Cerca nel blog

sabato 1 febbraio 2020

Salute pubblica- GrilloMorassutti: Il grano canadese è sbarcato, ma la Regione effettua inutilicontrolli

COMUNICATO STAMPA

Salute pubblica- Grillo Morassutti: Il grano canadese è sbarcato, ma la Regione effettua inutili controlli

 "La nave carica di grano canadese che si attendeva nei giorni scorsi al porto di Catania è attraccata e, purtroppo, ha già scaricato il suo carico- dichiara Salvatore Grillo Morassutti, di Siciliani verso la Costituente- Leggo con sorpresa la dichiarazione dell'assessore regionale all'agricoltura che annuncia il prelievo di campioni da analizzare da parte degli ispettori fitosanitari.
Peccato che, per quando le analisi saranno state completate, tale grano, che potrebbe contenere glifosato, sarà giunto a destinazione.
Torno ad invitare l'assessore a rendere noti gli acquirenti- conclude Grillo Morassutti- in maniera da non confondere il dubbio grano giunto a Catania con il sano grano dei nostri produttori".




venerdì 31 gennaio 2020

Victor Argonov: 3 Strategie vincenti per tradare le opzioni su Bitcoin


Victor Argonov: 3 Strategie vincenti per tradare le opzioni su Bitcoin 
A una settimana dal lancio delle opzioni Bitcoin di CME, l'analista di EXANTE, Victor Argonov,  illustra le tre strategie vincenti sul trading di questo strumento.

  • Covered Call: permette di guadagnare sulla vendita di opzioni call. Ad esempio, se si dispone di 1 BTC per fare trading e credete che il BTC salirà da $8.600 a $10.000, allora vendete un'opzione call con uno strike price di $10.000 e un premio di $100. Ora, quello che succede al tasso o l'effettivo acquisto di Bitcoin diventa irrilevante - avete già fatto $100. Questo lo rende un'ottima copertura.

  • Put-write: consente di trarre profitto dalla vendita di opzioni put. Ad esempio, se si acquista 1 BTC per $8.000, ma ne costa $8.600, si vende un'opzione put con uno strike di 8.000 dollari al prezzo di 100 dollari. Proprio come nella Covered Call, si effettuano i $100, a prescindere dal fatto che si acquisti al tasso desiderato o meno. 

  • Protective Put: vi protegge dal calo dei prezzi delle attività sottostanti. Acquistate 1 BTC a $8.600 e una corrispondente opzione put con lo stesso strike. Se il prezzo BTC sale - guadagnate la differenza, se scende - vi liberate del BTC per il prezzo di acquisto iniziale di $8.600.

Queste strategie hanno i loro punti deboli, ad esempio, Covered Call non vi assicura dal crash dell'asset - questa strategia è una scelta intelligente per i possessori a lungo termine. Per la Protective Put invece, anche quando il tasso è stabile,  drenerà lentamente il denaro dal vostro conto, questo è il costo della protezione dei vostri beni. In uno scenario positivo però, queste strategie possono permettervi di guadagnare più di quanto fareste sui mercati spot.

Analizzando i volumi delle opzioni Bitcoin negoziate sul Chicago Mercantile Exchange vediamo che vi è stato un sostanziale aumento durante la prima settimana dal lancio. Il 13 gennaio, il volume giornaliero di trading ammontava a 275 BTC (2,1 milioni di dollari) e al 17 gennaio, era quasi raddoppiato a 610 BTC (5,3 milioni di dollari). Il 17 gennaio l'interesse pubblico ammontava a 1.1095 BTC (9,5 milioni di dollari). Questi numeri sono molto più alti degli spettacoli di Bakkt che ha lanciato le opzioni Bitcoin in precedenza, il 9 dicembre, e non ha ancora raggiunto la pietra miliare dei 2 milioni.
    



Lucia Bubilda Nanni alla Fondazione Dino Zoli di Forli, 22 febbraio - 19 aprile 2020






Lucia Bubilda Nanni. Profili cuciti di santità
A cura di Nadia Stefanel
Fondazione Dino Zoli, Forlì
22 febbraio - 19 aprile 2020
Inaugurazione: sabato 22 febbraio, ore 18.00
Mostra promossa da Dino Zoli Textile e Fondazione Dino Zoli


Lucia Nanni, Maria   Egiziaca, 2017, canapa intelata lavorata a macchina da cucire, cm. 150x80, particolare, ph. Miriam Dessì

Alla Fondazione Dino Zoli di Forlì si stringe ulteriormente il legame tra arte e tessuto con la mostra personale di Lucia Bubilda Nanni, "Profili cuciti di santità", realizzata in partnership con la Dino Zoli Textile, l'azienda madre del Gruppo Dino Zoli.

Inserita nel programma "Who's Next", ideato nel 2018 per sostenere e promuovere la creatività emergente, l'esposizione sarà inaugurata sabato 22 febbraio 2020, alle ore 18.00. Oltre all'artista, saranno presenti Nadia Stefanel (direttrice della Fondazione Dino Zoli e curatrice), Monica Zoli (socia della Dino Zoli Textile) e Dino Zoli (patron del Gruppo Dino Zoli).

Ravennate classe 1976, Lucia Bubilda Nanni "disegna" con la macchina da cucire, attraverso un gesto controllato che le consente di trasferire all'ago ciò che vedono gli occhi, rendendo razionali le emozioni.

«Facendo uso di grandi teleri, leggeri come panni stesi al vento o intelati e tesi come telai da ricamo pronti a ricevere nuovamente l'ago - spiega la curatrice - Lucia Bubilda Nanni racconta la vita di tre Sante, facenti parte di una ricognizione più ampia dedicata al dualismo isteria/misticismo. Le chiama "Annotazioni" in riferimento agli esercizi spirituali di Sant'Ignazio di Loyola, ne fa dei confronti tra corpi assenti e corpi presenti: figure che hanno posato per lei realmente e che evocano fisici assenti; un dialogo tra fisionomie di persone del nostro tempo prese ad esempio e biografie di donne dal passato. Ne nascono tre storie, tre modelli di riferimento della spiritualità e della mistica cristiana che possono avere, in bibliografia, una duplice lettura, anche collegata alla realtà contemporanea. Tre percorsi generati dalle mani di Lucia che guidano la macchina da cucire, strumento d'acciaio, pesante e violento, eminentemente razionale, che governa le sue emozioni, le guida e le controlla».
«Ho scelto intuitivamente tutte le fisionomie - spiega l'artista - con attenzione alle cose più prossime, vicine a me: ho trovato coincidenze inaspettate e storie complici. Un'illusione, un gioco, un rompicapo che ho cercato di condurre in modo rigoroso; intrecciando letture e interpretazioni, interrogando la storia e le Sante in un colloquio privato, ma saltando di gioia ogni qualvolta, tra i vivi, ne ritrovassi traccia e forme».

La mostra presenta una ventina di opere di grandi dimensioni dedicate alle vite di Maria Egiziaca, Teresa d'Avila e Rosa da Lima. Per il primo lavoro dell'artista incentrato sul corpo umano è stato ideato un percorso immersivo, all'interno del quale prenderanno vita storie del presente e del passato. Il visitatore si troverà faccia a faccia con grandi tele verticali e garze sospese, tutte fruibili da diversi lati. Se il fronte è caratterizzato da linee di filo cucito che tracimano dalla figura, il retro - anch'esso interessante - nasconde un groviglio inestricabile di segni e colori. Un allestimento non tradizionale che si concluderà con i lavori dedicati a Teresa d'Avila, in un gioco di luci e di ombre.

La leggenda di Maria Egiziaca (Alessandria d'Egitto, 344-421 circa) vuole che la mistica avesse peregrinato per oltre trent'anni nel deserto, avvolta solo dai suoi lunghi capelli. Fuggì dalla propria casa all'età di dodici anni abbandonandosi ad una vita dissoluta, poi divenne monaca ed eremita, venerata come Santa dalla Chiesa cattolica, ortodossa e copta. Teresa d'Avila (Ávila, 1515 - Alba de Tormes, 1582) entrò in convento a vent'anni, dopo essere fuggita di casa e dopo un travagliato percorso interiore che la condusse a quella che definì in seguito la sua "conversione". Divenne una delle figure più importanti della Riforma cattolica grazie alla sua attività di scrittrice e fondatrice delle monache e dei frati Carmelitani Scalzi; fu anche nominata, come prima donna, Dottore della Chiesa. Rosa da Lima (Lima, 1586-1617), religiosa del terz'ordine domenicano, rigettò le abitudini della ricca famiglia di origine, condividendo per tutta la vita la sofferenza dei fratelli indios, emarginati e vilipesi soltanto a motivo della loro diversità di razza e di condizione sociale.

«La Dino Zoli Textile - spiega Monica Zoli - conduce dal 1972 una ricerca puntuale sul tessuto d'arredamento, ricerca guidata con intuito e creatività da Marco Zoli. La passione e la curiosità che ci accompagnano nel nostro lavoro ci spingono ad approfondire l'uso di questo materiale anche in altri settori, in primis quello artistico, che sentiamo molto vicino grazie alla Fondazione Dino Zoli, collettore della attività culturali del Gruppo Dino Zoli. È dunque un piacere essere partner della mostra di Lucia Bubilda Nanni, inserita nel programma "Who's Next", che ci auguriamo possa dare visibilità oggi ai maestri di domani».

Nell'ambito di "Who's Next", sono state allestite la personale di Silvia Bigi ("L'albero del latte", 2018), la collettiva "È Qui" (2019), realizzata in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti di Bologna e alcune cooperative sociali, e la mostra di Elena Hamerski ("Duplex Natura", 2019), nata da una residenza d'artista assegnata dalla Dino Zoli Textile nell'ambito di Arteam Cup 2018.
Nel corso dell'esposizione Lucia Bubilda Nanni terrà il laboratorio didattico "Scudo d'amore. Breve indagine sul cuore", aperto alle classi della scuola primaria inferiore e superiore. Ovatta, tela, ago e filo per realizzare assieme ai ragazzi un ex-voto, un amuleto, uno scudo.

La personale sarà visitabile fino al 19 aprile 2020, da martedì a giovedì ore 9.30-12.30, da venerdì a domenica ore 9.30-12.30 e 16.30-19.30, chiuso lunedì e festivi. Ingresso libero. Per informazioni e iscrizioni al laboratorio: tel. +39 0543 755770,



Conferenza stampa di presentazione e di proiezione in prima assoluta del cortometraggio “L’amore oltre il tempo” diretto da Emanuele Pellecchia e prodotto dalla Phoenix Film Production, mercoledì 5 febbraio 2020 alle ore 11,00 al Cinema Plaza, in via Michele Kerbaker 85, Napoli


Carissimi,
la Phoenix Film Production è lieta di invitarvi alla Conferenza stampa di presentazione e di proiezione in prima assoluta del cortometraggio, muto e in bianco e nero, "L'amore oltre il tempo", mercoledì 5 febbraio 2020 alle ore 11,00 al Cinema Plaza, in via Michele Kerbaker 85, Napoli.
Modera il giornalista Giuseppe Giorgio; interviene il critico cinematografico Alberto Castellano. Presenti cast e produzione.
Evento aperto solo ai giornalisti e agli addetti ai lavori. Durante la proiezione non sono consentite riprese.
Nel corto, della durata di 14 minuti circa e diretto da Emanuele Pellecchia, un uomo e una donna provenienti da epoche diverse s'incontrano a causa di una interferenza telefonica. I due avranno un solo obiettivo, restare insieme oltre il tempo. Da un'idea dello stesso Pellecchia e di Luna Cecilia Kwok.
Tra gli attori Luca Lombardi, Denise Capuano, Enzo Perrotta, Francesco Saverio Tisi, Gianluca Testaverde, Elena Erardi, Nicola Mondino, la presenza straordinaria di Vincenzo Merolla.
Un ritorno alla magia del cinema muto in bianco e nero, dunque, con il cortometraggio "L'amore oltre il tempo", prodotto dalla vomerese Phoenix Film Production, che ha girato le scene a pochi metri dalla sede della storica Lombardo film che mosse i primi passi proprio a Napoli negli anni Venti del secolo scorso, la celebre casa cinematografica che assunse un ruolo fondamentale in Italia e che trasferitasi a Roma prese il nome, a noi familiare, di Titanus.
"L'amore oltre il tempo" è un ritorno al passato anche per quel che riguarda la modalità con cui è stato girato, ovvero secondo le antiche tecniche a camera fissa e con movimenti di macchina a mano.
Protagonista è l'amore non solo tra due individui, ma anche e soprattutto tra l'uomo e questa immensa forma d'arte che è il cinema.
Destinato a girare per il circuito di rinomati Festival nazionali e internazionali, ha già riscosso significativi consensi da parte di importanti case di distribuzione.


Anita Curci
Giornalista e addetto stampa

giovedì 30 gennaio 2020

AiFOS: a Roma la formazione del Safety Barcamp 2020

Comunicato Stampa
Vivere la formazione aperta con il Safety Barcamp 2020

Il 28 febbraio a Roma si terrà la prima edizione del Safety Barcamp 2020: una giornata formativa innovativa per condividere e confrontare le esperienze. Un primo elenco di workshop in programma.

Vuoi rendere la formazione veramente efficace, ma non sai da dove iniziare? Desideri migliorare realmente le tue competenze in materia di salute e sicurezza ma i soliti corsi in aula ti hanno stancato? Cerchi metodi e strumenti innovativi per rivoluzionare il modo di fare formazione?
Il Safety Barcamp 2020 non ti deluderà!

Per sviluppare e sperimentare nuove strade nell'ambito della formazione e della consulenza, l'Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) organizza per il terzo anno consecutivo il Safety Barcamp, che nel 2020 verrà proposto in due edizioni. Due indimenticabili esperienze di libera partecipazione e condivisione, due spazi formativi innovativi pensati per creare e consolidare relazioni tra le figure che operano nell'ambito salute e sicurezza nei luoghi di lavoro:
  • il 28 febbraio 2020 a Roma;
  • l'8 maggio 2020 a Padenghe sul Garda (Brescia).

L'iniziativa è destinata ai tanti formatori e professionisti della sicurezza che hanno voglia di partecipare a una giornata dinamica e sono disponibili a svilupparla con nuove modalità formative.

La rivoluzione del Safety Barcamp AiFOS
Il Safety Barcamp è un evento in forma di "non conferenza", dove i temi di discussione sono decisi dai partecipanti. È un nuovo modo di imparare e condividere in un contesto aperto e libero tutti i temi di salute e sicurezza facenti riferimento alle 3 aree tematiche previste dal Decreto interministeriale 6 marzo 2013:
  • area normativa/giuridica/organizzativa;
  • area rischi tecnici/igienico-sanitaria;
  • area relazioni/comunicazione.

Come è organizzata la giornata?
Ogni partecipante si iscrive al Safety Barcamp, ma l'iscrizione ai singoli workshop avviene solo durante l'evento: la scelta di un workshop non è definitiva e la partecipazione rimane libera e dinamica.
Inoltre è anche possibile diventare dei facilitatori del Safety Barcamp.
Il facilitatore è un partecipante che diventa protagonista proponendo un workshop: i partecipanti hanno la possibilità di mettere a disposizione degli altri le proprie conoscenze proponendo un workshop la cui realizzazione verrà valutata dall'organizzazione.

La giornata avrà quindi un programma fitto e variegato composto da diversi workshop della durata di 75 minuti ciascuno, organizzati in diverse fasce orarie.

Le informazioni per il Safety Barcamp a Roma
Il primo Safety Barcamp 2020 si terrà a Roma il 28 febbraio 2020, dalle ore 9.30 alle 17.30 presso l'Hotel Villa EUR in Piazzale Marcellino Champagnat, 2.

Segnaliamo che l'evento è valido come aggiornamento relativo a 6 ore per RSPP e ASPP e 6 ore per Formatori, equamente suddivise nelle tre aree tematiche.

Sono già 50 i partecipanti all'evento confermati, a un mese dalla data! Solo 20 i posti ancora disponibili: è dunque necessario iscriversi al più presto.

Il link per avere ulteriori informazioni, iscriversi al Safety Barcamp e proporre workshop: www.safetybarcamp.it

I primi workshop del Safety Barcamp AiFOS di Roma
Questi alcuni dei workshop che arricchiranno il Safety Barcamp 2020 a Roma:
  • La responsabilità dell'RSPP (Lorenzo Fantini): in cosa consiste la responsabilità dell'RSPP? Cosa rischia il RSPP se (per imprudenza, negligenza o imperizia) trascura di segnalare una situazione di rischio o fornisce delle indicazioni sbagliate? La segnalazione del RSPP nelle sentenze e nella pratica: come procedere. RSPP e consapevolezza del proprio ruolo e, di conseguenza, delle proprie responsabilità. Dei casi di studio e giudiziali saranno a supporto dell'erogazione del workshop.
  • La leadership creativa (Stefano Pancari): cosa c'entra la creatività con il problem solving e la parte decisionale del leader? L'intervento spiega come la creatività sia il motore di propulsione che dà slancio alle logiche e schemi di ogni azienda.
  • INFormalMENTE: le risorse interne del Formatore (Vanna Alvaro): avviare un confronto e una condivisione di esperienze su quanto vissuto in aula durante le attività formative condotte, ed in particolare focalizzare la consapevolezza sulla differenza esistente tra il "cosa sento", "cosa penso" e "cosa faccio" in aula nel rapporto con i partecipanti, specialmente in situazioni critiche/conflittuali.  Verranno sperimentate due diverse modalità di intervento finalizzate all'autoanalisi e al coping, con l'obiettivo di valorizzare le emozioni e renderle coerenti e allineate alle strategie di conduzione.
  • Incidente quasi infortunio: va quasi bene? (Nicola Corsano): attraverso una small technique avremo modo di fare e far accadere delle cose. Gli eventi e non eventi ci dicono qualcosa ma soprattutto se le cose, in termini di salute e sicurezza, vanno bene o no.
  • Harry Potter ed il mago della sicurezza (Andrea Cirincione): riflessione su motivazioni e strategie del formatore/consulente in campo salute e sicurezza sul lavoro.
  • Feedback: tra falsi miti e luoghi comuni (Alessandra Marconato): si parla spesso di feedback e spesso a sproposito! Il workshop si propone di condividere insieme ai partecipanti le tipologie di feedback conosciute, il dare e ricevere feedback e alcuni luoghi comuni e falsi miti che riguardano l'argomento.
  • Cadere in piedi (Sara Calì e Pier Luigi Roncaglia): esercizi per prevenire le cadute e rafforzare il nostro equilibrio.
  • Qui il gioco si fa serio... (Sara Calì): la sicurezza oltre l'aula, metodologia esperienziale come strategia di apprendimento.
  • Come fare Smart Working? Ne parliamo con la metodologia LEGO® SERIOUS PLAY® (Alessandro De Chellis): il workshop ha l'obiettivo di far provare, ai partecipanti, il metodo di facilitazione LEGO® SERIOUS PLAY® così da capirne la potenza, l'efficacia e la profondità di retrospettiva che consente di fare. Nell'occasione si esplorerà, brevemente, il concetto di lavoro smart e la costruzione di un modello condiviso di visione di team da cui partire.
  • Tick-Tack: il rischio esplosione e incendio delle batterie al litio (Luciano Carriero e Alessio Celeste): l'importanza di una conoscenza specifica sull'argomento risiede nel fatto che le batterie al litio stanno aumentando di importanza nel campo industriale ed automobilistico e che le precauzioni da assumere nella loro gestione sono maggiori e diverse da quanto finora già conosciuto. Attraverso un divertente Training Game ed una imprevedibile bomba in miniatura affronteremo uno dei principali rischi rappresentato da questa tecnologia per rafforzare la consapevolezza sul tema tra giochi di parole e quiz a tempo.
  • Disturbi muscolo scheletrici: rieducazione motoria del dipendente (Antonello Cimino): discussione sui principi sui dell'educazione motoria (postura, propriocezione, equilibrio) ed esecuzione di alcuni esercizi posturali effettuabili sul posto di lavoro.
  • Gender gap: un'analisi prima della valutazione del rischio (VentiTrenta): un approccio sperimentale al gender gap e la condivisione di pratiche di successo possono fornire un punto di partenza per un discorso più ampio sulla valorizzazione delle differenze di genere.

Durante le rivoluzioni vi sono solo due specie di uomini: coloro che le fanno e coloro che ne approfittano. (Honoré de Balzac)
Tu da che parte stai?

Il link per iscriversi al Safety Barcamp 2020: www.safetybarcamp.it


Per informazioni:
Sede nazionale AiFOS: via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia - tel.030.6595031 - fax 030.6595040 www.safetybarcamp.it - barcamp2@aifos.it



30 gennaio 2020



Carlo Spinelli nomina Diego Imperi vice responsabile per la Valle dell'Aniene

Il responsabile provinciale romano del movimento Italia dei Diritti Carlo Spinelli nomina il consigliere di maggioranza in seno al consiglio comunale di Saracinesco Diego Imperi vice responsabile per il movimento nella Valle dell'Aniene e vice responsabile provinciale romano ai Trasporti.


Roma 30 Gennaio 2020: L'anno nuovo porta nuove cariche all'interno del movimento Italia dei Diritti fondato e presieduto da Antonello De Pierro. Il responsabile romano dell'IDD Carlo Spinelli infatti nomina Diego Imperi vice responsabile per la Valle dell'Aniene e vice responsabile provinciale romano ai Trasporti. Si va così a rinforzare il gruppo di lavoro del movimento in una fase politica importante non solo a livello nazionale ma anche provinciale:" Nella prossima primavera - dichiara Spinelli - alcuni comuni della nostra provincia saranno chiamati alle urne e il movimento vuole farsi trovare pronto per eleggere all'interno dei consigli comunali propri rappresentanti. Siamo il gruppo politico più rappresentato in provincia di Roma nei comuni con meno di mille abitanti e vogliamo continuare a crescere. Siamo ambiziosi e puntiamo in alto - conclude Spinelli - e Diego Imperi darà sicuramente un contributo importante per il raggiungimento dei nostri obiettivi". Imperi, che ha sposato appieno quelli che sono i principi fondamentali del movimento, si dice onorato delle cariche ricevute ed è pronto ad impegnarsi per il raggiungimento dei traguardi che il movimento Italia dei Diritti si è prefisso per questo 2020.


Ufficio stampa Italia dei Diritti provincia di Roma


mercoledì 29 gennaio 2020

"Passione" Di e con Paolo Crepet al Teatro de L'Aquila

Sabato 1 febbraio, ore 18
L'Aquila - Ridotto del Teatro Comunale "V. Antonellini"

PASSIONE
45^ stagione concertistica ISA


di e con PAOLO CREPET
DINO DE PALMA violino
CLAUDIA D'IPPOLITO pianoforte

Musiche di F. CHOPIN, C. DEBUSSY, J. BRAHMS, C. SAINT-SAËNS

martedì 28 gennaio 2020

PIRILLO (MATTEOTTI): CONFERIMENTO PRESIDENZA ONORARIA ALLA SEN. LILIANA SEGRE

PIRILLO (MATTEOTTI): CONFERIMENTO PRESIDENZA ONORARIA ALLA SEN.  LILIANA SEGRE
 
Roma 28.01.2020 :- "Sono davvero lieto di poter comunicare che nella riunione straordinaria di ieri sera, lunedì 27 gennaio 2020,  l'Assemblea della nostra Associazione ha approvato all'unanimità la mia proposta di conferire la Presidenza onoraria del Circolo Culturale Saragat-Matteotti, alla Senatrice Liliana Segre. La scelta di conferire la nomina alla Senatrice Segre proprio in occasione del 75° Giorno della Memoria, vuole essere un modesto ma caloroso segno di apprezzamento e riconoscenza per la Sua storia personale ed il Suo incessante impegno nel tramandare la memoria dei momenti più bui della storia, culminato con l'istituzione della Commissione parlamentare di indirizzo e controllo sui fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all'odio e alla violenza; un importantissimo traguardo per la crescita sociale e culturale del nostro Paese e del mondo intero, ed una pietra miliare posta sulla via che porta alla Pace tra le persone e tra i popoli. Desidero precisare che la nomina di Presidente Onorario alla Sen. Segre è, ovviamente, un onore per noi tutti e per la storia del nostro Circolo Culturale."

Vincenzo Pirillo
Presidente del Circolo Culturale "Saragat-Matteotti" Roma


______________________________________________________________________

Circolo Culturale "G. Saragat - G. Matteotti"
______________________________________________________________________ 

Sede storica:
via Rosa Guarnieri Carducci - Roma
Centro studi e corrispondenza: via Giuseppe Benedetto Dusmet 15/a - 00168 Roma
email: segreteria@CircoloSaragatMatteotti.it 
sito web: www.CircoloSaragatMatteotti.it
Facebook: @CircoloSaragatMatteotti
mobile: +39.329.032.35.17 ______________________________________________________________________ 

Simplicity progetta per il futuro con il PLM per la moda di Centric



L'azienda tedesca di abbigliamento femminile ha scelto il PLM per la moda di Centric per promuovere l'innovazione e aumentare l'efficienza

CAMPBELL, California, 28 gennaio 2019 – Simplicity trade GmbH, azienda tedesca di moda femminile, ha scelto la soluzione PLM (Product Lifecycle Management) di Centric Software®. Centric Software offre le soluzioni gestionali più innovative ad aziende di moda, retail, calzature, articoli per l'outdoor, prodotti di lusso, largo consumo e arredo d'interni per aiutarle a realizzare obiettivi strategici e operativi di trasformazione digitale.

Simplicity trade GmbH propone due marchi, Opus e Someday. Opus è nato nel 2000 come brand specializzato in pantaloni e attualmente realizza outfit completi da donna. Il marchio Someday è stato creato nel 2015 per produrre abbigliamento casual femminile. Ogni anno vengono distribuite in tutta Europa dodici collezioni attraverso una rete di oltre 2.000 partner commerciali e i negozi online di Simplicity.

Simplicity è impegnata nella digitalizzazione del reparto design per ottimizzare e semplificare i processi esistenti. Grazie al PLM per la moda di Centric, il team di design di Opus si potrà concentrare sull'innovazione e sulla creazione di prodotti di successo!

"Vogliamo eliminare i vari fogli Excel e lavorare attingendo a un'unica fonte di informazioni," spiega Susanne Vatter, Head of Design in Opus. "In questo modo potremo ridurre gli errori alla fonte, lavorare con più velocità ed efficienza e aumentare la trasparenza."

Simplicity ha scelto il PLM per la moda di Centric per la sua facilità d'uso e per le competenze di Centric Software nel settore della moda.

"L'interfaccia di Centric è accattivante, basata sul web e comprensibile a prima vista," afferma Susanne. "Il sistema soddisfa i nostri requisiti e ci consente di implementare i nostri processi molto più facilmente. Ad esempio, con Centric Adobe® Connect, la nuova funzionalità di Centric che integra Adobe® Illustrator, i nostri designer lavoreranno in un ambiente conosciuto snellendo al tempo stesso le attività di design creativo. Centric vanta un ricco portafoglio di clienti nella moda e il team di Centric offre consulenza qualificata collaborando con noi con un approccio aperto, partecipativo e focalizzato sulla soluzione dei problemi."

"Puntiamo a raggiungere una condizione di innovazione permanente," afferma Susanne. "Il PLM per la moda di Centric renderà i nostri processi più dinamici, consentendoci di concentrarci sulla creazione di prodotti in linea con lo spirito dei tempi."

"Siamo entusiasti di accogliere Simplicity come nuovo partner in Europa," ha dichiarato Chris Groves, Presidente e CEO di Centric Software. "La strategia digitale di Simplicity parte dal sostegno alla capacità creativa del suo reparto di design e, in questo contesto, il PLM per la moda di Centric sarà una piattaforma ideale per il completamento della loro trasformazione digitale."


Simplicity trade GmbH (www.simplicity.ag)

L'azienda nasce nel 2001 dall'idea di produrre pantaloni di qualità eccellenti con il marchio Opus, diventato oggi un brand che produce outfit completi per donne. Nel 2015 viene aggiunto il nuovo marchio Someday. Oggi Opus e Someday sono riuniti sotto la gestione di Simplicity trade GmbH. Il team comprende attualmente oltre 500 addetti. Ogni anno vengono distribuite in tutta Europa dodici collezioni attraverso una rete di oltre 2.000 partner commerciali. Il team di design si trova ad Amburgo. Il quartier generale è a Oelde, nelle campagne attorno alla città di Münster in Germania. Il campus è un complesso articolato in diversi edifici dove si svolgono attività di ricerca e sviluppo. L'architettura del complesso riflette i valori dei marchi. Architettura e natura si fondono in questa struttura immersa nel paesaggio.

Centric Software (www.centricsoftware.com)

Dalla sua sede nella Silicon Valley, Centric Software fornisce una piattaforma di Trasformazione Digitale alle aziende più prestigiose che operano nei settori della moda, del retail, delle calzature, dei prodotti per l'outdoor, dei beni di lusso, di largo consumo e di home design. Centric 8, la piattaforma PLM (Product Lifecycle Management) di punta dell'azienda, offre funzionalità enterprise di merchandise planning, sviluppo prodotti, sourcing, gestione della qualità e delle collezioni, specifiche per i settori fast moving consumer goods. Centric SMB offre tecnologie PLM innovative e importanti best practice di settore, specifiche per brand emergenti. Centric Visual Innovation Platform (VIP) offre un'inedita esperienza completamente visiva e digitale per la collaborazione e il processo decisionale e include la Centric Buying Board, per trasformare le sessioni interne d'acquisto e massimizzare il valore del retail, e la Centric Concept Board, per promuovere la creatività e l'evoluzione del concept di prodotto. Tutte le innovazioni Centric accelerano il time to market, danno impulso all'innovazione e riducono i costi.

La quota di maggioranza di Centric Software è detenuta da Dassault Systèmes (Euronext Paris: #13065, DSY.PA), leader mondiale nel software di progettazione 3D, Digital Mock Up 3D e soluzioni PLM.

Centric Software ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti nel settore, tra cui l'inclusione da parte di Red Herring nella lista delle prime 100 aziende nel mondo nel 2013, 2015 e 2016. Centric ha inoltre ricevuto diversi excellence award da parte di Frost & Sullivan nel 2012, 2016 e 2018.

Centric Software è un marchio registrato di Centric Software Inc.. Tutti gli altri brand e nomi di prodotto sono marchi registrati dei rispettivi proprietari.

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota