Cerca nel blog

venerdì 28 febbraio 2020

ANNULLAMENTO SEMINARIO FILOSOFICO DI BUDDHISMO TIBETANO A TRIESTE

Facendo seguito a quanto prescritto dall'ordinanza del Presidente della regione FVG sull'emergenza Coronavirus si comunica la sospensione delle attività pubbliche del Centro Buddhista Tibetano Sakya "Künga Chöling" di Trieste.

E' altresì sospesa la visita di Khempo Tashi prevista nei giorni 7 e 8 marzo 2020, di cui si era data precedente comunicazione qui: https://comunicatostampa.blogspot.com/2020/02/seminario-filosofico-di-buddhismo_10.html

Per ulteriori informazioni sulla ripresa delle attività è possibile telefonare al numero:
040571048 oppure scrivere a: sakyatrieste@gmail.com
Sito: https://www.sakyatrieste.it/

Unione Naz. Consumatori diffida Juventus su rimborso tifosi


Coronavirus: Unc, Juve diffidata a rimborsare

 

Impegno del club bianconero non basta

 

Pronte le azioni legali a tutela dei tifosi

 

"Abbiamo diffidato ieri la Juventus, intimandogli di rimborsare integralmente il singolo titolo di accesso e la quota parte dell'abbonamento. Se non lo farà scatteranno le azioni legali a tutela dei tifosi" afferma Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori.

"La nota emanata ieri sera dai bianconeri non basta, è troppo generico. Non c'è alcun impegno preciso e concreto ma si limitano, peraltro ribadendo la validità delle loro clausole contrattuali, oggetto in realtà di un procedimento istruttorio in materia di clausole vessatorie da parte dell'Antitrust, ad impegnarsi a valutare iniziative a favore degli acquirenti. Quali? Quando? I tifosi vanno rimborsati integralmente senza se e senza ma, non vogliono le elemosina, ma che siano riconosciuti i loro sacrosanti diritti" conclude Dona



--
www.CorrieredelWeb.it

A Vicovaro grazie a Italia dei Diritti tornano i parcheggi per disabili

In via San Vito a Vicovaro grazie alla denuncia  del responsabile provinciale romano del movimento Italia dei Diritti Carlo Spinelli su segnalazione del responsabile in loco Giovanni Ziantoni, sono tornati i parcheggi per disabili spariti dopo la costruzione dei marciapiedi.

Roma : Italia dei Diritti per mano del responsabile provinciale romano Carlo Spinelli aveva denunciato la sparizione dei parcheggi per disabili su via san Vito a Vicovaro, il cui posto era stato preso dai marciapiedi. Dopo la segnalazione del responsabile del movimento ecco che i parcheggi per disabili sono riapparsi: " Finalmente il Sindaco del comune di Vicovaro a dato seguito ad una nostra segnalazione ed ha restituito a via di san Vito il posto macchina per disabili che, con la costruzione dei marciapiedi, era stato tolto – ad intervenire è proprio il responsabile del movimento Carlo Spinelli – voglio dire grazie anche al nostro responsabile di Vicovaro Giovanni Ziantoni che con la sua presenza continua sul territorio riesce a porre all'attenzione mediatica le problematiche che quasi quotidianamente emergono nel comune di Vicovaro, vedi la mancata pulizia delle strade, o le fermate soppresse e cittadini privati del diritto di usufruire del mezzo pubblico, problematiche che il Sindaco del comune della valle dell'Aniene tarda a risolvere. A questo punto ci domandiamo – conclude Spinelli – ma veramente le vuole risolvere? Il dubbio rimane".

Ufficio stampa Italia dei Diritti provincia di Roma

E mail idd.provinciaroma@gmail.com

giovedì 27 febbraio 2020

BOLLETTA LUCE PER SINGLE O COPPIE DI LAVORATORI: DAL 1 GENNAIO SI PAGA DI PIÙ

20 febbraio 2020, Roma – Arrivano le prime bollette dell'energia elettrica del 2020, che invece del ribasso, ampiamente
discusso all'inizio dell'anno, registrano un aumento per chi consuma meno di 2.000 kWh all'anno. Lo rivela uno studio
effettuato da Selectra, l'azienda che mette a confronto le tariffe di luce, gas e internet, accompagnando i consumatori nella
gestione delle pratiche contrattuali. 

IL FENOMENO

Il ribasso della bolletta con il Servizio di Maggior Tutela annunciato all'inizio dell'anno, infatti, si riferiva alla spesa del cliente tipo con un consumo annuo di 2.700 kWh. Invece chi consuma poco riceverà una bolletta a sorpresa, che sarà
addirittura leggermente più alta rispetto al trimestre precedente. Il fenomeno è dovuto al fatto che dal 1 gennaio 2020 sono in vigore le nuove regole per il calcolo della bolletta, che concludono la riforma della tariffa domestica. In particolare, si tratta dell'abolizione della progressività della quota relativa
agli Oneri di sistema, e dunque dei rispettivi scaglioni. Questo cambiamento ha comportato il calo dei costi per i consumatori alto consumanti, che prima erano penalizzati dall'applicazione progressiva di questa quota (più consumavi più pagavi). Tale misura è stata introdotta con lo scopo di promuovere l'utilizzo di nuove tecnologie, che spostano i consumi dagli impianti domestici a gas verso quelli elettrici, più efficienti e in gran parte alimentati da energie rinnovabili. Ma per chi consuma meno di 2.000 kWh all'anno, le nuove regole del calcolo della bolletta e le tariffe stabilite dall'autorità implicano un aumento degli Oneri di sistema e delle quote fisse rispetto al quarto trimestre del 2019, non compensato dal calo delle altre voci in bolletta.

IN PRATICA

Chi riceverà una bolletta più alta? Il profilo del consumatore 
Chi sono i consumatori che si ritroveranno con una bolletta aumentata? QuantoConsumo, (quantoconsumo.luce-gas.it), uno strumento di Selectra per la stima dei consumi in base ai criteri selezionati, permette di definire il profilo dell'utente che si ritroverà con una bolletta in aumento.
Il consumo di circa 1.000 kWh all'anno è quello di una coppia residente in un appartamento di circa 40 m2, con riscaldamento autonomo, la cucina e l'acqua calda a gas e con i seguenti elettrodomestici presenti in casa: un forno elettrico, un televisore, un computer, una lavatrice e un frigorifero.
La spesa per l'energia elettrica di questa coppia salirà da 275 a 281 euro all'anno, un incremento dovuto per la maggior parte all'aumento della voce relativa agli Oneri di sistema, in rialzo del 26,82% (pari a 8,85 euro) e solo parzialmente compensato dalle altre voci (energia e commercializzazione e trasporto e gestione contatore) in lieve calo. In totale, questa coppia spenderà il 2% in più rispetto al trimestre precedente: un aumento lieve, ma comunque in controtendenza con l'annunciato calo della bolletta.

Per chi non cambia la spesa in bolletta? Il profilo del consumatore

Per tutti gli utenti con i consumi che si aggirano intorno ai 2000 kWh all'anno la spesa rimane pressoché invariata. Si tratta di una famiglia di 4 persone residente in un appartamento di 80 m2, con riscaldamento autonomo, i fornelli a gas e un forno elettrico, con un impianto di aria condizionata, un televisore, un computer, una lavatrice, un frigorifero e una lavastoviglie. Anche questo consumatore vedrà nella prima bolletta del 2020 un aumento della voce relativa agli oneri di sistema, pari al 12,5% (ossia di 9,3 euro), ma verrà compensata dal calo della quota energia e commercializzazione (in ribasso del 4,5%, pari a 9,2 euro) e della quota trasporto e gestione del contatore (che diminuisce del 0,5%, aggiungendo qualche centesimo per raggiungere
il pareggio).

Chi pagherà di meno? Il profilo del consumatore tipo
Il calo annunciato all'inizio dell'anno si riferisce alla famiglia tipo con un consumo di circa 2.700 kWh all'anno. Chi rientra nella categoria? Il profilo di chi
viene definito un consumatore tipo dall'Autorità è infatti simile e quello che continua a pagare la stessa cifra in bolletta, ma a differenza di quest'ultimo, ha
un piano cottura elettrico e due condizionatori, o altri elettrodomestici, che lo portano a consumare di più.
Qui, nonostante i costi fissi in leggero aumento, invece vediamo tutte le voci in calo, che insieme contribuiscono al ribasso annunciato. Chi ha dei consumi ancora più alti, si ritroverà sempre con una bolletta più bassa rispetto al trimestre scorso.
Come risparmiare?
Tuttavia, c'è un modo per risparmiare per tutti, anche per chi ha consumi sostenuti. Scegliendo un'offerta conveniente sul Mercato Libero, anche la coppia che consuma 1.000 kWh all'anno e si ritrova con la bolletta più alta rispetto all'anno precedente potrebbe risparmiare circa 20€/anno sulla tariffa del Servizio di Maggior Tutela, senza considerare eventuali sconti e bonus.

Invece per il cliente tipo il risparmio sarà ancora più alto.

Selectra
Selectra (selectra.net) è un servizio che aiuta milioni di italiani, privati e aziende, a scegliere il loro fornitore di luce, gas, telefonia e
internet. Mette a disposizione dei consumatori un servizio personalizzato e gratuito, selezionando le proposte più adatte alle loro esigenze
ed accompagnandoli nella gestione delle pratiche contrattuali.


All'eCampus Anna Ascani, Valentina Aprea e Marco Sentieri parlano di scuola, digitale e musica

Si è svolto ieri all'Università eCampus la presentazione di 2 libri dedicati al mondo dell'apprendimento e delle nuove tecnologie: "Senza Maestri. Storie di una generazione fragile" di Anna Ascani Vice Ministra dell'Istruzione (Prefazione di Matteo Renzi) e "La scuola dei Centennials" di Valentina Aprea, Commissione Cultura Camera dei Deputati. E' intervenuto il finalista del Festival di Sanremo 2020 Marco Sentieri, parlando del ruolo della musica nelle scuole e nel digitale

Roma - E' stato un convegno in cui sono emerse molte proposte atte a migliorare e valorizzare le scuole italiane, soprattutto nell'ottica del fornire i giusti strumenti di lavoro agli insegnanti, troppo spesso 'distanti' dal mondo dei giovani, sia come forma mentis, sia come preparazione culturale e formazione professionale.

Con moderatore Giovanni Vinciguerra (Direttore "Tuttoscuola"), sono intervenuti la Vice Ministra Anna Ascani, in rappresentanza dei "Millennials": "Faccio parte di quella generazione di chi è rimasto 'Senza Maestri'. Con questo libro ho voluto raccontare alcune storie di miei coetanei: non sono andata a caccia di storie eccezionali, bensì di storie normali", poi l'On. Valentina Aprea in rappresentanza dei "Centennials": "Pensare di formare i giovani nati dopo il 2.000 che non hanno conosciuto il mondo senza internet con le modalità di studio del '900 significa non solo rendere la scuola poco attrattiva, ma soprattutto rinunciare a formarli adeguatamente alle nuove sfide di oggi e di domani".

Poi è stato proiettato il video di Marco Sentieri, "Billy Blu" (etichetta Diva's Production), che ha partecipato all'ultimo Festival della Canzone Italiana di Sanremo, testo che tratta la delicata tematica del bullismo e cyberbullismo. Il cantante che nei prossimi mesi realizzerà un tour nelle scuole per sensibilizzare sull'argomento, portando la propria testimonianza ai giovani: "In questa fase di comunicazione quasi esclusivamente tecnologica la musica, anche quella digitale, resta uno dei pochi veicoli capaci di trasmettere messaggi in modo immediato, emozionale e in alcuni casi rappresenta uno strumento pedagogico e sociale insostituibile, come sta avvenendo ad esempio con il mio progetto 'Billy Blu' contro il bullismo ed il cyberbullismo, che nelle scuole è divenuto un vero mezzo di insegnamento"

La fashion blogger campana Teresa Morone per il secondo anno consecutivo impegnata nella lotta al bullismo e alla violenza di genere promossa da UsACLI

La fashion blogger campana Teresa Morone per il secondo anno
consecutivo impegnata nella lotta al bullismo e alla violenza di
genere promossa da UsACLI Benevento.
La blogger campana Teresa Morone scende in campo per lottare contro la
violenza di genere, il bullismo e il cyberbullismo. La fashion
blogger, 28 anni, originaria del Sannio Beneventano, spesso impegnata
in eventi che riguardano la moda e la bellezza ha deciso di aderire
per il secondo anno consecutivo al progetto di lotta al bullismo,
cyberbullismo e alla violenza di genere promosso dall'unione sportiva
ACLI Benevento. "Bisogna mantenere alta la guardia. La nostra è
un'epoca ricca di contraddizioni, leggiamo spesso di episodi di
cyberbullismo e di violenza sulle donne, questi sono anche i pericoli
dei social network". Per questo  - conclude la blogger campana
"tramite i miei canali social cerco di denunciare gli episodi di
bullismo, cyberbullismo e violenza di genere. Spero di poter dare il
mio contributo per un'Italia diversa che non ha paura delle donne. Mi
documento sui casi di femminicidio in Italia, conosco le statistiche e
nei convegni ne parlo spesso. Sogno una nazione lontana dalle
discriminazioni, aperta al dialogo e al confronto.
Il primo convegno promosso nella città di Telese Terme dalla delegata
U.S. Acli Benevento Immacolata Petrillo,  avrà luogo il 7 Marzo alle
ore 18:30 nel salone dell'Istituto Comprensivo Telese Terme-Solopaca
(scuole elementari), parteciperanno il presidente U.S. Acli Benevento
Alessandro Pepe, lo scrittore sannita Gerardo Biscardi con il suo
libro "Con le tasche piene di felicità" edito da Edizioni
2000diciassette, l'avvocato Roberto Marino,la dottoressa Angela Rita
Rotondi, la dottoressa Maria Vittoria Crocco e il maestro di pugilato
Clemente Di Crescenzo.

dm inaugura a Rimini nel cuore di Marina Centro

La più grande catena di drugstore europea sbarca nel cuore di Marina Centro  

È stato inaugurato, a Rimini, in Viale Amerigo Vespucci 121, il quarto punto vendita dm dell'Emilia-Romagna, nonché il trentottesimo in Italia.

Presenti per il taglio del nastro inaugurale Hubert Krabichler, CEO di dm drogerie markt Italia, Benjamin Schneider, Direttore Marketing e Acquisti, Francesco Gargiulo, Direttore vendite e HR e Jamil Sadegholvaad, Assessore alle attività produttive di Rimini.

Il nuovo store, primo in Romagna, si aggiunge ai punti vendita già aperti nelle città emiliane di Bologna, Fidenza e Piacenza. "È per noi un grande piacere inaugurare un nuovo punto vendita a Rimini, zona ad alta densità turistica e cuore pulsante della Riviera romagnola – ha affermato Benjamin Schneider, Direttore Marketing e Acquisti di dm –. Ci inseriamo nella principale via commerciale, punto di riferimento importante per la moda e le tendenze. Siamo quindi particolarmente felici di portare anche qui la nostra offerta specializzata per la bellezza e il benessere di ogni giorno; un'offerta che si distingue per la qualità elevata dei prodotti, la convenienza dei prezzi e la versatilità di una proposta capace di rinnovarsi e reinventarsi per rispondere, o addirittura anticipare, trend e bisogni".

UNIEURO - CIA-CONAD: 5 negozi Unieuro negli ipermercati "Spazio Conad"

Unieuro S.p.A, il leader nella distribuzione di elettronica di consumo ed elettrodomestici in Italia, e Commercianti Indipendenti Associati società cooperativa associata Conad ("CIA-Conad"), che opera nel territorio di Romagna, San Marino, Marche, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Lombardia, hanno reso nota in data odierna la definizione di una collaborazione finalizzata all'apertura di cinque nuovi punti vendita diretti Unieuro all'interno di altrettanti ipermercati ex-Auchan, in procinto di diventare punti vendita "Spazio Conad".

 

A partire dal primo punto vendita Unieuro all'interno dello Spazio Conad nel centro commerciale di Curno (Bergamo), che aprirà a breve, il progetto interesserà poi i nuovi Spazio Conad di Padova, Vimodrone (Milano), Merate (Lecco) e Rescaldina (Milano).

 

 

"I nuovi punti vendita Unieuro all'interno degli ipermercati Spazio Conad nascono da un'occasione irripetibile nel panorama retail italiano. A distanza di un anno dallo sbarco di Unieuro nella Grande Distribuzione Organizzata, rafforziamo e rilanciamo il nostro progetto di penetrazione del canale grazie a CIA-Conad, con cui condividiamo le radici forlivesi e la grande attenzione al cliente e ai suoi bisogni".

Giancarlo Nicosanti Monterastelli, Amministratore Delegato di Unieuro

 

 

"L'accordo tra Unieuro e CIA-Conad suggella il proficuo e duraturo rapporto di collaborazione tra due aziende forlivesi che negli anni hanno saputo guadagnare notorietà e quote di mercato nazionali, cogliendo le opportunità che si sono via via presentate e facendo leva sulle rispettive specificità, a partire dalla natura aziendale: quella di società per azioni quotata in Borsa per Unieuro, quella di cooperativa per Commercianti Indipendenti Associati".

Luca Panzavolta, Amministratore Delegato di CIA-Conad

I cinque ipermercati ex-Auchan sono gestiti da imprenditori soci di CIA-Conad nell'ambito del grande progetto di acquisizione degli asset della ex-Auchan Italia (oggi Margherita Distribuzione) da parte del gruppo Conad e verranno a breve riconvertiti in nuovi punti vendita a marchio Spazio Conad, caratterizzati da aree di vendita comprese tra 6.000 e 8.000 mq, nonché da un assortimento merceologico focalizzato principalmente sul comparto food e su un elevato standard di servizio al cliente,  per assecondare le nuove abitudini dei consumatori.

 

L'accordo prevede che negli spazi liberatisi sorgano dei punti vendita Unieuro della superficie media di 800 mq, con accesso diretto dall'ipermercato e/o dalla galleria commerciale e gestiti direttamente dalla stessa Unieuro tramite personale proprio, parte del quale di provenienza ex-Auchan.

 

L'operazione, di mutuo beneficio, è stata costruita sulla base di un progetto condiviso tra le due società forlivesi, volto alla valorizzazione degli asset acquisiti da CIA-Conad e alla focalizzazione di ciascuna società sul proprio core business, rispettivamente l'elettronica di consumo e l'alimentare.

 

In particolare, Unieuro:

·         estenderà la propria rete diretta in Lombardia e Veneto, senza sovrapposizioni significative con i punti vendita esistenti;

·         si insedierà in centri commerciali prestigiosi, in aree spesso presidiate da insegne concorrenti;

·         rafforzerà la propria presenza nel segmento denominato "mass merchandiser" e composto da ipermercati, supermercati e negozi multi-categoria che sviluppano grandi volumi pur non facendo dell'elettronica di consumo il proprio core business;

·         beneficerà dell'elevato afflusso di consumatori tipico degli ipermercati e in particolare del nuovo format Spazio Conad, destinato a innovare la propria categoria con un'offerta specificatamente pensata per il consumatore di oggi;

·         darà ulteriore impulso alla strategia omnicanale, grazie ad una ancora maggiore capillarità della rete e alla possibilità di ritirare in negozio i prodotti acquistati online sulla piattaforma unieuro.it.

 

CIA-Conad:

·         potrà concentrarsi sulle categorie merceologiche che da sempre rappresentano il fiore all'occhiello dell'intero mondo Conad, in particolare il fresco;

·         rafforzerà la collaborazione con un partner leader nel proprio settore, estendendola oltre il territorio romagnolo e ampliando l'offerta commerciale nei nuovi format Spazio Conad;

·         beneficerà a sua volta del traffico generato da Unieuro, sia attraverso le campagne promozionali sia grazie all'opzione di ritiro in negozio, facoltà scelta da oltre la metà dei clienti web di quest'ultima.

A Seattle, aperto da Amazon il nuovo format Go Grocery

A Seattle, dopo il lancio del supermercato senza casse Amazon Go, avvenuto nel 2018, Amazon ha aperto il nuovo format Amazon Go Grocery, a sua volta, completamente automatizzato.

Ubicato nel quartiere degli affari di Capitol Hill, rispetto ad Amazon Go, il nuovo store si caratterizza non soltanto per un assortimento più ampio, ma anche per una metratura nettamente superiore: infatti, si sviluppa su 966 metri quadri contro i 230 del primo punto vendita aperto a Seattle dal cosiddetto “Gigante dell’E-commerce”.

Nel dettaglio, il supermercato annovera 5.000 referenze, particolarmente incentrate sui prodotti freschi e freschissimi, quali ortofrutta, carne, pesce, gastronomia, panetteria e alimenti locali, dunque, a impatto ambientale ridotto.

Per quanto attiene alla tecnologia che Amazon...

 

Continua su:  

https://www.technoretail.it/news/item/3103-a-seattle-aperto-da-amazon-il-nuovo-format-go-grocery.html

 

Comunicato Stampa AiFOS: inscenare un processo per fare prevenzione

Comunicato Stampa

Obiezione vostro onore: inscenare un processo per fare prevenzione

 

In un corso a Brescia il 3 aprile 2020 sarà possibile analizzare un infortunio e inscenare, attraverso la tecnica simulativa del role playing, un procedimento penale davanti ad un giudice. Come affrontare correttamente questa situazione? 

 

Sono necessarie nuove metodologie didattiche per riuscire a incidere veramente sui nostri atteggiamenti, sulle percezioni e sui comportamenti. E sicuramente una delle tecniche formative più efficaci per sradicare vecchie abitudini e renderci consapevoli dei problemi reali e delle soluzioni possibili è l'utilizzo del metodo teatrale, delle tecniche del role playing.

 

Cosa accade se in azienda avviene un infortunio? Come analizzarlo? Come affrontare i procedimenti penali conseguenti all'infortunio? Come rispondere correttamente alle domande di un Giudice?

 

Obiezione vostro onore: insceniamo la sicurezza

Proprio per rispondere a queste domande utilizzando nuove tecniche formative di simulazione l'Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) organizza per il 3 aprile 2020 a Brescia un corso di 8 ore dal titolo "Obiezione vostro onore".

 

Durante il corso i partecipanti si metteranno nei panni del "Datore di lavoro, del "Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione", del "preposto", del "Dirigente" e, partendo dall'analisi dell'infortunio, ci si immaginerà di essere coinvolti in un procedimento penale e di trovarsi a testimoniare davanti ad un Giudice.

 

Si cercherà di capire come comportarsi in Tribunale sia come indagati, sia solo come testimoni. Si comprenderà, in tal modo, quando i dialoghi e la documentazione a supporto della difesa sono utili, inefficaci o "armi a doppio taglio".

 

Se il Giudice mi ponesse delle domande cosa risponderei? Sono sicuro di dire la cosa "giusta"? Quale documentazione devo produrre?

 

Fare formazione con il teatro e il role playing

Il role playing è una tecnica formativa simulativa che permette ad un gruppo di persone di svolgere, per un tempo limitato, il ruolo di attori, riproducendo situazioni che hanno una forte attinenza con situazioni reali. Uno strumento che permette di far emergere emozioni e, attraverso la simulazione, di rendere più consapevoli i partecipanti della reale portata dei problemi e dei modi corretti ed efficaci di affrontarli.

 

Questa metodologia consente, dunque, un'analisi dei vissuti, delle dinamiche interpersonali, delle specificità dei vari ruoli e dei processi di comunicazione correlati al particolare contesto rappresentato.

 

Nel caso del corso organizzato da AiFOS il role playing si basa sulla rappresentazione realistica dell'infortunio e del conseguente processo per far emergere i principi della normativa.

Attraverso la guida dell'avvocato Giovanna Rosa, che si occupa di consulenza legale, giuridica nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, sarà possibile sperimentare materialmente cosa succede in azienda quando accade un infortunio e comprendere anche cosa fare per prevenire e ridurre questa possibilità.

 

Informazioni e programma del corso

Il corso di 8 ore "Obiezione vostro onore" si terrà a Brescia il 3 aprile 2020 – dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 – ad AiFOS Service in via Branze 45, c/o CSMT, Università degli studi di Brescia.

 

Durante il corso saranno affrontati i seguenti argomenti:

  • Analisi di un infortunio reale
  • Costruzione della difesa del partecipante (a seconda del ruolo che ricopre in azienda)
  • Documentazione da presentare al giudice
  • Le frasi "corrette" da pronunciare davanti al giudice
  • Esame del caso reale e analisi finale

 

La partecipazione al corso vale come 6 ore di aggiornamento per RSPP/ASPP, Formatori qualificati (area 1) e Coordinatori alla sicurezza. Il corso è valido anche ai fini della formazione specifica prevista per il Manager HSE e ai fini della formazione necessaria per l'iscrizione al Registro Consulenti AiFOS (Legge 4/2013).

 

Per avere ulteriori dettagli sul corso e iscriversi, è possibile utilizzare questo link: https://aifos.org/home/formazione/corsi-qualificati/normativa/normativa/obiezione_vostro_onore

 

Per informazioni e iscrizioni:

Sede nazionale AiFOS - via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia - tel.030.6595035 - fax 030.6595040 www.aifos.it  - info@aifos.it - formarsi@aifos.it

 

 

27 febbraio 2020

 

Ufficio Stampa di AiFOS

ufficiostampa@aifos.it

http://www.aifos.it/

 

mercoledì 26 febbraio 2020

DOPPIAGGIO di Maricla Boggio_ Regia di Jacopo Bezzi_ dal 3 al 15 marzo_ Spazio 18b




DOPPIAGGIO

di Maricla Boggio

regia Jacopo Bezzi

con Jacopo Bezzi, Emanuela Damasio, Alessandro Moser, Elisa Rocca.

La voce di Gianni è di Ferrante Cavazzuti

Musiche a cura di Giorgio Stefanori

Una produzione La Compagnia dei Masnadieri

 

DAL 3 AL 15 MARZO SPAZIO 18B

 

Debutta in prima assoluta allo Spazio 18b, dal 3 al 15 marzo,  DOPPIAGGIO, spettacolo scritto da Maricla Boggio e diretto da Jacopo Bezzi. La nuova produzione de "La Compagnia dei Masnadieri" è un vivace affresco sull'affascinante mondo del doppiaggio e dei doppiatori, da vivere a teatro.

Guido, noto doppiatore di telenovelas e divi del cinema, si ritrova in sala di doppiaggio con la vecchia fiamma Amy, attrice di ritorno dall'America dopo il matrimonio con Tony, produttore cinematografico, per prestare la voce al protagonista maschile di un nuovo film. Lia, un tempo attrice di teatro, accoglie il ritorno di Amy con entusiasmo, ricordando i tempi dell'Accademia in cui insieme recitavano le battute del Cecoviano "Il Gabbiano" che accompagna come uno spettro e una suggestione, tutto lo spettacolo. Amy riesce a recitare in quanto si "è buttata" nella ben più ricca e potente industria dello spettacolo Hollywoodiano pur pagando con cinismo lo scotto di un matrimonio strumentale con Tony. Guido, come doppiatore, è uno schiavo della medesima industria e Lia, la migliore dei tre in Accademia, è schiava di un menage assai pesante con Guido, sempre assente per i turni asfissianti del doppiaggio. In un serrato intreccio di ruoli tra gelosie, successo, lavoro, falsità e sacrificio, il gioco in scena degli attori offre un divertente e ironico spaccato del mondo del doppiaggio e dello spettacolo.

Il testo è vincitore del "Premio Speciale Presidenza della Giuria" del Ruzzante 2020.

In allegato, comunicato stampa con cortese richiesta di diffusione e pubblicazione, e foto.

Resto a disposizione per eventuali richieste di interviste e accrediti stampa.

Cordiali Saluti.


Ufficio Stampa

Maresa Palmacci 348 0803972; palmaccimaresa@gmail.com


INFO:

Dal martedì al sabato ore 21.00, mercoledì e domenica ore 18.00

 

Intero 15 Euro, ridotto (convenzionati) 12 Euro, promozione martedì, mercoledì e giovedì 10 Euro

 

Telefono: 06 92594210  WhatsApp: 333 3305794
mail: biglietteria@spazio18b.com

Acquisto on line su www.spazio18b.com e su www.liveticket.it/spazio18b

 

Teatro Spazio 18B via Rosa Raimondi Garibaldi 18B, 00145 Roma (Garbatella)


Fashion³, in linea con i propri valori, adotta una strategia CSR facendo leva su Centric Software® per il proprio ciclo di produzione


Il brand di moda francese abbandona l'iperconsumo, valorizzando il proprio ciclo di vita del prodotto con Centric PLM™

 

CAMPBELL, California, 25 Fabbraio 2020Fashion³, l'ecosistema costituito da marchi tessili orientati alla vendita in negozio facenti capo al Gruppo Mulliez - Jules, Brice, Bizzbee, Pimkie, RougeGorge, Grain de Malice/Orsay – ha scelto il PLM (Product Lifecycle Management) di Centric Software® per ottimizzare sensibilmente i propri cicli di produzione, promuovere la qualità e ridurre il time to market. Con Centric PLM™, Fashion3 punta inoltre a snellire i processi dei propri produttori e la comunicazione con marchi e distributori partner. Centric Software offre le soluzioni enterprise più innovative ad aziende di moda, retail, calzature, articoli per l'outdoor, prodotti di lusso, di largo consumo e home design per aiutarle a realizzare obiettivi strategici e operativi di trasformazione digitale.

 

Creato nel 2017, l'ecosistema di brand Fashion³ (Fashion Cube) mira ad inventare un nuovo modello di sviluppo a rifiuti zero per sette marchi tessili, individuando innovazioni, immaginando nuove soluzioni e avviando sinergie quali l'allineamento dei processi di progettazione, produzione e distribuzione, realizzando gli obiettivi e gli impegni di responsabilità sociale e ambientale delle imprese (CSR).

 

 "Sin dall'inizio, abbiamo identificato due assi strategici comuni ai nostri brand," sostiene Franck Dumery, CIO dell'ecosistema Fashion³. "Il PLE (Product Life Excellence) a rifiuti zero e l'analisi dei dati per comprendere le esigenze dei nostri clienti. Fin dalla loro creazione, i nostri brand hanno adottato un approccio globale e standardizzato alla produzione, che oggi è sinonimo di inefficienza e di spreco.  Volevamo implementare un nuovo ecosistema per analizzare con precisione il comportamento d'acquisto e rispondere in modo più mirato alle esigenze dei nostri clienti."

 

Al termine di una gara d'appalto indetta da Orsay, un brand dell'ecosistema Fashion3, è stato scelto Centric PLM. La posizione di leader di mercato di Centric Software, la dimensione della sua base utenti, il feedback positivo da parte di altri clienti di Centric e la struttura robusta e duratura della soluzione hanno conquistato il management team.

 

"Personalmente avevo già preso parte all'implementazione di Centric PLM quando lavoravo nel reparto IT di Tape-à-l'-oeil. Sapevo qual era la direzione presa dall'azienda e conoscevo la qualità del supporto offerto dai team Centric. Da un punto di vista tecnico, ero pienamente fiducioso" afferma Franck Dumery.

 

La riprogettazione del processo verrà effettuata in modo rapido e adattata alle esigenze specifiche di ogni brand. La prima fase di implementazione comporta l'installazione di un sistema centralizzato per i team di produzione, sotto la supervisione dei gruppi di acquisto di ogni brand. La seconda fase consisterà nell'integrazione di nuovi processi di acquisto per ogni entità. Orsay dirigerà il progetto e sarà il primo a passare alla soluzione PLM di Centric.

 

 "Sostanzialmente, ambiamo ad ottimizzare i nostri processi, costruire solide collaborazioni con i nostri fornitori e applicare questo modello ad ognuno dei nostri brand. Puntiamo a una migliore qualità, a una migliore conformità ai nostri principi CSR e, di conseguenza, a risparmiare" conclude Dumery.

 

 "Siamo lieti di accogliere i brand dell'ecosistema Fashion³ nella famiglia Centric" dichiara Chris Grove, Presidente e CEO di Centric Software. "L'analisi dei dati e gli obiettivi della CSR sono decisivi per la progettazione e lo sviluppo dei prodotti, così come per l'immagine dei brand. Ecco perché siamo entusiasti di sostenere gli obiettivi strategici e operativi di Fashion3, soprattutto in termini di crescita e riduzione dell'impatto ambientale."  

 

Richiedi Una Demo

 

Scopri di più su Centric PLM Fashion

 

 

Fashion3

Lanciato nel Gennaio 2007, l'ecosistema di brand Fashion3 (Bizzbee, Brice, Grain De Malice, Jules, Orsay, Pimkie and Rouge Gorge) riunisce 14000 dipendenti in tutto il mondo, con marchi presenti in 2400 punti vendita distribuiti in 50 paesi diversi. Insieme, i brand dell'ecosistema Fashion3 occupano una grossa quota di mercato nel settore prêt-à-porter in Francia (fonte : Kantar worldpanel). La missione di Fashion3 è creare un modello di moda innovativo, sostenibile, redditizio e responsabile in tutti i propri marchi, con una strategia a rifiuti zero che definisca gli standard nel settore dell'abbigliamento e risponda alle aspettative dei consumatori.

 

 

Centric Software (www.centricsoftware.com)

 

Dalla sua sede nella Silicon Valley, Centric Software fornisce una piattaforma di trasformazione digitale alle aziende più prestigiose che operano nei settori della moda, del retail, delle calzature, dei prodotti per l'outdoor, dei beni di lusso e di largo consumo. Centric 8, la piattaforma PLM (Product Lifecycle Management) di punta dell'azienda, offre funzionalità di business planning, sviluppo di prodotti, procurement, qualità e gestione delle collezioni, specificamente progettate per rispondere ai rapidi cambiamenti nel settore dei beni di consumo. La soluzione PLM Centric SMB garantisce ai brand emergenti l'accesso a soluzioni innovative e ad una consolidata esperienza del settore. Centric Visual Innovation Platform (Centric VIP) proietta dipendenti e decisori nell'era digitale, grazie al suo innovativo ambiente totalmente grafico. La piattaforma Centric VIP connette due schermi: lo schermo acquisti, per snellire i processi interni di acquisto e ottimizzare il valore di mercato e lo schermo progettazione, per promuovere la creatività e il design del prodotto. Tutte le innovazioni di Centric sono progettate per accelerare il time to market, promuovere l'innovazione e ridurre i costi.

 

La quota di maggioranza di Centric Software è detenuta da Dassault Systèmes (Euronext Paris: #13065, DSY.PA), leader mondiale nel software di progettazione 3D, Digital Mock Up 3D e soluzioni PLM.

 

Centric Software ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti.  Inclusa da  Red Herring nella lista delle più importanti 100 aziende nel mondo nel 2013, 2015 e 2016, Centric ha altresì ricevuto diversi excellence award da parte di Frost & Sullivan nel 2012, 2016 e 2018.

 

Centric Software è un marchio registrato di Centric Software, Inc. Tutti gli altri marchi e nomi di prodotto sono marchi dei rispettivi proprietari.

 

(fine)

Contatti per i media:

Centric Software


Americhe: Jennifer Forsythe, jforsythe@centricsoftware.com

Europa, Middle East, Africa: Kristen Salaun Batby, ksalaun-batby@centricsoftware.com

Asia-Pacifico: Lily Dong, lily.dong@centricsoftware.com

 

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota