sabato 22 ottobre 2011

Dieta a base di carni bianche

La carne bianca è molto più salutare della carne rossa, per questo motivo è particolarmente indicata nel caso in cui voi decidesse di scegliere una dieta per dimagrire proteica.

Infatti, mentre è consigliabile mangiare la carne rossa non più di due volte alla settimana, la carne bianca teoricamente si potrebbe mangiare anche tutti i giorni.

Ovviamente sarebbe preferibile basare la propria dieta proteica non solo sulla carne bianca, ma anche sulle verdure.

Così facendo si avrà una dieta proteica basata su un mix di proteine vegetali ed animali.

Ovviamente è consigliabile consumare carni bianche di origine controllata.

Infatti, il rischio nel consumare la carne degli animali di allevamento consiste nel fatto di mangiare tutti gli ormoni e gli antibiotici di cui si sono nutriti gli animali di allevamento.

Insomma, se conoscete l'allevatore e sapete cosa da da mangiare ai suoi animali è decisamente meglio.

Lo stesso discorso vale per le verdure, che spesso sono imbottite di ormoni e di pesticidi.

E' inutile dirvi che le diete proteiche generalmente permettono il consumo di un piatto di pasta alla settimana (preferibilmente a pranzo).

Comunicato mostra fotografica: Foto KEM presenta "Termocolorimetria"

Foto KEM presenta: Termocolorimetria
 
da Sabato 29 Ottobre a Sabato 12 Novembre 2011
 
Foto Attualità Cesni organizza la mostra fotografica
 
FOTO KEM
 
con immagini di Paolo Goglio 
 
KEM significa Karma Emotivo: Il Karma Emotivo Sensibile è l'essenza… delle cose… della vita… del tempo e dello spazio… dell'universo… Ogni immagine esposta contiene un Karma, fotografato e riprodotto.
 
Il percorso fotografico, tra colori e contrasti, guida alla ricerca di una emozione scolpita dall'obiettivo e riprodotta attraverso 30 immagini esposte, tra cui una innovativa stampa tridimensionale intelaiata su specchio, due fotoracconti e il DVD "Video KEM"
 
Nel negozio sarà disponibile il libro dedicato al pensiero fotografico KEM scritto da Paolo Goglio, con più di 80 pagine illustrate a colori. 
 
Dal 29-10 al 12-11
Presso Foto Attualità Cesni
Piazza Setti, 3 – 24047 Treviglio – Bg
Orari: dalle 9 alle 12 e dalle 14:30 alle 19
Da Lunedì a Sabato
Domenica chiuso
 
Ulteriori informazioni nel sito www.fotokem.it
Foto Cesni: Tel. 0363-49740 www.fotoattualitacesni.com

CORSO DI DOPPIAGGIO con MARIO MALDESI

Salve,
di seguito le info.

Grazie per la vostra attenzione e se vorrete segnalarlo.
saluti


caterina cidda

Centro il Garage

Laboratori - performance - concerti – spettacoli 

Lucignano (Arezzo)

Segreteria organizzativa +39 3491995647

centroilgarage@gmail.com

www.myspace.com/centroilgarage

www.dulcamarateatro.it/centro_il_garage.htm


Centroilgarage è anche su facebook





NOVEMBRE 2011 / GENNAIO - FEBBRAIO 2012

CORSO DI RECITAZIONE TRA TEATRO E DOPPIAGGIO diretto da MARIO MALDESI

Imparare a conoscere la propria voce guidati dal più grande maestro del doppiaggio cinematografico italiano

Un incontro di 6 ore sarà suddiviso in 2 ore dedicate alla
recitazione dei testi a prescindere dal doppiaggio, per la
corretta interpretazione, e le altre 4 ore dedicate a
esercitazioni al leggio.


Il corso è di 96 ore.
Possibilità di frequentarlo parzialmente con un minimo di
frequenza di 48 ore.
Incontri di 6 ore ciascuno.
Max 10 partecipanti
Attestato di partecipazione


Le Lezioni si svolgono di SABATO E DOMENICA

PRIMO FINE SETTIMANA: SABATO 12 e DOMENICA 13 NOVEMBRE 2011

Calendario:
12-13, 26-27 NOVEMBRE,  3-4, 10-11 DICEMBRE 2011

14-15, 28-29 GENNAIO, 4-5, 18-19 FEBBRAIO 2012


 Orario:  SABATO 13.30-19.30 - DOMENICA 12-18.  (possibilità di concordarlo con i partecipanti).

Il nostro spazio si trasformerà in una vera e propria sala di registrazione per avventurarci insieme alla scoperta del Doppiaggio....come gioco, come mezzo di scambio umano, conoscenza, comprensione, discussione e accoglienza di lingue e di culture diverse... ma anche come viaggio interiore compiuto nella sfida giocosa di noi e dei nostri innumerevoli personaggi che abitualmente tacciono sopiti e intimoriti... Durante i corsi si fanno esercitazioni pratiche attraverso le quali si affronta l'impostazione vocale, la corretta dizione, la capacità interpretativa…e poi la tecnica vera e propria del doppiaggio, come superare le difficoltà relative al "grande problema" del sink, cioè il dover essere in sincronia appunto con i ritmi e i tempi che l'attore straniero ha stabilito e che l'attore-doppiatore italiano deve rispettare e far diventare propri, quindi credibili, accettabili, convincenti.
Tutto questo affrontato con lo spirito di un gioco vissuto tutti insieme con leggerezza ma allo stesso tempo con profondità.

Costo 48 ore: 80,00 euro iscrizione + 420,00 euro.
Chi ha già frequentato un corso: 60,00 euro iscrizione + 420,00 euro
Costo 96 ore: 80,00 euro iscrizione + 720,00 euro
Chi ha già frequentato un corso: 60,00 euro + 720,00 euro
La partecipazione viene confermata con il versamento della quota di iscrizione.

Possibilità di vitto e alloggio.
www.dulcamarateatro.it/centro_il_garage.htm
L'alloggio per i partecipanti ha un costo di 35 euro a persona a notte (alloggio+colazione).
Se si arriva con i mezzi per il passaggio dalla stazione più vicina al centroilgarage ci pensiamo noi.

Per iscrizioni e informazioni:

centroilgarage@gmail.com
+ 39 3491995647

Sede del laboratorio:
Centro Il Garage
Loc. La Casalta 97 - 52046 Lucignano (Arezzo)



________________________________________________________________________________________


Prima di stampare, pensa all'ambiente ** Think about the environment before printing





venerdì 21 ottobre 2011

concorso online "Wi-Mee FreeWords 100 Attimi di Assenza"

  Wi-Mee FreeWords bandisce un concorso online gratuito, 100 Attimi di Assenza, per poesie, racconti, aforismi, comics e fotografia, tema l'assenza. 

Un attimo d’assenza.

Per l’archeologo l’assenza ha un valore più pieno della presenza, può modificare paradigmi assodati e cambiare in un istante idee e teoremi costruiti a tavolino.

Per l’uomo l’assenza è una condizione ambivalente, due facce per una medaglia che accompagna la vita di ogni essere umano.

Tipologia Concorso

Concorso online gratuito aperto a scrittori, poeti, fotografi e artisti.

Sono ammesse al Concorso le seguenti opere: Racconti, Poesie, Aforismi, Fotografie, Disegni, Opere grafiche, Fumetti.

Le opere devono essere inedite.

Caratteristiche opere

Racconti, poesie, aforismi, fumetti

Lunghezza massima consentita 5 cartelle (da intendersi come foglio A4 dimensione standard Word – Open Office, interlinea singola), formato file .doc, rft, .odt, .pdf.

Fotografie, opere grafiche, Disegni

Scadenza

Il concorso non ha una scadenza prefissata, sarà lo staff di Wi-Mee a decretarne la fine, nel momento in cui avrà selezionato le 100 opere (artistiche e letterarie) che saranno ritenute idonee per essere inserite nella raccolta “FreeWords - 100 attimi d’assenza”, pubblicata in forma di e-book.

Premio

Le 100 migliori opere selezionate, se ce ne saranno a sufficienza, saranno pubblicate nell’e-book “FreeWords - 100 attimi di Assenza “, scaricabile dal sito http://www.wi-mee.net/it/freewords/itemlist/category/43-freewords-contest-100-attimi-di-assenza.html

 

Regolamento completo

http://www.wi-mee.net/it/freewords/item/338-freewords-contest-100-attimi-di-assenza-regolamento.html

 

Inviare le opere in concorso a staff@wi-mee.org

 

Wi-Mee FreeWords is ICA Online's Project

http://www.icaol.org/progetti/wi-mee.html

 

 

 

 

 

Aduc: Tv. Passaggio al digitale terrestre. Attenzione alla truffe




Tv. Passaggio al digitale terrestre. Attenzione alla truffe

Firenze, 21 ottobre 2011. La nuova disciplina sui servizi media audiovisivi inaugurata dal recepimento nel nostro sistema della Direttiva Servizi media audiovisivi o Direttiva SMA( DIR 65/07/CE) mediante il Testo unico dei servizi di media audiovisivi o Decreto Romani tra le altre cose stabilisce anche per la televisione il passaggio dal segnale analogico a quello digitale.

UTENTI DI SERIA A E UTENTI DI SERIE B
Il problema rilevato nei fatti dalla trasformazione attiene alla possibilità di avere telespettatori-consumatori di seria A e telespettatori-consumatori di serie B. In soldoni: utenti che riescono a rivedere quasi tutti i canali e utenti che vedono poco o niente.
Si tratta di quello che in gergo è il cosìdetto digital divide o divario digitale. A fronte di questa criticità si erge il diritto di accesso dei cittadini alle nuove tecnologie di comunicazione. Laddove questo diritto non venga rispettato la legge prevede delle sanzioni da comminare a carico degli operatori di rete e delle emittenti concessionarie della frequenza che verranno erogate da AGCOM a seguito di regolare istruttoria. Le sanzioni per mancato adeguamento e mancato impegno atto a ridurre il divario digitale vanno da euro 5.165,00 a euro 51.646,00 diminuite ad un decimo per gli esercenti della diffusione televisiva in ambito locale. Nei casi di violazione più grave oltre a queste sanzioni è prevista anche la sospensione dell'attività da uno a dieci giorni.

ATTENZIONE ALLE TRUFFE
Gli utenti devono sapere che è stato costituito un Codice etico da rispettare per le imprese che si occupano della messa a punto del digitale. In particolare gli antennisti sono la categoria cruciale.
Diffidare da chi fa il sopralluogo e poi accampa adeguamenti dai costi oltre la cifra di euro 100 solamente per l'intervento escluso il decoder e i cavi per il collegamento.
Il Codice etico stabilisce i seguenti parametri.
Montaggio decoder                                       € 44,00
(comprensivo di collegamento, regolazione e collaudo. Escluso acquisto decoder e cavi di collegamento)
Montaggio decoder con più apparati                      € 44,00+11,00 per ogni apparato
(quando ci sono più TV e video registratori da collegare)

CASI DI ANTENNA SINGOLA E DI ANTENNA CONDOMINIALE
Vi sono vari casi.
Il caso di un televisore con antenna a impianto singolo. Qui la spesa sarà dell'acquisto del decoder e cavi + l'intervento di € 44,00.
Il caso di più televisori in casa con antenna singola. Qui il costo sarà dell'intervento di € 44,00 + € 11,00 per ogni decoder che si va a collegare+ la spesa per i decoder e i cavi.
Poniamo che ci siano due televisori in casa occorrerà acquistare due decoder con i cavi e pagare un costo di intervento di €66,00(= 44,00+11,00+11,00).
Più difficoltoso il caso del condominio se vi è l'antenna a impianto centralizzato. Qui prima di fare qualsiasi cosa occorrerà rivolgersi l'amministratore di condominio affinché si attivi per chiedere l'intervento di un'impresa aderente al Codice etico e ottenere l'autorizzazione dell'Amministratore prima di agire sulla TV.

I PAESI MONTANI A RISCHIO DIGITAL DIVIDE
Il segnale digitale si muove in orizzontale e dunque le conformazioni montuose possono ostacolare la trasmissione.
La Regione Toscana consapevole del problema insieme ai vari Comuni ha stabilito un piano di censimento delle aree colpite dal buio televisivo in modo tale da poter predisporre dei rimedi tecnici per ovviare al problema. Si considera che entro la fine di dicembre 2011 anche questa criticità dovrebbe essere superata.

CHI RESTA AL BUIO PUO' RICORRERE A AGCOM
Nel caso in cui vi sia l'inerzia delle istituzioni di fronte a casi di buio televisivo il consumatore può segnalare ad AGCOM (Autorità a garanzia delle comunicazioni) il disagio e chiedere di aprire un'istruttoria in modo tale da ottenere in tempi rapidi l'attenzione dell'operatore di rete o dell'emittente.


Deborah Bianchi, legale Aduc

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.it  Email: aduc@aduc.it
Ufficio stampa: Tel.055290606

BRUMS Roma, nuovo negozio in Viale Eritrea.

Nuova apertura nella Capitale – in Viale Eritrea, 114/116 - per BRUMS il noto marchio di abbigliamento da bambino del Gruppo Preca Brummel di Carnago (Varese). BRUMS si rivolge a un target attento alle diverse esigenze dei bambini – comodità, praticità e stile - con una vasta gamma di collezioni eleganti, ricercate e attuali divise in fasce d'età da 0 a 16 anni. Ogni linea è caratterizzata da forti elementi fashion del momento, attenta alle tendenze della moda. Sabato 22 dalle 16, inaugurazione dedicata ai bambini con coloratissime sorprese.

BRUMS Roma Viale Eritrea è su Facebook.

ADUC: Autovelox Firenze. Il Comune continua ad utilizzare quelli illegittimi



Autovelox Firenze. Il Comune continua ad utilizzare quelli illegittimi

Firenze, 21 Ottobre 2011. Ad un anno dalla denuncia dell'Aduc sulla irregolarità degli autovelox fissi in città (1), e nonostante numerosissime sentenze del Giudice di pace di Firenze che le danno torto, l'Amministrazione comunale continua come se niente fosse. Il motivo è semplice: solo una piccola parte dei cittadini multati si prende la briga di fare ricorso.
La legge prevede che gli autovelox fissi possano essere utilizzati, all'interno dei centri urbani, solo su strade di scorrimento. Come ha più volte ribadito la Cassazione, "il prefetto ... non può autorizzare tratti stradali diversi da quelli previsti dalla legge. La possibilità da parte del Prefetto di inserire nell'apposito elenco una strada urbana è condizionata, quindi, alla verifica della presenza delle caratteristiche indicate dall'art. 2 del Codice della strada, senza le quali la strada non può essere classificata come strada urbana di scorrimento" (sentenza n. 7872/2011).
Vediamo queste caratteristiche minime previste all'art. 2 Cds affinchè una strada urbana possa essere considerata di scorrimento:
- tutte le intersezioni devono essere semaforate. Cosi' non e', per esempio, per viale Etruria, viale Lavagnini e viale Gramsci, dove sono presenti incroci senza semaforo;
- per la sosta devono essere previste apposite aree o fasce laterali esterne alla carreggiata, con immissioni ed uscite concentrate. Questo non è certamente il caso dei viali Gramsci, Lavagnini e Matteotti, dove i parcheggi non sono sistemati in aree chiuse con una sola entrata o uscita, ma banalmente lungo tutta la sede stradale;
- deve essere presente la banchina pavimentata a destra (una sorta di piccola corsia di emergenza asfaltata). Ma in viale Etruria, come sugli altri viali fiorentini, non c'e' banchina tra la striscia destra di delimitazione della carreggiata e il marciapiede o i parcheggi;
- le carreggiate devono avere almeno due corsie per ciascun senso di marcia. Non è il caso di via Senese, che ha solamente una corsia per senso di marcia.
Il Comune, con la complicità del Prefetto, vuole convincerci che basti rinominarle strade di scorrimento per far magicamente apparire le caratteristiche minime mancanti. Secondo questa stravagante teoria, si potrebbero piazzare autovelox fissi anche in Piazza Signoria: basta che il Comune la chiami strada urbana di scorrimento.
Tutto questo esemplifica ciò che sta affossando l'Italia da anni: l'assenza di legalità, in primis nelle Istituzioni. La legge è chiara, la giurisprudenza della Cassazione pure, ma il Comune le ignora entrambe, consapevole che la stragrande maggioranza dei cittadini preferisce pagare piuttosto che  doversi impegnare per fare ricorso.
Anche a Firenze, come già a Roma Capitale, niente di nuovo sotto il sole...

(1) http://www.aduc.it/comunicato/autovelox+firenze+quando+come+ricorrere_18331.php

Pietro Yates Moretti, vicepresidente Aduc

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.it  Email: aduc@aduc.it
Ufficio stampa: Tel.055290606




Equivita: una storia di ordinaria prepotenza



COMUNICATO EQUIVITA
21/10/2011

UNA STORIA DI ORDINARIA PREPOTENZA

Cancellata a sorpresa dall'EPO, Ufficio Europeo dei Brevetti, l'udienza del 26 ottobre
per la sentenza finale sul ricorso contro il brevetto sul broccolo.
 
________________________________
 


Un breve antefatto:
 
Il brevetto EP 10698199, rilasciato nel 2002 dall'Ufficio Europeo dei Brevetti (EPO) per un broccolo riprodotto con metodo convenzionale, viene impugnato nel 2008 sulla base della Convenzione Europea dei Brevetti e della direttiva europea 98/44 (la prima non consente brevetti sul vivente e la seconda li consente solo per prodotti "biotecnologici").
L'Alta Corte dell'EPO decide, nel 2008, che il broccolo divenga il "caso giuridico" in base al quale la UE dovrà stabilire se siano o meno leciti i brevetti su piante e animali, anche se prodotti con metodi essenzialmente biologici (ovvero non geneticamente modificati).
 
Dopo ben tre anni d'attesa l'udienza per la sentenza finale di questo caso viene fissata per il il 26 ottobre del 2011. Durante questa lunga attesa altri brevetti su piante riprodotte con metodi convenzionali sono stati concessi dal'EPO. Le previsioni sono dunque che il ricorso contro il brevetto venga respinto dalla Corte.
Ma i cittadini sono stanchi di subire le decisioni tacitamente.
Il grande movimento europeo di opposizione alla brevettazione del vivente, attivo fin dai primi anni '90, oggi raccoglie agricoltori, consumatori, attivisti intorno alla coalizione "No patents on seeds", di cui fa parte il Comitato Scientifico EQUIVITA. Esso ha organizzato per il 26 ottobre una nuova manifestazione pacifica a Monaco, davanti all'EPO.
 
Ma evidentemente all'EPO non piace il confronto con la popolazione civile. A pochi giorni dalla data stabilita l'udienza per il brevetto sul broccolo viene repentinamente cancellata.
 
La coalizione "Save our seeds" tiene oggi a far sapere a tutti i cittadini europei che la manifestazione si svolgerà ugualmente. Noi tutti non rinunceremo ad essere a Monaco il 26 ottobre alle 9:00 e ad esprimere il nostro sdegno per una strategia segreta che, all'insaputa dei cittadini non solo dell'UE ma di tutto il mondo, privatizza la materia vivente, cancella la Sovranità alimentare degli Stati e con essa la loro sicurezza alimentare. Una strategia il cui fine è di mettere nelle mani di pochissime multinazionali il controllo della produzione di cibo del mondo intero.

Come ha dichiarato Kerstin Lanje di "Misereor": "In tempi in cui quasi due miliardi di persone soffrono la fame, è semplicemente immorale far crescere i prezzi delle derrate alimentari creando il monopolio dei brevetti. Le compagnie biotech detentrici di questi brevetti approfittano delle nuove leggi brevettuali (da loro promosse, ndr) per trasformare i prodotti alimentari in speculazioni finanziarie. E' giusto che soltanto i ricchi possano avere accesso al cibo?"

 
Per informazioni:
 
Comitato Scientifico EQUIVITA:
Via P.A. Micheli, 62 – 00197, ROMA

+ 39.06.3220720,
Email: equivita@equivita.it
  www.equivita.org

PROFIBUS e PROFINET a Bologna: audit, manutenzione predittiva, performance e risparmio energetico


Audit, manutenzione predittiva, verifica sperimentale delle performance di PROFINET IO in grossi impianti manifatturieri, vantaggi di PROFIenergy: questi alcuni dei temi in scena il prossimo 10 Novembre a Bologna, presso l’hotel Boscolo Tower, ad opera di Consorzio PNI.
L’ultimo appuntamento di quest’anno è dedicato agli operatori dell’industria manufatturiera e del motion control, e vedrà la presenza di ospiti illustri del mondo accademico come il Prof. Dr. Frithjof Klasen, docente dell’Istituto per l’automazione e l’IT Industriale presso l’Università di Colonia.
Il prof. Klasen fornirà i dati derivanti da una ricerca effettuata presso Daimler e Volkswagen sul tema del risparmio energetico ottenibile attraverso l’impiego del protocollo PROFIenergy e sull’impiego di PROFINET.
Immancabile la presenza delle docenze dell’università di Brescia e Genova che modereranno l’incontro, oltre a fornire i rispettivi contributi.
Come d’abitudine, la partecipazione all’evento è gratuita, previa registrazione, ed aperta a tutti gli interessati fino ad esaurimento posti. Per approfondire il programma della giornata e registrarsi è possibile fare riferimento al sito www.profi.bus.it

Due in uno: doppio impegno Rittal a Verona


Doppio appuntamento per Rittal in occasione della prossima edizione di Save, il 25 e 26 ottobre prossimi al Palaexpo di Veronafiere. L’azienda sarà infatti presente sia come Silver Sponsor alla manifestazione sia come Platinum Sponsor a MCT Tecnologia per l'Alimentare, ospitato il giorno 26 ottobre sempre all’interno dell’appuntamento veronese.
Presso lo stand 179,  al Palaexpo troveranno posto le recenti innovazioni in ambito di contenimento e gestione del clima , come l’innovativo Condizionatore Blue "e", caratterizzato da un ridotto impatto ambientale, i nuovi ventilatori-filtro, il pulpito TP ed il software operante su ITS. Accanto ad essi, ampio spazio sarà inoltre riservato ai prodotti dedicati specificamente a soddisfare gli elevati requisiti di sicurezza richiesti dal settore alimentare, raccolti nella linea Hygienic Design.
Verrà inoltre presentato in anteprima il nuovo armadio singolo SE 8, basato su componenti compatibili con la piattaforma TS 8 che va a sostituire la precedente serie ES 5000.Completerà la serie di prodotti che verranno esposti, lo zoccolo  Flex-Block, il nuovo concetto di compartimentazione dello spazio funzionale che, grazie all'assemblaggio senza attrezzi, consente un allestimento rapido,  migliorando la gestione del fondo dell'armadio.
Nell’ambito della partecipazione a MCT Tecnologia per l'Alimentare, Rittal sarà  protagonista di due interventi: il primo nella sessione plenaria mattutina alle ore 11.30 dove Massimo Fanelli, Branch Manager, discuterà delle prescrizioni richieste per l’impiego dei quadri bordo macchina nel settore alimentare e illustrerà le caratteristiche fondamentali che essi devono avere per rispondere al meglio alle specificità d’impiego.
Nel workshop pomeridiano alle 14.35  presso l’Aula C  invece, Monica Girardi,  Marketing Branch Management parlerà della soluzione  proposta da Rittal per il settore alimentare con l’intervento “HYGIENIC DESIGN - Tecnologia e Innovazione nei contenitori per il mercato alimentare.

L’innovazione tecnologica e la sostenibilità creano progresso

AWARD ECOHITECH Speciale Automation 2011 si conclude con una Tavola rotonda tra i protagonisti dell’automazione


Appuntamento a SAVE il 26 ottobre prossimo con la tavola rotonda “L’innovazione tecnologica e la sostenibilità creano progresso”, a cura di Consorzio Ecoqual’It, con il patrocinio di Ministero dell'Ambiente, Ministero dello Sviluppo Economico, Regione Lombardia, Camera di Commercio di Milano, A.R.P.A., GISI, CEI, ANIPLA, AIS ISA, Consorzio PNI, CLUI Exera.
L’incontro, in programma alle ore 14:00 presso la sala Vivaldi, anticiperà la cerimonia di premiazione della prima edizione di Award Ecohitech Speciale Automation  e porrà a confronto esperienze e opinioni di produttori, utilizzatori e mondo accademico.
Il dibattito, che analizzerà a 360 gradi la tendenza sempre più forte all’impiego di soluzioni eco-compatibili, le sue ripercussioni sul mondo dell’automazione ed i vantaggi derivanti da ciò sia per la società che per l’industria, vedrà la partecipazione di:
·       Stefano Apuzzo, presidente di Consorzio Ecoqual’It e moderatore dell’incontro
·       Antonio Mosca, electronic technical department manager di OCME,
·       Marco Viganò, Product Marketing Manager Motion & Drive di Omron Electronics
·       Evaldo Bartaloni, Direttore Tecnico dell'associazione CLUI
·       Luca Ferrarini, Dipartimento di Elettronica e Informazione del Politecnico di Milano
Tutti  progetti finalisti saranno visibili presso la gallery espositiva, dove si potrà scoprire, ad esempio, come l’Azienda USL di Rimini abbia agito per intraprendere un Piano di Miglioramento della Sostenibilità che la impegna ad riduzione della sua impronta ecologica del 30%, o come le innovazioni introdotte da CNH ITALIA (gruppo FIAT) abbiano permesso di ottimizzare le attività di verniciatura negli impianti produttivi.
Ampia la presenza di proposte legate al settore alimentare: Bauli  ha ridotto la potenza utilizzata nei suoi impianti e la loro rumorosità attraverso l’installazione di inverter F7/E7 sulle strumentazioni dello stabilimento FBF Bauli di Romanengo (CR), Acmi ha realizzato l’innovativo sistema Compakt, in grado di concentrare in una sola macchina ciò che prima veniva svolto da tre macchine distinte (formazione strato, palettizzatore e avvolgitore) con un conseguente perfezionamento dell’efficienza e degli ingombri, e Danfoss ha proposto un’innovativa tecnologia per l’industria Alimentare, dell’Imbottigliamento, Confezionamento e Material Handling, in grado di aumentare l’efficienza energetica e la produttività.
Diversi gli esempi di prodotti e soluzioni eco-friendly: i servo azionamenti ACOPOSmulti di B&R, in grado di ridurre i consumi energetici tramite collegamento via DC bus e recupero dell’80% dell’energia precedentemente persa nelle resistenze sotto forma di calore, la stampante industriale BLUEMARK LED di Phoenix Contact, che non impiega solventi e riduce del 90% il consumo energetico impiegando un processo di polimerizzazione attivato dai raggi UV emessi da una sorgente LED, oppure la linea di condizionatori per quadri elettrici Rittal Top Therm “Blue Efficiency”, in grado di assicurare un risparmio fino al 45% del consumo energetico grazie alle modifiche apportate alla componentistica interna ed al sistema di controllo elettronico “Ecomode”, e di garantire prestazioni costanti nel tempo grazie all’impiego di nanotecnologie.
La partecipazione è gratuita e aperta a tutti gli interessati. Per informazioni segreteria@ecoq.it

giovedì 20 ottobre 2011

GLI ALPINI CANTANO 150 ANNI D'ITALIA: Le più belle canzoni degli Alpini, della montagna e della tradizione popolare



IL CORO DELL'ASSOCIAZIONE NAZIONALE ALPINI

SEZIONE DI MILANO

 

 

Presenta il cofanetto

 

 

GLI ALPINI CANTANO 150 ANNI D'ITALIA

Le più belle canzoni degli Alpini, della montagna e della tradizione popolare

 

 

 

 

 

E' stato presentato dal Coro dell'Associazione Nazionale Alpini della Sezione di Milano quello che, a tutti gli effetti, rappresenta un unicum nella produzione corale italiana.

 

Si tratta del cofanetto "Gli Alpini cantano 150 anni d'Italia Le più belle canzoni degli Alpini, della montagna e della tradizione popolare", una raccolta di 90 canti live in 5 CD, omaggio del coro al 150° Anniversario dell'Unità d'Italia.

 

Questo documento cantato rappresenta, di per sé, lo straordinario percorso di 30 anni di concerti registrati in varie occasioni nei più prestigiosi palcoscenici milanesi, quali tra gli altri, il Conservatorio di Musica Giuseppe Verdi, il Teatro Dal Verme, il Teatro degli Arcimboldi e, non ultimo in occasione della beatificazione di don Carlo Gnocchi, il Duomo di Milano.

 

Avvalendosi di tecniche audio di ultimissima generazione è stato possibile riprodurre fedelmente le atmosfere dei concerti e le sonorità del coro, ottenendo 90 brani di grande intensità emotiva. Fondamentale, perciò, la capacità vocale di un coro che pur mantenendo intatta la propria personalità esecutiva, ha saputo dare vita negli anni, ad un percorso musicale che risulta addirittura originale in contrapposizione alla più consueta tradizione corale, grazie ad un paziente lavoro di tecnica musicale e di ricostruzione di testi.

La collaborazione costante con musicisti illustri ha permesso al coro di creare un proprio originale repertorio, rispettando il racconto della tradizione, pur se attraverso percorsi innovativi, proponendo da oltre sessant'anni la propria vision nel campo musicale.

 

Maggiori informazioni su "Gli Alpini cantano 150 anni d'Italia" e sul Coro A.N.A. della Sezione di Milano, al sito www.coroanamilano.it

 

 

Coro A.N.A. Milano

Il Coro ANA Milano è nato nel settembre del 1949. È tra i cori a voci pari virili più longevi d'Italia e il primo nato sotto l'egida della Associazione Nazionale Alpini. Si è prodotto in più di mille concerti in Italia e all'estero. È stato fra i primi ad interessare gli alunni delle scuole attraverso sistematiche lezioni di canto corale. Ha ricevuto il riconoscimento ufficiale del Comune di Milano con la medaglia d'Oro di Cittadino Benemerito. Incide raccolte di Canti degli Alpini e di Canti Popolari con le più prestigiose case discografiche. Ha pubblicato con i tipi Beatrice d'Este-Ricordi buona parte del proprio repertorio musicale. Ha partecipato a molte trasmissioni radiotelevisive e ha inciso colonne sonore per film. In oltre sessant'anni di intensa vita artistica non ha tralasciato di prestare particolare attenzione al proprio repertorio musicale, recuperando canti popolari regionali delle proprie zone di enorme interesse storico e pressoché sconosciuti, contribuendo in tal modo, a mantenere in vita un documento musicale e poetico di enorme rilievo. Il complesso è diretto dal 1973 da Massimo Marchesotti.

 

 

SPORT: DIRITTI UMANI, PREMIO EDDIE HAMEL A GEORGES ALEXANDRE (KAYAK) E DEWEY BOZELLA (BOXE)


COMUNICATO STAMPA

 20 ottobre 2011


SPORT: DIRITTI UMANI, PREMIO EDDIE HAMEL A GEORGES ALEXANDRE (KAYAK) E DEWEY BOZELLA (BOXE)


Il 21 ottobre è il 109° anniversario della nascita di Eddie Hamel, calciatore americano che militò nell'Ajax di Amsterdam dal 1922 al 1930. Fuoriclasse indiscusso, fu il primo di molti calciatori ebrei a giocare nel club olandese. Deportato ad Auschwitz-Birkenau dopo l'invasione tedesca dei Paesi Bassi, il campione fu assassinato dai nazisti nella "fabbrica della morte" il 30 aprile 1943. Il Premio Eddie Hamel, che ricorda quello straordinario sportivo vittima della Shoah, viene assegnato annualmente dal Gruppo EveryOne per riconoscere i meriti di atleti e personaggi impegnati, attraverso la tematica dello sport, per i diritti umani e contro il razzismo. E' giunto alla quarta edizione. "Il nostro premio è solo simbolico," spiegano Roberto Malini, Matteo Pegoraro e Dario Picciau, co-presidenti dio EveryOne, " ma è sempre stato accolto con entusiasmo da coloro che abbiamo premiato, dall'Inter di Moratti - sempre attenta ai valori dell'uguaglianza nello sport - al calciatore Rom Banel Nicolita e a quello sudafricano Matthew Booth, che ci ha scritto una splendida lettera dopo aver ricevuto il riconoscimento Quest'anno erano in lizza cinque candidati: il pugile Dewey Bozella, Georges Alexandre (kayak), Job Collins (presidente del SUFO e organizzatore di un torneo di calcio per migliorare la vita in Uganda), le associazioni "Never Again" e FARE, il regista tedesco Uwe Boll. Dopo la votazione della giuria internazionale, hanno vinto a pari merito Dewey Bozella e Georges Alegandre, a cui vanno, oltre al riconoscimento, i nostri complimenti per il loro coraggio e l'attenzione ai diritti delle minoranze".  Georges "Alex" Alexandre percorre il mondo a bordo del suo kayak per attirare l'attenzione delle istituzioni e dei media sulle tragedie umanitarie e le violazioni dei diritti umani, che spesso si svolgono nell'indifferenza generale. Attualmente sta compiendo la traversata dalla Tunisia a Bruxelles, per chiedere all'Unione europea di migliorare le politiche sull'immigrazione e in particolare le procedure di accoglienza o reinsediamento dei profughi da paesi in crisi umanitaria. Una delegazione di eurodeputati ha già confermato che riceverà lo sportivo-attivista per ascoltare le sue richieste. Dewey Bozella (52 anni), era una promessa della boxe, ma è stato costretto a scontare 26 anni di carcere per un delitto che non ha mai commesso. Riconosciuto innocente nel 2009, ha coronato il sogno giovanile di salire sul ring per un incontro di boxe professionistica, incontro che si è disputato sabato scorso, 15 ottobre 2011, e che ha visto Bozella vincere ai punti, sorprendendo sia gli appassionati che i tecnici della boxe, contro Larry Hopkins, atleta che ha 22 anni meno di lui. Dewey Bozella si impegna contro i pregiudizi e gli abusi giudiziari che spesso colpiscono cittadini che appartengono a minoranze sociali. "Non ho mai rinunciato al mio sogno," ha dichiarato, "ma sono salito sul ring anche per dire al mondo che il sistema giudiziario dovrebbe essere più giusto. Se i magistrati sono giusti, allora chi è innocente vince".


Per ulteriori informazioni:

EveryOne Group


info@everyonegroup.com


SUDAN, EVERYONE DENUNCIA: “DEPORTATI OLTRE 300 PROFUGHI, ONU FACCIA DI PIU’"

COMUNICATO STAMPA
 20 ottobre 2011

SUDAN, EVERYONE DENUNCIA: "DEPORTATI OLTRE 300 PROFUGHI, ONU FACCIA DI PIU'"

All'inizio del mese di ottobre 2011 la ONG Gandhi (asefasc.org), il Gruppo EveryOne e una rete di organizzazioni per i diritti dei profughi avevano trasmesso all'Alto Commissario ONU per i Rifugiati e alle più importanti organizzazioni umanitarie istituzionali un appello urgente riguardante il pericolo di deportazione cui erano soggetti 361 profughi eritrei ed etiopi nel Sudan. L'appello indicava all'Alto Commissario l'esatta località di detenzione dei rifugiati, i loro nomi e una serie di numeri di telefono mobile a cui era possibile contattarli. Dopo aver ricevuto notizia dell'interessamento dell'Alto Commissario al caso, la ONG Gandhi, il Gruppo EveryOne e la rete di organizzazioni per i diritti dei rifugiati assistevano con sgomento, il 17 ottobre scorso,  alla deportazione degli eritrei ed etiopi, fra i quali vi erano donne e bambini. Ieri l'UNHCR (Alto Commissario ONU per i Rifugiati) ha emesso un comunicato riguardante l'accaduto.
L'agenzia per i rifugiati delle Nazioni Unite condanna nel comunicato la deportazione degli oltre 300 eritrei, rifugiati e richiedenti asilo, dal Sudan, dopo settimane di detenzione e in violazione di un precedente accordo con le Nazioni Unite. Adrian Edwards, portavoce dell'Alto Commissario Onu per i Rifugiati ha dichiarato durante una conferenza stampa a Ginevra che la sua agenzia è sgomenta da questa violazione dei diritti dei profughi, poiché le autorità governative sudanesi avevano assicurato il rispetto degli accordi. Edwards ha detto che tale deportazione ha infranto i patti fra la sua agenzia e il governo del Sudan. Ora quei migranti sono a grave rischio di persecuzione. 
"Accogliamo positivamente la dichiarazione di Edwards," spiegano i co-presidenti di EveryOne Roberto Malini, Matteo Pegoraro e Dario Picciau, "ma ricordiamo che durante la detenzione nessun rappresentante delle Nazioni Unite ha voluto stabilire un contatto diretto con i profughi prima della deportazione, nonostante avessimo trasmesso diversi numeri telefonici ai responsabili dell'UNHCR e di altre agenzie delle Nazioni Unite". 
La Ong Gandhi, il Gruppo EveryOne e la rete a sostegno dei profughi hanno inviato oggi un appello urgente ad Antonio Guterres, Alto Commissario ONU per i Rifugiati, sollecitandolo a chiedere al Governo eritreo la liberazione di tutti i migranti incarcerati dopo la deportazione in patria e conseguentemente il pieno rispetto dei loro diritti fondamentali. Le organizzazioni hanno esortato inoltre gli uffici dell'Alto Commissario ONU affinché rimangano in contatto con i profughi, monitorando la loro permanenza in Eritrea e assicurandosi che non vengano applicate misure repressive e persecutorie di qualunque natura nei loro confronti. "Ma è importante soprattutto," conclude l'appello di EveryOne, "che l'UNHCR eserciti la massima pressione sul governo del Sudan e su quello dell'Egitto, due paesi che deportano spesso, in violazione degli accordi internazionali, rifugiati e richiedenti asilo provenienti da paesi in crisi umanitaria".

Per ulteriori informazioni:

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota