Cerca nel blog

venerdì 15 gennaio 2021

SVEGLIARSI NEGLI ANNI VENTI di Paolo Di Paolo - 19 gennaio 2021 - ORE 18.30

COMUNICATO STAMPA 

 

WEBINAR PRESENTAZIONE LIBRI 

 

SVEGLIARSI NEGLI ANNI VENTI di Paolo Di Paolo 

Il cambiamento, i sogni e le paure da un secolo all'altro 

(Mondadori, 2020, pag. 192) 

 

MARTEDI', 19 GENNAIO 2021 - ORE 18.30 

In diretta sui canali Facebook e Youtube di Università eCampus 

https://www.facebook.com/unieCampus/ 

https://www.youtube.com/user/UniversitaeCampus 

 

L'Università degli Studi eCampus ospita martedì 19 gennaio, alle ore 18.30 - all'interno della propria rassegna editoriale - il webinar con lo scrittore Paolo Di Paolo che, intervistato dall'economista Francesco Magris, ci guiderà alla scoperta del suo ultimo libro "SVEGLIARSI NEGLI ANNI VENTI" (Mondadori, 2020, pag. 192).  

 

Di Paolo dà quindi appuntamento sui canali Facebook e Youtube di Università eCampus a tutto il suo pubblico per una conversazione con Magris sui temi toccati in queste pagine: il cambiamento, i sogni e le paure nel passaggio da un secolo all'altro. 

 

Un secolo fa, con una guerra mondiale e una grande epidemia alle spalle, il mondo ruggiva festoso, ignaro delle nubi che si addensavano all'orizzonte. Gli anni Venti arrivavano carichi di promesse e di minacce. Ecco che tornano, in un paesaggio stravolto e indecifrabile. 

Le decadi, diceva Hemingway, finiscono ogni dieci anni, mentre le epoche possono finire in qualsiasi momento. Contare il tempo è una questione tutta umana e i calendari non sono altro che lo specchio delle nostre attese, del nostro bisogno di archiviare e progettare. 

Ma che cos'è un passaggio d'epoca? Come si riconosce? Chi lo decreta? 

Fra Monaco e Copenaghen, Vienna e Pechino, Paolo Di Paolo ci conduce in una sorta di corridoio spaziotemporale tra due secoli, in compagnia di scrittori e artisti che hanno colto lo spirito e le inquietudini del tempo, gli istanti in cui si intravede la nascita del futuro o gli ultimi bagliori di un mondo che tramonta. I protagonisti sono uomini e donne alla prova del cambiamento, in una società che reinventa valori e confini, alimentando eterni desideri. 

I maniaci dei selfie che affollano Rue Crémieux a Parigi, esasperando i residenti, non sono forse gli epigoni di una giovane fotografa, Claude Cahun, che cent'anni prima realizzava autoscatti provocatori? E quei «conflitti insensati», le reazioni «furibonde e sguaiate» che avvenivano ogni giorno «sotto gli occhi delle autorità» nel sanatorio raccontato da Thomas Mann, non riflettono esattamente ciò che accade sui social? Franz Kafka lamentava il «rapporto spettrale» fra gli individui, ma non è mai stato su WhatsApp. 

 

In questo libro, tra futuristi e futurocrati, feste dell'Età del Jazz e odierni aperitivi, fra esplosioni di rabbia sociale e intelligenze artificiali, le storie e le domande rimbalzano da un secolo all'altro. Ci dicono tutta l'ansia e la meraviglia di svegliarsi negli anni Venti. 

E di vivere il proprio tempo, nonostante tutto, come un'avventura irripetibile. 

 

Scrive Di Paolo: «E così eccoci qua – strani animali nel mezzo di una muta. Sarà che abbiamo visto un secolo morire, e davamo per scontato che il nuovo facesse tutto da solo. 

Invece no, bisognava inventarselo». 

  

******* 

 PAOLO DI PAOLO 

Paolo Di Paolo è nato nel 1983 a Roma. Ha pubblicato i romanzi Raccontami la notte in cui sono nato (2008), Dove eravate tutti (2011; Premio Mondello e Super Premio Vittorini), Mandami tanta vita (2013; finalista Premio Strega), Una storia quasi solo d'amore (2016), Lontano dagli occhi (2019) Premio Viareggio-Rèpaci, tutti nel catalogo Feltrinelli e tradotti in diverse lingue europee. Molti suoi libri sono nati da dialoghi: con Antonio Debenedetti, Dacia Maraini, Raffaele La Capria, Antonio Tabucchi, di cui ha curato Viaggi e altri viaggi (Feltrinelli, 2010), e Nanni Moretti. È autore di testi per bambini, fra cui La mucca volante (2014; finalista Premio Strega Ragazze e Ragazzi), testi teatrali e saggi come Vite che sono la tua. Il bello dei romanzi in 27 storie (2017). Collabora con "la Repubblica" e conduce su Rai Radio3 "La lingua batte". 

 

FRANCESCO MAGRIS 

Francesco Magris è professore ordinario presso l'Università "FranНois Rabelais" di Tours (Francia). È nato a Trieste nel 1966, città dove si è laureato in Economia e Commercio. Ha conseguito il PhD in Economia Quantitativa presso l'Università Cattolica di Lovanio (Belgio) e un Post-doc presso l'Università di Cambridge. Collabora con diverse testate italiane ed estere con pubblicazioni di taglio sia scientifico che divulgativo. Tra le sue pubblicazioni: Tornaconti. Economia, letteratura e paradossi quotidiani nell'era del mercato globale (SEI, 2006), Topology for economics (CLUEB, 2006, insieme a Stefano Bosi) e L'economia in tasca. Guida pratica alla comprensione dei fenomeni e dei principi economici (SEI, 2012). Ha inoltre curato l'edizione italiana di Il Vangelo della ricchezza di Andrew Carnegie (Garzanti, 2007). Presso Bompiani ha pubblicato La concorrenza nella ricerca scientifica (2012) e Al margine (2015). 

 

                                                               ******* 

 L'Università eCampus è un Ateneo che, attraverso una didattica e-learning, propone 56 indirizzi di studio e numerosi master altamente professionalizzanti. Tra i principali obiettivi, la c.d. "Terza Missione", l'insieme cioè di tutte quelle attività con le quali l'Università, oltre a fare Alta formazione e Ricerca, entra in contatto con il territorio attraverso il trasferimento e la valorizzazione delle conoscenze. Ciò sin dalla sua istituzione (con Decreto del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca  del  30 gennaio 2006) e  grazie alla presenza capillare con proprie sedi  in tutte le principali città d'Italia. 

Info all'indirizzo www.uniecampus.it 

 

Per informazioni:  

eventiecampus@uniecampus.it 

  

Ufficio stampa eCampus: 

Giovanna Gueci   

tel. 06 70304949 - cell. 347 5892237  

giovanna.gueci@uniecampus.it  

gueci@hotmail.com   

FB Università eCampus Roma 


giovedì 14 gennaio 2021

Comunicato stampa...Ray Abruzzo a casa Marcello night

Ray Abruzzo ospite di casa Marcello night.

Ancora ospiti internazionali per il web show "casa Marcello night",
realizzato su YouTube dall'artista Marcello Cirillo. Nella puntata di
venerdì sera sarà super ospite l'attore Americano Ray Abruzzo, nato a
New York, ma con origini Siciliane Abruzzo è conosciuto al grande
pubblico per aver recitato in numerosi serie tv Americane come: "L.A.
Law", "Dynasty", "The Practice", "I Soprano", e "Boston Legal". Al
cinema Ray Abruzzo recita nel film "Last Vegas" con la regia di Jon
Turteltaub al fianco di Robert De Niro e Morgan Freeman, e poi ancora
nel film "Somebody Marry Me" di John Asher solo per citarne alcuni. A
casa Marcello night Ray Abruzzo durante l'intervista con Marcello
Cirillo ripercorrerà on solo la sua carriera, ma ci parlerà del suo
rapporto con l'Italia e con la Sicilia il suo paese d'origine, e dei
suoi progetti futuri. L'appuntamento è per venerdì 15 gennaio alle ore
21,00 sul canale YouTube "diretta web casa Marcello".

Comunicato stampa

martedì 12 gennaio 2021

Social Pro League, fase a tabellone: i risultati aggiornati dei sedicesimi di finale

Social Pro League, fase a tabellone: i risultati aggiornati dei sedicesimi di finale  


 
Social Pro League, fase a tabellone: i risultati aggiornati dei sedicesimi di finale   


  

Al via la fase ad eliminazione diretta della Social Pro League: le migliori classificate della fase a gironi si stanno ora sfidando nei sedicesimi di finale. A decretare la vincitrice dello scontro diretto saranno i tifosi, che voteranno la propria squadra del cuore permettendole di accedere agli ottavi di finale.  

 

Potete supportare e votare la vostra squadra del cuore tramite il seguente link: https://www.superscommesse.it/social_pro_league/ 

 

Nella parte destra del tabellone, il Bari accorcia le distanze sul Modena, che tuttavia rimane in vantaggio sui biancorossi per 3 a 1. Il Bisceglie continua ad avere il controllo del match contro l'Aurora Pro Patria con il risultato di 1 a 0. La Paganese segna un gol in trasferta, contro il Catanzaro, portandosi in vantaggio per 0 a 1, mentre le restanti sfide dirette risultano ancora ferme sullo 0 a 0: Padova-Renate, Ravenna-Pergolettese, Grosseto-Imolese, Giana Erminio-Arezzo e Carrarese-Mantova. A sinistra del tabellone, invece, la Casertana spicca il volo con le sue 3 reti messe a segno contro il Gubbio, la Lucchese vince per 1 a 0 contro l'Alto Adige Sudtirol e il Catania è fermo sullo 0 a 0 contro la Vibonese. Al momento, pareggiano anche Alessandria-Feralpisalò, Pro Vercelli-Carpi, Vis Pesaro-Turris, Foggia-Cavese e Novara-Cesena. Questi sono i risultati aggiornati dei sedicesimi di finale della Social Pro League, ma c'è ancora tanto tempo per recuperare! Sono stati tantissimi i tifosi votanti durante lo svolgimento della fase a gironi, e si attendono nuovi e numerosi voti da parte dei fan anche per la fase ad eliminazione diretta. La sfida è ancora lunga e c'è ancora tempo per portare la propria squadra il più in alto possibile. Ricordiamo che i sedicesimi di finale termineranno il 26 gennaio 2021, alle ore 15:00.  

 

Il 26 aprile 2021, giorno di chiusura della competizione, si conoscerà la migliore pagina Facebook della Serie C della stagione 2020-2021.  
 
Per avere maggiori informazioni sul regolamento e le squadre in gara si può consultare la pagina istituzionale dell'iniziativa:  
https://www.superscommesse.it/iniziative/social-pro-league.html  

 



Grazie e buon lavoro.


Chiara Meloni-Ufficio Stampa Superscommesse



Consider the environment. Do you really need to print this email?



Catena Media is processing your personal data for example to communicate with you and deliver our services. For further information about our processing please see our privacy and cookie policy https://www.catenamedia.com/privacy-and-cookie-policy/

domenica 10 gennaio 2021

Operativa la nuova struttura logistica di Fercam ad Altavilla Vicentina (VI)

Fercam, player altoatesino operante bei comparti logistica e trasporti, prima della fine del 2020, ha reso operativo la sua nuova struttura nella zona industriale di Altavilla Vicentina (VI). Si è così conclusa positivamente una situazione di disagio imputabile al precedente passaggio degli automezzi aziendali attraverso il centro urbano di Altavilla Vicentina. 

 

Il nuovo centro logistico dell’azienda opera come centro di smistamento merci per i trasporti in partenza per le aziende produttive e commerciali presenti nel territorio e come punto distributivo per tutta la provincia di Vicenza, nonché come logistica di deposito merce. 

 

La provincia di Vicenza è un importante zona produttiva inserita nella più ampia area economica del Nord-Est dell’Italia che, nel corso degli ultimi anni e dopo la crisi del 2009, ha dimostrato sia una marcata vitalità economica che una forte crescita delle esportazioni. 

 

Sono state queste le ragioni abbinate alla richiesta dell’Amministrazione Comunale di Altavilla Vicentina di trovare una soluzione al traffico di mezzi pesanti e che hanno indotto Fercam a destinare un investimento pari a 16 milioni di euro per la realizzazione di un nuovo centro logistico in Via Brenta, nella zona industriale di Altavilla Vicentina e adiacente a quella di... 

 

Segue: 

https://www.technoretail.it/supply-chain/item/4003-operativa-la-nuova-struttura-logistica-di-fercam-ad-altavilla-vicentina-vi.html

 

 


Mail priva di virus. www.avast.com

KIMBO SI AGGIUDICA IL QUALITY AWARD

Continuano i riconoscimenti per Kimbo, simbolo del caffè italiano nel mondo, che si aggiudica per il quinto anno consecutivo il premio Quality Award 2021. Kimbo da sempre è sinonimo di qualità, e questo premio ne è la conferma grazie all'importante apprezzamento da parte dei consumatori che hanno scelto nuovamente il brand partenopeo. 

Kimbo è stato premiato per l'intera gamma di porzionati, cialde compostabili e capsule compatibili Nespresso®*, Nescafè®* Dolce Gusto®* e Lavazza®* A Modo Mio®* e quest'anno anche per il caffè macinato, confermando l'eccellenza che l'azienda partenopea può vantare nella tradizione e cultura del caffè, che trasmette ai propri consumatori da quasi sessant'anni. Il premio va a sommarsi a quelli assegnati nel biennio 2017 e 2018 alla linea Kimbo Espresso capsule compatibili con le macchine ad uso domestico Nespresso*, nel 2019 per le capsule Kimbo Bio Organic, e nel 2020 per l'intera gamma di porzionati e cialde compostabili.

L'ufficializzazione dei premiati è avvenuta il giorno di Natale tramite uno spot TV trasmesso sulle principali reti nazionali (Sky TG24 e Real Time) e attraverso una comunicazione consumer sul web e sui social, una prima anticipazione che svela i prodotti premiati dai consumatori italiani. Si proseguirà poi, da gennaio a maggio, con una nuova campagna di comunicazione che prevedrà 5 spot da 15 secondi che saranno trasmessi random in modo equo sui canali Sky TG24, TGCOM, Canale 5, LA5, Food Network e Real Time, dove all'interno di ogni spot compariranno 8 aziende premiate, oltre a uno spot anche su Disco Radio per un mese intero tra marzo e aprile e a una campagna pubblicitaria veicolata sugli autobus in transito nella città di Milano.

Il Quality Award è volto a premiare, attraverso rigorosi test di performance, i prodotti di largo consumo più apprezzati dai consumatori italiani. Nel food&beverage,  attraverso un'esperienza diretta di degustazione e valutazione in modalità blind, coinvolgendo un totale di 300 soggetti in target con la tipologia merceologica in test, sono stati premiati per la loro qualità i soli prodotti che hanno registrato un punteggio minimo di 7/10 in termini di gradimento globale e un livello di intenzione d'acquisto pari ad almeno il 70% del campione di consumatori. L'intera gamma di prodotti Kimbo ha più che raggiunto i requisiti richiesti dal Premio Quality Award, aggiudicandoselo anche per l'intero 2021.

Tra i prodotti macinati più apprezzati di Kimbo troviamo Gusto di Napoli, un'inedita referenza moka prodotta con le migliori origini di Arabica e Robusta per accompagnare il consumatore in un viaggio sensoriale tra le strade di Napoli. Il risultato è un caffè straordinariamente corposo, dolce ma dal carattere deciso con sentori di cioccolato fondente e spezie esaltati dalla tostatura medio scura. Con questo prodotto, Kimbo arricchisce la gamma delle miscele di caffè macinato e offre una nuova esperienza di gusto ai suoi consumatori, senza rinunciare all'autentica tradizione napoletana della tostatura. Tra i talenti che permettono al brand di proporre prodotti di qualità, quello della tostatura è certamente fondamentale: si tratta di un'arte antica tipicamente napoletana di cui Kimbo è custode da quasi 60 anni, valorizzando l'essenza più autentica di ogni chicco e garantendo il giusto equilibrio di gusto e aroma in ogni miscela, per un'ottima resa in tazza.

Molto apprezzata dai consumatori anche la nuova linea di capsule compatibili con le macchine a uso domestico Lavazza® A Modo Mio®*, composta da una selezione di 3 differenti miscele premium dal sapore autentico: Napoli, Intenso e Armonia 100% Arabica, che racchiudono in singole dosi il gusto inconfondibile della tostatura napoletana di Kimbo, da sempre punto di forza ed elemento di riconoscibilità del brand.

Il Quality Award 2021, quest'anno assegnato ad un range molto ampio di prodotti Kimbo, conferma la grande attenzione dell'azienda a garantire qualità ed eccellenza in tutte le sue proposte, e a offrire soluzioni sempre più in linea con le richieste di una clientela esigente e diversificata.

Tutte le capsule e cialde compatibili e le proposte di caffè macinato sono disponibili nei migliori supermercati o sullo shop online http://www.kimbo.it/shop/

Operativa la nuova struttura logistica di Fercam ad Altavilla Vicentina (VI)

Fercam, player altoatesino operante bei comparti logistica e trasporti, prima della fine del 2020, ha reso operativo la sua nuova struttura nella zona industriale di Altavilla Vicentina (VI). Si è così conclusa positivamente una situazione di disagio imputabile al precedente passaggio degli automezzi aziendali attraverso il centro urbano di Altavilla Vicentina. 

Il nuovo centro logistico dell'azienda opera come centro di smistamento merci per i trasporti in partenza per le aziende produttive e commerciali presenti nel territorio e come punto distributivo per tutta la provincia di Vicenza, nonché come logistica di deposito merce. 

La provincia di Vicenza è un importante zona produttiva inserita nella più ampia area economica del Nord-Est dell'Italia che, nel corso degli ultimi anni e dopo la crisi del 2009, ha dimostrato sia una marcata vitalità economica che una forte crescita delle esportazioni. 

Sono state queste le ragioni abbinate alla richiesta dell'Amministrazione Comunale di Altavilla Vicentina di trovare una soluzione al traffico di mezzi pesanti e che hanno indotto Fercam a destinare un investimento pari a 16 milioni di euro per la realizzazione di un nuovo centro logistico in Via Brenta, nella zona industriale di Altavilla Vicentina e adiacente a quella di... 

Segue: 

ON AIR IN ITALIA LA NUOVA CAMPAGNA TV DI JUST EAT

Just Eat (www.justeat.it), app leader per ordinare online cibo a domicilio in tutta Italia e nel mondo, e parte di Just Eat Takeaway.com, torna in tv con una nuova campagna globale, con l'obiettivo di proseguire il percorso di consolidamento del brand come leader di mercato, portando avanti il rebranding iniziato lo scorso luglio con un nuovo logo e un nuovo colore, e sostenendo riconoscibilità e diffusione dell'app su tutto il territorio nazionale. L'entrata in campo del colore arancione e dell'icona a forma di casetta con forchetta e coltello, sono diventati infatti il simbolo della mission di Just Eat, che da sempre mette al centro la gioia di consegnare ogni giorno cibo ed emozioni per ogni occasione grazie al food delivery. 

Lo spot TV, sviluppato sul concept creativo "È ora", ha infatti l'obiettivo di rafforzare la percezione di Just Eat come sinonimo di food delivery, facendolo diventare parte integrante della vita degli italiani nella celebrazione delle piccole vittorie quotidiane e top of mind brand quando si ha voglia di ordinare a domicilio il proprio piatto preferito o qualcosa di nuovo da provare. Dalla chiusura dell'ultima call di lavoro in smart-working, alla serata in famiglia davanti a un bel film, dall'obiettivo raggiunto durante una corsa, alla vittoria ai videogiochi con gli amici, ogni momento in cui ci si vuole premiare o regalare una coccola diventa così ora di Just Eat, dando libero sfogo al proprio Takeaway Mood grazie a un'esperienza di digital food delivery semplice, facile e veloce, con una varietà di cucine e piatti in grado di rispondere a ogni esigenza.

Protagonisti dello spot quattro soggetti che sono diventati ormai simbolo del food delivery o ne rappresentano dei trend in ascesa: una pizza in compagnia degli amici dopo una partita ai videogiochi, un hamburger da gustare dopo una lunga call di lavoro, il thailandese con la famiglia davanti a un bel film o il poké dopo un po' di esercizio fisico. Tutte tendenze culinarie in costante crescita in termini di consumi e che continuano a riconfermarsi anno dopo anno come le preferite dagli italiani per i loro momenti di socialità. 

"Siamo felici di aprire un nuovo anno tornando in tv con questa campagna globale che verrà distribuita in 14 dei paesi in cui opera Just Eat e che ancora una volta porta sullo schermo la nostra rinnovata brand identity a seguito del merge con Takeaway.com e la nascita del nuovo gruppo." commenta Daniele Contini, Country Manager di Just Eat in Italia. 

"Questo nuovo soggetto, che racconta come premiarsi nelle piccole vittorie di ogni giorno, proprio grazie a Just Eat, ci permette di proseguire con il concept "E' ora di Just Eat", consolidando il nostro ruolo di leader nel mercato del food delivery, nonché alleato prezioso nella vita quotidiana di ognuno.

Just Eat diventa un punto di riferimento per tutti quei momenti di convivialità che si vogliono soddisfare gustando i propri piatti preferiti o provando nuovi sapori, e trasformando quei momenti in una coccola speciale, ideale per prendersi cura di sè" racconta Tiziana Bernabè, Brand & Partner Marketing Manager di Just Eat in Italia. "Tutte le piccole vittorie quotidiane meritano di essere celebrate e ordinare cibo a domicilio può essere il premio o la coccola perfetta da regalarsi qualunque sia l'occasione".

La campagna TV, on air a partire dal 3 gennaio nel formato da 15" sulle principali emittenti televisive, sarà diffusa anche in formato digitale sui canali Instagram e Facebook. L'idea creativa della campagna è di We are PI, Universal McCann ha curato la pianificazione dello spot TV sulle principali reti televisive, mentre Byte London ha curato la campagna digital.ments. Thank you.

giovedì 7 gennaio 2021

Qualys espande ulteriormente la propria Global Cloud Platform con la nuova UAE Cloud Platform a Dubai

Qualys, pioniere e fornitore leader di soluzioni IT di sicurezza e compliance altamente innovative basate sul cloud, presenta la nuova piattaforma cloud negli Emirati Arabi Uniti (UAE).

 

Con nove sedi in tutto il mondo, Qualys sta espandendo la propria Cloud Platform altamente scalabile e composta da una suite di applicazioni cloud integrate per l'IT, la sicurezza e la compliance, tra cui le ultime soluzioni VMDR® (Vulnerability Management, Detection and Response) e l’EDR Multi-Vector. Unica nel suo genere, la Qualys Cloud Platform fornisce visibilità in tempo reale nell’ambiente ibrido, da on-premise, agli endpoint, fino ai dispositivi mobile, ai container, al cloud, agli ambiti OT e IoT, attraverso una serie di sensori e connettori che portano la telemetria, necessaria per fornire una visibilità continua di 2 secondi su tutte le risorse IT.

 

La Qualys Cloud Platform implementa automaticamente una Global IT Asset Inventory completa, che viene continuamente aggiornata e può essere sincronizzata con i database di gestione delle configurazioni (CMDB), diventando l’unico punto di riferimento per aziende di ogni dimensione. In aggiunta, Qualys fornisce anche versioni Private della piattaforma cloud, dove 82 aziende ospitano il cloud on-premise e archiviano i dati in locale, come il servizio cloud annunciato di recente in collaborazione con Digital China.

 

La Qualys Cloud Platform negli UAE supporterà diversi requisiti di compliance locali, come la Policy di Sicurezza Informatica dell'Abu Dhabi Systems and Information Centre (ADSIC) e il Regolamento sulla Sicurezza delle Informazioni degli UAE. Inoltre, la piattaforma consentirà ai partner di Qualys, come ai fornitori di servizi gestiti, di offrire servizi cloud a settori altamente regolamentati.

 

"Nell'odierna economia digitale globale, la competitività delle nazioni dipende dalla loro capacità di sfruttare la tecnologia in modi che le distinguano dai concorrenti", ha affermato Andrew Ward, Senior Vice President - NBI Products & Solutions, du. "La strategia "cloud-first" degli Emirati Arabi Uniti, come stabilito nelle linee guida dell'Autorità di Regolamentazione delle Telecomunicazioni del 2018, sollecita l’istituzione di un data hub regionale. Per questo motivo, apprezziamo Qualys per aver confermato il lancio di una piattaforma di servizi cloud UAE-based. Questa decisione si allinea alla strategia di collaborare con i migliori vendor del settore, garantendo alle aziende di tutta la regione un accesso ininterrotto agli strumenti e ai dati necessari per costruire ecosistemi all’avanguardia. L'innovazione è ciò che consentirà alle aziende del Medio Oriente di continuare a prosperare nel nuovo panorama digitale. Guardando al futuro, con il supporto di Qualys UAE Cloud, per le aziende si apriranno numerose nuove possibilità".

 

“La Qualys Cloud Platform si fonda su un'architettura containerizzata cloud-native, basata su microservizi, che offre un'esperienza estensibile, scalabile e potente. E, soprattutto, fornisce visibilità in tempo reale nell'ambiente IT globale e ibrido, permettendo di rilevare e prioritizzare vulnerabilità critiche, identificare i malware e rispondere in modo efficace da un unico pannello di controllo” ha affermato Philippe Courtot, Presidente e CEO di Qualys. “Siamo felici di realizzare una nuova infrastruttura della nostra Global Cloud Platform negli Emirati Arabi Uniti”.


Mail priva di virus. www.avast.com

Facebook condannata per aver copiato format e concept di un'App di Business Competence

La Corte d’Appello del Tribunale di Milano ha condannato Facebook per aver realizzato l’App Nearby copiando l’applicazione Faround sviluppata dall’azienda italiana Business Competence.

 

Nel dettaglio, Nearby è un’App che, grazie alla geolocalizzazione, permette agli utenti di individuare esercizi commerciali, locali e ristoranti di loro interesse presenti nelle vicinanze. La sentenza del tribunale lombardo, quindi, stabilisce che Facebook dovrà risarcire la software house and media agency company con sede a Cernusco sul Naviglio (MI) pagando una cifra pari a 3 milioni e 831mila euro. La sentenza del 5 Gennaio 2021, di fatto, aggrava quanto già disposto da quella di primo grado e che stabiliva l’ammontare del risarcimento in 350mila euro (più 90mila euro relativi alle spese legali).

 

Nel 2012, Business Competence, a seguito di un investimento pari a circa mezzo milione di euro, aveva realizzato un’App per telefono mobile denominata Facearound, successivamente rinominata, su richiesta di Facebook, Faround. Per sviluppare l’App in questione, l’azienda italiana aveva ottenuto, sempre nel 2012, l’accesso alla piattaforma Facebook come sviluppatore indipendente per la creazione di applicazioni destinate a interfacciarsi con il programma e a essere utilizzate dagli utenti del social network.

 

L’applicazione fu registrata in data 25 Settembre 2012 nel Facebook App Center, contenente le sole applicazioni ufficialmente collaudate e approvate da Facebook. In seguito, l’11 Ottobre 2012, l’applicazione fu inserita nell’App Store di Facebook, riscontrando un elevato successo. L’App Faround, attraverso un apposito algoritmo, selezionava e organizzava i dati presenti sui profili Facebook degli utenti che ad essa accedevano e permetteva di visualizzare

Segue:

https://www.technoretail.it/news2/item/3999-facebook-condannata-per-aver-copiato-format-e-concept-di-un-app-di-business-competence.html

 


Mail priva di virus. www.avast.com

CENTROGEST INCORPORA LA CENTRALE E TECHNOGROUP: NASCE UN GRUPPO LEADER IN ITALIA NEL FACILITY MANAGEMENT

Centrogest, società bolognese attiva a 360° nel settore dei servizi alle imprese, annuncia la fusione per incorporazione delle aziende La Centrale Spa e Technogroup International Srl, che sarà efficace dal 1° gennaio 2021. “L’operazione – dichiara l’Amministratore Delegato di Centrogest, Filippa Arena – è una tappa fondamentale nel percorso di crescita dell’azienda, la cui mission è quella di costituire un punto di riferimento nel mercato del facility management italiano. L’integrazione, operativa e giuridica, con La Centrale Spa e Technogroup International Srl, costituisce un elemento indispensabile in questo disegno, in quanto le due società sono portatrici di specializzazioni e know-how preziosi in questo mercato”.

In particolare, Technogroup International srl rappresenterà la divisione tecnologica specializzata nel settore security e impianti speciali, settore di importanza strategica nel mercato “post covid”, che impone alle imprese di aumentare la propria flessibilità attraverso l’organizzazione e la tecnologia sia nel proprio core business sia nella gestione del no core e delle facilities.

Nasce così una società da 3.000 dipendenti, presente in 8 Paesi europei oltre all’Italia, con 11 sedi e 30 anni di storia.

Centrogest spa considera fondamentale nel proprio percorso di miglioramento la leva delle M&A. A tal proposito nel 2019 è stata acquisita anche la maggioranza della boutique riminese Secchiaroli Elettronica Srl, anch’essa eccellenza nel settore della security e degli impianti speciali. Questa operazione è stata possibile grazie al profondo rapporto professionale e umano che lega Sergio Pazzaglia (socio di maggioranza di Centrogest e La Centrale), Filippa Arena (AD di Centrogest e La Centrale) e Maurizio Marinangeli (proprietario e Amministratore Unico di Technogroup).

Centrogest viene costituita in società per azioni all’inizio degli anni Novanta e in breve tempo diventa azienda leader nel campo delle soft activities. Il mercato, nel frattempo, si è rapidamente evoluto e le aziende del settore hanno cominciato ad offrire ai clienti molti più servizi, secondo il modello del global service. Per questo motivo il management ha pensato di offrire ai propri clienti servizi a 360°, dalla gestione di edifici alla installazione e manutenzione di impianti elettrici, di condizionamento, raffrescamento, antincendio, impianti di sollevamento, impianti speciali. Per fare questo, nel 2000 è stata creata un’apposita società posseduta al 100% da Centrogest, nominata La Centrale Spa. La collaborazione tra Centrogest, La Centrale e Technogroup si è fatta sempre più intensa tanto che da anni le aziende hanno iniziato a presentarsi presso i clienti utilizzando il marchio appositamente ideato: “Gruppo La Centrale”.

In questi ultimi anni è sorta l’esigenza (commerciale e operativa) di aumentare il livello di integrazione. Di qui, la fusione, deliberata il 28 settembre 2020, che avrà effetto giuridico il prossimo 1° gennaio.

Il Covid-19 ha portato in maniera dirompente al centro dell’attenzione il tema della gestione intelligente ed efficiente degli spazi aziendali, considerando che l’attuale pandemia ha comportato la limitazione della mobilità e della condivisione dei luoghi. Per ottenere questo risultato le aziende necessitano di acquisire nuovo know-how, applicare nuovi assetti organizzativi e, contemporaneamente, di trovare partner che siano parte attiva in questo percorso di adattamento, attraverso un’offerta di servizi efficienti e tecnologici.

Questi, in sintesi, i numeri di Centrogest Spa.: 45 milioni di euro di fatturato; presenza in 9 Paesi compresa l’Italia; 11 sedi; 30 anni di storia; 3000 dipendenti; 5000 siti in gestione fra Italia, Spagna, Francia, Germania, Belgio, Gran Bretagna, Danimarca, Austria, Olanda, Repubblica Ceca, Svizzera e Principato di Monaco.

La struttura di Centrogest è presente su tutto il territorio nazionale, con 12 sedi operative: Torino, Milano, Genova, Firenze, Corridonia, Pesaro Urbino, Marina di Altidona, Roma, Benevento, Catania, Rimini e Parigi.


Mail priva di virus. www.avast.com

mercoledì 6 gennaio 2021

Seba Agresta dalla Toscana a Casa Sanremo

Seba Agresta classe 1995, giovane cantautore italiano a Marzo calcherà il palco del Palafiori a Casa Sanremo durante il 71 Festival di Sanremo
. Un'emozione indescrivibile quella del giovane cantante, che dopo innumerevoli esperienze prenderà parte ad un evento così importante! La musica è il suo unico punto di riferimento, senza di essa sarebbe il nulla e sta lottando con tutte le sue forze per arrivare a meta! 

lunedì 4 gennaio 2021

Comunicato stampa: Nuova speranza per il 2021: l’impegno dell’Università Statale di Milano per le cure palliative

     Milano 4 gennaio 2021

Comunicato stampa

UNA NUOVA SPERANZA PER IL 2021: L'IMPEGNO DELL'UNIVERSITA' STATALE DI MILANO PER LE CURE PALLIATIVE

Covid, isolamento, zone rosse e vaccini. Da mesi l'intera questione sanitaria pare focalizzata solo sul tema della pandemia. Ma l'impegno di formazione e cultura dell'Università Statale di Milano per migliorare le cure non si è fermato e costituisce un riferimento per tutto il territorio nazionale.

Anche per il 2021 sono stati avviati i corsi post-laurea di alta formazione e qualificazione in Cure Palliative.

L'emergenza sanitaria da Covid-19 ha posto sfide per l'intero sistema sanitario. In particolare, è stato necessario riorganizzare l'assistenza domiciliare e le modalità di ricovero e di assistenza dei pazienti destinati a non guarire perché affetti da molte malattie inguaribili e/o in fase terminale. A dieci anni dall'approvazione dalla legge italiana sulle Cure palliative (Legge 15 marzo 2010, n. 38)  proprio l'emergenza sanitaria evidenzia alcuni elementi di novità e speranza per entrare con ottimismo nel 2021.

Dove la Rete di Cure Palliative era già sufficientemente organizzata prima dell'inizio della pandemia, il sistema di cure palliative ha retto, dimostrando di essere un modello organizzativo efficace, in grado di gestire l'assistenza ai malati, offrendo un prezioso supporto all'intero Sistema Sanitario.

Inoltre con i provvedimenti legislativi adottati per far fronte all'emergenza sanitaria (il cosiddetto "Decreto rilancio") è stata istituita la Scuola di specializzazione in Medicina e Cure Palliative a decorrere dall'anno accademico 2021-2022 ed è stato introdotto il Corso di Cure Palliative Pediatriche nell'ambito dei corsi obbligatori delle scuole di specializzazione in pediatria.

In questo quadro generale di ottimismo e speranza, l'Università Statale di Milano ripropone i corsi di Master in Cure Palliative di I e II Livello.

Un sito (www.masterpalliative.it) raccoglie le esperienze umane e professionali di medici, infermieri e altri operatori che anche nell'emergenza di quest'anno hanno potuto mettere a frutto un percorso di crescita personale, perfezionamento tecnico e ampliamento culturale maturato con i percorsi di formazione alle Cure palliative portati avanti da 20 anni dall'Ateneo milanese.

I master adottano modalità didattiche integrate, prevedendo attività formative in presenza e on line, permettendo così la frequenza a chi lavora. La formazione teorica si completa con quella di tirocini e stage presso 21 Sedi di Tirocinio, scelte fra quelle con maggiore esperienza. L'architettura didattica flessibile del Master permette a docenti e discenti interagire, comunicare, insegnare e apprendere in presenza e a distanza.

Promuovere percorsi professionalizzanti post-laurea in Medicina e Cure Palliative è stata da sempre tra le prerogative dell'Università degli Studi di Milano, primo Ateneo in Italia, che ha istituito nel 2000 il primo Master di I livello interprofessionale in Cure

Palliative rivolto a medici, infermieri, fisioterapisti, psicologi, pedagogisti e assistenti sociali. Dall'attivazione del primo Master ad oggi si sono diplomati più di 500 professionisti molti dei quali grazie al conseguimento del titolo del Master della Statale hanno iniziato un percorso professionale entrando nella Rete delle Cure Palliative della Lombardia, di altre Regioni d'Italia ma anche all'estero.

 

La Statale, dopo quasi 20 anni di promozione di Master e Corsi di Perfezionamento in Medicina e Cure Palliative, continua a credere fortemente nei percorsi post-laurea in CP. Si sono, infatti, aperte anche quest'anno le iscrizioni fino al giorno 1 febbraio 2021.

 

Per info: www.masterpalliative.it

Per contatti:

prof.  Carlo Alfredo Clerici, prof. Francesco Onida, dott. Rocco Ditaranto

Dipartimento di Oncologia ed Emato-Oncologia, Università degli Studi di Milano

E-mail: master2CP@unimi.it


Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota