sabato 25 novembre 2006

COBAT e ATO ME1: VIA IL PIOMBO DALL’AMBIENTE

 COBAT e ATO ME1: VIA IL PIOMBO DALL'AMBIENTE



SIGLATA LA CONVENZIONE TRA IL COBAT E L'ATO ME 1 PER LA RACCOLTA ED IL RICICLO DELLE BATTERIE AL PIOMBO ESAUSTE

La sigla della Convenzione
Oggi a Capo d'Orlando (Me) la Presidente dell'ATO Messina 1, Laura TRIFILO' e il Direttore Operativo del COBAT (Consorzio Obbligatorio Batterie al Piombo Esauste), Claudio DE PERSIO hanno firmato la Convenzione finalizzata alla raccolta ed al successivo riciclo delle batterie al piombo esauste, alla presenza di Carlo GULLOTTI, Amministratore Delegato ATO ME 1, Salvatore RACITI, Direttore Osservatorio Rifiuti dell'Agenzia Regionale Sicilia per i rifiuti e le acque, Antonino FERRO, Assessore Ambiente Provincia di Messina e Maurizio TONNETTI, Responsabile Nebrodi Ambiente.



Gli obiettivi della Convenzione
La Convenzione sottoscritta decreta l'avvio della fase attuativa dell'Accordo di Programma tra il COBAT e l'Ufficio del Commissario Delegato per l'Emergenza Rifiuti Regione Sicilia. Obiettivo dell'Accordo: promuovere, in tutti gli Ambiti Territoriali Ottimali della Regione, un'attività di informazione e coordinamento dei Comuni al fine di favorire la corretta raccolta delle batterie esauste contenute nei rifiuti solidi urbani. Attraverso la stipula della Convenzione, firmata oggi, le Società d'Ambito ed il COBAT si impegnano ad attivare presso tutti i Comuni dell'ATO il servizio di raccolta e ritiro delle batterie al piombo esauste prodotte dai cittadini, ed a promuovere una corretta gestione di questo rifiuto pericoloso. Il Cobat consegnerà gratuitamente, tramite un proprio operatore incaricato, i contenitori adibiti allo stoccaggio dell'esausto presso i centri di raccolta comunali autorizzati.


La leadership italiana nella raccolta e riciclo delle batterie
Il Cobat, Consorzio Obbligatorio senza fine di lucro istituito con legge dello Stato n. 475/88, ha il compito di assicurare la raccolta delle batterie esauste e dei rifiuti piombosi, organizzare lo stoccaggio, cedere i prodotti stessi alle imprese che ne effettuano il recupero e monitorare tutte le attività di raccolta, commercializzazione e riciclo di batterie esauste e rifiuti piombosi che emergono sul territorio italiano.
Attualmente, il Consorzio vanta in ambito internazionale una leadership, che fa dell'Italia un caso d'eccellenza ambientale nella raccolta e nel riciclo di questo rifiuto pericoloso.
Dal 1991 ad oggi il COBAT ha raccolto e riciclato oltre 2 milioni di tonnellate di batterie esauste, recuperando più di 1 milione di tonnellate di piombo. Solo l'anno scorso sono state recuperate oltre 200 mila tonnellate di batterie, pari a 16,5 milioni di pezzi risparmiando sulle importazioni di questo metallo ben 100 milioni di euro.


La sostituzione fai-da-te e la dispersione delle batterie nell'ambiente
Gli studi condotti dal COBAT hanno appurato che l'attività del "fai-da-te, ossia la sostituzione in proprio della batteria d'avviamento di auto, camion, moto, barche e trattori rappresenti la fondamentale causa della dispersione di questo rifiuto pericoloso. Da oggi, i cittadini "fai-da-te" residenti nei comuni dell'ATO ME 1 potranno disfarsi correttamente di questo rifiuto pericoloso avviandolo ad un corretto ciclo di recupero.
Il COBAT ha attivato questo servizio in quasi 3.900 Comuni italiani, corrispondenti al 67% della popolazione nazionale.


Laura Trifilò Presidente ATO ME 1 Rifiuti s.p.a.: "La sottoscrizione della Convenzione con il COBAT per la raccolta ed il riciclo delle batterie al piombo esauste è una tappa importante per l'ATO Messina 1 Rifiuti, poiché rappresenta un momento cruciale dello sforzo che questo ambito territoriale sta compiendo nel tentativo di intensificare la raccolta differenziata. I risultati finora raggiunti sono incoraggianti, ma grazie all'intesa con il COBAT avvieremo un'azione mirata, tesa alla comprensione dei benefici, soprattutto ambientali, che possono derivare da un corretto smaltimento di questo particolare tipo di rifiuto".



Claudio De Persio, Direttore Operativo del COBAT: "Il nostro impegno è di ottenere anche nella Regione Sicilia i risultati raggiunti nelle regioni italiane più virtuose nella raccolta delle batterie esauste provenienti dal fai-da-te. Oggi l'organizzazione territoriale, nella gestione dei rifiuti, attraverso l'istituzione degli ATO e delle Società d'Ambito ci consente di ambire a tale risultato e di immaginare una Regione Sicilia nella quale saranno capillarmente attivati tutti i centri di raccolta per le batterie esauste, facendo così della Regione un modello di riferimento per il Paese e soprattutto per il nostro sud."

Andrea PATERNITI del Dip. Comunicazione Nebrodi Ambiente ha moderato l'incontro, cui hanno preso parte anche le Autorità dell'Amministrazione Pubblica, delle Forze dell'Ordine di Messina, la Nebrodi Ambiente soc. cons. e le imprese di raccolta A.T.I. REBAT c/o la Sicilia Rottami, che gestiranno il servizio di raccolta e ritiro delle batterie esauste.



Per informazioni:
Ufficio Stampa COBAT: H&K Gaia, Andrea Pietrarota cell. 3478271841 pietrarotaa@hkgaia.com
Dip.Comunicazione NebrodiAmbiente: Andrea Paterniti cell.3346509868 comunica@nebrodiambiente.it
Ufficio Stampa ATO ME 1: Armando Fontana cell. 3383438966 a.fontana@ffg.it

giovedì 23 novembre 2006

Comunicato Stampa: Sintesi Seminario "Cosa chiedere a PISA 2006"

IRRE Lombardia
 
 
Gentile Collega,
 
Le invio in allegato la sintesi del seminario "Cosa chiedere a PISA 2006" che si è tenuto martedì 21 novembre scorso presso la Scuola Militare Teuliè di Milano.
 
La prego, in caso di pubblicazione, di segnalarlo via e-mail a questo indirizzo info@silviatrovato.com.
 
Sono a sua disposizione per ulteriori richieste di materiale e immagini.
La ringrazio per la collaborazione e porgo cordiali saluti.
 
Silvia Trovato
 
Silvia Trovato Comunicazione
Ufficio Stampa & Organizzazione Eventi
Via A. Zezon, 10 - 20124 Milano
Tel/fax: 02/45.48.41.90 - 348/0006859
 
Nota: ai sensi della legge 675/1996 e in adempienza al decreto legislativo 196/2003 sulla tutela dei dati personali, la informiamo che, nei nostri database, sono presenti informazioni anagrafiche relative alla sua persona e/o società. Tali informazioni sono state reperite attraverso fonti di pubblico dominio, e-mail che le hanno rese pubbliche o adesioni da noi ricevute. Tutti i destinatari della presente comunicazione sono in copia nascosta. Qualora non desiderasse più ricevere i nostri messaggi, può inviare una e-mail a info@silviatrovato.com, con oggetto: "Cancellami". Grazie.

Comunicato Stampa: Sintesi Workshop CCIA Pavia: Nuove sfide di marketing territoriale. Prospettive di sviluppo locale per Pavia e Provincia

Camera di Commercio di Pavia
 
Gentile Collega,
 
Le invio in allegato la sintesi della giornata di Workshop "Nuove sfide di Marketing Territoriale. Prospettive di sviluppo locale per Pavia e Provincia" che si è tenuto mercoledì 15 novembre scorso presso la Sala Consiliare della Camera di Commercio di Pavia. Allego inoltre 3 immagini in formato jpg relative alla giornata di workshop.
 
La prego, in caso di pubblicazione, di segnalarlo via e-mail a questo indirizzo info@silviatrovato.com.
 
Sono a sua disposizione per ulteriori richieste di materiale e immagini.
La ringrazio per la collaborazione e porgo cordiali saluti.
 
Silvia Trovato
 
Silvia Trovato Comunicazione
Ufficio Stampa & Organizzazione Eventi
Via A. Zezon, 10 - 20124 Milano
Tel/fax: 02/45.48.41.90 - 348/0006859
 
Nota: ai sensi della legge 675/1996 e in adempienza al decreto legislativo 196/2003 sulla tutela dei dati personali, la informiamo che, nei nostri database, sono presenti informazioni anagrafiche relative alla sua persona e/o società. Tali informazioni sono state reperite attraverso fonti di pubblico dominio, e-mail che le hanno rese pubbliche o adesioni da noi ricevute. Tutti i destinatari della presente comunicazione sono in copia nascosta. Qualora non desiderasse più ricevere i nostri messaggi, può inviare una e-mail a info@silviatrovato.com, con oggetto: "Cancellami". Grazie.

ECOFORUM 2006: OGGI E DOMANI PRIMA EDIZIONE DEL FORUM ECORADIO




 
 ECOFORUM 2006: OGGI E DOMANI  PRIMA EDIZIONE DEL FORUM ECORADIO
 
 
 
Ecoradio, in collaborazione con Comunicambiente organizza per oggi, giovedì 23 novembre, e venerdì 24, a Roma, presso Palazzo Rospigliosi (Via XXIV maggio 43), la prima edizione dell'Ecoforum "L'ambiente è innovazione, scenari per l'energia". L'evento rientra nell'iniziativa "Una settimana piena di energia", sviluppata in collaborazione con H2Roma, il Cirps (Centro Interuniversitario di Ricerca per lo Sviluppo Sostenibile), il Cnr e l'Enea. L'incontro, in questa prima edizione, si propone di analizzare le attuali criticità legate al tema dell'energia, esaminando le scelte e i vincoli, attraverso momenti di confronto seri ed approfonditi, al fine di prospettare i possibili scenari energetici futuri.
Approfondimenti ed interviste da Palazzo Rospigliosi saranno trasmessi in diretta, con "finestre" nel normale palinsesto, sulle frequenze in Fm di Ecoradio e potranno essere ascoltati usando la funzione "live streaming" su www.ecoradio.it. Sul sito della nostra emittente, inoltre sarà possibile vedere e ascoltare il convegno integrale in diretta da Roma

Vai a Ecoradio.it <http://www.ecoradio.it>

Ecoradio in Fm a Roma sugli 88.300 e a Sulmona sui 106.700
Ecoradio sul satellite con qualunque decoder digitale, satellite Hotbird 3, Frequenza 12149, Polarizzazione Verticale, Symbol Rate 27.500, Fec: ≤Ecoradio sul web in streaming live su www.ecoradio.it

martedì 21 novembre 2006

Nuovo sito web per Bphone srl

Bphone srl, uno dei big player italiani nel settore dei servizi valore
aggiunto, e' lieta di presentarVi la nuova versione del proprio sito web:
www.bphone.it.

Il nuovo progetto presenza molteplici novita' di contenuto, di
accessibilità ed usabilita', nonchè una grafica rimodernata e fresca.

Bphone - Servizi di Telecomunicazione e VoIP

ECOFORUM 2006: ROMA 23 e 24 novembre 2006

INVITO STAMPA
ECOFORUM 2006

L'ambiente è innovazione
scenari per l'energia

in collaborazione con Ambrosetti e Comunicambiente

Giovedì 23 e venerdì 24 novembre 2006
Roma, Palazzo Rospigliosi


Ripensare il sistema energetico e produttivo tenendo insieme efficienza e profitto con la sostenibilità ambientale e sociale è forse una delle sfide più impegnative di questo secolo e l’unica strada possibile per non compromettere definitivamente la salute del clima e la stessa sopravvivenza del pianeta. Ma ad oggi come attuare strategie concrete e politicamente azionabili è tutt’altro che chiaro, come dimostrano la Conferenza sul Clima di Nairobi e la discussione in corso su cosa fare dpo la scadenza del protocollo di Kyoto nel 2012.
Il primo Forum Ecoradio
Questi i contorni del primo EcoForum promosso da Ecoradio, l’unico network radiofonico italiano specializzato nell’informazione e nella cultura sui temi dell’ambiente in collaborazione con Ambrosetti e Comunicambiente. Il Forum dal tema "L'ambiente è innovazione, scenari per l'energia" e che rientra nell'iniziativa "Una settimana piena di energia", sviluppata in collaborazione con H2Roma, il Cirps (Centro Interuniversitario di Ricerca per lo Sviluppo Sostenibile), il Cnr e l'Enea, si terrà giovedì 23 e venerdì 24 novembre a Roma, presso Palazzo Rospigliosi in Via XXIV Maggio, 43. Il Forum ogni anno chiamerà a raccolta esperti, istituzioni, rappresentanti del mondo della ricerca, delle imprese e delle associazioni per dibattere delle grandi questioni ambientali.

Due giornate di lavori
Due le giornate di lavoro nelle quali saranno analizzate le attuali criticità legate al tema dell'energia, esaminate le scelte ed i vincoli, attraverso momenti di confronto seri ed approfonditi, al fine di prospettare possibili soluzioni stante gli attuali scenari energetici.

Politica energetica ed economia i temi del primo giorno di lavori
Il Forum prenderà il via il pomeriggio del 23 novembre (a partire dalle ore14:30) con un workshop per imprenditori ed addetti ai lavori a cui seguirà l’intervento di Alfonso Pecoraro Scanio, Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Temi del workshop saranno politica energetica ed economia dibattuti, tra gli altri, da Andrea Boltho, Professore di Economia al Magdalen College di Oxford, e Dipak Pant, Professore di antropologia economica presso l’Università Carlo Cattaneo – LIUC.

Energie rinnovabili e Protocollo di Kyoto i temi del secondo giorno
Nella seconda giornata (dalle ore 9:00 alle ore 13:15) sono previste sessioni di approfondimento dedicate alle energie rinnovabili e alle strategie da adottare per l’attuazione del Protocollo di Kyoto. Le Energie rinnovabili saranno al centro della prima sessione della mattina. Il ruolo centrale nella promozione, nell'incentivazione e nello sviluppo delle fonti rinnovabili in Italia sarà trattato da alcuni dei principali esperti del settore, tra cui citiamo Carlo Andrea Bollino Presidente GSE - Gestore dei Servizi Elettrici, Francesco De Luca Direttore Generale Assoelettrica, Vincenzo Naso Coordinatore scientifico H2Roma. Mario Gamberale Amministratore Delegato AzzeroCO2, Fabrizio Fabbri Capo Segreteria tecnica Ministero dell’Ambiente, e Gianfranco Bologna Direttore Scientifico WWF Italia chiuderanno la seconda sessione facendo il punto sullo stato dell’ambiente e sulle valutazioni e strategie legate al Protocollo di Kyoto.


I partner dell’iniziativa
L’evento si svolge in collaborazione con Ambrosetti e Comunicambiente, un’iniziativa interparlamentare rivolta a deputati e senatori impegnati sul tema delle politiche ambientali.

----------------------------------------------------------------------------------------------------

Ecoradio
Ecoradio è un network radiofonico dedicato ai valori universali dell'ambiente, della pace, della qualità del vivere, dei diritti umani e civili interconnessi a quelli di tutti gli esseri viventi. Quotidianamente Ecoradio diffonde programmi di informazione, intrattenimento ed analisi volti ad aumentare consapevolezza e cultura ambientale di individui ed istituzioni, con particolare attenzione alle straordinarie opportunità che l'uomo può guadagnarsi scegliendo modelli di produzione e consumo eco-sostenibili.




Per Ulteriori Informazioni:
Ufficio Stampa Hill & Knowlton Gaia, Alessia Calvanese tel 06441640328, 3351309390, calvanesea@hkgaia.com
Ufficio Stampa Ecoradio, Marzia Fiordaliso, tel 064204521, 3487713522, m.fiordaliso@ecoradio.it

lunedì 20 novembre 2006

Annuncio stampa - COBAT: Attuazione nell'ATO Me 1 dell'Accordo di Programma per il recupero delle batterie a


COBAT  E  ATO MESSINA 1

sono lieti di invitarLa all'Incontro Stampa

Attuazione nell’ATO Me 1 dell’Accordo di Programma
Cobat-
Ufficio del Commissario Delegato per l’Emergenza Rifiuti Regione Sicilia
per la raccolta ed il riciclo delle batterie al piombo esauste

venerdì 24  novembre 2006, ORE 11.00

Villa Piccolo
SS. 113 Km 109 - Capo d’Orlando (Me)


Laura TRIFILO’, Presidente dell’ATO ME 1 e Claudio DE PERSIO, Direttore Operativo del COBAT - Consorzio Obbligatorio Batterie Esauste, sigleranno una Convenzione finalizzata alla raccolta ed al successivo riciclo delle batterie al piombo esauste.

Come previsto dall’Accordo di Programma sottoscritto il 15 dicembre 2004 tra il Cobat e l’Ufficio del Commissario Delegato per l’Emergenza Rifiuti Regione Sicilia, con la sottoscrizione della Convenzione l’ATO ME1 ed il COBAT si impegnano ad attivare presso i Comuni dell’ATO il servizio di raccolta differenziata delle batterie al piombo esauste prodotte dai cittadini, e a promuovere una opportuna azione di informazione e sensibilizzazione affinché gli abitanti vengano indirizzati ad una corretta gestione di questo rifiuto pericoloso.

Intervengono



- Laura Trifilò, Presidente ATO ME1

- Claudio De Persio, Direttore Operativo COBAT
- Carlo Gullotti, Amministratore Delegato ATO ME 1
- Salvatore Raciti, Direttore Osservatorio Rifiuti dell’Agenzia Regionale Sicilia per i rifiuti e le acque

- Antonino Ferro, Assessore Ambiente Provincia di Messina

- Maurizio Tonnetti, Responsabile Nebrodi Ambiente



- Andrea Paterniti, Coordinatore


Partecipano le Autorità dell’Amministrazione Pubblica, delle Forze dell’Ordine di Messina e le imprese di raccolta A.T.I. REBAT c/o la Sicilia Rottami e la Nebrodi Ambiente soc. cons., che gestiranno i servizi di raccolta delle batterie esauste.
 
 
Per informazioni:
 
Ufficio Stampa COBAT: H&K Gaia,  Andrea Pietrarota cell 3478271841 email pietrarotaa@hkgaia.com

Dip.Comunicazione NebrodiAmbiente:  Andrea Paterniti cell.3346509868 comunica@nebrodiambiente.it

Ufficio Stampa Ato Me 1: Armando Fontana cell 3383438966 a.fontana@ffg.it





--
Andrea Pietrarota – ufficio stampa COBAT
Hill & Knowlton Gaia
Via Nomentana 257 00161 Roma
p: +39 06441640327
f: +39 064404604-0644265063
m: +39 3478271841
email: pietrarotaa@hkgaia.com
skype: apietrarota


Invito alla Conferenza sull'Endometriosi, la malattia silenziosa

ENDOMETRIOSI, LA MALATTIA SILENZIOSA

CONFERENZA STAMPA
Sala Torlonia - Hotel De Russie, via del Babuino, 9 – Roma
Mercoledì 22 novembre 2006 – ore 11
 

Daniela, Rossana, Stefania, Roberta, Claudia, Katia. Città, profili, età differenti, ma un problema in comune che riduce drasticamente la qualità della loro vita: L’ENDOMETRIOSI.
Sono 2 milioni le donne in Italia che ogni giorno convivono con questa malattia, che pur essendo benigna, ha un decorso progressivo associato a forti dolori invalidanti che limitano o addirittura impediscono la vita professionale, sociale, familiare e affettiva. In Europa ad esempio, l’onere annuale dei congedi lavorativi dovuti a tale affezione è stimato in 30 miliardi di Euro, mentre in Italia le stime parlano di una spesa oltre i 54 milioni di Euro, cifre che creano i presupposti perché l’endometriosi sia riconosciuta come malattia sociale.
 
Per far conoscere una malattia che spesso rimane taciuta, l’Associazione Italiana Endometriosi presenta il primo studio nazionale sull’endometriosi, con i dati epidemiologici relativi all’incidenza della malattia in Italia, che lancerà la Campagna Nazionale di Informazione sull’Endometriosi.
 
Partecipano alla conferenza stampa:

ILARIA CATASTINI, Vice Presidente Hill & Knowlton Gaia e Consigliere Delegato per la Corporate Social Responsibility di Anima
Moderatrice
 
PIETRO GIULIO SIGNORILE, Presidente AIE - Associazione Italia Endometriosi
Introduzione

MARIA SPYROU, Medico associato AIE – Associazione Italiana Endometriosi
Presentazione studio nazionale sull’Endometriosi

Interventi:

LIA DE ZORZI, Coordinatore Centrale Area Malattie e Maternità Coordinamento Generale Medico Legale  INPS – Istituto Nazionale della Previdenza Sociale
GIUSEPPE CIMAGLIA, Sovrintendente Medico Generale INAIL – Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro
GIOVANNI MARIA PIRONE, Direttore Generale IIMS – Istituto Italiano di Medicina Sociale
ROSSELLA MURONI, Responsabile Campagne – Segreteria Nazionale Legambiente
ON. DONATELLA LINGUITI, Sottosegretaria di Stato per i Diritti e le Pari Opportunità

Per informazioni e confermare la partecipazione:
Ufficio Stampa Hill & Knowlton Gaia
Nicoletta Vulpetti, 06/441640306 340/6730754 vulpettin@hkgaia.com
Monnalisa Martini, 06/441640304 348/1436165 martinim@hkgaia.com
Elisabetta Scarascia 06/441640320 hkgaia@hkgaia.com

Ufficio Stampa
Nicoletta Vulpetti
Hill & Knowlton Gaia
p: +39 06/441640306 – 340/6730754
f:  +39 06/4404604-06/44265063
vulpettin@hkgaia.com

Rilevazioni OCSE: Invito al Seminario Cosa chiedere a Pisa 2006 - Martedì 21 novembre ore 14 - Scuola Militare Teulie', corso Italia, 58 - Milano

IRRE Lombardia

Invito al Seminario

Cosa chiedere a PISA 2006
Giornata pubblica di consultazione

Martedì 21 novembre 2006 a partire dalle ore 14
Scuola Militare Teulie’ - Corso Italia, 58, Milano

In una recente Lectio magistralis alla Facoltà di Economia, in occasione dell’inaugurazione del 100° anno accademico dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, il professor Mario Draghi ha citato le rilevazioni dell’OCSE. In particolare il Governatore della Banca d’Italia ha sottolineato che gli studenti quindicenni italiani, si collocano agli ultimi posti della classifica europea, con ampi divari territoriali, a svantaggio delle regioni meridionali.
I risultati di OCSE-PISA 2003 in Lombardia, presentati a dicembre 2005, confermano tale divario: i quindicenni lombardi sono più bravi in matematica della media italiana e superano la media europea, pur avendo in pagella voti più bassi dei loro coetanei nel resto d’Italia.

Il seminario “Cosa chiedere a PISA 2006”, che si terra’ Martedì 21 novembre 2006 presso la Scuola Militare Teulie’ in Corso Italia, 58 a Milano a partire dalle ore 14, intende promuovere una giornata pubblica di consultazione con i decisori politici e amministrativi in materia scolastica della Regione, per indirizzare le analisi del Rapporto Regionale Lombardo PISA 2006 e per offrire strumenti all’orientamento decisionale degli Assessorati, dell’Amministrazione Scolastica, delle Associazioni Professionali e dei Sindacati nonché delle Associazioni Imprenditoriali e degli Istituti Scolastici. A tutt’oggi gli esiti delle rilevazioni PISA si sono dimostrati un punto di riferimento valido e affidabile per i decisori politici e amministrativi nazionali e regionali.

La maggior parte delle prove effettuate nella rilevazione del 2006 si sono incentrate sulle Scienze, anche se sono state indagate le competenze di Lettura e quelle di Matematica che erano state gia’ oggetto di valutazione in PISA 2000 e PISA 2003. Per la seconda volta, dopo i rapporti PISA Lombardia 2003, la Regione Lombardia potrà dunque confrontarsi con i risultati dei propri studenti quindicenni, che nella rilevazione precedente avevano evidenziato una buona performance rispetto agli studenti delle altre regioni italiane e avevano raggiunto una buona posizione nell’ambito dei Paesi dell’OCSE.

Programma

Ore 14-14.30 Accoglienza Partecipanti


Ore 14.30 Apertura dei lavori

Giuseppe Meroni
, Presidente IRRE Lombardia
Mario Giacomo Dutto, Direttore Scolastico Regionale
Giovanni Rossoni, Assessore Istruzione Formazione e Lavoro Regione Lombardia

Ore 15.00 Le indagini internazionali comparate degli apprendimenti: come servirsene per orientare le decisioni
Norberto Bottani, Esperto politiche scolastiche

Ore 15.45 Cosa chiediamo ai nostri interlocutori
Tiziana Pedrizzi, Responsabile PISA 2006 IRRE Lombardia

ore 16.00 Coffee Break

ore 16.30 Interventi programmati di Assessorati Provinciali, Assessorati Comunali, Associazioni
Professionali, Sindacati, Associazioni imprenditoriali e Istituzioni Scolastiche

ore 18.00 Intervento di chiusura

Si prega di confermare la propria presenza
a: Silvia Trovato Comunicazione info@silviatrovato.com - tel: +39 02/45.48.41.90 - 348/0006859. Nell'eventualità di pubblicazione, vi prego di segnalarlo via e-mail all'indirizzo sopracitato.

Per ulteriori informazioni potete visitare il sito Internet www.irre.lombardia.it 

Silvia Trovato Comunicazione
Ufficio Stampa & Organizzazione Eventi
Via A. Zezon, 10 - 20124 Milano
Tel/fax: 02/45.48.41.90 - 348/0006859
 
Nota: ai sensi della legge 675/1996 e in adempienza al decreto legislativo 196/2003 sulla tutela dei dati personali, la informiamo che, nei nostri database, sono presenti informazioni anagrafiche relative alla sua persona e/o società. Tali informazioni sono state reperite attraverso fonti di pubblico dominio, e-mail che le hanno rese pubbliche o adesioni da noi ricevute. Tutti i destinatari della presente comunicazione sono in copia nascosta. Qualora non desiderasse più ricevere i nostri messaggi, può inviare una e-mail a info@silviatrovato.com, con oggetto: "Cancellami". Grazie.

domenica 19 novembre 2006

CorrieredelWeb.it:60milavisite, più di 50mila visitatori unici e 90mila pagine lette

CorrieredelWeb.it : 60mila visite, più di 50mila visitatori unici, e 90mila pagine lette.
www.CorrieredelWeb.it  è un punto di riferimento per giornalisti, addetti stampa, responsabili marketing, comunicazione e pubbliche relazioni sempre più accreditato


www.CorrieredelWeb.it
Il nuovo punto di riferimento per giornalisti, addetti stampa, responsabili marketing, comunicazione e pubbliche relazioni.

Alcuni numeri: 60mila visite, più di 50mila visitatori unici, e 90mila pagine lette.

Il CorrieredelWeb.it (silver partner del network di Freeonline) è un quotidiano online che utilizza il blog per pubblicare le sue news.
Ma non è un solo un blog messo a disposizione per dare visibilità gratuita ai diversi comunicati stampa. Di fatto, il "CorWeb" è essere una "redazione virtuale", un'"agorà online" dedicata a tutti i comunicatori per professione o per passione

Tra news pubblicate, articoli e servizi c'è spazio per esprimere le proprie opinioni sul qualsiasi argomento, dal mondo della comunicazione, del marketing e del giornalismo, a politica, sport, di cultura, economia, società o imprese, arte, eventi, ecc.

Oggi il "Corweb" ha superato la quota di circa 86.00 pagine lette da più di 50.000 distinti visitatori, certamente ancora una goccia nel mare magnum di Internet, ma tutte queste "gocce" sono rappresentate da coloro che per professione sono i volani di comunicazione e se non sono necessariamente opinion-leader, certamente sono gli opinion-maker.

E così il CorrieredelWeb.it è stato già indicizzato dai maggiori motori di ricerca, segnalato come tra numerosi siti e portali tra cui anche Wikio.it, recensito ottimamente dalla prestigiosa newsletter di Buongiorno.it "The Net" ed è diventato fonte anche di altri siti di news, nonché di tanti giornalisti che sempre più utilizzano i più autorevoli blog informativi così come le tradizionali agenzie di stampa.

Il CorrieredelWeb.it funziona su piattaforma Blogger.com , che funziona con tutti i moderni browser, ma Firefox attualmente risulta essere il miglior browser in circolazione sia per pc che per mac (ed in questo caso la scelta è un "must"). Bene anche Safari e le ultime versioni di Internet Exolorer.
Ma il vantaggio diFirefox è che gratuito: lo può scaricare dallo stesso sito del "CorWeb". E leggero, sicuro, con repentini aggiornamenti anti siti-spamming o "trojan virus".

Il CorrieredelWeb.it è, inoltre, indicizzato da Google, che da diversi anni è senza ombra di dubbi il più potente motore di ricerca di informazioni dell'intero web. Ma anche da Virgilio/Alice, Yahoo!, Altavista, ecc.

Sempre con uno spirito di reciproca collaborazione tra tutti i professionisti della comunicazione, il "CorWeb" è aperto ad ogni argomento giornalistico, poiché volutamente si auspica una "redazione" multidisciplinare per un confronto ed uno scambio di informazioni tra i comunicatori dei comparti più disparati "dalla old alla new economy".

Il vero obiettivo è quello di costruire insieme un progetto volto a spostare verso gli utenti le frontiere di una rete che sia sempre più democratica, sfruttando appieno le potenzialità biunivoche dei flussi di comunicazione propri dei new media.

Ancora, un grande auspicio è quello che in quotidiano on line, che non ha scopi di lucro, non ha costi tecnici ed editoriali, possano trovare spazio anche tutte quelle notizie che normalmente non emergono nell'agenda dei mass media.

Anzi, ben vengano i contributi che sovvertano le regole del newsmaking tradizionale: prima tra tutte la cosiddetta "legge" del giornalismo tradizionale: "bad news, good news", vale a dire i "fatti" meglio notiziabili solo quelli che danno cattive notizie.

In un mondo sempre più globalizzato restiamo tutti atterriti di fronte agli orrori del terrorismo internazionale, le grandi calamità naturali, la perdurante crisi economica, l'emergenza della sanità di fronte a malattie che non conoscono confini, il dramma dei Paesi del Terzo Mondo, la "minaccia" dello sviluppo cinese, le questioni irrisolte della politica mondiale… E quant'altro?

Ora, con il CorrieredelWeb.it possiamo diventare portavoce anche delle buone notizie, dai casi di eccellenza dell'imprenditoria italiana, le nostre peculiari expertise, i risultati raggiunti, l'impegno nella ricerca e lo sviluppo – in tutte le sue forme - delle associazioni di categoria, del terzo settore, del volontariato.

Chi vi scrive, per professione, si occupa di comunicazione ambientale e ben sperimenta la difficoltà di far uscire sui media tradizionali, la notizia, per esempio, che l'Italia è tra i primi Paesi al mondo nella raccolta e nel successivo riciclo di diversi rifiuti pericolosi (come le baterie al piombo esauste e gli oli lubrificanti usati, raccolti e recuperati gratuitamente rispettivamente dal COBAT e dal COOU).

La news di per sé ha i valori dell'eccezionalità, ma spesso ciò non è sufficiente per superare il filtro che i giornalisti necessariamente e quotidianamente applicano nel selezionare i fatti che diventano notizia (la cd. funzione del gatekeeping).
Ed è la stessa Italia dove con frequenza settimanale sui quotidiani o nei tg appaiono invece le notizie di eco-mafie, discariche abusive, inquinamenti..

Con il "CorWeb" non desideriamo certo realizzare un "libro Cuore" dell'informazione, ma sicuramente, è possibile aspirare a dar voce alle tante realtà positive che altrimenti rischiano di scomparire in una spirale del silenzio.

Infine, è possibile farci leggere anche da chi non ci conosce attraverso i canali di comunicazione tradizionali e "saltare lo steccato" dei nostri abituali interlocutori.

L'eventuale successo si fonderà sulla qualità degli interventi e sul contenuto che intenderemo esprimere.

Quali sono i vantaggi di scrivere sul CorrieredelWeb.it?
Come scritto all'inizio il "CorWeb" ha la struttura classica del blog. L'elemento base dei blog è il "post", e ogni post è legato ad una notizia, sotto forma di articolo, servizio, intervista o comunicato-stampa. In ogni ogni post i lettori possono scrivere i loro commenti e lasciare messaggi all'autore, offrendo così un immediato feedback.
Gli ultimi post vengono inseriti nella parte superiore del blog in modo da dare massima evidenza ai nuovi contenuti appena pubblicati.

E ogni news resta perennemente archiviata e rintracciabile e se qualcuno è interessato ai vostri temi vi troverà immediatamente con una semplice ricerca con i motori di ricerca o con quella interna al blog stesso.

Ma soprattutto, i motori di ricerca "amano" i blog come il CorrieredelWeb.it, che contengono molto testo continuamente rinnovato e una grafica leggera.
A differenza di una home page di un normale sito web, in cui c'è una index che porta a determinate pagine che vengono saltuariamente aggiornate, nel "CorWeb" è tutto più dinamico, e la home page stessa viene aggiornata frequentemente.
Ne deriva il grosso vantaggio della rapida indicizzazione delle le news contenute nel "CorWeb", che quindi diventano più facilmente rintracciabili.


Come fare a pubblicare sul CorrieredelWeb.it?
Previo richiesta di accreditamento stampa, inviando un'email alla redazione per ricevere "l'invito" che consente l'accesso alla pubblicazione.

Buona comunicazione!

Andrea Pietrarota
Skype apietrarota
Cell 3478271841

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota