Cerca nel blog

sabato 26 ottobre 2019

L’attività NO alla droga continua all’Istituto Tecnico Gentili di Macerata

L'attività NO alla droga continua all'Istituto Tecnico Gentili di Macerata

I volontari informano gli studenti sui reali effetti delle sostanze stupefacenti.

 

Sabato 26 ottobre, prima del suono della campanella, i volontari dell'associazione "Mondo Libero dalla Droga" erano presenti all'entrata dell'Istituto Superiore "A. Gentili" di Macerata, dove hanno distribuito gratuitamente centinaia di opuscoli che mirano ad informare correttamente sugli effetti della droga.

 

Si parla molto delle droghe nel mondo: per strada, a scuola, su Internet e in TV. Alcune informazioni sono vere, altre no.

 

Molto di ciò che si sente  sulla droga, in effetti, viene da quelli che la vendono. Ex spacciatori hanno ammesso che avrebbero detto qualsiasi cosa pur di far comprare la droga alle persone.

 

Si devono conoscere i fatti per evitare di cadere nella trappola della droga ed aiutare i propri amici a starne alla larga.

 

Presto o tardi, se non è già successo, è probabile che ci venga offerta della droga. La decisione di assumerla o meno potrebbe influenzare drasticamente la propria vita. Qualsiasi tossicodipendente  dirà che non si sarebbe mai aspettato che una droga avrebbe preso il controllo della sua vita o forse ha cominciato con "solo marijuana" ed era solo "qualcosa da fare" con gli amici. Pensavano di poterla gestire e quando hanno scoperto di non poterlo fare, era troppo tardi.

 

I volontari ispirati da anni dalle parole dell'umanitario L. Ron Hubbard, che scrisse: "L'arma più efficace nella guerra contro le droghe è l'istruzione.", svolgono attività di prevenzione tramite la corretta informazione consegnando opuscoli informativi ai giovani e materiale didattico ad educatori e insegnanti gratuitamente.

 

Le persone hanno il diritto di conoscere i FATTI sulla droga, non opinioni, esagerazioni o tattiche intimidatorie. Quindi, come si distingue la realtà dalla fantasia?

 

Questo è il motivo per cui Mondo Libero dalla Droga ha preparato un sito dove possono essere richiesti gratuitamente diversi opuscoli informativi sulle principali droghe tra cui eroina, cocaina, LSD, ecstasy, marijuana, crack e altre ancora.

 

 

Per ulteriori informazioni:

Angelo Polverini
Tel.: 338.719.0074

venerdì 25 ottobre 2019

LA VOLPE ARGENTATA 2020 presentazione alla Fiera AUTO MOTO D'EPOCA 2019 a Padova

Siamo lieti di invitarLa alla

CONFERENZA STAMPA

 

Presentazione dell'Evento

"PIERO TARUFFI – LA VOLPE ARGENTATA

GOLF & AUTO STORICHE, TRADIZIONI E NUOVE EMOZIONI"

 

Sabato 26 ottobre 2019 ore 14.30 presso il padiglione ACI/ACI Storico

alla Fiera Auto moto d'Epoca 2019 - Padova

 

La "Volpe Argentata" Event nasce dalla collaborazione tra il Golf della Montecchia e Prisca Taruffi, per onorare la memoria del padre, il pilota che contribuì a dare inizio alla F1.

Nei giorni 6 e 7 giugno 2020, il concorso grazie al contributo del Comune di Padova. La rassegna verrà ospitata nel cuore storico della città con la sfilata ed esposizione delle auto d'epoca.  Le vetture sfileranno una ad una sul red carpet dove una giuria di esperti assegnerà le votazioni. per le varie categorie, alla presenza del pubblico.

 

Interverranno:

Diego Bonavina, Assessore allo Sport del Comune di Padova

Nino Bonotto, Presidente ACI Padova

Prisca Taruffi, giornalista e campionessa di rally

Paolo Casati, Presidente del Golf della Montecchia e PlayGolf54

 

Moderatore: Attilio Facconi, giornalista esperto d'auto

 

Play Golf 54 | Montecchia Golf Academy  Via Montecchia, 12 | Selvazzano Padova Tel. 049.8055550

Ufficio Stampa Studio MeMo Monya Meneghini dir. 338.8166555 ufficiostampa@studiomemo.net

 

 

 

 

 


Mail priva di virus. www.avast.com

Fabrizio Callery è il nuovo Sales Director di GFT Italia

 

GFT Italia, partner tecnologico per la trasformazione digitale del settore finanziario, assicurativo e industriale, annuncia la nomina di Fabrizio Callery nel ruolo di Sales Director.

 

Callery ha maturato un’esperienza di oltre quindici anni nel settore IT e sviluppato un’ampia conoscenza e competenze specifiche nel mondo finance, iniziando il suo percorso professionale nella sede italiana del gruppo Sopra Steria, nel 2004, società in cui ha ricoperto diversi ruoli sul territorio nazionale, con crescente responsabilità. Dal 2013 è stato responsabile del mercato dei Financial Services in Italia, ottenendo grandi successi commerciali, ampliando e ammodernando l’offering e conquistando quote di mercato sempre più importanti.

 

Fabrizio Callery approda in GFT Italia a settembre 2019, assumendo l’incarico di Sales Director. Nella sua posizione, si occuperà di coordinare le attività commerciali sui diversi mercati, consolidare e ampliare l’offerta, nonché rafforzare ed estendere le relazioni e la base clienti di GFT Italia, disegnando una strategia di lungo periodo, sinergica con le scelte operate dal Gruppo a livello globale.

 

Sono orgoglioso di essere entrato a far parte di un Gruppo come GFT – commenta Fabrizio Callery, - una realtà internazionale in continua crescita, riconosciuta tra i principali player in grado di offrire capacità consulenziali, implementazione di soluzioni e servizi per la trasformazione digitale delle più importanti organizzazioni finanziarie e assicurative e anche più recentemente industriali. In GFT si respira ogni giorno aria di innovazione e raccolgo con entusiasmo la sfida di collaborare con i nostri professionisti e partner per sviluppare progetti di successo sul territorio italiano, che siano in grado di fare la differenza e supportare concretamente i clienti nel processo di evoluzione del business. Sono sicuro che riusciremo ad ottenere costantemente nuovi brillanti risultati per GFT Italia.”

 

Ufficio stampa GFT

Marzia Romeo

mobile: +39.339.4896886

skype: marzia.ro

email marzia@marziaromeo.it

 

 

CS. CONCERTO DEL 10 NOVEMBRE 2019 "LE VOCI DI CLARA" A CURA DELLA CAMERA MUSICALE ROMANA

GENTILISSIMI,

Sono ad invitarVi al concerto che si svolgerà all'interno della X Stagione Concertistica di Musica a cura della Camera Musicale Romana e sotto la Direzione artistica del Soprano Elvira Maria Iannuzzi.

Da quest'anno la stagione concertistica 2019-2020 si sposterà in centro presso la Cripta della chiesa di Santa Lucia del Gonfalone.

 

Pertanto faccio gentile richiesta di pubblicazione e diffusione tramite i vostri mezzi d'informazione e comunicazione del concerto "Le voci di Clara", musiche di C. Wieck, R. Schumann, J. Brahms su un testo a cura di E. M. Iannuzzi.

Eseguono:

Giusi Cataldo, voce recitante

Elvira Maria iannuzzi, soprano

Elena Matteucci, pianoforte

 

Quante voci può avere una donna?

E quante una donna nata nel 1819, in un'epoca nella quale il talento musicale in una donna era per lo più coltivato come perfezionamento educativo in vista di un soddisfacente matrimonio?

Dopo un velocissimo incontro la scrittrice inglese George Elliot scrive:" una creatura malinconica e interessante. Suo marito era impazzito un anno prima e lei doveva sostenere otto figli". Conosciuta semplicemente come Clara Schumann, nome che assunse dopo il matrimonio con il grande compositore romantico, Clara Josephine Wieck è stata una straordinaria pianista e compositrice del Romanticismo, fu una delle più importanti figure femminili dell'Ottocento musicale tedesco; fu tra i primi pianisti a eseguire i concerti a memoria, a proporre interpretazioni e variazioni sul tema di altri compositori e a inserire quasi sempre nei programmi almeno un brano da lei composto. Contribuì a introdurre nuove tecniche per suonare il pianoforte, alcune delle quali sono utilizzate ancora oggi.

Ebbe poi il merito di divulgare le composizioni del marito, che deve la conoscenza del suo straordinario lavoro di compositore proprio alla continua promozione condotta dalla moglie dopo la sua morte.

Giusi Cataldo veste i panni di Clara Schumann "nata Wieck", una Clara che alla fine della vita ne ripercorre i momenti, le svolte, le evoluzioni…

E' la Clara bambina che dalle pagine di un diario descrive una vita dove il libro di favole è sostituito dal metodo pianistico del padre, la Clara acclamata pianista da musicisti come Paganini, Liszt, Mendellssohn, Chopin, Lo stesso Schumann e Brahms, La Clara innamorata, pronta a rinunciare alla carriera per un matrimonio che non si rivelerà affatto semplice.

Infine la Clara madre forte al di là delle aspettative e dei dettami dell'epoca, pronta a riprendere i viaggi e la carriera per se stessa, ma anche e soprattutto per la famiglia da portare avanti In scena con lei la pianista Elena Matteucci e il soprano Elvira Maria Iannuzzi danno voce all'altra importantissima protagonista di questa vicenda: la musica.

 


Il concerto che avrà luogo domenica 10 novembre 19.30, si svolgerà presso la Cripta della chiesa di Santa Lucia del Gonfalone.

Inoltre colgo occasione per invitarvi a presenziare accreditandovi subito scrivendo a alessandro.decadi@gmail.com, vi aspetto.

Per ogni ulteriore chiarimento resto a Vostra completa disposizione.

 

Chiedo possibilmente un gentile riscontro alla Vs. pubblicazione.

 

Grazie

Cordialmente

Ufficio Stampa e comunicazione Camera Musicale Romana

Alessandro Decadi cell. 334 8321395

 

Per accrediti stampa: alessandro.decadi@gmail.com

 

Camera Musicale Romana Via delle Carceri, 8 – Cripta della chiesa di Santa Lucia del Gonfalone.

www.cameramusicaleromana.it

 

 

  

CAMERA MUSICALE ROMANA

Cripta della Chiesa di Santa Lucia del Gonfalone

Domenica 10 novembre ore 19:30

"Le voci di Clara"

 

Quante voci può avere una donna?

E quante una donna nata nel 1819, in un'epoca nella quale il talento musicale in una donna era per lo più coltivato come perfezionamento educativo in vista di un soddisfacente matrimonio?

Dopo un velocissimo incontro la scrittrice inglese George Elliot scrive:" una creatura malinconica e interessante. Suo marito era impazzito un anno prima e lei doveva sostenere otto figli". Conosciuta semplicemente come Clara Schumann, nome che assunse dopo il matrimonio con il grande compositore romantico, Clara Josephine Wieck è stata una straordinaria pianista e compositrice del Romanticismo, fu una delle più importanti figure femminili dell'Ottocento musicale tedesco; fu tra i primi pianisti a eseguire i concerti a memoria, a proporre interpretazioni e variazioni sul tema di altri compositori e a inserire quasi sempre nei programmi almeno un brano da lei composto. Contribuì a introdurre nuove tecniche per suonare il pianoforte, alcune delle quali sono utilizzate ancora oggi.

Ebbe poi il merito di divulgare le composizioni del marito, che deve la conoscenza del suo straordinario lavoro di compositore proprio alla continua promozione condotta dalla moglie dopo la sua morte.

Giusi Cataldo veste i panni di Clara Schumann "nata Wieck", una Clara che alla fine della vita ne ripercorre i momenti, le svolte, le evoluzioni…

E' la Clara bambina che dalle pagine di un diario descrive una vita dove il libro di favole è sostituito dal metodo pianistico del padre, la Clara acclamata pianista da musicisti come Paganini, Liszt, Mendellssohn, Chopin, Lo stesso Schumann e Brahms, La Clara innamorata, pronta a rinunciare alla carriera per un matrimonio che non si rivelerà affatto semplice.

Infine la Clara madre forte al di là delle aspettative e dei dettami dell'epoca, pronta a riprendere i viaggi e la carriera per se stessa, ma anche e soprattutto per la famiglia da portare avanti In scena con lei la pianista Elena Matteucci e il soprano Elvira Maria Iannuzzi danno voce all'altra importantissima protagonista di questa vicenda: la musica.

 

 

Eseguono:

Giusi Cataldo, voce recitante

Elvira Maria Iannuzzi, soprano

Elena Matteucci, pianoforte

 

 

 

Prossimo appuntamento:

 

DOMENICA 24 NOVEMBRE ORE 19:30          

"Clarinetto e Pianoforte in Francia"

Musiche di E. Chausson, G. Pierné, F. Poulenc, M. Delmas

Giammarco Casani, clarinetto

Stefano Giardino, pianoforte

 

 

 

 

CRIPTA DELLA CHIESA DI SANTA LUCIA DEL GONFALONE

Via delle Carceri, 8 - Roma

 

Ingresso / Ticket € 15,00 - ridotto) € 8,00 (riservato ai soci, ai minori di anni 18, agli over 65 e agli studenti universitari e di conservatorio purché muniti di libretto)

Convenzioni aperte con l'Associazione Info. Roma, La chiave del violino e l'Accademia Musicale Sherazade

 

Servizio gratuito di prenotazione (vivamente consigliata)

 

Info e prenotazioni:

cameramusicaleromana@gmail.com

www.cameramusicaleromana.it

Tel.: +39 333 45 71 245/ 3498256457

 

Teatro, Llattore e regista Matteo Maria Dragoni conquista Roma

Un "gladiatore" sulle scene: il regista, sceneggiatore e attore Matteo Maria Dragoni
è tra imigliori talenti artistici nel campo teatrale. Protagonista sulle scene, insieme a Virginia Risso, con lacommedia "Coppia aperta, quasi spalancata" scritta da Dario Fo e Franca Rame, Matteo Maria Dragoni è un autentico "gladiatore" sulle scene con quel suo talento indiscusso che conquista ilpubblico. Ma una sua grande dote è l'umiltà, una caratteristica che appartiene a pochi veri artisti.
Torna sempre volentieri nella sua amata Teramo, dove è nato e cresciuto diplomandosi presso
l'Accademia di Arti Drammatiche "Teatro Senza Tempo": da adolescente proprio a Teramo ha
mosso i suoi primi passi sul palco fino alla consacrazione con la laurea in Arti e Scienze dello Spettacolo presso l'Università La Sapienza di Roma. Matteo Maria Dragoni è, infatti, entrato in contatto da giovanissimo con il mondo teatrale frequentando a soli 14 anni i corsi di recitazione nella scuola di teatro " Spazio Tre" di Teramo per poi collaborare negli anni successivi come attore nella Compagnia teatrale Terra Teatro – Teatrid'Abruzzo. Nel 2015 ha seguito lo stage "La sincerità" davanti la macchina da presa diretta da Pietro De Silva. Durante il suo percorso artistico ha collaborato con altri registi come Stefano Reali, Edy Angelillo, Sofia Bolognini, Tommaso Bernabeo, Alfredo Troiano, Cathy Marchand, Andrea Bruno Savelli. Attualmente, oltre sulle scene, è impegnato come insegnante nella Scuola di Recitazione KA.ST presso il Teatro Due nel cuore della capitale. Una vera mission quella di Matteo Maria Dragoni nella veste anche di insegnante, con la sua capacità di emozionare gli allievi come gli spettatori in sala, trasmettendo loro il piacere di imparare, la passione per questa professione. E riuscendo perfino a guardare il mondo con i loro occhi per percepire e condividere con i giovani la vera grande bellezza di questo mestiere.
"La recitazione è importante a qualsiasi età ma soprattutto la ritengo fondamentale nell'età
giovanile: ti aiuta a comunicare, ad imparare ad osservare, a vincere la timidezza nel rapporto con gli altri, a migliorare il movimento del proprio corpo, a modulare la propria voce, a correggere la pronuncia, perfino a gestire il proprio sguardo, oltre a migliorare la propria creatività, ad agevolare le relazioni sociali limitando le situazioni conflittuali con il lavoro di squadra,
condividendo con il gruppo gli obiettivi, acquisendo pertanto una maggiore consapevolezza nel rapporto con gli altri. A dare forma concreta ai sentimenti e alle emozioni. Il mestiere dell'attore? Devi avere tanto amore per questa professione, perché ti consente di superare le difficoltà, di compiere tanti sacrifici. E di non arrenderti mai anche se gli ostacoli ti sembrano al momento insormontabili: ricordo che il primo anno in accademia eravamo inizialmente 20 allievi, al terzo anno eravamo solamente in otto a terminare il percorso di formazione. Ciò che deve contraddistinguere un giovane, in ogni settore, è una spiccata determinazione a realizzare i propri sogni e a raggiungere i propri obiettivi. Applicandosi con costanza, giorno dopo giorno. Proseguire con tenacia sul percorso che hai costruito. Solamente chi arriva al traguardo potrà raccontare un giorno la propria esperienza e, soprattutto, potrà assaporare le soddisfazioni dopo tanti sacrifici compiuti".

 

Nasce a Roma l' ASSOCIAZIONE EUROPEA FORMATORI TEATRALI

NASCE A ROMA L'ASSOCIAZIONE EUROPEA

 

FORMATORI TEATRALI

L'evoluzione della specie artistica

 

Nasce a Roma l'AEFT  - Associazione Europea Formatori Teatrali ,  la prima Associazione Culturale in Italia e in Europa impegnata nell' organizzazione di corsi di Alta Formazione , Promozione e Gestione di Eventi Artistici, disponendo di una vasta rete di contatti con il mondo Artistico - Culturale, e il settore  Medico – Sanitario.

Una vera e propria evoluzione della specie artistica (nata grazie alla sinergia con la Full Dance Italia e la PDT-Profumo di teatro) che si pone come obiettivo principale lo sviluppo e la tutela del ruolo del formatore teatrale e cinematografico, purtroppo non ancora riconosciuto, offrendo una solida preparazione che possa creare nuove figure professionali del settore.

 Alla base vi è una inedita visione artistico –scientifica, in cui  ogni settore preso in considerazione avrà una preparazione completamente diversa e soprattutto innovativa in quella che è la scelta specialistica desiderata, attraverso un nuovo metodo che affianca specialisti medico sanitari.

Gli Attori saranno Professionisti con alla base tecniche teoriche e pratiche che li renderanno totalmente competitivi, i registi saranno prima attori e poi specialisti di Regia con competenze reali di recitazione e con capacità concrete di realizzazione, i formatori Teatrali saranno Professionisti nel settore educativo teatrale, formati con un metodo artistico scientifico, con riferimenti a quelle che sono le capacità e conoscenze di Recitazione - Regia e soprattutto di insegnamento delle stesse.

L'AEFT intende dunque porsi come interlocutore nel settore dello Spettacolo, Locale, Regionale e Nazionale per quanto riguarda la Formazione, favorire la Diffusione Artistica, collaborando con la classe medica per dare il proprio apporto qualificato, tutelando il lavoro dei Tecnici D'Arte, lavorare in maniera attiva e qualificata per portare uniformità di regole su tutto il territorio nazionale riguardo la Formazione Artistica, Tutelare la Formazione Professionale in ambito artistico culturale, contrastando quelle entità prive di Garanzie Tecniche.

Alla guida del progetto Daniel De Rosa e Angelo Leli.

La direzione artistica è curata dall'attore e regista Giancarlo Fares, mentre il team tecnico è composto dal Dr. Fabio Barigelli, la Dr.ssa Viviana Vinci, Luigi Pisani, la Dr.ssa Federica Cicerchia, Costantino Vetere, la Dr.ssa Silvia Schiano di Tunnariello, Dr.Emanuele Soldati, Antonio Silvestre, Simone Poggi, Dr.ssa Viviana Vinci, Isadora Gorra, Lorenzo Magnante, Beatrice Fabi, Gabriele Petrucci, Giovanni Sicari, Giacomo Barabino.


In allegato, comunicato stampa con cortese richiesta di pubblicazione e diffusione, e foto.
Resto a disposizione per qualsiasi informazione.

Cordiali Saluti
Ufficio Stampa
Maresa Palmacci 348 0803972; palmaccimaresa@gmail.com

 

INFO:

Associazione Europea Formatori Teatrali

Via dell' Industria 1 San Cesareo (RM)

C.F. 93028420581

Segreteria 06/9589374

347/4942885 - 333/5352154

E-mail segreteriaformatoriteatrali@gmail.com

www.formatoriteatrali.com

 

 

CS - ALBENGA: QUATTORDICESIMA EDIZIONE DEL FESTIVAL MUSICALE SU LA TESTA.

ALBENGA: QUATTORDICESIMA EDIZIONE DEL FESTIVAL MUSICALE SU LA TESTA. SUL PALCO, TRA GLI ALTRI, MARIA GADù E DIVERSI OSPITI NAZIONALI E INTERNAZIONALI.

 

La quattordicesima edizione del festival Su La Testa! si svolgerà ad Albenga presso il Cinema Teatro Ambra nei giorni 28, 29 e 30 Novembre.

Durante la tre giorni culturale, l'Associazione Culturale ZOO, organizzatrice dell'evento, sposta la sua sede nel centro storico della città, nel pregiato Palazzo Scotto Niccolari, dove si terranno tutti gli eventi culturali legati al festival e l'ormai celeberrimo Dopo-festival, dove pubblico e musicisti potranno rifocillarsi e suonare e cantare tutti insieme in un clima festoso.

Enrico Ruggeri, Eugenio Finardi Dolcenera, Antonella Ruggiero, Zibba, Levante, Raphael Gualazzi, Claudio Lolli, sono solo alcuni dei nomi che in questi anni hanno calcato il palco di Su La Testa.

Quest'anno il festival ringiovanisce e si apre alla musica internazionale con un cast sorprendente.

Ospiterà infatti una delle date del tour Europeo della cantautrice brasiliana Maria Gadù, già prima in classifica in tutto il mondo con il singolo Shimbalaie.

Da Parigi, giungerà la cantante e attrice franco-senegalese Awa Ly con il suo spettacolo il bilico tra world music, jazz e soul.

La chiusura del festival toccherà al canadese Bocephus King, mattatore della canzone d'autore internazionale, già vincitore di una targa Tenco ed autore di uno splendido omaggio con la traduzione in inglese di "Autogrill" di Francesco Guccini che festeggerà ad Albenga il ventennale del suo primo tour italiano, con una super band e qualche super ospite a sorpresa.

La musica del ponente è fieramente rappresentata dalla storica prima esibizione di Messer Davil che ha appena realizzato il primo album "La sindrome di Stoccolma", ambizioso progetto che mischia sonorità innovative e atmosfere anni 80.

Ma il festival vede anche il ritorno sulle scene di uno dei capostipiti della musica ligure: Mr. Puma. L'eclettico artista savonese, è costantemente rivolto al futuro come ha dimostrato la recente produzione dal titolo "Existence".

La nuova musica italiana invece è rappresentata da I Miei Migliori Complimenti, un progetto che si è fatto strada da solo, con una comunicazione intelligente e una serie di coinvolgenti Live, e da Giancane, che con il suo album "Ansia e disagio" si fa condottiero di una musica che non le manda a dire, non disdegnando un linguaggio crudo e ben ancorato alla realtà che genera distorsioni e conflitti generazionali.

E ancora: Ivan Talarico, cantante e poeta, amante di giochi di parole, iperboli, e ironia; l'autodefinitosi pianista punk Giacomo Toni; Alberto Bertoli e il suo rock d'autore; la giovane Giulia Mei, artista di origine sicula, che ha impressionato con i suoi primi lavori e testimonia l'attenzione che il festival da sempre riserva alle nuove e promettenti proposte, che altrimenti rischierebbero di perdersi nel tumultuoso mare in tempesta che è il mercato discografico odierno.  

I biglietti sono in vendita presso la Libreria San Michele di Albenga e su Eventbrite.

Il programma degli eventi collaterali può essere seguito sulle pagine social.

Programma dettagliato delle serate:

Giovedì 28: Maria Gadù, Messer Davil, I miei migliori complimenti.

Venerdì 29: Giancane, Awa Ly, Ivan Talarico, Mr. Puma.

Sabato 30: Bocephus King, Giacomo Toni e la 900 band, Giulia Mei e Alberto Bertoli. 

giovedì 24 ottobre 2019

ArMonicamente_ConcertoBenefico_9novembre_PontCanavese

ArMonicamente

sabato 9 novembre | ore 21

Chiesa di San Costanzo | Pont Canavese

 

Tutto il ricavato delle libere offerte raccolte verrà devoluto alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro

 

ArMonicamente è il concerto dell'Accademia Filarmonica Aldo Cortese di Pont Canavese dedicato alla memoria di Monica Ghiglieri, scomparsa prematuramente nel 2014.

Monica ha dedicato buona parte della sua vita alla musica suonando in diverse compagini, prima fra tutte l'Accademia Filarmonica Aldo Cortese di Pont Canavese. Ed è così che il modo migliore per ricordarla e celebrare la sua memoria è attraverso la musica. Per l'occasione la Filarmonica di Pont sarà arricchita dai numerosi amici musicisti che hanno scelto di prendere parte al concerto formando così un gruppo di circa 60 elementi. Tra questi, alcuni nomi di spicco si esibiranno in brani solistici: Devid Ceste, primo trombone dell'Orchestra Rai; Pietro Marchetti, ex direttore della Filarmonica e professore di sassofono al Conservatorio di Torino; Fabrizio Montagner, violinista e Gianluigi Petrarulo che, oltre a dirigere la serata, dedicherà un assolo con la sua tromba.

Non solo musica, però. La passione di Monica per lo sport l'ha portata a giocare per diversi anni nella squadra femminile di calcio a 5 di Pont Canavese. Molte le amicizie nate in questo periodo e molti i ricordi che torneranno alla mente durante la serata grazie alle amiche che prenderanno parte all'evento. Si aggiungono, inoltre, le danzatrici del corpo di ballo della ASD Polisportiva Pontese 2.Al le quali hanno coreografato alcuni brani che verranno eseguiti durante la serata.

Musica, danza, ricordi, il tutto ArMonicamente intrecciato in un susseguirsi di brani senza soluzione di continuità. Per rendere tangibile il ricordo e per lasciare un segno concreto e utile, durante l'evento verranno raccolti fondi per la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro. Costituita nel 1986 per offrire un contributo significativo alla sconfitta del cancro attraverso la realizzazione in Piemonte di un centro oncologico, l'Istituto di Candiolo, la Fondazione basa la sua sostenibilità esclusivamente su fondi da privati. L'Istituto di Candiolo è l'unico centro di ricerca e cura del cancro italiano realizzato esclusivamente attraverso il sostegno di oltre 300 mila donatori privati che, grazie alla loro generosità, ne hanno fatto un centro di rilievo internazionale.

"Eventi di raccolta fondi come questo sono fondamentali per lo sviluppo scientifico e per stare al passo coi tempi" Massimiliano Valente, responsabile eventi della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro, "Alcune attrezzature risultano obsolete dopo appena tre anni e, per sconfiggere il cancro, obiettivo della Fondazione, è necessario rinnovarsi continuamente". Valente aggiunge, inoltre, che è importante mantenere un legame stretto col territorio e puntare al sostegno dei privati cittadini perché "sostenere fa bene perché fai del bene".

 

Un evento a cura dell'Accademia Filarmonica Aldo Cortese di Pont Canavese

Grazie alla collaborazione del Comune di Pont Canavese, Asd Polisportiva Pontese 2.Al, Don Aldo, Tony Iezzi

Info 338 8780324

 

 

Comunicato Stampa AiFOS: la gestione dei near miss attraverso il gioco di costruzione

Comunicato Stampa

Lego® Serious Play® per la gestione dei near miss

 

Un corso a Brescia il 12 dicembre 2019 per migliorare la gestione dei near miss aziendali attraverso la metodologia LEGO® SERIOUS PLAY®, un processo innovativo progettato per migliorare l'innovazione e le prestazioni aziendali.

 

Si stima che per ogni incidente grave nei luoghi di lavoro ci siano circa 30 incidenti meno gravi e 300 incidenti che non hanno provocato danni alle persone. Nelle aziende sono infatti moltissimi gli incidenti mancati, cioè gli eventi che potevano causare un infortunio o un danno alla salute, ma per un caso fortuito non lo hanno fatto. Eventi, "near miss", che se rilevati possono efficacemente segnalare i difetti nel sistema di prevenzione aziendale.

 

Per affrontare un tema così importante e migliorare la gestione dei near miss aziendali è utile adottare una metodologia formativa innovativa che utilizzi il gioco, un'attività connaturata con il processo di crescita e sviluppo personale e prima forma di apprendimento. E una metodologia efficace è costituita dal LEGO® SERIOUS PLAY® fondata sull'impiego del gioco di costruzione LEGO®.

 

L'innovativo corso per la gestione dei near miss

Per migliorare la gestione degli incidenti e infortuni mancati attraverso l'utilizzo di una metodologia di facilitazione innovativa l'Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) organizza per il 12 dicembre 2019 a Brescia un corso di 8 ore in presenza dal titolo "WORKSHOP LEGO® SERIOUS PLAY®. Come migliorare la gestione dei near miss".

 

Il corso si propone di migliorare la gestione dei near miss aziendali partendo dalla constatazione che molte aziende hanno implementato procedure e protocolli per la rilevazione dei near miss, salvo poi accorgersi che in alcuni casi le rilevazioni sono carenti o poco utili ai fini della prevenzione.

 

In particolare nell'obiettivo del miglioramento della gestione dei near miss si includono l'aumento del numero delle segnalazioni, il miglioramento della qualità della segnalazione e delle informazioni trasmesse e il rispetto delle procedure aziendali in relazione ai tempi di rilevazione, modulistica, metodi di rilevazione, ecc

 

Destinatari del percorso formativo sono i manager HSE, gli RSPP/ASPP, i consulenti che operano nel mondo delle imprese e tutti coloro che intendono migliorare la gestione dei near miss.

 

Utilizzare la metodologia LEGO® SERIOUS PLAY®

Per essere un buon formatore e consulente è necessario, oltre ad aver maturato una buona esperienza sul campo, disporre di un'idonea e ben fornita cassetta degli attrezzi con nuove metodologie e tecniche didattiche. E la metodologia LEGO® SERIOUS PLAY®, nata all'inizio degli anni 2000 dalla relazione fra LEGO Group e la business school IMD di Losanna, è finalizzata a sviluppare il pensiero, la comunicazione e la risoluzione di problemi complessi di gestione aziendale attraverso l'impiego dei mattoncini LEGO® come supporto metaforico all'espressione, al confronto e all'accelerazione dei processi decisionali.

 

La pratica metaforica al centro di LEGO® SERIOUS PLAY® conduce a costruire con le proprie mani modelli tridimensionali del tema in gioco, sia esso di carattere strategico, operativo o relazionale.

 

Gli argomenti del corso e le informazioni per iscriversi

Il corso "WORKSHOP LEGO® SERIOUS PLAY®. Come migliorare la gestione dei near miss", organizzato dall'Associazione AiFOS, si terrà il 12 dicembre 2019 - dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 18.00 - a Brescia presso Aifos Service in via Branze n. 45.

 

Durante la giornata verranno affrontati i seguenti argomenti:

  • introduzione al metodo LEGO® SERIOUS PLAY®
  • la rilevazione dei near miss
  • i principali vantaggi
  • cosa può influire sulla rilevazione
  • come i near miss si inseriscono nel contesto aziendale
  • strategie per il miglioramento delle rilevazioni.

 

La partecipazione al corso vale come 6 ore di aggiornamento per RSPP/ASPP e Coordinatori alla sicurezza, 3 ore di aggiornamento per formatori qualificati seconda area e 3 ore terza area tematica. Il corso è valido anche ai fini della formazione specifica prevista per il Manager HSE (UNI 11720:2018 – area tecnica in materia di sicurezza sul lavoro) e ai fini della formazione necessaria per l'iscrizione al Registro Consulenti AiFOS (Legge 4/2013).

 

Per avere ulteriori dettagli sul corso e iscriversi, è possibile utilizzare questo link: https://aifos.org/home/formazione/corsi-qualificati/organizzazione-benessere/organizzazione-benessere/workshop_lego_serious_play

 

Per informazioni e iscrizioni:

Sede nazionale AiFOS - via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia - tel.030.6595035 - fax 030.6595040 www.aifos.it  - info@aifos.it - formarsi@aifos.it

 

 

24 ottobre 2019

 

 

Ufficio Stampa di AiFOS

ufficiostampa@aifos.it

http://www.aifos.it/

Comunicato Stampa: Al via l'ottava edizione del premio "Buone Prassi Lombarde"



Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota