sabato 6 marzo 2010

REGIONALI: Senatori Radicali, Nencini critica cio' che lui ha fatto anni fa. I socialisti di lotta diversi da quelli di governo?

REGIONALI: Senatori Radicali, Nencini critica cio' che lui ha fatto anni fa. I socialisti di lotta diversi da quelli di governo?

Dichiarazione dei Senatori Radicali Marco Perduca e Donatella Poretti candidati per la lista Bonino-Pannella in Toscana:

"Riccardo Necincini oggi lamenta 'l'uso distorto e disinvolto' dei poteri del Governo per trarne vantaggio alle elezioni regionali dopo che proprio lui voto' a favore della legge elettorale toscana che altro non e' che l'applicazione di quel modo di fare nella nostra regione: cancellare con le liste bloccate la possibilita' di scegliere i consiglieri; garantire un premio di minoranza agli 'avverssari'; isituire una soglia alta per espellere i nuovi arrivati, e richiedere uno sproporzionato numero di firme per evitare che partiti senza struttura possano partecipare. In cosa sarebbero diversi i socialisti di lotta da quelli di governo?

Il decreto interpretativo e' sicuramente contro ogni legge. Contro questo atteggiamento eversivo e i minuti di silenzio della "opposizione alle propotenze" di Nencini, i Radicali propongono una grande assemblea nazionale per la settimana prossima per decidere come opporsi a questa ulteriore, e sottolineaiamo ulteriore, violazione di legge da parte delle istituzioni.

Sen. Donatella Poretti - Parlamentare Radicali -Partito Democratico
Roma, Palazzo Cenci, piazza Sant'Eustachio 83, tel.0667063265, fax 0667064771
Firenze, via Cavour 68, Tel. 0552302266 Fax 0552302452
Cellulare: 336252221
mailto: poretti_d@posta.senato.it
Sito Internet: www.donatellaporetti.it

Elezioni Toscana. Regione peggio del Governo nazionale. Candidati di sinistra e destra come i ladri di Pisa

Qui il comunicato online:
http://blog.donatellaporetti.it/?p=1250
-------------------------

Elezioni Toscana. Regione peggio del Governo nazionale. Candidati di sinistra e destra come i ladri di Pisa

Intervento della senatrice Donatella Poretti, Radicali-Pd

Per il rinnovo del consiglio regionale e l'elezione del nuovo governatore, la burocrazia della Toscana ha gia' emanato il proprio verdetto di codificazione dell'illegalita': ai cittadini di Toscana e' vietato il diritto di voto per Alfonso De Virgiliis, candidato governatore della lista Bonino-Pannella, in quattro circoscrizioni provinciali: Prato, Lucca, Grosseto e Livorno. Anche se la legge stabilisce che per il candidato governatore debbano essere raccolte delle specifiche firme e la lista Bonino-Pannella le ha raccolte e sono state ritenute valide, la burocrazia politica del regime di Toscana usa la propria arroganza per attuare una strage di legalita', e si inventa che senza sostegno di una lista provinciale agli elettori debba essere impedito di scegliere anche il candidato a governatore in regola con le norme di partecipazione.
Come e peggio del Governo nazionale e il suo Decreto legge con cui ha voluto intimorire i giudici del Tar del Lazio e della Lombardia che stanno decidendo se confermare o meno le violazioni di procedura compiute dal partito di Governo nella presentazione delle proprie liste alle regionali.
Claudio Martini e' come Silvio Berlusconi. Cosi' come il candidato del centro-sinistra Enrico Rossi e' identico a Monica Faenzi candidata del centro-destra. Come i ladri di Pisa: di giorno litigano e di notte vanno a rubare insieme:
- di giorno
* Enrico Rossi fa una campagna elettorale di razionalizzazione e consolidamento del proprio apparato di potere e di controllo sociale ed economico, coi soldi e le energie del proprio apparato di assessore alla Salute;
* Monica Faenzi arranca nel proporre alternative inconsistenti e programmi vuoti.
- di notte:
* entrambi si sono fatti la legge elettorale in Toscana col premeditato scopo di consentire solo ai loro apparati di poter essere rappresentati. Gia' si sa chi saranno gli eletti e chi non faceva parte del precedente consiglio regionale e' impedito di proporre agli elettori la propria politica.
Per impedire questo stiamo depositando ricorso al Tar, anche se non abbiamo il conforto di un decreto del Governo che faccia pressione sui giudici amministrativi, ma con la consapevolezza e la denuncia che il regime non e' solo quello del Governo Berlusconi, ma e' quest'ultimo che va a braccetto anche con i propri oppositori di comodo.


Sen. Donatella Poretti - Parlamentare Radicali -Partito Democratico
Roma, Palazzo Cenci, piazza Sant'Eustachio 83, tel.0667063265, fax 0667064771
Firenze, via Cavour 68, Tel. 0552302266 Fax 0552302452
Cellulare: 336252221
mailto: poretti_d@posta.senato.it
Sito Internet: www.donatellaporetti.it

Ex cave di Marocco, da tutelare per preservare la biodiversità




Comunicato stampa del 6 marzo 2010

 

Ex cave di Marocco, da tutelare per preservare la biodiversità

 

Andrea Zanoni, candidato alle regionali, sostiene le istanze del comitato e continuerà a battersi contro la lobby dei cavatori

 

 

Se dovesse venire eletto consigliere regionale, l'ambientalista Andrea Zanoni, candidato capolista a Treviso per Italia dei Valori alle prossime elezioni regionali, promette di farsi portavoce delle giuste istanze del "Comitato a difesa delle ex cave di Marocco" che si sta battendo per destinare l'area a Parco che, visto le sue caratteristiche, potrebbe essere destinato sia al tempo libero che alla salvaguardia delle specie faunistiche e botaniche di maggior rilievo.

Il Comitato venerdì 5 marzo, ha organizzato un incontro pubblico per stimolare un dibattito con i candidati alle regionali. Il suo portavoce, Paolo Favaro, ha manifestato, di fonte ad un parterre di circa cento di persone, la sua delusione per la mancanza di prospettive per questi luoghi così interessanti arrivando addirittura a proporre provocatoriamente una colletta tra i moglianesi per acquistare questi terreni.

Secondo lui questo potrebbe essere la via per poter far certificare le Cave di Marocco come area SIC (Sito di Importanza Comunitaria) e poi destinarle a Parco.

"Come presidente di Paeseambiente – ha dichiarato Zanoni - appoggio questa iniziativa lodevole che mira sostanzialmente a trasformare un'azione negativa sull'ambiente come l'escavazione in un bene usufruibile dalla collettività e in una risorsa di biodiversità. Il raggiungimento di questo obiettivo potrebbe evitare quello che è successo purtroppo a Paese, dove le cave sono diventate fonte di odori nauseabondi, zone insalubri, siti pericolosi e luoghi da evitare. Il Comitato potrà sicuramente contare nel mio appoggio quale consigliere regionale, qualora venissi eletto".

Pezzo forte del programma di Zanoni è, infatti, un no deciso al saccheggio del territorio con le cave. Il suo slogan è "Mani pulite" sulle cave!"

Zanoni, esperto nel settore, chiede, fra l'altro, la moratoria delle nuove cave fino all'esaurimento degli oltre 80 milioni di metri cubi già autorizzati dalla Regione in provincia di Treviso, il ridimensionamento del piano cave solo sul fabbisogno locale, la chiusura delle cave esaurite e il blocco degli irresponsabili ampliamenti sottofalda (cave di Ponzano, Paese e Vedelago). Ma chiede anche la confisca delle cave per chi scava sotto la falda acquifera, per chi supera il limite del 3% di escavazione del territorio agricolo, per chi supera la profondità autorizzata, ma soprattutto maggiori controlli sull'attività di cava, sui conti in banca dei cavatori, sugli intrecci con la politica.



Internet: www.andreazanoni.it  –  Email: zanoni@ecorete.it  
Email  segreteria: staff.zanoni@gmail.com  –  Cell. 347/9385856  
Cell.  Segreteria 331/1669277   -   Facebook: zanoni-andrea@libero.it    
Youtube:  Andrea Zanoni

Vittima e carnefice, le diverse facce dei call center

L'articolo online a questo link:
http://www.aduc.it/articolo/vittima+carnefice+diverse+facce+dei+call+center_17188.php
-------------

Vittima e carnefice, le diverse facce dei call center

Occorre fare chiarezza sui call center, un argomento da anni nelle cronache di quotidiani e tv, ma … a compartimenti stagni. Una meccanismo perverso nell'informazione fa vedere separatamente i diversi aspetti del problema. Cosi' tifiamo pro o contro uno dei simboli della nostra epoca, l'operatore di call center, in base al lato della medaglia che osserviamo: quando ascoltiamo notizie su imminenti licenziamenti, lo accogliamo e gli siamo solidali; lo detestiamo quando rifila contratti in modo truffaldino o e' sgarbato e incapace di risolvere problemi.

Il braccio tecnologico dell'operatore di call center
Il call center e' l'interfaccia principe delle aziende con il pubblico, in particolare di quelle grandi che hanno rapporti con migliaia di clienti. Anche gli enti pubblici ne fanno uso. Il call center deve essere visto come un insieme, persone e piattaforma informatica. Quest'ultima e' essenziale sia che gli addetti operino in outbound (quelli che chiamano a casa per proporci un contratto, venditori), sia che operino in inbound (quelli che rispondono quando e' il cliente/utente a chiamare per un guasto o perche' vogliono modificare il contratto o chiuderlo, quindi assistenza tecnica, amministrativa o commerciale).
La piattaforma informatica (insieme di hardware e software) e' una sorta di scacchiera a disposizione dell'operatore di call center. In base a come e' costruita la scacchiera e alle autorizzazioni che possiede, l'operatore puo' fare piu' o meno cose. Per esempio, immediatamente annullare una bolletta pazza, o semplicemente segnalare il problema ad altri soggetti.
La scacchiera puo' essere piu' o meno efficace. Dipende dal grado di coordinamento che c'e' nell'intero sistema informatico delle aziende. Non e' raro che contattando un gestore telefonico l'operatore di turno rassicuri su una bolletta: non si preoccupi, non paghi, e' un nostro errore e la sto annullando. Salvo due giorni dopo vedersi il telefono disattivato. È una situazione che si crea quando l'azienda non ha coordinamento, generando nella clientela sfiducia e incazzature varie.

L'operatore del call center, vittima
Grazie alla flessibilita' d'orario per molti anni e fino a qualche mese fa i call center sono stati uno dei pochi sbocchi occupazionali, in particolare per giovani e donne. I contratti erano fasulli, nel senso che i rapporti di lavoro instaurati, collaborazioni continuate e coordinate (cococo) prima, e a progetto (cocopro) dopo, descrivono male le effettive mansioni, che sono tipiche di un lavoratore dipendente.
Il perverso meccanismo del mondo del lavoro italico ha fatto si' che questi lavoratori flessibili (i collaboratori) siano pagati meno di quelli assunti a tempo indeterminato. Pochi soldi, dunque, e facilita' di interruzione del rapporto. Con vari incentivi e minacce, le aziende sono stata 'spinte' a trasformare i rapporti di lavoro in assunzioni. Un sollievo per molti lavoratori, soprattutto le donne/mamme, che per un po' hanno potuto partecipare al mondo della produzione, senza l'angoscia dei rinnovi contrattuali ogni 3/6/12 mesi.
Ma gli incentivi hanno senso solo come stimolo iniziale, cosi' e' iniziata la girandola di chiusure e riaperture di call center, dettate non da fattori di mercato (seppur la crisi economica ha avuto un impatto), ma dal giro di finanziamenti che alcune regioni (soprattutto al Sud) hanno erogato ad aziende che si impegnavano a mantenere posti di lavoro sul territorio. Non sono mancati call center che avevano beneficiato di finanziamenti ed incentivi per regolarizzare i lavoratori, che hanno chiuso i battenti, salvo riaprire con altra denominazione, negli stessi locali. Con operatori posti davanti a questo ricatto: o accetti di tornare a lavorare con un contratto di collaborazione nella nuova societa', oppure rimani a casa.
Questa situazione di oggettiva precarieta' e il meccanismo degli incentivi (la paga aumenta se si attivano piu' contratti, oppure se si perde poco tempo col singolo utente), trasforma spesso l'operatore del call center da vittima in … carnefice.

L'operatore del call center, carnefice
È uno stillicidio. Sono migliaia e migliaia le segnalazioni delle scorrettezze dei call center ai danni degli italiani. Dalle continue telefonate senza autorizzazione, all'attivazione di contratti senza consenso. Ti chiamano e dicono: vuoi i servizi di Tele2, Telecom, Enel, ecc.? No. Come non detto, in migliaia si ritrovano sotto contratto. Sulle 'astuzie' dei call center basta dare un'occhiata alle migliaia di segnalazioni sul nostro sito. Si badi che il call center ci e' 'nemico' non solo quando a tutte le ore chiamano per rifilare contratti 'imperdibili', ma pure quando non riescono a risolvere problemi banali, costringendoci a lunghe attese, oppure a litigare con l'operatore che sbatte il telefono in faccia.

I mandanti, i big spender
In gergo vengono definiti big spender le societa' che piu' spendono in pubblicita'. Societa' che tengono alta l'immagine del loro marchio con spot e paginate di giornali. Grandi imprese, anche pubbliche, che spesso fanno svolgere all'esterno molte funzioni aziendali, comprese l'assistenza alla clientela e il procacciamento di nuovi clienti. Si tratta per esempio di Enel, Telecom Italia, Fastweb, Tele2/TeleTu/Vodafone, Sky, Tiscali, Bt Italia, ecc.. Sono societa' che pur di catturare nuova clientela non guardano troppo per il sottile, affidando compiti importanti a banditi di fatto. Tanto sono coperte:
- la stampa non le incalza per evidenti motivi (tu mi critichi continuamente, io non faccio piu' pubblicita' sulla tua rete tv, radio o giornale);
- le autorita' di controllo sono sostanzialmente inefficaci, o per loro propensione all'inginocchiarsi di fronte ai soggetti potenti, o perche' hanno le armi spuntate (poteri sanzionatori risibili).

I banditi, legalizzati
Con l'esternalizzazione dei servizi assistenza e vendita, c'e' stato un proliferare di societa' di 'call center' o telemarketing. Soggetti che mettono a disposizioni i loro servizi, che consistono in spazi attrezzati, schiere di operatori pronti a tutto (vedi sopra) e banche dati con milioni di numeri di telefono. In particolare hanno brillato, nell'attivita' di outbound (proposta telefonica di nuovi contratti), le societa' che utilizzavano dati di cittadini raccolti illecitamente, senza cioe' aver informato gli interessati e senza che questi avessero fornito uno specifico consenso alla cessione delle loro informazioni personali ad altre societa'.
Dopo anni di minacce a parole, il Garante della privacy si e' mosso con determinazione, nel settembre 2008, paventando a carico dei responsabili non solo sanzioni economiche, ma pure la galera. Ed ecco che il Parlamento interviene, legalizzando l'uso illegale dei dati con vari interventi di proroga. Un messaggio chiaro da parte dei rappresentati del 'popolo sovrano', al popolo stesso: fottiti, e continua a sopportare il massacro portato avanti da venditori telefonici a tutte le ore.
E mentre il Parlamento ha continuato a coprire le illegalita' con decretini e leggine ad hoc, e' scoppiato un altro bubbone. Un giro di cessioni di societa' di telemarketing ad altri soggetti, che hanno permesso ad alcune aziende di 'liberarsi' di migliaia di lavoratori. E' il caso delle societa' Phonemedia, Agile-ex Eutelia, Omega. Un intreccio di cui non si capisce chi tira le fila, anche se il sospetto e' che dietro il tutto ci siano sempre gli stessi soggetti (e di questo se ne occupa anche la magistratura). Banditi, al soldo dei cosiddetti big spender.

Gli italiani, vittime e basta.

Domenico Murrone

Calitri tra i 9 paradisi mondiali di International Living

Cuenca (Ecuador), San José (Costa Rica), Koh Samui (Tailandia), Vienna
(Austria), Capetown (Sud-Africa), Merida (Messico), Montevideo (Uruguay) e
Calitri (Italia). L'Irpinia entra nei "Nine places when you can retire and live
like a king". E lo fa con Calitri. Un importante riconoscimento di prestigio
mondiale conferito al paese altirpino da International Living, pubblicazione on
line di spessore internazionale, con oltre 400mila lettori, che da 30 anni
segnala e promuove occasioni per trasferirsi all'estero. L'e-magazine stila la
classifica delle "Nove città dove puoi andare in pensione e vivere come un re":
una sorta di retirement index (indice di pensionamento) che elenca i posti
migliori e convenienti al mondo dove poter trascorrere gli anni della propria
pensione, migliorando la qualità della vita. In pratica una vera e propria
graduatoria del low-cost del pensionamento che seleziona i luoghi più indicati
ed appetibili dove poter andare a vivere, una volta finito di lavorare, con
lussi mai avuti prima. Diversi gli indicatori presi in considerazione: mercato
immobiliare, imposte sul reddito, assistenza sanitaria. "Per molti è il posto
dove andare ad abitare una volta andati in pensione. Case in stile classico,
vini pregiati, deliziosi prodotti alimentari ed un costo della vita
incredibilmente accessibile". Questi i commenti iniziali con cui si descrive
Calitri. "Con soli 15mila dollari – si legge nel prosieguo della valutazione -
puoi acquistare un piccolo e non restaurato appartamento completo di tutto.
Case classiche non restaurate possono essere comperate a Calitri per appena
42mila dollari. Coloro che cercano uno stile di vita più moderno possono,
invece, scegliere lussuose case restaurate per circa 64mila dollari". Non
mancano apprezzamenti anche sul paesaggio che caratterizza Calitri: "cittadina
– descrive l'articolo – circondata da lussureggianti prati verdi e boschi che
si dislocano lungo pendii ondulanti, offrendo eccezionali opportunità di
passeggiare ed introdursi in un habitat incontaminato". La possibilità di
usufruire gratuitamente, infine, di assistenza sanitaria è un ulteriore valore
aggiunto che viene messo in evidenza da International Living. Valutazioni che
premiano Calitri, inserendo il paese nell'autorevole ranking internazionale.
Entusiasta il sindaco Giuseppe Di Milia. "E' un riconoscimento che ci riempie
di orgoglio e premia tanti sacrifici fatti dai calitrani per conservare il
patrimonio immobiliare di inestimabile valore. Il centro storico è la vera
ricchezza di questo nostro paese che ci consente di mantenere alta la qualità
della nostra vita".

ECOMONDO tuttolanno: Beacon Conference su Rifiuti Organici, Perugia 15-16 aprile

ECOMONDOtuttolanno presenta "Beacon Conference su Rifiuti Organici", Perugia 15-16 aprile






III Conferenza Internazionale ATIA-ISWA ITALIA sul Trattamento Biologico, Perugia 15-16 aprile 2010

Gestione del biorifiuto, recupero della sostanza organica,
mitigazione dei cambiamenti climatici:
"Definire le strategie, conseguire i risultati"

PERUGIA 15-16 APRILE 2010
The International Solid Waste Association

Programma (pag 1 e 2) e scheda di registrazione

Programme (page 1 and 2) and registration form

Sono aperte le iscrizioni per la III Conferenza Internazionale su Biowaste organizzata da ATIA-ISWA ITALIA a Perugia il

15-16 aprile.

Come potete vedere, sono stati invitati relatori internazionali con interessanti esperienze e ci sono ampi spazi lasciati anche al dibattito tra il pubblico e i relatori.

Vi ricordiamo che nell'iscrizione alla Conferenza sono compresi i pranzi, i coffee break, il cocktail di benvenuto nonché la visita all'impianto di compostaggio e trattamento meccanico-biologico di Pietramelina (PG).

Per i Soci é prevista la tariffa "Socio ATIA-ISWA ITALIA"; per le imprese che registrano più di un iscritto, si applica lo sconto del 30% per le ulteriore iscrizioni.

Il numero di posti è limitato dalle dimensioni della Sala Convegni. Vi consigliamo per ciò di registrarvi al più presto.



Protezione contro le frodi on-line

Stop alle frodi su Internet!

> Perchй, allora, attivare una protezione contro le frodi on-line?
Perchй il nostro numero di Carta puт essere trafugato nel mondo reale (ad esempio, da ricevute di pagamento gettate via in modo incauto) e usato per pagamenti su Internet a nostra insaputa!

Tutti, quindi, siamo potenziali vittime delle frodi on-line: sia che usiamo la nostra Carta per acquisti su Internet, sia che non lo facciamo.

E' vero che CartaSi tutela sempre i suoi Titolari: in caso di addebiti non riconosciuti si puт infatti contestare e ricevere il rimborso.

> Ma perchй rischiare di ricevere addebiti indesiderati quando и possibile prevenirli?

Lo puoi fare subito dal sito CartaSi:
una garanzia di sicurezza per te, uno stop alle truffe on-line!

FARE CLIK QUI PER ATTIVARE GRATIS LA PROTEZIONE!

venerdì 5 marzo 2010

Pain & Rossini: il loro tour toccherà città come Mosca e Miami


Location italiane ma anche internazionali per il top dj/producer e remixer piemontese Danilo Rossini, attualmente impegnato col lancio della Bootylicious, etichetta che ha sfornato solo da qualche giorno la prima release dei nuovi remix di "My Way Out", grande successo di qualche anno fa firmato Soul Elementz & Sabrina Johnston.
Il 20 marzo Danilo è di scena al We Are Family, il noto di club di Mosca; in consolle non è solo, bensì con l'amico/collega Stefano Pain, con il quale parte per Miami Beach il 23/3 in occasione dell'attesissimo Winter Music Conference.


DANILO ROSSINI DJ
ufficio stampa e foto hi res Leonardo Filomeno / LFexperience@hotmail.it

Danilo Rossini (myspace.com/danilorossini)


Da ben 25 anni sulla cresta dell'onda, il top dj piemontese Danilo Rossini si è esibito in locali come il Club House, la Foresta , l'Area 7, il Casablanca, il Cafè Solaire, i Magazzini Generalio l'Old Fashion Cafè. Nell'ultimo anno ha suonato in club come il Papeete Beach, l'El Divino (Ibiza e Palma di Maiorca) il 59.5, il King, l'Evita, il Palladium, il Tribeca o il Papaya. Sono sue hits come "Hands Up Everybody" & "Hands Up Everybody 2009" (con il socio Stefano Pain), "Latin Trippy" (Latin Trip), "My Way Out" (Soul Elementz), 'Let The Music Play' (Pain & Rossini) "Fly' (Samuele Sartini - Pain & Rossini Remix), "Don't Lose It" (Pain & Rossini) e "Lift Me Up (Kris Reen– colonna sonora del successo cinematografico "Amore 14" di Federico Moccia).Tra l'estate e la primavera del 2009, Danilo ha esordito da solista con il singolo "Just Can't Get Enough Feat. Martin Michealson" (sulla Stereo Sevendi Andrea Bertolini). Ma ha anche remixato artisti come Michael Gray, De Souza, I.N.X.S Vs. Rougue Traders, Black Eyed Peas, Giusy Ferreri, Steve Forest, Gambafreaks e Maurizio Gubellini.Danilo è stato mentor ufficiale del prestigioso marchio Nokia Trends Labper quasi tutto il 2009. E in questa veste ha tenuto numerosi Workshop, sia da solo che con l'amico-collega Andrea Bertolini. Sempre con Stefano Pain, inoltre, Danilo ha da poco dato vita ad una nuova realtà discografica, la Bootylicious,che fa parte del gruppo + 39. Impossibile, infine, non ricordare la sua residenza all'Alcatraz di Milano, dove ogni venerdì notte fa ballare il pubblico del rinomato party Notorius.








Vuoi scaricare gli allegati? Guardali in anteprima, su Hotmail!

Calcio-Giornalismo al femminile: incontro e scontro a Firenze, 8 marzo

PRESENTAZIONE

 dell'ultimo volume dell'editore Sassoscritto

 

 "Voglio entrare Negli spogliatoi"

(Sassoscritto Editore, FI)

 

di Francesca Devincenzi

  

Lunedì 8 marzo alle ore 18.00

Libreria Melbook

Via de' Cerretani 16R- Firenze

  

Interverranno l'editrice Rita Funes, la giornalista e scrittrice sportiva Michela Lanza e l'autrice.

 

Francesca Devincenzi, che vive a Parma dove collabora a emittenti televisive e a testate giornalistiche, fra cui "Calcio 2000" e "Il resto del Carlino", si autodefinisce "un uomo nel corpo, e col cervello analitico di una bellissima donna". In questo volume autobiografico descrive col gusto della provocazione ma anche con senso dell'humour l'itinerario di una ragazza appassionata di calcio che cerca fin dall'adolescenza di sfondare in un ambiente misogino e maschilista come quello del giornalismo sportivo. E alla fine ci riesce, anche a costo di sacrificare la propria vita privata.

La presentazione del suo libro costituirà anche un modo originale di celebrare l'8 marzo, facendo conoscere – anche attraverso uno scambio di idee fra l'autrice e Michela Lanza – il non facile rapporto fra il mondo come quello del calcio, in cui la donna è vista soprattutto come velina, e una ragazza che vuole emergere senza rinunciare al rispetto per se stessa.

Alcune emittenti televisive hanno già dato la loro adesione all'evento.

 

Francesca Devincenzi            Voglio entrare negli spogliatoi, 2010 Sassoscritto Editore, Firenze

(Collana Zaffiro - pp. 96, € 10,00 - Stampato su Cyclus Offset: carta riciclata al 100%)


Francesca Devincenzi è nata a Parma trent'anni fa. Giornalista sportiva, editorialista, opinionista, autrice e conduttrice televisiva, attualmente collabora con Calcio 2000, Il Resto Del Carlino, L'Informazione di Parma, conduce Tempi Supplementari su ÈTv Parma ed è tra gli editors di Goal.com. Vive tra Parma e Milano.



_____________________________________________

SASSOSCRITTO srl - Via Masaccio 176 - 50132 FIRENZE
Tel./fax 0555535179  - cell: 3383599068

Paloma Presents_Istituto Svizzero di Roma - sede di Milano



Comunicato stampa

Paloma Presents
Sede:
Istituto Svizzero di Roma - Sede di Milano

Date: 9 marzo – 29 maggio 2010

Primo appuntamento:
Martedì 9 marzo ore 18.15
Time to Get Serious 
Tavola rotonda di approfondimento sulle attività editoriali tra arte, architettura, design e moda.
Intervengono: Alessio Ascari (Kaleidoscope), Edoardo Bonaspetti (Mousse Magazine), Mariuccia Casadio (Vogue Italia), Stefano Casciani (Domus), Giacinto Di Pietrantonio (GAMeC Bergamo), Susanna Legrenzi (Big ben design zine).

Con il sostegno della Città di Losanna.

Dal 9 marzo al 29 maggio, gli artisti del collettivo zurighese Paloma Presents daranno vita, nella sede milanese dell'Istituto Svizzero di Roma, a un progetto di dialogo aperto che coinvolgerà autori di varie discipline e assumerà forme diverse a seconda delle reazioni del pubblico.

Il progetto all'Istituto Svizzero è un vero e proprio esperimento in cui un giovane collettivo straniero dialoga con la città di Milano attraverso un modello aperto, che si articola secondo un fitto calendario di appuntamenti su arte, design, architettura, moda, teoria delle pratiche artistiche e curatoriali.
L'intento è discutere nuove pratiche curatoriali e il ruolo dei collettivi e degli spazi autogestiti nel sistema artistico. Proprio la capacità di associazione da parte della comunità artistica locale ha un ruolo fondamentale nella nascita del sistema museale svizzero, che ha contribuito a definire il modello della kunsthalle moderna.
Partendo da un ambito più ufficiale per espandersi poi a realtà meno conosciute, in ogni occasione saranno coinvolti altri soggetti che, invitati a sviluppare idee a partire da questi eventi definiti, innescheranno una reazione a catena, non più controllabile, che prevede l'appropriazione delle modalità di reazione dei protagonisti coinvolti e del pubblico.  
Rispetto a una residenza tradizionale, questa inedita collaborazione sarà caratterizzata da uno sguardo originale sulla produzione artistica e soprattutto da esiti imprevedibili sulla distribuzione artistica: ogni evento darà infatti vita a oggetti o prodotti immateriali, che saranno poi utilizzati e presentati all'interno di mostre, conferenze e pubblicazioni, anche con distribuzione digitale.

Paloma Presents è un artist-run space nato a Zurigo nel 2009 con l'idea di "produrre processi estetici di presentazione". È gestito dagli artisti Mathis Altmann (Monaco, 1987), Georg Blunier (Berna, 1981), Vittorio Brodmann (Ettingen, 1987) e Gunnar Meier (Ulm, 1978). 
Il programma:

Martedì 9 marzo ore 18.15
Time to Get Serious 
Tavola rotonda di approfondimento sulle attività editoriali tra arte, architettura, design e moda.
Intervengono: Alessio Ascari (Kaleidoscope), Edoardo Bonaspetti (Mousse Magazine), Mariuccia Casadio (Vogue Italia), Stefano Casciani (Domus), Giacinto Di Pietrantonio (GAMeC Bergamo), Susanna Legrenzi (Big ben design zine).

Venerdì 19 marzo ore 21.30
Body Xerox 
A night by Simon Denny and Yngve Holen

Mercoledì 24 marzo ore 18.30
Inaugurazione della mostra 
Thomas Julier/Thomas Sauter feat. Cédric Eisenring and Emanuel Rossetti
Fino al 6 aprile
Orari di apertura 11-17 (chiuso domenica e festivi)




Ufficio stampa:
Alessandra Santerini, tel. 335 6853767, alessandrasanterini@gmail.com
Chiara Costa, tel. 331 7001172, chiara.a.costa@gmail.com


Per informazioni:
Istituto Svizzero di Roma
Sede di Milano
Via del Vecchio Politecnico 3 (piazza Cavour)
I - 20121 Milano
Tel. +39 02 87128882

SUL SITO DI ITALIA AFFITTI INTERESSANTI PROPOSTE DI LAVORO

Italia Affitti è un’ agenzia in forte espansione specializzata in locazioni immobiliari in particolare negli affitti Abruzzo L’attività principale dell’agenzia Italia Affitti è quella di far incontrare inquilini referenziati e proprietari di immobili e di trovare casa ai potenziali affittuari. Oltre ad avere varie sedi in Abruzzo alle quali è possibile rivolgersi direttamente, Italia Affitti utilizza soprattutto il suo sito internet come vetrina di tutte le proposte di affitto. Sul sito, infatti si può scegliere l’immobile adatto alle proprie esigenze abitative fra le numerose proposte di http://www.italiaaffitti.it/l/affitto_pescara.html, Montesilvano, Francavilla al Mare.

Ultimamente, il sito è in continuo aggiornamento anche per quanto riguarda gli annunci di case ideali per chi decide di trascorrere le propria vacanza Abruzzo.

Vista la continua crescita di lavoro, Italia Affitti è alla ricerca di altre figure professionali per le sue sedi di Pescara, Francavilla al mare e Montesilvano. Attualmente l’agenzia è alla ricerca di agenti immobiliari, segretarie coordinatrici e un grafico web. Sul sito oltre a queste offerte di lavoro ci sono anche tutte le informazioni per aprire un’agenzia immobiliare.

Per conoscere tutti i dettagli delle offerte di lavoro basta visitare il sito di Italia Affitti alla pagina “Lavora con noi”, dove sono specificati tutti i requisiti richiesti.

Se il proprio profilo non corrisponde alle richieste si può comunque inviare il proprio curriculum, la foto e la lettera di presentazione all’indirizzo e- mail indicato, specificando nell’oggetto “candidatura spontanea”. Chi è alla ricerca di offerte di lavoro può subito visitare il sito di Italia Affitti e cogliere le opportunità offerte.

Anna Angelica Serra
Italia affitti s.a.s
Corso Umberto I, n.18
65100 Pescara PE
www.italiaaffitti.it - anna.serra@italiaaffitti.com
Tel: 0854219081

APRIRE UN’ AGENZIA IMMOBILIARE: ITALIA AFFITTI OFFRE UN’OCCASIONE DA NON PERDERE

Il mercato delle agenzie immobiliari è in forte espansione. Sono sempre meno le compravendite e le locazioni di immobili eseguite direttamente dai proprietari, aumentano infatti quelle affidate alle agenzie immobiliari. Cresce, quindi, la tendenza a rivolgersi a degli esperti per evitare brutte sorprese e per avere un bel risparmio di tempo ed energie. L’agenzia immobiliare infatti si occupa al posto del proprietario e dell’inquilino di tutte le questioni burocratiche, amministrative e legali.

Da oggi Italia Affitti, agenzia specializzata nella mediazione di contratti di affitti in Abruzzo, offre una interessante opportunità a chi desidera avviare un’attività imprenditoriale tutta sua: aprire un'agenzia immobiliare con la formula del franchising. Il franchising immobiliare proposto da Italia Affitti è un’ottima opportunità per chi desidera un’attività in proprio ma con l’appoggio, l’esperienza e la visibilità garantita da un marchio già affermato. Per questo è un’attività adatta anche a chi non ha mai avuto esperienza nel settore immobiliare: sarà proprio l’agenzia Italia Affitti ad occuparsi della formazione, della consulenza e dell’aggiornamento costante dei suoi affiliati.

L’agenzia Italia Affitti gode già di una grande visibilità in quanto dispone di differenti canali di comunicazione attraverso i quali arriva facilmente all’ attenzione di chi cerca casa in affitto o ai proprietari in cerca di inquilini. Quindi gli affiliati potranno usufruire della riconoscibilità di un marchio già affermato. Moltissimi utenti conoscono Italia Affitti grazie al suo sito, dove c’è una vastissima serie di offerte di affitto fra cui appartamenti Montesilvano , a Pescara, Francavilla al Mare uffici, garage, ville e anche case vacanza Abruzzo ideali per chi sceglie di trascorrere le proprie ferie sul Mar Adriatico.

Oltre ad essere un’attività stimolante e redditizia, un aspetto da non sottovalutare è che l’investimento iniziale richiesto è davvero contenuto soprattutto se confrontato con qualsiasi altra attività imprenditoriale. Per conoscere tutti i dettagli dell’offerta di Italia Affitti basta visitare il sito e compilare il modulo nella pagina “Apri un’agenzia Italia Affitti” presente nella home page. In breve tempo, chi ha inserito i propri dati verrà contattato per un colloquio dove potrà ottenere tutte le informazioni e chiarire ogni dubbio.

Italia Affitti è un’occasione per chi vuole intraprendere una carriera indipendente e ricca di soddisfazioni.

Anna Angelica Serra
Italia affitti s.a.s
Corso Umberto I, n.18
65100 Pescara PE
www.italiaaffitti.it - anna.serra@italiaaffitti.com
Tel: 0854219081

Malati rari: UNITI PER UNIRE


COMUNICATO

Roma, 5 Marzo 2010

 

MALATI RARI:

UNITI IN UN RESPIRO UNICO PER RAGGIUNGERE L'OBIETTIVO

 

Costruire un "Respiro Unico" è il senso della giornata dedicata alle Malattie Rare oggi al Convegno organizzato dall'Associazione "Giuseppe Dossetti: i Valori – Sviluppo e Tutela dei Diritti" (www.dossetti.it), presso l'aula don Luigi di Liegro  della Provincia di Roma.

 «Da dieci anni ci occupiamo di malati rari – ha detto Claudio Giustozzi, Segretario Nazionale dell'Associazione – nel 2001 abbiamo scelto di occuparci della tutela della salute dei cittadini per andare oltre il silenzio. Siamo arbitri Super Partes nel mondo dei malati rari, la nostra non è un Associazione di Malattie Rare ma ci occupiamo dei malati rari e dei loro diritti».

 Giustozzi, nel corso del suo intervento, ha rivolto alla platea di rappresentanti di malati, Istituzioni, Associazioni, ricercatori e industria farmaceutica a collaborare insieme a viaggiare  tutti in un'unica direzione, ed a spiegato che "da soli non si va da nessuna parte".

«Chiedo un cambio di rotta – ha detto Giustozzi – un atto importante di confronto, uno stimolo ad andare avanti e a dare risposte concrete alle istanze che tutti i giorni arrivano al nostro sportello gratuito 'Officina Malattie Rare' della nostra associazione. Il Ministro Fazio ha citato l'art 32 della Costituzione, benissimo, ma ora si aspettiamo che l'Art. 32 arrivi su tutti i tavoli politico istituzionali per rispondere alle giuste istanze dei malati e che finalmente sia approvata la legge che da anni i malati aspettano».

 

 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------UFFICIO STAMPA

Associazione Culturale Nazionale ONLUS "Giuseppe Dossetti: i Valori - Sviluppo e Tutela dei Diritti"
Presidente Prof.ssa Ombretta Fumagalli Carulli
Presidente Vicario Dr. Mario Occhipinti
Segretario Nazionale Claudio Giustozzi


Sede Nazionale: Via Giulio Salvadori, 14/16 - 00135 Roma  Tel. 06 3389120 - Fax. 06 30603259 - e-mail: segreteria@dossetti.it - http://www.dossetti.it
Sede Lombardia: Corso Monforte, 2 - 20122 Milano - Tel. 02 89452122 - Fax. 02 89452125 - e-mail: sedemilano@dossetti.it
Sede Sicilia: Viale Leonardo da Vinci, 17 - 90145 Palermo Tel .091 6827531 - E-mail: sedesicilia@dossetti.it

I compro oro in franchising CAO

Con una royalty del 4% ed un fee di 10.000 euro + iva il Centro
acquisto oro ci fornisce tutti gli strumenti e le conoscenze per
avviare un lavoro imprenditoriale di sicuro successo che, complice la
crisi attuale, costituisce uno degli investimenti con il minor rischio
di investimento.
Inoltre è da considerare che sebbene l'Italia sia un paese privo di
miniere di oro attualmente risulta uno dei maggiori produttori di oro
al mondo. Ciò è possibile grazie al lavoro dei <a
href="http://www.centroacquistooro.it">Compro oro</a>

TO IOTA P s.r.l. e JOTA AG, il rilancio delle frese dentali JOTA sul mercato italiano

Dalla fine del 2009 l'azienda TO IOTA P s.r.l. è diventata il distributore esclusivo per l'Italia e il Portogallo delle frese dentali per odontoiatri ed odontotecnici a marchio JOTA.
L'azienda svizzera JOTA AG nasce nel 1909 e da 100 anni produce strumenti rotanti e abrasivi di elevata perfezione e lunga durata; distribuisce i propri prodotti in oltre 80 paesi nel mondo.
TO IOTA P s.r.l. opera nel settore dentale assicurando l'esperienza di un fornitore svizzero con più di un secolo di storia nella produzione di strumentario rotante e distribuito in tutto il Mondo.

Borgo San Dalmazzo 3 MARZO 2009 - MARCOPOLO ENGINEERING Spa e TECNOLOGIE AMBIENTALI Srl inaugurano la nuova centrale bioelettrica per la bonifica del biogas prodotto nella discarica di Cannicci a Civitella Paganico (GR).

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

Sabato 6 marzo 2010 alle ore 11 - Loc. Cannicci, Monte Antico  MARCOPOLO ENGINEERING S.p.A. e  TECNOLOGIE AMBIENTALI S.r.l. assieme alle autorità della Provincia di Grosseto e del Comune di Civitella Paganico, inaugurano la nuova centrale di messa in sicurezza della discarica di Cannicci presso il comune di Civitella Paganico (GR); la messa in sicurezza avverrà tramite la captazione del biogas e sua depurazione, distruzione e reimpiego come combustibile alternativo al fossile per produrre energia verde alternativa.

 

La centrale bioelettrica a servizio della discarica nel comune di Civitella Paganico, frutto della collaborazione tra MARCOPOLO e TECNOLOGIE AMBIENTALI, è ora in fase di start up e sarà a regime entro il mese di giugno del 2010. Ad oggi la centrale ha già prodotto circa 1.258.615 kWh attraverso il recupero di circa 777.732 Nm3 di biogas, si è così evitato di immettere in atmosfera 6.782 Ton equivalenti di CO2. Le stime per il triennio 2010-2012 indicano un aumento della produzione di energia elettrica per un quantitativo complessivo di circa 12.000.000kWh recuperando 7.500.000 Nm3 di biogas.

 

MARCOPOLO da dieci anni è presente con i propri impianti e tecnologie sul territorio toscano operando nella bonifica e messa in sicurezza delle discariche di Empoli, Monsummano, Asciano, Abbadia, Civitella Paganico, Sinalunga (in avviamento).

 

Grazie alla captazione ed alla trasformazione del biogas da discarica in energia verde elettrica e termica, MARCOPOLO, con  i suoi 50 MW installati in Italia e all'estero apporta i seguenti vantaggi ambientali e sociali ogni ora:

12,500 Metri Cubi Biogas distrutto ogni ora

175 Ton. di CO2 evitate ogni ora

25 Barili di Petrolio risparmiati ogni ora

85.000 abitazioni private alimentate ogni ora

121 alberi risparmiati ogni ora

 

MARCOPOLO ENVIRONMENTAL GROUP, azienda cuneese presente con i propri impianti su tutto il territorio nazionale da oltre 30 anni, è oggi una solida realtà operante a 360° nel campo della bonifica ambientale con produzione di energia verde ottenuta dal reimpiego del biogas derivante dalla messa in sicurezza delle discariche e dal recupero delle biomasse zootecniche in surplus.

MARCOPOLO affianca alle due attività principali anche altre forme di produzione di energia ecosostenibile: è attiva nel settore eolico, idroelettrico e fotovoltaico, fondamentali per diventare "Energeticamente operativi a 360° in modo etico e trasparente".

 

Tecnologie Ambientali S.r.L. costruisce e gestisce impianti per trattamento, recupero e smaltimento rifiuti, oltre alla realizzazione di bonifiche ambientali finalizzate al risanamento e recupero di aree contaminate. Da diversi anni si occupa di captazione del biogas nocivo che si produce all'interno delle discariche per effetto della degradazione anerobica dei rifiuti, utilizzandolo come combustibile per la produzione di energia elettrica.

Tecnologie Ambientali S.r.L in collaborazione con diversi Enti Pubblici mediante la formula del projet-financing, ha investito importanti risorse per la realizzazione di impianti fotovoltaici. Una delle principali realizzazioni in collaborazione con il Consorzio Energia Toscana - CET - prevede la costruzione e gestione di impianti fotovoltaici sui principali edifici della Provincia di Grosseto.

 

 

Per informazioni:

www.marcopolo-e.com

marketing@marcopolo-e.com

 

 

 

 

Edoardo Dadone
Marketing & Comunicazione
MARCOPOLO ENGINEERING S.p.A.
email:
edoardo.dadone@marcopolo-e.com

 

 


 

logo.gif

MARCOPOLO ENGINEERING S.p.A. Sistemi Ecologici
Via XI Settembre, 37
12011 Borgo San Dalmazzo (CN)
Tel. +39 0171 262348 Fax +39 0171 262341

Fax Uff. Tecnico +39 0171 721775

 www.marcopolo-e.com - info@marcopolo-e.com

Partita IVA: 02090330040
Codice fiscale: 02090330040
Registro imprese di Cuneo 02090330040 - REA 153902
Capitale Sociale interamente versato 14.580.652,00 €


Prima di stampare pensa all'ambiente - Before printing think about the environment

Le informazioni contenute in questo messaggio di posta elettronica sono riservate e confidenziali e ne è vietata la divulgazione con qualunque modalità. Se Lei non fosse la persona cui il presente messaggio è destinato, La invitiamo a non leggerlo e ad eliminarlo dandone cortesemente tempestivo avviso al mittente.

This email is confidential, do not use the contents for any purpose whatsoever nor disclose them to anyone else. If you are not the intended recipient, you should not copy, modify, distribute or take any action in reliance on it. If you have received this email in error, please notify the sender and delete this email from your system.

 

 

 

COMUNICATO STAMPA - 8 marzo: difendiamo la maggiore complessità dell'intelligenza femminile

 

AEDfemminismo
Associazione Educazione Demografica
Pass. Canonici Lateranensi, 22 – 24121 BERGAMO
Tel. 035-244337 Fax 035-235660
aedfemminismo@antipredazione.org
www.aed-femminismo.com


              


Consultori
femministi
autogestiti
autofinanziati

COMUNICATO STAMPA
8 Marzo 2010
 
UN AUGURIO ELETTRIZZANTE A TUTTE LE DONNE
Siamo pronte per la terapia dell'anti-emotività?
Come rendere una donna più fredda e calcolatrice

 
Ricercatori italiani hanno "dimostrato" (bontà loro) che gli uomini sono stabilmente e tendenzialmente "criminali", mentre le donne lo possono diventare manipolandole con una debole scarica elettrica.
 
Un gruppo di ricercatori della Fondazione Ca' Granda-Policlinico di Milano, dell'Ospedale S. Raffaele di Milano e dell'Università di Padova (Corriere della Sera del 23/01/2010) hanno posto delle domande a 38 uomini e 40 donne con un'età media di 24 anni. Eccone una:
«"Immaginate di essere un medico e di avere di fronte tre pazienti che hanno bisogno di un trapianto d'organo. Potreste salvarli tutti e tre a patto di uccidere una persona sana e di prelevarne gli organi. Che cosa fareste?". Le risposte sono state diverse, a seconda del genere. "Gli uomini", spiega Manuela Fumagalli del Centro clinico per le neuronanotecnologie e la neurostimolazione della Fondazione Policlinico Ca' Granda... "tendenzialmente rispondono in maniera più razionale, cioè scelgono di sacrificare una persona per salvarne tre. Le donne, invece sono più emotive: non se la sentono di uccidere una persona sana, nemmeno per farne vivere tre"».
 
L'articolo continua dicendo che facendo passare una "debole corrente elettrica attraverso la zona prefrontale del cervello", posta la stessa domanda, le donne modificano la loro risposta diventando più ciniche e calcolatrici, mentre non si ha nessun effetto su quella maschile.
 
La cosa interessante è la prevalente risposta maschile. Quella risposta che viene considerata dai ricercatori come più logica è REATO nel nostro ordinamento attuale. Non puoi uccidere una persona sana per prenderne gli organi e usarli per altre persone.
 
Praticamente se ne può dedurre che, date le lunghe liste d'attesa, i traumatizzati cranici che potrebbero essere curati e quindi salvati, potrebbero essere uccisi con l'espianto per procurarsi organi. Questa è la decisione più razionale secondo i criteri sopra esposti.
 
Alla luce di questa razionalità, ci chiediamo:
- Le donne emancipate, che vogliono far carriera, dovranno sottoporsi al "perfezionamento" del loro cervello per renderlo più razionale e adatto al sistema criminale che è alla base di questa società?
- Le donne impiegate nell'espianto-trapianto sono state già sottoposte alla scarica elettrica per reggere l'orrore dell'espianto a cuore battente?
- Gli approcci terapeutici di "manipolazione mentale" ventilati su questa tecnica saranno praticati da medici donne, per evitare denunce di sessismo?
- Si presteranno le donne al nuovo abuso di questa società maschilista?

 
DIFENDIAMO LA MAGGIORE COMPLESSITÀ DELL'INTELLIGENZA FEMMINILE.

 
Le Donne
dell'AEDfemminismo
 
Se non desidera ricevere i nostri comunicati, ai sensi del D. Lgs. 196/03, risponda a questa e-mail indicando "rimuovere". Grazie.

1° congresso nazionale triage

L'11 e 12 giugno 2010 a Roma, presso l'Aula 1 -Clinica Medica * Policlinico Umberto I * Roma si terrà il 1° Congresso Nazionale di Triage.
Il Congresso è rivolto a medici ed infermieri che operano nel servizio dell'emergenza * urgenza ed ha l'obiettivo di voler proporre un confronto fra le varie realtà nazionali sull'opportunità di promuovere la realizzazione di un modello unico di triage sul territorio nazionale.
I temi del congresso includono: discussione sui modelli organizzativi di triage, normativa ed aspetti legali, integrazione fra territorio e ospedale, criticità operative. Sono previste letture magistrali e presentazioni orali di ricerche originali.
Per l'iscrizione al Congresso inviare una mail all'indirizzo triagelazio@asplazio.it

I Supermercati Campani Tornano Protagonisti

Colonial Sud entra in Interdis e si accomoda nella seconda centrale d'acquisto  


Con i suoi 193 punti vendita Colonial Sud entra nel Consorzio Interdis. Costruita nel lontano 1964 da Anna Barretta, un'imprenditrice molto sensibile ai problemi locali, Colonial Sud è presente soprattutto in Campania con quattro insegne dedicate al mercato al dettaglio e due rivolte esclusivamente all'ingrosso. Interdis è il consorzio che raggruppa le imprese attive nella distribuzione organizzata di tutta Italia e grazie ad alleanze con Conad partecipa assieme a Rewe alla seconda centrale d'acquisto nazionale, Sicon.


Colonial Sud, rispetto ai suoi concorrenti, si caratterizza per la valorizzazione del punto vendita di vicinato ad insegna Marketpiù, per la centralità del consumatore attraverso lo sviluppo di assortimenti mirati e delle carte fedeltà, per gli elevati investimenti in marketing e comunicazione e per un forte impegno sociale e di sponsorizzazioni. 


"E' un momento importante della nostra storia lunga quasi mezzo secolo. In questi anni abbiamo messo al centro di tutto le esigenze del consumatore che in questa regione sono più forti che altrove. Abbiamo interpretato i suoi gusti e siamo cresciuti. Ora vogliamo proseguire offrendo soluzioni più complete e offerte più convenienti." – afferma Luigi Errichiello, amministratore unico di Colonial Sud S.p.A.  

Interdis è uno dei network distributivi più innovativi nell'ambito della Grande Distribuzione Organizzata italiana. I soci sono 29 imprese della distribuzione attive sia nel canale al dettaglio che in quello all'ingrosso con 2.714 punti vendita distribuiti in 17 regioni italiane. Il fatturato realizzato nel 2009 è stato pari a 5.492 milioni di euro.  

 


Il Gruppo Colonial Sud, attivo nella distribuzione organizzata sin dal 1964, ha attualmente una rete di 193 supermercati – diretti ed affiliati - in Campania e nel basso Lazio. Con oltre 12mila referenze trattate nel 2009 ha generato un volume d'affari superiore a 136 milioni di euro. Quattro sono le sue insegne rivolte al consumatore finale, Marketpiù, Maxipiù, Iperpiù e Bolle&più. Agli operatori del settore sono diretti i cash&carry con insegna Colonial Sud Cashpiù e i Ce.Di – centri di distribuzione -. Marketpiù sono i negozi di vicinato, Maxipiù i supermercati rionali, Iperpiù gli ipermercati e Bolle&più i negozi specializzati nei detergenti, casalinghi e profumeria. La sede principale è ad Arzano, in provincia di Napoli.


 

Ufficio Stampa e Comunicazione

Luigi Esposito

cell. 3358204353 

tel. 0813776315

espositoluigi@hotmail.com

info@luigiesposito.com

http://www.luigiesposito.com



Figli del BRONX Produzione, Postproduzione Cinematografica Napoli


Figli del Bronx è una società  indipendente di produzione e post-produzione cinematografica e televisiva attiva a Napoli e in tutto il mezzogiorno.

Cura l'ideazione, lo sviluppo dei contenuti, la realizzazione di film, documentari e di servizi redazionali e di creazione in proprio e per conto di canali televisivi o altre produzioni.

Realizza audiovisivi su commissione per privati ed enti pubblici curando con un linguaggio innovativo la comunicazione aziendale e istituzionale in diversi formati video digitali.

Figli del Bronx effettua servizi di casting, location e storyediting affiancandosi ad altre produzioni ed offrendo il proprio contributo organizzativo e logistico in preproduzione.

Figli del Bronx realizza produzione esecutiva in ambito cinematografico e televisivo in tutto il mezzogiorno di Italia.

E' dotata di una sala di Postproduzione video in formato HD equipaggiata per ogni fase di editing digitale non lineare, curando il montaggio video incluso lo speakeraggio con voci di profilo nazionale.

Effettua noleggio di attrezzature per ripresa cinematografica e televisiva broadcast audio e video in formato HD.

Si occupa inoltre di formazione e didattica preparando i professionisti del settore audiovisivo all'era dell'alta definizione.

Figli  del  BRONX
produzione e postproduzione cinematografica
Salita Pontecorvo, 97
80135  Napoli
Tel./Fax +39 081 0203639



Stories - Debora Hirsch / School Gallery Paris

Stories

Debora Hirsch

 

31.03.10 - 30.04.10

Opening 31.03.10 – H 19:00

 

(comunicato stampa in allegato)

 

SCHOOL GALLERY 81 rue du Temple I 75003 Paris I France

T.+33 (0)1 42 71 78 20 – Mob. 06 13 50 78 87

olivier@schoolgallery.fr - www.schoolgallery.fr

 

 

 

Debora Hirsch

Viale Regina Margherita 33

20122 Milano

cell: +39-3357059551

www.deborahirsch.com

skype: debora_hirsch

 

 

giovedì 4 marzo 2010

Golosaria 2010, in moto tra i castelli del Monferrato



Golosaria nel Monferrato presenta i gioielli della campagna per la primavera. E questo con una rassegna di cultura e gusto che per il quarto anno consecutivo è firmata da Papillon e dal suo creatore Paolo Massobrio.


Domenica 7 marzo 2010 i motociclisti, condizioni meteo permettendo (verificare ai numeri di sotto), si ritroveranno alle ore 9.30 in tre punti di Golosaria (Alfiano Natta, Camino e Castellazzo Bormida) per poi verso le 12.30 raggiungere il Castello di Casale Monferrato che ospita i migliori artigiani del gusto provenienti da tutta Italia e un'esposizione di moto d'epoca:

  • Il Moto Guzzi Club "Aquile delle Langhe" (Francesco 393.8883152 ) seguirà un tracciato partendo dal
Castello di Razzano (Frazione Casarello, 15021 Alfiano Natta).
  • Per chi proviene dalla zona vercellese il Moto Guzzi Club "Aquile Vercellesi" dà appuntamento a
  • Camino (al Ristorante Del Peso in Piazza Guglielmo Marconi, 15020 Camino, Marcello 333.8452750)
  • A Castellazzo Bormida il moto club attende gli appassionati nel piazzale del
  • Santuario Madonnina dei Centauri (Via Santuario, 2 - 15073 Castellazzo Bormida, Salvatore 335.7899368).

    I motociclisti che si presenteranno presso i luoghi di ritrovo potranno seguire un gruppo di amici e visitaranno alcuni degli scorci più suggestivi del Monferrato. Nel pomeriggio la strada di ritorno è a libera scelta.

    Oltre agli appuntamenti legati al gusto e alla cultura che animeranno l'intero weekend in 30 cantine, 8 castelli (Razzano, Camino, Frassinello, Gabiano, Oviglio, Uviglie di Rosignano, Giarole, Forneglio di Serralunga di Crea) e 20 location (Vignale Monferrato, Terruggia, Camino Monferrato, Rosignano Monferrato, Giarole, Oviglio, Alfiano Natta, Solonghello, Serralunga di Crea, Gabiano, Cavagnolo, Murisengo, Cereseto, Camagna, Pontestura, Villamiroglio, Frassinello Monferrato, Ponzano, Mirabello, Felizzano).

    Domenica 7 marzo oltre che a Casale l'appuntamento con Golosaria sarà nel paese storico caro a Papillon: Vignale Monferrato con il mercato a chilometro zero di Campagna amica e con l'inaugurazione dello spazio "Grignolino&Champagne"; tra le novità di quest'anno anche l'inaugurazione del Giardino di Golosaria insieme a quindici vivaisti creativi che si terrà nel Parco di Villa Poggio a Terruggia Monferrato in collaborazione con la rivista Gardenia.

    Sempre domenica si festeggeranno i prodotti a Denominazione comunale (De.Co.): Agnolotto Casalese, Agnolotto di Felizzano, Agnolotto di Pontestura, Muletta di Serralunga di Crea, Pen di Oviglio, Torta di Camino, Tirà ad Mirabè, fino agli infernot di Frassinello Monferrato.

    Informazioni e programma completo
    http://www.golosaria.it/



    Comunicato stampa da BuonLavoro

    Titolo: Compagnia dei Talenti: formazione a portata di click

    Buonlavoro, società operante da anni nel campo della formazione,
    annuncia un'importante novità che vedrà la luce la prossima
    primavera: la nascita di un portale online interamente dedicato alla
    formazione professionale ed amatoriale.

    Si tratterà di un progetto molto ambizioso, del quale ancora non è
    dato conoscere tutti i dettagli.
    Quel che è certo è il nome, Compagnia dei Talenti, che già però ci
    consente di dedurre alcune caratteristiche di quello che aspira a
    diventare il portale italiano della formazione online.

    Compagnia dei Talenti sarà, infatti, un collettore di strumenti di
    formazione. Non il sito di un singolo, quindi, non il sito della
    società che lo gestirà, ma uno spazio a cui potranno accedere
    potenzialmente tutti coloro che siano interessati all'ambito della
    formazione, sia dal lato docente che dal lato fruitore.
    Compagnia dei Talenti, inoltre, avrà un particolare focus sui Talenti,
    intesi tanto come persone talentuose quanto come inclinazioni innate
    verso determinate attività.
    Su Compagnia dei Talenti, chiunque senta di poter dare il proprio
    contributo al mondo della formazione potrà proporsi come autore e
    formatore, così come chiunque desideri acquisire conoscenze e
    competenze che siano di completamento ad una dote naturale troverà
    un'ampia gamma di risorse, anche gratuite, a cui attingere. Compagnia
    dei Talenti, annunciano da Buonlavoro, rivoluzionerà il mondo della
    formazione, attraverso una modalità di fruizione già nota al vasto
    pubblico, ma ancora scarsamente utilizzata a fini formativi. In attesa
    di scoprire maggiori dettagli sulla struttura e sulle funzionalità del
    sito, è possibile sin da subito visitare la pagina di lancio di
    Compagnia dei Talenti all'indirizzo: www.compagniadeitalenti.com

    Da segnalare, oltre alla possibilità di ricevere informazioni sul sito
    in costruzione, è la possibilità di proporsi come autori dei primi
    contenuti da inserire nel sito, compilando l'apposito form posto in
    fondo alla pagina.

    Un'occasione ghiotta per giovani aspiranti formatori, che, prima di
    lanciarsi in prima persona in un progetto online, potrebbero
    accrescere la loro popolarità e quella dei loro prodotti avvalendosi
    di un'importante vetrina, praticamente a costo zero.
    Formatori d'Italia, dunque, fatevi avanti!

    www.compagniadeitalenti.com

    Tutte le news della Rete le trovi sul:


    Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

    Disclaimer

    www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

    Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

    L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

    Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

    Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

    Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

    CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

    indirizzo skype: apietrarota