Cerca nel blog

sabato 28 luglio 2018

CAMPO ROM PALERMO, M5S: "DEPOSITATA INTERROGAZIONE AL SINDACO, CHIARIMENTI SUL PROGETTO PON METRO"


La nota dei portavoce M5S di Palermo
Comunicato Stampa 28/07/2018

COMUNICATO STAMPA

CAMPO ROM PALERMO, M5S: "DEPOSITATA INTERROGAZIONE AL SINDACO, CHIARIMENTI SUL PROGETTO PON METRO"

 

PALERMO, 28 luglio 2018 - "Ci preme evidenziare che l'ordinanza con cui il Sindaco Orlando ordina di accelerare la dismissione del campo nomadi della Favorita ed intraprendere percorsi di fuoriuscita e sistemazione in strutture alternative ed accompagnamento all'autonomia abitativa dei rom che ivi risiedono è un provvedimento necessitato, conseguente al sequestro del campo disposto dall'Autorità Giudiziaria. Nessun plauso, dunque, per l'operato del Sindaco; anzi. Tale provvedimento dimostra, per l'ennesima volta, che a Palermo si interviene solo quando si è con l'acqua alla gola e si preferisce dare corso a procedure emergenziali che giustificano l'attribuzione di poteri straordinari e di procedure in deroga, piuttosto che avere una visione lungimirante e una gestione ordinaria dei problemi. Dagli anni Novanta l'Amministrazione sa che deve approntare una soluzione alternativa ma si è sempre girata dall'altra parte. Oggi vuol far dimenticare questa inerzia quasi trentennale con 2 pagine di ordinanza; ma i cittadini palermitani non lo dimenticano. Non lo dimenticano i Rom che hanno vissuto sinora in condizioni non dignitose, non lo dimenticano i residenti vicini al campo che hanno spesso lamentato problemi igienico-sanitari e di sicurezza, non lo dimenticano tutti coloro che sono da anni inseriti nella graduatoria dell'emergenza abitativa, poiché privi di alloggio o dimoranti in alloggi impropri o sovraffollati, e sono pazientemente in attesa dell'assegnazione di una casa e che adesso di certo si aspettano legittimamente la stessa improvvisa solerzia e determinazione da parte del Comune nel reperire loro una sistemazione decorosa. Come M5S abbiamo depositato la scorsa settimana un'interrogazione al Sindaco in merito al sequestro del campo Rom e per ottenere chiarimenti rispetto al progetto inserito dal Comune di Palermo nel PON Metro per inclusione sociale relativo alla comunità Rom ed auspichiamo di ottenere in tempi brevi risposte alle nostre puntuali richieste".

 

I deputati nazionali Valentina D'Orso, Adriano Varrica, Aldo Penna, Steni Di Piazza, Roberta Alaimo e Giorgio Trizzino, i consiglieri comunali Viviana Lo Monaco, Antonino Randazzo, Concetta Amella, Giulia Argiroffi, Ugo Forello, il consigliere di circoscrizione, Daniela Tumbarello





L'addetto stampa
William Anselmo




--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 27 luglio 2018

INFRASTRUTTURE: DI MAIO, RETE DIGITALE SIA ALLA BASE DI UN NUOVO MIRACOLO ECONOMICO ITALIANO

INFRASTRUTTURE: DI MAIO, RETE DIGITALE SIA ALLA BASE DI UN NUOVO MIRACOLO ECONOMICO ITALIANO

Il ministro Luigi Di Maio ha svelato le linee programmatiche su poste e telecomunicazioni.  Il deputato pugliese Emanuele Scagliusi (M5S): "Puntiamo su digitale e intelligenza artificiale"

 

Il vicepresidente del Consiglio, ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro e delle Politiche sociali, Luigi Di Maio, in audizione presso la commissione Trasporti della Camera, ha parlato di innovazione tecnologica, rivoluzione digitale, di blockchain e di intelligenza artificiale.

 

"Bisogna invertire la tendenza ha dichiarato il ministro Luigi Di Maio - investendo tutte le risorse sulle tecnologie digitali, sulla banda larga, per creare una infrastruttura che sia alla base di un nuovo miracolo economico. Nessun settore economico risulta escluso da una rivoluzione, quella digitale, ed il settore pubblico dovrà avere un ruolo trainante per trasformare il nostro Paese in una smart-nation. In ogni dicastero, poi, vogliamo realizzare un avamposto digitale. La nostra priorità è anche quella di aumentare gli investimenti pubblici e privati nei sistemi di intelligenza artificiale, tanto che come ministero per lo Sviluppo economico avvieremo sul tema un gruppo di lavoro. Vogliamo mettere l'Italia - ha aggiunto l'esponente del governo Conte - al passo con il resto dell'Europa e del mondo".

 

Soddisfatto il deputato pugliese Emanuele Scagliusi, capogruppo M5S di Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni che sottolinea l'inversione di tendenza rispetto al passato. "L'Italia è indietro per scelte politiche non lungimiranti e, le linee programmatiche presentate oggi dal Ministro Di Maio sono un grande segno di rottura rispetto al passato. Il Ministro Di Maio oggi ha messo al centro della rinascita del nostro Paese, l'innovazione e il digitale. Creare un'infrastruttura digitale prosegue il parlamentare 5 Stelleè alla base di quello che può essere un nuovo miracolo economico. Abbiamo apprezzato tantissimo che uno degli argomenti oggetto di queste linee programmatiche, sia stato quello delle tecnologie blockchain. Questo significa guardare al futuro e alle possibilità di sviluppo delle nostre aziende. È importante avere un piano nazionale sulla blockchain e sull'intelligenza artificiale. Auspichiamo che il miliardo e 300 milioni messi a disposizione dal Ministro, insieme ad un tavolo di raccordo da avviare quanto prima, ci permettano di colmare la lacuna di competenze digitali di cui soffre il nostro Paese, agli ultimi posti in questi settori. Altrettanto importante – conclude il capogruppo pugliese Scagliusi (M5S) – che sia rivisto quanto prima il limite di assegnazione ad un terzo delle frequenze alle televisioni locali che hanno bisogno di stabilità e che rappresentano ancora oggi uno degli strumenti più efficaci nella promozione e nello sviluppo delle micro, piccole e medie imprese che, lo ricordo, rappresentano oltre il 99% della totalità delle imprese italiane".




--
www.CorrieredelWeb.it

DL DIGNITA’: M5S, BENE TESSERA PER CONTROLLARE CHI AZZARDA MA VA IMPLEMENTATO SULL’ONLINE E MESSO LIMITE DI SPESA

DL DIGNITA': M5S, BENE TESSERA PER CONTROLLARE CHI AZZARDA MA VA IMPLEMENTATO SULL'ONLINE E  MESSO LIMITE DI SPESA

ROMA 27 LUGLIO " Per contrastare la diffusione dell'azzardo specialmente tra i minori e meglio controllare i flussi ed evitare anche il riciclo di denaro sporco da parte delle mafie. abbiamo votato favorevolmente all'emendamento che inserisce la 'tessera' per chi azzarda. D'ora in avanti dal 1 gennaio 2020 chi azzarda con slot o videolottery dovrà inserire la propria tessera sanitaria" lo spiega Francesco Silvestri, vice presidente del gruppo Movimento 5 Stelle Camera. "Ma questo è solo un primo passo. Con un prossimo provvedimento la tracciabilità deve essere implementata anche per chi azzarda online studiando un sistema ad hoc, inoltre come prevede il "contratto di governo" deve essere messo un limite massimo alla spesa pro capite in azzardo. Una persona non può bruciarsi tutta la pensione o lo stipendio in una pratica che è un moltiplicatore economico negativo che crea una patologica chiamata 'disturbo da gioco d'azzardo'" conclude Silvestri.

---
MoVimento 5 Stelle Camera dei Deputati
Ufficio Comunicazione


--
www.CorrieredelWeb.it

L'autunno caldo di Partesa

Buongiorno,

 

di seguito e in allegato invio il comunicato stampa relativo al calendario di eventi di formazione organizzati da Partesa per l’autunno-inverno.

 

Un caro saluto.
Diana Ferla

 

COMUNICATO STAMPA

 

L’AUTUNNO-INVERNO DI PARTESA

Un calendario ricco di appuntamenti dedicati alla formazione

 

Milano, 27 luglio 2018 – Sei mesi ricchi di eventi e successi: così si conclude il primo semestre di Partesa all’insegna della formazione e della consulenza dedicata a partner e clienti. Da settembre il palinsesto formativo della società leader in Italia nella distribuzione per il canale Ho.Re.Ca. torna carico di nuovi appuntamenti.

Tornano, infatti, i Partesa Lab, la piattaforma formativa per i clienti Partesa, con workshop tematici dedicati alla birra, al food, al vino e agli spirits. In questo fitto calendario, che sarà svelato da settembre, verranno approfondite le principali aree che rappresentano il core business di Partesa con un approccio su misura e con una formula più snella in grado di rispondere efficacemente alle singole esigenze. Il numero ristretto di partecipanti, infine, consente di fornire risposte mirate e tailor made.

 

Immancabili, gli Open Wine che, da nord a sud, porteranno gli esperti vino Partesa a incontrare gli operatori Ho.Re.Ca per fare cultura di prodotto. Un approccio pragmatico che parte dall'analisi sensoriale del vino – aspetto, profumo e gusto – fino ad arrivare ai migliori abbinamenti cibo-vino. Durante la giornata, ampio spazio anche alla scoperta dei diversi uvaggi e alla lavorazioni in cantina. Nell’anno del ventesimo compleanno del progetto Partesa per il Vino (1998-2018), questi incontri verticali assumono un significato ancora più rilevante. Le tappe autunnali sono previste a Bologna, Torino, Roma, Verona, Pescara e Perugia.

 

Anche gli appassionati di Spirits avranno due occasioni importanti per conoscere le ultime novità del mercato e approfondire le proprie conoscenze su questa categoria di prodotto diventata sempre più strategiche per Partesa e per il business del Fuori Casa. Torna, infatti, My Spirits in due appuntamenti, uno a ottobre, a Firenze, e uno a novembre, a Milano, per gli addetti ai lavori e tutti gli appassionati del settore. Nato con l’obiettivo di creare una piattaforma d’incontro tra i produttori e gli operatori dell’Ho.Re.Ca. e di offrire momenti di formazione sulla cultura di prodotto, sul servizio e sui nuovi trend avvalendosi della collaborazione di esperti -  quest’anno il format di My Spirits si è rinnovato per offrire un’esperienza ancora più immersiva. Un evento che è diventato fra i più attesi del settore, con aree tematiche di degustazione, momenti riservati al food pairing, oltre a cooking show e spettacoli che alternano flair bartending e mixology.

 

Importanti novità si apriranno anche nel settore food, con corsi dedicati alla pizza.

 

Per Partesa investire nella formazione dei propri partner significa offrire strumenti utili alla crescita del loro business, anticipando le ultime tendenze del mercato e rendendoli competitivi in un mercato, come quello attuale, sempre più fluido e ingaggiante. Per fare ciò, Partesa mette a disposizione alcuni fra i migliori professionisti del settore che offrono le proprie competenze e il proprio know-how in materia di cultura di prodotto e servizio. Un approccio innovativo che conferma Partesa come il partner ideale per puntare al successo del proprio business.

---

Partesa è una società specializzata nei servizi di vendita, distribuzione, consulenza e formazione per il canale Ho.Re.Ca. Con 29 anni d’esperienza e 45.000 clienti, Partesa ha raggiunto la massima capillarità distributiva, un attento portfolio di prodotti di qualità, servizi personalizzati e una grande solidità logistica. Un’azienda in movimento che cresce con le esigenze del mercato, in grado di offrire un’innovativa politica commerciale con un’immagine distintiva e unica.  La struttura, che impiega circa 1.150 persone, conta 47 depositi e un’ampia flotta di veicoli; fornisce un valido supporto tecnico e commerciale nello sviluppo di attività di marketing, acquisti, logistica, risorse umane, formazione e amministrazione. Per ulteriori informazioni: www.partesa.it

 

Lavoratori Onorati ed Italia dei Diritti ricevuti dal Sindaco di Genzano Lorenzon

Una delegazione dei lavoratori della Ago uno ed Autolinee Onorati con al fianco il presidente del movimento Italia dei Diritti Antonello De Pierro ed il responsabile provinciale romano del movimento Carlo Spinelli, sono stati ricevuti da Daniele Lorenzon  Sindaco di Genzano di Roma in merito alle mancate retribuzioni.

Roma 27 Luglio 2018: Il giorno mercoledì 25  luglio il sindaco di Genzano di Roma, a seguito della lettera che il responsabile provinciale romano del movimento Italia dei Diritti Carlo Spinelli aveva indirizzato ai sindaci dei comuni dove operano le aziende Ago uno ed Autolinee Onorati, ha ricevuto una delegazione di circa 30 lavoratori delle aziende che fanno capo a Roberto Onorati, il responsabile stesso del movimento ed il presidente IDD Antonello De Pierro, ascoltando attentamente le problematiche dei lavoratori, che non si sono fermate alle sole mancate retribuzioni, ed, insieme all'assessore al bilancio , ha portato gli stessi a conoscenza, documenti alla mano, del fatto che il comune di Genzano è in regola coi pagamenti verso la Ago uno ed Autolinee Onorati. " E' risultato quello che immaginavamo – a parlare è il responsabile provinciale romano dell'Italia dei Diritti Carlo Spinelli  – gli enti, almeno i comuni, pagano le aziende guidate da Onorati, sono arrivate ai lavoratori conferme anche da parte dei comuni di Albano Laziale ed Ariccia, pertanto continuare ad affermare il contrario da parte dell' a.d. della Ago uno e Autolinee Onorati, è solo nascondersi dietro una scusa. Bene hanno fatto i lavoratori, sempre affiancati dal nostro movimento, a recarsi sotto i municipi e chiedere di essere ricevuti dai sindaci o da chi per essi, richieste di incontro già formulate  nelle nostre lettere a loro rivolte, per portarli ad una conoscenza più diretta del problema e a chiedere un intervento risolutore. Come Italia dei Diritti abbiamo inoltre chiesto al Sindaco Lorenzon di prendere in considerazione la possibilità di inserire in tutti i  futuri contratti di appalto tra ente e aziende private,   una clausola che permetta la risoluzione del contratto qualora l'azienda non rispetti le scadenze salariali e ritardi i pagamenti degli stipendi ai propri dipendenti. Questa è la linea politica del movimento e ci batteremo affinché ciò diventi legge regionale. Nel pomeriggio dello stesso giorno -  continua Spinelli -  si è poi tenuto in incontro tra le aziende Ago uno ed Autolinee Onorati ed i lavoratori dove è stato loro promesso che tra il 3 ed il 10 Agosto verranno corrisposti due mesi di stipendio e la quattordicesima mensilità. Speriamo -  conclude Spinelli – che non sia un'altra promessa da marinaio e che finalmente si giunga ad una conclusione positiva della vicenda".

Italia dei Diritti provincia di Roma

E mail idd.provinciaroma@gmail .com       


CONCORSO DI COLPA PER NON AVER TENUTO PER MANO IL FIGLIO CHE VIENE TRAVOLTO DA UNA VETTURA

Con la sentenza n. 29505/2018, la quarta sezione penale della Corte di Cassazione, è intervenuta sulla decisione della Corte d'Appello di Messina, la quale nel confermare la sentenza dell'omonimo Tribunale, condannava la stessa ricorrente a otto mesi di reclusione, perché in cooperazione colposa con un automobilista aveva contribuito a cagionare la morte del figlio.

Il caso in esame prende le mosse dalla vicenda occorsa ai danni di un minore di tre anni, il quale, veniva urtato da un'autovettura durante un attraversamento pedonale. In conseguenza dell'urto, il minore riportava lesioni molto gravi al cranio, dalla quali sarebbe, poi, derivata la morte.

Secondo i giudici di primo e secondo grado, la madre del minore è da ritenersi responsabile dei reati di cui agli art. 113 e 589 c. 1e 2 c.p., in quanto - avendo omesso di esercitare la necessaria vigilanza sul figlio, all'atto dell'attraversamento della strada ed in particolare avendo omesso di porre in essere le dovute cautele, come quella di accertarsi previamente che non provenissero veicoli e, soprattutto, quella di tenere per mano il figlio - non impediva il verificarsi dell'evento che aveva l'obbligo giuridico di impedire, ricoprendo la massima posizione di garanzia sulla vittima.

L'imputata ricorreva per la cassazione della sentenza de qua lamentando in primo luogo, violazione di legge e vizio di motivazione circa la ritenuta sussistenza del nesso causale; in secondo luogo rilevava l'intervenuta prescrizione del reato avvenuto in data 1 novembre 2009 e deciso in primo grado solo in data 16 gennaio 2015.

Secondo la Corte di Cassazione il ricorso oggetto di esame, è da ritenersi inammissibile in quanto fondato sugli stessi motivi proposti con l'appello e motivatamente respinti in secondo grado.

A parere della Suprema Corte, l'inammissibilità deriverebbe sia dalla genericità delle doglianze che, solo apparentemente denunciano un errore giuridico, sia dall'insindacabilità delle valutazioni di merito.

Secondo i Giudici della Suprema Corte, infatti, nel caso in esame non può revocarsi in dubbio la ricostruzione operata dalle sentenze di merito, non essendo ammissibile considerare l'incidente occorso al minore durante l'attraversamento stradale causa interruttiva del nesso causale, ma dovendosi, al contrario, considerare l'evento come realizzato in cooperazione colposa con il conducente del veicolo e la madre.

Quanto poi alla rilevata prescrizione del reato, la Corte ha ribadito il principio, già espresso dalle Sezioni Unite con la sentenza n. 12602/2015, secondo il quale è preclusa la possibilità di rilevare l'estinzione dei reati per prescrizioni nei ricorsi ritenuti inammissibili.

Trattasi, come e' agevole riscontrare, di uno di quei casi in cui, oltre al danno, la beffa: la perdita di un figlio e' un evento atroce, qualunque ne sia la causa e, per un genitore – come non ricordare i molteplici casi di "dimenticanza" del minore all'interno della vettura rimasta incustodita in un parcheggio sotto il sole – assumere la consapevolezza di aver concorso a quel tragico evento, e' la pena peggiore che possa infliggersi.

@Produzione Riservata

Studio Legale Cimino


giovedì 26 luglio 2018

PRUSST, M5S PALERMO: "SODDISFACENTE RISULTATO POLITICO OTTENUTO IN AULA"


La nota dei consiglieri del M5S Palermo, Forello, Argiroffi, Amella, Lo Monaco e Randazzo
Comunicato Stampa 26/07/2018

COMUNICATO STAMPA


PRUSST, M5S PALERMO: "SODDISFACENTE RISULTATO POLITICO OTTENUTO IN AULA"

 

PALERMO, 26 luglio 2018 - Oggi in aula si è deliberato sui PRUSST, PROGETTI di RIQUALIFICAZIONE URBANA e SVILUPPO SOSTENIBILE dei TERRITORI: ne sono stati bocciati 3 su 5 in discussione.

"Noi del gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle - scrivono i portavoce - abbiamo votato coerentemente con il principio che riteniamo indiscutibile di tutela del territorio e del suo sviluppo sostenibile votando favorevolmente il solo progetto che, in cambio dell'investimento, restituirà al quartiere di Bonagia un'area destinata a giardino pubblico, parcheggi e aule per asili in grado di ospitare 60 bambini. Negli altri progetti non sono stati riconosciuti quei valori di riqualificazione urbana e sviluppo sostenibile del territorio che avrebbero giustificato le deroghe chieste alla normativa urbanistica e al PRG attualmente in vigore: si chiedeva di rinunciare a verde storico, a verde pubblico, e accettare come iter legittimo intervenire ancora senza pianificazione esecutiva. Riteniamo quindi soddisfacente il risultato ottenuto oggi in Aula, riuscendo a fare emergere, grazie alla strategia condivisa di tutta l'opposizione, innanzi tutto la tutela del territorio e del suo sviluppo sostenibile, anche se dobbiamo purtroppo registrare e riferire ancora una volta della crisi sempre più profonda dell'Amministrazione comunale e della sua maggioranza in aula poiché il dibattito politico ha fatto emergere sempre più chiaramente che non esiste nessuna visione, opinione e direzione condivisa"




L'addetto stampa
William Anselmo

 





--
www.CorrieredelWeb.it

[comunicato stampa] PRG E ASSENZA ARCURI, M5S PALERMO: "FATTO GRAVE. ARCURI VENGA RIMOSSO, ORLANDO SPIEGHI ALLA CITTÀ MOTIVO DEL MISTERO SUL PRG"


La nota dei consiglieri del M5S Palermo, Argiroffi, Forello, Amella, Lo Monaco e Randazzo
Comunicato Stampa 26/07/2018

COMUNICATO STAMPA


PRG E ASSENZA ARCURI, M5S PALERMO: "FATTO GRAVE. ARCURI VENGA RIMOSSO, ORLANDO SPIEGHI ALLA CITTÀ MOTIVO DEL MISTERO SUL PRG"

 

PALERMO, 26 luglio 2018 - "L'assenza in Aula dell'assessore Arcuri durante la discussione in Consiglio del Piano Regolatore Generale della città è un fatto di gravità estrema". Lo hanno affermato i consiglieri comunali del MoVimento 5 Stelle di Palermo, Argiroffi, Forello, Amella, Lo Monaco e Randazzo.

"Riteniamo il Prg uno degli argomenti più importanti che questo consiglio deve affrontare, più volte rimandato e praticamente boicottato da mesi dall'Amministrazione. L'assessore era stato in aula a inizio mese, portando avanti una strategia di negazione dei problemi e di chiacchiere autoreferenziale, obsoleta quanto irritante perché profondamente irrispettosa dell'Aula e della città tutta, parlando per mezz'ora senza fornire alcuna informazione, senza rispondere sostanzialmente ad alcun quesito, senza regalare alcuno spiraglio di trasparenza all'iter di questo atto 'oscuro' e al piano stesso della nostra città. Allora il contraddittorio venne negato (per una precisa strategia?) dal numero esiguo ed offensivo di rappresentanti della maggioranza in aula: ovvero appena quattro. Numero minimo, imbarazzante, ma evidentemente utile all'assessore a evitare di affrontare la questione, che a questo punto ci spinge a pensare che l'assessore non voglia affrontare. A questo si aggiunge il tentativo di censura ai danni del gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle, unico ad oggi ad avere avuto negata la possibilità di porre in aula e rendere pubbliche le domande che vengono gridate, nel silenzio degli uffici da mesi".

"Ci chiediamo dove sia il PRG: l'assenza dell'assessore in aula è fatto politico grave. Se i ritardi fossero di natura tecnica, le spiegazioni mancate, le informazioni negate, la trasparenza offesa, l'amministrazione saggia avrebbe sollevato i tecnici dall'incarico: così non è stato perché non è tecnica la natura dei problemi in gioco, ma strettamente politica. Le tavole del PRG sono state consegnate a marzo dall'Ufficio Piano all'assessore Arcuri, come da lui richiesto. L'assessore Arcuri ha le tavole e ha la responsabilità delle risposte negate, dei ritardi, delle richieste di spiegazione ignorate. L'Amministrazione comunale con il proprio comportamento ha offeso il Consiglio comunale e l'intera città. Pertanto il MoVimento 5 Stelle torna a chiedere, con sempre maggiore convinzione, che l'assessore Arcuri venga rimosso dal suo incarico e chiediamo l'immediata presenza in aula del Sindaco, Leoluca Orlando. Che sia lui a spiegare al Consiglio comunale e alla città cosa sta succedendo. Si assuma le responsabilità politiche che il suo assessore designato declina con arroganza. I palermitani pretendono di sapere che fine abbia fatto l'atto più delicato e importante della città, perché continuano a susseguirsi ritardi su ritardi, e perché intorno al Prg aleggia tutto questo mistero".



L'addetto stampa
William Anselmo

 





--
www.CorrieredelWeb.it

: Geppo show in tour




Quando la risata è Social      Network  

                                                                      

Simone Metalli, in arte Geppo show, un fenomeno della barzelletta e non solo , diventato famoso in poco tempo grazie alla rete,  postando (gergo social) barzellette tutte le mattine, sulla sua pagina Fb  e sul suo canale Youtube.

La filosofia di Simone è ispirata ai valori e alle tipicità del territorio,  ai desideri  alle aspettative e abitudini dei cittadini.

Seguito da un pubblico eterogeneo, target demografico non solo romano,  riscontra nei suoi seguaci quella voglia di condividere con lui quei 5 minuti di spontaneità, che la mattina fanno bene al umore prima di incominciare il quotidiano.

Viso simpatico e sempre sorridente carpisce la voglia e la gioia anche dei bambini, che lo seguono nelle sue serate.

Il nome Geppo deriva dalla sua passione per il protagonista del fumetto nato negli anni 60,  gli viene dato dagli amici, per le caratteristiche  buffe che accomunano Simone al protagonista.

I suoi primi spettacoli di intrattenimento iniziano  alle scuole elementari dove riusciva ad ipnotizzare  i compagni raccontando barzellette.

Questa nuova  avventura è iniziata per gioco ,con i suoi amici, iniziando a postare le barzellette tutte le mattine sul suo profilo FB, non avrebbe mai immaginato di avere così tanto successo, da essere contattato per eventi e serate, in tutta Italia.

Fino alla partecipazione al programma "Tu Si Que Vales" 2015, canale 5 Mediaset., Domenica In rai uno.

 

Date Estive luglio 

28 luglio Teatro parchi della Colombo Roma 

31 luglio Parco Villa Torlonia Avezzano


Francesca Proietti 

327-7378980

color giallo sole: le lampade FERROLUCE handmade light per scaldare gli ambienti in autunno



Vogue Fashion Night Out: The Walk of Colors di Boero e Panchic

Ciao,


FERROLUCE handmade light propone una serie di lampade color giallo sole per illuminare gli ambienti conservando il calore dell'estate anche al rientro dopo la pausa estiva.

 

Qui di seguito il comunicato stampa e alcune immagini (salvabili con drag&drop).

Sono disponibili su richiesta anche altri still life.


A disposizione per ulteriori informazioni, cari saluti.

 

Guendalina

Image

SOLLEONE

 

Al rientro, dopo la pausa estiva, mantieni il calore dell'estate e il ricordo della luce delle tue vacanze con le lampade color giallo sole di FERROLUCE handmade light.

 

Giallo sole, caldo e intenso. E' il colore a fare da comun denominatore alle lampade della collezione Retrò che FERROLUCE handmade light propone per evocare al rientro, dopo la pausa estiva, il calore dell'estate e il ricordo della luce delle vacanze. Quando nella stagione invernale la luce naturale diminuirà e si farà più fredda, le lampade Ferroluce scelte in una tonalità di giallo particolarmente calda, caratterizzeranno gli interni portando l'allegria del sole estivo.

 

Realizzate in ceramica effetto trompe l'oeil, le lampade della collezione Retrò arredano ambienti in stile vintage underground e più contemporanei.

Si può scegliere tra modelli già in collezione come i modelli C1690 e C1770.

E alcune novità che integrano linee già presenti in produzione: C665, C986, C985, C291.

 

Le superfici sono ricoperte da smalti con ricercati effetti anticati, fintamente trascurati; dettagli voluti ed ottenuti attraverso precisi passaggi tecnici che le conferiscono un aspetto tattile e visivo vissuto.

 

Tutti gli articoli FERROLUCE handmade light, realizzati artigianalmente e curati nei minimi dettagli, sono prodotti esclusivamente in Italia e rispettano rigorosamente le normative vigenti. Come indicato sull'etichetta, sono compatibili con lampadine di tutte le classi energetiche.

 

Le lampade proposte sono disponibili anche in altri colori: bianco, cipria, arancio, rosso, azzurro, verde, bordeaux, grigio e nero.

 

Prezzo al pubblico: a partire da euro 75

 

 

 

FERROLUCE è un'azienda Made in Italy specializzata dal 1982 nella realizzazione di lampade e accessori per l'illuminazione. L'ispirazione per tutta la collezione Retrò sono le fabbriche, i loft, i locali dallo stile underground, le stive delle navi mercantili... Forme e dimensioni lineari sono studiate per dare carattere all'arredamento più minimal, ma capaci di integrarsi anche con gli arredi più ricercati. Il richiamo al passato è possibile grazie all'uso di materiali che ben si sposano tra loro come l'ottone anticato, il metallo ossidato e la ceramica colorata. Le finiture craquelé, i bulloni sul perimetro delle lampade, i fili intrecciati e le catene a vista sono tutti dettagli che rendono le creazioni adatte ad ambienti in stile industriale.


 

Per informazioni: http://retro-it.ferroluce.it/

Image
Image
Image
Image

IN SENSO ORARIO, DALL'ALTO: C985, C665, C291, C987


Image

C1690, A DESTRA: C1750

Image

Image

C1770



Image
Image
Image
Image


Questo testo viene mostrato quando                                l'immagine è bloccata
 
Facebook
 
Linkedin
 
Website
 
Twitter
 

Guendalina Perelli

GWEP public&media relations
Milano, Italy | Barcelona, Spain

mob +393299388286 | +34 663 801 384
www.gwep.it


Prima di stampare questa mail considera l'impatto ambientale | Please consider the environment before printing this mail

CONFIDENTIALITY NOTICE | This e-mail (and any attached files) is confidential and protected by copyright (and other intellectual property rights). If you are not the intended recipient please e-mail the sender and then delete the email and any attached files immediately. Any further use or dissemination is prohibited. While GWEP has taken steps to ensure that this email and any attachments are virus free, it is your responsibility to ensure that this message and any attachments are virus free and do not affect your systems / data.

Gestisci la tua iscrizione  |   Cancella iscrizione  |  Messaggio inviato con  MailUp®
Ricevi questa email perché fai parte della mailing list di GWEP public&media relations / thesignspeaking. Get this email because you are part of the mailing list of GWEP public&media relations / thesignspeaking.
Guendalina Perelli, GWEP public&media relations Milano, Barcelona, IT
www.gwep.it

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota