Cerca nel blog

sabato 15 ottobre 2016

RIONE DEI LIBRI

A.A.A CERCASI LIBRI DI POESIA

 

 Cari amici poeti, lettori e amanti della poesia, 

 nell'ambito dell'iniziativa

                              

            Esquilino - Rione dei Libri

 

abbiamo realizzato un punto di incontro per la poesia dove sarà possibile consultare, prendere, scambiare, donare libri, organizzare letture e creare eventi per festeggiare la Poesia.

 

Volete aiutarci? I libri di poesia si possono portare alla Libreria Pagina 2 (ex Orientalia) via Cairoli 63

 

(Orari: Martedì- venerdì 9.30-13; 15.30-19;  

Lunedì 15.30-19;

sabato 10-13;  16-19)

  

BUONA POESIA a tutti!

 

 

Insieme a questo appello vi mandiamo la nuova locandina dei Punti libro a Esquilino. Ci sono 3 nuovi punti a cui diamo il benvenuto:

la Asl di via Luzzatti 8 (punto in allestimento) , la libreria Pagina 2 (ex Orientalia) di via Cairoli 63 dove abbiamo creato il Punto poesia e lo Studio Pilates di via Mecenate 22c per libri su alimentazione e benessere. Il Bar letterario di via Boiardo purtroppo ha dovuto chiudere.

Venite a prendere e portare i libri!

 

Eli

 

Se non volete più ricevere comunicazioni per favore mandateci una mail

 


Global Power, San Pietro di Morubio 100 per cento Energia Verde

San Pietro di Morubio riceve il primo attestato sulle energie rinnovabili è il «100 per cento Energia verde», con verifica di Global Power Spa. Il Comune utilizza infatti energia verde, certificato ai sensi della delibera dell'Autorità per l'Energia elettrica e il gas. Insomma, l'uso di energia per illuminare il paese e gli edifici pubblici proviene tutta fonti rinnovabili. Un traguardo importante che è stato raggiunto aderendo, nel 2013, al consorzio CEV, diretto da Gaetano Zoccatelli, ente impegnato ad acquistare e a fornire energia elettrica solo da fonti rinnovabili.

Triplo riconoscimento per il Comune di San Pietro di Morubio che ha appena ottenuto la certificazione di Comune virtuoso per l'uso di energie rinnovabili, il primo premio nella categoria dei capoluoghi fino a 10 mila abitanti come Comune riciclone secondo la classifica di Legambiente e una targa a Roma, a Villa Borghese, consegnata al presidente Esa-Com, Maurizio Dusi. Esa-com è la ditta che gestisce la raccolta rifiuti in paese ed è stata premiata quale «esempio di ordinaria e buona gestione, per la qualità del servizio e l'eccellenza dei risultati raggiunti da comuni gestiti».

Il primo attestato sulle energie rinnovabili è il «100 per cento Energia verde», con verifica di Global Power Spa, e firma del suo presidente, Nicola Gasparoni, dove sta scritto che San Pietro di Morubio utilizza energia verde, certificato ai sensi della delibera dell'Autorità per l'Energia elettrica e il gas. Insomma, l'uso di energia per illuminare il paese e gli edifici pubblici proviene tutta fonti rinnovabili. Un traguardo importante che è stato raggiunto aderendo, nel 2013, al consorzio CEV, ente impegnato ad acquistare e a fornire energia elettrica solo da fonti rinnovabili. Attività, questa, fondamentale, secondo la Commissione Europea, per il raggiungimento dell'obiettivo «20-20-20», ovvero, entro il 2020, ridurre le emissioni di gas serra del 20%, alzare al 20% la quota di energia prodotta da fonti rinnovabili e portare al 20% il risparmio energetico.

Con l'attestato, anche la tabella che riassume i dati dei consumi di San Pietro dal 2013 a metà 2016, dai quali risulta un rifornimento totale di 1.973.612 kwh avvenuto al 100 per 100 da energie rinnovabili.
Il tutto ha permesso un risparmio di 924 tonnellate di CO2 immesse in atmosfera, ovvero oltre 300 all'anno. Targa e diploma sono affissi in municipio. RO.MA.

FONTEL'Arena


Comunicato: Un nuovo polo di riferimento tutto vicentino Barausse e Diquigiovanni

 

COMUNICATO STAMPA

 

BARAUSSE E DIQUIGIOVANNI Porte e Finestre sotto lo stesso tetto

Un polo di riferimento tutto vicentino

 

Barausse SpA, storica azienda vicentina produttrice di porte interne e Diquigiovanni Srl, tra i leader nazionali nella realizzazione di serramenti, hanno annunciato, solo pochi mesi fa, un importante progetto imprenditoriale, focalizzato alla creazione di una piattaforma commerciale comune. L’intento è quello di valorizzare la produzione Made in Italy, in questo caso tutta vicentina, per sviluppare il mercato nazionale e internazionale, dando un’offerta completa e di qualità alla clientela.

Questa sinergia aziendale prende forma anche a Vicenza e venerdì 14 ottobre alle 18 in viale Diaz le due aziende inaugurano il primo showroom in città. L’apertura di questa importante vetrina fa seguito al successo commerciale di un’analoga struttura inaugurata a Trento e ai due showroom aziendali in provincia di Vicenza. Ulteriori showroom diretti saranno inaugurati in Italia durante l’anno, precisamente ad Ancona e Milano, mentre altri apriranno nel prossimo triennio.

Il progetto, legato allo slogan Porte e Finestre sotto lo stesso tetto, si fonda sull’integrazione delle reti commerciali in tutta Italia, sul consolidamento delle strutture estere, ad Accra in Ghana e a Mosca in Russia, oltre ad avviare importanti collaborazioni in altre aree geografiche del mondo.

Diquigiovanni, acquisita da Casa Palladio Srl all’inizio di quest’anno, ha quale amministratore unico il vicentino Paolo Tosti con i soci Nazareno Barausse e Lodovico Lorigiola. La partecipazione di Nazareno Barausse e la sinergia con Barausse SpA, guidata dal nuovo AD Natascia Nicolin, consolidano il legame delle due aziende e gli obbiettivi condivisi. 

“Vogliamo realizzare un piano organizzativo che partendo dal dinamismo creativo e produttivo di due aziende affini per merceologia e per filosofie distributive, dia valore aggiunto all’azione commerciale, aggressiva nel mercato interno ed organizzata nei mercati esteri, grazie alle diverse esperienze che le due aziende hanno sin qui maturato” commenta Natascia Nicolin, AD di Barausse S.p.A..

“Lavoriamo sulla continua ricerca di qualità del prodotto ma anche del servizio e dell’assistenza nonché sull’individuazione di potenziali mercati di sbocco. Sono convinto che la nostra offerta si distingua  proprio per questi plus e per lo stile del Made in Italy che è un riferimento in tutto il mondo; nostro dovere è  promuoverlo e valorizzarlo. Creare sinergie commerciali e di collaborazione, significa poter fornire un servizio migliore ad un prezzo molto competitivo e quindi consolidare e sviluppare rapporti duraturi con il cliente” conclude Paolo Tosti, Amministratore Unico di Diquigiovanni S.r.l..

Barausse e Diquigiovanni dedicheranno sabato 15 ottobre dalle 9 alle 18.00 all’Openday del nuovo showroom di Viale Diaz abbinando anche l’importante iniziativa di Fabbriche Aperte, che darà libero accesso al pubblico non solo ai due showroom aziendali di Monticello Conte Otto e Castelgomberto ma anche alle sedi produttive, sotto la sapiente guida dei tecnici specializzati delle due aziende.

 

Ufficio Stampa Studio MeMo Monya Meneghini dir. 338.8166555 ufficiostampa@studiomemo.net

 

Giulianello di Cori: menzione speciale per il prototipo di Grattacielo Ecosostenibile Farmduepuntozero dei fratelli Acciarito

Lo zampillo d'acqua che diventa architettura intelligente ideato dallo Studio di Architettura Atelier Creativo Acciarito è stato premiato nella sezione Ricerche del Premio Architettura & Paesaggio nell'ambito del I Seminario Internazionale 'La forma dell'acqua' di Reggio Calabria.

Lo Studio di Architettura Atelier Creativo Acciarito di Giulianello di Cori ha ottenuto una menzione speciale nella sezione Ricerche del Premio Architettura & Paesaggio nell'ambito del I Seminario Internazionale 'La forma dell'acqua' organizzato dall'Ordine degli Architetti PPC della provincia di Reggio Calabria, con il patrocinio del Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori e del Consiglio della Regione Calabria. Le premiazioni si sono svolte mercoledì 12 Ottobre a Reggio Calabria presso la sala 'Federica Monteleone' del Palazzo Campanella, sede del Consiglio Regionale della Calabria.

Il riconoscimento è stato attribuito al prototipo di Grattacielo Ecosostenibile ideato da Alessio ed Emanuel Acciarito. Lo zampillo d'acqua che diventa architettura e si erge nello spazio in maniera intelligente è una sintesi di identità, tecnica e design che affida alla forma dell'acqua un messaggio sociale ed ecologico, di efficienza e sostenibilità, in sintonia con la Smart City Green del futuro. Una struttura costruita con tecniche in grado di migliorare la qualità della vita, diminuire lo spreco, incentivare il recupero, il risparmio, il riutilizzo e l'educazione culturale sul comune buon uso dell'acqua.

Il lavoro, iniziato in sede di laurea alla Facoltà di Architettura dell'Università degli Studi di Roma La Sapienza, è inserito nel più ampio progetto pilota di rigenerazione urbana 'Farmduepuntozero', che punta su bioarchitettura, bioedilizia e bioclimatica per una innovativa progettazione integrata di architettura ecosostenibile e sempre più attenzionato dagli ambienti accademici e da enti come la Regione Lazio, dove è in lizza per il contest 'Lazio Creativo', e Bic Lazio Spazio Attivo Colleferro che lo ha inserito in uno specifico percorso di affiancamento, denominato 'Start up Validation Open Lab'.

"Siamo onorati di questa menzione speciale dedicata alla ricerca – commentano i fratelli Acciarito - Per noi la ricerca è il punto di partenza per riflettere su come intervenire sui territori, integrando il progresso con la salvaguardia di identità e storia. L'Italia ha un territorio 'risorsa' inestimabile sul quale non si può mettere mano senza prima aver meditato abbastanza con la ricerca, il progetto e la sperimentazione. Ricevere questo premio ci riempie di gioia e allo stesso tempo ci responsabilizza sempre di più nel nostro percorso professionale".

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

venerdì 14 ottobre 2016

MUSIC JUMP FESTIVAL SI È CONCLUSA L’8 OTTOBRE A FOGGIA L’ULTIMA EDIZIONE DEL JUMP MUSIC FESTIVAL

 
 
Vito Coccia è stato proclamato vincitore di quest’anno, secondi e vincitori del premio della critica i Tavola 28, terza classificata Aurora Corcio.
 
 
 
 
Music Jump Festival è un music contest organizzato da Musikomio, studio di registrazione e factory musicale, con il patrocinio del Comune di Foggia.
Band e cantanti provenienti da tutta Italia si sono esibiti e sfidati durante il concorso canoro che ha portato il vincitore, Vito Coccia che ha presentato il singolo “Ci rincontriamo”, ad aggiudicarsi un contratto artistico, la produzione di un singolo e di un videoclip, una promozione radiofonica e la presentazione al prossimo Festival di Sanremo. La manifestazione canora è stata presentata dallo speaker di RTL Fernand Proce, accompagnato per l’occasione da Francesca Iagulli e Raffaella Campagna. Presenti in giuria protagonisti di spicco del panorama discografico italiano: da Stefano Senardi, all’avv. Leopoldo Lombardi, da Davide Benetti a Carlo Costanzo.
Come nelle scorse edizioni invece, il patron della serata è stato Fausto Leali che ha consegnato il premio della critica ai Tavola 28, duo rap innovativo che ha infiammato il Teatro del Fuoco di Foggia (che ha fatto da cornice all’evento) riuscendo a conquistare anche il secondo posto in classificaTerzo posto aggiudicato da Aurora Corcio che con il brano di Arisa “La notte”, cantato in solo con l’accompagnamento della sua chitarra acustica, ha emozionato tutti nella sua personalissima interpretazione.
 
 
 
Ospiti della serata la Musicomio Band (vincitori della precedente edizione) che ha presentato l’ultimo singolo “Condividimi”.
 
 
Contatti e social
 

Atlantic: Comfort termico- dinamismo - design al servizio del cliente


Atlantic si propone al mercato italiano con un vasto assortimento di soluzioni nell'ambito del riscaldamento, climatizzazione, ventilazione e acqua calda sanitaria, forte della specializzazione dell'omonimo Gruppo, leader francese indiscusso  nel comparto multi energia. Il Gruppo Atlantic, primario produttore francese di apparecchiature per il confort termico HVAC (riscaldamento, ventilazione, acqua calda sanitaria, condizionamento)  è articolato su 20 stabilimenti  distribuiti tra diversi paesi europei più due unità produttive situate in paesi extra europei (Egitto e Thailandia) e impiega circa 5.900 dipendenti distribuendo i propri prodotti in oltre 70 nazioni attraverso 19 sedi commerciali europee.

La sinergia di queste competenze ha portato il Gruppo a fregiarsi di una professionalità ambiziosa e unica sul mercato, che ambisce ad essere la migliore referenza per il cliente a cui offre soluzioni altamente personalizzate.

I caratteri distintivi dell'intera produzione Atlantic riguardano un'efficienza superiore di tutti i prodotti grazie alle straordinarie prestazioni ottenute da apparecchi costruiti secondo i piu' elevati standard qualitativi; un dinamismo nell'interpretazione delle esigenze latenti della clientela che trova conferma nella pronta applicazione di ogni nuova proposta,  una modernità di stile che impreziosisce  ogni tipo di arredamento.

Contraddistinguono l'azienda un'affinità fondata sulla disponibilità, passione e condivisione di idee ed una piena accessibilità basata sulla chiarezza, sull'assistenza tecnica e sul continuo supporto alla clientela.

Da oltre 40 anni il marchio Atlantic, grazie al sostegno del Gruppo Atlantic, ha focalizzato la propria priorità sul processo di innovazione. Il Gruppo Atlantic reinveste circa il 4% del proprio fatturato in Ricerca e Sviluppo, per migliorare costantemente il rendimento dei processi termici, migliorare le performance tecniche in materia di benessere ed individuare le soluzioni più competitive.

Il comfort termico, componente  essenziale per il nostro benessere, rappresenta anche un'importante questione sociale, con la necessità di bilanciare le economie di spesa con questioni ambientali e di salute. Il Gruppo Atlantic è ben consapevole che la scelta di una soluzione termica rappresenta per l'utilizzatore finale il confrontarsi con una serie di domande spesso difficili da capire come le scelte dell'energia, le specifiche tecniche, la dimensione ecologica, il costo d'investimento e il suo rendimento,  con interrogativi inseriti in un contesto la cui tecnologia si evolve molto rapidamente. Inoltre, le soluzioni individuate da Atlantic attraverso i propri installatori conciliano questi aspetti con le priorità rappresentate da bisogni quali massima sicurezza, semplicità di utilizzo, economia nell'uso e longevità dei prodotti.

L'energia è stata la materia prima che il Gruppo Atlantic ha voluto valorizzare e trasformare in benessere e comfort  durevole, grazie alla creazione di soluzioni di confort termico eco-performanti, accessibili a tutti e adatte ad ognuno. La gamma dei prodotti, l'assortimento dei marchi e il senso del servizio fanno di Atlantic cuna realtà produttiva e commerciale capace di fornire soluzioni in grado di soddisfare le esigenze e le aspettative di tutti, con la creazione di soluzioni di comfort termico che siano ecologicamente efficienti, accessibili ed adatte alle esigenze individuali.

Atlantic ha implementato una strategia social per essere ancora più vicino a tutti i consumatori che potranno scegliere il brand in autonomia: sia l'utente finale che l'installatore saranno così in grado di trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

 

ATLANTIC ITALIA

YGNIS ITALIA

Via Lombardia 56

21040 CASTRONNO (VA)

Tél. (00 39) 0332 895240

Fax. (00 39) 0332 893063

http://www.ygnis.it

http://www.atlantic-comfort.it

Twitter: @AtlanticItalia - Facebook: Atlanticitalia - Instagram: atlanticitalia

Twitter: @ygnisitaly - Facebook: Ygnisitalia l'evoluzione del sapere - Instagram: ygnisitalia

Ripa di Porta Ticinese, 39
20143 - Milano  

www.studiobinaschi.it

Linea Explorer di Atlantic, i bollitori per acqua calda sanitaria equipaggiati con pompa di calore.

Atlantic Italia, da oltre 40 anni partner ideale dei professionisti dell'installazione nel mercato europeo, si presenta al settore termoidraulico italiano con un vasto assortimento di soluzioni per riscaldamento, climatizzazione, ventilazione e acqua calda sanitaria, forte della specializzazione del proprio Gruppo nel comparto multi energia.

Atlantic Italia è fortemente impegnata e coinvolta nell'operatività degli installatori che, dopo un'attenta valutazione dei fabbisogni espressi dal cliente,   consigliano alcune possibili soluzioni, sempre supportati dall'Azienda, che mette a disposizione il proprio Know How attraverso il sito, dettagliati cataloghi e schede tecniche e la disponibilità di prodotti distribuiti capillarmente presso rivenditori qualificati.

Per agevolare il lavoro sul campo degli installatori, i prodotti Atlantic si differenziano anche per la facilità di installazione, che risulta facile e veloce. Alla prima accensione, che può avvenire autonomamente o con il supporto del produttore (ai professionisti viene sempre garantita una assistenza telefonica in qualsiasi fase dei lavori) segue la fase di acquisizione dei dati per il libretto di impianto.

Tra le soluzioni di comfort termico eco-performanti, Atlantic presenta Explorer, il bollitore termodinamico con pompa di calore che utilizza il calore latente dell'aria ambiente per produrre acqua calda sanitaria, permettendo così di conseguire sostanziali risparmi nei consumi elettrici.

Praticamente, Explorer rappresenta l'evoluzione ecologica degli scaldacqua tradizionali ed è adatto al fabbisogno di acqua calda sanitaria di una famiglia fino a 6 persone. L'assortimento prevede 4 modelli di capacità da compresa tra 200 e 270 litri, equipaggiati o meno con serpentina.

Tra i punti di forza di Explorer spiccano la facilità d'utilizzo e l'interattività: oltre alla nuova plancia comandi, semplice ed intuitiva è possibile comandare il funzionamento a distanza del bollitore tramite la App COZYTOUCH (disponibile per iOS e Android.)

Explorer è inoltre pienamente compatibile con l'impianto fotovoltaico: quando viene prodotta energia elettrica la pompa di calore si posiziona al massimo regime, per accumulare più acqua calda sanitaria possibile.

Durante l'installazione, ma anche nel post-vendita, qualora si evidenziasse qualsiasi problema, Atlantic è sempre a disposizione degli installatori, offrendo la massima agevolazione di contatto, anche attraverso linee dedicate.

Atlantic conta molto sulla soddisfazione dei propri installatori, mantenendo il contatto con essi anche attraverso i Social Media.

 

ATLANTIC ITALIA

YGNIS ITALIA

Via Lombardia 56

21040 CASTRONNO (VA)

Tel. (00 39) 0332 895240

Fax. (00 39) 0332 893063

http://www.ygnis.it

http://www.atlantic-comfort.it

Twitter: @AtlanticItalia - Facebook: Atlanticitalia - Instagram: atlanticitalia

Twitter: @ygnisitaly - Facebook: Ygnisitalia l'evoluzione del sapere - Instagram: ygnisitalia

 

Ufficio Stampa Studio Binaschi

Ripa di Porta Ticinese, 39 – 20143 Milano (MI)

www.studiobinaschi.it

 



PERCORSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE - LE AZIENDE RACCONTANO LA PROPRIA ESPERIENZA

Roma, ottobre 2016 – Il prossimo 19 ottobre Cuneo sarà protagonista della tappa del Roadshow “Italia per le Imprese, con le PMI verso i mercati esteri”.

Un territorio che rappresenta una solida realtà, economica e produttiva, forse non sempre al centro dei riflettori. Cuneo, con un valore delle esportazioni nel 2015 superiore ai 7 miliardi di euro, si è infatti confermata la seconda provincia esportatrice del Piemonte dopo Torino, generando il 15,4% del valore delle vendite regionali all’estero. Tra i settori più vivaci, gli alimentari, la meccanica; apprezzabili i risultati nel settore della ricettività turistica che vede tutti gli indicatori positivi.

 

A riprova della vivacità e della poliedricità del tessuto produttivo, alcune  testimonianze ci arrivano da imprenditori che rappresentano settori molto diversi fra loro, ma ugualmente accomunati da una visione di sviluppo che le proietta in una dimensione sovranazionale.

 

Il Gruppo Bottero è leader a livello mondiale per l’impiantistica nel vetro, una realtà che si articola in due società, la Bottero e la Cometto; entrambe a grande vocazione internazionale.

Oggi il catalogo dell’offerta Bottero va dalle singole macchine di lavorazione della lastra di vetro fino ai grandi impianti, la Cometto di Borgo San Dalmazzo, invece, opera su scala mondiale nei mezzi per trasporti eccezionali ed è attiva in progetti speciali nel campo dell’aerospaziale e della difesa.

Nel corso degli anni la società è cresciuta e ha conquistato la fiducia di circa 5000 clienti in 90 paesi; a supporto di tale presenza, la Bottero si è dotata di una rete commerciale capillare con filiali nei vari mercati di riferimento ed una unità produttiva in Cina.

 

“La chiave di questi successi è la capacità di accettare e rispondere alle sfide tecnologiche più avanzate” ha commentato l’ing. Lanfranco.

“In questi ultimi anni la competizione globale si è fatta molto accesa: in molti casi non basta più offrire il prodotto, ma è necessario sostenere l’offerta con un pacchetto finanziario. Così fanno i nostri concorrenti esteri (in maggior parte tedeschi) e così dobbiamo fare noi: in questo contesto, il Gruppo Bottero ha trovato un valido supporto in SACE, la società del Gruppo Cassa depositi e prestiti che sostiene la competitività delle imprese italiane nel mondo.”

 

Supporto che è andato sempre più crescendo negli ultimi anni fino a formare una sorta di team interfunzionale tra il management Bottero e la presenza continua e dedicata nelle sedi di Torino e di Milano di SACE, sia per l’analisi di fattibilità preliminare delle opportunità sia per la successiva strutturazione delle operazioni. La possibilità di offrire un pacchetto completo sia sotto il profilo tecnico che finanziario è stata in molti casi, fondamentale per vincere la concorrenza straniera.

 

“Recentemente la società Bottero si è proposta anche come coordinatrice di grandi progetti nell’industria vetraria, fornendo assistenza di processo al cliente e organizzando la fornitura tecnologica delle società della filiera tecnica” ha proseguito l’ing. Lanfranco.

“E’ il caso del progetto di una nuova vetreria, in Turchia, dove la Bottero è stata “main contractor” del processo tecnologico, coordinando tutti i fornitori specialistici dei vari segmenti del processo di formatura delle bottiglie. 

SACE ha supportato con costante presenza questa iniziativa complessa e rilevante, con un “corporate finance” di circa 50 milioni di euro. Continuando in questa cooperazione di project  financing, la Bottero e la SACE sono oggi impegnate in un progetto con una logica similare, seppur di entità inferiore: l’ampliamento di una linea di produzione di bottiglie in Cina per un ammontare di circa 16 milioni di euro.” 

 

“Anche ICE sostiene da anni le aziende produttrici di macchine per la lavorazione del vetro, tramite l'Associazione di settore GIMAV. Il supporto alle imprese viene erogato in molteplici forme, e segnaliamo in particolare l'organizzazione delle collettive italiane presso le principali fiere internazionali, cui Bottero partecipa con soddisfazione”, ha concluso l’ing. Lanfranco.

 

Matteo Ferraris ci ha parlato di Oro Trend, azienda nata nel 1980, che produce gioielli di alta gamma, completamente fabbricati in Italia, caratterizzati da una personalità unica che li rende assolutamente riconoscibili: “La nostra realtà aziendale è da sempre votata all'esportazione, a causa dei prodotti di gioielleria esclusivi e dal design molto particolare; per le collezioni di alta gioielleria i riscontri sono da sempre maggiori all'estero.”

“Oggi, alle fiere - da sempre nostro punto di riferimento - come Vicenza, Basilea (in passato), Qatar – abbiamo affiancato altre manifestazioni, soprattutto nei mercati che si sono consolidati nell'ultimo quinquennio nel Far East. Abbiamo aggiunto le due manifestazioni di Hong Kong, Singapore, Las Vegas, Dubai-Vod, dove ci rechiamo costantemente da oltre tre anni e quest'anno inseriremo due nuovi eventi, ovvero JIS Miami e la fiera del Bahrein a fine novembre. Collaboriamo attivamente con ICE Agenzia alla quale ci appoggiamo per quattro eventi fieristici, con Unioncamere, con il Centro Estero per l'internazionalizzazione e siamo iscritti a Confindustria.” 

Il bilancio di questi sforzi è positivo,  ha terminato: “Considerando la congiuntura economica, non troppo positiva a livello globale, che ha coinvolto negli ultimi due anni anche il mercato cinese, personalmente mi ritengo moderatamente soddisfatto dei risultati raggiunti. Guardando le statistiche, cinque dei sei più importanti nuovi clienti acquisiti e fidelizzati sono il risultato delle nuove fiere inserite negli ultimi tre anni.”  

 

Titafarma srl, realizza prodotti cosmetici e salutistici, al 100% con risorse Italiane.

“La nostra società ha avviato la costituzione di un ufficio di rappresentanza a Singapore per affrontare il mercato asiatico; abbiamo avuto contatti con ICE e con Camera di Commercio Italiana a Singapore” ha dichiarato Guido Tomatis. “Abbiamo riscontrato una fattiva collaborazione, indispensabile in fase di startup e conoscenza del mercato locale”.

 

Per crescere, occorre internazionalizzarsi, il mercato interno oggi non è sufficiente: come affrontare questa sfida? Da dove iniziare?

 

A raccontarcelo è Francesco Arlorio - Finance & Accounting Department delle Dentis S.r.l. Nata nel 1987 è specializzata nel recupero del PET.

“L’azienda, dopo aver avuto un percorso di crescita sul mercato interno, acquisendo la leadership su qualità e prodotto, ha allargato la sua visione sul mercato europeo; abbiamo identificato in Spagna una società già leader di mercato del nostro stesso settore che, a causa di un processo di acquisizione condotto da un fondo di investimento in modo errato, si trovava in difficoltà finanziaria e l’abbiamo rilevata.”

E’ importante anche saper scegliere gli strumenti giusti: “Oltre a mezzi propri abbiamo utilizzato SIMEST che, attraverso un aumento di capitale effettuato sulla società estera, ci ha consentito di reperire ulteriori fondi per sostenere l’acquisizione e successivi investimenti strumentali. A oggi, a distanza di quattro anni, la società spagnola ha più che raddoppiato il fatturato e consolidato la leadership nella penisola iberica per volumi di imballaggi in plastica avviati a riciclo, grazie ad importanti innovazioni tecnologiche.”

 

Non poteva mancare il contributo di un’azienda che opera nel settore agroalimentare: Tiziana Settimo è titolare dell’azienda vinicola Aurelio Settimo, da sempre fedele alla stessa filosofia, dare particolare attenzione alla qualità nel rispetto della tradizione.

“Abbiamo conquistato nuovi mercati, e stiamo cercando di continuare a farlo, attraverso strategie di marketing e la partecipazione a fiere che prevedono momenti di degustazione. Con quest’obiettivo,  abbiamo aderito ad associazioni che partecipano all’OCM vino. Principalmente ci stiamo avvalendo del supporto di ICE Agenzia, del Centro estero Alpi del mare e delle Associazioni OCM vino.

Auspichiamo nel breve termine di coronare i nostri sforzi, incrementare le vendite e fidelizzare i clienti su mercati export già esistenti.”

 

 

 

 

INVITO | "INNOCENTE" da John Grisham, 17<23/10 + EVENTO SPECIALE

Buongiorno,
nell'invitare a "Innocente", tratto dal romanzo di John Grisham, di e con Mirko D'Urso, in scena al Teatro Libero dal 17 al 23 ottobre,

segnalo EVENTO SPECIALE.conclusione della replica di domenica 23 ottobre. Saranno con noi per un incontro di approfondimento 

- Lucia Fiumberti, testimone diretta di un errore giudiziario, documentato nel film doc "Non voltarti indietro" di Francesco Del Grosso, co prodotto da errorigiudiziari.com e Own Air e

Donatella Massimilla, regista e direttrice artistica del CETEC, che da molti anni si occupa di teatro con le detenute di San Vittore, oltre che aver fondato un'associazione per il reinserimento lavorativo degli ex detenuti.

INNOCENTE

tratto dal romanzo di John Grisham


drammaturgia, regia e interpretazione Mirko D'Urso

assistente alla regia Ylenia Santo
light design Irradia SA
audio Nello Sofia
scenografia Giuseppe D'Urso
La produzione sconsiglia la visione dello spettacolo a minori di anni 16

Produzione Compagnia Officina Teatro


Cordialmente




--
Francesca Romana Lino

Ufficio Stampa
Teatro Libero - Milano
02/45497296 - 339/1865033

stampa@teatrolibero.it 
www.teatrolibero.it

giovedì 13 ottobre 2016

16 0tt0bre 2016 ore 17 per celebrare la XII Giornata del Contemporaneo - Via Prncipe Eugenio 40, int. 10



 

Oggetto: 16 0tt0bre 2016 ore 17 per celebrare la XII Giornata del Contemporaneo - Via Prncipe Eugenio 40, int. 10

 

Care amiche e cari amici,

per celebrare la Giornata dell'Arte contemporanea promossa da AMACI , eccoci al solito appuntamento annuale, ormai una consuetudine. Come potete vedere dall'invito allegato, la mostra sarà aperta dal 15 ottobre ma la serata speciale con performance di  poesia, teatro, musica – si terrà domenica  16 ottobre  a partire dalle ore 17. 

 

Spero di vedervi numerosi.  Se possibile, telefonatemi per indicare la vostra presenza, al fine di poter  migliorare la disponibilità di posti  a sedere.

 

Un grande abbraccio a tutti.

 

Leonella  

 

P.S. vi mando anche i link diretti per la mia pagina su Amaci e per quella del programma dell'evento

 

http://www.amaci.org/gdc/dodicesima-edizione/micro-macro

 

http://www.amaci.org/gdc/dodicesima-edizione/micro-macro-perfomance-di-poesia-musica-teatro




Encanto Public Relations, come i giornalisti utilizzano i social nel loro lavoro

"Audit Italian Press", l'indagine qualitativa dell'Istituto Ixè con il supporto di Encanto Public Relations su un campione di 50 giornalisti italiani, la fotografia di come utilizzano i social network nel loro lavoro rispetto ai loro colleghi americani (ricerca Cision). La ricerca a dicembre sarà riproposta ai 18 mila iscritti di Giornalistisocial.it

"Audit Italian Press", un'indagine qualitativa dell'Istituto Ixè con il supporto di Encanto Public Relations, la prima fotografia di come i giornalisti  utilizzano i social network nel loro lavoro.  L'anteprima dellaricerca, che a dicembre sarà riproposta ai 18 mila iscritti al portale Giornalistisocial.it, indaga 50 casi in Italia (che confrontiamo con un campione negli Stati Uniti e Canada raccolto da Cision), da cui emerge che i giornalisti intervistati utilizzano i social network in primis per promuovere il proprio lavoro (83% contro il 73% degli americani) e per costruire relazioni (54% contro il 73%). Solo in seconda battuta isocial vengono utilizzati per monitorare l'opinione pubblica (52% contro il 64%) e secondariamente per trovare storie (41% contro il 52%), verificare i fatti e approfondire (41%).

Le piattaforme più utilizzate sono Facebook (87%), YouTube (70%) e Twitter (67%), mentre si prevede una crescita di rilievo soprattutto di Instagram e Snapchat. Per il rapporto di Cision, è Periscope a farla da padrone in particolare perché consente di accedere a trasmissioni live quando altri mezzi non sono a disposizione.Il 50% dei giornalisti ritiene i social fonti di informazione affidabili con la maggior fiducia assegnata dagli utilizzatori di YouTube, Instagram (piattaforme largamente visual) e Twitter.Quasi univoca l'asserzione di pubblicare notizie verificate e complete (91%) piuttosto che inseguire lo scoop per essere i primi. Anche gli americani condividono questa posizione anche se una percentuale minoritaria ma più consistente che in Italia preferisce l'urgenza all'affidabilità.Le immagini e i video utilizzati dai professionisti sono in larga parte ricavati da banche dati a pagamento o gratuite online; seguono le fonti interne alle testate e solo infine la produzione propria. Il 25% dei giornalisti dichiara di utilizzare il materiale postato sui social.

Andrea Tortelli, giornalista professionista e fondatore di Giornalisti Social (www.giornalistisocial.it), la più grande comunità italiana di giornalisti sui social media con oltre 26 mila iscritti, interpellato su questi dati  spiega: "La situazione della professione è decisamente complessa e - come emerge dall'indagine - le contraddizioni sulla percezione del fenomeno social non mancano: da una parte cresce la consapevolezza che i social sono strumenti di promozione e autopromozione sempre più importanti, dall'altra in pochi hanno capito che la carta non può rappresentare il futuro, e che non rappresenta già più il presente. In questo contesto, la parte più conservativa è rappresentata, a mio avviso, da coloro che sono rimasti all'interno dei giornali e vedono con diffidenza il nuovo scenario del digitale, del mobile e dei social, guardando alla professione con una visione più tradizionale. Poi ci sono i colleghi che le garanzie del Contratto nazionale giornalistico le hanno perse o non le avranno mai, che interpretano il lavoro del giornalista in maniera più aperta, ma a volte contraddittoria, nella consapevolezza che - come indica anche una ricerca del Censis - oggi i social sono la prima fonte di informazione per la gran parte degli italiani. Questo contrasto si evidenzia anche negli spazi on line che gestisco - come il gruppo Giornalisti italiani su Facebook, con i suoi 18mila iscritti - in cui il dibattito è talmente acceso da sfiorare la rissa verbale su alcuni temi".Inoltre nelle 2 indagini viene evidenziata la tendenza dominante nell'industria editoriale in merito alla compatibilità dei format della testata con gli smartphone (54%), convinti della fruizione di notizie da parte del pubblico tramite apparecchi mobili. Segue la necessità di offrire contenuti multimediali (41%), per raggiungere il target  "always on" che ha bisogno di una molteplicità di canali.

Sul futuro dell'advertising, ne individuano il futuro nella forma "native" mentre gli americani sono nel 47% dei casi  neutrali (e il 28% negativi).Il rapporto fra giornalisti e professionisti della comunicazione non ha subito modifiche per il 48% degli intervistati che continuano a fidarsi in egual misura, mentre per gli americani non è cambiato per il 66% degli intervistati.Il 25% dei giornalisti italiani dichiara di fidarsi dei professionisti meno che in passato e il 20% invece ha aumentato la fiducia.Per quel che riguarda i materiali, la preferenza è sempre per il tradizionale comunicato stampa, seguito da immagini/video/sondaggi, dati, studi che facilmente possano essere "notiziati". Resta la posta elettronica il canale di comunicazione migliore perché offre un testo già completo e composto a uso del giornalista.E' pari al 43% la percentuale di giornalisti che dichiara di sentirsi, in alcune occasioni, obsoleto e poco al passo con i tempi. Curiosamente, il dato non sembra correlato all'età. Probabilmente la sicurezza professionale dei giornalisti di "lungo corso" consente loro di percepirsi adeguati anche e nonostante la rapidità delle innovazioni tecnologiche che trasformano inevitabilmente la professione.

Il giornale cartaceo sembra avere ancora lunga vita per gran parte del campione: il 35% si dichiara sicuro che ci sarà ancora fra 10 anni, un ulteriore  48% ritiene che sia probabile. Tuttavia, il 61% deigiornalisti italiani non consiglierebbe ad un giovane di intraprendere la carriera di giornalista.

Per informazioniEncanto Public Relations – tel. 02 66983707Veronica Carminati –veronica.carminati@encanto.biz – cell. 334 3782823

CLEARCO A G! COME GIOCARE: TRE GIORNI DI GIOCO ININTERROTTO ATTESI UN INTERO ANNO DA TANTISSIMI BAMBINI

Dal 18 al 20 novembre 2016, dalle 10 alle 20, presso il Polo Fieristico Fieramilanocity, Clearco sarà presente a G! COME GIOCARE, la manifestazione fieristica che realizza il sogno di grandi e piccini.

I più piccoli potranno giocare ininterrottamente con i propri coetanei e provare centinaia di giochi diversi mentre le famiglie potranno acquistare i prodotti direttamente in fiera, togliendosi con un po' d'anticipo il pensiero dei regali di Natale.

Gli eventi in programma presso lo stand Clearco sono:

TOPMODEL DESIGN STUDIO

durante tutti e tre i giorni della manifestazione, le bambine avranno a disposizione i cartamodelli della linea creativa e tutto ciò che può essere utile (pastelli, pennarelli, matite, strass, colla colorata, finti tessuti) per la realizzazione di fantastici look e creare liberamente in uno spazio allestito ad hoc i vestiti dei loro sogni!

Nelle giornate di sabato e domenica, alle bambine che sottoscriveranno un abbonamento alla rivista Top Model sarà regalata una T-Shirt Top Model

 

Plus Plus ®

Durante la manifestazione tutti i bambini, grandi e piccini, potranno divertirsi con le costruzioni coloratissime, divertenti e creative utilizzando i tavolini messi a loro disposizione in uno spazio allestito ad hoc.  Questo nuovo sistema di costruzioni, prodotto in Danimarca, permette ai bimbi di sviluppare le proprie capacità attraverso la combinazione di forme e colori.

Plus-Plus® è disponibile in due dimensioni e tre varianti di colori:

MINI in 10 colori base, 6 colori neon e 6 colori pastello. MIDI in 8 colori base e 6 colori pastello.

Clearco presenterà inoltre le linee che si troveranno a Natale nei punti di vendita, tra cui Heart&Home, Fizzy Moon, Dabba Walla e Ben Bat con i suoi biglietti augurali, tazze, zaini e articoli per la sicurezza dei bambini. 

La Clearco s.r.l. è una società specializzata nella distribuzione di articoli da regalo, peluche e prodotti da acquisto d'impulso. Distribuisce, in esclusiva per l'Italia, i prodotti di importanti aziende di livello mondiale quali Plus-Plus ,Depesche, Paper Island, Keel Toys, History&Heraldry , Fizzy Moon , Benbat e Dabbawalla

Manca poco all'evento più atteso da bambini e famiglie: G! COME GIOCARE.

Partecipare è una festa per tutti

Clearco Srl – Via Pontescuro, 2 – 80061 MASSA LUBRENSE (NA) Tel. 081 808 10 05

                                                           www.clearco.it- www.clearcohome.it

 

Ufficio Stampa Studio Binaschi ® 

Ripa di Porta Ticinese 39

20143 Milano

Tel. +39 02 36699126

www.studiobinaschi.it

 

Ripa di Porta Ticinese, 39
20143 - Milano  

www.studiobinaschi.it

CS QNAP Partner Conference 2016: roadmap e strategie per il mercato italiano

La prestigiosa e storica sede Alfa Romeo ha accolto la terza edizione italiana della Partner Conference organizzata da QNAP® Systems Inc.: un evento esclusivo per raccontare le ultime novità tecnologiche, strategie e roadmap, presentando anche alcune case history in diversi settori.

 

QNAP, azienda con sede a Taipei (Taiwan), fondata nel 2004, si posiziona oggi come uno dei più importanti vendor a livello mondiale nel segmento NAS, offrendo soluzioni all-in-one per archiviazione di file, backup, virtualizzazione, condivisione di file multimediali, con supporto delle tecnologie IoT, Container, QvPC, iSCSI, VJBOD e molte altre. QNAP attualmente conta su una struttura di oltre 1000 dipendenti in tutto il mondo, con 20 uffici in 14 paesi. In Italia, QNAP è presente con uffici commerciali a Roma e detiene il 56% del market share, registrando un incremento del 22% annuo ed un fatturato 2015 pari a 12 Milioni di euro, con circa 30.000 unità vendute. In base ai dati Context, QNAP nel 2015 si è posizionata al primo posto per il segmento storage SMB e, anche nel 2016, il trend è di una continua crescita, prevedendo ottimi risultati sia in termini di fatturato sia di quantità vendute.

 

Il portfolio QNAP è in grado di soddisfare le esigenze di qualsiasi tipologia di utente, da Home e Entertainment a SMB e Aziende Enterprise, grazie ad un’ampia gamma di prodotti affidabili, performanti e dal rapporto qualità/prezzo decisamente competitivo. In particolare, i NAS QNAP per il mercato SOHO/Home sono veri e propri centri multimediali, con cui archiviare, condividere e usufruire facilmente dei propri file multimediali, grazie all’utilizzo delle app. Tra questi, spiccano le serie TS-x28, TS-x31, TS-x51+ e i nuovissimi TS-x51A, NAS dual-core con porta USB QuickAccess.

 

Le soluzioni di fascia SMB sono caratterizzate da funzionalità specifiche per migliorare la produttività e garantire massime prestazioni ed efficienza per applicazioni intensive a livello di memoria, come la virtualizzazione. Tra i modelli di punta oggi, le serie TS-831X, TS-x53A, TVS-x63 e TVS-x82, oltre alle soluzioni NAS con tecnologia Thunderbolt 2, come le famiglie TVS-x82T ideali per gestire flussi di lavoro in 4K e processi richiedenti alta velocità e disponibilità, come virtualizzazione, videosorveglianza e editing video ad alta risoluzione.

 

QNAP, infine, ha recentemente lanciato anche sul mercato italiano soluzioni specifiche per il mercato Enterprise, in grado di assicurare la massima affidabilità, efficienza e performance nella gestione delle attività mission-critical, grazie a caratteristiche come interfaccia SAS/SATA, SSD cache, supporto 10GbE e molte altre. Nel dettaglio, TDS-16489U è un dual server che integra in un unico chassis un application server e un server di archiviazione; ES-1640dc, invece, è dotato di un nuovo sistema operativo QES ridisegnato su base ZFS, doppio controllore active-active, funzionalità di deduplica e supporto Open-Stack.

 

Fulcro delle soluzioni QNAP, il sistema operativo QTS 4, in costante aggiornamento per rispondere alle esigenze del mercato. Ne è un esempio l'esclusiva tecnologia Virtual JBOD per espandere la capacità di archiviazione impiegando lo spazio inutilizzato di altri QNAP NAS.

A breve, inoltre, sarà rilasciata la nuova versione QTS 4.3, con feature ulteriormente potenziate, come il supporto dell’architettura a 64 bit e della tecnologia T2E (Thunderbolt-to-Ethernet), maggiore sicurezza, integrazione di funzioni VPN, nuova Virtualization Station, Hybrid Backup Sync e molte altre. 

 

Siamo orgogliosi del percorso di crescita di QNAP in Italia e nel mondo”, commenta Tony Chou, Regional Account Manager QNAP Systems, Inc. “Il nostro portfolio è in costante miglioramento ed ampliamento, grazie all’intensa attività di Ricerca&Sviluppo e una roadmap di prodotti che spesso anticipa le nuove esigenze. La nostra forza sono i nostri partner – prosegue Tony Chou - sempre più qualificati e a cui dedichiamo la massima attenzione e programmi di supporto. La conferma arriva anche dai clienti: dall’educational, fino all’Insurance, Healthcare e Entertainment, QNAP può offrire la risposta più adatta per esigenze di archiviazione, backup, condivisione file, a sostegno della produttività e continuità del business. Oggi annoveriamo anche QIoT Containers, la piattaforma di private Cloud per supportare l’intelligenza e l’interazione di sensori tipici del mondo IoT”.

 

 

Ufficio Stampa QNAP

Paola Sinigaglia, mobile: +39.340.1065021, skype: paola.sinigaglia1

Marzia Romeo, mobile: +39.339.4896886, skype: marzia.ro

press@paolasinigaglia.it

 


Nessun malware rilevato

Clearco tra i protagonisti di VEBO2016

Materiali, colori, tendenze e stili: tutto questo è il mondo di VE.BO, il salone della bomboniera e  del settore articoli da Regalo, Argenti, Complementi d'Arredo, che anno dopo anno ha consolidato sempre più il proprio ruolo come punto focale del settore.

Kermesse B2B esclusiva per gli addetti del settore, VE.BO. riunisce tutte le categorie merceologiche al più alto livello, facendo coesistere la tradizione e l'avanguardia, il classico e il contemporaneo.

La quindicesima edizione del salone internazionale VE.BO si è chiusa ieri 10 ottobre 2016 dove Clearco ha presentato gli ultimi arrivi della linea Heart & Home, le bellissime e profumate candele in cera di soia, create per colmare gli ambienti di fragranze evocative e progettate per essere eleganti . Riprendendo la tradizione secolare degli acchiappasogni Clearco propone inoltre  la linea di acchiappasogni 3 D  rinnovandola e adattandola alle esigenze dei nostri bimbi:  .

La Clearco S.r.l. è una società del gruppo Crems specializzata nella distribuzione di prodotti da "acquisto d'impulso", biglietti augurali, peluche, gadget e articoli da regalo. Rappresenta e distribuisce, in esclusiva per l'Italia, aziende leader nel settore, quali: Plus-Plus, Heart&Home, Depesche, Benbat, Dabbawalla, Paper Island, Keel Toys, History&Heraldry, Parragon.

Per la loro varietà e qualità,gli articoli Clearco trovano facilmente collocazione presso cartolerie, negozi di giocattoli, librerie, tabaccherie, garden, negozi di oggettistica e articoli da regalo.

 

Clearco Srl – Via Pontescuro, 2 – 80061 MASSA LUBRENSE (NA) Tel. 081 808 10 05

www.clearco.it- www.clearcohome.it

 

Ufficio Stampa Studio Binaschi
Ripa di Porta Ticinese 39
20143 Milano
Tel. +39 02 36699126
www.studiobinaschi.it

Clearco presenta il suo nuovo kit di acchiappasogni personalizzati

Di acchiappasogni, i nativi americani ne costruivano uno per ogni loro figlio per poi appenderlo sopra la culla; avevano lo scopo catturare gli incubi e di permettere ai bambini un sonno tranquillo, proteggendoli fino al risveglio.
Clearco riprende la tradizione secolare degli acchiappasogni rinnovandola e adattandola alle esigenze dei nostri bimbi: grazie alla composizione 3d – ottenuta dalla giusta distanza fra i cerchi concentrici- l'effetto ipnotizzante e magico è assicurato.

Un solida base di acciaio placcato in rame sostiene il prodotto che non rinuncia all'estetica, con perle e colori vivaci.

La vera novità sta nella possibilità di personalizzalizzazione: con una palette di 105 nomi diversi fra maschili e femminili più 25 soggetti generici fra cui scegliere, ogni bambino potrà appendere il suo personale e dunque unico acchiappasogni Clearco.

In particolare Clearco ha pensato a due diverse versioni di prodotto, una per l'indoor e una per  l'outdoor. Oltre alla versione di acchiappasogni da camera sostenuto da una ventosa per la finestra, è disponibile infatti anche una versione da giardino sorretta da un'asta così da permettere facilmente l'appoggio al terreno.

La Clearco S.r.l. è una società del gruppo Crems specializzata nella distribuzione di prodotti da "acquisto d'impulso", biglietti augurali, peluche, gadget e articoli da regalo. Rappresenta e distribuisce, in esclusiva per l'Italia, aziende leader nel settore, quali: Plus-Plus, Heart&Home, Depesche, Benbat, Dabbawalla, Paper Island, Keel Toys, History&Heraldry, Parragon.

Per la loro varietà e qualità,gli articoli Clearco trovano facilmente collocazione presso cartolerie, negozi di giocattoli, librerie, tabaccherie, garden, negozi di oggettistica e articoli da regalo.

 

Clearco Srl – Via Pontescuro, 2 – 80061 MASSA LUBRENSE (NA) Tel. 081 808 10 05

www.clearco.it- www.clearcohome.it

 

Ufficio Stampa Studio Binaschi

Ripa di Porta Ticinese 39

20143 Milano

Tel. +39 02 36699126

www.studiobinaschi.it

Comunicato Stampa AiFOS: coordinatori, lavoratori stranieri e lavoro agile

Comunicato Stampa

Workshop su coordinatori, lavoratori stranieri e smart working

 

Tre workshop ad Ambiente Lavoro di Bologna (19/21 ottobre) affrontano temi rilevanti per la sicurezza sul lavoro in Italia: le specificità dei lavoratori stranieri, le novità del lavoro agile e il ruolo dei coordinatori alla sicurezza.

 

Un'efficace strategia di prevenzione nei luoghi di lavoro deve basarsi su una conoscenza attenta delle realtà lavorative, delle specificità delle mansioni svolte, delle esigenze degli operatori e della rilevanza di alcuni ruoli nella gestione della sicurezza. Il tutto in una realtà, quella del lavoro, in continua evoluzione a causa di vari fattori sociali e normativi.

Evoluzione che dipende, ad esempio, dalla presenza sempre maggiore di lavoratori stranieri o in relazione ai mutamenti nel modo di lavorare legati alle nuove tecnologie e alla possibilità di riconsiderare l'idea di "luogo di lavoro".

Senza dimenticare anche le novità normative e la necessaria attenzione per due ruoli cardine nella gestione della sicurezza del mondo edile: il coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione (CSP) e il coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione dei lavori (CSE).

 

Proprio in relazione alla necessità di affrontare la gestione della sicurezza partendo dalla conoscenza delle novità del mondo del lavoro, l'Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) ha organizzato a Bologna, durante la manifestazione "Ambiente Lavoro", tre diversi workshop per affrontare questi temi emergenti.

 

Ricordiamo che la presenza nei luoghi di lavoro di lavoratori di diverse nazionalità, culture e linguaggi può portare a difficoltà nella comunicazione tra i diversi attori di ogni processo lavorativo. E uno dei primi problemi da affrontare è la comprensione della lingua e la realizzazione di attività formative e informative che siano realmente comprese da tutti i lavoratori.

È poi necessario segnalare come la continua evoluzione della tecnologia e il diffondersi del cosiddetto "lavoro agile" o "smart working", una modalità di svolgimento dell'attività lavorativa effettuata anche al di fuori dei locali dell'azienda e con l'uso di tecnologie informatiche in remoto, debba spingerci ad un vero e proprio mutamento culturale nell'organizzazione delle attività e nella gestione degli aspetti di prevenzione.

 

Per adeguare meglio gli strumenti della prevenzione alla realtà lavorativa odierna l'Associazione AiFOS organizza dunque, durante la manifestazione "Ambiente Lavoro" di Bologna (Sala Mameli - Pad. 36), tre diversi workshop.

 

Mercoledì 19 ottobre 2016 - 09:15/11:15

LA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE

Capire come affrontare la multiculturalità, le differenze linguistiche, come rapportarsi a diverse credenze, abitudini. Il buon formatore che si trova di fronte ad un'aula con la presenza di stranieri, deve saperla gestire nel migliore dei modi, tenendo conto che interculturalità e diversità culturale possono influenzare i comportamenti sicuri o insicuri.

Il link per l'iscrizione all'evento:

http://aifos.org/home/eventi/fiere/ambiente_lavoro_2016_int/eventi_ambiente_lavoro_2016/la-comunicazione-interculturale

 

Giovedì 20 ottobre 2016 - 13:45/15:45

IL RUOLO CARDINE DEL COORDINATORE ALLA SICUREZZA

Il workshop mette in luce il ruolo cruciale del Coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione dei lavori. Saper valutare e gestire i diversi rischi che le attività da svolgere in un cantiere comportano sia all'interno dello stesso che interferendo con le ordinarie attività lavorative è un compito assai complesso. Spetta al Coordinatore della sicurezza - in accordo con il Servizio Prevenzione e Protezione, la committenza e la direzione lavori - redigere e far rispettare un crono-programma dettagliato che tenga conto di tutti gli attori presenti nello sviluppo di un cantiere temporaneo e mobile.

Il link per l'iscrizione all'evento:

http://aifos.org/home/eventi/fiere/ambiente_lavoro_2016_int/eventi_ambiente_lavoro_2016/ruolo-cardine-coordinatore-sicurezza

 

Venerdì 21 ottobre 2016 - 09:15/11:15

APPROCCIO "EU-TECNO" E SMART WORKING

Il workshop si propone l'obiettivo di analizzare le nuove tecnologie e metodi di lavoro agile, come bisogna muoversi per tutelare la salute e la sicurezza riferita a questa nuova forma di lavoro? Qual è l'uso in ergonomia dei nuovi strumenti digitali? Di tutto ciò si parlerà nell'approccio eu-tecno presentato da AiFOS.

Il link per l'iscrizione all'evento:

http://aifos.org/home/eventi/fiere/ambiente_lavoro_2016_int/eventi_ambiente_lavoro_2016/approccio_eu-tecno_e_smart_working

 

Ricordiamo che i workshop sono eventi a pagamento con obbligo di iscrizione e sono validi per n. 2 crediti di aggiornamento valevoli per una delle seguenti categorie: RSPP/ASPP, RLS, CSE, CSP.

 

Al 17° salone della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro AiFOS sarà presente anche con uno stand espositivo (Padiglione 36 Stand E26) dedicato ai soci, alle aziende, ai CFA (Centri di Formazione AiFOS) e a tutti coloro che vogliano conoscere le attività di questa attiva realtà associativa.

 

 

Per informazioni:

Direzione Nazionale AiFOS: via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia - tel.030.6595031 - fax 030.6595040 www.aifos.it - convegni@aifos.it   

c/o Ambiente Lavoro: Padiglione 36 Stand E26

 

13 ottobre 2016

 

 

Ufficio Stampa di AiFOS

ufficiostampa@aifos.it

http://www.aifos.it/

Se non vedi la newsletter, clicca qui

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota