sabato 15 marzo 2014

COMUNICATO STAMPA Firenze, congresso di chirurgia plastica estetica: "Non esiste la bacchetta magica, per ringiovanire con risultati naturali serve il bisturi"

COMUNICATO STAMPA
A Firenze 250 chirurghi plastici in congresso: «Non esiste la bacchetta magica, per ringiovanire con risultati naturaliserve il bisturi»
In corso fino a domenica il 2° congresso di Aicpe (Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica: «Attenti alla false promesse: mini-interventi danno mini-risultati» dice il presidente Giovanni Botti


Niente illusioni, nessuna soluzione facile o bacchetta magica: per ringiovanire davvero non esistono scorciatoie mini-invasive, il bisturi resta l'unica soluzione. È il messaggio che arriva dal secondo congresso dell'Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica, in corso a Firenze dove sono riuniti 250 chirurghi plastici di tutta Italia. «Un conto è quello che si desidera, un conto è la realtà - afferma il presidente di Aicpe, Giovanni Botti -. Quello che la gente cerca oggi sono soluzioni per mandare indietro le lancette dell'orologio senza dover passare dalla sala operatoria e senza avere un periodo di recupero post operatorio. Il problema è che, a oggi, questo non è possibile».
Attenzione, insomma, al lato commerciale della chirurgia plastica e alle false promesse, che spesso dicono alla gente quello che la gente vuole sentire. «Ci vuole un po' di onestà, ci sono affermazioni che non rispecchiano la verità: mini-interventi danno mini-risultati» aggiunge Botti.
È un dato di fatto, tuttavia, che ci sono pazienti che non sono pronti per la sala operatoria e che vogliono trattamenti alternativi: «In questi casi si possono proporre filler o trattamenti mini-invasivi, ma è determinante che il medico sia onesto e spieghi quali saranno davvero i risultati e quale la durata nel tempo» precisa il presidente di Aicpe.
Per quanto riguarda il viso, ad esempio, si sente spesso parlare di soluzioni che, con un mix di filler, laser e un approccio multidisciplinare, promettono risultati simili alla chirurgia. Ma non è la verità: «L'invecchiamento del volto è dovuto a due fattori: da una parte il contenitore, la pelle, che si dilata con gli anni, dall'altro il contenuto (grasso, ossa) che si atrofizza (si riduce di volume) - spiega Botti-. Questo porta a un rilassamento dei tessuti del volto. Inoltre la pelle è anche danneggiata superficialmente da sole e lampade, che sono la causa principale dell'invecchiamento cutaneo. Quando c'è una discrepanza tra contenitore e contenuto, con pelle troppo abbondante, per ritrovare le forme naturali bisogna sia intervenire dall'interno, agendo sui tessuti profondi, sia riposizionare la pelle ed eliminarne l'eccesso. Gonfiare non basta, anzi si ottiene l'effetto di una faccia a palla: questo è il risultato che si ha quando si vuole risolvere in modo mini invasivo una situazione che, invece, richiede il bisturi per avere un risultato naturale. E i pazienti restano molto delusi».
Se i filler possono essere una soluzione per le prime rughe e cedimenti, dopo i 50 anni, in linea di massima, l'unica possibilità per ringiovanire in modo naturale è la chirurgia (blefaroplastica e lifting). Soluzioni soft come filler, fili e trapianto di grasso funzionano solo per un certo tipo di indicazioni piuttosto limitate, come "migliorare alcuni inestetismi del volto o riempire un seno un po' svuotato. Ma per avere risultati importanti, c'è solo la chirurgia".
Il congresso di Aicpe ha offerto la possibilità di confrontarsi a chirurghi che fanno e che non chiacchierano. Molti i giovani partecipanti (un centinaio gli under 40): è stata quindi un'occasione di incontro tra giovani chirurghi, interessati a imparare e aggiornarsi, e chirurghi più esperti, desiderosi di condividere la propria esperienza. L'Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica, nata nel 2011, procederà oggi al rinnovo delle cariche come previsto dallo Statuto: «Il bilancio della mia esperienza come presidente è stato estremamente positivo - ha detto Botti -. Abbiamo creato in Italia una società di importanza fondamentale nel nostro settore, che ancora non c'era, a differenza del resto del mondo. In questo modo abbiamo dato una risposta a quei professionisti che lavorano nel campo dell'estetica. E abbiamo avuto un riscontro enorme».

 

Ufficio stampa Aicpe: Eo Ipso
Silvia Perfetti sperfetti@eoipso.it; 346/79488777

c.s. Al via il concorso "Una favola per l'Isola dei Girasoli". I più piccoli raccontano la malattia ma anche la speranza


Gentili Colleghe/i

Per un territorio martoriato arriva una piccola grande iniziativa di promozione culturale per far nascere sin dalla più tenera età la voglia di crederci e di muovere passi concreti per favorire il riscatto e la valorizzazione dell'area. 

l'associazione L'Isola dei Girasoli creata dal musicista Leonardo De Lorenzo da sempre fortemente impegnato nel sociale ed a favore della tutela del territorio e della salute, soprattutto dei più piccoli ed indifesi, nonchè nella promozione dei vari volti della cultura, promuove il concorso "Una Favola per L'Isola dei Girasoli" rivolto agli studenti delle classi primarie e secondarie di primo grado del territorio di San Giuseppe Vesuviano.

Uno strumento per far assumere ai più giovani consapevolezza della loro appartenenza territoriale e dell'importanza di difenderla e di pensare ad un futuro migliore possibile.

Al centro delle fiabe e delle relative illustrazioni a corredo i temi dell'amicizia, della tutela della salute, della malattia e del dolore, ma anche della gioia e della speranza. Senza dimenticare la famiglia.

Protagonista la libera espressività giovanile espressa a livello letterario e grafico.

Con le sei storie vincitrici (le storie devono essere inviate entro il 31/05/2014 e la selezione avverrà entro il 15 settembre 2014) e le relative illustrazioni verrà creato un audiolibro.

L'audiolibro verrà donato ai piccoli pazienti e venduto ad un prezzo sociale ed i fondi verranno utilizzati per finanziare il progetto "Musica in corsia", una serie di progetti che si svolgeranno newi reparti pediatrici di vari ospedali con lo scopo di portare un sorriso ai piccoli degenti ed alle loro famiglie.

Per sostenere i progetti de L’Isola dei girasoli è possibile effettuare una donazione a: Associazione di promozione sociale e culturale L’isola dei girasoli, Via G. Di Luggo, 62, 80047 San Giuseppe Vesuviano (Na)
 C.D. 92045090633, IBAN IT20 K033 5901 6001 0000 0100 145


L'occasione è gradita a me ed all'associazione L'Isola dei Girasoli per ringraziarVi della costante attenzione e della preziosa collaborazione e per augurarVi una serena giornata e buon lavoro.

In allegato:

 . il c.s. completo in formato word
 - n. 2 foto di Leonardo De Lorenzo e Francesco, testimonial dell'Associazione L'isola dei girasoli

Tania Sabatino




Modica (RG) - Gerratana s.r.l., Carpigiani University e Alberghiero "Principi Grimaldi" promuovono l'incontro tra scuola e mondo del lavoro

Agli organi di informazione

 

Modica (RG), 15/03/2014


Gerratana s.r.l., Carpigiani University e Alberghiero “Principi Grimaldi” promuovono l’incontro tra scuola e mondo del lavoro

 

Si è concluso ieri il corso base di gelateria artigianale organizzato da Gerratana s.r.l. in collaborazione con Carpigiani Gelato University e rivolto agli studenti delle quinte classi dell’Istituto Alberghiero “Principi Grimaldi” di Modica.

Il corso, frutto dell’interesse e dell’attenzione con cui l’azienda modicana guarda alla formazione dei giovani promuovendo l’incontro tra la scuola e il mondo del lavoro, si è articolato in due giornate di lezioni teoriche, che si sono svolte nelle aule dell’Istituto alberghiero, e due stage full immersion, dal taglio pratico, nei laboratori di Gerratana s.r.l.. Durante gli stage in azienda, in particolare, gli studenti hanno imparare a conoscere e usare le macchine, le attrezzature e i prodotti per gelatieri messi a disposizione da Gerratana s.r.l..Al termine del corso i 44 allievi hanno ricevuto un attestato di partecipazione. Docente del corso è stato Luigi Perrucci (Carpigiani Gelato University), maestro gelatiere di fama internazionale, assistito da Salvatore Terranova esperto certificato di Carpigiani Gelato University.

«Questa iniziativa – ha spiegato Luigi Perrucci – nasce per creare maggiori occasioni di lavoro per i ragazzi. Con la titolare dell’azienda e il preside dell’Alberghiero abbiamo sondato il terreno e abbiamo visto che c’erano molti studenti interessati a un corso di gelateria. Così è nato questo corso che ha consentito ai ragazzi di conoscere una realtà professionale, che per molti di loro potrebbe tradursi in un’opportunità di crescita e in uno sbocco professionale. Grazie alla disponibilità di Gerratana s.r.l. i ragazzi hanno potuto mettere in pratica ciò che avevano appreso in aula, realizzando dei gelati alle creme, alla frutta con le materie prime del posto, e toccando con mano la realtà della gelateria».

Per il dirigente scolastico dell’Istituto Alberghiero “Principi Grimaldi” Bartolomeo Saitta, «si tratta di una splendida iniziativa e di un’esperienza qualificante nel curriculum dei ragazzi. Il nostro istituto, che collabora già da tempo con l’azienda Gerratana, ha aderito con grande entusiasmo a questo corso. Faremo in modo che tale esperienza si rinnovi e venga estesa anche agli studenti delle terze e quarte classi».

«La nostra azienda è impegnata da sempre a sostenere la formazione professionale dei giovani, promuovendo l’incontro tra la scuola e il mondo del lavoro – ha dichiarato Rosalba Gerratana, titolare dell’azienda - Per questo abbiamo voluto condividere con l’Istituto Alberghiero “Principi Grimaldi” un progetto culturale che promuove la conoscenza del gelato artigianale italiano grazie alle straordinarie professionalità della Carpigiani Gelato University e fornisce al contempo un’occasione di crescita personale e di formazione e professionale agli studenti».

 


Nelle foto, due momenti dello stage in azienda: Luigi Perrucci e Rosalba Gerratana illustrano le finalità del corso; foto di gruppo per la consegna degli attestati. 



Info e contatti

Gerratana s.r.l.

Viale delle Industrie, 16 Agglomerato Ind. ASI - Modica (RG)

Tel. 0932777926 – Fax 0932777152

Email info@gerratana.it

Web: www.gerratana.it



--
INpress ufficio stampa 
di Giovanni Criscione
p. iva. 01467520886
Via Assì 13, Modica (RG)
tel. 0932 752707
cell. 329 3167786

Iniziate le procedure per il cantiere del Cimitero



COMUNE DI DIANO MARINA
Golfo Dianese •
Riviera dei Fiori • Provincia di Imperia • Liguria

Comunicato stampa di sabato 15 marzo 2014

Verrà realizzato uno stralcio del progetto del terzo lotto in ampliamento

Iniziate le procedure per il cantiere del Cimitero

Za: "Circa 150 nuovi loculi e un campo di inumazione in terra. Investimento di 230 mila euro"

FOTO/Il vice Sindaco Cristiano Za Garibaldi http://goo.gl/YU24ot

Il testo del comunicato è lo stesso di prima, ho solo corretto il sottotitolo, da 230 milioni a 230 mila euro :-) Errore mio, scusa fc

L'Amministrazione Comunale di Diano Marina ha cominciato ad intervenire - ripulendo una zona fino ad ieri piena di rovi e sporcizie - sui terreni antistanti il Cimitero di Diano Marina, dove nelle prossime settimane verrà installato il cantiere per la costruzione di uno stralcio di quello che un tempo era il progetto del terzo lotto in ampliamento. "Sono iniziate le procedure per la realizzazione di un cantiere, al termine del quale, verosimilmente entro fine anno - spiega il vice Sindaco Cristiano Za Garibaldi - avremo circa 150 nuovi loculi e un campo di inumazione in terra. Preventiviamo di investire circa 230mila euro che contiamo di compensare parzialmente attraverso la vendita sulla carta di parte dei loculi. Un intervento assolutamente necessario, per consentire alle numerose famiglie dianesi che hanno trovato sistemazioni di fortuna in cimiteri limitrofi o in loculi prestati, di dare degna sistemazione alla sepoltura dei propri cari. Si tratta di un investimento molto importante per le finanze della nostra Amministrazione, che possiamo fare solo ora considerati i problemi finanziari che abbiamo ereditato. Nella fattispecie, peraltro, per la realizzazione del progetto del terzo lotto in ampliamento, chi ci ha preceduto ebbe la strampalata idea di accendere un mutuo per 2 milioni di euro, che il Patto di Stabilità non ci ha consentito di spendere e che abbiamo estinto per non pagare interessi bancari inutilmente. Ora - conclude Za Garibaldi - mi auguro anche che con una parte dei proventi derivanti dalla vendita sulla carta di parte dei loculi si possa anche intervenire sulla messa in sicurezza degli intonaci e delle impermeabilizzazioni del vecchio Cimitero Storico di Diano Marina, che è in condizioni vergognose e non ha mai subito interventi di manutenzione adeguati".

Foto intervento http://www.fcea.it/it/galleria-stampa/310

Per ulteriori informazioni stampa:
Ufficio stampa del Comune di Diano Marina
FEDERICO CRESPI & ASSOCIATI
+39.392.970.91.24

ANTISPAM STANDARD DISCLAIMER: La comunicazione viene inviata ai  facenti parte delle mailing-list di Federico Crespi & Associati. I dati acquisiti non verranno diffusi a terzi e saranno trattati nel rispetto delle regole previste dalla Legge 675/96 e disposizioni del "Codice in materia di protezione dei dati personali", decreto legislativo del 30 giugno 2003, n. 196. Per essere esclusi dalle mailing-list di Federico Crespi & Associati, inviare un messaggio contenente la dicitura "cancellatemi dalla mailing-list di Federico Crespi & Associati" al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

PRIVACY: Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società  sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell'art. 616 c.p., che ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio  al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

Iniziate le procedure per il cantiere del Cimitero



COMUNE DI DIANO MARINA
Golfo Dianese •
Riviera dei Fiori • Provincia di Imperia • Liguria

Comunicato stampa di sabato 15 marzo 2014

Verrà realizzato uno stralcio del progetto del terzo lotto in ampliamento

Iniziate le procedure per il cantiere del Cimitero

Za: "Circa 150 nuovi loculi e un campo di inumazione in terra. Investimento di 230 milioni"

FOTO/Il vice Sindaco Cristiano Za Garibaldi http://goo.gl/YU24ot

L'Amministrazione Comunale di Diano Marina ha cominciato ad intervenire - ripulendo una zona fino ad ieri piena di rovi e sporcizie - sui terreni antistanti il Cimitero di Diano Marina, dove nelle prossime settimane verrà installato il cantiere per la costruzione di uno stralcio di quello che un tempo era il progetto del terzo lotto in ampliamento. "Sono iniziate le procedure per la realizzazione di un cantiere, al termine del quale, verosimilmente entro fine anno - spiega il vice Sindaco Cristiano Za Garibaldi - avremo circa 150 nuovi loculi e un campo di inumazione in terra. Preventiviamo di investire circa 230mila euro che contiamo di compensare parzialmente attraverso la vendita sulla carta di parte dei loculi. Un intervento assolutamente necessario, per consentire alle numerose famiglie dianesi che hanno trovato sistemazioni di fortuna in cimiteri limitrofi o in loculi prestati, di dare degna sistemazione alla sepoltura dei propri cari. Si tratta di un investimento molto importante per le finanze della nostra Amministrazione, che possiamo fare solo ora considerati i problemi finanziari che abbiamo ereditato. Nella fattispecie, peraltro, per la realizzazione del progetto del terzo lotto in ampliamento, chi ci ha preceduto ebbe la strampalata idea di accendere un mutuo per 2 milioni di euro, che il Patto di Stabilità non ci ha consentito di spendere e che abbiamo estinto per non pagare interessi bancari inutilmente. Ora - conclude Za Garibaldi - mi auguro anche che con una parte dei proventi derivanti dalla vendita sulla carta di parte dei loculi si possa anche intervenire sulla messa in sicurezza degli intonaci e delle impermeabilizzazioni del vecchio Cimitero Storico di Diano Marina, che è in condizioni vergognose e non ha mai subito interventi di manutenzione adeguati".

Foto intervento http://www.fcea.it/it/galleria-stampa/310

Per ulteriori informazioni stampa:
Ufficio stampa del Comune di Diano Marina
FEDERICO CRESPI & ASSOCIATI
+39.392.970.91.24

ANTISPAM STANDARD DISCLAIMER: La comunicazione viene inviata ai  facenti parte delle mailing-list di Federico Crespi & Associati. I dati acquisiti non verranno diffusi a terzi e saranno trattati nel rispetto delle regole previste dalla Legge 675/96 e disposizioni del "Codice in materia di protezione dei dati personali", decreto legislativo del 30 giugno 2003, n. 196. Per essere esclusi dalle mailing-list di Federico Crespi & Associati, inviare un messaggio contenente la dicitura "cancellatemi dalla mailing-list di Federico Crespi & Associati" al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

PRIVACY: Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società  sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell'art. 616 c.p., che ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio  al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

venerdì 14 marzo 2014

Fratelli d’Italia RENDE: L’analisi Finanziaria


in allegato comunicato stampa + foto



COMUNICATO STAMPA  ● 14 Marzo 2014

 

Fratelli d'Italia RENDE: L'analisi Finanziaria

 

Rende (CS), 14/3/2014 Un quadro di bilancio che appare drammaticamente serio.

 

 

Il responsabile del Dipartimento Economia e Finanza, Dottor Pierpaolo Bilotta, del direttivo di Fratelli d'Italia di Rende interviene su una questione cara a tutti i cittadini di Rende: L' ANALISI FINANZIARIA

 

"La gestione del Comune di Rende è assai ambita. Eppure il futuro del nostro comune è reso assai difficoltoso da un quadro di bilancio che seppur ancora non ben definito, appare drammaticamente serio. Una classica patata bollente che dovrà essere gestita da chi siederà fra i banchi del futuro consiglio.

Ne deriva che ogni programma, buona intenzione, intento di migliore amministrazione, risulta esageratamente compresso dai dati di bilancio che si profilano, tecnicamente, da pre dissesto.

Alla girandola di nominativi proiettati alla imminente campagna elettorale, si accompagna il toto stima dei debiti del nostro comune; laddove da un minimo di 13mln viene addirittura quotato 30 mln di euro. Nel dare i numeri sarebbe auspicabile che il commissario offra massima trasparenza al piano di riequilibrio finanziario predisposto.

Abbiamo pertanto una vecchia gestione della cosa rendese – continua Bilotta - che alla luce dei dati di bilancio appare francamente indifendibile; il buon senso induce a chiedersi cos'altro debba accadere perché si giunga ad un avvicendamento? D'altra parte ci si augura fortemente che i cittadini non vengano fuorviati dal progetto del parco acquatico o tanto meno dalla ricostruzione del ponte sul fiume Busento, grave ferita sul nostro territorio.

Determinare l'effettivo debito del comune rimane un esercizio immane, seppure le regole di bilancio e la presenza di professionisti a ciò preposti, garanti, dovrebbe favorire la quantificazione puntuale. Eppure emergono evidenze che generano incertezze.

Quella dei tributi ad esempio è assai importante. I recuperi demandati alla società Maggioli (ma era poi necessario appaltare la gestione dei tributi?) su annualità non prescritte, spesso sono rivolti ad un tessuto produttivo che di produttivo ha ormai ben poco. Quanti sono ruoli notificati per Tarsu e Imu nella sola area industriale (pardon… commerciale) che sono irrecuperabili? 

Quali sono in generale i crediti iscritti a bilancio (residui attivi)  che conservano l'effettiva recuperabilità per la parte che riguarda le imprese soprattutto?

 

Ciò che emerge è un dato da raccordare alla nuova imposizione locale fortemente condizionata dall'enorme confusione nazionale. Ad oggi nessuno conosce con esattezza quale sarà il peso delle imposte locali sui propri beni, in attesa che vengano definiti gli equilibri delle componenti IUC ossia IMU, Tari (spazzatura), Tasi (servizi invisibili). Non è pertanto difficile immaginare che la situazione di Rende costringerà ad un forte aumento della tassazione non immaginando altro modo per il riequilibrio finanziario indispensabile alla città.

Ciò determinerà presumibilmente un ulteriore arretramento dell'area industriale, ove il problema ex Tarsu è profondamente sentito  al punto da condizionare cessazione attività o comunque pesanti ridimensionamenti;

abbiamo già osservato e lamentato come il criterio di tassazione passato tenda a punire la dimensione dello stabile e non l'effettiva produzione dei rifiuti, per i quali spesso le aziende sostengono oneri specifici di raccolta.

Ma tutto ciò è funzionale e indispensabile per la gestione corrente della nostra città, per la quale dobbiamo, però, pretendere che oltre ai servizi più comuni (strade, illuminazione) si trovino spunti di rilancio per le aree produttive industriali e commerciali.

Se la proiezione del parco acquatico è il presente del parco Robinson, non c'è da che rallegrarsi. Sono strutture importanti che danno pregio alla città, la cui gestione, però richiede forti sforzi manutentivi e programmatici rispetto ai quali esperienze ben più ridotte hanno mostrato un sostanziale indecoroso insuccesso; come si spiega altrimenti il piccolo zoo del parco Robinson o l'incuria di alcune villette a verde?

Ecco pertanto – conclude Bilotta -  che bisogna augurarsi che il futuro amministrativo di Rende sia connotato da persone che abbiano delle visioni, un profondo amore per il proprio territorio, ma soprattutto una profonda conoscenza e preparazione per poter raccogliere una sfida che appare senza dubbio titanica.

 

Pierpaolo Bilotta

 



 
 
 
[Dipartimento Comunicazione e Propaganda • Coordinamento Provinciale FdI – Cosenza]
Responsabile: Luigi Salerno Tel/fax: 0983.513234 – 0983.565508 • Mobile 338.2600110
e-mail: comunicati@ideamagazine.it
________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
Avvertenze ai sensi del D.Lgs. 196 del 30/06/2003 Le informazioni contenute in questo messaggio di posta elettronica e/o files allegati, sono da considerarsi strettamente riservati. Il loro utilizzo è consentito esclusivamente al destinatario del messaggio, per le finalità indicate nello stesso. Costituisce violazione ai principi dettati dal D.Lgs.196/2003: trattenere il messaggio stesso, divulgarlo anche in parte, distribuirlo ad altri soggetti, copiarlo o utilizzarlo per finalità diverse. Qualora riceveste questo messaggio senza esserne il destinatario Vi preghiamo cortesemente di darcene notizia via e-mail e di procedere alla distruzione del messaggio stesso, cancellandolo dal Vostro sistema. Grazie.<

In Presila e in Sila si afferma sempre di più la Destra




COMUNICATO STAMPA  ● 14 Marzo 2014

 

In Presila e in Sila si afferma sempre di più la Destra

 

Spezzano Sila (CS), 14/3/2014 La Presila e la Sila eleggono anche un suo rappresentante: Antonio Lopez.

 

 

A Fiuggi durante il 1° congresso di Fratelli d'Italia sono stati eletti i 4 membri dell'assemblea nazionale, per la prima volta nella destra la Presila e la Sila elegge anche un suo rappresentante Antonio Lopez.

 

"Questa elezione ci carica ancora di più" dice il coordinatore della Presila e Sila Piero Cantore il quale continua: "per noi è stato già un grosso risultato riuscire a far votare alle primarie circa 350 persone , un grande orgoglio per noi ma per tutti i cittadini che ci hanno aiutato ad eleggere 7 dei 31 grandi elettori della Provincia di Cosenza.

Abbiamo un po' azzardato a queste primarie nell'esprimere un'idea diversa dai soliti schemi politici, proponendo una classe dirigente giovane e piena di entusiasmo, ma soprattutto preparata e vicina alle problematiche del territorio; un gruppo nuovo che vuole cercare di portare un'idea diversa di politica e non come fanno i nostri avversari politici che negli anni hanno proposto sempre le solite facce.

La Presila e La Sila -  continua Cantore - hanno bisogno di un nuovo volto; infatti, i primi quattro grandi elettori eletti alle primarie qui in Sila, sono ragazzi giovani tutti sotto i 30 anni e pieni di grinta. La Coordinatrice di Spezzano della Sila Jenny Panza, il Coordinatore di Celico Andrea Paese seguita da Ramona Panza e Antonio Panza.

 

Proprio a Celico comincia la nostra prima sfida. Ci stimo preparando per la campagna elettorale che vedrà Fratelli d'Italia partecipare con il proprio simbolo FDI-AN, per dare l'opportunità a tutti i cittadini di esprimere a pieno le loro idee di destra, stando vicini a loro e alle loro esigenze. Siamo vicini a coloro che stanno presidiando la discarica di Celico – continua Piero Cantore -  e pensiamo che il problema rifiuti vada risolto in tutto il territorio in modo definitivo, non tamponando per un po' di tempo e poi riproposto dopo qualche mese, ma risolto con progetti che possano esse utili anche per lo sviluppo di ogni singola zona nel territorio Cosentino e non.

 

Noi pensiamo che bisogna cambiare bandiera.

 

Per troppi anni in questo territorio ha predominato il centro sinistra, usando una politica poco vicina alle esigenze dei cittadini e degl'imprenditori, adottando un sistema di cecità totale nei confronti delle potenzialità del posto e sfruttando scarsamente le uniche possibilità per far decollare tutto il sistema economico-culturale: Turismo e Agricolura.

 

 

 


 
 
 
[Dipartimento Comunicazione e Propaganda • Coordinamento Provinciale FdI – Cosenza]
Responsabile: Luigi Salerno Tel/fax: 0983.513234 – 0983.565508 • Mobile 338.2600110
e-mail: comunicati@ideamagazine.it
________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
Avvertenze ai sensi del D.Lgs. 196 del 30/06/2003 Le informazioni contenute in questo messaggio di posta elettronica e/o files allegati, sono da considerarsi strettamente riservati. Il loro utilizzo è consentito esclusivamente al destinatario del messaggio, per le finalità indicate nello stesso. Costituisce violazione ai principi dettati dal D.Lgs.196/2003: trattenere il messaggio stesso, divulgarlo anche in parte, distribuirlo ad altri soggetti, copiarlo o utilizzarlo per finalità diverse. Qualora riceveste questo messaggio senza esserne il destinatario Vi preghiamo cortesemente di darcene notizia via e-mail e di procedere alla distruzione del messaggio stesso, cancellandolo dal Vostro sistema. Grazie.<

Si può commettere stalking anche tramite la chat ed i messaggi privati di Facebook!

Da: avv. Eugenio Gargiulo (eucariota@tiscali.it)

 

Si può commettere stalking anche tramite la chat ed i messaggi privati di Facebook!

 

Nell'era dei social network, le persecuzioni potrebbero arrivare ovunque, anche attraverso una serie di messaggi privati o video inviati attraverso Facebook.

Quando il martellamento in chat è tale da creare stati di ansia e terrore nel suo destinatario, allora la condotta – sebbene mossa da ragioni sentimentali – può avere dei serissimi risvolti penali. Scatta, infatti, in tali casi, il cosiddetto stalking.

 

Anche Facebook entra, dunque, nel mirino degli inquirenti. Secondo una importantissima sentenza della Cassazione, infatti, è punibile per stalking la persecuzione attuata anche con video e/o massaggi inviati sui social network. (Cass. sent. n. 32404 del 30.08.2013).

 

Condotte illecite spesso poste con estrema leggerezza quelle degli utenti di Facebook e degli altri social media: ma, per esse, spesso si ignora che le sanzioni possono essere assai pesanti, come, per esempio, la custodia cautelare o l'ammonimento del questore.

 

Peraltro, la pena può scattare anche se il molestatore non agisce solo nei confronti della persona oggetto della "passione amorosa", ma anche su chi le sta vicino, come il nuovo compagno.

 

La sentenza della Cassazione è rimasta molto tempo "nascosta", ma val la pena rinfrescarla di tanto in tanto, posto che, da un'indagine condotta di recente dall'Ansa, un profilo su tre è falso. E spesso, tali account vengono utilizzati solo per mascherarsi e compiere ritorsioni o molestie.

 

Così, più di recente la Suprema Corte ha ritenuto punibile anche la condotta di chi crei un profilo falso su Facebook, utilizzando un nickname inesistente al solo scopo di molestare in chat altre persone!

Foggia, 14 marzo 2014                                               avv. Eugenio Gargiulo

 

 

Le ville umbre, gioielli della regione "cuore verde" d'Italia



-- Cosa c’è di più emozionante di una villa in Umbria, nel cuore d’Italia? Immaginatevi di vivere in posti unici, che solo il paesaggio dell’Umbria può regalarvi, con i suoi colori intensi come non troverete in nessun altro luogo e panorami mozzafiato su tutte le grandi o piccole valli su questa terra, che si perdono a vista d’occhio. Potrete vivere in strutture storicamente importantissime per questi luoghi, come le vecchie fattorie e i casali che verranno poi ristrutturati rimodernati con tutte le moderne tecnologie e comfort come ville pur rispettando sempre lo stile architettonico umbro, infatti queste due tipologie costruttive sono state i centri nevralgici della vita dei contadini di queste terre per secoli, dal lavoro nei campi alla vita sociale. E una delle caratteristiche di questi luoghi, è che è possibile disporre di tutte le comodità della vita moderna pur rimanendo isolati se si ama la pace e la tranquillità che questi posti garantiscono, si può serenamente vivere in una villa su una piccola collina fuori da qualsiasi centro abitato e circondati dal verde, pur avendo per esempio piscina, il wi-fi o la vicinanza ai vari piccoli centri abitati forniti di piccoli minimarket e altri piccoli negozi con tutto il necessario per vivere senza essere costretti ad andare nelle cittadine più vicine distanti chilometri e chilometri. Inoltre, l’Umbria è una delle “regine” in Italia e forse nel Mondo, del vero olio extra-vergine d’oliva e del buon vino! Qui, se siete appassionati di questi prodotti, potrete per esempio affiancare alla vostra villa un meraviglioso oliveto o un bellissimo vigneto per la produzione di questi prodotti simbolo di questa regione e iniziare questa affascinante attività, magari aiutati dalla gente del posto che, anche solo per hobby, porta avanti con passione la produzione di olio e vino da generazioni. Tutte queste cose potrete trovare nella Verde Umbria, immersi in una incredibile tranquillità lontani dallo smog e dalle rumorose città e in paesaggi unici, dove potrete scegliere e creare la vostra villa in Umbria seguendo il vostro sogno, proprio qui.

http://www.umbriadomus.it/villa-in-umbria/


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Questo messaggio di posta elettronica contiene informazioni di carattere confidenziale rivolte esclusivamente al destinatario/i sopra indicato; pertanto, ai sensi del D.Lgs. 196/2003 si precisa che e' vietato l'uso, la diffusione, distribuzione o riproduzione da parte di ogni altra persona. Nel caso aveste ricevuto questo messaggio di posta elettronica per errore, siete pregati di segnalarlo immediatamente al mittente e distruggere quanto ricevuto (compresi i file allegati) senza archiviarlo e farne copia. Qualsivoglia utilizzo non autorizzato del contenuto di questo messaggio costituisce violazione dell'obbligo di non prendere cognizione della corrispondenza tra altri soggetti, salvo piu' grave illecito, ed espone il responsabile alle relative conseguenze.

Confidentially notice This e-mail transmission may contain legally privileged and/or confidential information.Please do not read it if you are not the intended recipient(S); thus, pursuant to Legislative Decree No. 196/2003, any unauthorized use, distribution, reproduction or disclosure by any other person is strictly prohibited, and you will be responsible for any breach of law. If you are not the intended recipient, please notify the sender and destroy the original transmission and its attachments without saving or copying it in anyway.

Abitazioni di lusso in Umbria



-- La sezione “ Abitazione di Lusso ” riguarda i nostri immobili di pregio, non solo ville e casali già esistenti di una bellezza unica con viste panoramiche mozzafiato, ma anche strutture antiquate che mediante dei rendering, possono diventare il vostro sogno fatto ”su misura” esclusivamente per voi, adattandolo ai vostri gusti e bisogni. Casali e vecchie fattorie ormai ridotte a cadenti ruderi possono diventare dei veri e propri capolavori seguendo semplicemente il vostro gusto personale pur seguendo una tipologia architettonica tipica del Casale umbro per farla diventare poi una effettiva Abitazione di Lusso. In questo catalogo di assoluto pregio si possono inoltre trovare Casali già finiti, rifiniti finemente e arredati con gusto giungendo poi ad un risultato veramente eccezionale, e anche ville magnifiche con piscina che si affacciano sullo splendido panorama delle colline e valli umbre. Edifici con tutti comfort moderni, come il wi-fi, la piscina privata o ad esempio la vicinanza a strade che portano ai piccoli paesi vicini forniti di tutto ciò che è necessario per vivere, pur rimanendo isolati e circondati dalla campagna Umbra. Infatti l’immersione nel verde Umbro è il vero pezzo forte dei nostri immobili, oltre alla bellezza e raffinatezza di questi particolari immobili, la vera “ Abitazione di Lusso” che possiamo offrirvi è proprio il paesaggio che circonderà la vostra abitazione, la vera rarità e pregio che darà un valore in più enorme al vostro casale o villa, grazie ai panorami che spaziano su colline e vallate immense, dai mille colori e su città d’arte magnifiche come Todi o Orvieto, che aggiungeranno quel fascino e emozioni in più di quanto già la vostra casa ne abbia, grazie ai loro palazzi e monumenti che anche dalle colline intorno si possono nitidamente vedere e ammirare in tutta la loro secolare bellezza. Un occasione che non potete perdervi.

http://www.umbriadomus.it/abitazione-di-lusso/


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Questo messaggio di posta elettronica contiene informazioni di carattere confidenziale rivolte esclusivamente al destinatario/i sopra indicato; pertanto, ai sensi del D.Lgs. 196/2003 si precisa che e' vietato l'uso, la diffusione, distribuzione o riproduzione da parte di ogni altra persona. Nel caso aveste ricevuto questo messaggio di posta elettronica per errore, siete pregati di segnalarlo immediatamente al mittente e distruggere quanto ricevuto (compresi i file allegati) senza archiviarlo e farne copia. Qualsivoglia utilizzo non autorizzato del contenuto di questo messaggio costituisce violazione dell'obbligo di non prendere cognizione della corrispondenza tra altri soggetti, salvo piu' grave illecito, ed espone il responsabile alle relative conseguenze.

Confidentially notice This e-mail transmission may contain legally privileged and/or confidential information.Please do not read it if you are not the intended recipient(S); thus, pursuant to Legislative Decree No. 196/2003, any unauthorized use, distribution, reproduction or disclosure by any other person is strictly prohibited, and you will be responsible for any breach of law. If you are not the intended recipient, please notify the sender and destroy the original transmission and its attachments without saving or copying it in anyway.

Le incredibili aziende agricole umbre



-- Olio extra-vergine d’oliva e vino sono i prodotti alimentari più importanti e di lusso che l’Italia tutta, e soprattutto l’Umbria, può offrire al Mondo. Prodotti realizzati in modo ancora artigianale o semi-artigianale, in cui, specialmente nelle piccole aziende agricole a conduzione familiare umbre, vengono ancora utilizzate tecniche vecchie di secoli per quanto riguarda questi prodotti, garantendo una genuinità e bontà introvabile in qualsiasi altro posto. Avere la possibilità di produrre Olio e vino qui quindi è un privilegio e un vanto sicuramente, per questo vi offriamo una Vendita Azienda Agricola. Infatti, il vino prodotto qui è tra i più richiesti e pregiati del mondo come anche l’olio è sicuramente quello tra i più eccellenti, e avere la possibilità di produrli non è cosa da tutti. Tra animali e Natura, con ettari ed ettari di oliveti e vigneti sarà sicuramente il massimo per chi ama questa terra e vuole iniziare una attività del genere. Immaginatevi una azienda agricola immersa nel verde dell’Umbria, a fine Settembre, con ettari di verde dove poter far pascolare gli animali dell’azienda che produrranno altri prodotti come formaggio, latte e carne, e ettari di campi di oliveti e vigneti baciati dal sole di questa terra, mentre i vostri operai stanno raccogliendo, secondo la metodologia che dura da secoli, l’uva “a mano”, artigianalmente senza un processo meccanico o industriale, mentre altri si stanno occupando degli animali al pascolo o nelle stalle, e altri ancora stanno controllando e migliorando i vostri alberi di olivo per quando saranno pronte per essere colte le olive, per poter produrre il vostro olio. Immagini bellissime che una Vendita Azienda Agricola potrà regalarvi, tutte per voi. Una azienda agricola qui, in Umbria, nel cuore verde d’Italia, sarà di sicuro un investimento importante che vi renderà orgogliosi per tutte le soddisfazioni e emozioni che vi darà.

http://www.umbriadomus.it/vendita-azienda-agricola/


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Questo messaggio di posta elettronica contiene informazioni di carattere confidenziale rivolte esclusivamente al destinatario/i sopra indicato; pertanto, ai sensi del D.Lgs. 196/2003 si precisa che e' vietato l'uso, la diffusione, distribuzione o riproduzione da parte di ogni altra persona. Nel caso aveste ricevuto questo messaggio di posta elettronica per errore, siete pregati di segnalarlo immediatamente al mittente e distruggere quanto ricevuto (compresi i file allegati) senza archiviarlo e farne copia. Qualsivoglia utilizzo non autorizzato del contenuto di questo messaggio costituisce violazione dell'obbligo di non prendere cognizione della corrispondenza tra altri soggetti, salvo piu' grave illecito, ed espone il responsabile alle relative conseguenze.

Confidentially notice This e-mail transmission may contain legally privileged and/or confidential information.Please do not read it if you are not the intended recipient(S); thus, pursuant to Legislative Decree No. 196/2003, any unauthorized use, distribution, reproduction or disclosure by any other person is strictly prohibited, and you will be responsible for any breach of law. If you are not the intended recipient, please notify the sender and destroy the original transmission and its attachments without saving or copying it in anyway.

Le meravigliose fattorie dell'Umbria



-- Se siete amanti degli animali e della Natura, allora una Fattoria Umbria è quello che ci vuole per voi. La regione è piena di queste strutture, per lo più ormai ridotti a ruderi, ma sicuramente possiedono ancora un grande valore e prestigio. Infatti, chi ha una bel casale rimodernato con tutti i comfort e piscina, su una delle colline umbre, il tutto ristrutturato su quello che una volta era una Fattoria Umbria, ha sicuramente un qualcosa di grande bellezza e prestigio, in quanto stiamo parlando di una terra, quella dell’Umbria, veramente unica nel suo genere. Per non parlare del valore culturale del vivere in un ex Fattoria Umbria, che rappresentano la vera storia di queste terre, il posto in cui tutta la vita sociale, dal lavoro nei campi, al ricovero degli animali, al riposo dopo i duri lavori della giornata, ai divertimenti e alle lunghe veglie notturne davanti ad un fuoco in cui decine di persone si riunivano conversando, per secoli e secoli si è sviluppata. Potresti sentire e gustare quelle atmosfere in una di queste fattorie umbre rimodernate e restaurate secondo lo stile umbro, sentendo quasi la quotidianità e la vita di quei tempi. Ed oltre al valore storico o culturale, pensate al valore che ai giorni nostri può avere un Casale in Umbria con i suoi paesaggi, panorami veramente unici, con quei colori che in nessun altro luogo si possono trovare e nell’avere allo stesso tempo, insieme al Casale, la possibilità di possedere vigneti e oliveti, per produrre dell’ottimo vino e olio extra vergine d’oliva tipico, una bontà e un lusso che sicuramente può essere considerato un vanto ovunque nel Mondo. Tutto questo potreste trovare qui, nella verde Umbria, un Casale Umbria tutto per voi sarà sicuramente un qualcosa di assolutamente eccezionale e unico nel suo genere, vi farà innamorare di questa terra e dei suoi colori indissolubilmente.

http://www.umbriadomus.it/vendita-azienda-agricola/fattoria-umbria/


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Questo messaggio di posta elettronica contiene informazioni di carattere confidenziale rivolte esclusivamente al destinatario/i sopra indicato; pertanto, ai sensi del D.Lgs. 196/2003 si precisa che e' vietato l'uso, la diffusione, distribuzione o riproduzione da parte di ogni altra persona. Nel caso aveste ricevuto questo messaggio di posta elettronica per errore, siete pregati di segnalarlo immediatamente al mittente e distruggere quanto ricevuto (compresi i file allegati) senza archiviarlo e farne copia. Qualsivoglia utilizzo non autorizzato del contenuto di questo messaggio costituisce violazione dell'obbligo di non prendere cognizione della corrispondenza tra altri soggetti, salvo piu' grave illecito, ed espone il responsabile alle relative conseguenze.

Confidentially notice This e-mail transmission may contain legally privileged and/or confidential information.Please do not read it if you are not the intended recipient(S); thus, pursuant to Legislative Decree No. 196/2003, any unauthorized use, distribution, reproduction or disclosure by any other person is strictly prohibited, and you will be responsible for any breach of law. If you are not the intended recipient, please notify the sender and destroy the original transmission and its attachments without saving or copying it in anyway.

I bellissimi casali tuderti



-- La leggenda narra che molto tempo fa, il popolo dei Veii Umbri, una popolazione che abitava la valle del fiume Tevere, stava costruendo una città. Un giorno, mentre i lavori di edificazione proseguivano, un aquila scese tra questa gente, afferrò con i suoi artigli un drappo e lo portò in cima ad una collina. La gente che assistette alla scena la interpretò come il segnale divino che la città non doveva essere edificata dove la stavano costruendo in quel momento, ma su quella collina. E così fecero. Da lì, da queste origini mitiche, leggendarie, nacque la città di Todi, una città che ancora oggi possiamo ammirare in tutta la sua bellezza artistica e storica e che fu tra le più importanti in Centro Italia, raggiungendo il suo apice nel Medioevo divenendo “Libero Comune” e controllando vasti territori tanto da diventare successivamente “Signoria”, prima di essere poi sottomessa allo Stato della Chiesa. Una città che è piena anche di arte e meravigliose architetture di tutte le epoche, dalle mura sia etrusche, romane e medievali alla “Piazza del Popolo” e al Duomo medievali fino alla Rinascimentale e magnifica “Chiesa di S.Maria della Consolazione”, vero orgoglio artistico della città. Tutto questo è la città di Todi e tutto questo potrebbe essere a vostra disposizione ogni giorno solo aprendo la finestra di un magnifico Casale Todi con piscina e tutti i comfort moderni intorno alle colline di Todi, che offrono una vista sui monumenti,palazzi e chiese della città veramente incredibile e mozzafiato. Vivere in un Casale Todi è un’esperienza unica, chi ne ha uno ha sicuramente una gioiello che pochi nel mondo possono vantare, grazie anche alla natura incontaminata di questi posti, i colori umbri, magnifici in ogni stagione dell’anno e i panorami di una bellezza eccezionale e veramente molto rari da trovare al di fuori di queste terre. Un Casale Todi se siete amanti della Natura, dell’arte,della storia, dell’architettura e molto altro, non può non essere vostro.

http://www.umbriadomus.it/country-umbria/casale-todi/


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Questo messaggio di posta elettronica contiene informazioni di carattere confidenziale rivolte esclusivamente al destinatario/i sopra indicato; pertanto, ai sensi del D.Lgs. 196/2003 si precisa che e' vietato l'uso, la diffusione, distribuzione o riproduzione da parte di ogni altra persona. Nel caso aveste ricevuto questo messaggio di posta elettronica per errore, siete pregati di segnalarlo immediatamente al mittente e distruggere quanto ricevuto (compresi i file allegati) senza archiviarlo e farne copia. Qualsivoglia utilizzo non autorizzato del contenuto di questo messaggio costituisce violazione dell'obbligo di non prendere cognizione della corrispondenza tra altri soggetti, salvo piu' grave illecito, ed espone il responsabile alle relative conseguenze.

Confidentially notice This e-mail transmission may contain legally privileged and/or confidential information.Please do not read it if you are not the intended recipient(S); thus, pursuant to Legislative Decree No. 196/2003, any unauthorized use, distribution, reproduction or disclosure by any other person is strictly prohibited, and you will be responsible for any breach of law. If you are not the intended recipient, please notify the sender and destroy the original transmission and its attachments without saving or copying it in anyway.

I casali della splendida Orvieto



-- Avere un Casale in Umbria è sempre, ovunque lo si abbia in questa magnifica Regione, un prestigio e una importanza forse unica sia In Italia e anche nel resto del Mondo. Ma particolarmente importante forse è avere un Casale ai piedi o nelle piccole colline intorno alla città di Orvieto, sicuramente nella top ten delle città più belle dell’Italia centrale. E l’importanza di questa città in epoche passate la rende addirittura tra le più importanti d’Italia. Infatti Orvieto, città-stato di origine etrusca molto importante conquistata poi dai romani, fu nel Medioevo la città più importante dell’Italia Centrale dopo Roma, in alcuni occasioni anche più importante di quest’ultima. Infatti molteplici furono i papi che soggiornarono in questa città in quanto la consideravano l’erede naturale, per importanza, della città di Roma sede del papato. Infatti grandi avvenimenti storico-religiosi accaddero qui: Papa Innocenzo III dai pulpiti della chiesa di Sant’Andrea aveva proclamato la IV crociata; nel 1281, nella stessa chiesa, alla presenza di Carlo I d’Angiò, veniva elevato al pontificato Papa Martino IV e, nel 1297, nella chiesa di San Francesco, avveniva la canonizzazione di Luigi IX di Francia, presente papa Bonifacio VIII. Orvieto è inoltre famose per i suoi palazzi, monumenti e chiese di grande bellezza e importanza storica enorme, come il celebre Duomo: Non ci sono parole per descriverlo, basti pensare che fu iniziata nel 1290 e fu completata definitivamente nel 1591, è un’opera di architettura gotica tra le più importanti d’Italia nel genere e tra i più celebri e meravigliosi luoghi di culto del paese. Pensate ad un Casale Orvieto su una di queste colline intorno alla città, pensate a quando la nel tardo pomeriggio vi ritroverete ad ammirare i splendidi panorami tipici dell’Umbria che si vedono da qui, con la città e il color oro dei mosaici del Duomo illuminati dal sole che tramonta, rendendo il tutto un’atmosfera emozionante e sicuramente unica. Un Casale Orvieto sarà sicuramente il vostro più grande orgoglio e una perla di una bellezza tale che non ha eguali nel Mondo.

http://www.umbriadomus.it/country-umbria/casale-orvieto/


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Questo messaggio di posta elettronica contiene informazioni di carattere confidenziale rivolte esclusivamente al destinatario/i sopra indicato; pertanto, ai sensi del D.Lgs. 196/2003 si precisa che e' vietato l'uso, la diffusione, distribuzione o riproduzione da parte di ogni altra persona. Nel caso aveste ricevuto questo messaggio di posta elettronica per errore, siete pregati di segnalarlo immediatamente al mittente e distruggere quanto ricevuto (compresi i file allegati) senza archiviarlo e farne copia. Qualsivoglia utilizzo non autorizzato del contenuto di questo messaggio costituisce violazione dell'obbligo di non prendere cognizione della corrispondenza tra altri soggetti, salvo piu' grave illecito, ed espone il responsabile alle relative conseguenze.

Confidentially notice This e-mail transmission may contain legally privileged and/or confidential information.Please do not read it if you are not the intended recipient(S); thus, pursuant to Legislative Decree No. 196/2003, any unauthorized use, distribution, reproduction or disclosure by any other person is strictly prohibited, and you will be responsible for any breach of law. If you are not the intended recipient, please notify the sender and destroy the original transmission and its attachments without saving or copying it in anyway.

La Country Umbria



-- Avete mai sentito parlare della Country Umbria? La Country Umbria è lo spirito genuino e rurale di questi luoghi, che ha invaso e condizionato non solo il modo di vivere, ma anche l’architettura. Casali e fattorie erano innanzitutto i posti dove si organizzava la vita dei campi e si trovava il bestiame, e le strutture erano realizzate con materiali resistenti ma poveri e fatte in modo tale che il nucleo familiare, il lavoro e anche i divertimenti fossero concentrate tutte in quelle mura. Infatti, tanti anni fa, i casali erano luoghi caldi dove si riposava dalle fatiche dei campi, in cui si svolgevano le tipiche scene di vita contadina, tra fieno, animali e pasti poveri ma caldi e risollevanti. Erano i centri principali della vita sociale in pratica, e lo sono stati per secoli fino a poco meno di 50 anni fa circa. In una di queste strutture, dopo le fatiche del giorno, la sera si riunivano tutti i contadini e le famiglie della zona e intorno ad un grande fuoco si raccontavano storie che si tramandavano da generazioni, piccole avventure e pettegolezzi e quando si avevano a disposizione poveri strumenti musicali come una fisarmonica e poco più, si organizzavano vere e proprie feste, in cui partecipava praticamente tutta la popolazione del posto, e si poteva ballare nella notte e bere del buon vino fatto in casa, scaldati da un grande fuoco in Inverno, o all’aperto sotto le stelle in Estate, dove erano all’ordine del giorno disavventure,scherzi e anche la nascita di storie d’amore. Oggi queste strutture sono ancora in piedi nella verde Umbria, pieni di queste storie di vita quotidiana fatta di gesti semplici ma vitali per ognuna delle famiglie che li abitavano. Ora avete la possibilità di rivivere quei momenti e sentire un po’ di quelle atmosfere con un Casale tutto vostro.

http://www.umbriadomus.it/country-umbria/


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Questo messaggio di posta elettronica contiene informazioni di carattere confidenziale rivolte esclusivamente al destinatario/i sopra indicato; pertanto, ai sensi del D.Lgs. 196/2003 si precisa che e' vietato l'uso, la diffusione, distribuzione o riproduzione da parte di ogni altra persona. Nel caso aveste ricevuto questo messaggio di posta elettronica per errore, siete pregati di segnalarlo immediatamente al mittente e distruggere quanto ricevuto (compresi i file allegati) senza archiviarlo e farne copia. Qualsivoglia utilizzo non autorizzato del contenuto di questo messaggio costituisce violazione dell'obbligo di non prendere cognizione della corrispondenza tra altri soggetti, salvo piu' grave illecito, ed espone il responsabile alle relative conseguenze.

Confidentially notice This e-mail transmission may contain legally privileged and/or confidential information.Please do not read it if you are not the intended recipient(S); thus, pursuant to Legislative Decree No. 196/2003, any unauthorized use, distribution, reproduction or disclosure by any other person is strictly prohibited, and you will be responsible for any breach of law. If you are not the intended recipient, please notify the sender and destroy the original transmission and its attachments without saving or copying it in anyway.

In tempo di crisi lavorativa molti vogliono fare l'investigatore privato

A seguito delle tante richieste di assunzione o di stage formativi presso la nostra agenzia e a prescindere dai requisiti normativi per poter esercitare questa professione, ci permettiamo di indicare in questo articolo quali, secondo noi, sono le qualità intrinseche che dovrebbe avere un buon investigatore privato.

1. Imparzialità – La capacità di rimanere imparziale è assolutamente cruciale per la qualità di un buon investigatore in qualsiasi indagine. Un investigatore che affronta un’indagine con un pregiudizio personale  non sarà in grado di pensare criticamente per identificare ed analizzare accuratamente quali siano le informazioni affidabili che sono l’obiettivo di qualsiasi efficace indagine. Un investigatore che non possiede una mente aperta fin dall’inizio o che cerca semplicemente di dimostrare una conclusione predeterminata non sarà in grado di portare a termine nessuna indagine. Questo perché un investigatore prevenuto non riuscirà a cercare nei posti giusti per reperire le informazioni essenziali, non sentirà o capirà i testimoni con precisione, non sonderà le giuste questioni, non sarà in grado di dare un peso alle informazioni raccolte, e in ultima analisi, non trarrà conclusioni precise. Un tale ricercatore si rivelerà personalmente vulnerabile e renderà vulnerabili le sue analisi.

2. Capacità analitica – Va da sé che un investigatore deve essere informato circa la materia dell’oggetto di indagine, abile nelle tecniche, competente tecnologicamente e capace di affrontare le numerose richieste, interessi,  persone  e culture che incontra nel corso dell’indagine. In aggiunta, l’investigatore deve avere le capacità intellettuali per estrarre informazioni fattuali da una grande varietà di dati, di tenere le contraddizioni, conferme e decisioni in sospeso fino a quando sono state raccolte tutte le informazioni necessarie per effettuare le connessioni critiche tra fatti apparentemente non correlati, ricordare e  manipolare una grande quantità di dati, vagliare i dettagli che distraggono, perfezionare le questioni cruciali, e disegnare le conclusioni dalle informazioni raccolte.

3. Intelligenza emotiva – Questa qualità, che coglie alcuni aspetti del lato “morbido” dell’intelligenza sopra descritta, è altrettanto importante per un buon investigatore. Essa comprende “percettività” o  sensibilità e la capacità di interpretare con precisione le circostanze o situazioni complesse e delicate. Essa include la capacità di leggere e valutare le emozioni e le qualità personali dei denuncianti, accusati, e anche dei testimoni, al fine di valutare accuratamente le loro  intenzioni, la loro veridicità. L’intelligenza emotiva comprende anche la capacità di leggere e interpretare questioni come quella che i testimoni sanno  “dire” con il linguaggio del corpo, esitazione, vaghezza, o altre forme indirette e sottili di comunicazione. Il lato emotivo dell’intelligenza comprende anche l’empatia o la capacità di comprendere o immaginare il loro punto di vista, i pregiudizi, o la motivazione di chi si ha di fronte.

4. Perseveranza – La capacità di iniziare e portare a termine un compito difficile o noioso è un requisito di qualità degli investigatori. Molte indagini prevedono revisioni accurate di centinaia se non migliaia di pagine di appunti, e-mail, note spese e altri documenti in cui un singolo dettaglio si potrebbe perdere e può fare la differenza tra il successo o il fallimento. A volte una frase apparentemente banale o un’osservazione di un testimone poco importante è il dettaglio che può spalancare la porta. L’investigatore che pone solo l’attenzione sul “grande quadro” o ha visto troppi detective televisivi che sembrano risolvere i casi facilmente sulla base delle loro intelligenti “intuizioni” difficilmente troverà successo nel mondo dell’inchiesta dove il lavoro persistente è una delle chiavi per un risultato efficace.

5. Coraggio – I luoghi di indagine possono essere pericolosi, di solito non fisicamente, ma certo emotivamente, intellettualmente e moralmente. Le capacità di affrontare, perseguire, persistere, resistere a intimidazioni di aggressione o di sfida, sono chiaramente necessarie in alcune indagini. Più sottile, ma altrettanto importante, l’investigatore ha bisogno di coraggio per resistere alla pietà o  dare credibilità ad un bugiardo simpatico. Il ricercatore deve essere indipendente e forte nelle sue integrità, in particolare quando i fatti si stanno rivelando contrari al risultato desiderato dal cliente.

6. Rapidità e flessibilità – Anche se è difficile trovare le condizioni perfette per descrivere questa qualità, gli investigatori devono essere arguti e adattabili perché sono regolarmente sottoposti alle emozioni, situazioni, eventi e persone. Devono cambiare direzione rapidamente in modo appropriato quando i percorsi di indagine stanno improvvisamente finendo, si diramano o virano in una direzione completamente diversa. Il buon investigatore deve essere pronto a prendere al volo qualsiasi elemento utile  alle conclusioni razionali.

7. Affidabilità e correttezza – Ultima ma non meno importante nelle qualità personali di un buon investigatore è la capacità di generare fiducia. Le indagini sono raramente eventi di benvenuto. Denuncianti e accusati, gli amici e colleghi di lavoro di entrambi, i testimoni oculari, quasi nessuno partecipa volentieri o rivela tutto ciò che sa. L’investigatore deve invitare a realizzare la cooperazione volontaria. Lo strumento primario del ricercatore è la fiducia che è la promessa implicita di equità che l’investigatore trasmette.

 




Questa e-mail è priva di virus e malware perché è attiva la protezione avast! Antivirus .


GAY/ZAN (SEL): SI CALENDARIZZI LEGGE OMOFOBIA AL SENATO



COMUNICATO STAMPA

Roma, 14 marzo 2013


ZAN (SEL): SI CALENDARIZZI LEGGE OMOFOBIA AL SENATO. IL PARTITO DEMOCRATICO L’HA FORSE DIMENTICATA?


Il Senato calendarizzi e ridiscuta la legge contro l’omofobia: il tempo dei buoni propositi è scaduto e c’è bisogno di fatti concreti, non di compromessi con chi continua a maltrattare l’uguaglianza e la non discriminazione”. E’ l’appello di Alessandro Zan, deputato veneto di SEL ed esponente della comunità gay, che incalza il nuovo Governo guidato da Matteo Renzi: “L’esecutivo e il PD si sono forse dimenticati dei diritti delle persone LGBT? Mi auguro che il premier Renzi non faccia passare questa legislatura mettendo al centro solo riforme costituzionali. Il Parlamento deve portare a termine al più presto l’approvazione di un provvedimento serio di contrasto all’omofobia e alla transfobia: e questo è possibile solo con l’impegno del Partito Democratico a stralciare, nel testo licenziato dalla Camera, il sub-emendamento Gitti, disastroso per la Legge Mancino. Una norma incostituzionale che introduce delle zone franche nel contrasto alle discriminazioni, elencando una serie di organizzazioni - di natura politica, sindacale, culturale, sanitaria, di istruzione, di religione o di culto - di fatto sottratte alle previsioni di legge. Si è voluto stravolgere il senso della Legge Mancino, trasformando la necessità di un provvedimento urgente di rilevanza sociale e culturale, come sempre più spesso ci confermano i fatti di cronaca, in una sterile discussione sulla libertà di opinione anti-gay. Vorrei ricordare a Governo e Parlamento” conclude Zan, “che i diritti non sono un’opinione, ma un baluardo contro aberranti discriminazioni che da troppo tempo, ormai, macchiano la dignità del nostro Paese e ci rendono tra gli ultimi in Europa in tema di diritti civili”.


Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota