Cerca nel blog

sabato 8 ottobre 2016

MASSIMO PARACCHINI ESPONE UN'OPERA A NEW YORK E WASHINGTON

MASSIMO PARACCHINI ESPONE UN'OPERA A NEW YORK E WASHINGTON

Massimo Paracchini sarà presente a New York e Washington, rispettivamente il 13 ottobre e il 16 ottobre, con la videoesposizione della sua opera intitolata: "Free Sprinkling Overflowing e Sparkling dalla dimensione alchemico-cosmica al Kaos primordiale". Gli appuntamenti sono : a New York  Meeting Room Jolly Madison Towers 22 E 38th st; a Washington Meeting Room Sofitel Washington DC Lafayette Square 806 15th. L'evento è organizzato da EA Editore.

Titolo dell'opera:  Free Sprinkling Overflowing e Sparkling dalla dimensione alchemico – cosmica al Kaos  primordiale

Olio su tavola   80 x 100

Commento:

Ma come tutto può aver avuto origine da un'onda adimensionale di energia fluente e vibrante che si è atomizzata attraverso la coscienza, per contro tutto può ritornare ad essa attraverso un processo progressivo di smaterializzazione e di transatomizzazione  in Free Sprinkling Overflowing e Sparkling fino a giungere al Kaos primordiale.

L'artista  dovrà cogliere in ogni opera tutte le vibrazioni dinamiche di un Universo oscillante in continua krometamorfosi alchemica, superando le classiche leggi di uno spazio arcadico – euclideo dalle tre dimensioni per raggiungere, attraverso una geometria globale iperellittica e iperdimensionale, una dimensione totalmente nuova, atemporale, infinita, eterna, cosmica  in cui la materia è sul punto di transatomizzarsi  nei puri flussi ondeggianti di energia kromatica come era all'inizio nel Kaos primordiale quando tutto ha avuto origine da un'onda adimensionale di energia fluente e vibrante.

Lasciar fluire i colori in Free Sprinkling Overflowing e Sparkling come nel vento o come un fiume in piena che tutto travolge e trascina via e destrutturare tutte le forme di un mondo mitico ormai in estinzione e ogni aspetto di una realtà arcadica-euclidea ormai superata, un tempo concepita come ordine, poi passata attraverso le frantumazioni krometamorfiche alchemiche per arrivare infine al puro Kaos straordinario, cosmico, senza confini attraversato dai movimenti iperellittici e iperdimensionali dell'Universo e della mente che dissolve ogni suo pensiero nel magma krometamorfico dell'anima.

Qualsiasi  opera vera  non potrà mai essere asservita ad una qualunque realtà mitica né tantomeno ad una semplice immagine fotografica, ma dovrà essere una pura visione eidetica generata dall'intuizione e rappresentante un mondo cosmico e interiore trasfigurato attraverso una krometamorfosi alchemica e dinamica in transgeometria iperdimensionale fino ad arrivare alla transatomizzazione primordiale tramite  quella libera e magica aspersione di colore che è il Free Sprinkling Overflowing e Sparkling, vero orizzonte all'origine del tutto.

 

Da  "Eidetica Trascendentale dell'arte"        

 di Massimo Paracchini

Cori: la Biblioteca civica ‘Elio Filippo Accrocca’ ospita la mostra fotografica “The long run” di Giuseppe Chiantera

Si tratta di un viaggio testimoniale lungo la tratta dei Balcani, in particolare in Croazia, una delle ultime tappe della 'rotta balcanica', il corridoio che dalla Turchia porta al cuore dell'Europa, interrotta bruscamente dal muro ungherese voluto da Orban e dalle cortine nazionalistiche minacciate dagli altri Stati.

Presso la Biblioteca Comunale di Cori 'Elio Filippo Accrocca' è stata allestita la mostra fotografica 'The long run' di Giuseppe Chiantera, già presentata lo scorso Luglio a Giulianello durante il festival Book'n'roll – Rassegna di scritture urgenti, edizione 2016. Il pubblico potrà visitarla nei mesi di Ottobre e Novembre, dal lunedì al giovedì, dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 15:30 alle 19.

Si tratta un viaggio testimoniale lungo la tratta dei Balcani, in particolare in Croazia, una delle ultime tappe della 'rotta balcanica', il corridoio che dalla Turchia porta al cuore dell'Europa e che a partire dalla scorsa estate è stato attraversato da un intenso flusso migrante, interrotto bruscamente dal muro ungherese voluto da Orban e dalle cortine nazionalistiche minacciate dagli altri Stati.

Nel giro di pochissimi giorni la piccola Tovarnik, cittadina rurale ai confini con la Serbia, nella zona di Vukovar, e il campo di transito di Opatovac diventano un nuovo importante punto d'accesso per migliaia di migranti. La maggior parte di questi sono rifugiati siriani che fuggono dalla guerra e dal regime di Assad. Il flusso che risale la penisola balcanica attraversa alcuni passaggi percorsi venti anni fa dai profughi che fuggivano la guerra in Yugoslavia.

L'autore degli scatti è Giuseppe Chiantera, fotografo e videografo freelance e corrispondente UNCAV presso le Nazioni Unite. Collabora con riviste e testate italiane ed estere con commissionati e progetti personali. Cura la comunicazione video-fotografica, le photoaction e le pubblicazioni di fundraising per le ONG Amnesty International, Save the Children e Greenpeace. 

Formato a Roma presso l'I.S.F.C.I. dove consegue il Master in Fotogiornalismo e a Milano presso l'agenzia LUZ, Chiantera segue lavori e progetti di carattere sociale, umanitario e ambientale sia in Italia che all'estero soprattutto nell'Africa Occidentale, in India e nell'Europa dell'Est.  Affianca all'attività fotogiornalistica quella di insegnamento della fotografia con corsi base, avanzato e reportage. Fa parte del Collettivo Ulixes Picture.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

Quando il dolore diventa poesia. Una vita di un Autore di successo, quella di Andrea Brusa – ora anche conduttore radiofonico – devastata dal dolore per la perdita di sua Moglie Chiara: “Quello che faccio lo faccio solo per lei. Amarla, significa pensarla sempre... anche fra milioni di cose a cui pensare”.

Il dolore è un postino grigio, silenzioso, col viso asciutto, gli occhi d'un azzurro chiaro, dalle sue spalle fragili pende la borsa, il vestito è scuro e consumato. Nel suo petto batte un orologio da pochi soldi; timidamente sguscia di strada in strada, si stringe ai muri delle case, sparisce in un portone. Poi bussa. Ed ha una lettera per te.

"Nonostante le ferite, il legame più forte che ho è con la vita. Pure nei momenti di massimo sconforto, tipici non solo della mia esperienza personale ma dell'esistenza di ogni uomo o donna che ha una sensibilità raffinata come la mia, si può avere la tentazione di darsi la morte. Voglio credere che il dolore sia una delle componenti insopprimibili di questo mondo, insieme alla gioia e non ci resta che viverle entrambe. Solo che, come abbiamo il diritto ad esprimere la nostra felicità, abbiamo il diritto innegabile e sacrosanto di dire la nostra sofferenza, di riaffermare la dignità negata, di gridare il nostro disappunto e il nostro delirio. Certe volte la comunicazione rischia di addolcire con forme stilistiche ovattate la reale pesantezza della realtà. Essere franchi per me significa anche dire cose che bruciano non solo a chi scrive ma anche a chi legge. Forse feriscono riaprendo ferite faticosamente dimenticate e me ne dispiace. Ma la crudezza è realismo, mitigare è illusione o falsa difesa. È il disagio di provare a vivere con le idealità in cui si è cresciuti e che invece ci rendono soli e inadattabili a un mondo che ha riferimenti troppo minimi e spesso superficiali. Mani, gambe, braccia che sembrano voler afferrare, stringere, quel che si rivela, poi, un vuoto, una mancanza, occhi che catturano volti perduti, pensieri di abbandono, desidero di morte a finire il dolore, desidero di vita a spegnere il pianto, mani fredde e svuotate… La propria sacrosanta libertà non contempla l'offesa, il maltrattamento, l'uso degli altri a proprio vantaggio, la vuotezza e la falsità delle parole. Le relazioni autentiche non possono essere fugaci, legano nelle profondità della interiorità di ognuno e ci rendono responsabili di quelli cui siamo legati. Ogni nostra scelta dunque non è un indifferente. Purtroppo però si deve mettere in conto il rischio della perdita e del lutto che ne consegue. È vero pure che se invece sono vissute in modo epidermico e leggero non c'è rischio di farsi male. Si, la passionalità che mi distingue passa anche attraverso l'incapacità del silenzio e l'irriverenza. Mi hanno detto che ho la guerra in testa. È vero. Non posso ammettere che si manipoli l'evidenza, che si stia in silenzio davanti all'ingiustizia, che si diventi remissivi di fronte al male. Altrimenti è connivenza o bugiardo bigotto perbenismo. So anche che esagero e fatico a contenermi. Ma non dire ciò che penso o nascondere edulcorandola la mia verità sulle cose è per me come offendere le persone che amo. Dovrei forse imparare la forma. Ma senza la verità la pace è impossibile. Sapeste com'è triste... il "giorno dopo"... sentire quel vuoto dentro... ...quel velo di tristezza... ho ancora mia moglie negli occhi... il suo profumo sulla pelle... la sua voce riecheggia intorno a me... ...e lei...lontana ...di nuovo... Chiudo gli occhi...e ripenso a ieri... a quanto era bello averla accanto... ...a quanto ogni volta ci solidificavamo... Il sorriso al mio arrivo... ...il voler fermare il tempo... e lo sguardo malinconico... quando inevitabilmente...dovevo partire. Amarla, significa pensare sempre a lei... anche fra milioni di cose a cui pensare... Amarla...è sentire "dolore" quando non c'è......e il giorno dopo...  Prometto di regalarle ogni istante… quel noi che siamo diventati in un giorno d'estate, quando quel sole non poteva di certo competere con i nostri sorrisi. E questo mio Amore immenso, che mi scoppia nel cuore ogni volta che mi sfiora".

Un'intervista dalla quale ne sono uscito in lacrime. Non capisco come sia possibile che sua moglie non sappia nulla e non provi commozione per cotanto amore sofferto.

Se amate il romanticismo e la magia allo stato puro seguite l'autore nelle sue trasmissioni radiofoniche su RADIO PLAY TIME (www.radioplaytime.net) tutti i Lunedì ed i venerdì dalle 16.00 alle 17.00 con SULLE SPALLE DI PAPA'  e tutti i Mercoledì dalle 21.00 alle 23.00 con FAVOLE, RACCONTI E NARRAZIONI CON LA CODA….

CARMINE SALLUSTIO

Editorialista 

venerdì 7 ottobre 2016

Cev Gaetano Zoccatelli: Fara Vicentino, illuminazione pubblica 100% verde

Acquistando energia da fonti rinnovabili la Giunta ha evitato in 11 anni emissioni di anidride carbonica per 780 tonnellate. Il Comune di Fara è socio del consorzio per l'energia Cev, diretto da Gaetano Zoccatelli, con sede a Verona.


Da più di tre anni a Fara Vicentino l'energia elettrica che alimenta le strutture pubbliche è interamente verde. Tutte le utenze del Comune, come ad esempio la sede del municipio e le scuole, compresa l'illuminazione pubblica, utilizzano energia elettrica proveniente al cento per cento da fonti rinnovabili. Grazie a questa scelta amministrativa in sei anni si è evitato di immettere in atmosfera complessivamente 780 tonnellate di anidride carbonica. Solo nell'arco dello scorso anno sono state evitate emissioni pari a 153 tonnellate. È come se fossero stati tolti dalla strada 44 Suv che percorrono, ognuno, 15 mila chilometri in un anno. Il Comune di Fara è socio del consorzio per l'energia Cev con sede a Verona, tramite il quale acquista la propria fornitura al ribasso della gara Consip, società del ministero al servizio delle pubbliche amministrazioni. «L'adesione al Cev – afferma il sindaco Ugo Scalabrin – consente di ottenere un prezzo più vantaggioso di quello ottenuto dalla convenzione Consip. Riesce, infatti, ad ottenere ulteriori riduzioni tariffarie, anche se la stessa gara Consip raggiunge livelli molto bassi di tariffe di acquisto, essendo quella maggiore per la fornitura di energia condotta in Italia». «Nel 2011 – prosegue il primo cittadino – abbiamo ad esempio risparmiato 840 euro rispetto alla fornitura Consip. E tutta l'energia fornita è stata certificata come proveniente da fonti rinnovabili». L'energia elettrica utilizzata dai soci del Consorzio, infatti, è stata prodotta mediante l'utilizzo di impianti idroelettrici, eolici, solari, geotermici e a biomasse. Una procedura adottata già dal 2003 che oltre a ridurre emissioni e costi dà altri vantaggi nella gestione degli ambiti legati all'energia. «L'adesione al Consorzio – continua Scalabrin – comporta il versamento annuale di una quota associativa, grazie alla quale il Comune ha al proprio fianco una serie di consulenti ed esperti ai quali chiedere assistenza su tutte le problematiche energetiche. Dà inoltre la possibilità di aderire, senza costi, ad interventi di efficienza energetica su edifici e pubblica illuminazione e formare i dipendenti del nostro Comune. Possiamo, infine, monitorare in qualsiasi momento i consumi, visionare le letture del Distributore, effettuare verifiche e statistiche». Intende così proseguire l'obiettivo dell'Amministrazione di Fara di ridurre i consumi, produrre energia da fonti rinnovabili, programmare l'acquisto consapevole e promuovere una nuova cultura dell'energia. «Si ripeterà quanto già fatto in passato – conclude il sindaco – con un occhio di riguardo ad eventuali nuove proposte».

FONTEIl Giornale di Vicenza.it

TORNA IL DIVERTIMENTO D'AUTORE PER I PIU' PICCINI E QUESTA VOLTA SU RADIO PLAY TIME. Un tentativo via WEB di riesumare la leggendaria TV dei ragazzi.

Da qualche anno ormai manca nelle reti generaliste lo slot pomeridiano dedicato ai programmi per bambini/ragazzi. Se dapprima fu la Rai a presentarci la Tv dei ragazzi, negli anni '80 sono sorti diversi altri contenitori di cartoon, programmi e telefilm destinati a un pubblico di giovani e giovanissimi.

Mentre la Rai teneva botta con Big! e poi Solletico, sui canali Fininvest/Mediaset andavano forte Bim Bum Bam e Ciao Ciao.

Nemmeno Tmc e le reti regionali stavano a guardare, proponendo anche loro programmi-contenitore analoghi, magari con presentatori e pupazzi tipo Uan.

Mentre fino agli anni '90 questo genere televisivo proliferava (Go Kart, Sabato Disney, lo stesso Disney Club, Zap Zap, Game Boat e via dicendo...) di colpo puff! niente più fascia oraria dedicata ai cartoons. Le uniche reti generaliste rimaste fino alla fine a proporre programmi simili sono state Rai2 e Italia1, ma adesso entrambe hanno perso lo slot canonico pomeridiano, preferendo altri tipi di programmazione.

Ci sono alcuni che pensano che la tv dei ragazzi sia morta e sepolta, e non abbia senso riesumarla... oramai i bambini dai 3 ai 10 anni guardano giusto qualche cartone animato, poi avranno lo smartphone e della tv si dimenticheranno totalmente. Sono finiti i tempi dei pomeriggi a casa a vedere Cartoon Network o la Melevisione... i più guardano passivamente i Simpson ad ora di pranzo tra una chattata su whatsapp, una sbirciatina su Facebook e Instagram e qualche domanda su ask. Non è un dramma... è solo un'evoluzione... Ed e' proprio sull'onda di quest'evoluzione che nasce su RADIO PLAY TIME (www.radioplaytime.net) la prima trasmissione via WEB per bambini. L'appuntamento sara' settimanale il Lunedi' ed il Venerdi' dalle 16.00 alle 17.00. Una trasmissione d'autore dal titolo SULLE SPALLE DI PAPA'... scritta e' condotta dall'autore Piementese del momento, Andrea Brusa, i cui suoi due ultimi libri INVALIDO D'AMORE e LA VIA DEI MIRACOLI stanno riscuotendo critiche davvero entusiastishe sia dal pubblico dei lettori che dalla critica.

Vi aspettiamo dunque numerosi VENERDI' 23 per il suo debutto su RADIO PLAY TIME. Buon ascolto!!!! E che questo possa essere un nuovo inizio per tutta una serie di trasmissioni di qualita' per i piu' piccini.


Trofeo degli Aragonesi

Tutto pronto per il via al II Trofeo degli Aragonesi domenica 9 ottobre a Castrovillari. Un percorso alle pendici del Pollino organizzato dalla ASD CorriCastrovilariafferente al campionato interregionale FIDAL. Una carica di adrenalina è prevista per questa tanto attesa gara, che porta la città di Castrovillari alla ribalta delle luci interregionali poiché sarà la 6° e ultima tappa del Campionato di una specialità (corsa in montagna o Trail) riconosciuto dal CONI come Sport facente parte dell'Atletica Leggera.Si prevedono circa 300 iscritti provenienti da diverse regioni d'Italia, di cui si possono trovare info e regolamento sul sito internet www.corricastrovillari.it .

Definito anche il "percorso del cuore" per via della forma che sulla cartina ha assunto il tracciato dello stesso, vuole essere una esperienza sensoriale e sportiva con i suoi 13km di strada da percorrere.

Questa corsa è il completamento degli obiettivi posti dalla Società per portare sempre più giovani verso la regina degli Sport tanto che, contestualmente, si terrà "Trofeo degli Aragonesi Kids", una gara dedicata ai ragazzi di tutte le età.

3…2…1…Go!

AL VIA LA NUOVA TRASMISSIONE DI RADIO PLAY TIME domani dalle 21.00 alle 23.00...un sicuro successo per l'autore della LA VIA DEI MIRACOLI ed INVALIDO D'AMORE interamente consacrato alla sua amatissima moglie.

"FAVOLE, RACCONTI E NARRAZIONI CON LA CODA. L'altro mondo di Cyrano". Una nuovissima trasmissione radiofonica su RADIO PLAY TIME (www.radioplaytime.net) a cura dell'autore Andrea Brusa. Dice Lo scrittore ed ora anche conduttore radiofonico "tutte le poesie che verranno messe in onda le dedico a mia moglie CHIARA con immenso ed eterno Amore".


Narrazione, canto e musica... tenere storie ricche di divertimento, magia e poesia: il gioco teatrale stuzzica la risata ma anche la commozione, e soprattutto conduce a sorpresa verso l'ascolto di musica fuori dalle consuete abitudini, proponendo arie da cinema che, mescolate all'azione dei personaggi, alle poesie, ai racconti... ecc, rendono coinvolgente la narrazione divertendo. Un girotondo di parole con fiabe, novelle, poesia, teatro, cinema, musica, cultura e arte, storie e interviste, profumi e strane vicende il cui filo conduttore è l'amore a 360 gradi come spinta inesauribile ed imprescindibile della creazione artistica e della vita d'ogni uomo. Con artista si indica generalmente una persona la cui attività si esprime nel campo dell'arte. Nel senso più ampio l'artista è una persona che esprime la sua personalità attraverso un mezzo che può essere un'arte figurativa o performativa. La parola viene usata anche come sinonimo di creativo.
In un senso più stretto si definisce artista un creatore di opere dotate di valore estetico nei campi della cosiddetta cultura alta, come la pittura, la musica, l'architettura, il disegno, la scrittura, la scultura, la danza, la regia (cinematografica, teatrale e televisiva), la fotografia, la recitazione.

MA CHI È L'ARTISTA AI GIORNI NOSTRI? Troppi abusano del titolo di artista. Non potremmo ovviamente trattare tutte le forme artistiche ma ci concentreremo su cosa significhi ai giorni nostri fare arte quanto meno in campo musicale, teatrale, cinematografico, letterario e pittorico.


Tutti i mercoledì sera dalle 21.00 alle 23.00 su www.radioplaytime.net

A cura dell'UFFICIO STAMPA DELL'AUTORE

trofeo degli aragonesi


Ottobre, Mese della Sicurezza Informatica. I consigli degli esperti di ESET per evitare i problemi con il banking online.

Roma, 07 ottobre 2016 – Controllare il saldo del vostro conto, effettuare dei pagamenti e gestire le vostre finanze, queste sono solo alcune delle attività che al giorno d'oggi è possibile gestire comodamente online. Ma siete sicuri di farle nella maniera più sicura? ESET, il più grande produttore di software per la sicurezza digitale dell'Unione Europea, ha deciso di partecipare attivamente al Mese della Sicurezza Informatica condividendo le regole base per accedere ai servizi bancari e per pagare online in tutta sicurezza.
1. Usa un dispositivo sicuro
Il primo e imprescindibile principio quando ci si connette al proprio conto online, è farlo da un dispositivo sicuro. Il proprio computer, il proprio tablet o smartphone sono la scelta migliore, perché è più facile accorgersi di eventuali attività sospette o se il dispositivo si sta comportando in modo strano. Se possibile, cercate di evitare l'uso di dispositivi pubblici o presi in prestito, perché potrebbero mettere in serio pericolo il vostro conto e i vostri risparmi.
2. Attenzione al tipo di connessione
Non tutte le connessioni a Internet sono abbastanza sicure per essere utilizzate durante i pagamenti o per accedere ai conti online. Il WiFi pubblico del vostro bar preferito o la rete condivisa nella piazza di una città potrebbe non essere la scelta migliore per verificare i vostri risparmi o per effettuare dei pagamenti. Se dovete usare questo tipo di connessioni, utilizzate una rete privata virtuale (VPN) per codificare le comunicazioni e impedire ad altri di intercettarle.
3. Aggiornate sempre il vostro computer
Mantenete costantemente aggiornato il sistema operativo e i vostri software. In questo modo verranno colmate quelle vulnerabilità che i criminali tentano di sfruttare per infettare la vostra macchina. Per farvi risparmiare tempo e ottimizzare la vostra protezione, molti programmi offrono gli aggiornamenti automatici e possono verificare la disponibilità di patch o di nuove versioni, senza che sia necessario il vostro intervento.
4. Create una password complessa e non riutilizzatela
Ok, ora siamo pronti per accedere al nostro conto bancario online. Ma la vostra password è davvero sicura? Se non ne siete certi potete usare questa breve guida per creare delle password sicure.
In ogni caso, una delle regole più importanti da seguire è di non riutilizzare mai la vostra password. E' vero che è difficile ricordare password complesse per ogni servizio a cui accediamo quotidianamente, ma utilizzare la stessa password per la banca, i social media e per altri tipi di account potrebbe avere conseguenze disastrose nel caso venga compromesso uno qualsiasi di questi sistemi. Un'alternativa utile e facile è la passphrase. Inoltre potete usare un password manager che registrerà tutte le vostre password e vi permetterà di utilizzarle semplicemente ricordando quella master.
5. Utilizzare l'autenticazione a due fattori
Se la vostra banca vi offre l'autenticazione a due fattori (2FA) per accedere al vostro conto online, usatela. In questo modo la banca può effettuare un doppio controllo per verificare se realmente vi siete connessi o state completando una transazione usando qualcosa che solo voi potete avere – come per esempio il vostro smartphone. Così se pure la vostra password dovesse finire nelle mani sbagliate, senza la seconda verifica sarebbe inutile.
6. Attenzione alle trappole
I cybercriminali tenteranno letteralmente qualsiasi cosa pur di ottenere i vostri dati o le vostre informazioni riservate. Sono capaci di inviare email di notifica che sembrano arrivare dalla vostra banca, oppure in cui si richiede di cambiare la vostra password cliccando sul link presente nel corpo del messaggio.
Questi sono solo alcuni degli espedienti utilizzati per carpire i dati della vostra carta di credito o la password del vostro conto. Ricordate, se ricevete qualsiasi messaggio in cui vi si chiede di cambiare le vostre credenziali bancarie o di cliccare su un link, verificate almeno due volte e con attenzione che sia veramente la vostra banca a contattarvi. Per essere certi che si tratta effettivamente della vostra banca la scelta migliore è un contatto telefonico o di persona.
7. Utilizzare il pulsante per disconnettersi
Non state effettuando alcuna operazione bancaria online? Disconnettetevi. Se un criminale tenta di interferire durante una vostra sessione, lui o lei non può fare molti danni se non siete autenticati nel vostro conto.
8. Attivare le notifiche via SMS
Se siete tra quelli che controllano il loro conto bancario online una volta al mese o anche meno frequentemente, impostate le notifiche al telefono. Avere informazioni su tutte le transazioni in corso rende molto più facile riconoscere eventuali attività sospette.
9. Utilizzare una soluzione di sicurezza efficace e costantemente aggiornata
Un ultimo, ma essenziale punto. Prima di connettervi al vostro conto bancario o di effettuare un pagamento online, installate e aggiornate un'efficace soluzione di sicurezza multilivello. Questa vi proteggerà da molteplici tipi di malware, come anche dagli stratagemmi nascosti nelle email o nei siti web apparentemente innocui usati per indurvi a fornire le vostre informazioni riservate.



Ulteriori informazioni sono disponibili sul blog di ESET Italia al seguente link:
http://blog.eset.it/2016/10/i-consigli-degli-esperti-di-eset-per-evitare-i-problemi-con-il-banking-online/







ESET, fondata nel 1992, è uno dei fornitori globali di software per la sicurezza informatica di pubbliche amministrazioni, aziende e utenti privati. L'azienda, presente in 180 Paesi, ha il suo quartier generale a Bratislava e uffici e centri di ricerca a San Diego, Buenos Aires, Singapore, Praga, Cracovia, Montreal, Mosca. Per quattro anni di seguito ESET è stata inclusa fra le aziende Technology Fast 500 EMEA da Deloitte e per dieci anni consecutivi fra le aziende Technology Fast 50 Central Europe. Per maggiori info: www.eset.it

FUTURE TIME è il distributore esclusivo dei prodotti ESET per l'Italia, nonché suo partner tecnologico. Fondata a Roma nel 2001, Future Time nasce dalla sinergia di due preesistenti aziende attive da anni nel campo della sicurezza informatica. Future Time, con Paolo Monti e Luca Sambucci, fa parte della WildList Organization International, ente no profit a livello mondiale composto da esperti e aziende antivirus che hanno il compito di riportare mensilmente tipologia e numero dei virus diffusi in ogni Paese. Per maggiori info: www.eset.it

La Festa del Contadino di Tiso in Val di Funes

Il 16 Ottobre a Tiso, frazione di Funes, villaggio altoatesino delle  Alpine Pearls - il network internazionale che riunisce 25 tra le più belle località alpine unite dal denominatore comune della sostenibilità e della mobilità dolce - si terrà la Festa del Contadino, una delle manifestazioni tradizionali più popolari dell'Alto Adige: uno splendido viaggio alla scoperta dell'artigianato e delle usanze locali, per scoprire la vita contadina o assaggiare ed acquistare gli squisiti prodotti dell'agricoltura locale.
Sarà possibile osservare gli antichi mestieri, vedere come si fa il pane, come si intrecciano cappelli e cestini, come si lavora il feltro, il legno, come si modella la terracotta, come si tosano le pecore, un'esperienza questa particolarmente affascinante soprattutto per i bambini. Ma l'occasione è veramente imprendibile per grandi e piccoli per andare alla scoperta di tradizioni antiche che in questi luoghi vengono mantenute vive e intatte. Il mercato dei contadini e tanta musica dal vivo allieteranno ancora di più una giornata di sano divertimento per tutta la famiglia. Non mancheranno le occasioni per gustare i prodotti alimentari prodotti nei masi e le specialità contadine preparate sul posto. Appuntamento dunque domenica mattina alle 10 nelle strade del centro del paese.

La Val di Funes, patria di Reinhold Messner, è stata inserita nel Patrimonio Naturale UNESCO per la bellezza monumentale dei suoi paesaggi. Le guglie imponenti delle Odle fanno da contrasto al verde rigoglioso delle valli nel cuore del Parco Naturale Puez-Odle. Magnifici masi, malghe rigogliose e pascoli a perdita d'occhio, e lo spettacolo delle Dolomiti, fanno della Val di Funes un luogo unico. Qui l'attenzione per l'ambiente e per la sostenibilità del turismo e della mobilità è al massimo livello. Con la DolomitiMobil Card è possibile raggiungere gratuitamente con i mezzi pubblici tutte le mete e le attrazioni turistiche della zona. Senza contare che la Val di Funes è anche un paradiso per gli amanti della buona cucina: rifugi tipici, accoglienti locande e ristoranti offrono specialità tipiche regionali e cucina di alta classe con ingredienti locali.

(Ufficio Stampa Alpine Pearls Italia: OfficineKairòs.it)

Il Partito Comunista Italiano si ricostituisce in provincia di Latina

Dopo l'Assemblea Organizzativa Provinciale di Cori ripartono le prime sezioni pontine del PCI.  

 

Dando seguito all'Assemblea Nazionale Costituente, si è tenuta a Cori il 5 Ottobre la Prima  Assemblea Organizzativa Provinciale del Partito Comunista Italiano per raccogliere le iniziali  adesioni al Partito e dare avvio, con la costituzione di sezioni e nuclei di iscritti, ad una presenza significativa nella provincia di Latina. Oltre alla rappresentanza di Cori, erano presenti i compagni di Terracina, Gaeta e Latina. A questi si aggiunge l'adesione di Sezze e Sermoneta.

La discussione ha toccato innanzitutto l'esigenza di riavvicinare quanti si sono allontanati  dalla politica della sinistra comunista a causa di posizioni oscillanti fra radicalismo e  moderatismo, lontane dall'affrontare i problemi con riferimento alla classe lavoratrice. Le scissioni hanno completato l'emarginazione delle forze comuniste. Spazio poi alla politica europea, che ha penalizzato gli Stati del Mediterraneo, e i governi italiani, subalterni ad essa, avviati verso la perdita di sovranità e pronti a scaricare i costi della crisi sulle masse popolari.

Forte è stato il richiamo al marxismo e a Gramsci, fonti teoriche per interpretare l'evoluzione  della società e dell'economia. In ambito locale è stata data notizia all'Assemblea del reintegro, oltre al risarcimento per danni fino a 12 mensilità, stabilito dal Tribunale di Latina, di quattro lavoratori della Sapa Profili di Fossanova, a conferma dell'importanza dell'art. 18 della Legge 300/70. È stata sottolineata l'esigenza del confronto con le Associazioni locali per determinare  convergenze di azione su problemi specifici. L'Assemblea si è chiusa con l'impegno ad estendere la campagna di tesseramento a tutta la provincia pontina.

 

 

F@Mu 2016: ‘FAMIGLIE AL MUSEO’ della Città e del Territorio di Cori

Domenica 9 Ottobre, alle ore 10:30, 'GIOCHI E GARE AL MUSEO, il Museo palestra della mente'. In occasione della Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo, l'Istituto Culturale di Cori accoglierà i bambini con visita guidata e attività ludiche ed educative di approccio all'arte. Sarà possibile partecipare al concorso F@Mu 2016 con un pensiero ai bimbi di Amatrice: in palio un pacco dono di Matì e Dadà, testimonial ufficiali dell'evento. Ingresso gratuito dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Domenica 9 Ottobre sarà un'occasione speciale per visitare il Museo della Città e del Territorio di Cori. In adesione alla Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo l'Istituto Culturale lepino accoglierà le famiglie con iniziative pensate dall'associazione Arcadia, in collaborazione con la Direzione scientifica del Museo e l'Amministrazione comunale, per favorire l'incontro tra famiglia e museo, coinvolgendo anche i piccoli visitatori nella conoscenza dei beni culturali. Ingresso gratuito dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Per i genitori/accompagnatori e figli che vogliono partecipare al programma F@Mu 2016 l'appuntamento è alle 10:30: i bambini verranno condotti con visita guidata alla scoperta dei 35 secoli di storia locale custoditi nel Museo di Cori. In sintonia col tema di questa edizione – GIOCHI E GARE AL MUSEO, il Museo palestra della mente - saranno poi coinvolti in attività ludiche ed educative sul riconoscimento della materia dei reperti conservati nelle sale museali e in una divertentissima caccia al tesoro.  

Al termine sarà possibile partecipare al Concorso F@Mu 2016. I bimbi saranno invitati a raccontare la loro esperienza al museo attraverso la realizzazione di un disegno. I migliori disegni saranno premiati con il pacco dono di Matì e Dadà, il primo cartoon Rai ad occuparsi di arte a misura di bambino, e destinati ai piccoli di Amatrice che non potranno prendere parte al F@Mu in quanto il loro museo danneggiato dal sisma del 24 Agosto è inaccessibile.

Il progetto, ideato dal portale Kids Art Tourism (KAT), è organizzato dall'Associazione Famiglie al Museo, in collaborazione con enti specializzati nella didattica museale e il sostegno di numerosi sponsor. Quest'anno la manifestazione ha ricevuto la medaglia del Presidente della Repubblica e il patrocinio, tra gli latri, del MIBACT, dell'ICOM Italia, della Federazione Italiana dei Club e Centri per l'Unesco e del Touring Club Italiano. Rai News 24 ne è media partner.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

E' CUNEO LA PROSSIMA TAPPA DEL ROADSHOW PER L'INTERNAZIONALIZZAZIONE

Il Piemonte torna nuovamente protagonista, con il territorio cuneese, che presenta diverse vocazioni, da quella più tradizionale nei settori dell'agricoltura, della zootecnia e nell’industria di trasformazione alimentare a quella della meccanica e automotive, con un’incursione nella produzione della carta e nell’editoria. Nel territorio della provincia hanno sede, tra l’altro, alcune aziende leader di settore e note in tutto il mondo, che rappresentano veri e propri fiori all’occhiello del sistema produttivo nazionale.

La tappa di Cuneo rappresenta il 40° incontro del Roadshow promosso e sostenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico e organizzato dall'ICE-Agenzia in collaborazione con Confartigianato Imprese - Associazione Artigiani della Provincia di Cuneo, partner territoriale dell'evento.

Il format prevede quindi, dalle 9.30 alle 11.30, una sessione plenaria con ospiti di rilievo del mondo istituzionale e finanziario che illustreranno gli strumenti e le strategie a sostegno delle imprese sui mercati globali.

A fornire il saluto di benvenuto sarà Domenico Massimino, Presidente Territoriale Confartigianato Imprese – Associazione Artigiani della Provincia di Cuneo; a seguire interverranno Ferruccio Dardanello, Presidente della Camera di Commercio di Cuneo e Giuseppina De Santis – Assessore alle Attività Produttive Regione Piemonte.

Si passerà quindi alla sessione tecnica, dedicata agli scenari internazionali e agli strumenti nazionali e regionali a sostegno dell’internazionalizzazione, con i relatori del MAECI, di ICE-Agenzia, di SACE, di SIMEST e della Regione Piemonte che offriranno interventi di approfondimento circa la tipologia di servizi e di assistenza a disposizione delle imprese.

La sessione “Domande e risposte” e la successiva testimonianza aziendale di successo chiuderanno i lavori della mattinata.

Dalle 13.00 alle 18:00, gli imprenditori potranno incontrare i rappresentanti di tutte le organizzazioni presenti, tra cui: Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, SACE, SIMEST, ICE-Agenzia, Unioncamere, Regione, Confindustria, Rete Imprese Italia, Alleanza delle Cooperative, nonché i rappresentanti delle organizzazioni territoriali che collaborano all'iniziativa.

Il Roadshow “Italia per le Imprese, con le PMI verso i mercati esteri” è patrocinato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ed è promosso e sostenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico. Oltre all'ICE-Agenzia, a SACE e a SIMEST, l’evento si avvale della collaborazione di Confindustria, Unioncamere e di Rete Imprese Italia. La partecipazione è gratuita, previa registrazione (sul sito roadshow.ice.it - eventi-in-programma – Cuneo).

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Chiara Bongiovanni
Agorà srl

Via Mario Pagano, 52 20145 Milano
Tel. 02 4694806 - Fax 02 4695605
ufficiostampa@agoracomunicazione.it

 

 

Gentile utente, se Vi è arrivata questa e-mail è perché il Vs. indirizzo e-mail è stato acquisito da Fonti/Elenchi pubblici o perché è stato registrato in seguito ad incontri o contatti per telefono, e-mail  o fax. Dal momento che non siamo interessati ad inviare messaggi a persone o aziende non interessate ai ns. servizi/informazioni, facendo riferimento al Decreto Legislativo 196/2003, se non desiderate più ricevere nostre comunicazioni o se le avete ricevute per errore, rispondete a questa mail chiedendo la cancellazione dei vs. dati

 

giovedì 6 ottobre 2016

Comunicato Stampa AiFOS: la guida sicura per la sicurezza dei lavoratori

Comunicato Stampa

L'importanza della guida sicura per la sicurezza dei lavoratori

 

Un convegno il 19 ottobre ad Ambiente Lavoro di Bologna per parlare dei rischi di incidenti nei lavoratori che utilizzano mezzi di locomozione su strada e dell'importanza di un'adeguata formazione alla guida sicura.

 

In Italia, secondo i dati forniti dall'Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, circa la metà degli infortuni mortali sul lavoro sono causati da infortuni su strada. Infatti ogni giorno sulle strade circolano milioni di lavoratori con diversi mezzi di locomozione e diverse finalità: dal trasporto privato alla logistica, dalle spedizioni allo spostamento tra luogo di lavoro e abitazione. E dunque il manto stradale viene a configurarsi come un vero e proprio luogo di lavoro che è soggetto a tutti i rischi e pericoli connessi alle caratteristiche dell'ambiente, dell'attività e delle attrezzature utilizzate.

 

In questo particolare ambiente di lavoro molti degli infortuni dipendono non solo dalle condizioni della strada e del mezzo utilizzato, ma anche dai comportamenti adottati alla guida. Ad esempio in relazione alla mancata adozione della corretta distanza di sicurezza, all'esecuzione di manovre irregolari, alla velocità elevata o alla distrazione e stanchezza del guidatore.

 

Proprio per migliorare la consapevolezza dei rischi di infortuni su strada e favorire un'adeguata analisi dei rischi e formazione dei lavoratori, l'Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) ha organizzato il 19 ottobre 2016 il convegno gratuito "Cambia marcia: l'importanza della guida sicura per la tutela del lavoratore" che si terrà a Bologna durante la manifestazione "Ambiente Lavoro".

Un convegno che affronterà diversi temi: dalla sicurezza nell'autotrasporto alle buone e cattive prassi nella guida, dalla gestione del sonno ai sistemi di gestione della sicurezza stradale, dagli infortuni in itinere alla compilazione del modulo INAIL OT24 che consente alle aziende di usufruire della riduzione del premio Inail.

 

Ricordiamo che, riguardo alla gestione della sicurezza stradale, al convegno sarà presentato lo standard UNI ISO 39001 "Sistemi di gestione della sicurezza del traffico stradale (RTS) - Requisiti e guida all'utilizzo". La norma specifica i requisiti per il sistema di gestione in sicurezza del traffico stradale (RTS – Road traffic safety) per consentire a un'organizzazione di ridurre le morti e le lesioni gravi dovute agli incidenti stradali sui quali può intervenire. I requisiti della ISO 39001, che fornisce un quadro comune di riferimento basato sulle migliori pratiche di gestione dei rischi per la sicurezza stradale, includono lo sviluppo e l'applicazione di una politica RTS adeguata e lo sviluppo di obiettivi e piani d'azioni correlati.

 

Per migliorare nelle aziende la prevenzione degli infortuni stradali, l'Associazione AiFOS organizza dunque mercoledì 19 ottobre 2016 dalle 14.00 alle 17.00, durante la manifestazione "Ambiente Lavoro" di Bologna (Sala Puccini - Pad. 36), il convegno "Cambia marcia: l'importanza della guida sicura per la tutela del lavoratore".

 

Il programma del convegno:

 

Apertura dei lavori

- Francesco Naviglio, Segretario Generale AiFOS

 

Interventi

- Mario Longo, Direttore Regionale INAIL Emilia Romagna, "Dati relativi agli infortuni in itinere e OT24";

- Simonetta Lo Brutto, dirigente della sezione di polizia stradale di Bologna, "Dati statistici" e cattive prassi alla guida";

- Demetrio Gilormo, Formatore AiFOS esperto di sistemi di gestione, "La ISO 39001";

- Nicola Corsano, Consigliere Nazionale AiFOS e Alfredo De Dominicis, ingegnere, pilota di rally e istruttore, "L'importanza della formazione per la guida sicura";

- Agostino Alberghino, HXR event, "La sicurezza degli autotrasportatori";

- Maurizio Verini, ex pilota e istruttore di guida sicura, "L'esperienza dei rally al servizio della sicurezza"; 

- Pierluigi Innocenti, Presidente ASSIREM, "La corretta gestione del sonno per la prevenzione dei rischi".

 

Ricordiamo che anche se il convegno è gratuito (previo pagamento della quota d'ingresso ad Ambiente Lavoro), per poter partecipare è necessario iscriversi.

 

L'incontro è valido per il rilascio di n. 2 crediti di aggiornamento per la figura di formatore alla sicurezza (area tematica 2 rischi tecnici) e per RSPP/ASPP.

 

Il link per avere informazioni e iscriversi all'evento:

http://aifos.org/home/eventi/fiere/ambiente_lavoro_2016_int/eventi_ambiente_lavoro_2016/cambia-marcia

 

Al 17° salone della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro AiFOS sarà presente anche con uno stand espositivo (Padiglione 36 Stand E26) dedicato ai soci, alle aziende, ai CFA (Centri di Formazione AiFOS) e a tutti coloro che vogliano conoscere le attività di questa attiva realtà associativa.

 

 

Per informazioni:

Direzione Nazionale AiFOS: via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia - tel.030.6595031 - fax 030.6595040 www.aifos.it - convegni@aifos.it   

c/o Ambiente Lavoro: Padiglione 36 Stand E26

 

 

06 ottobre 2016

 

 

Ufficio Stampa di AiFOS

ufficiostampa@aifos.it

http://www.aifos.it/

Se non vedi la newsletter, clicca qui

Capol di Latina. Olive da mensa e Olio extravergine Oliva di qualità: consegnati gli attestati ai nuovi Assaggiatori

Si sono conclusi i due corsi organizzati dal Capol di Latina. I primi a ricevere il certificato sono stati i 25 iscritti al Corso per Assaggiatori e Analisi Sensoriale delle Olive da Mensa, novità assoluta nel panorama della provincia pontina. Dopo di loro hanno ricevuto la pergamena i 20 che hanno superato il Corso di secondo livello per Assaggiatori degli oli di oliva vergini ed extravergini, con le consuete 20 sedute di assaggio certificate, utili all'iscrizione all'Elenco Nazionale dei Tecnici Assaggiatori di Oli di Oliva Vergini ed Extravergini.


Si sono conclusi in questi giorni con la consegna degli attestati di partecipazione i due corsi organizzati dal Capol di Latina, nell'ambito delle sue annuali attività di formazione. I primi a ricevere il certificato sono stati i 25 iscritti al Corso per Assaggiatori e Analisi Sensoriale delle Olive da Mensa, novità assoluta nel panorama della provincia pontina, ospitato dalla Fondazione Bio Campus di Latina presso l'IISS San Benedetto e volto alla conoscenza delle tecniche di preparazione merceologica e di valutazione sensoriale delle olive da tavola.


La cerimonia finale è stata officiata dal Capo Panel del Capol Latina, Luigi Centauri; dall'Ass.re alle AA.PP. del Comune di Latina, Felice Costanti; dal Pres. della Fondazione Bio Campus, Pierpaolo Pontecorvi; dal Pres. del Consorzio per la Tutela dell'Oliva di Gaeta D.O.P., Maurizio Simeone. Le lezioni sono state tenute dagli esperti: dott. Giulio Scatolini, dell'Università dei Sapori di Perugia; prof.  Maurizio Servili, dell'Università degli Studi di Perugia; dott. Federico Mariotti, del 3° Parco Tecnologico Alimentare dell'Umbria; Agronomi Dott. Tommasino Noviello e Dott. Alberto Bono.

Dopo di loro hanno ricevuto la pergamena i 20 che hanno superato il Corso di secondo livello per Assaggiatori degli oli di oliva vergini ed extravergini, con le consuete 20 sedute di assaggio certificate, utili all'iscrizione all'Elenco Nazionale dei Tecnici Assaggiatori di Oli di Oliva Vergini ed Extravergini effettuate presso il Consorzio Industriale di Latina. In questo caso sono state formate figure altamente qualificate nella selezione degli oli da olive  e capaci di valorizzare sapientemente l'Extravergine d'Oliva di qualità.

Costoro hanno ultimato il percorso presso l'Hotel Europa di Latina con la degustazione guidata di oli extravergine d'oliva DOP Colline Pontine e DOP Umbra, ottenuti rispettivamente dalle cultivar Itrana e Moraiolo, abbinati a piatti tipici pontini ed umbri. Una serata impreziosita dalla presenza dei 15 oli certificati DOP Colline Pontine della campagna olearia 2015/2016. Oltre a Luigi Centauri, Giulio Scatolini e Maurizio Servili, erano presenti il Presidente della LILT di Latina, dott. Alessandro Rossi, e il prof. Eugenio Lendaro del Polo Pontino Università La Sapienza.

Soddisfatto il Presidente del Capol di Latina Luigi Centauri – "L'ampia adesione ad entrambe le iniziative conferma l'elevato spessore formativo che l'associazione garantisce agli assaggiatori di olio vergine di oliva. La sperimentazione per gli assaggiatori di olive da mensa verrà riproposta in futuro perché puntiamo a fornire agli olivicoltori pure le competenze necessarie a valorizzare al massimo le produzioni di olive da mensa derivanti dalla cultivar Itrana, anche in conseguenza del riconoscimento della D.O.P. Olive di Gaeta, protetta transitoriamente a livello nazionale."

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota