Cerca nel blog

giovedì 21 novembre 2019

Dude,I highly suggest you to read this letter, simply to be sure not a thing could occur

Hello!

I have very bad news for you.
21/07/2019 - on this day I hacked your OS and got full access to your account comunicato.comunicato@blogger.com

So, you can change the password, yes... But my malware intercepts it every time.

How I made it:
In the software of the router, through which you went online, was a vulnerability.
I just hacked this router and placed my malicious code on it.
When you went online, my trojan was installed on the OS of your device.

After that, I made a full dump of your disk (I have all your address book, history of viewing sites, all files, phone numbers and addresses of all your contacts).

A month ago, I wanted to lock your device and ask for a not big amount of btc to unlock.
But I looked at the sites that you regularly visit, and I was shocked by what I saw!!!
I'm talk you about sites for adults.

I want to say - you are a BIG pervert. Your fantasy is shifted far away from the normal course!

And I got an idea....
I made a screenshot of the adult sites where you have fun (do you understand what it is about, huh?).
After that, I made a screenshot of your joys (using the camera of your device) and glued them together.
Turned out amazing! You are so spectacular!

I'm know that you would not like to show these screenshots to your friends, relatives or colleagues.
I think $809 is a very, very small amount for my silence.
Besides, I have been spying on you for so long, having spent a lot of time!

Pay ONLY in Bitcoins!
My BTC wallet: 1QKG5uTDq1GU8iNYqycitEL9dv9dctoQsV

You do not know how to use bitcoins?
Enter a query in any search engine: "how to replenish btc wallet".
It's extremely easy

For this payment I give you two days (48 hours).
As soon as this letter is opened, the timer will work.

After payment, my virus and dirty screenshots with your enjoys will be self-destruct automatically.
If I do not receive from you the specified amount, then your device will be locked, and all your contacts will receive a screenshots with your "enjoys".

I hope you understand your situation.
- Do not try to find and destroy my virus! (All your data, files and screenshots is already uploaded to a remote server)
- Do not try to contact me (this is impossible, sender's address was randomly generated)
- Various security services will not help you; formatting a disk or destroying a device will not help, since your data is already on a remote server.

P.S. You are not my single victim. so, I guarantee you that I will not disturb you again after payment!
This is the word of honor hacker

I also ask you to regularly update your antiviruses in the future. This way you will no longer fall into a similar situation.

Do not hold evil! I just do my job.
Have a nice day!

mercoledì 20 novembre 2019

BUONANOTTE E SOGNI D'ORO ALLA FONDAZIONE DINO ZOLI - Forli, 22 novembre 2019





BUONANOTTE E SOGNI D'ORO AL MUSEO
Favole d'arte, magici acchiappasogni, morbidi lettoni
Nell'ambito della mostra
GRADAZIONI DI LUCE
Geografie di sguardi tra storia e contemporaneità
Fondazione Dino Zoli, Forlì
Venerdì 22 novembre, ore 20.00
In collaborazione con Dorelan



Una notte alla Fondazione Dino Zoli di Forlì per piccoli amanti dell'arte, tra favole, magici acchiappasogni e morbidi lettoni. Nell'ambito della mostra "Gradazioni di luce. Geografie di sguardi tra storia e contemporaneità", un percorso interamente a misura di bambino, con lettura romanzata delle opere, laboratori d'arte e sogni condivisi.

Dopo i tanti momenti di incontro e riflessione rivolti ad un pubblico adulto, la Fondazione Dino Zoli, punto di riferimento culturale di Dino Zoli Group, stringe ulteriormente il legame con il proprio territorio, coinvolgendo i bambini e le scuole attraverso la didattica.

Partner del progetto è Dorelan, azienda di primo piano nel settore Bedding in Italia, anch'essa con sede a Forlì, che con Dino Zoli Group condivide l'attenzione per il sociale attraverso progetti tesi a favorire la sinergia tra imprese, enti e territorio, a sostegno del tessuto economico locale e delle giovani generazioni.

Venerdì 22 novembre, grazie all'interessamento di Ermanna Zoli e all'entusiastica risposta della Scuola Primaria "Dante Alighieri" dell'Istituto Comprensivo N. 4 Annalena Tonelli di Forlì, nella persona di Anna Starnini (Dirigente) e di Maria Angela Mini (Direttore dei servizi generali e amministrativi), gli studenti della classe 2^B potranno trascorrere un'intera notte al museo, accompagnati dalle insegnanti Elisabetta Ghirelli, Valentina Sacchetti e Laura Carleo.

Appuntamento alle ore 20.00 alla Fondazione Dino Zoli per la visita alla mostra "Gradazioni di luce. Geografie di sguardi tra storia e contemporaneità", guidati da Nadia Stefanel (Direttore della Fondazione Dino Zoli) e Monica Zoli (Socia Dino Zoli Group). Un viaggio attraverso aree storiche e archeologiche, siti Unesco e architetture contemporanee, grazie alle ricerche fotografiche di Alessandra Baldoni, Luca Gilli, Cosmo Laera, Luca Marianaccio, Lucrezia Roda e Pio Tarantini, inseguendo la luce. La visione di ogni opera sarà legata alla lettura di brani letterari e fiabe per dare voce ai luoghi fotografati, tutti illuminati dalla DZ Engineering.

A seguire, si terrà il laboratorio "Buonanotte e Sogni d'Oro" ideato da Dorelan. I bambini saranno invitati ad utilizzare materiali in esubero forniti da Dorelan e Dino Zoli Textile - come stoffe, filati e gommapiuma - per creare tanti acchiappasogni, così che il sonno possa trasformarsi in un'avventura onirica.

Dopo una notte di riposo sui materassi firmati Dorelan, l'esperienza si concluderà con una colazione ad arte, offerta da Dino Zoli Group.

FEMMINICIDIO, ATTIVA LA PRIMA CHAT ANONIMA PER UOMINI VIOLENTI

FEMMINICIDIO,  ATTIVA LA PRIMA CHAT ANONIMA PER UOMINI VIOLENTI

IL 25 NOVEMBRE LA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Una chat anonima in cui gli uomini, autori di violenza di genere, possono chiedere aiuto e iniziare così un percorso di cura. E' l'iniziativa avviata dall'associazione Studiodonne Onlus, fondata dall'avvocato matrimonialista del Foro di Roma, esperta in Diritto di Famiglia, Maria Luisa Missiaggia, che sarà presentata al convegno 'Se la riconosci la eviti: strumenti per le donne e cura per l'uomo contro la violenza' organizzato da Studiodonne Onlus il 25 novembre al Grand Hotel Plaza a Roma, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

"La violenza non è una scelta ma una malattia e come tale può essere curata - spiega l'avv. Missiaggia - L'uomo violento non è consapevole di essere violento, deve essere accolto per uscire dalla solitudine e dal comportamento patologico relazionale che pone in essere. Il primo passo per sconfiggere il fenomeno è prendere atto di avere un problema e cercare percorsi di ricostruzione della personalità".

Sul sito studiodonneonlus.com gli uomini autori di violenze contro le proprie compagne possono dunque accedere alla chat anonima per raccontare la propria storia ed essere indirizzati al gruppo di recupero per uomini maltrattanti basato sul metodo dei 12 passi. L'iniziativa che rientra nel progetto #perteuomo, lanciato dall'Associazione, prevede incontri costanti in cui si porta avanti un lavoro comune nella logica del mutuo aiuto.

"Sono arrivate parecchie richieste di aiuto e informazioni da parte di uomini che hanno mostrato segnali di apertura nei confronti di una possibile risoluzione del problema - prosegue l'esperta - Si fissa un appuntamento per entrare a far parte dei gruppi di auto aiuto in cui il violento, attraverso lo specchio di chi ha la sua stessa problematica, riesce a prendere consapevolezza e a seguire un percorso comportamentale adeguato. La parte più difficile resta però l'aggancio fisico perché il sentimento di vergogna è molto forte. Non basta un solo incontro: per imparare a controllare, gestire e superare queste malattie il programma deve accompagnare nel corso della vita".

Molto spesso, infatti, seppure interviene una denuncia e a seguire un periodo di detenzione, la pena inflitta all'autore di violenze non è sufficiente per non ripetere l'errore. "La pena non basta perché siamo in presenza di vere e proprie malattie per cui bisogna affiancare un percorso di recupero - osserva l'avvocato Missiaggia - In altri Paesi già esiste, è il giudice che destina direttamente al gruppo di recupero il soggetto che ha compiuto dei reati. Se non strutturiamo anche all'interno del carcere, o al di fuori a livello preventivo, un percorso specifico di cura, incorreremo sempre nel rischio di una recidiva".

PROTESI FACCIALI O FILLER? PER GIOVINEZZA DURATURA IMPIANTI FACCIALI, PER BELLEZZA MOMENTANEA FILLER

PROTESI FACCIALI O FILLER? PER GIOVINEZZA DURATURA IMPIANTI FACCIALI, PER BELLEZZA MOMENTANEA FILLER

Sempre più persone cedono al ritocco ma quando si tratta del viso la domanda è sempre la stessa: protesi facciali o punturine? La risposta può nascondere insidie e prima di sottoporsi a trattamenti o interventi per ripristinare i volumi del volto è bene tenere a mente alcune indicazioni. 

"Esiste un'enorme differenza tra filler e impianti: i filler donano bellezza mentre gli impianti facciali restituiscono giovinezza. Cosa ancora più importante, il filler agisce sui tessuti molli, con un'azione temporanea e comporta rischi nella ripetizione delle punture oltre quelle, spesso minimizzate di reazioni avverse per accidentale coinvolgimento della sostanza in un vaso sanguigno. Le protesi, invece, vero che trattasi di intervento chirurgico ma ricostruiscono l'inevitabile assorbimento osseo rendendo il volto più giovane di dieci anni per tutta la vita", ha spiegato il Prof. Daniele Spirito, chirurgo plastico, di Roma, e docente presso la Cattedra di Chirurgia Plastica dell'Università di Milano, che ha trattato l'argomento al IX Corso Apira Medical di chirurgia Plastica e Medicina estetica, che si è tenuto a Napoli il 16 novembre. 

Dunque per correggere la convessità temporale, ripristinare zigomi, correggere le borse sotto gli occhi o avere una mascella più pronunciata, perfino aumentare il labbro qual è la scelta più indicata? 

"Spesso le persone preferiscono il filler perché è un trattamento rapido e poco costoso; l'impianto, invece, è un intervento chirurgico, seppure eseguito in day hospital e anestesia locale - prosegue l'esperto - Bisogna sottolineare che l'effetto del filler dopo sei mesi svanisce, dona quindi una bellezza effimera delle parti molli. Man mano che l'età avanza il viso si assottiglia, l'osso si assorbe, quindi gli impianti possono garantire un risultato migliore: protesi temporali, mandibolari, zigomatiche, sottorbitali hanno l'effetto di ripristinare l'osso con uno spessore di pochi millimetri di silicone duro regalando dieci anni di giovinezza". 

"Sottoporsi a un intervento chirurgico, per quanto sia più invasivo di una punturina, ha infatti dei vantaggi - osserva ancora il Prof. Spirito - Il risultato è durevole nel tempo perché la protesi non si riassorbe e una volta raggiunti i 60 anni facilmente se ne dimostrano 40-45. Utilizzando il filler, invece, per prolungare il risultato è necessario intervenire più volte nel corso del tempo e nella ripetizione si può andare incontro a problemi tardivi insiti nella ripetizione periodica. I filler che durano tanto inoltre, anche un anno, rischiano dunque di portare reazioni avverse e, quando si tratta di iniettare grossi quantitativi, i rischi aumentano".

AHA Acido Bempedoico riduce il colesterolo senza influenzare il controllo glicemico

Daiichi Sankyo ha presentato al Congresso AHA i risultati due analisi combinate di quattro trial clinici di Fase III che hanno arruolato più di 3.600 pazienti

L'acido bempedoico, in aggiunta a terapie ipolipemizzanti di background, riduce significativamente il colesterolo senza tuttavia influenzare negativamente il controllo glicemico. Daiichi Sankyo ha presentato al Congresso AHA, in corso a Philadelphia, due analisi combinate di dati provenienti da 4 trial di Fase III che hanno arruolato più di 3.600 pazienti. L'Acido Bempedoico, un inibitore orale dell'adenosina trifosfato (ATP) citrato liasi (ACL) che riduce la sintesi del colesterolo nel fegato, è attualmente in fase di valutazione regolatoria da parte dell'EMA e dell'FDA.


Philadelphia, 18 novembre 2019 – L'acido bempedoico, in aggiunta a terapie ipolipemizzanti di background, riduce significativamente il colesterolo senza tuttavia influenzare negativamente il controllo glicemico. È quanto emerge da
due analisi combinate di quattro trial clinici di Fase III sull'acido bempedoico che hanno coinvolto un totale di oltre 3.600 pazienti, e sono state presentate da Daiichi Sankyo all'American Heart Association (AHA) Scientific Sessions in corso a Philadelphia.
Una delle analisi ha mostrato che l'acido bempedoico ha ridotto l'emoglobina A1c (HbA1c) dello 0.19% rispetto al placebo in pazienti diabetici trattati per 12 settimane. L'HbA1 è un parametro di valutazione standard del controllo glicemico, usato nella gestione del diabete. L'analisi ha inoltre dimostrato che i pazienti trattati con acido bempedoico hanno sperimentato un numero minore di nuovi casi di diabete così come di episodi di iperglicemia, rispetto a quelli trattati con placebo. L'analisi combinata suggerisce che l'acido bempedoico non ha un impatto negativo sul controllo glicemico in pazienti con e senza diabete, se aggiunto a una terapia ipolipemizzante stabile di background.

"Molti pazienti ad alto o altissimo rischio di ipercolesterolemia combattono anche per mantenere sotto controllo i valori glicemici, siano essi soggetti già affetti da diabete o a rischio di svilupparlo. Il colesterolo elevato e la glicemia elevata sono entrambi fattori di rischio importanti per malattie cardiovascolari ed eventi quali infarto e ictus. - Ha dichiarato Wolfgang Zierhut, MD, responsabile del dipartimento Antithrombotic and Cardiovascular Medical Affairs di Daiichi Sankyo Europa – Ci sono evidenze che dimostrano che alcuni trattamenti ipolipemizzanti possano aumentare il rischio di diabete, quindi è incoraggiante per noi osservare che l'acido bempedoico, in aggiunta a terapie preesistenti, riduce il colesterolo senza tuttavia influenzare negativamente il controllo glicemico."

Un'altra analisi ha dimostrato che in tutti e quattro gli studi di fase III, l'acido bempedoico riduce significativamente il colesterolo a bassa densità (C-LDL) nei pazienti con ipercolesterolemia, se aggiunto ad una terapia con statine alla massima dose tollerata. Nei soggetti trattati con terapia di background, l'acido bempedoico ha ridotto il C-LDL del 18% rispetto al placebo. Nei soggetti non trattati con terapia di background, l'acido bempedoico ha ridotto il C-LDL del 25% rispetto al placebo.

L'acido bempedoico è in fase di sviluppo come trattamento addizionale in monosomministrazione giornaliera per quelle persone con ipercolesterolemia che non riescono a raggiungere i loro target di C-LDL e restano all'alto rischio di eventi cardiovascolari come infarto o ictus, nonostante assumano terapie ipolipemizzanti orali ottimizzate.
La richiesta di autorizzazione all'immissione in commercio dell'acido bempedoico, è attualmente sottoposta a valutazione da parte dell'Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) e della Food and Drug Administration (FDA).

Acido Bempedoico
L'acido bempedoico è un inibitore orale dell'ATP citrato liasi (ACL) che, con un meccanismo d'azione mirato, riduce la biosintesi del colesterolo nel fegato, riducendo i livelli di C-LDL in circolo. Utilizzato in monosomministrazione giornaliera, è destinato a pazienti affetti da ipercolesterolemia e/o ad alto rischio di malattia cardiovascolare aterosclerotica (ASCVD) che necessitano di una ulteriore riduzione di C-LDL, nonostante abbiano ricevuto statine alla massima dose tollerata.

L'acido bempedoico ha una modalità d'azione unica e innovativa, complementare a quella di altre terapie ipolipemizzanti come le statine. Grazie alla sua specifica modalità d'azione sul fegato, l'acido bempedoico ha una ridotta potenzialità di indurre gli effetti collaterali a carico dell'apparato muscolare associati all'uso delle statine, e determina una riduzione ulteriore del C-LDL rispetto alla monoterapia con statine nei trial clinici.
Con l'acido bempedoico si è osservata una riduzione della proteina C-reattiva ad alta sensibilità, un marker chiave dell'infiammazione associata a malattia cardiovascolare.

L'acido bempedoico in monoterapia (180 mg) e l'associazione fissa di acido bempedoico/ezetimibe (180 mg/10 mg) in compresse, sono attualmente in corso di valutazione da parte dell'Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) e della Food and Drug Administration (FDA) statunitense per la riduzione del colesterolo LDL nei pazienti che non hanno raggiunto i loro livelli ottimali di C-LDL. Daiichi Sankyo Europa ha ottenuto da Esperion la licenza esclusiva per la commercializzazione di questi prodotti nell'area economica europea e in Svizzera. Le decisioni in merito all'approvazione sono attese per la prima metà del 2020.

Fonte: Daiichi Sankyo Italia

Daiichi Sankyo
Daiichi Sankyo è un Gruppo attivamente impegnato nello sviluppo e diffusione di terapie farmaceutiche innovative con la mission di migliorare a livello globale gli standard di cura e colmare i diversi bisogni ancora non soddisfatti dei pazienti, facendo leva su una ricerca scientifica e una tecnologia di prima classe. Con più di 100 anni di esperienza scientifica e una presenza in più di 20 Paesi, Daiichi Sankyo e i suoi 15.000 dipendenti in tutto il mondo, contano su una ricca eredità di innovazione e una robusta linea di farmaci promettenti per aiutare le persone. Oltre a mantenere il suo solido portafoglio di farmaci per il trattamento delle malattie cardiovascolari, e con la Vision del Gruppo al 2025 di diventare una "Global Pharma Innovator con vantaggi competitivi in area oncologica", Daiichi Sankyo è impegnata nella creazione di nuove terapie per l'oncologia e in altre aree di ricerca incentrate su malattie rare e disordini immunitari. 

da domani BOLLE DI SAPONE di Lorenzo Collalti_ dal 21 novembre al 1 dicembre_ Teatro Brancaccino


Si rinnova il comunicato stampa di  Bolle di Sapone, spettacolo scritto e diretto da Lorenzo Collalti ed interpretato da Grazia Capraro e Daniele Paoloni,  in scena al Teatro Brancaccino di Roma dal 21 novembre al 1 dicembre.

Due personaggi timidi e maniacali vivono le loro vite in maniera surreale, intrappolati in una visione fantasiosa del quotidiano fino a quando il destino non li fa incontrare in un giardino pubblico. 

Costretti a comunicare si raccontano le loro piccole solitudini sullo sfondo di una periferia metropolitana alienata.
Lorenzo Collalti, giovane regista, autore di Nightmare N.7, Un Racconto d'inverno e Reparto Amleto, porta in scena, che ha debuttato nel 2018 al Festival In Equilibrio di Armunia, Bolle di Sapone, in cui la scrittura apparentemente leggera rivela un'analisi profonda ed emotivamente forte della società contemporanea nelle grandi metropoli in cui le persone vivono vite solitarie: "Se vivi in un paese di quattromila abitanti conosci tutti, se abiti in una città di tre milioni di persone non conosci nessuno." 

La periferia con i suoi palazzoni sovraffollati spesso non permette le relazioni umane, rendendo gli individui sempre più soli, diffidenti e spaventati evitando il contatto e l'incontro con l'altro.




martedì 19 novembre 2019

Spice Research: per l'innovazione nel retail, i consumatori sono già più pronti delle aziende

Le innovazioni nel retail influenzano l’esperienza di acquisto? 


È questa la domanda alla base della ricerca “Retail e Innovazione 2019” presentata da Spice Research in occasione dell’edizione 2019 degli EDM Awards, i riconoscimenti che Edizioni DM assegna annualmente alle iniziative di comunicazione digitali e di shopping experience dei distributori e dell’industria di marca.

Rispetto alla stessa analisi, condotta nel 2018, risulta che i soggetti interpellati (2013 rispondenti e responsabili di acquisto, di età compresa tra i 25 e i 65 anni) tendono a utilizzare in modo più marcato i diversi touchpoint: difatti, la quota di chi non ne impiega nessuno sale dal 13% al 16%. 

L’atteggiamento complessivo verso le nuove tecnologie risulta positivo, anche se, in generale, si mantiene in linea con le evidenze emerse l’anno scorso.

Così, il gruppo più numeroso (48%) è composto da coloro che dichiarano di esserne attratti e di sentirsi inclini alle novità non appena ne vengono a conoscenza. 

Un altro 18% è interessato, ma vuole tempo per abituarsi, mentre un 20% desidera sentire, prima di una prova, il parere di amici e conoscenti. 

Sommando le risposte, l’area di positività/favore si attesta all’86% del campione. 

Coerentemente con tale scenario, i driver che spingono all’utilizzo superano di gran lunga le barriere. 

Il fattore decisivo è il risparmio di tempo (36%), seguito dalla maggiore autonomia personale (28%) e dalla riduzione della fatica (10%).

IO NON SONO COME MOIRA di Susanna Laurenti e Riccardo Viola_ dal 25 al 27 novembre_ Teatro de' Servi


La Compagnia dei Masnadieri
La Compagnia della Scuola del Teatro dell'Orologio
Presentano

IO NON SONO COME MOIRA

Testo e regia di Susanna Laurenti e Riccardo Viola
Con Susanna Laurenti, Benedetta Russo, Enrico Torzillo, Michele Traverso, Riccardo Viola,
Pietro Maria Virdis
Supervisione artistica di Leonardo Ferrari Carissimi
Dal 25 al 27 novembre ore 21
Teatro de' Servi

Va in scena dal 25 al 27 novembre al Teatro de' Servi, nell'ambito della Stagione Fuoriclasse dedicata alla drammaturgia contemporanea, IO NON SONO COME MOIRA, spettacolo scritto e diretto da Susanna Laurenti e Riccardo Viola.
Protagonista è Andrea, giovane, bello, ambizioso e METROSESSUALE, il quale si  prepara a recarsi ad una conferenza dove presenterà ad un gran numero di  uomini e di investitori la sua nuova linea di prodotti cosmetici "Il Nuovo Maschio". 
L'evento segna per lui, il primo passo verso la realizzazione di un sogno, il suo sogno: la creazione del più grande impero di cosmetici per soli uomini esistente sul mercato.  
La preparazione di questa conferenza, diventerà per il ragazzo l'occasione per confrontarsi e affrontarsi con gli improbabili fantasmi del suo passato,  che trasformati dalla sua fantasia invaderanno la sua casa e la sua mente con atmosfere oniriche e visionarie che strizzano l'occhio a Carrol e alla tradizione gotica. A riportarlo alla realtà, solo il cugino Mino, una pincopanco senza pancopinco che ha come unica occupazione quella di bighellonare nella sua casa.  

"Io non sono come Moira" invita lo spettatore a non limitarsi a guardare la realtà, ma ad interpretarla, a colorarla proprio come fa il suo protagonista.
Un'esortazione a sorridere di quella società e a dissacrarne i confini e le barriere esaltando le somiglianze fra i due generi che più di tutti si pongono da sempre ai più estremi confini del nostro mondo, l'uomo e la donna.





Helly Hansen innova con Centric Software




"Il marchio outdoor utilizza il PLM per la moda di Centric per promuovere uno sviluppo prodotti di elevata qualità"

CAMPBELL, California, 19 Novembre 2019Centric Software®  è lieta di annunciare l'uscita della storia di successo del suo cliente, Helly Hansen.

Helly Hansen è stata fondata nel 1877 in Norvegia dal capitano di mare Helly Juell Hansen e da sua moglie Marguerite, dopo aver scoperto un modo efficace per proteggere marinai e pescatori dal rigido clima norvegese. Oggi, le attrezzature Helly Hansen sono indossate e apprezzate dai professionisti della vela, dello sci, dell'alpinismo e dei cantieri, così come dagli amanti della natura e delle attività all'aria aperta di tutto il mondo.
  
Ferdinand Diener, Process and Quality Manager, parla delle sfide correlate alla rapida crescita dell'azienda, in particolare delle difficoltà di controllo delle versioni e della mancanza di integrazione tra più piattaforme:

"Avevamo difficoltà a stare al passo con la crescita e la nostra forza lavoro aveva difficoltà a rispettare le scadenze e a seguire le fasi del processo. Nonostante disponessimo di un altro PLM (Product Lifecycle Management), le persone continuavano a utilizzare fogli di calcolo Excel e ad aggiornare le versioni in posti diversi."

Oggi, con l'unica versione di verità fornita dalla soluzione PLM per l'Outdoor di Centric, Helly Hansen riscontra maggiore visibilità, tracciabilità e velocità nello sviluppo dei prodotti, e ciò rende possibile concentrarsi sull'innovazione e la qualità che distinguono il brand.

"Poiché Centric PLM è così veloce e intuitivo, le persone possono lavorare in modo più accurato, creare più prodotti e migliorare il controllo della qualità. Siamo un brand orientato alla qualità e all'innovazione, quindi tutto ciò è fondamentale."

Helly Hansen prevede un brillante futuro con Centric, "Continueremo a crescere insieme. Centric modella il sistema intorno a noi e noi ci modelliamo intorno al sistema."

Com'è iniziato il percorso di Helly Hansen con Centric PLM?


Helly Hansen 

Fondata in Norvegia nel 1877, Helly Hansen continua a sviluppare abbigliamento professionale che aiuta le persone a rimanere in vita e a sentirsi vive. Grazie a insight acquisiti vivendo e lavorando in ambienti che presentano le condizioni climatiche più difficili al mondo, l'azienda ha sviluppato una lunga lista di innovazioni inedite sul mercato, tra cui, più di 140 anni fa, i primi tessuti impermeabili morbidi. Ulteriori innovazioni includono i primi tessuti in pile negli anni '60, i primi baselayer tecnici negli anni '70, realizzati con la tecnologia Lifa® Stay Dry Technology, e il premiato e brevettato sistema di regolazione della temperatura, H2Flow™.

Helly Hansen è leader nell'abbigliamento tecnico per la vela e nell'abbigliamento da sci ad alte prestazioni, così come nell'abbigliamento da lavoro di alta qualità. Le sue divise da sci sono indossate e apprezzate da oltre 55.000 professionisti e si possono vedere su olimpionici, squadre nazionali, guide alpine e in più di 200 stazioni sciistiche in tutto il mondo.

I capi spalla, i baselayer, l'abbigliamento sportivo e le calzature di Helly Hansen sono venduti in oltre 40 paesi e apprezzati da professionisti ed entusiasti dell'outdoor di tutto il mondo.

Centric Software 

Dalla sua sede nella Silicon Valley, Centric Software fornisce una piattaforma di Trasformazione Digitale alle aziende più prestigiose che operano nei settori della moda, del retail, delle calzature, dei prodotti per l'outdoor e dei beni di lusso e di largo consumo. Centric 8, la piattaforma PLM (Product Lifecycle Management) di punta dell'azienda, offre funzionalità enterprise di merchandise planning, sviluppo prodotti, sourcing, gestione della qualità e delle collezioni, specifiche per i settori fast moving consumer goods. Centric SMB offre tecnologie PLM innovative e importanti best practice di settore, specifiche per brand emergenti. Centric Visual Innovation Platform (VIP) offre una coinvolgente e rivoluzionaria esperienza visiva, attraverso dispositivi mobili e touch-screen di grandi dimensioni, che trasforma il processo decisionale e la collaborazione a livello creativo, concentrando obiettivi di time-to-market e product innovation. La quota di maggioranza di Centric Software è detenuta da Dassault Systèmes (Euronext Paris: #13065, DSY.PA), leader mondiale nel software di progettazione 3D, Digital Mock Up 3D e soluzioni PLM.

Centric Software ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti nel settore, tra cui l'inclusione da parte di Red Herring nella lista delle prime 100 aziende nel mondo nel 2013, 2015 e 2016. Centric ha inoltre ricevuto diversi excellence award da parte di Frost & Sullivan nel 2012, 2016 e 2018.

Centric è un marchio registrato di Centric Software. Tutti gli altri brand e nomi di prodotto sono marchi registrati dei rispettivi proprietari.

AliExpress spinge l'e-commerce del Made in Italy verso la Russia

Alibaba ha aperto il portale e-commerce AliExpress al mercato italiano, mettendolo in comunicazione con l’ampio mercato della Russia. 

Di fatto, AliExpress è il marketplace più visitato in Russia e ciò rappresenta nuove e interessanti opportunità per i produttori del Made in Italy.

Il mercato e-commerce di Mosca, stando a una recente analisi di Morgan Stanley, entro il 2023, raggiungerà un giro d’affari di circa 53 miliardi di dollari e svilupperà una crescita pari al +170%

Si tratta, quindi, di una svolta per il Made in Italy grazie alla possibilità offerta dal portale AliExpress, appartenente al colosso Alibaba Group, di vendere direttamente nel Paese russo una cospicua serie di prodotti, dal fashion agli orologi, fino ai cosmetici e ad altre categorie di referenze.

AliExpress ha messo a disposizione una versione ad hoc del sito per i brand italiani, in modo da raggiungere direttamente gli acquirenti russi: il tutto è reso possibile grazie, oltre alla possibilità di pagare sia in rubli che in euro, anche alla semplificazione logistica assicurata da Cainiao

da domani ATTENTI AL CANE! di Vanessa Montfort_ Regia di Marco Belocchi_ dal 20 novembre all'8 dicembre_ Teatro Anfitrione


Sì rinnova il comunicato stampa di Attenti al Cane!", avvincente commedia di Vanessa Montfort diretta da Marco Belocchi, in scena in prima assoluta al Teatro Anfitrione dal 20 novembre all'8 dicembre. 

Due coppie, una spagnola e l'altra tedesca, si disputano l'affidamento di un cane, per l'esattezza un levriero sfruttato nei combattimenti, in spagnolo chiamato appunto galgo

La persona che deve decidere dell'adozione è una specie di santona che pretende di capire il linguaggio canino. Le due coppie, tra idiosincrasie e tensioni interne, si rivelano entrambe inadatte all'adozione, tanto che alla fine il povero cane deciderà di fuggire.

Una commedia divertente, intelligente, dal ritmo incalzante, interpretata da Marco Belocchi, Giustino De Filippis, Tania Lettieri, Valentina Maselli, e con Michetta Farinelli, che tra le incomprensioni di due coppie senza figli, tra battute caustiche sulle mode culturali che oggi affliggono il nostro vivere quotidiano, e i condizionamenti che il politically correct impone al nostro modo di pensare, scivola via in un contrappunto di guaiti e latrati del levriero, vero e proprio protagonista, dietro le quinte, della pièce.

Click and Collect: il servizio BennetDrive approda ad Acqui Terme (AL)

Il servizio BennetDrive è approdato anche ad Acqui Terme, in provincia di Alessandria: con tale novità, il retailer Bennet ha attivato, fino ad oggi, 32 punti di ritiro nel territorio italiano.

Nel dettaglio, BennetDrive è il servizio che offre al cliente dell’insegna la possibilità  di ordinare la spesa comodamente on line in modo pratico e, al tempo stesso, veloce.

Per usufruire del servizio, è sufficiente collegarsi alla pagina web dedicata BennetDrive.it da qualsiasi dispositivo e 24 ore su 24, scegliere i prodotti da portare a casa e, successivamente, passare a ritirarli presso l’apposita piattaforma in qualunque momento della giornata

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota