Cerca nel blog

venerdì 29 luglio 2022

Festa di San Famiano: tutto pronto per la celebrazione del Patrono di Gallese

Dal 7 al 10 agosto si festeggia San Famiano, il Patrono dell'antico borgo di Gallese. L'evento rievoca la storia della cittadina attraverso avvincenti giochi e manifestazioni suggestive.

La Festa di San Famiano è la celebrazione in onore del Patrono dell'antica Città di Gallese ed è uno degli eventi più suggestivi della Tuscia. La ricorrenza si terrà dal 7 al 10 agosto ed è stata riconosciuta come Manifestazione tradizionale di interesse regionale in quanto rievoca storia e usanze molto antiche.

Il momento centrale dei festeggiamenti si avvia il 7 agosto, giornata scandita dal suono delle campane e dalle ormai tradizionali "bombe scure" (le nuvolette) che, alle 12, risuonano per tutto il Paese. A seguire inizierà la consueta processione che parte alle 20:30 dalla Cattedrale di Santa Maria Assunta al Santuario di San Famiano dove poi, viene celebrata la messa solenne sulla tomba del Santo Patrono.

Alla processione prendono partele Zitelle, ragazze nubili, nate o residenti a Gallese, che storicamente vengono sorteggiate e che rievocano un'antica tradizione risalente ai primi del Cinquecento: la Comunità di Gallese stabilì infatti di concedere una "dote" ad alcune giovani povere che altrimenti, visti gli usi del tempo, non avrebbero potuto sposarsi. Successivamente, nel 1614, Curzio Vanni, possidente gallesino, lasciò molti beni per implementare tale dote e stabilì che le Zitelle estratte sfilassero in Processione per la Festa di san Famiano e pregassero per la Comunità di Gallese. Il vestito delle Zitelle, secondo un'antica tradizione, non è cucito ma tenuto insieme da spilli perché poteva essere usato come parte del corredo di nozze: dalla fine del XIX secolo, le Zitelle, sono accompagnate dalle Madrine che, al 1989, indossano un vestito di foggia rinascimentale, cucito da sarte locali. L'abito viene indossato durante la processione dell'8 agosto mentre la sera precedente, le ragazze indossano una gonna nera e camicia bianca con la fascia riportante le iniziali della famiglia benefattrice.

Un'altra istituzione immancabile della festa è la Venerabile Confraternita di San Famiano che da secoli si occupa del culto del Santo. La stessa Confraternita esprime i Portatori che hanno l'importante compito di trasportare la statua del Santo. Indossano una tipica divisa costituita da una camicia bianca, pantaloni neri, basco e fascia rossi.

La via che conduce al Santuario è solitamente illuminata dalle tradizionali fiaccole romane che danno al Paese un aspetto fiabesco.

Nella prima giornata di festeggiamenti, il 7 agosto, Gallese viene accesa da un evento unico nel suo genere, la Bengalata, una pioggia di fuoco che scende dalle Mura merlate. Questa tradizione è molto partecipata dai cittadini al punto che, molto spesso sono le famiglie stesse a donare i fuochi di artificio.

Nel pomeriggio dell'8 agosto, ricorrenza della morte del Santo e giornata più importante dell'evento, presso lo Stadio Comunale, si svolge la Corsa alla Stella, una tradizionale gara di abilità tra cavalieri le cui origini risalgono al XVI secolo. Sei Cavalieri, ciascuno in rappresentanza delle antiche Contrade di Gallese e ad esse abbinate per sorteggio, si sfidano nell'infilzare, in corsa e con una lancia, delle Stelle poste lungo l'anello dello stadio. La contrada vincitrice si aggiudica il Palio di San Famiano, realizzato dalla Venerabile Confraternita di San Famiano.

All'esibizione partecipa il Corteo storico preceduto dal suono delle chiarine e dei tamburi del gruppo Musici Città di Gallese. Il Corteo è composto da circa 40 figuranti che impersonano i Magistrati e le figure di rilievo della Città di Gallese, così come ce li descrivono gli antichi Statuti del 1576, in rappresentanza delle Contrade della Città: Santa Maria, San Lorenzo, Sant'Angelo, Sant'Antonio, San Giacomo e San Sebastiano, sfila per le vie del Centro storico fino allo Stadio comunale. La giornata si conclude con lo spettacolo pirotecnico.

Il 9 agosto, invece, si tiene la Fiera di Merci e di Bestiame, usanza che si rinnova fin dall'antichità ed il tradizionale Concerto della Banda musicale "Città di Gallese", mentre il 10 agosto vengono allestiti giochi per i bambini e la gara podistica.

La manifestazione è organizzata dal Comitato Festeggiamenti San Famiano classi 1971/1996 e dalla Comunità parrocchiale di Gallese in collaborazione con la Pro Loco, la Confraternita di San Famiano e con il patrocinio del Comune.

Famiano era un monaco di origine tedesca che, dopo una vita da Pellegrino e da Eremita, di ritorno da un pellegrinaggio in Terra Santa, lungo la via Amerina, arrivò a Gallese il 17 luglio del 1150 e morì pochi giorni dopo, l'8 agosto.

Durante il suo periodo di permanenza nel Paese e subito dopo la sua morte, San Famiano, compì molti miracoli e la sua notorietà si diffuse presto, attirando molti pellegrini e l'attenzione di Papa Adriano IV che, pochi anni dopo, nel 1554, transitando per Civita Castellana, ebbe notizia di questi eventi e lo proclamò Santo mutando il suo nome da Quarduus in Famianus, per la Fama dei suoi miracoli.

Ogni data intorno al quale si organizzano i vari eventi di Gallese ha un significato ben preciso, tutto è legato alla sua lunga storia ricca di tradizioni. Proprio per questo, anche se i festeggiamenti di San Famiano iniziano ufficialmente il 7 agosto, il Comitato ha arricchito il suo programma con tante attività per grandi e piccini a partire dal 29 luglio. Dal 29 al 6 si inizierà con la preparazione alla festa del Santo mentre dal 4 al 10 agosto sarà aperta la Taverna del Comitato. Il 4 agosto si terrà la Serata Danzante mentre il 5 il Concerto "Serenate al chiaro di luna", con la partecipazione della Corale polifonica "Teofilo Gargari" di Gallese. Il 6 agosto sarà dedicato ai bambini con un pomeriggio di intrattenimento in piazza

Mirada de Tango Quartet

 Mirada de Tango Quartet (Alessandro Bonetti,violino- Claudia D'Ippolito,pianoforte- Manuela Turrini,fisarmonica e Roberto Salario,contrabbasso) in concerto martedì 9 agosto a Borgo Condè Wine Resort

Mail priva di virus. www.avast.com

giovedì 28 luglio 2022

Commemorazione 2 AGOSTO 1980 - strage alla Stazione di Bologna - concerto del trio Tribò

2 agosto 1980 , il ricordo a San Lazzaro
Commemorazione della strage alla Stazione di Bologna. Ore 20.00 al Parco 2 Agosto
Commemorazione 2 AGOSTO 1980

Ore 20:00
In Piazza Bracci sarà presente l'autogrù dei Vigili del Fuoco che nel 1980 effettuò gli interventi di soccorso

Ore 20:30
interventi delle autorità al parco 2 agosto:
Amministrazione del Comune San Lazzaro di Savena
ITC Teatro
Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco Bologna
Rappresentanti Associazione dei familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 Agosto 1980

Ore 21.00
Tribò in concerto
Claudia D'Ippolito, pianoforte,
Luca Troiani, fiati e tastiere
Stefano Bussoli, batteria
Un emozionante viaggio attraverso le più belle colonne sonore di film e non solo… Musiche di Gershwin, Morricone, Rota, Vangelis, Zimmer

Mail priva di virus. www.avast.com

SENZA CUORE “Nuda d’estate” è il nuovo singolo dell’artista calabrese

Un brano dal sound leggero sulle relazioni a distanza



in radio dal 29 luglio


Il nuovo singolo di Senza cuore è dedicato all'estate e alle relazioni che nascono durante le vacanze al mare. Un sound indie pop per le notti davanti ai falò, l'acqua salata per curare le ferite, i primi baci dati con timidezza fan da cornice ad un messaggio più profondo: non tutte le relazioni estive sono destinate a finire. Tornare alla vita di tutti i giorni e la distanza possono sembrare dei grandi scogli, ma l'amore sincero può vivere e continuare ben oltre questi ostacoli.

 

Radiodate: 29 luglio 2022

Etichetta: Orangle Srl 

www.oranglerecords.com

www.laltoparlante.it



CONTATTI SOCIAL

INSTAGRAM  https://www.instagram.com/senzacuore.mp4.1/

TIK TOK https://www.tiktok.com/@senzacuore.mp4.1

SPOTIFY  https://open.spotify.com/artist/6LtHYt97YyLf73odabGgdq?si=tL1fdbk-SyWLIfe616NyKA


BIO

Cristian Conforti, in arte Senza Cuore, nasce a Cariati in provincia di Cosenza nell' agosto 2001. Fin dai primi anni dell'adolescenza si appassiona alla musica e inizia a scrivere le sue prime canzoni; inizialmente sperimenta il rap, ma capisce che non è il suo genere e si dedica ad altri stili. 


LORIS “Amico marocchino” è il nuovo singolo del rapper e tiktoker italo albanese che racconta i giovani e le tradizioni

Tradizioni albanesi e marocchine uniscono i giovani di seconda generazione in italia



in radio dal 29 luglio


Dopo l'ultimo singolo Guerra, Loris torna con una canzone multiculturale per raccontare le storie dei ragazzi di seconda generazione in Italia.

Un rap che cavalca le sonorità del momento, ma con un' attenzione particolare al testo per rappresentare al meglio la cultura marocchina ed albanese, mettendo in luce la grande fratellanza che unisce i ragazzi di seconda generazione in Italia.


 

Radiodate: 29 luglio 2022

Etichetta: Orangle Srl

www.oranglerecords.com

www.laltoparlante.it



CONTATTI SOCIAL

INSTAGRAM https://www.instagram.com/loris.music/

TIK TOK  https://vm.tiktok.com/ZMNDx6r8A/

SPOTIFY https://open.spotify.com/artist/4ThXQ95lLBiuYZHAZ19lEW?si=2I6Ph0cQQ62kVnXEwC1gFA





BIO

Loris è un rapper/cantautore italo albanese di 26 anni molto conosciuto sui social con 29 mila follower su Instagram, 535 mila follower su TikTok e 158 mila su Youtube. 

Come molti ragazzi di seconda generazione ha un passato particolare e difficile che ha forgiato il suo carattere. Ha un repertorio musicale molto ampio, suona il pianoforte e passa dal rap al pop al cantautorale senza alcuna difficoltà.

Il primo brano ad ottenere un grande successo è "Leggenda ora sei re", una canzone sulla storia dello sport con più di 1 milione di views su Youtube, 3 milioni su Facebook e 300 mila streaming su Spotify (https://youtu.be/KX_Xa3YaxCU

Loris ha creato un suo format: canta canzoni inedite di un minuto con un semplice microfono e uno sfondo colorato, mostrando grande talento e versatilità musicale. Questo gli ha permesso di costruirsi un pubblico molto vasto e di ogni età, ottenendo in un anno più di 30 milioni di visualizzazioni tra YouTube e TikTok. Altri brevi pezzi che hanno avuto successo sono "Mi chiamo Loris", "Toy Story" e "Faleminderit".

Per il ritiro di Valentino Rossi, Loris ha scritto una canzone dedicata al fenomeno di Tavullia, che si intitola "Sole e Luna", ottenendo più di 100 mila condivisioni su Facebook e ricevendo i complimenti di molti addetti ai lavori. 

Ad aprile 2022 esce con l'ultimo brano "Guerra" sul conflitto tra Russia e Ucraina, prima in versione ridotta su TikTok e poi, visto il grande successo, in versione integrale.


HELENA “Chica” è il nuovo singolo reggaeton dell’artista milanese

Un reggaeton da ballare nelle calde notti estive



in radio dal 29 luglio


Poco dopo l'uscita del suo ultimo singolo Helena torna con un brano totalmente diverso. Un reggaeton incalzante per stare al ritmo con l'estate, le lunghe sere in discoteca e il mood leggero e spensierato delle vacanze. 

 

Radiodate: 29 luglio 2022

Etichetta: Orangle Srl

www.oranglerecords.com

www.laltoparlante.it



CONTATTI SOCIAL

INSTAGRAM https://instagram.com/helenafancyy?igshid=YmMyMTA2M2Y=

TIK TOK https://vm.tiktok.com/ZMNX12Hns/

SPOTIFY https://open.spotify.com/artist/3YqQgRjT98ZzIhd9t8FHvt?si=QCg_O6CjT9upUfn3PZmC4Q


BIO

Helena è una cantante Milanese classe 1997. Nata come ballerina con la passione per il canto, nel 2021 decide di mettere da parte il ballo per dedicarsi totalmente al canto e debutta con il primo singolo Flash, seguito da altri due singoli Evoque e 21 Domande.

La particolarità di Helena è la capacità vocale che le permette di sperimentare e cimentarsi in ogni sottogenere della musica Urban.


DECA YDF feat. BIX “Apatiche” è il nuovo singolo dell’artista torinese

Un brano estivo e moderno per sostenere il valore della musica



in radio dal 29 luglio


Apatiche parla di musica e di come questa passione spesso venga sminuita da parte di occhi esterni che la vedono come un mero hobby. Una base pop ed estiva mixata alla trap moderna si riflettono nel linguaggio giovane e nel videoclip che accompagnerà la release. Il brano è arricchito dalla voce sottile e leggera di Bix che ben si combina con quella cupa e rauca di Deca.


 

Radiodate: 29 luglio 2022

Etichetta: Orangle Srl 

www.oranglerecords.com

www.laltoparlante.it



CONTATTI SOCIAL

INSTAGRAM https://instagram.com/deca.ydf?igshid=YmMyMTA2M2Y=

TIK TOK tiktok.com/@decaydf

SPOTIFY https://open.spotify.com/artist/13Il0NL1QiQEVvWhK6ZZ5a?si=lZikRYqlQ8m10sNn1IvmmQ&utm_source=copy-link



BIO

Nato a Torino nel 2005, De Carolis Gabriele, in arte Deca, si affaccia nella scena musicale emergente torinese all'età di 14 anni. In due anni ha toccato diversi generi dimostrando la voglia di sperimentazione, passando dalla techno all'indie fino all'hardcore trap. Tutte le uscite sono sotto il segno dell'Urban Central, studio torinese in cui l'artista è cresciuto, e sotto l'Orangle Records. 



Monumento naturale e Oasi WWF Pian Sant’Angelo, tra storia e biodiversità

Alla scoperta di un'area naturale protetta estesa tra Gallese e Corchiano e scrigno di storia del territorio, archeologia e biodiversità, tra splendidi esempi di flora e fauna.

Nell'originario paesaggio dell'Ager faliscus, che oggi ospita numerosi borghi come Gallese, sorge una splendida area naturale protetta, di circa 260 ettari: il Monumento naturale e Oasi WWF Pian Sant'Angelo, comprendente anche il territorio di Corchiano.

L'Oasi tutela il patrimonio naturalistico, ma assume un'importanza decisiva anche in termini culturali, storici e archeologici. L'area conserva infatti il paesaggio tipico dell'agro falisco, dal nome del popolo di origine latina che lo abitava: i Falisci, amici e alleati degli Etruschi, ma anche alcuni rilevanti reperti archeologici. Di grande pregio è l'area di Ponte del Ponte, notevole esempio di ingegneria idraulica, opera poi completata dai romani con la costruzione di un monumentale acquedotto. Altrettanto significative la tomba del Capo, e la tomba del Serpente, entrambe strutture funerarie risalenti al IV-III secolo A.C.

Tuttavia la presenza dell'uomo è ben evidenziata anche in epoche precedenti: sono stati ritrovati nell'area molti reperti litici, in particolare presso la grotta del Vannaro, probabile riparo utilizzato fin dal Paleolitico superiore.

Dal punto di vista naturalistico assume grande importanza per la conservazione della biodiversità la gestione agricola da sempre biologica. Grazie a questa oculata scelta, le numerose specie animali e vegetali che nel corso dei millenni si sono "specializzate" a vivere nell'habitat agricolo sono tuttora presenti. Anche le aree boscate sono lasciate alla loro naturale evoluzione e da decenni ormai non si effettuano più tagli, né vengono rimossi alberi morti. Ciò, unito alla particolare storia geologica del territorio, rende l'Oasi un ambiente unico al mondo.

Più in generale, la nascita di questi territori è dovuta a due fattori: l'attività vulcanica e l'azione erosiva delle acque che ha scolpito suggestive forre. Quest'ultime appaiono come ambienti molto selvaggi, caratterizzati dalla presenza di corsi d'acqua e da versanti talora ripidi a fondovalle stretto, oppure più dolci, a fondovalle ampio. Le forre rappresentano dei veri e propri corridoi biologici, che permettono agli animali la naturale dispersione sul territorio.

L'estrema diversificazione di questi ambienti permette la presenza di una ricca flora. La vegetazione comprende area di macchia mediterranea con erica, corbezzolo e fillirea che si sviluppa sui pianori, ma anche specie come il cerro e il carpino, che vegetano sul fondo delle forre. In primavera è possibile ammirare molte specie di fiori come ciclamini, fiordalisi e orchidee, tra cui Spirantes spiralis autunnalis, Orchis purpurea, Serapias lingua e Dactylorhiza romana.

Tra i mammiferi sono presenti l'istrice, il tasso, la martora, il capriolo, la lepre, diverse specie di Chirotteri e di micro mammiferi; tra gli uccelli, rilevante la nidificazione di specie strettamente legate all'habitat agricolo, tra cui la tortora selvatica, specie in declino in tutta Europa, l'upupa e il rigogolo. In totale, sono state individuate 91 specie di uccelli, tra svernanti, nidificanti e migratrici, di cui alcune (35) di elevato interesse conservazionistico. Possiamo quindi affermare che l'Oasi WWF svolge appieno la sua funzione di conservazione della natura.

L'Oasi è aperta da settembre a luglio, visitabile su prenotazione dal mercoledì al sabato secondo orari stabiliti stagionalmente. Il prezzo ordinario della visita è di 10 euro, 8 per gruppi, gruppi scolastici dai 6/14 anni e over 65. Il prezzo per i soci WWF è di 4 euro. Biglietto gratuito per la fascia di età sotto i 6 anni. Per visitare l'area è necessario indossare scarponcini da trekking e pantaloni lunghi. In base al Regolamento della Regione Lazio, è consentita solo la visita guidata, che ha una durata di 3 ore circa.

mercoledì 27 luglio 2022

RÆSTAVINVE feat. Francesco Di Bella “Resto a sud” è il singolo del duo pugliese in collaborazione con il cantautore leader dei 24 grana, in uscita lo stesso giorno del loro nuovo ep

Ad un anno dalla pubblicazione di Biancalancia, album d'esordio, tornano con un nuovo lavoro discografico, da cui il singolo estratto, che vanta diverse preziose collaborazioni.



In radio venerdì 29 luglio

 

Il duo pugliese RæstaVinvE è il risultato della collaborazione fra Vinvè (produttore, compositore e cantautore) e Ræsta (cantautore polistrumentista), due entità artistiche che hanno unito la loro musica in un progetto biunivoco sfociato nel disco d'esordio "Biancalancia", uscito a maggio 2021.

Escono lo stesso giorno, venerdì 29 luglio, l'Ep e il primo singolo estratto, entrambi con lo stesso titolo: "Resto a sud"

Il nuovo lavoro dei due artisti pugliesi vanta preziose collaborazioni: oltre a quella con il cantautore partenopeo Francesco Di Bella, per la title track "Resto a sud",  vi è una reinterpretazione elettroacustica di "Tu non mi basti mai", brano di Lucio Dalla, reinterpretato dai RaestaVinvE insieme con la musicista pugliese Federica Fornabaio al piano. Federica Fornabaio, pugliese anche lei, è stata la prima donna a dirigere l'Orchestra del Festival di Sanremo (vincendolo alla conduzione di Arisa e Marco Carta) e si è occupata degli arrangiamenti del brano  insieme al produttore Maurizio Loffredo, producer dei RaestaVinvE. 

Sul brano "Resto a sud" importanti sono le collaborazioni di Daniele Sinigallia in qualità di produttore artistico, di Marjorie Biondo ai cori, di Ivo Parlati alla batteria, e del già citato songwriter Francesco di Bella, leader dei 24 Grana.

A completare il progetto troviamo due versioni di "Boat Behind" dei Kings of Convenience. I RaestaVinvE si sono cimentati nella reinterpretazione del loro brano, ed in una successiva riproposizione, dal sapore internazionale. In chiusura la struggente "Adesso tutto cambiato", singolo pubblicato lo scorso 12 luglio su tutte le piattaforme e di cui sarà pubblicato il videoclip a breve. 

Il lavoro vede la co-produzione di Maurizio Loffredo per quanto riguarda l'intero ep, e Daniele Sinigallia per il brano "Resto a sud", evidenziando una forte ricerca di nuove sonorità dal sapore internazionale. Intense sezioni ritmiche, tocchi rapidi di pianoforte, suoni sintetizzati e campionati alternati a strati di chitarre ipnotiche, sono il marchio di fabbrica dell'intero progetto. 

Il progetto è sostenuto dalla "Programmazione PugliaSounds Record 2022".



Etichetta: Vinve Multimedia 

Radio date: 29 luglio 2022

Realise date ep: 29 luglio 2022




Contatti e social


Facebook: www.facebook.com/raestaevinve/

Instagram: @vinvemusic - @raesta 


Spotify: https://spoti.fi/37xjogf  

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UC6mDU6hjf2b0sLcw83MZeTA

VEVO: https://www.youtube.com/channel/UCMKhiBSUYEpiqLcB1KoSUGA



BIO

RæstaVinvE è un duo di origini pugliesi composto da Vincenzo Vescera (Vinvè), produttore e cantautore, e Stefano Resta (Ræsta), medico e cantautore polistrumentista. I due debuttano come unica ma biunivoca entità artistica con il progetto discografico di mutuo soccorso "Biancalancia", pubblicato il 21 maggio 2021. 

Il loro sound affonda le radici nell'alternative rock (è possibile riconoscere le influenze di alcuni artisti anglosassoni come Radiohead, Elliott Smith, Grizzly Bear), dando uno sguardo alle atmosfere indie più contemporanee e collegandosi anche ad un pop cantautorale italiano più tradizionale. Il 15 maggio 2021 esce il primo singolo estratto, "Non sono nato ieri". Il 19 giugno arriva in radio il secondo singolo "Senza cuore", il 9 ottobre è il turno di "Tequila", per arrivare al singolo "Samurai" in uscita il 18 dicembre 2020. I

ll primo singolo estratto dal nuovo lavoro discografico è "Resto a sud" che porta il titolo dell'Ep in uscita lo stesso giorno, ossia il 29 luglio 2022.


fonte: www.laltoparlante.it


martedì 26 luglio 2022

DARIO CAVALIERE “Pazzo di te” è il nuovo singolo del cantante campano

La follia dell'amore che pervade l'animo umano



in radio dal 8 luglio


Pazzo di te esplora l'animo umano quando è totalmente ossessionato dall'amore. La lucidità viene meno e ci si perde in un labirinto di illusioni, domande, momenti di vuoto totale. L'amore diventa l'unica ragione di vita quando intorno non abbiamo altro a cui pensare, sofferenza e insicurezza riempiono il cuore e la testa portando alla follia estrema l'innamorato, che puntualmente non viene corrisposto e perde così il lume della ragione.


Radio date: 8 luglio 2022

Etichetta: Orangle Srl 

www.oranglerecords.com

www.laltoparlante.it



CONTATTI SOCIAL


INSTAGRAM https://www.instagram.com/__dariocavaliere__/

SPOTIFY https://open.spotify.com/artist/4OUGMp8eb8mTIxANTuViUK

TIK TOK https://www.tiktok.com/search?q=dario%20cavaliere&t=1656931845533



BIO 

La sua carriera inizia nel 2007 come frontman di una nota rock band emergente "Dreamway Tales" ed esperienze sia nell'underground che a livello nazionale. In quegli anni la band è protagonista di aperture ai concerti di "Sonohra" e "Finley", ed ha partecipato ad un'esibizione sul palco insieme ai "Lost" in occasione di un loro concerto. A settembre 2014 vince il Festival Nazionale dei Giovani Talenti, presso La casa della musica a Napoli, con la vincita di tre premi: partecipazione alle selezioni della semifinale del festival di Castrocaro, partecipazione al Festival di Avezzano, e partecipazione alle selezioni del festival di Sanremo 2016. Nel 2021 partecipa al contest "Promuovi la tua musica", organizzato da Antonio Vandoni, posizionandosi al terzo posto per la tappa Napoli al teatro Summarte. Il 12 Novembre 2021 esce il videoclip ufficiale di "Incubo (divora tutto)" girato da Salvatore Iuliano che segna l'inizio del progetto con Alfonso D'agostino, che diventa coautore, produttore, manager e direttore artistico in collaborazione con l'etichetta Orangle Records di Milano. A febbraio 2022 esce il singolo "Non riesco a liberarmi".


MATTEO E IO “Allergia d’aprile” è il nuovo singolo del cantautore veronese

Un brano ritmato sugli amore estivi



in radio dal 8 luglio


Il nuovo singolo di Matteo e io parla dell'estate, delle avventure che si vivono in questo periodo così particolare e libertino. L'arrivo del caldo e delle vacanze creano un senso di leggerezza che durante il resto dell'anno magicamente scompare. Durante i mesi estivi il cervello smette di imporsi sul cuore e ci sentiamo liberi di sbagliare, ma soprattutto liberi di innamorarci della vita e dell'amore. 

Prima di tornare a casa riempiamo la valigia di questi pensieri felici, dell'aria leggera e dei ricordi sereni per farne scorta per i mesi freddi e cupi che ci attendono.



Radio date: 8 luglio 2022

Etichetta: Orangle Srl

www.oranglerecords.com

www.laltoparlante.it



CONTATTI SOCIAL


INSTAGRAM: https://www.instagram.com/matteo_e_io/

SPOTIFY: https://open.spotify.com/artist/4Zx1FdnVj10w170XV0GzvO?si=HsDDe_0eSU-GvtASC3paEw&nd=1

TIK TOK https://www.tiktok.com/@matteoeio

 



BIO 

Matteo Poletti, in arte Matteo E Io, nasce il 22 dicembre del 1993 a Verona. La passione per la scrittura di brani da lui composti lo proietta già all'età di 15 anni a confermarsi come cantautore. Scrive interamente il suo primo album che è arrangiato e prodotto insieme alla band "United Ways" di cui è fondatore. Tra il 2019 e il 2020, dopo alcuni cambi di formazione, pubblicano alcuni nuovi singoli tra cui "Quasi Alla Fine", con cui raggiungono per la prima volta su scala nazionale classifiche, giornali e radio. Dopo anni spesi all'interno del progetto "United Ways", Matteo decide di intraprendere nel 2021 un percorso da solista. Il 26 novembre 2021 esce il suo primo singolo "Le luci dei taxi" e il 18 febbraio 2022 esce "Cuspide", brano che entra in generazione z e ci rimane per sette settimane.


Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota