Cerca nel blog

sabato 1 maggio 2021

Data Integration: siglata partnership internazionale tra Primeur e Softlanding

Primeur, player operante nel comparto Data Integration, ha ufficializzato di aver siglato una partnership per l’utilizzo e la rivendita delle proprie solutions di Enterprise Data Integration con Softlanding, azienda informatica con sede a Dublino.  

 

Pertanto, il know-how di Primeur si fonde con quello di Softlanding, azienda specializzata in attività basate sull’analisi dei dati, automazione della sicurezza e conformità normativa.

 

Nell’attuale scenario, disporre di pieno controllo e visibilità dei propri dati risulta cruciale per qualsiasi organizzazione ed è per questa ragione che la Data Integration diventa sia fondamentale per qualsiasi organizzazione e sia lo strumento per poter avere processi di Data Science completi e, allo stesso tempo, efficaci.  

 

Stefano Musso, CEO di Primeur Group, dichiara: “La partnership con Softlanding è un altro grande traguardo tagliato dalla nostra multinazionale. Tutta la nostra offerta e il nostro know-how nell’integrazione dei dati, caratterizzato da un approccio modulare capace di velocizzare ogni processo e di eliminare la...

 

Continua:

https://www.technoretail.it/imprese/item/4332-data-integration-siglata-partnership-internazionale-tra-primeur-e-softlanding.html

 




Avast logo

Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
www.avast.com


Ricerca UNA: nel retail, la comunicazione è il driver essenziale per gli acquisti

UNA (Aziende della Comunicazione Unite) ha diffuso i dati emersi dalla ricerca elaborata dal Retail Hub dell’Associazione dal titolo “Media Retail. Vissuto e percezione”. La survey, diretta a individuare le trasformazioni in atto in ambito retail, di fatto, ha evidenziato il ruolo cruciale svolto dalla comunicazione all’interno del comparto distributivo. La comunicazione nel retail si avvale di molteplici strumenti, tra i quali, oltre all’affissione tradizionale, figurano il volantino, le isole promozionali e gli strumenti digitali come totem e megaschermi.  

 

Attualmente,  il retail, inteso come shopping center, GDS e GDO, può essere considerato, a tutti gli effetti, il “settimo media”. Il campione interpellato, escludendo il periodo di emergenza sanitaria, afferma di frequentare maggiormente la GDO, visitata almeno una volta al mese dal 83,7% dei rispondenti. A seguire, i centri commerciali con una frequenza media di visita di 1,6 volte al mese, la GDS (0,9 volte al mese) e gli outlet (0,6 volte al mese con il 29,7% del campione che vi accede almeno una volta ogni 2 mesi).  

 

All’interno dei punti vendita, la visibilità per i brand risulta molto ampia: non soltanto l’89% dei visitatori dichiara di aver visto un messaggio pubblicitario, ma emerge anche che l’attenzione ai vari strumenti di comunicazione è piuttosto trasversale a tutti i target analizzati, con una prevalenza di visibilità nelle fasce di età 45-54 anni (91,7%) e 55-64 anni (93,3%). Il mezzo più visto è il volantino (86%), seguito dalle isole promozionali (69%) e dalle locandine (64%).

 

A seguire, i banner e gli striscioni (59%), i totem digitali e non (58%), i carrelli della spesa (56%) e i monitor/Ledwall (49%). A chiudere la lista sono i floor sticker (34%). Non si tratta soltanto di visibilità, ma anche di capacità di influenza: difatti, 1 italiano su 2 (49%) è stato influenzato dalla comunicazione nell’ultimo miglio della rispettiva customer journey. Questo è un dato che...

 

Segue:

https://www.technoretail.it/shopping-experience-2/item/4331-ricerca-una-nel-retail-la-comunicazione-e-il-driver-essenziale-per-gli-acquisti.html

 




Avast logo

Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
www.avast.com


venerdì 30 aprile 2021

ORE 19 - Posticipo "Le rivali" di e con Paola Calvetti - 4 maggio 2021 ore 18




Da: Giovanna Gueci
Inviato: mercoledì 28 aprile 2021 12:36
A: comunicato.comunicato1@blogger.com <comunicato.comunicato1@blogger.com>
Oggetto: "Le rivali" di e con Paola Calvetti - 4 maggio 2021 ore 18
 

COMUNICATO STAMPA 

 

Rassegna editoriale online eCampus  

"A tu per tu con l'autore" 

 

LE RIVALI - Dieci donne di talento che hanno cambiato la Storia 

di Paola Calvetti 

(Mondadori, 2021, pag. 276) 

 

INTERVISTA DI PAOLA FERAZZOLI 

 

MARTEDI' 4 MAGGIO 2021 - ORE 19 

In diretta sui canali Facebook e Youtube di Università eCampus 

https://www.facebook.com/unieCampus/ 

https://www.youtube.com/user/UniversitaeCampus 

 

L'Università degli Studi eCampus presenta, all'interno della propria rassegna editoriale online, il libro LE RIVALI - Dieci donne di talento che hanno cambiato la Storia, di Paola Calvetti (Mondadori, 2021, pag. 276). 

 

L'appuntamento è per martedì 4 maggio 2021, ore 18,  con il webinar  on line sui canali Facebook e Youtube di eCampus, in compagnia dell'autrice, Paola Calvetti, intervistata dalla giornalista Paola Ferazzoli. 

 

La solidarietà femminile può essere una straordinaria forza trainante, una complice ideale del talento e una spinta verso i vertici della professione. Ma la rivalità, unita a una buona dose di narcisismo, può cambiare il corso della Storia. Questo raccontano le vite di dieci donne straordinarie che, tra la fine dell'Ottocento e la metà del Novecento, si sono confrontate in segreto o a viso aperto e, per affermarsi, non solo hanno sfidato le norme sociali, ma si sono combattute l'un l'altra, lasciando un segno indelebile nell'industria, nella moda, nello spettacolo e nel giornalismo

Avversarie? Nemiche? Nei loro rispettivi campi assolutamente sì. 

Dal palcoscenico dei più prestigiosi teatri del mondo l'eterea Eleonora Duse e la «divina» Sarah Bernhardt, alimentate dalla critica e dal pubblico che esaltano ora la dolcezza misteriosa dell'una, ora l'incomparabile capacità dell'altra di «essere» le eroine che interpreta, vivono per anni un antagonismo che al loro primo incontro sfocia in una vera e propria collisione. Sulle passerelle internazionali, la contesa fra il rigore  formale  di  Coco  Chanel  e  le  mise  sgargianti  di  Elsa Schiaparelli le vede  creatrici di quello stile unico e rivoluzionario che ha plasmato la donna del Novecento. A colpi di rossetti e creme si gioca invece la sfida tra Helena Rubinstein ed Elizabeth Arden, imprenditrici geniali, pioniere di una bellezza egualitaria, nonché protagoniste di una delle più grandi faide imprenditoriali del Ventesimo secolo. 

Volano battute al vetriolo – la parola è la loro arma migliore – fra Hedda Hopper e Louella Parsons, fino alla fine degli anni Cinquanta regine del gossip che dettano legge a Hollywood quando in America le donne sono ancora considerate cittadine di serie B. Nemmeno le sorelle Joan Fontaine e Olivia de Havilland sfuggono alle loro penne avvelenate, soprattutto quando l'antico odio che le unisce-separa diviene di dominio pubblico in occasione della cerimonia in cui si contendono l'Oscar nel 1942. 

Con eleganza e ironia, ma senza nascondere un sentimento di autentica partecipazione, Paola Calvetti intreccia le biografie di queste cinque coppie di pioniere che, grazie alla caparbietà e a uno strepitoso intuito visionario, hanno trasformato la rivalità in uno stimolo al successo, diventando fonti d'ispirazione per le donne di tutto il mondo. E come in un gioco di specchi, seguendo il filo che lega le loro vite, ci racconta un'epoca in cui il genio femminile era osteggiato, deriso o guardato con sospetto. Ma trionfò comunque. 

 

***** 

 

PAOLA CALVETTI  

Giornalista, ha lavorato alla redazione milanese del quotidiano «la Repubblica» e scritto per il «Corriere della Sera» e il settimanale «Io Donna». Ha diretto l'ufficio stampa del Teatro alla Scala, è stata direttore della comunicazione del Touring Club Italiano e direttore comunicazione e marketing del Maggio Musicale Fiorentino. Finalista al premio Bancarella con il romanzo d'esordio, L'amore segreto (1999), ha pubblicato L'Addio (2000), Né con te né senza di te (2004), Perché tu mi hai sorriso (2006) e per Mondadori Noi due come un romanzo (2009), Olivia, ovvero la lista dei sogni possibili (2012), Parlo d'amor con me (2013), Gli innocenti (2017) e il saggio Elisabetta II. Ritratto di regina (2019). I suoi romanzi sono tradotti in Francia, Germania, Spagna, Albania, Giappone, Olanda, Stati Uniti. 

 

PAOLA FERAZZOLI  

Paola Ferazzoli è giornalista professionista. Ha lavorato per Rai International e da quindici anni segue come inviata i maggiori casi di cronaca e attualità per la trasmissione Porta a Porta di Rai 1. Sua anche la firma di speciali, approfondimenti e inchieste di successo. 

 

***** 


L'Università eCampus è un Ateneo che, attraverso una didattica e-learning, propone 56 percorsi di laurea e numerosi master altamente professionalizzanti. Tra  i  principali  obiettivi,  la c.d. "Terza Missione",  l'insieme  cioè  di  tutte  quelle  

attività con le quali l'Università, oltre a fare Alta formazione e Ricerca, entra in contatto con il contesto socio-economico attraverso il  trasferimento e  la valorizzazione delle conoscenze. Ciò sin dalla sua  

istituzione (con Decreto del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca  del  30 gennaio 2006) e  grazie alla presenza capillare con proprie sedi  in tutte le principali città d'Italia. 

Info all'indirizzo www.uniecampus.it 

 

Per informazioni:                                                   

eventiecampus@uniecampus.it                                

Numero verde: 800 27 17 89                                    

 

Ufficio stampa eCampus 

Giovanna Gueci 

06 70304949  

giovanna.gueci@uniecampus.it 

 


+++ Posticipazione orario presentazione del libro “Le rivali” - di e con Paola Calvetti




Da: Giovanna Gueci
Inviato: mercoledì 28 aprile 2021 12:36
A: comunicato.comunicato1@blogger.com <comunicato.comunicato1@blogger.com>
Oggetto: "Le rivali" di e con Paola Calvetti - 4 maggio 2021 ore 18
 

COMUNICATO STAMPA 

 

Rassegna editoriale online eCampus  

"A tu per tu con l'autore" 

 

LE RIVALI - Dieci donne di talento che hanno cambiato la Storia 

di Paola Calvetti 

(Mondadori, 2021, pag. 276) 

 

INTERVISTA DI PAOLA FERAZZOLI 

 

MARTEDI' 4 MAGGIO 2021 - ORE 18 

In diretta sui canali Facebook e Youtube di Università eCampus 

https://www.facebook.com/unieCampus/ 

https://www.youtube.com/user/UniversitaeCampus 

 

L'Università degli Studi eCampus presenta, all'interno della propria rassegna editoriale online, il libro LE RIVALI - Dieci donne di talento che hanno cambiato la Storia, di Paola Calvetti (Mondadori, 2021, pag. 276). 

 

L'appuntamento è per martedì 4 maggio 2021, ore 18,  con il webinar  on line sui canali Facebook e Youtube di eCampus, in compagnia dell'autrice, Paola Calvetti, intervistata dalla giornalista Paola Ferazzoli. 

 

La solidarietà femminile può essere una straordinaria forza trainante, una complice ideale del talento e una spinta verso i vertici della professione. Ma la rivalità, unita a una buona dose di narcisismo, può cambiare il corso della Storia. Questo raccontano le vite di dieci donne straordinarie che, tra la fine dell'Ottocento e la metà del Novecento, si sono confrontate in segreto o a viso aperto e, per affermarsi, non solo hanno sfidato le norme sociali, ma si sono combattute l'un l'altra, lasciando un segno indelebile nell'industria, nella moda, nello spettacolo e nel giornalismo

Avversarie? Nemiche? Nei loro rispettivi campi assolutamente sì. 

Dal palcoscenico dei più prestigiosi teatri del mondo l'eterea Eleonora Duse e la «divina» Sarah Bernhardt, alimentate dalla critica e dal pubblico che esaltano ora la dolcezza misteriosa dell'una, ora l'incomparabile capacità dell'altra di «essere» le eroine che interpreta, vivono per anni un antagonismo che al loro primo incontro sfocia in una vera e propria collisione. Sulle passerelle internazionali, la contesa fra il rigore  formale  di  Coco  Chanel  e  le  mise  sgargianti  di  Elsa Schiaparelli le vede  creatrici di quello stile unico e rivoluzionario che ha plasmato la donna del Novecento. A colpi di rossetti e creme si gioca invece la sfida tra Helena Rubinstein ed Elizabeth Arden, imprenditrici geniali, pioniere di una bellezza egualitaria, nonché protagoniste di una delle più grandi faide imprenditoriali del Ventesimo secolo. 

Volano battute al vetriolo – la parola è la loro arma migliore – fra Hedda Hopper e Louella Parsons, fino alla fine degli anni Cinquanta regine del gossip che dettano legge a Hollywood quando in America le donne sono ancora considerate cittadine di serie B. Nemmeno le sorelle Joan Fontaine e Olivia de Havilland sfuggono alle loro penne avvelenate, soprattutto quando l'antico odio che le unisce-separa diviene di dominio pubblico in occasione della cerimonia in cui si contendono l'Oscar nel 1942. 

Con eleganza e ironia, ma senza nascondere un sentimento di autentica partecipazione, Paola Calvetti intreccia le biografie di queste cinque coppie di pioniere che, grazie alla caparbietà e a uno strepitoso intuito visionario, hanno trasformato la rivalità in uno stimolo al successo, diventando fonti d'ispirazione per le donne di tutto il mondo. E come in un gioco di specchi, seguendo il filo che lega le loro vite, ci racconta un'epoca in cui il genio femminile era osteggiato, deriso o guardato con sospetto. Ma trionfò comunque. 

 

***** 

 

PAOLA CALVETTI  

Giornalista, ha lavorato alla redazione milanese del quotidiano «la Repubblica» e scritto per il «Corriere della Sera» e il settimanale «Io Donna». Ha diretto l'ufficio stampa del Teatro alla Scala, è stata direttore della comunicazione del Touring Club Italiano e direttore comunicazione e marketing del Maggio Musicale Fiorentino. Finalista al premio Bancarella con il romanzo d'esordio, L'amore segreto (1999), ha pubblicato L'Addio (2000), Né con te né senza di te (2004), Perché tu mi hai sorriso (2006) e per Mondadori Noi due come un romanzo (2009), Olivia, ovvero la lista dei sogni possibili (2012), Parlo d'amor con me (2013), Gli innocenti (2017) e il saggio Elisabetta II. Ritratto di regina (2019). I suoi romanzi sono tradotti in Francia, Germania, Spagna, Albania, Giappone, Olanda, Stati Uniti. 

 

PAOLA FERAZZOLI  

Paola Ferazzoli è giornalista professionista. Ha lavorato per Rai International e da quindici anni segue come inviata i maggiori casi di cronaca e attualità per la trasmissione Porta a Porta di Rai 1. Sua anche la firma di speciali, approfondimenti e inchieste di successo. 

 

***** 


L'Università eCampus è un Ateneo che, attraverso una didattica e-learning, propone 56 percorsi di laurea e numerosi master altamente professionalizzanti. Tra  i  principali  obiettivi,  la c.d. "Terza Missione",  l'insieme  cioè  di  tutte  quelle  

attività con le quali l'Università, oltre a fare Alta formazione e Ricerca, entra in contatto con il contesto socio-economico attraverso il  trasferimento e  la valorizzazione delle conoscenze. Ciò sin dalla sua  

istituzione (con Decreto del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca  del  30 gennaio 2006) e  grazie alla presenza capillare con proprie sedi  in tutte le principali città d'Italia. 

Info all'indirizzo www.uniecampus.it 

 

Per informazioni:                                                   

eventiecampus@uniecampus.it                                

Numero verde: 800 27 17 89                                    

 

Ufficio stampa eCampus 

Giovanna Gueci 

06 70304949  

giovanna.gueci@uniecampus.it 

 


Future Time distribuirà WOZON, la scatola nera della cybersecurity

 Future Time, azienda romana attiva dal 2001 nella distribuzione di soluzioni per la sicurezza informatica, annuncia di aver siglato una partnership con WOZON per la distribuzione dell'omonimo software dedicato alla protezione del patrimonio aziendale.

 

Il software WOZON, interamente sviluppato in Italia da un team di tecnici specializzati in digital forensics, supporta le aziende nella tutela della proprietà intellettuale e nelle fasi di investigation interna a seguito di incidente informatico o contenzioso di lavoro, fornendo elementi che attestino l'implementazione di adeguate misure di sicurezza. Il sistema è una "scatola nera della cybersecurity" aziendale, con funzioni aggiuntive di allarme, file transfer criptato e threat intelligence giornaliera su account email e vulnerabilità applicative. 

WOZON si installa facilmente e può essere gestito anche dai reparti HR, Legal, audit o funzioni aziendali non tecniche, nel rispetto dei principi di segregation of duties.

"Siamo molto soddisfatti della nuova partnership con Future Time, che ci darà modo di rafforzare la distribuzione di WOZON per il centro e il sud Italia" dichiara Michele Cogo, CEO e founder di WOZON.  "Abbiamo investito anni di ricerca per individuare pattern di frode. WOZON è un sistema "artifacts based" capace di semplificare radicalmente il processo di raccolta e analisi di informazioni. Grazie alla competenza di Future Time riusciremo a comunicare correttamente la nostra innovazione, che può aprire un nuovo mercato".

La partnership con WOZON è frutto dell'attività di ricerca e selezione delle migliori soluzioni di sicurezza presenti sul mercato che ha sempre contraddistinto Future Time, che da vent'anni collabora con successo con le più importanti aziende del settore per offrire ai propri partner le migliori soluzioni per soddisfare le complesse necessità del mercato della cybersecurity.

"Siamo contenti di aver siglato con WOZON l'accordo di distribuzione, che riteniamo essere un prodotto di punta per la gestione dei casi di fuga di informazioni, frodi interne e furto di progetti, disegni e informazioni riservate". Affermano Paolo Monti ed Emanuele Rammella, soci fondatori di Future Time. "Questa partnership ci permette di arricchire ulteriormente e di diversificare il ventaglio d'offerta rivolta ai nostri partner, aiutandoli a raggiungere nuovi clienti e a incrementare così il loro business"

Future Time si è sempre contraddistinta per un'estrema attenzione alle esigenze dei suoi partner e sono numerose le iniziative che mette in campo per i rivenditori, come il supporto in tempo reale per qualsiasi quesito amministrativo o tecnico e la formazione continua attraverso numerose iniziative con le quali gli esperti di Future Time approfondiscono i principali trend tecnologici del momento.


giovedì 29 aprile 2021

La solution Manhattan Active Warehouse Management scelta dal retailer olandese Zeeman

Presso il suo centro di distribuzione centrale ubicato ad Alphen aan den Rijn, Zeeman, il principale retailer olandese di abbigliamento e tessuti, ha scelto di implementare la solution Manhattan Active Warehouse Management.  

 

Il ricorso al supporto targato Manhattan Associates rientra nella trasformazione della supply chain del retailer che permetterà al proprio network di rifornire i suoi store con maggiore rapidità, di soddisfare gli ordini dell’e-commerce più velocemente e, infine, ottimizzare l’efficienza del magazzino.  

 

Sia le sfide gestionali relative alle migliaia di punti vendita che l’evasione degli ordini e-commerce in tutta Europa avevano superato le capacità di distribuzione e di supply chain dei sistemi precedenti, portando, pertanto, Zeeman a rivolgersi a Manhattan Associates per individuare come risolvere tale problema.  

 

Schelte Halma, Direttore della Logistica di Zeeman, ha affermato: “In preparazione al prossimo decennio e alle future aspettative dei consumatori, Zeeman ha riconosciuto la necessità di una rete di supply chain più agile e flessibile. In precedenza, avevamo utilizzato un sistema di gestione del magazzino (WMS) sviluppato internamente che...

 

Continua:

https://www.technoretail.it/news2/item/4325-la-solution-manhattan-active-warehouse-management-scelta-dal-retailer-olandese-zeeman.html

 




Avast logo

Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
www.avast.com


Dopo COVID LA RIPARTENZA MOSTRA IL FIANCO ALLA CRIMINALITA' ORGANIZZATA

 

SOSAZIENDA IMPEGNATA A FIANCO DELLE FORZE DELL-ORDINE per bloccare iniziative Criminali presto importanti rivelazioni

Azienda in crisi? La cedo e riparto

Emergenza Coronavirus e rischio usura, la soluzione esiste: l’imprenditore in difficoltà può cedere l’azienda compresi i debiti con banche, erario e fornitori e ripartire con una nuova attività

Cedere l’azienda con tutto il pacchetto, debiti con banche, erario e fornitori e uscire così dal vortice di problemi e rischi che travolge l’imprenditore in difficoltà. É questa la soluzione proposta da SOSAzienda®, società di consulenza specializzata nelle crisi di azienda, che non si limita a fornire supporto legale o consulenza finanziaria, ma che si sostituisce in toto all’imprenditore acquisendo l’attività e attuando tutte le procedure necessarie per risanarla o, se necessario, avviarla alla liquidazione e alla conseguente cessazione.

Una soluzione radicale quanto provvidenziale, soprattutto in questo momento in cui il rischio di scivolare nell’economia illegale è altissimo e con molte aziende che, nonostante gli sforzi del Governo, non supereranno lo stop imposto dal lockdown. É infatti di qualche giorno fa l’appello rivolto dal ministro Lamorgese agli imprenditori colpiti dalla crisi, tramite il quale chiede loro di rivolgersi alle istituzioni per salvaguardare l’economia legale.

Proprio per scongiurare i rischi della Fase 2 e le difficoltà della ripartenza, SOSAzienda® propone di farsi carico del ritiro dell’impresa in crisi, sia che si tratti di un’azienda ferma o in liquidazione, segnalata alla Centrale rischi, con cattivo rating, senza bilanci o contabilità, consentendo al titolare o socio di ripartire costituendone una nuova.

I vantaggi per l’imprenditore sono molti e di valore: uscire dall’impresa in difficoltà, infatti, significa non avere più il fardello delle procedure di crisi o fallimentari. Inoltre, non corre il rischio di essere segnalato come cattivo pagatore o di essere dichiarato fallito. I creditori avranno una persona di riferimento a cui rivolgersi e l’azienda sarà seguita nel migliore dei modi dal punto di vista legale e tributario.

SOSAzienda® è una società di consulenza specializzata nella crisi di azienda. Fondata nel 1997, attualmente conta due sedi in Italia e una rete di studi legali selezionati e opera a livello nazionale.

SOSAzienda® impiega capitali propri e di primari investitori istituzionali, per generare ritorni sugli investimenti superiori alla media di mercato, ha partner bancari olandesi e belgi ma in Italia non eroga servizi bancari e finanziari, non fa prestiti e non invita ad acquistare azioni o obbligazioni di terze parti, nel rispetto della legge vigente in Italia in materia finanziaria.

Pur non avendo esigenze di carattere finanziario, data la natura del lavoro svolto, il partner principale di SOSAzienda® è un fondo finanziario e Immobiliare ed è parte di Capitali e Idee Group.

STOP ALLE CENTRALI RISCHI

SOSAzienda Lo aiuta.Gli ultimi mesi hanno cambiato il concetto di "fare impresa" per sempre.

Nonostante gli sforzi intrapresi dal Governo per mettere a disposizione risorse per le imprese, molte non supereranno questo momento. Tutto porta a pensare che nei prossimi mesi i Tribunali Italiani verranno letteralmente sommersi da decreti ingiuntivi ed istanze di fallimento, situazione che si tradurrà in un "tutti contro tutti" a scapito delle figure imprenditoriali più deboli, come le micro e piccole imprese che già da anni lottano per sopravvivere.

Queste imprese non hanno alcun potere contrattuale, non hanno tavoli di crisi e di rappresentanza sindacale o una lobby che abbia interesse ad aiutarle, anzi, a parere di molti, prima spariscono meglio è. Questa situazione di mercato sta creando l’impossibilità tangibile a rispettare le scadenze e ,quindi, molte di esse verranno segnalate nelle Centrali Rischi oppure verranno dichiarate fallite. Queste segnalazioni, in gergo definite "la morte fiscale dell'impresa", in capo ai Soci o agli Amministratori comportano l'esclusione da ogni supporto bancario e creditizio per i prossimi 5 o 10 anni. A dimostrazione che questo meccanismo è ben noto e conosciuto, l'attuale decreto "Cura Italia'' evidenzia come le Banche non debbano entrare nel merito del Rating aziendale.

SOSAzienda in questa fase ha un compito: Aiutare l'imprenditore e metterlo in condizione di ripartire

Premesso che la legge in materia societaria prevede che l'amministratore, accortosi della riduzione del capitale sociale al di sotto del minimo legale, deve immediatamente e senza indugio porre la società in liquidazione, SOSAzienda offre il proprio servizio di consulenza ponendosi tra l'Imprenditore e gli obblighi previsti dalla legge: ritira le quote societarie, pone la società in liquidazione e si auto-nomina liquidatore, seguendo la procedura di liquidazione ed esonerando l'Imprenditore stesso da questo compito.

Così agendo SOSAzienda, riduce esponenzialmente la possibilità che l'Imprenditore venga segnalato in CR e /o fallisca, permettendogli di mantenere le necessarie qualifiche per costituire una nuova Società, dove potrà portare con sé il Know-How acquisito, ed affrontare la ripartenza.

Media Comunikiamo

Sandra Manzi

SOSAZIENDA RIPARTIRE DOPO IL COVID DRAGHI UN ESEMPIO

Notoriamente, ce lo insegna la Storia, ogni decennio c’è una crisi economica che si riflette sui mercati, ormai diventati globali per quell’effetto domino di cui può giovarsi o, allo stesso tempo soffrire, l’economia mondiale. La pandemia da COVID-19 e i conseguenti lockdowns internazionali hanno accelerato la cadenza della crisi, e molti imprenditori si sono trovati impreparati nell’affrontarla.  Il rischio più grande, quello da scongiurare a tutti i costi per ogni imprenditore, di piccola o media impresa che sia, è il fallimento.

In Italia, secondo le leggi vigenti pubblicate per la prima volta nel 1942, ogni domanda di fallimento per l'imprenditore diventa un obbligo quando l'astensione dalla richiesta produrrebbe un aggravamento dello stato di insolvenza, ed il fallito perde così la disponibilità dei propri diritti patrimoniali, che sono in sua vece esercitati dal curatore fallimentare. In parole più semplici, se ci si trova nella condizione di non poter pagare chi vanta dei crediti, qualunque creditore può presentare domanda di fallimento. Ma fallire non conviene mai! Nel minore dei casi c’è un processo, poi c’è la chiusura del fallimento, e passato questo lungo tempo si può aprire l’attività, anche se stavolta sarà più difficile avere crediti. Considerando il caso peggiore, invece, dichiarare fallimento significa non avere accesso a crediti o prestiti per svariati anni, essere iscritti ad una lista nera che marchia per un arco di tempo troppo lungo qualsiasi uomo volenteroso di voler ripartire. Se i conti sono in rosso, i creditori alla porta, i dipendenti non possono essere pagati, bisogna pur fare qualcosa. Ma come e quando? Perché fallire e rinunciare ad una riapertura immediata, con la volontà di rimettersi in gioco e di cercare nuove soluzioni?

Un imprenditore sull’orlo del fallimento non può, sicuramente, permettersi errori. Se la legge non ammette ignoranze, un aiuto valido è fondamentale per muoversi nel marasma di normative, regole e leggi che possono salvarci come imprenditori o come persone giuridiche. Proprio qui può arrivare in soccorso SOSOAZIENDA. Spiega Marsala, portavoce della società “Siamo un centro di consulenza legale fiscale e tributaria, operante da 20 anni in tutta Italia e non soltanto. I nostri uffici a  Milano e Como sono specializzati nell'assistenza e nella consulenza per le aziende in Crisi e gestione delle liquidazioni problematiche, attraverso i nostri collaboratori: Dottori Commercialisti, Revisori Legali dei Conti, Avvocati, Giuristi, esperti di rischi finanziari e, in una sola frase, risolutori di problemi”.

Continua il portavoce “lo staff di SOSAZIENDA può suggerire la soluzione migliore per valutare i rischi, cercare le soluzioni e ripartire. Se l’imprenditore si vede costretto al fallimento, allora noi stessi possiamo nominare un liquidatore, un professionista che guiderà il fallimento in modo indolore e assolutamente legale, senza macchiare indelebilmente l’imprenditore e per fornirgli nuove speranze e possibilità di ripartenza”. Ma allora può arrivare la luce alla fine del tunnel anche in un momento come questo? “Sì” chiosa Marsala: “L’esperienza maturata dai consulenti di SOSAZIENDA passerà al vaglio, attraverso uno studio approfondito, tutte le possibilità di chi, al momento, non naviga in ottime acque, considerando e suggerendo la migliore delle soluzioni possibili, foss’anche la chiusura dell’attività, ma una chiusura che, attraverso i liquidatori, darà nuove chances e nuova fiducia per un futuro migliore”.

 

SOSAzienda CRISI AZIENDALE, quando la ripartenza "non parte"

CRISI AZIENDALE, quando la ripartenza “non parte”

Nonostante gli aiuti statali molte attività potrebbero non superare questo brutto momento: come fare per non restare schiacciati dalla burocrazia e dai debiti?

Una rilevazione ad hoc dell’Istat presso le imprese mostra che i fattori di fragilità sono molto diffusi ed è cruciale la questione del reperimento della liquidità. https://www.istat.it/it/archivio/245216

Purtroppo, sembra ci troviamo in una situazione stagnante che perdurerà per tutto il 2020 e questo comporterà grandi difficoltà soprattutto alle piccole e medie imprese.

Molti imprenditori rischiano di rimanere schiacciati non solo dalla diminuzione di lavoro ma anche da debiti e cartelle dell’agenzia delle entrate che esigono una pronta riscossione.

“La possibilità di risalire la china esiste” suggerisce Filippo Marsala, responsabile PR di SOSAzienda, e continua “Comprendere le dinamiche della burocrazia e della risoluzione dei debiti è fondamentale, nulla va lasciato al caso ed è per questo motivo che è importante non restare soli. Esistono reti di protezione che aiutano l’imprenditore a risollevarsi per riprendere in mano la propria vita professionale.

Realtà consolidate come la SOSAzienda sono in grado di porsi tra l’imprenditore e gli obblighi previsti per legge con il proprio servizio di consulenza, come ad esempio, la procedura di messa in liquidazione o il fallimento.

SosAzienda, è una società di consulenza specializzata nell’aiutare l’imprenditore a superare i momenti di difficoltà, infatti, in caso di azienda in crisi, possiamo ritirare quote societarie e auto-nominarci liquidatori, seguendo la procedura di liquidazione ed esonerando l'imprenditore stesso da questo compito.”

In sintesi, chiosa Marsala “In situazioni come questa, SosAzienda aiuta l’imprenditore in crisi e lo mette in condizione di ripartire, poiché riduce esponenzialmente la possibilità che l'imprenditore venga segnalato in centrale rischi e/o fallisca, permettendogli di mantenere le necessarie qualifiche per costituire una nuova società, dove potrà portare con sé il know-how acquisito, ed affrontare la ripartenza senza trascinare con sé situazioni debitorie penalizzanti.”

Ufficio Stampa

 

mercoledì 28 aprile 2021

Lanciati da Baoli i nuovi carrelli elettrici KBE 20/25N

Baoli ha presentato i nuovi frontali elettrici KBE 20/25N, la range di carrelli a 4 ruote migliorata in termini di performance, ergonomia e compattezza.  

 

Le nuove solutions, solide e curate nel design, rappresentano una novità per Baoli che, per la prima volta, propone la sostituzione laterale della batteria in opzione su entrambi i modelli: si tratta di una caratteristica di rilievo, dal momento che consente di accrescere la produttività dei mezzi utilizzati su più turni e, allo stesso tempo, di ottimizzare la sicurezza dell’operatore durante il cambio della batteria.

 

I nuovi modelli KBE, con una potenza pari a 48 volt, sono stati progettati sia per l’uso interno che per quello esterno alle imprese. Caratterizzati da una capacità di carico di 2/2,5 tonnellate e grazie a una maggiore compattezza, nuovi frontali elettrici possono soddisfare le esigenze di quegli operatori che chiedono un prodotto affidabile e robusto per le operazioni standard, ma anche performance elevate in termini di produttività.  

 

I KBE sono dotati di un dispositivo elettrico di frenata automatica che si attiva al rilascio dell’acceleratore: ciò garantisce una maggiore sicurezza alla guida e consente il...

 

Segue su:

https://www.technoretail.it/supply-chain/item/4322-lanciati-da-baoli-i-nuovi-carrelli-elettrici-kbe-20-25n.html

 




Avast logo

Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
www.avast.com


Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota