anni è stata fissata al valore leggermente positivo di 0,134%, il che rappresenta un ottimo risultato per questa scadenza. Tali condizioni sono trasferite direttamente agli Stati membri dell'UE.

Le obbligazioni emesse dall'UE a titolo dello strumento SURE ricevono l'etichetta di "obbligazioni sociali". Ciò garantisce agli investitori in tali obbligazioni che i fondi così mobilitati saranno realmente destinati a scopi sociali.


Mail priva di virus. www.avast.com

lunedì 1 febbraio 2021

Pubblicazione libro "Manuale di sopravvivenza"

Finalmente pubblicato un libro che offre alle donne vittime di violenza le soluzioni per gestire i figli con il carnefice, dopo la fine della relazione.

 

In tutte le librerie on line, su Amazon, su ilmiolibro.it e presso la Feltrinelli (su ordinazione) sarà disponibile il secondo libro di Ambra Sansolini "Manuale di sopravvivenza. Come liberarsi dalla trappola del narcisista, quando l'arma sono i figli", che fornisce una serie di consigli e soluzioni pratiche per aiutare le vittime a salvare sé stesse e i loro figli dalla manipolazione mentale dell'uomo violento.

Ambra Sansolini ha già affrontato il tema della violenza sulle donne nel suo primo romanzo "Su ali di farfalla" (2018). Questa volta ha approfondito il medesimo, facendo luce su un tipo di violenza di cui nessuno parla e che inizia dopo la denuncia per maltrattamenti o comunque allo scioglimento del nucleo familiare. Si tratta di una grave forma di abuso psicologico ed economico, che le vittime sono costrette a subire in nome dell'affido condiviso, grazie al quale viene offerta al carnefice l'arma per distruggere la preda: i figli. Il manuale rappresenta un'ancora di salvezza per affrontare la comunicazione tossica del narcisista patologico e sfuggire alle sue innumerevoli trappole. Un libro che le donne potranno sempre avere con loro per non sentirsi mai più sole.

Per acquistare il libro vai al link https://ilmiolibro.kataweb.it/libro/manuali-e-corsi/580185/manuale-di-sopravvivenza-5/ oppure su Amazon https://amzn.to/2KZAoEY
 

 Per visitare la pagina dell'autore clicca su https://ilmiolibro.kataweb.it/utenti/410203/ambra-sansolini/

Sul sito ilmiolibro.it è possibile leggere gratis le prime pagine del libro (Tasto "Inizia a leggere" presente in ogni scheda libro). Inoltre, tutti i libri appena pubblicati entrano nel programma Talent scout. Questo vuol dire che saranno disponibili in lettura gratuita (solo online, non è possibile scaricare l'opera) per i primi 30 lettori e per un periodo limitato di 30 giorni.

Per maggiori informazioni:

https://www.facebook.com/ambrasansolini.violenzadonne

https://www.facebook.com/manualedisopravvivenza

https://instagram.com/ambra_sansolini?igshid=e2kk6t02bgug

              https://www.violenzadonne.com

           

 

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota