Cerca nel blog

sabato 21 maggio 2016

The Declaration of Bab

Declaration of the Bab in Shiraz

Sondaggio DATAMEDIA Milano: Comunali, testa a testa tra Sala e Parisi

Il sondaggio realizzato da Datamedia Ricerche relativo alle elezioni amministrative per il Comune di Milano

Il sondaggio realizzato da Datamedia Ricerche relativo alle elezioni amministrative per il Comune di Milano, al voto il 5 giugno, vede un testa a testa tra Giuseppe Sala, candidato appoggiato dal Partito democratico e Stefano Parisi, sostenuto da Forza Italia. Lo scarto tra i due si attesta intorno all'1,4% con Sala al 38,8% e Parisi al 37,4%.

Gianluca Corrado (candidato M5s) non supera il 15%, mentre il candidato su cui punta la sinistra Basilio Rizzo si attesta al 5,4%.

Piuttosto alto il valore degli indecisi e delle schede bianche che arrivano a toccare quota 37,7%, mentre il 3,6% degli intervistati sosterrebbe altri candidati a primo cittadino".

FonteIl Giornale

il Báb.m4v

Dichiarazione del Bab

Datamedia Ricerche: Comunali Roma, Virginia Raggi la Candidata più votata

Il sondaggio realizzato da Datamedia Ricerche relativo alle elezioni amministrative per il Comune di Roma

Datamedia Ricerche Sondaggio Comunali Roma

Per il sondaggio Datamedia Ricerche per il Tempo relativo alle elezioni amministrative per il Comune di Roma, al voto il 5 giugno, Virginia Raggi è la candidata sindaco più votata con il 28,1% dei voti. Al secondo posto il candidato del Partito Democratico, Roberto Giachetti, che si ferma al 25,5% con uno scarto di 2 punti percentuali rispetto a Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia (23,5%). Alfio Marchini, sostenuto da Forza Italia, Lista Marchini e La Destra, si attesta al 14,1% mentre il candidato della Sinistra, Stefano Fassina, raggiunge il 4,8%.
Il 4% degli intervistati dichiara il proprio appoggio per altri candidati mentre resta alto il numero degli indecisi che si attesta al 38 %.

Fonte: Il Tempo

Bari - XXI edizione festa dei popoli



Tra i numerosi appuntamenti, c’è da segnalare quello del 25 maggio alla libreria Roma con la presentazione del libro La Promessa della Pace Mondiale di Mario Morano, un documento consegnato all’Onu tradotto in 76 lingue, a cura della comunità baha’i.







http://www.giornaledipuglia.com/2016/05/lundicesima-edizione-della-festa-dei.html

Gli studenti delle medie di Giulianello esercitano il loro diritto di uso civico


Gli studenti di Giulianello hanno esercitano il loro diritto di uso civico con una lezione di 'paesaggio visivo, sonoro e gustativo'. Su iniziativa dell'ASBUC, d'intesa con i proprietari, giovedì mattina 35 allievi della scuola media «Salvatore Marchetti» hanno varcato il cancello di Torrecchia Vecchia, esercitando il diritto di visita guidata in uno dei luoghi simbolo dell'ex Feudo Juliano. Hanno attraversato il caratteristico paesaggio a mosaico del Monumento Naturale, tra zone umide, aree agricole, boschi; tra resti di costruzioni medievali, laghetti con ninfee, ruscelli e piante pregiate. Una passeggiata didattica arricchita dal sottofondo canoro del Coro contadino delle Donne di Giulianello, che hanno insegnato ai ragazzi anche a riconoscere e cogliere le erbe spontanee.

L'idea di convertire i diritti di uso civico relativi a questa zona in un diritto inalienabile di visita scolastica guidata per gli alunni delle scuole locali nasce da una visione geniale e futuristica dell'avv. Raffaele Marchetti che, intorno alla metà degli anni '90, incontrò il consenso dell'allora ex proprietario dell'antico castrum, il dott. Carlo Caracciolo. Costui, dovendo provvedere ad un urgente restauro del castello immerso nell'oasi, prima di ottenere le autorizzazioni, dovette rivolgersi al Comune di Cori per la liquidazione degli usi civici. Per l'Ente si occupò della questione l'avv. Raffaele Marchetti, uno dei massimi esperti nazionali in materia.

In fase di valutazione del valore dei diritti che insistevano su quella porzione di territorio, l'avv. Marchetti propose alla proprietà di tramutare i diritti vantati, di semina, pascolo e legnatico a secco, in un diritto di visita scolastica guidata nella tenuta, a favore degli studenti di Cori e Giulianello, una volta l'anno, per tutti gli anni a venire. Un'intuizione, quella di Marchetti, che ha riproposto in forma più moderna l'antico diritto di uso civico allargando il ventaglio delle possibili forme di collaborazione futura tra i proprietari del fondo e l'Amministrazione Separata dei Beni di Uso Civico di Giulianello.

"Questo è il momento finale di un percorso didattico sulla conoscenza e la valorizzazione degli usi civici che l'ASBUC realizza durante l'anno scolastico nelle scuole di Giulianello con il suo Delegato alle progettualità Eugenio Marchetti – spiega il Presidente ASBUC Luca Del Ferraro – ringrazio la proprietà per la sensibilità che continua a dimostrare e che si concretizza ogni anno con la splendida accoglienza riservata alla delegazione".

Ambiente. Regione Abruzzo partner del progetto europeo New Finance




Ambiente. Regione Abruzzo partner del progetto europeo New Finance



La Regione Abruzzo è partner del progetto "New finance for energy efficiency measures in public buildings" -  acronimo New Finance - coordinato dalla North West Croatia Regional Energy Agency e sottomesso nell'ambito del programma Med, asse prioritario 2 "Favorire le strategie a basse emissioni di carbonio e l'efficacia energetica in specifici territori Med: città, isole e territori remoti"; obiettivo specifico 2.1 "Aumentare la capacità per una migliore gestione dell'energia negli edifici pubblici a livello transnazionale".

Con i suoi 18 mesi di durata e un budget complessivo di €  931,600 - di cui 160,729 € previsti per l'Abruzzo, il progetto persegue l'obiettivo di accelerare nuovi investimenti in tema di efficienza energetica capitalizzando iniziative concluse o in corso e promuovendo la costituzione di partenariati pubblico-privati

Nei giorni scorsi, l'Unione Europea ha comunicato che l'Abruzzo ha superato la decisiva fase valutativa. Entusiasta il Sottosegretario Regionale con delega all'Ambiente Mazzocca: "E' il riconoscimento ufficiale dall'Unione Europea sulla validita' del nostro lavoro che e' stato costante, duro e certosino. Ci fa immensamente piacere e non può non indurci a continuare sulla strada intrapresa".

Altri partner del progetto sono: Catalan Institute for Energy (Spagna), Malta Intelligent Energy Management Agency (Malta), Energy Agency of Savinjska, Šaleška and Koroška Region (Slovenia), Development Agency of the Una – Sana Canton (Bosnia and Erzegovina), Ministry for Construction, Spatial Planning and Environmental Protection of the Una-Sana Canton (Bosnia and Erzegovina). 


>>>>


Doriana Roio

Responsabile Comunicazioni 

Mobile: (+39) 388 24 32 143

















venerdì 20 maggio 2016

Associazione di Tutela Ambientale-Animali cerca Volontari

Stiamo facendo delle Pre-Selezioni,Associazione di Tutela e Salvaguardia Ambientale,Protez.Animali,Beni culturali cerca Volontari per Padova –Provincia (Pensionati,Studenti,disoccupati,…)con minima esperienza di uno dei settori associativi in particolar modo (Guardie Ambientali,Eco-Zoofile,Guardie Giurate,custodi notturni,etc...).I volontari devono essere preparati ,con ottimo spirito di volontariato,ottimo lavoro di squadra,abituati ad effettuare servizi diurni e notturni per anche eventuali fiere,servizi per comuni,enti pubblici privati….Ottima la predisposizione e il portamento di divisa,pettorina…Per il Tipo di  servizi sono previsti Minimi Rimborsi spese.Inviate mail con Referenze Varie,sarete prima possibile contattati ,sempre se i requisiti soddisfano le esigenze Associative,da un Ns Addetto Resp.Operativo.

N.b:Cerchiamo Urgentemente anche persone che Vogliono inziare con corsi Gratuiti per diventare Guardie Giurate Ittiche,Ambientali,…

E-mail: associazioneambientaleanimali@gmail.com


http://annunci.repubblica.it/data/getadflyercoupon.php?adid=13691918

Da Made4Art la mostra "Human Traces"

Guido Alimento, Adriana Collovati, Enzo Trifolelli
M4A - MADE4ART, Milano
27 maggio - 15 giugno 2016
Inaugurazione venerdì 27 maggio, ore 18.30

In occasione di Photofestival 2016, lo spazio Made4Art di Milano presenta Human Traces, special art project di fotografia con opere degli artisti Guido Alimento, Adriana Collovati ed Enzo Trifolelli. Le tracce lasciate dall'uomo nello scorrere del tempo, i segni del suo passaggio nell'ambiente naturale, il gesto dell'artista che ritrae il contesto circostante dando vita a un'immagine dove il tempo e il movimento vengono fissati per sempre dall'obiettivo fotografico. L'essere umano con il suo vivere lascia tracce di sé che si sedimentano e si mischiano con quelle dei suoi simili, di chi lo ha preceduto e di chi ne prenderà il posto, stratificazioni di un vissuto individuale e collettivo allo stesso tempo: i tre artisti selezionati per il progetto Human Traces dai curatori di Made4Art Vittorio Schieroni ed Elena Amodeo affrontano il tema sulla base della propria sensibilità e delle loro specificità artistiche e tecniche.

Gli scatti di Adriana Collovati sembrano raccontare storie intime e personali, aperte a interpretazioni, che lo spettatore può solo intuire attraverso indizi e dettagli. Un passaggio recente, quello dell'uomo e della donna nell'ambiente naturale, che lascia dietro di sé abiti, oggetti d'uso comune, manufatti artistici che sembrano essere stati da poco abbandonati in enigmatiche composizioni.

Protagonista delle immagini di Guido Alimento è, invece, una natura ancestrale, senza tempo, sia che si tratti degli alberi dalle forme contorte e della vegetazione che avvolge vecchi muretti a secco sia delle decorazioni fitomorfe presenti negli elementi architettonici di antichi edifici religiosi. Marmi e pietre abilmente lavorati dalla mano dell'uomo, una natura stilizzata e densa di significati simbolici.

Le statue che Enzo Trifolelli ritrae attraverso la tecnica del FotoTempismo, concetto artistico di assoluta novità ideato dall'artista, prendono vita dallo scatto fotografico che rende eterna una situazione spaziotemporale, creando un movimento capace di superare la bidimensionalità e la staticità dell'immagine fotografica. Le statue, tracce di un intervento artistico compiuto in tempi lontanissimi, tornano ad animarsi per mano del fotografo, che dona loro una nuova eternità.

Human Traces, primo special art project di Made4Art dedicato alla fotografia, con data di inaugurazione venerdì 27 maggio 2016, rimarrà aperto al pubblico fino al 15 giugno; un evento M4E - MADE4EXPO ed Expo in Città.

Human Traces
Guido Alimento, Adriana Collovati, Enzo Trifolelli
Made4Art special art project
27 maggio - 15 giugno 2016
Inaugurazione venerdì 27 maggio, ore 18.30
Lunedì ore 16 - 19, martedì - venerdì ore 10 - 13 / 16 - 19
Il giorno venerdì 3 giugno la mostra resterà chiusa.

M4A - MADE4ART
Spazio, comunicazione e servizi per l'arte e la cultura
di Elena Amodeo e Vittorio Schieroni
Via Voghera 14 - ingresso da Via Cerano, 20144 Milano
www.made4art.it, info@made4art.it, t. +39.02.39813872
Un evento Photofestival 
Un progetto M4E - MADE4EXPO 

NASCE PALASALUTE, STRUTTURA POLIVALENTE DEDICATA AL MONDO DELLA SANITÀ

COMUNICATO STAMPA

NASCE PALASALUTE, STRUTTURA POLIVALENTE DEDICATA AL MONDO DELLA SANITÀ

A Formello, in provincia di Roma, è nato il Palasalute, una struttura polivalente dedicata quasi interamente al mondo della salute e della sanità.

La struttura, in cui ha sede Mutua Mba, la più grande mutua sanitaria italiana per numero di soci, è contornata dagli splendidi murales dell'artista britannico Richard Woods, rinomato per la sua pittura a motivi grafici e dai colori accesi che trasforma le architetture e gli ambienti, connotandoli in una dimensione allegra e vivace.

Il Palasalute, oltre a Mutua Mba, ospita anche altre importanti realtà del settore sanitario integrativo, tra le quali Coopsalute, Health Italia, la Fondazione Basis ed il Museo del Mutuo Soccorso, che a breve verrà inaugurato nella sua nuova veste.


http://www.mbamutua.org/a-formello-nasce-il-palasalute/

Residenza Sansovino: Classe A nell'area più verde di Arese

La Residenza Sansovino sorge nel cuore verde della bella ed elegante città di Arese.

I nostri appartamenti ad Arese vantano un eccellente rapporto qualità/prezzo.

Infatti, la Residenza Sansovino è stata progettata per offrire ai  residenti, appartamenti ad alta efficienza energetica, dotati di moderni impianti tecnologici e soluzioni architettoniche moderne al fine di garantire il miglior comfort quotidiano. Non solo, gli appartamenti appartengono tutti  alla classe energetica “A”, la classe più virtuosa energicamente e che di conseguenza permette di risparmiare di più.

La nostra residenza produce energia pulita e ha come obiettivo quello di realizzare il primo quartiere ad emissioni zero.

Abitare in un appartamento di classe energetica A, come quello della Residenza Sansovino di Arese, vi farà godere di un notevole prestigio e farà acquisire al vostro immobile un valore di mercato al di sopra degli attuali standard abitativi.

Non solo, tutti gli appartamenti della Residenza Sansovino di Arese sono stati progettati con la massima accuratezza e incredibile attenzione e cura per i dettagli. I nostri trilocali, ad esempio, vantano un eccellente e pregiato mix di finiture accurate, arredo di design e materiali di alta qualità.

Anche l’esterno della Residenza Sansovino è stato progettata con la massima cura e rispetto per l’ambiente; non è un caso che gli appartamenti sorgano nell’area più verde di Arese e che siano collegati con percorsi pedonali, piste ciclabili, parchi esistenti in città.

Lo spazio esterno coabita in armonia con la residenza più green di Arese rappresentando un’eccellenza di  nuova architettura abitativa. Il tutto pensato e studiato per offrire agli abitanti della residenza una qualità della vita più consapevole e sempre nel rispetto dell’ambiente.

La cura che abbiamo messo nella progettazione degli appartamenti non è mancata nell’ aspetto esterno della Residenza.

Un bellissimo parco di oltre 50.000 mq fa da cornice alla residenza Sansovino di Arese composto da  un’area destinata ai giochi per bambini , un laghetto di 5.300 mq con spiaggia e piattaforma relax in legno e  un’area dedicata agli animali.


Mail priva di virus. www.avast.com

“CASTIGO” E' il SECONDO SINGOLO ESTRATTO DALL'ALBUM "IL MANIACO" DI MIKELESS

 
 
Il tema dell’amore sviscerato attraverso il racconto delle sfumature emotive uguali e contrapposte di uno stesso, assoluto, sentimento.
 
Castigo è una canzone agrodolce che descrive gli alti e bassi dell'amore per quella che si considera la propria anima gemella, la propria compagna di vita, conducendo ad un disegno finale del sentimento giocato sempre su di una ambivalenza emozionale.
 
 
Mikeless è un artista di strada, un one man band capace con la propria voce, una chitarra e una Loopstation, di arrangiare live qualsiasi brano.
"Il Maniaco" è il primo album solista di Mikeless, al secolo Michael Fortunati.
Un disco completamente acustico che mette in risalto sia le sue qualità vocali che di ottimo strumentista e one man band. L'unica traccia arrangiata con altri strumentisti è "Funky Blues".
Beatbox e loopstation insieme a chitarra e voci sono le sue caratteristiche principali.
Un album ricco di colori ed emozioni, raffinato, ma diretto.
Un susseguirsi di riflessioni e pensieri spesso autobiografici, ma più genericamente un disco in cui traspare, canzone dopo canzone, l'ironia, ma anche la sensibilità di Mikeless verso le proprie esperienze, verso il mondo e la quotidianità.
 
 
 
 
BIO
Mikeless, al secolo Michael Fortunati, classe 83', nasce come chitarrista e passa ad essere un cantautore e artista di strada.
Nei primi anni di vita musicale, si dedica a vari gruppi presenti sulla scena piacentina, come chitarrista e seconda voce in numerosi progetti.
Nel 2006 sente il bisogno di esprimersi come solista così, usando una loop station, che gli permette di eseguire i suoi brani originali mischiando chitarre acustiche, suoni elettronici, beatbox e cori, comincia a proporre il suo repertorio originale.
La svolta cantautorale è del 2011 con l'uscita del primo disco autoprodotto: "Mikeless". Successivamente dalla collaborazione con A. Colpani nel duo Spiritosi ma non troppo esce il loro disco autoprodotto "Con il dovuto rancore”.
Nel 2014 l'incontro con Chiara Ferri (Level49) e Melody Castellari (Taitu' Music) con cui inizia a preparare il primo disco ufficiale appunto sotto Etichetta Taitu' Music.
Il disco esce nell'aprile del 2015 e si intitola "Il Maniaco"; 8 brani che passano dal folk allo swing al funky.
Nel frattempo sono nate altre collaborazioni con il giovane Morrywood (cantante melodico-rap) e con la cantante e produttrice Melody Castellari, figlia del grande autore e compositore recentemente scomparso Corrado Castellari.
 
CONTATTI & SOCIAL:
 
Sito Ufficiale http://mikeless.it/
Facebook https://www.facebook.com/Mikeless-124210100955462/?fref=ts
Twitter https://twitter.com/MikeMikeless
YouTube https://www.youtube.com/channel/UC2Jh9wuOyn5ua9NF8_iwXZw
Itunes https://itunes.apple.com/us/artist/mikeless/id459722231

“CHIUDI GLI OCCHI E SENTI” È IL SINGOLO DELLE LADIES INCANTO, BAND EMERGENTE TUTTA AL FEMMINILE

 
Una mirata ricerca sonora che confluisce in un sound pop/rock molto raffinato è il marchio di fabbrica del brano di lancio delle quattro musiciste.
 
Quattro diverse artiste unite dalla comune grande esperienza nel mondo della musica, si sono cercate e trovate per dar vita al progetto delle Ladies Incanto, band femminile pronta a lanciarsi nel mondo musicale col singolo d’esordio, scritto da Ettore Diliberto (Et-Team), intitolato “Chiudi gli occhi e senti”.
Si tratta di un brano per niente scontato, la cui potente interpretazione di Giada Bernabè alla voce lascia intuire quanto capace e deciso sia l’approccio musicale delle ragazze.
 
 
Pop-rock di qualità dunque, per la band che con Anna Portalupi al basso, Elisa Garbo alla chitarra, Verdiana Gariboldi alla batteria e naturalmente Giada Bernabè alla voce, si affaccerà nelle radio italiane a partire da fine aprile. Le prime apparizioni dal vivo della band sono previste per il mese di giugno, già fissati alcuni concerti di grande entità.
 
BIO
La band prende corpo nel 2015, con egida e produzione esecutiva di Paolo Manconi e produzione artistica di Ettore Diliberto. Le potenzialità del progetto sono caratterizzate dalla line up con Anna Portalupi, già nota ai più per i concerti con Custodie Cautelari e Notte delle Chitarre, Elisa Garbo alla chitarra Verdiana Gariboldi alla batteria e Giada Bernabè alla voce.
Le 4 musiciste, già conosciute individualmente, provengono da esperienze che spaziano dal pop all’hard rock.
La band è caratterizzata da estrema precisione, sonorità ruvide, fino all’utilizzo dell’elettronica, con una sezione ritmica impressionante, una voce potente e capace, una notevole versatilità chitarristica, un insieme coeso e di forte carattere. 
 
Le Ladies Incanto sono:
 
Giada Bernabè - voce
Elisa Garbo – chitarra
Verdiana Gariboldi – batteria
Anna Portalupi – basso
 
CONTATTI E SOCIAL:
 
 
 
Sito web Etichetta www.et-team.com

giovedì 19 maggio 2016

Dimenticate le password: Vi serve una passphrase!

19 Maggio 2016 - 123456. password. 12345678. qwerty. 12345: tutte queste password sono facili da ricordare, veloci da digitare, semplici da gestire, ma rappresentano anche quelle più comunemente usate.
Nonostante il fatto che sempre più persone si accorgano che il crimine informatico sia una minaccia crescente e che la violazione dei dati sia ormai un fenomeno dilagante, la scarsa attenzione alle più semplici norme sulla sicurezza è all'ordine del giorno.
Ma questo non deve succedere, in particolare quando si tratta di password e anche un piccolo sforzo in più può fare la differenza.
La soluzione? Dovete dimenticare le password. In poche parole, sono facili da decifrare e non offrono un'adeguata sicurezza. Soprattutto se parliamo di password formate da una singola parola.
Quindi se si usa qualcosa simile a "fragole" si va in cerca di guai. Allora come sostituire le password? La soluzione è la Passphrase. Più lunghe, più complesse e facili da ricordare, vi aiuteranno a proteggervi. Sul World Password Day, c'è una guida rapida a come farlo.
Per aiutarvi a creare una Passphrase sicura Eset vi propone questi suggerimenti:

Punto 1 – Aggiungere parole per creare una frase
Supponiamo che vi piaccia leggere. Aggiungete alcune parole in modo che per voi abbia un senso:
ilovetoread
Questo è un bel modo di partire, ma potrebbe non essere abbastanza lungo. Siate più specifici:
ilovetoreadwelivesecurity
Punto 2 – Aggiungete caratteri maiuscoli per enfatizzare
La vostra attuale passphrase è già decisamente più robusta della password originale. Comunque, ha bisogno di ulteriori dettagli. Aggiungete caratteri maiuscoli, come per sottolineare ogni parola (nella vostra mente):
ILovetoReadWeLiveSecurity



Punto 3 – Aggiungete un tocco di creatività con la punteggiatura
Considerate questo punto come la parte creativa, come se stesse visualizzando la vostra passphrase. Per rendere le cose più semplici, aggiungete la punteggiatura all'inizio e alla fine:
ILovetoReadWeLiveSecurity!
Punto 4 – Aggiungete spazi per aumentare la complessità
Molte persone non sono a conoscenza del fatto che si possano aggiungere spazi alle passphrase. Questo le rende ancora più complesse:
I Love to Read WeLiveSecurity!
Punto 5 – Inserite un'intera parola in maiuscolo è un ulteriore passo in avanti
La vostra passphrase è a buon punto. Comunque, un 'tocco finale' aggiungerà un altro livello di sicurezza – una parola intera in maiuscolo:
I LOVE to Read WeLiveSecurity!
Così il gioco è fatto. Cinque facili passi per condurvi da una singola e debole password a una più robusta e più complessa passphrase.



Qualche altro suggerimento
Visto che ci siamo è importante ricordare i seguenti suggerimenti per una maggiore sicurezza nell'uso delle password:
1. Le password corte non vanno bene. Meglio le lunghe passphrase
2. Mai riutilizzare una vecchia password
3. Usare l'autenticazione a due fattori per migliorare la sicurezza
4. Assicurarsi che ogni account utilizzi una password diversa
5. Cambiare periodicamente le passphrase
6. Usare un sistema di gestione delle password affidabile






ESET, fondata nel 1992, è uno dei fornitori globali di software per la sicurezza informatica di pubbliche amministrazioni, aziende e utenti privati. Il software ESET NOD32 Antivirus fornisce una protezione in tempo reale da virus, worm, spyware e altri pericoli, conosciuti e non, offrendo il più elevato livello di protezione disponibile alla massima velocità e con il minimo impiego di risorse di sistema. NOD32 è l'antivirus che ha vinto il maggior numero di certificazioni Virus Bulletin 100% e dal 1998 non ha mai mancato l'individuazione di un virus ItW (in fase di diffusione). ESET NOD32 Antivirus, ESET Smart Security e ESET Cybersecurity per Mac rappresentano le soluzioni per la sicurezza informatica più raccomandate a livello mondiale, avendo ottenuto la fiducia di oltre 100 milioni di utenti. L'azienda, presente in 180 Paesi, ha il suo quartier generale a Bratislava e uffici e centri di ricerca a San Diego, Buenos Aires, Singapore, Praga, Cracovia, Montreal, Mosca. Per quattro anni di seguito ESET è stata inclusa fra le aziende Technology Fast 500 EMEA da Deloitte e per dieci anni consecutivi fra le aziende Technology Fast 50 Central Europe. Per maggiori info: www.eset.it

FUTURE TIME è il distributore esclusivo dei prodotti ESET per l'Italia, nonché suo partner tecnologico. Fondata a Roma nel 2001, Future Time nasce dalla sinergia di due preesistenti aziende attive da anni nel campo della sicurezza informatica. Future Time, con Paolo Monti e Luca Sambucci, fa parte della WildList Organization International, ente no profit a livello mondiale composto da esperti e aziende antivirus che hanno il compito di riportare mensilmente tipologia e numero dei virus diffusi in ogni Paese. Per maggiori info: www.eset.it

Comunicato Stampa AiFOS: una nuova ricerca su formazione e sicurezza nelle scuole

 

Comunicato Stampa

Una ricerca su formazione e sicurezza negli istituti scolastici
 
Disponibili in rete questionari rivolti a dirigenti scolastici, RSPP, consulenti e docenti per indagare quanto e in che modo i temi della sicurezza sul lavoro siano affrontati all'interno delle strutture scolastiche.
 
Quando in Italia si parla di scuole e sicurezza si fa generalmente riferimento ai tanti infortuni che negli Istituti Scolastici avvengono a causa del degrado strutturale degli edifici scolastici. E il tema della sicurezza ricorre anche in riferimento alle carenze di molte scuole in materia di certificazioni di agibilità e di prevenzione incendi o in relazione agli eventuali rischi idrogeologici o sismici.
 
Tuttavia la scuola non ha solo l'obbligo di rispettare, come ogni ente e azienda, la normativa in materia di salute e sicurezza. Deve in realtà anche promuovere e diffondere la cultura della sicurezza e salute per la formazione dei futuri lavoratori.
La scuola dovrebbe rappresentare infatti l'ambito privilegiato per conferire al valore della prevenzione e del lavoro un pieno 'diritto di cittadinanza' tra le nuove generazioni.
 
Questo avviene nelle scuole? C'è attenzione nelle scuole per i temi relativi alla sicurezza? Viene fatta formazione alla sicurezza per docenti e studenti?
 
Proprio per conoscere nel dettaglio la correlazione tra scuole e sicurezza e comprendere criticità, esigenze e modelli virtuosi, l'Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) ha deciso di condurre una ricerca, dal titolo "Orizzonti di scuola. Esperienze di formazione e sicurezza negli istituti scolastici", per indagare quanto e in che modo i temi della Sicurezza sul lavoro vengano affrontati all'interno delle strutture scolastiche. Una ricerca che verrà a costituire il futuro Rapporto AiFOS 2016.
 
Questa nuova indagine di AiFOS si inserisce nel lavoro di ricerca che da diversi anni l'associazione conduce nella convinzione che un'efficace prevenzione e formazione dipenda anche da una corretta informazione su quanto avviene realmente, in materia di sicurezza, nelle diverse organizzazioni pubbliche e private.
 
Un lavoro di ricerca che è partito nel 2009 approfondendo la condizione dei lavoratori, che è continuato nel 2010 con una ricerca sulla figura del formatore alla sicurezza e nel 2011 con una ricerca sulle problematiche dei datori di lavoro.
Nel 2012 le indagini di AiFOS hanno poi riguardato il ruolo dei medici competenti, nel 2013 le specificità e criticità dei coordinatori per la sicurezza nei cantieri, nel 2014 il tema della formazione e-Learning e, infine, nel 2015 il rapporto che lega in azienda le funzioni Organizzazione delle risorse umane (HR) e Sicurezza sul lavoro (SSL).
 
La ricerca di quest'anno relativa al mondo scolastico si sviluppa attraverso la diffusione e la successiva raccolta e analisi di quattro diversi questionari nati con l'obiettivo di ottenere dati statisticamente rilevanti sul rapporto tra sicurezza e scuole in Italia:
- un questionario per RSPP, formatori e consulenti per la sicurezza che abbiano svolto attività negli istituti scolastici;
- un questionario per dirigenti scolastici;
- un questionario per i docenti delle scuole;
- un questionario, infine, rivolto agli studenti, ma che sarà reso disponibile solo su richiesta dei singoli Istituti.
 
I primi tre questionari, composti di 27/32 domande, permettono, ad esempio, di comprendere l'opinione di docenti, dirigenti e RSPP sull'utilità della formazione alla sicurezza e salute nelle scuole per studenti e docenti. La formazione affronta realmente le problematiche in materia di sicurezza? Favorisce una migliore organizzazione dell'istituto scolastico? Migliora le relazioni interne? Inoltre quanto è importante nelle scuole la cultura della sicurezza e salute sul lavoro?
 
E quale tipo di contributo forniscono i dirigenti scolastici nell'elaborazione del Documento della valutazione dei rischi? E nella redazione del Documento della Valutazione dei Rischi come sono i rapporti di collaborazione con la proprietà pubblica, Comuni e/o Province, o privati, affittuari?
 
I risultati della ricerca, raccolti nel Rapporto AiFOS 2016, saranno pubblicati nei Quaderni della sicurezza AiFOS e diventeranno infine spunto di riflessione e discussione per un convegno nazionale che si terrà a Roma nel mese di dicembre.
 
E a questo tema è dedicato anche il premio "Orizzonti di scuola. Tesi di laurea sulla salute e sicurezza nella scuola", che vedrà premiate sette tesi che affrontano il tema della sicurezza nelle scuole. Tesi che possono essere inviate in formato digitale (pdf) alla mail universita@aifos.it entro la data del 30 ottobre 2016.
 
In relazione alla nuova ricerca l'associazione AiFOS invita dunque tutti coloro che lavorano nelle scuole come dirigenti scolastici, docenti, RSPP, formatori e consulenti in materia di sicurezza a supportare questa ricerca compilando il questionario e diffondendo il link ad altri colleghi, al fine di ampliare il campione rappresentativo che costituirà la base della ricerca.
 
Il link per accedere ai vari questionari:
 
I dati raccolti verranno elaborati e analizzati esclusivamente in forma anonima e aggregata - nel pieno rispetto della normativa sulla privacy di cui alla legge D. Lgs. 196/03 - e non saranno riconducibili a singoli lavoratori o singole scuole.
 
Chi volesse avere informazioni su come visionare, ricevere, utilizzare il questionario può fare riferimento a AiFOS via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia tel.030.6595031 - fax 030.6595040 www.aifos.it - scuola@aifos.it
 
19 maggio 2016
 
 
Ufficio Stampa di AiFOS
 
Se non vedi la newsletter, clicca qui

A Giulianello ‘Un’Estate al Mare’. Saggio di fine anno per l’Asd Gymnastica Julia

Saggio di fine anno sportivo per l'ASD Gymnastica Julia. L'appuntamento è per sabato 21 Maggio, dalle ore 17:00, a Piazzale XI Settembre, a Giulianello. L'area mercato si trasformerà in una spiaggia rovente, con splendide scenografie a tema. I 40 bambini e ragazzi tra i 3 e 17 anni preparati dai tecnici societari Costantino Vitelli, Alessandra De Santis e Sara Betti, esibiranno coreografie sulle musiche e con i costumi delle più conosciute canzoni estive dagli anni '60 ad oggi.

Si avvicenderanno sul palco per regalare ai presenti uno spettacolo unico, che solo uno sport come la ginnastica artistica sa dare; pieno di acrobazie perfettamente incastrate in una cornice di divertimento ed eleganza che avrà come protagonisti gli atleti della Gymnastica Julia che si alterneranno sui vari attrezzi tipici della loro disciplina, a ritmo di musica. Un significativo momento di condivisione con la comunità dei risultati ottenuti coi faticosi allenamenti nella palestra della scuola primaria 'Don Silvestro Radicchi', che chiude una stagione agonistica costellata di successi per la squadra azzurro-turchese presieduta da Anna Vittori e dal suo vice Alessandro Battaglini.

Questi i risultati più importanti della Julia nell'anno sportivo 2015/16. 1^ Prova Torneo Gpt 1° livello: Cioeta Francesco Saverio 1° assoluto; Pietrosanti Luca 1° al corpo libero; Trelle Alessia 1^ assoluta.  Trofeo Latina 2016: Della Vecchia Michele 2º assoluto;
Caschera Gabriele 1º al trampolino; Belchior Juri 2º al trampolino; Ferri Beatrice 1^ al corpo libero; Anghelache Denise 3^ alla trave; Basile Angelica 3^ al circuito; Isopescu Emanuel 2º al circuito; Marafini Rebecca 1^ al circuito; Alessandroni Esmeralda 2^ al volteggio.

2^ prova torneo Gpt 2° livello: Coletta Irene 2° posto alla trave. 2^ prova torneo Gpt 3° livello: Conovici Dragos 3° a sbarra; Costantino Vitelli 1° assoluto. 2^ prova torneo Gpt 1° livello: Cioeta Francesco Saverio 1° assoluto; Trelle Alessia 2^ al corpo libero; Belchior Leonel 3° alla parallela. Tutti i ginnasti hanno inoltre partecipato al GiocaGin 2016.

MELODY CASTELLARI: “PROGETTO” è IL NUOVO SINGOLO IN ROTAZIONE RADIOFONICA DAL 6 MAGGIO

 
 
 
Un brano-denuncia che racconta in maniera delicata ma incisiva allo stesso tempo, tre diversi stereotipi della figura maschile.
 
 
Progetto” è una canzone incentrata su 3 prototipi maschili: un apparentemente perfetto padre di famiglia, un ragazzo inesperto e viziato e un prete. Denominatore comune di tutti: l’amore carnale. Dietro ai ruoli imposti dell’integro padre di famiglia, del figliolo “mammone” e del necessariamente casto sacerdote si nascondono desideri ardenti e inconfessabili.
 
 
 
 
L'Album "Ci Sarà da Correre" ha un grande significato non solo artistico, ma soprattutto emotivo per Melody. Raccoglie 10 canzoni firmate da Corrado Castellari, padre di Melody e autore per i più grandi interpreti Italiani (Mina, Ornella Vanoni, Milva, Fabrizio De André, Adriano Celentano…) dagli anni '70 fino al 2013, anno della sua scomparsa.
L'obbiettivo di Melody con questo primo lavoro è quello di portare avanti la musica e il nome del padre, ma non solo; ogni canzone rispecchia un modo di comunicare, nei testi e nelle musiche, fortemente cantautorale, un modo che è in controtendenza rispetto a molta della musica Italiana mainstream del momento, ma che è sicuramente il mezzo migliore per comunicare tutto questo con sincerità.
Nelle canzoni dell'album si parla d'amore, di cronaca, di politica, di stati d'animo e quotidianità con testi efficaci e messaggi chiari, a tratti poetici, ma mai banali.
Le musiche "leggere" spesso sdrammatizzano contenuti forti e per questo non è sempre necessario "pensare" mentre si ascolta, basta solo farsi trasportare dalle note.
 
 
BIO
Melody ha sempre fatto musica, soprattutto la cantante e interprete.
Da quando piccolissima incideva, insieme alle “Mele Verdi”, le sigle dei cartoni animati degli anni ’80 (composte dal padre Corrado Castellari), passando per i tour e lo studio di registrazione come corista per tanti artisti come Iva Zanicchi, Fiordaliso, Elio (delle Storie Tese), Federico l’Olandese Volante, Diliene Diaz, Larry Ray, Nick the Nightfly, Cristiano Malgioglio... fino al Musical “I Dieci Comandamenti” di cui è stata una delle protagoniste nel ruolo di Nefertari.
Nel 1992 dopo la vittoria a Sanremo Famosi con un brano fortemente pop, continua il suo percorso tra musica Italiana e Rock internazionale fondando la band Melody Squad. Con la band incide un EP "Big Bag", alternative Rock in inglese che la porta all'inizio del 2000 a esibirsi in moltissimi locali e manifestazioni. Vince il premio "Demo Rai" e apre alcuni concerti di Elisa.
Per tutti gli anni ’90 e ancora oggi è una delle voci dance più apprezzate in Italia e all’estero, ha inciso decine di dischi tra cui numerosi successi come Zombie (A.D.A.M.), Talk to me (D.E.A.R.), Inside to Outside (Lady Violet).
Melody come artista è conosciuta dagli addetti ai lavori più di quanto non lo sia al pubblico, con il quale ha ottenuto una maggiore popolarità grazie al web e a un progetto parallelo alla sua attività musicale e legato alla didattica nel canto: www.cantarefacile.com.
Oggi, non più adolescente, percorre una strada più matura perché, come dice: «C'è un tempo per tutto. Oggi sento di poter cantare e parlare di temi che non sarei stata in grado di affrontare in maniera credibile anni fa. Non sono certamente merce da talent show, né per età né per gli anni di lavoro e gavetta alle spalle. La strada che sto percorrendo è quella di una musicista che con onestà e con molto cuore, vuole solo far ascoltare la sua musica, e dentro la sua musica è racchiusa veramente la sua anima».
Oltre alla carriera solista Melody è anche voce femminile della band Trip Rock Misfatto dal 2008 e CEO dell'etichetta discografica Taitù Music con la quale produce e supporta giovani talenti.
 
 
 
 
CONTATTI & SOCIAL:
 
Sito Ufficiale https://melodyca.com/
Facebook https://www.facebook.com/melodycastellari/?fref=ts
Twitter https://twitter.com/Melodyssima
YouTube https://www.youtube.com/channel/UCYs-W9OzohmjdvLsIWb_qRA
Instagram https://www.instagram.com/melodyssima/
Itunes https://itunes.apple.com/it/album/ci-sara-da-correre/id948793059

mercoledì 18 maggio 2016

​ “l’impossibile” è il nuovo brano delle CUSTODIE CAUTELARI FEAT. MATTEO GABBIANELLI DEI KUTSO E GIUSEPPE SCARPATO

 
 
L’unione di più anime artistiche che danno vita ad un disegno musicale volto a rispondere alla violenza tramite l’arte e la bellezza.
 
 
L’impossibile” è un brano scritto da Ettore Diliberto delle Custodie Cautelari con la partecipazione di Matteo Gabbianelli dei KuTso al testo e di Giuseppe Scarpato (chitarrista di Edoardo Bennato) agli arrangiamenti. Si tratta di una canzone di pace che, attraverso la scelta di un contenuto narrativo molto intenso e delicato – esplicito il riferimento alla recente strage del Bataclan -, si pone l’umile obiettivo di abbracciare le emozioni dell’ascoltatore con armonie e melodie inattese e raffinate.
 
 

 
Questo singolo è un’anticipazione dell’album delle Custodie Cautelari, intitolato “Notte delle chitarre e altri incidenti”, un progetto comprendente diciotto tracce intorno a cui si è stretta una grande parte della scena musicale italiana. Monumentale il numero di musicisti che hanno partecipato al lavoro, circa 50 tra autori, cantanti e ovviamente chitarristi. Spiccano fra le varie tracce i nomi di Matteo Gabbianelli dei Kutso, Stef Burns, Giuseppe Scarpato, Maurizio Solieri, Enrico Ruggeri, Alberto Radius, Ricky Portera, Cesareo di Elio e le Storie Tese, il mito New Trolls, Clara Moroni, Mario Schilirò, Cico Falzone dei Nomadi, Federico Poggipollini, Marco Ferradini, Andrea Mingardi, Gogo Ghidelli, Andrea Fornili, Luca Colombo, Ricky Belloni, Luigi Schiavone, Andrea Cervetto, e una moltitudine di artisti emergenti ai cori.
L’uscita dell’album è prevista per il 27 maggio, contemporaneamente all’inizio del tour.
 
 
BIO
Le Custodie Cautelari nascono il 20 ottobre del 1993. Questa band, che ha calcato e anticipato prima il mondo delle cover e poi inventato veri e propri eventi musicali come la NOTTE DELLE CHITARRE, tra concerti e dischi, che hanno coinvolto centinaia di artisti e musicisti.
La potenza espressa nei concerti dal vivo resta una pietra miliare della band, che ripulita di orpelli riporta con vigore sul panorama la propria attitudine rock.
Alla voce c'è da sempre Ettore Diliberto, il leader. Vent’anni di Custodie Cautelari sembrano non avere fiaccato né lo spirito né la generosa voce di questo artista conosciuto ai più, in eterno viaggio musicale.
Anna Portalupi al basso - già bassista nel tour mondiale di Tarja Turunen (ex Nightwish), vanta collaborazione con musicisti di fama mondiale come Steve Lukather, Bobby Kimball, Vinny Appice, Mike Terrana e molti altri.
Alex Polifrone alla batteria - già batterista del Mito New Trolls, e nell'attuale tour di Roby Facchinetti, ha avuto collaborazioni con Nada, Loredana Bertè, Mario Lavezzi, Ronnie Jones, Luisa Corna e tanti altri.
Alla chitarra Nicola Denti, già presente nel tour 2015, musicista e docente di Parma inserito lo scorso anno nella line up.
Salvatore Bazzarelli alle tastiere - Polistrumentista in grado di aggiungere il colore necessario a ciascun brano, attraverso l'utilizzo di un setup davvero ricco.
 
 
 
 
Sito etichetta: www.et-team.com
 
 

“OVER THE PAIN”: DAL 25 MARZO IN RADIO L’INEDITO DI VALERIA CAUCINO TRATTO DALL’ALBUM “AT THE BREAK OF DAWN”

 
Fra suggestive atmosfere folk cullate da una voce che si rende protagonista, il brano di Valeria Caucino costruisce una spietata analisi sulle difficoltà che ogni giorno si incontrano vivendo.
 
Over the pain” è il singolo che, all’interno dell’intera playlist di "At the break of dawn", sicuramente annovera il testo più criptico ed intimista. Si tratta di una spietata analisi sulla difficoltà di vivere combattendo le angosce interiori che ci conducono a pensare di non farcela.
Ci si rivolge sempre più solo ai ricordi per lenire il dolore di un certo modo di "vivere quotidiano" sopra le righe che agita la nostra anima ed alimenta le nostre paure.
Ed è da qui che, nella seconda parte del brano, emerge invece il desiderio di un mondo che possa ruotare ad una velocità più bassa consentendo un rapporto più consapevole (e quindi calmo e distaccato) nei confronti degli eventi ai quali la vita ci sottopone nostro malgrado.
Non esiste un "happy ending" del brano, ma permane una lucidità che permette di alleviare il proprio dolore interiore affrontando le paure senza nascondersi.
 
 
 
At the break of dawn” (Al sorgere del sole) è il primo album solista in cui Valeria si propone esclusivamente con brani d’autore inediti.
Registrato nel 2015 presso lo studio
Lavorisonori di Biella, racchiude 11 brani, alcuni composti da Valeria e altri dai suoi stretti collaboratori, autori e compositori, il cui filo conduttore è rappresentato dagli strumenti acustici e dalla voce.
Sono stati inseriti anche un pezzo tradizionale irlandese,
As I roved out, ri-arrangiato in modo inusuale e registrato presso lo studio Le pietre strette di Camogli (GE) nel 2010; e un brano tratto da un precedente lavoro discografico in cui Valeria era presente come co-autrice e interprete, in questa sede remixato in una versione più acustica rispetto all’originale. Si tratta di Flying from Ireland, tratto dall’album dei Narrow PassIn this world and beyond” del 2009.
La matrice a cui Valeria si è ispirata per interpretare e arrangiare le canzoni di “At the break of dawn”
è il folk, nella sua più ampia accezione.
Si è voluto infatti mettere in risalto il suono della chitarra acustica e della voce mantenendole il più possibile al naturale, cercando così di valorizzare le radici musicali a cui Valeria ha da sempre attinto per costruire il proprio repertorio live e per realizzare i precedenti lavori discografici.
 
 
BIO
Nata a Biella nel 1966, Valeria Caucino intraprende lo studio della chitarra finger-picking con Guido Aragnetti nel 1987, collaborando nel contempo con varie formazioni biellesi in qualità di cantante.
Nel 1990 approfondisce lo studio del canto lirico sotto la guida di Sandra Cordero ed esordisce in ambito letterario con la raccolta di poesie intitolata Nero di Seppia, edita da L'Autore Libri.
L'anno seguente partecipa a pubblicazioni discografiche di artisti vari tra cui Luciano Angeleri ed il gruppo rock progressivo Eris Pluvia.
Nel 1995 inizia lo studio dell'arpa celtica con Elena Straudi. Dopo un periodo trascorso a Galway (Irlanda) per approfondire lo studio della tradizione musicale celtica, nel 1997 torna in Italia come voce solista del gruppo di musica irlandese Shamrock.
Nel 2000 intraprende il Training Funzionale della voce presso l' Istituto Mod.A.I. ed inizia a svolgere attività concertistica come solista per voce e chitarra sviluppando il repertorio tradizionale dei Paesi celtici e Americano degli anni '60.
Dal 2003 al 2014 frequenta l'Accademia di Arte Moderna per cantanti Green Music, collabora con il gruppo di musica irlandese Lazy Bed in qualità di cantante, partecipa alle produzioni discografiche A Room of Fair Queen's dei Narrow Pass e Maramanch degli Arbej, collabora con i Catweasle come cantante e pubblica gli album In This World And Beyond (2009), Acoustic Tales (2013) e Iside (2014).
Sempre nel 2014 partecipa alla XVIa edizione del Biella Festival, aggiudicandosi il 2° posto in classifica.
Nel 2015 pubblica il suo primo lavoro discografico di brani inediti, At the break of dawn, in cui è presente anche come autrice e compositrice di alcuni brani.
A corredo dell'album, viene realizzato contemporaneamente il videoclip del singolo Over the pain.
A gennaio 2016 viene nominata testimonial per LILT Biella.
 
 
 
CONTATTI & SOCIAL:
 
Pagina artistica Facebook: https://www.facebook.com/caucinovaleria/
 
 

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota