Cerca nel blog

lunedì 25 ottobre 2021

CS: Nasce Italian Groove Collective, nuovo Collettivo Nazionale di Musicisti Professionisti

Se non visualizzi correttamente questo messaggio, clicca qui
Image

COMUNICATO STAMPA

Nasce l’Italian Groove Collective

Arriva il Collettivo Nazionale  dei Musicisti Professionisti uniti dalle sonorità Funk-Soul-Jazz

Nasce l’Italian Groove Collective, un ambizioso progetto Italiano che è un vero e proprio marchio rappresentativo dei migliori musicisti Professionisti Italiani che come denominatore comune hanno il Groove come ritmo innato.

Ben 54 Musicisti si sono riuniti nell’Italian Groove Collective per dare voce un ritmo che quotidianamente siamo abituati a chiamare Groove, ma che fino ad ora non era riconosciuto in uno specifico stile musicale.

 

Gli artisti italiani che formano il collettivo sono di grande fama ed esperienza nei palchi più prestigiosi, hanno al loro attivo numerose pubblicazioni che vanno dal pop al soul al jazz. Vi è la partecipazione di alcuni “outsider” stranieri legati all’Italia. Tutti uniti dal Groove. Il progetto si articola in un progetto discografico, che vedrà il suo esordio Venerdì 29 ottobre con il singolo “Smart Working”, brano ideato e realizzato durante il secondo lockdown, e una progettualità di eventi live. Primo fra tutti la presentazione all’Elegance Caffè Jazz Club di Roma il 12 e 13 novembre alle ore 21:30.

 

Tra i fondatori dell’ IGC, Costantino Ladisa (Presidente della Nazionale Italiana Jazzisti e sax con collaborazioni  internazionali di rilievo alle spalle) e Gianni Vancini (una delle stelle Italiane del sassofono, considerato da molti “L’Ambasciatore Italiano del Jazz Contemporaneo”. Con i suoi album è stato più volte nei primi posti in classifica negli USA,Canada, Netherlands, Sweden e Switzerland Top Jazz Charts; insieme al produttore Greg Manning ha composto Top Down, dichiarata Best Song of The Year 2019 della Billboard Smooth Jazz Chart). Altri prestigiosi sassofonisti: Donato Sensini, Enzo Anastasio, Carlo Maria Micheli e tanti altri.

 


Gli altri protagonisti del progetto Italian Groove Collective divisi per strumento che li rappresenta:

 

Batteria: Cristiano Micalizzi, Luca Trolli, Lucrezio De Seta, Andy Bartolucci, Ricky Roma, Bruno Farinelli, Paolo Rubboli

 

Basso: Lorenzo Feliciati, Francesco Puglisi, Matteo Carlini, Carlo Bianchi, Alessandro Benedetti, Marco Dirani, Diego Imparato, Christian Capasso

 

Tastiere: Danilo Riccardi, Antonio Iammarino, Emiliano Pari, Jacopo Carlini, Michele Bonivento, Mario Nappi, Andrea Bonetti

 

Chitarra: Alfredo Bochicchio, Federico Luongo, Maurizio Grondona, Stefano Profazi, Stefano Zaccagnini, Lorenzo Salvatori, Elia Garutti

 

Fiati: Sandro Comini, Fabio Baù, Giancarlo Ciminelli, Sergio Vitale, Ambrogio Frigerio, Pietro Pellegrini, Alessandro Tedesco, Gianfranco Campagnoli, Luca Giustozzi, Gabriele Pistilli, Davide Vicari

 

Percussioni: Daniele Leucci

 

Voci: Valentina Ducros e Francesca Silvi

 

Archi: Rossella Zampiron (Cellos), Elisa Semprini (Violins)

 

Programmazione Archi: Vittorio Giannelli

 

Come outsider stranieri con legami al Groove inoltre: Stan Sargeant al basso, Matt Backer e Soren Reiff alle chitarre e l'icona disco Leroy Gomez Santa Esmeralda alla voce.

________

 

 

Italian Groove Collective: Ben 54 Musicisti Professionisti per la prima volta riuniti per dare voce al Groove.

Contatti:

https://www.facebook.com/ItalianGrooveCollective

Email: italiangroovecollective@mtmusic.it

Tel: (+39) 377 2085423


Ufficio Stampa: stampa@mtmusic.it 

SI RINGRAZIA FIN D'ORA PER LA PUBBLICAZIONE DELL'ARTICOLO

Ufficio Stampa MTmusic

Tel 377/2085423, Email: stampa@mtmusic.it, Sito Web: www.mtmusic.it 


Se pensi che questo messaggio possa essere spam, segnala abuso
Questo messaggio e' stato inviato in ottemperanza al Decreto Legislativo 196/03 e del Regolamento UE 2016 679 (GDPR) in quanto utente iscritto alle newsletter di MTmusic, su www.mailant.it, per disattivare la ricezione delle newsletter clicca qui.Per visionare il regolamento sulla privacy clicca qui
newsletter newsletter

mercoledì 20 ottobre 2021

Perù sempre più green: 9 delle 100 migliori destinazioni sostenibili del mondo sono in Perù

Nove destinazioni peruviane sono state incluse nella lista delle Top 100 Sustainable Destinations 2021 che premia le destinazioni turistiche più ecologiche e con il minor impatto possibile sull'ambiente e sulle comunità locali.

 

 

Dopo il riconoscimento di Machupicchu come prima meraviglia del mondo moderno certificata Carbon Neutral, altre 9 destinazioni turistiche del Perù sono state riconosciute tra le più ecologiche del pianeta. Nove luoghi peruviani sono infatti stati inclusi nella lista delle 100 destinazioni più sostenibili al mondo secondo Green Destinations, organizzazione no-profit che opera per lo sviluppo e il riconoscimento delle destinazioni sostenibili.

La lista 2021, presentata in una cerimonia trasmessa in diretta da Amsterdam, premia le destinazioni turistiche maggiormente eco-friendly che riescono a garantire il minor impatto possibile sull’ambiente e sulle comunità locali. L’inclusione di ben 9 località turistiche peruviano ha permesso al paese di ottenere il sigillo Green Destinations, attestando ancora una volta il valore sostenibile e responsabile che un viaggio in Perù può regalare a chi lo sceglie.

Ecco le 9 destinazioni che sono state riconosciute come tra le più sostenibili del mondo dall'organizzazione Green Destinations.

1.      Riserva Nazionale Tambopata (Madre de Dios)

Nel dipartimento amazzonico di Madre de Dios, la Riserva Nazionale Tambopata mostra la propria ricchezza sotto forma di colori, suoni, calore e vita. Tambopata è un'area naturale protetta con un'estensione di 274.690 ettari. Qui mammiferi, uccelli, rettili e farfalle si lasciano ammirare senza timore, mille varietà di alberi e fiori accompagnano il visitatore lungo il cammino, creature acquatiche nel loro habitat naturale stimolano la curiosità e, talvolta, si mettono in posa per lasciarsi fotografare. Tambopata è perfetta per scoprire la foresta e per innamorarsene per sempre. 

2.      Alto Mayo - Tarapoto (San Martin)

Alto Mayo e Tarapoto sono due delle destinazioni turistiche più visitate della regione di San Martín. Situate nella zona che comprende Moyobamba e Rioja, dove scorre la parte più occidentale del fiume Mayo, consentono di godere di meravigliosi paesaggi naturali caratterizzati da un’immensa biodiversità, ideale per gli amanti della natura, dell’avventura e del bird watching.

3.      Riserva Nazionale Pacaya Samiria (Loreto)

La Riserva Nazionale Pacaya-Samiria è un'area protetta situata nell'Amazzonia peruviana. Con una superficie di 2.080.000 ettari è la più grande riserva nazionale del Perù: un Paradiso per gli amanti della natura che presenta una biodiversità unica al mondo grazie alle oltre 1000 specie di animali e 965 specie di piante. Questa foresta tropicale costituisce un ecosistema autonomo ed esemplare e ospita comunità autoctone il cui principale mezzo di sussistenza è proprio il turismo esperienziale. 

4.      Gocta - Kuélap (Amazonas)

Nei pressi della Fortezza di Kuélap, imponente cittadella della cultura Chachapoyas, sorge la cascata Gocta, un, impressionante cascata naturale alta 771 metri separata in due sezioni, la prima di 231 metri e la seconda di 540. Conosciuta anche come ‘La chorrera’, la cascata si raggiungere tramite un itinerario tra la fitta vegetazione della foresta amazzonica: è possibile rivolgersi a guide turistiche nelle località di Cocachimba e San Pablo e, per risparmiare energie, percorrere una parte della strada a cavallo e poi proseguire a a piedi.

5.      Santuario storico Bosque de Pómac (Lambayeque)

Il Santuario Storico Bosque de Pómac è un'area protetta situata nella provincia di Ferreñafe. È una delle quattro aree classificate come santuari storici nel paese: in una foresta secca, abitata dalla più densa formazione di carrubi del pianeta, alberi di sapote e numerosi uccelli, si trovano trentasei piramidi che appartenevano al regno del Signore di Sicán. Che fossero templi, cimiteri, abitazioni o laboratori è incerto, ma il gran numero di oggetti d'oro scoperti all'interno testimonia la grandezza della civiltà dei Lambayeque.

6.      Parco Nazionale Tingo María (Huánuco)

Istituito nel 1965, il Parco Nazionale Tingo María è una delle più antiche aree naturali protette (ANP) del Perù e ospita una diversità biologica tipica della regione dell'alta giungla, oltre a una bellezza paesaggistica molto particolare. Questo parco di 180 kmq si estende intorno alla foce del Río Monzón, un affluente del Río Huallaga. Il suo elemento distintivo è la Bella Durmiente (Bella Addormentata): una collina che domina la città e che, vista da una certa angolazione, sembra una donna distesa con in testa una corona inca.

7.      Titicaca, Lago Sacro degli Incas (Puno)

Situato a 3810 metri sul livello del mare e con una superficie di 3.300 km2, Titicaca è il più grande lago d'acqua dolce del Sud America e il lago navigabile più alto del mondo. Circondato da una folta vegetazione caratterizzata prevalentemente da “totora” - un materiale simile alle canne di bambù che galleggia sull'acqua – il lago è costellato da diverse isole, ciascuna delle quali con un’incredibile storia da raccontare. Taquile, Amantaní, le isole galleggianti di Uros, offrono la possibilità unica di vivere l’esperienza di ancestrali tradizioni e costumi di questo popolo che ha saputo valorizzare l’ambiente circostante e conviverci in armonia.   

8.      Sandia, la via del caffè e il parco nazionale Bahuaja Sonene (Puno - Madre de Dios)

Il Perù è uno dei maggiori produttori ed esportatori di caffè biologico del mondo. Una delle zone più conosciute per la produzione di caffè è proprio la valle di Sandia, nella regione di Puno, a metá strada tra l'altipiano andino e la selva bassa amazzonica. Tra le regioni di Puno e Madre de Dios sorge anche il parco nazionale Bahuaja Sonene, un vero e proprio mosaico di paesaggi. Questa riserva è infatti uno dei luoghi con maggior biodiversità al mondo e custodisce al suo interno alcuni ecosistemi unici in Perù, come la savana tropicale umida e le formazioni della valle di Candamo.

9.      Il Canyon del Colca (Arequipa)

Il Canyon del Colca è uno dei canyon più profondi del Perù ed è circondato da un’abbondante vegetazione tipica delle Ande. Qui è possibile ammirare il volo dell'emblematico condor, il volatile più grande del mondo e signore assoluto di questi cieli incredibilmente blu.

 

“Far parte di questa lista fornisce un’ulteriore spinta al lavoro intrapreso dal governo - in coordinamento con gli agenti regionali e locali del settore pubblico e privato - per posizionare il paese come una destinazione con esperienze uniche, grazie alla sua ricchezza naturale e culturale” afferma il Ministro del Commercio Estero e del Turismo del Perù Roberto Sanchez. “Inoltre, questo riconoscimento è in linea con le azioni previste dalla Strategia Nazionale per la Riattivazione del Settore Turistico, così come il timbro Viaggi Sicuri, al fine di poter garantire destinazioni sicure, sostenibili e migliori per le comunità locali e per i visitatori nazionali e internazionali.”

 

Esce PAROLE, il nuovo singolo di Martina Dal Cin

Image
COMUNICATO STAMPA
 Martina Dal Cin
"Parole"
ESCE IL NUOVO SINGOLO

Venerdì 22 ottobre esce in radio per MTmusic “Parole”, il nuovo singolo pop di Martina Dal Cin, cantautrice 26enne di origini venete.

La produzione musicale è di Gianni Vancini.

 


"Parole è nato in un pomeriggio grigio e autunnale del 2018. Mi approcciavo da poco a strimpellare il pianoforte. Mi fa sorridere pensare a tutte le interviste e articoli letti dei vari artisti quando raccontano dei loro brani e dicono spesso che “è stata scritta 3, 4, 5 anni fa” e sembra che lo facciano per dare più valore al tempo che è passato o per dire “ero ancora un bambino all’epoca”; mentre oggi sono io a pubblicare il mio singolo e sono realmente passati degli anni e posso dire che è frutto di un lungo lavoro. Il testo parla di una storia d’amore, malinconica e triste ma che non perde la speranza. Scrivendolo ho voluto immaginare una situazione sentimentale che potesse essere vicina a più persone, mi piace pensare che qualcuno ascoltando il brano possa dire “mi sono sentita/o, o mi sento così anch’io”."

 


Parole che dici soltanto nel modo sbagliato

Parole che dici perché è sempre facile dire

Parole che solo a pensarle mi spezzano il fiato

Parole che non mi permettono più di capire

 


Martina Dal Cin, di Sarmede (TV), incomincia la sua carriera di cantante live dal 2012 partecipando a diversi concorsi canori locali ed esibendosi con il suo primo gruppo. Nel 2015 partecipa come cantante solista e corista ad un concerto/seminario con Roby Facchinetti. Nel febbraio 2017 si esibisce a Casa Sanremo. 

Nel 2018 si classifica tra i primi 12 Finalisti Nazionali su 7mila al Tour Music Fest, concorso per talenti emergenti indetto dal Maestro Mogol e nel 2019 si classifica come Finalista Nazionale del Festivalshow. Nel 2019 si classifica come Finalista Nazionale del concorso Una Voce per l’Europa – Italia (A Voice for Europe) nel quale partecipa con i brani inediti con la Band ALKANTARA posizionandosi al quarto posto.

 

Image
 
 
Martina Dal Cin è disponibile per Interviste.
Puoi scriverci a stampa@mtmusic.it oppure clicca qui:
 
SI RINGRAZIA PER L'ARTICOLO CHE PUBBLICHERETE E PER L'EVENTUALE RECENSIONE DEL SINGOLO
PER MAGGIORI INFORMAZIONI:
 

I NOSTRI MIGLIORI SALUTI E RINGRAZIAMENTI

 

©MTmusic - www.mtmusic.it 

 

lunedì 18 ottobre 2021

Mirada de Tango Quartet in concerto a Cento

Sabato 12 marzo 2022 ore 17 –

Musica e Arte a Cento (FE) – Pinacoteca San Lorenzo
Mirada De Tango Quartet
TRIBUTO A PIAZZOLLA
Alessandro Bonetti, violino
Manuela Turrini, fisarmonica
Claudia D'Ippolito, pianoforte
Roberto Salario, contrabbasso
ingresso libero
Organizzazione della Fondazione Teatro Borgatti

Mail priva di virus. www.avast.com

L'industria alimentare Magrì e le porte magazzino

Le porte magazzino per un'industria alimentare devono rispettare precise condizioni. Le porte devono superare tutti i controlli relativi alla sicurezza e non solo. Infatti l'igiene è l'altro punto fondamentale. L'igiene per le aziende del food è molto importante. Adriatica Chiusure produce porte magazzino. Le porte sono studiate nei minimi particolari per le esigenze del settore e dei clienti. Inoltre l'azienda consegna e installa in tutta Italia.

Porte magazzino
Adriatica Chiusure risponde alle esigenze del settore food. Questo attraverso la progettazione, costruzione, installazione e assistenza delle porte magazzino. Le porte magazzino sono porte rapide ad impacchettamento. Le porte ad impacchettamento sono molto veloci in fase di apertura e chiusura. Infatti raggiungono una velocità di 1 metro al secondo circa. La velocità è una caratteristica importante. Questo perché deve agevolare il lavoro dell'operatore. Per di più la struttura è tutta in acciaio inox. Pertanto la struttura garantisce il rispetto delle norme igieniche. L'acciaio è facile da pulire e può essere utilizzato dalle industrie alimentari.
La porta è provvista di chiusura a telo in pvc. Inoltre ogni telo ha un fine corsa. Se trova un ingombro la porta si riapre per sicurezza.
Adriatica Chiusure realizza porte magazzino su misura. Soddisfa tutte le esigenze dei clienti. Il colore del pvc si può scegliere tra molti colori disponibili. In assenza di corrente elettrica si possono installare dei contrappesi. I contrappesi servono per aprire la porta in automatico appena si interrompe l'energia elettrica. Questa è una sicurezza che permette la fuoriuscita del personale qualora dovesse verificarsi l'interruzione. Altra cosa sono gli oblò. Altro accessorio che si può installare nel manto. Solitamente si inserisco ad altezza uomo. Gli oblò sono trasparenti. Servono per consentire alla luce di passare ma anche per vedere oltre la chiusura.

Magrì, industria alimentare anconetana ha chiesto l'installazione di due porte per magazzino.
Per maggiori informazioni: https://bit.ly/2YP3Xzx

Oppure potete visitare il sito di Adriatica Chiusure per richiedere un vostro preventivo: https://bit.ly/3oYSFUr



giovedì 14 ottobre 2021

Domani al Teatro di Oleggio si esibirà il duo Berovski/D'Ippolito

Venerdì 15 ottobre alle ore 21 al Teatro Comunale di Oleggio si esibirà il duo Anton Berovski/Claudia D'Ippolito, violino e pianoforte.

Il programma prevede oltre al "Romantische Stucke op. 75" di Anton Dvorak con il suo intenso e lirico romanticismo, la Sonata in la maggiore op. 24 di Beethoven, denominata "La Primavera" e la Sonata il la maggiore di Cesar Franck, composta nel 1866.

Il programma è tutto all'Insegna del classicismo del massimo livello possibile e consentirà di capire, o cercare di capire, lo sviluppo della Sonata per violino e pianoforte e della musica da camera più in generale nei 66 anni che separano le due composizioni.

Il concerto è organizzato dall'Associazione Amici della Musica di Oleggio


Mail priva di virus. www.avast.com

Fondazione Golinelli lancia Obiettivo Università e Golinelli Steam Club

Secondo il recente report dell'ISTAT sui "Livelli di istruzione e partecipazione alla formazione" solo un giovane su quattro in Europa ha conseguito un diploma di istruzione terziaria nelle discipline  STEM e le donne laureate in questi ambiti sono la metà rispetto agli uomini. Nel caso specifico italiano il valore è di 24,7%, simile alla media Ue 22 (i paesi dell'Unione europea membri dell'Ocse) ma in calo rispetto al 2018 (anno in cui era il 25,4% ) e  inferiore al valore di Francia (26,8%), Spagna (27,5%) e  Germania (32,2%).

Di fronte alle complesse sfide che il futuro ci pone davanti, non ultimo il cambiamento climatico come il tema della salute globale, diventa ancora più centrale che in passato il ruolo dell'orientamento, un processo fondamentale per accrescere o consolidare l'interesse di studentesse e studenti verso le discipline STEM, contribuendo a ridurre gli stereotipi di genere e fornendo le conoscenze e competenze necessarie ad approfondire e scegliere consapevolmente il percorso formativo più adatto ai loro interessi e attitudini.

 

Parlando della lotta al cambiamento climatico Giorgio Parisi, premio Nobel per la fisica 2021, nel suo discorso per il summit B20 alla Camera dei Deputati, ha rimarcato il ruolo centrale delle nuove generazioni e dell'importanza di dare un'educazione scientifica fin dalla tenera età . «È in questa direzione che si muove Fondazione Golinelli con il lancio di Obiettivo Università e Golinelli STEAM Club, i percorsi - supportati anche da Banca di Bologna - che aiuteranno ragazze e ragazzi dagli 11 ai 18 anni nel processo di orientamento in ambito STEAM, con un approccio esperienziale e laboratoriale volto anche al superamento del gender gap. - ha dichiarato Eugenia Ferrara, Vice Direttore di Fondazione Golinelli - Fin dalle scuole secondarie di primo grado studentesse e studenti potranno verificare se quello che può sembrare  un interesse superficiale e temporaneo sia un interesse reale, profondo, motivante, facilitandoli nella realizzazione del proprio percorso professionale futuro».

 

Obiettivo Università, in collaborazione con Edurizon, si terrà da ottobre 2021 a giugno 2022, ed è pensato per studenti e studentesse del triennio finale delle scuole secondarie di II grado (16-18 anni). Darà loro la possibilità di seguire attività sincrone e asincrone, mirate a consolidare le competenze base STEM, con un focus anche sulle materie artistiche (da cui STEAM), in prospettiva universitaria e orientarsi alla scelta grazie a incontri e laboratori che coinvolgeranno esperti e ricercatori da centri di ricerca internazionali, testimonianze dal mondo dell'impresa e da grandi istituzioni accademiche. È prevista la partecipazione di: Ian Carnelli (ESA), Antonella Del Rosso (CERN), Chiara Marletto (Università di Oxford), Giuseppe Macino (Università degli Studi di Roma "La Sapienza"), Paolo Taticchi (UCL - School of Management) e Marina Timoteo (Università di Bologna). Le attività di mentoring sincrone e asincrone saranno coordinate da Elia Bombardelli (docente di matematica e fisica e con quasi 400 mila iscritti sul suo canale Youtube) ed Enrico Tombesi (responsabile Sviluppo Offerta Didattica per il territorio di Fondazione Golinelli e amministratore unico di G-LAB) e gestite da tutor qualificati di Fondazione Golinelli. Tra le proposte, di particolare importanza nel percorso, gli incontri e i laboratori mirati ad offrire informazioni e suggerimenti alle studentesse su come conciliare i loro interessi e aspettative con percorsi formativi e professionali STEAM, promuovendo l'equilibrio di genere e una cultura maggiormente inclusiva.

 

Golinelli STEAM Club, che si terrà da novembre 2021 ad aprile  2022, è rivolto a studentesse e studenti delle scuole secondarie di I grado e del biennio del II grado (11-16 anni). Offre l'opportunità di ampliare gli orizzonti nelle discipline STEAM attraverso la condivisione di esperienze e conoscenze con ragazze e ragazzi di altre città ed esperti del settore. Le partecipanti e i partecipanti saranno liberi di personalizzare il proprio percorso scegliendo tra le numerose attività asincrone compatibilmente con gli altri impegni scolastici ed extrascolastici. Avranno inoltre modo di fare esperienza di un percorso altamente interattivo: saranno infatti inseriti all'interno di una classe WeSchool nella quale potranno interagire tra loro, condividere impressioni, domande e seguire l'evoluzione delle attività in programma.

 

Fondazione Golinelli, nell'ambito delle iniziative di promozione STEAM, ha previsto per  Obiettivo Università e Golinelli STEAM Club un contributo a copertura del 50% del costo di iscrizione. Sarà inoltre possibile attivare pacchetti aziendali per le figlie e i figli di dipendenti e pacchetti scuole per programmi di potenziamento su alcune classi o su gruppi di studentesse e studenti interclasse.

Per maggiori informazioni sui percorsi è possibile consultare le pagine dedicate sul sito ufficiale di Fondazione Golinelli.

 


--
Dona il tuo  5x1000 a Fondazione Golinelli
Francesco Castellana
Ufficio Stampa e Comunicazione
Fondazione Golinelli 
Via Paolo Nanni Costa 14, Bologna
Tel. +39 051 0923213 -
 Cell. +39 346 3135529
fondazionegolinelli.it
    
Dona il tuo  5x1000 a Fondazione Golinelli 
Iscriviti alla newsletter  
Privacy - La presente comunicazione, che potrebbe contenere informazioni riservate, è indirizzata esclusivamente ai destinatari della medesima qui indicati. Nel caso in cui abbiate ricevuto per errore la presente comunicazione, vogliate cortesemente darcene immediata notizia, rispondendo a questo stesso indirizzo e-mail. Quanto precede ai fini del rispetto del Reg. 679/2016 sulla tutela dei dati personali.

domenica 10 ottobre 2021

Blue in Mind


Sergio Armaroli | Steve Piccolo | Elliott Sharp

Teatro Arsenale, Milano | 22 ottobre 2021, ore 21
in collaborazione con ERRATUM

Venerdì 22 ottobre alle ore 21 presso il Teatro Arsenale di Milano si terrà la presentazione del CD Blue in Mind di Sergio Armaroli, Steve Piccolo ed Elliott Sharp per Leo Records, progetto realizzato in collaborazione con ERRATUM di Milano. Nel corso della serata gli artisti si esibiranno in concerto.

«The more things devolve, the more music starts to take on a role or impression of refuge, escape, solace, retreat, which is perhaps anything but irrational… Both as a player and as a listener. We didn't know, though of course we should have expected, that we would have so much to be blue about. Fortunately, that truly unique invention of lament with a vital urge to transform into light, well, it still and always works somehow, even when the world seems to be bent on self-destruction. Refuge, shelter, retreat… It might also be the air purifiers in the recording studio, the extra oxygen, the spotless surfaces, the reassuring lack of windows. The similarity to a proverbial padded room. Does all that get into the music, like a good contagion? Maybe… just maybe». by ©Steve Piccolo

Blue in Mind
Sergio Armaroli | Steve Piccolo | Elliott Sharp

22 ottobre 2021, ore 21
Teatro Arsenale
, Via Cesare Correnti 11, 20123 Milano
Per informazioni sull'evento: +39.02.8321999,
promozione@teatroarsenale.it

Comunicazione a cura di

 MADE4ART | Comunicazione e servizi per l'arte e la cultura
www.made4art.it | press@made4art.it

Assalto Sede CGIL: Pirillo (Circolo Saragat Matteotti), piena solidarietà per vile assalto, necessario sciogliere organizzazioni neofasciste


Roma, 10.10.2021:- Il vile assalto squadrista alla Sede Nazionale della CGIL è un atto criminale di chiara natura fascista, pensato e attuato dai militanti di Forza Nuova, una organizzazione politica militare anacronistica che andrebbe immediatamente sciolta perché in netto contrasto con i principi della nostra Costituzione e, in particolare, punibile per la violazione dall'art. 4 della legge Scelba sull'apologia del fascismo!  

Tutto questo schifo nulla c'entra con la possibilità di svolgere una pacifica manifestazione ed il diritto stesso dei cittadini ad esprimere le proprie ideE! 

A nome del Circolo Culturale "Saragat-Matteotti" esprimo piena e totale solidarietà ad Amici e Compagni della Cgil, al Segretario Maurizio Landini, al giornalista Alesandro Serranò brutalmente aggredito da alcuni manifestanti solo perché stava documentando i fatti!

In attesa che i leader politici di centro destra prendano chiare ed inequivocabili posizioni di condanna di questa azione vigliacche e criminose, ricordiamo le parole del nostro compianto Presidente della Repubblica Sandro Pertini: "il fascismo non è un'opinione, è un crimine!". Auspico pertanto un severo intervento del ministro della Giustizia e del Governo, non possiamo cedere alle violenze squadriste, ne va del concetto stesso di democrazia!


Vincenzo Pirillo, Presidente del Circolo Culturale "Saragat-Matteotti"


 
__________________________________________________________

Circolo Culturale "G. Saragat - G. Matteotti"
__________________________________________________________

Corrispondenza: via Giuseppe Benedetto Dusmet 15/a - 00168 Roma
Sede storica: via Rosa Guarnieri Carducci - Roma
email: segreteria@CircoloSaragatMatteotti.it
sito web: www.CircoloSaragatMatteotti.it
Facebook: @CircoloSaragatMatteotti
mobile: +39.329.032.35.17
__________________________________________________________


Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota