Cerca nel blog

sabato 5 gennaio 2019

CS CONCERTO 13 GENNAIO "SUITE PER VIOLONCELLO & JAZZ PIANO TRIO" DI BOLLING A CURA DELLA CAMERA MUSICALE ROMANA

GENTILISSIMI,

Sono ad invitarVi al concerto che si svolgerà all'interno della IX Stagione Concertistica di Musica ai Ss. Apostoli a cura della Camera Musicale Romana e sotto la Direzione artistica del Soprano Elvira Maria Iannuzzi.

 

Pertanto faccio gentile richiesta di pubblicazione e diffusione tramite i vostri mezzi d'informazione e comunicazione del concerto "Suite per Violoncello and Jazz Piano Trio", Musiche di Claude Bolling.

 

Eseguono:

Violoncello: Paolo Andriotti

Pianoforte: Emanuele Coluccia

Contrabbasso: Valerio Mola

Batteria: Dario Guidobaldi 

Il geniale jazzista francese Claude Bolling, classe 1930, è noto al mondo oltre che per il suo precoce talento, anche per le straordinarie collaborazioni intessute nell'arco della sua vita, che lo hanno portato ad abbracciare nei suoi quasi 90 anni i più grandi musicisti sia del mondo del jazz. Ha lavorato con i jazzisti - due fra tutti - Duke Ellington e Oscar Peterson, e musicisti classici quali Pinchas Zuckermn, James Galway, Jeanne Pierre Rampal. Da questi incredibili incontri sono nate altrettante geniali composizioni, che univano i diversi stili in una sola opera, mescolando spesso il jazz con la classica in un susseguirsi di note. Una delle collaborazioni più recenti, è stata con il violoncellista americano Yo-Yo Ma - uno dei più grandi del mondo - che ha dato l'idea per creare il brano che andremo ad ascoltare nel nostro concerto di domenica 15 gennaio, la "Suite for Cello & Jazz Piano Trio", un'opera ricchissima, della durata di quasi un'ora, che appassiona l'ascoltatore per le variopinte suggestioni nel suo susseguirsi - il primo movimento Baroque inizia in stile baroccheggiante e sfocia in un vitale ed entusiasmante jazz, allo stesso modo si passa dalle tinte da caffè degli anni 30 della Ballade ai colori che ricordano un Rachmaninoff del Romantique per esempio, finendo con l'incredibile energia ed entusiasmo che un jazz di qualità sanno offrire. Gli esecutori per questo appuntamento oltre al violoncellista veneto Paolo Andriotti - romano d'adozione - noto per le sue letture ispirate, ci saranno tre stimati Jazzisti professionisti, Emanuele Coluccia al pianoforte, pugliese con all'attivo numerosi concerti in tutta Europa e recentemente ospitato a Roma al Parco della Musica con il gruppo jazz "Banda Adriatica", Valerio Mola al contrabbasso e Dario Guidobaldi alla batteria, musicisti napoletani molto attivi a livello nazionale.  

 

 

 

Il concerto che avrà luogo domenica 13 gennaio 18.30, si svolgerà come di consueto presso la Sala dell'Immacolata del Convento dei SS. XII Apostoli.

Inoltre colgo occasione per invitarvi a presenziare accreditandovi subito scrivendo a alessandro.decadi@gmail.com, vi aspetto.

Per ogni ulteriore chiarimento resto a Vostra completa disposizione.

 

Chiedo possibilmente un gentile riscontro alla Vs. pubblicazione.

 

Grazie

Cordialmente

Ufficio Stampa e comunicazione Camera Musicale Romana

Alessandro Decadi cell. 334 8321395

 

Per accrediti stampa: alessandro.decadi@gmail.com

 

Camera Musicale Romana Via del Vaccaro, 9 – Roma / Angolo Piazza dei SS. Apostoli.

www.cameramusicaleromana.it

 

 

 

 

CAMERA MUSICALE ROMANA

Convento dei SS. XII Apostoli - Sala dell'Immacolata

domenica 13 gennaio ore 18:30  - 

 

 

 "Suite per violoncello and jazz piano trio"

 

 

Programma

 

Suite per violoncello and Jazz Piano Trio (Claude Bolling)

 

 

 

CONVENTO S. XII APOSTOLI - SALA dell'IMMACOLATA

Via del Vaccaro, 9 - angolo p.za Ss. Apostoli Roma

 

Ingresso / Ticket € 15,00 - ridotto) € 8,00 (riservato ai soci, ai minori di anni 18, agli over 65 e agli studenti universitari e di conservatorio purché muniti di libretto)

Convenzioni aperte con l'Associazione Info. Roma, La chiave del violino e l'Accademia Musicale Sherazade

 

Servizio gratuito di prenotazione (vivamente consigliata)

 

Info e prenotazioni:

cameramusicaleromana@gmail.com

www.cameramusicaleromana.it

Tel.: +39 333 45 71 245/ 3498256457


venerdì 4 gennaio 2019

Cybersecurity Trends 2019 - Privacy e Intrusioni nel Villaggio Globale





Secondo i ricercatori di ESET i casi di mining di criptovaluta continueranno a crescere nel 2019, coinvolgendo soprattutto i dispositivi intelligenti e gli assistenti di domotica.

 

I ricercatori di ESET, il principale produttore di software per la sicurezza digitale dell'Unione europea, hanno pubblicato il report Cybersecurity Trends 2019: " Privacy and Intrusion in the Global Village" che descrive in dettaglio le tendenze in ambito di sicurezza informatica che avranno un maggiore impatto sulle imprese e sugli utenti nel 2019, individuandone in particolare 5:

Tendenza #1: Il cryptomining continua a crescere

Nell'ultimo anno il mining di criptovaluta ha superato il ransomware in termini di attenzione dei media e il cryptojacking, il processo mediante il quale un dispositivo viene illegalmente sfruttato dai criminali, non mostra alcun segno di rallentamento. Addirittura, secondo gli esperti di ESET, i cybercriminali dediti al cryptomining cercheranno di ottenere una fetta sempre più grande della torta di questo mercato tentando di rimuovere CoinMiner concorrenti su sistemi compromessi.

 

Tendenza #2: Automazione per promuovere campagne di social engineering

Secondo ESET il 2019 vedrà un aumento nell'uso dell'automazione e dell'apprendimento automatico da parte dei cybercriminali, nel tentativo di raccogliere un maggior numero di dati da utilizzare per avviare campagne di social engineering più personalizzate e sofisticate. Mentre è improbabile che i criminali informatici abbiano accesso diretto alla ricchezza di dati archiviati dalle principali piattaforme di vendita, quelle maggiormente utilizzate dagli utenti per gli acquisti, potrebbero invece utilizzare dei tracker web per seguire le abitudini di navigazione delle vittime o raccogliere informazioni dai broker di dati a scopo di profilazione.

Secondo ESET, mentre alcuni tipi di phishing e di altre truffe fraudolente hanno sicuramente migliorato la loro capacità di imitare le fonti legittime, molti sono ancora estremamente facili da identificare e l'apprendimento automatico potrebbe purtroppo migliorare l'efficacia di questi attacchi.

Tendenza #3: Attenzione alla privacy dei dati che potrebbe distruggere le aziende

Nel 2018, le problematiche relative alla privacy e alla protezione dei dati sono state al centro dell'attenzione generale, soprattutto a causa di una serie di attacchi informatici di alto profilo, di importanti violazioni di dati e di eclatanti mancanze sulla privacy, nonché per l'implementazione del GDPR. Secondo i ricercatori di ESET, è probabile che gli utenti ricercheranno alternative alle piattaforme attualmente più utilizzate, come Facebook. Data l'importanza che hanno i dati dei clienti per le aziende, e quelli degli individui per i criminali informatici,

ESET sostiene che la capacità di gestire correttamente la privacy dei dati potrebbe decidere quali società supereranno indenni il 2019.

 

Tendenza #4: Un passo verso una legge globale sulla privacy?

A seguito dell'introduzione del GDPR, ESET auspica che la legislazione dell'UE sia il primo passo verso una legge globale sulla privacy, in particolare notando che modelli simili cominciano ad apparire in California, Brasile e Giappone. L'attenzione al proteggere i dati dei clienti e garantire la riservatezza delle informazioni sensibili è una questione globale e sicuramente incoraggerà l'introduzione in tutto il mondo di leggi in stile GDPR.

 

Tendenza #5: I criminali puntano i dispositivi domestici intelligenti

Il maggior uso di criptovalute, nonché il costante aumento del numero di dispositivi connessi a Internet, potrebbe indurre nel 2019 i criminali a colpire con maggiore frequenza i dispositivi intelligenti e gli assistenti di domotica, nel tentativo di sfruttarli per creare delle vere e proprie reti dedicate al cryptomining.

I criminali informatici hanno già utilizzato i device IoT per lanciare attacchi denial of service, ma dato che nel 2019 sempre più dispositivi verranno connessi e utilizzati nella vita quotidiana delle persone, gli hacker continueranno con maggiore impegno a cercare le vulnerabilità che possano consentire loro di sfruttarli per distribuire minacce come truffe, ransomware e mining di criptovaluta.

 

Qual è il bilancio del 2018 in termini di sicurezza informatica?

Secondo i ricercatori di ESET il 2018 ha visto gli attacchi ransomware cedere il primato delle minacce al mining delle criptovalute, con attacchi alle piattaforme di trading e agli utenti finali. Gli attacchi ransomware sferrati nell'ultimo anno però sono stati meno numerosi ma molto professionali e in alcuni casi hanno utilizzato EternalBlue come principale meccanismo di distribuzione, alla ricerca di sistemi privi di patch con protocollo SMB vulnerabile. Un'altra delle tendenze osservate da ESET quest'anno è stato il rilascio di molti nuovi zero day tramite i social media.

La buona notizia è che il 2018 ha visto un calo nel numero dei data leaks, almeno rispetto al 2017. È troppo presto per dire se questo è il risultato del GDPR o di altre leggi simili approvate, ma il numero di documenti rubati è in calo ed è il più basso degli ultimi tre anni. Tuttavia, proprio in connessione con l'introduzione delle nuove legislazioni sulla tutela dei dati, ESET prevede che il numero di casi di perdita / violazione dei dati segnalati in generale nel 2019 crescerà.

Per ulteriori informazioni sulle tendenze che interesseranno il settore nel 2019 secondo ESET, è possibile scaricare il white paper completo collegandosi al seguente link: https://www.welivesecurity.com/wp-content/uploads/2018/12/ESET_Trends_Report_2019.pdf




giovedì 3 gennaio 2019

Paolo Orangis presenta Paolino Express su Radio Godot

Da martedì 8 gennaio 2019, arriva in web radio "Paolino Express", il nuovo programma radiofonico d'intrattenimento di Radio Godot (www.radiogodot.it), in diretta ogni martedì dalle 14:00 alle 15:50. Il programma è ideato e condotto da Paolo Orangis, originario di Verona ma a Roma da diversi anni è organizzatore di eventi, presentatore, direttore di scena e da 10 anni nell'organizzazione del tour nazionale di selezioni per lo Zecchino d'Oro.
Già dal titolo, il nuovo programma di Radio Godot, fa chiaro riferimento al reality game di Rai 2 "Pechino Express" perchè, come la nota trasmissione tv, avrà per filo conduttore il viaggio: ad ogni puntata infatti verrà ospitata in studio o telefonicamente, una persona di una città italiana diversa ogni volta, alla quale chiedere notizie e curiosità sulla propria zona di provenienza, cercando di valorizzare il nostro bel Paese in maniera simpatica e mai noiosa.
La musica resta l'assoluta protagonista con brani in classifica sia italiani che stranieri che vedranno alternare poi notizie musicali, fatti curiosi dal mondo, ospiti noti e meno noti. Sarà possibile intervenire in diretta tramite messaggi whatsapp al numero 331 5840060.

Due le rubriche fisse ad ogni puntata:

"Canzone passaporto"
Sarà un momento nel quale verrà proposto un brano pop in classifica in un Paese estero, rigorosamente in lingua originale, per scoprire quante similitudine anche in ambito musicale si possono trovare a kilometri di distanza.

"La vita a 30 anni"
Vedrà la collaborazione dell'omonima pagina facebook e instagram che vantano in totale più di 380mila tra followers e like.
Nello Alfieri, admin della pagina, interverrà ad ogni puntata per parlare degli oggetti, personaggi, trasmissioni tv che hanno fatto la storia della propria infanzia e di tutti coloro che hanno 30 anni. Trattandosi inevitabilmente degli anni 90, a chiudere questo momento, ci saranno 3 brani in sequenza di quel periodo.

Paolino Express è presente su Instagram, Twitter e Facebook.

Nella prima puntata di Paolino Express, martedì 8 gennaio, sarà ospite in studio Nadia Bengala, Miss Italia 1988 che, a 30 anni dall'incoronazione, racconterà la sua vita da Miss tra famiglia e spettacolo. Fu lei la prima Miss Italia eletta da Fabrizio Frizzi e la prima scelta attraverso il televoto.

DETRAZIONI FISCALI 2019, UNA PIACEVOLE CONFERMA

Le detrazioni fiscali 2019 ci saranno nella nuova Legge di Bilancio. Il testo, infatti, proroga tutti i bonus sulla ristrutturazione edilizia attualmente presenti fino alla fine di questo nuovo anno.  

Tante, e attese, conferme ma anche novità importanti per il 2019. Chi farà, o ha fatto, lavori di ristrutturazione, di miglioramento ecologico o di prevenzione sismica potrà ancora godere delle già presenti agevolazioni.  

BONUS CASA 2019: TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE

La Legge di Bilancio ha confermato nel suo testo i bonus casa 2019. Sono state dunque prorogate le detrazioni fiscali che si temeva potessero essere tolte.

Ecobonus ma non solo, tutte le conferme

Buone notizie quindi, a cominciare dall’ecobonus, che sarà presente anche nel 2019. La detrazione prevista a riguardo è del 65% IRPEF o IRES, ed è spalmabile in dieci anni con rate a tasso fisso.


Saranno ancora presenti, inoltre, gli altri bonus quali:

  • Bonus ristrutturazione: detrazione del 50% IRPEF con un tetto di spesa massimo di 96mila euro per immobili a uso abitativo. Questo bonus sarà previsto anche per la realizzazione di nuovi box
  • Bonus mobili: 65% di detrazione per interventi come la coibentazione e del 50% per l’acquisto di mobili o arredi, quali letti o armadi ed elettrodomestici, sempre, però, in ottica di ristrutturazione   
  • Bonus verde: detrazione del 36% sulle spese effettuate per chi farà interventi di ristrutturazione delle proprie aree verdi, valida per case indipendenti e condomini  


SISMA BONUS 2019: MIGLIORATE LE AGEVOLAZIONI

In un’ottica di prevenzione è stato inserito il sisma bonus. Con questa introduzione sarà possibile effettuare degli interventi di diagnosi sismica con detrazione del 100%.

Questo è interessante perché, a oggi, la possibilità di detrazione è prevista solo per interventi di miglioramento sismico e non, come sarà dal 2019, di diagnosi preventiva.     


Per ulteriori approfondimenti sulle detrazioni fiscali 2019 leggi questo articolo su Desivero.

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota