Cerca nel blog

venerdì 3 settembre 2021

Strage via Carini, Pirillo (Circolo Saragat Matteotti), necessario seguire le parole e l’insegnamento del Gen. Dalla Chiesa, unica via per combattere le mafie

Roma, 03.09.2021:- "Il 3 settembre 1982, la mafia uccideva a Palermo il Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, Prefetto di Palermo, la moglie Emanuela Setti Carraro e l'agente di scorta Domenico Russo, una delle pagine più brutte e drammatiche della storia della Repubblica" –cosi Enzo Pirillo, Presidente del Circolo Culturale Saragat Matteotti di Roma-

"Nel testo della sentenza del maxiprocesso del 1985 si leggono queste parole «L'assassinio Dalla Chiesa, dopo l'assassinio Moro, è certamente il delitto più grave della storia della Repubblica. Le carte di una sentenza giudiziaria sono di solito raggelanti. Le carte sulla vita del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa rappresentano invece la certificazione drammatica e autorevole di verità finora negate, nascoste, manipolate», allora non si poteva minimamente immaginare l'orrore delle stragi di Capaci e via D'Amelio nella quali morirono i Giudici Falcone e Borsellino!

Forse per questo è facile condividere il sentimento di quell'anonimo cittadini che scrisse sul luogo della strage  «Qui è morta la speranza dei palermitani onesti», anche se, per onorare la memoria di chi ha perso la vita per combattere le mafie, la speranza non può e non deve morire!

"In circostanze come questa triste ricorrenza può essere facile inciampare in una retorica scontata, non volendo incorrere in questo –conclude Enzo Pirillo- mi limito a ricordare le parole del Generale Dalla Chiesa: "Se è vero che esiste un potere, questo potere è solo quello dello Stato, delle sue istituzioni e delle sue leggi; non possiamo oltre delegare questo potere né ai prevaricatori, né ai prepotenti, né ai disonesti". A nome del Circolo Saragat Matteotti esprimo un deferente pensiero per la memoria di tutte le vittime di tutte le mafie, ed un rispettoso ed affettuoso abbraccio a Rita e Nando dalla Chiesa".


Vincenzo Pirillo, Presidente del Circolo Culturale "Saragat-Matteotti"


 
__________________________________________________________

Circolo Culturale "G. Saragat - G. Matteotti"
__________________________________________________________

Corrispondenza: via Giuseppe Benedetto Dusmet 15/a - 00168 Roma
Sede storica: via Rosa Guarnieri Carducci - Roma
email: segreteria@CircoloSaragatMatteotti.it
sito web: www.CircoloSaragatMatteotti.it
Facebook: @CircoloSaragatMatteotti
mobile: +39.329.032.35.17
__________________________________________________________

Inaugurato il padiglione del Perù alla 17ª Biennale di Venezia

Inaugurato il padiglione del Perù alla 17ª Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia

È intervenuto l'architetto Felipe Ferrer, curatore della mostra rappresentante il Perù: "Playground: artefatti per interagire"

Settembre 2021 – Nell'ambito del vernissage organizzato dal Collettivo Curatori della 17esima Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, il padiglione peruviano è stato inaugurato lo scorso fine settimana con una cerimonia intima condotta dal creatore della mostra, l'architetto Felipe Ferrer.

Il curatore della mostra "Playground: artefatti per interagire" ha dato il via a una breve discussione sul concetto e sull'esperienza che i visitatori potranno vivere nel padiglione peruviano, situato all'Arsenale di Venezia.

Il progetto è stato concepito intorno ai problemi di sviluppo urbano e di appropriazione degli spazi pubblici, aumentati in diverse regioni del paese sudamericano e in particolare nella città di Lima, tramite l'utilizzo di un elemento principale: le sbarre, che sono sinonimo di paura.

La proposta si è concentrata sull'abbattimento di questa paura, attraverso la trasformazione delle sbarre in nuovi artefatti che incoraggino l'interazione attraverso il gioco e migliorino le relazioni tra i cittadini. L'elemento emblematico è il dondolo, in cui è necessario che le due persone trovino il giusto equilibrio per potersi sedere.

Così facendo, si vuole evidenziare come, attraverso l'equilibrio e il gioco, possa nascere la fiducia reciproca, un sentimento che è fondamentale per generare equilibrio e un'interazione armoniosa tra gli esseri umani.

L'ambientazione della mostra include cartelli dissuasori, così come un cancello principale all'ingresso che segna l'inizio dell'esperienza, accompagnata da elementi visivi e sonori.

OPERA COLLABORATIVA

La partecipazione del paese sudamericano è possibile grazie al Patronato Cultural del Perú, istituzione che dal 2016 è incaricata della produzione e organizzazione del padiglione, con la partecipazione di PROMPERÚ. È anche sostenuto dalla Fondazione Wiese e dal giornale El Comercio; e dal Ministero della Cultura e dal Ministero degli Affari Esteri, dalla Pontificia Università Cattolica del Perù e dall'Università di Lima.

ü  L'ingresso al Padiglione del Perù è possibile da martedì a domenica dalle 10:00 alle 18:00 previa prenotazione e acquisto di biglietti

ü  La 17ª Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia rimane aperta fino al 21 novembre e ha come tema centrale "How Will We Live Together?"

ü  Per saperne di più sul progetto "Playground: artefatti per interagire" fai un tour a 360° del padiglione del Perù qui: https://www.pcp.org.pe/playground/ 

 

 

mercoledì 1 settembre 2021

Kim Dupond Holdt. La sorpresa della luce

a cura di Roberto Mutti
Palazzo Castiglioni, Corso Venezia 47, Milano
17 settembre - 1 ottobre 2021
                                                                                               

In occasione di Photofestival 2021, Milano accoglierà un'importante personale dell'artista danese Kim Dupond Holdt (Vojens, 1966) a cura di Roberto Mutti, realizzata con la collaborazione di Vittorio Schieroni ed Elena Amodeo di MADE4ART. A ospitare l'esposizione sarà Palazzo Castiglioni, pregevole edificio liberty sede di Confcommercio Unione Milano, cuore di questa storica manifestazione dedicata alla fotografia ormai giunta alla sua sedicesima edizione.

In mostra una selezione di opere appartenenti alla recente produzione fotografica di Kim Dupond Holdt, dove dettagli di architetture e oggetti di design, il gioco dei tessuti, distorsioni attraverso superfici specchianti comunicano all'osservatore aspetti inediti della realtà, nella quale elementi naturali e creati dall'uomo si fondono armonicamente. A caratterizzare gli scatti dell'artista danese sono una spiccata tendenza all'astrazione, colori accesi e coinvolgenti, una luce capace di stupire e scolpire, lavori frequentemente presentati come dittici in un dialogo di richiami e contrasti.

Come sostiene il Curatore Roberto Mutti nel testo che accompagna la mostra: «La fotografia è, come dice il suo stesso nome, creata dalla luce ma per indirizzare quest'ultima nella giusta direzione occorre che qualcuno la sappia dominare con sapienza per finalizzarla a un progetto preciso. Kim Dupond Holdt con questo nuovo lavoro riesce nel suo intento: chi osserva le sue opere non è spinto a chiedersi come abbia fatto l'autore a raggiungere questi esiti caratterizzati da un geometrismo astratto partendo dai luoghi ripresi né a interrogarsi su quali siano, ma si lascia sorprendere dalla magnificenza delle forme ritrovando così la meraviglia che la vera fotografia sa da sempre suscitare». 

La sorpresa della luce sarà aperta al pubblico dal 17 settembre al 1 ottobre 2021, dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle 18; l'esposizione sarà visitabile in anteprima a partire dal 15 settembre in occasione della conferenza stampa di presentazione di Photofestival.

Kim Dupond Holdt. La sorpresa della luce
a cura di Roberto Mutti

17 settembre - 1 ottobre 2021
dal lunedì al venerdì ore 08.30 - 18

Palazzo Castiglioni
Corso Venezia 47, Milano
M1 Palestro
+39.02.77501

Communication by:
MADE4ART
Comunicazione e servizi per l'arte e la cultura
www.made4art.it, press@made4art.it

lunedì 30 agosto 2021

Coprite il vostro lavoro con la qualità dei nostri teli in PVC!

L'obiettivo di Adriatica Chiusure è quello di fornire ai nostri clienti teli in PVC per coperture di altissima qualità, questo ci è possibile selezionando i migliori fornitori, ponendo particolare attenzione alla ricerca dei materiali e avvalendoci per il montaggio di manodopera specializzata e qualificata.

Il miglior materiale per le coperture industriali è senza dubbio il polivinile anche detto PVC. Ma non tutti i teli in pvc sono uguali.

Per le nostre coperture mobili utilizziamo solo teloni pvc della migliore qualità e li applichiamo con tecniche di montaggio in grado di garantire un'ottima resa estetica e la massima resistenza nel tempo. I nostri teli in pvc hanno un peso in opera di circa 900 gr/mq, una resistenza al freddo fino a -30° C e al caldo fino a + 70° C. Inoltre sono teli ignifughi in Classe 2 secondo norma EN ISO 13943:2017 per la resistenza alla fiamma e dopo 100.000 piegature non risentono ancora di nessuna deformazione. I teli per coperture sono notevolmente resistenti in esterno agli agenti atmosferici quali vento, pioggia e neve e fungono da copertura in modo del tutto sicuro.

Utilizzare teli in pvc è sicuramente conveniente sotto molti punti vista.
Il costo del telo in pvc rispetto ad una copertura classica è decisamente più economico.
In definitiva i teli per coperture in pvc sono un'ottima soluzione per coperture mobili al servizio della logistica aziendale per:
– magazzini
– stoccaggio merci
– aree di carico e scarico
– tunnel di collegamento
– aree di movimentazione merci
– punti di accoglienza

Coprite il vostro lavoro con la nostra qualità!


https://www.adriaticachiusure.it/telo-pvc-quali-teli-per-coperture-utilizzare-e-perche/


Perù Sicuro: 446 attrazioni hanno ottenuto il marchio Safe Tavels del WTTC

Perù Sicuro: 446 attrazioni hanno ottenuto il marchio Safe Tavels del WTTC

I viaggiatori possono continuare a sognare la terra degli Inca e pianificare il loro viaggio in totale sicurezza 

Il Perù è stato uno dei primi paesi sudamericani ad ottenere il prestigioso marchio "Safe Travels" nel 2020, attuando fin da subito una politica di sicurezza nel settore del turismo per permettere ai viaggiatori di continuare a visitare uno dei paesi megadiversi del mondo - che detengono oltre il 70% della biodiversità del pianeta Terra - in un ambiente sicuro e protetto.

Oggi, sempre più attrazioni e luoghi del paese stanno ottenendo il marchio di approvazione Safe Travels del World Travel & Tourism Council (WTTC) per aver aderito ai protocolli e alle misure di biosicurezza stabilite dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Dalla costa, attraversando le Ande e fino all'Amazzonia, un totale di 446 attrazioni turistiche delle diverse regioni del Perù ha ricevuto questo marchio che ne attesta la sicurezza in termini di monitoraggio e prevenzione del covid-19, rispettando tutti gli standard internazionali di igiene e biosicurezza.

Tra i più recenti, il Parco Nazionale di Manu e la Riserva Nazionale di Tambopata, aree naturali protette situate nel dipartimento di Madre de Dios, hanno ricevuto il marchio Safe Travels, accreditandosi come biosicure per i viaggiatori che cercano esperienze indimenticabili nella Foresta Amazzonica Peruviana, in luoghi all'aria aperta, fuori dai circuiti di massa e a contatto con una natura rigogliosa e incontaminata.

Tra le attrazioni turistiche più conosciute a cui è stato riconosciuto il marchio Safe Travels, il lago Titicaca a Puno – il lago navigabile più alto del mondo che ospita le isole galleggianti degli Uros – l'area archeologica di Kuélap, l'imponente fortezza della cultura Chachapoyas, l'impressionante Cascata naturale Gocta alta 771 metri e ancora la Valle Sacra degli Incas, dove il tempo sembra essersi fermato tra culture antiche e villaggi tradizionali. Ovviamente non poteva mancare Machupicchu. Anche qui sono stati rigorosamente applicati dei nuovi protocolli e le misure di sicurezza oggi consentono di visitare in tranquillità questo luogo Patrimonio Unesco considerato una delle sette meraviglie del mondo moderno.

Per chi invece non volesse rinunciare alla città, tra le varie attrazioni della capitale Lima ad aver ottenuto il marchio Safe Travels troviamo Callao, il principale porto del paese, la cittadella millenaria di Pachacamac e Barranco, il quartiere più vivace e colorato di Lima.

Con l'attuazione di diversi protocolli di biosicurezza nel settore turistico ideati da Cenfotur (Centro de Formación en Turismo) secondo le raccomandazioni del WTTC e dell'OMS, in questo momento il Perù garantisce non solo la fruibilità delle attrazioni del paese ma anche un'offerta turistica formata e preparata in termini di protocolli e misure di sicurezza, permettendo così ai viaggiatori di tutto il mondo di tornare a incontrare il sorriso del popolo peruviano, la ricca gastronomia, i panorami aperti e incontaminati e una cultura millenaria unica al mondo.

 

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota