venerdì 10 novembre 2006

Infincon Ltd.: sistemi rivoluzionari per il private banking anche in Italia

Con il nuovo ufficio vendite in Italia Infincon Ltd. si rivolge
ad uno dei più grandi mercati europei dei servizi finanziari /
Le soluzioni dello specialista inglese per la gestione di
processi aziendali di consulenti finaziari ed istituti che
operano nel private banking sono ora disponibili anche in
Italia.

Birmingham – Castiglione d./S., 10.11.2006

Infincon Ltd., specialista inglese di soluzioni informatiche per
processi aziendali di consulenti finanziari e società di
intermediazione mobiliare, annuncia l'immediata disponibilità
delle proprie soluzioni anche in Italia. L'apertura della
rappresentanza italiana completa il panorama delle società
affiliate di Infincon Ltd. già esistenti in Germania e Spagna.

„Come mostra l'acquisizione di uno dei colossi bancari tedeschi
- la HVB (Hypovereinsbank) - da parte di Unicredit, il ruolo del
mercato bancario italiano in Europa è decisamente rilevante,"
afferma Nima Mazloumi, Direttore Generale di Infincon Ltd.
motivando l'ingresso sul mercato italiano. „Attraverso le due
categorie dei Consulenti Finanziari e dei Promotori l'Italia ha
una struttura di erogazione di servizi finanziari unica in
Europa. Le nostre soluzioni informatiche avanzate per la
gestione di processi aziendali sono state concepite in special
modo per questi gruppi di consulenti ed intermediatori
finanziari altamente specializzati.".

La tipologia di clienti a cui si rivolge principalmente Infincon
Ltd. sono istituti bancari che offrono consulenze patrimoniali e
società di intermediazione mobiliare indipendenti (IFA, SIM), o
associazioni che supportano tali società. La soluzione, basata
sulla tecnologia internet e facilmente adattabile alle esigenze
individuali dei clienti, combina analisi standardizzate di
rischio e rendita del portafoglio dei clienti condotte dal
singolo consulente, ai risultati di analisi rigorose, ottenuti
impiegando gli strumenti più moderni tra i quali il
benchmarking, l'impostazione delle tendenze di mercato e
l'ottimizzazione del portafoglio secondo Markowitz.

"È proprio la combinazione ottimale di analisi scientifiche
fondate, ottimizzazione del portafoglio secondo i principi del
premio Nobel Markowitz e 'Computer Aided Selling' a supporto
dell'offerta di pacchetti di investimento operata dai
consulenti, che garantisce ai clienti di società di
intermediazione mobiliare e consulenza finanziaria un reale
valore aggiunto", commenta Silvia Amelia Bianchi, Direttore
Marketing e Comunicazione del gruppo Infincon e responsabile
dello sviluppo del mercato italiano. "L'impiego della tecnologia
internet nella piattaforma Infincon é un ulteriore vantaggio del
nostro software rispetto a soluzioni tradizionali per aziende
operanti nel settore dei servizi finanziari: il punto di forza
di questo settore è l'analisi, che può essere condotta
esclusivamente attraverso aggiornamenti quotidiani delle
informazioni fornite da terzi. La piattaforma Infincon mette
invece a disposizione dei propri utenti informazioni relative a
più di 11.000 fondi con aggiornamento quotidiano automatico
online. "

Infincon riunisce nelle sue soluzioni per la consulenza
finanziaria ed il private banking sia la varietà sia i punti di
forza dei mercati finanziari europei a totale vantaggio dei
mercati in cui opera. Il design della piattaforma viene ad
esempio elaborato in Italia, lo sviluppo del software invece
viene condotto a Mannheim (Germania), sotto la forte influenza –
per vicinanza geografica e culturale – del leader mondiale delle
soluzioni per la gestione di processi aziendali, SAP.

----------------------------------------------------------------
---------------------------------------------------

Informazioni su Infincon Ltd.

Il gruppo Infincon é stato fondato da membri di diversi Paesi
europei allo scopo di fondere esperienze e "Best Practice" dei
diversi mercati finanziari onde offrire ai propri clienti un
reale valore aggiunto. Il team di Infincon Ltd. é composto da
consulenti finanziari, sviluppatori di software e collaboratori
scientifici provenienti dal settore informatico ed
economico-finanziario. Oltre alla lunga esperienza Infincon Ltd.
offre un know-how multinazionale ed interdisciplinare di
altissimo livello.

Sebbene i mercati della consulenza finanziaria si differenzino
fortemente a livello nazionale, Infincon Ltd. è in grado, grazie
al proprio orientamento internazionale, di canalizzare le
decisive necessità tecnologiche comuni in strategie ad hoc per
ogni singolo Paese.

----------------------------------------------------------------
---------------------------------------------------

Contatti per la stampa

Infincon Ltd.
69 Great Hampton Street
BIRMINGHAM
B18 6EW
Great Britain
Email: bianchi@infincon-systems.it

SAB Marketing Services
Email: press@sab-mcs.com
Tel: +39 0376 944492

mercoledì 8 novembre 2006

Palio di Belpasso (CT): i Carabinieri accertanto che il cavallo schiantatosi contro un'auto era dopato. Lav: dimissioni del Sindaco

FALCHI SPARATI NEI QUARTIERI DI PALERMO

 

 

 

 

 

Comunicato Stampa LAV dell' 8.11.2006:

 

 

PALIO DI BELPASSO (CATANIA), I CARABINIERI ACCERTANO CHE

IL CAVALLO SCHIANTATOSI CONTRO UN'AUTO ERA DOPATO

 

LA LAV RINNOVA LE RICHIESTE DI DIMISSIONI DEL SINDACO E ANNUCNIA AZIONI LEGALI: GIUSTIZIA PER L'ENNESIMA STRAGE ANNUNCIATA, ORA VA FATTA LUCE ANCHE SULLE RESPONSABILITA' DELL'ATROCE MATTANZA.

 

 

I Carabinieri di Paternò (Catania) hanno reso noto oggi l'esito degli esami antidoping del cavallo che, durante il contestatissimo Palio di Belpasso dello scorso 23 settembre, si era schiantato contro un'automobile pochi metri dopo la linea d'arrivo, morendovi fra gli spasmi del dolore: "Nobel Rebel" - questo il nome del cavallo - è risultato positivo a sostanze vietate quali caffeina, teofillina e fenilbutazone-ossifenilbutazone. Il proprietario, M.G. di 30 anni di Niclosi (CT), è stato quindi denunciato per maltrattamento (legge 189/2004).

 

La LAV rinnova la richiesta di dimissioni del Sindaco di Belpasso, Alfio Papale, poiché il Comune ha la responsabilità politica e morale di quanto accaduto. La LAV chiede che ora la Procura della Repubblica avvii immediatamente le indagini per accertare le responsabilità di chi ha autorizzato il palio: accogliamo con viva soddisfazione la denuncia del proprietario di Nobel Rebel, ma non può essere solo lui a dover pagare per quella atroce mattanza di un cavallo mandato al macello per il divertimento umano.

 

Riservandosi di costituirsi parte civile nel processo contro il proprietario del cavallo, la LAV annuncia altre azioni legali per chiedere alla Magistrature di stabilire la sussistenza di responsabilità penali relativamente alle omissioni di chi – fra organizzatori e organi veterinari – non è intervenuto a bloccare il palio dopo la morte di Rebel, viste le palesi violazioni delle norme tecniche di sicurezza e di tutela degli animali che il video e le foto diffuse dalla LAV hanno documentato. Come se non bastasse, da qualche settimana a Belpasso si tenta – tra il tragico e la follia – di riesumare il palio con una patetica petizione che ne chiede la riproposizione: un'iniziativa incredibile di chi, evidentemente, considera "tradizione" il massacro di un cavallo…

 

Quel palio andava vietato sin dall'inizio, così come 6 parlamentari di maggioranza ed opposizione avevamo chiesto - inascoltati - al Prefetto di Catania sulla base delle note infiltrazioni criminali nelle corse ippiche ed il corollario di sangue e sevizie che, come dimostra la mattanza di Belpasso, segue sempre questo tipo di manifestazioni vergognose e barbare. Invece il sindaco Papale ha avuto l'ardire di definire l'orribile morte del cavallo "un inconveniente" del  palio "che si è svolto in un clima sereno e festoso" (sic!) e che "l'incidente è stato una casualità e la sospensione della manifestazione costituisce un grave danno all'immagine della città".

 

Tali affermazioni, anche alla luce delle indagini odierne dei Carabinieri, sono inaccettabili e gravissime e sono incompatibili con la carica ricoperta da Papale. La LAV, quindi, si attende le dimissioni del Sindaco non prima di una sua dichiarazione per chiedere scusa per aver organizzato e difeso un palio che offende profondamente i sentimenti di civiltà e rispetto per i diritti degli animali della nostra società. Come si ricorderà, lo schianto del cavallo contro un'automobile causò anche il ferimento di alcuni spettatori travolti dall'animale in fuga. Una scena disumana e terribile a cui hanno assistito anche bambini che, come testimonia il video, urlavano e piangevano per tali scene raccapriccianti.

 

Disponibili, citando la fonte:

- foto del cavallo schiantato (foto di Ennio Bonfanti): www.zuccheroecannella.com/palio.zip

- video del cavallo (video Malastradafilm) www.malastradafilm.com/LavPalioBelpasso.mpg

 

----------------------------------------------

LAV - Ufficio Stampa: 06.4461325

www.lav.it

NETASQ lancia tre nuove appliance UTM: F60, F2500 e F5500!

Villeneuve d'Ascq – Francia, 8 novembre 2006

Sulla scia dei successi ottenuti con F800, eletto prodotto di
sicurezza dell'anno 2005, NETASQ annuncia la disponibilità di
nuove soluzioni dalle elevate prestazioni ed altamente
affidabili.

NETASQ propone una gamma di prodotti di forte valore aggiunto in
termini tecnologici, distribuiti da partner rinomati e
certificati. Queste soluzioni offrono altissimi livelli di
sicurezza, funzionalità e performance grazie al motore di
prevenzione delle intrusioni
(IPS) di NETASQ, l'ASQ. Protetto da diversi brevetti, questo
sistema innovativo permette di anticipare numerosi attacchi
grazie all'impiego complementare di diverse metodologie di
analisi.

Le soluzioni di NETASQ integrano, in seno ad una sola appliance,
non solo l'ASQ ma diverse funzioni di sicurezza : firewall, VPN
via IPSec e SSL, antivirus, antispam, filtraggio web.

F60 : la sicurezza per tutti

F60 é una piattaforma di sicurezza destinata alle aziende con
meno di 50 impiegati. Questo nuovo firewall IPS combina i
vantaggi dei suoi predecessori (F25 ed F50) ad una segmentazione
efficace grazie alle 4 porte logiche che offrono un altissimo
livello di modularità e di scalabilità.

Questa piattaforma integra numerose funzioni di sicurezza ad un
prezzo estremamente vantaggioso. « F60 é il prodotto ideale per
le aziende che desiderino sia salvaguardare le componenti
critiche delle loro architetture di rete sia controllare la
posta elettronica o un sito web. » spiega Jeremy D'Hoinne,
direttore del product marketing di NETASQ. « In combinazione con
i nostri strumenti gestionali, che comprendo anche diversi
supporti per la configurazione, F60 é uno strumento prezioso per
quelle aziende che desiderino affidare la gestione della propria
sicurezza in outsourcing ad operatori certificati o monitorarne
rapidamente il funzionamento ».

F2500 - F5500: sicurezza gestita e prestazioni ottimali

Studiati per grandi strutture e istituzioni questi dispositivi
combinano le funzioni di sicurezza più performanti alle
caratteristiche tecnice necessarie ad una integrazione in
infrastrutture sensibili.

Alcune tra le funzioni di sicurezza più rilevanti presenti nei
dispositivi F2500 ed F5500 sono : lo stateful firewall, il
sistema di prevenzione delle intrusioni (IPS) in tempo reale, la
funzione di concentratore VPN IPSec e di portale d'accesso per
il VPN via SSL, una PKI interna, un sistema per il filtraggio
dei contenuti (antispam, antivirus e filtro web), il tutto ad
una velocità di 2 Gbits/s per l'F2500 e di 2,5 Gbits/s per
l'F5500.

Inoltre entrambi i dispositivi offrono un elevato livello di
disponibilità grazie in particolare alla loro alimentazione ed
alla presenza di dischi rigidi ridondanti.

Gli strumenti gestionali di NETASQ ne facilitano altresì
l'impiego quotidiano offrendo numerose funzioni avanzate di
configurazione, reporting e gestione dei logs.

Le elevate prestazioni, la scalabilità della configurazione
materiale, i meccanismi che ne garantiscono l'interoperabilità
con soluzioni di terzi (compatibilità ICAP, IPSEC, LDAP, RADIUS,
Active Directory, SAM), permettono alle nuove piattaforme di
NETASQ di integrarsi perfettamente in ogni tipo di
infrastruttura esistente.

« I costanti miglioramenti che apportiamo ai nostri prodotti ci
consentono di rafforzare la nostra presenza nel settore delle
grandi infrastrutture. Le appliances F2500 e F5500 sono prodotti
di qualità con elevate prestazioni ad un prezzo assolutamente
competitivo » dichiara Jean-Pierre Tomaszek, CEO di NETASQ.

Caratteristiche tecniche F60 F2500
F5500

Performance IPS-Firewall 115 Mbits/s 2,0 Gbits/s
2,5 Gbits/s
N° sessioni simultanee 15 000 800 000 1
500 000
N° max tunnel VPN IPSEC 100 3 750 15
000


----------------------------------------------------------------
---------------------------------------------------------

Informazioni su NETASQ

Fondata nel 1998, NETASQ é il primo produttore europeo di
soluzioni di sicurezza UTM che rispondono alle esigenze di
aziende di ogni dimensione : PMI, grandi aziende ed enti
governativi. La Società sviluppa e distribuisce dispositivi che
associano una tecnologia unica di prevenzione contro le
intrusioni in tempo reale, l'ASQ (« Active Security
Qualification ») alle funzioni di firewall per reti e
applicazioni, VPN IPSec e SSL, filtraggio dei contenuti e
protezione del traffico generato dal VoIP. La vera innovazione
tecnologica dei prodotti NETASQ é l'integrazione di tutte le
funzioni di sicurezza indispensabili in un solo apparecchio.

NETASQ possiede inoltre il controllo totale della propria
tecnologia ASQ, offerta come standard in tutti i suoi
apparecchi. L'azienda garantisce ai propri clienti una
protezione ottimale combinando strumenti d'analisi innovativi.
Con l'ASQ NETASQ mantiene in maniera concreta la promessa di
salvaguardare le reti e le applicazioni dagli «attacchi del
giorno zero».

Per ulteriori dettagli pregasi consultare: http://www.netasq.com

----------------------------------------------------------------
---------------------------------------------------------

CONTATTI PER LA STAMPA

NETASQ
Leila Dadoun – Tel.: +33 1 46 21 82 30 – marketing@netasq.com

SAB Marketing Services
Silvia Amelia Bianchi – Tel.: +39 0376 944492 –
sbianchi@sab-mcs.com

lunedì 6 novembre 2006

Freeonline.it e GAME, una partnership... gratuita!

Freeonline.it, la guida alle risorse gratuite e GAME, la prima rivista
gratuita di videogiochi, da oggi partner grazie ad un nuovo accordo legato a
doppio filo dallo stesso modello di business.

PuntoWeb.Net Srl e Edizioni Player Srl hanno di recente firmato un accordo
per i loro rispettivi prodotti editoriali Freeonline.it e GAME. L'accordo si
estende su vari aspetti collaborativi, il tutto legato in modo stretto
grazie allo stesso modello di business che i due progetti hanno da sempre
sposato.

I lettori di entrambi i prodotti potranno beneficiare da subito di questo
accordo. Su Freeonline.it sarà distributa all'interno della "Sala Giochi"
(www.freeonline.org/giochi/) la rivista GAME, basterà collegarsi dopo il 15
di ogni mese e scaricare gratuitamente l'intera rivista in formato PDF.
Su GAME invece, a partire dal prossimo numero (12), sarà presente una nuova
rubrica curata direttamente dalla redazione di Freeonline.it. Tale rubrica,
che prende il nome di "Bookmark", ogni mese presenterà ai lettori tre
recensioni di siti Web dedicati al tempo libero.

----------------------------------
Freeonline.it (www.freeonline.it)
Guida alle risorse gratuite di Internet. La mission di Freeonline.it è
quella di fornire il quadro più completo e veritiero possibile di tutti quei
servizi utili e delle risorse gratuite che Internet mette a disposizione di
tutti i navigatori. Ogni giorno i surfer esperti della redazione setacciano
il Web in cerca di nuove utilità usufruibili gratis, le verificano, le
descrivono e le archiviano sulle pagine di Freeonline.it. Sono inoltre
disponibili una serie di servizi, di aree, di rubriche varie che rendono
Freeonline un portale vasto e completo.
Freeonline è un prodotto editoriale della PuntoWeb.Net Srl.


GAME (www.gameplayer.it)
GAME è un mensile free-press, stampato in 20.000 copie certificate e
distribuito a Roma e nei centri Last Planet di otto città italiane (Arezzo,
Catania, Civitavecchia, Forlì, Messina, Pisa, Pontedera, Treviglio). 32
pagine a colori dedicate a news, anteprime, interviste e recensioni, per
offrire una panoramica generale sulle ultime novità del mercato. GAME si
propone come uno dei primi mensili gratuiti interamente dedicati al mondo
della tecnologia.

I
nviato da PuntoWeb.Net S.r.l.



fonte: www.corrieredelweb.it

CSI/FBI: indagine 2006, aziende e sicurezza informatica

CSI/FBI: indagine 2006, aziende e sicurezza informatica
Vi sono ancora imprese prive di sistemi di difesa a causa del poco budget investito contro le frodi on-line, ma oggi è possibile proteggersi senza spendere soldi

New York – Milano - Terni, 6 novembre 2006 – Secondo la indagine del Computer Security Institute, quest'anno le perdite economiche subite dalle aziende campione (615 aziende) ammontano a 268.000 US $ poiché, sebbene le "difese" si siano ampliate e la sensibilità al problema delle frodi on-line si sia sviluppata, vi sono ancora aziende prive di sistemi di difesa adeguati (Antivirus, Firewall, Intrusion Detection System ecc.). Il dato relativo agli investimenti in Sicurezza è, infatti, ancora basso (solo il 40% delle aziende dedica oltre il 2% del budget dell'ICT alla Sicurezza) e ben il 5% degli intervistati ha dichiarato di non applicare alcun sistema finalizzato alla verifica di efficacia delle misure di protezione.

Grazie a una campagna di sensibilizzazione alla sicurezza informatica condotta da GlobalTrust, però, gli utenti del Web possono finalmente contare su un’ampia gamma di soluzioni per combattere le intrusioni e gli attacchi informatici via Internet, senza dover spendere denaro. È, infatti, possibile soddisfare l’esigenza di essere sicuri e protetti durante operazioni finanziarie e interazioni digitali grazie a tecnologie che, distribuite gratuitamente e per sempre, assicurano la protezione delle comunicazioni su Internet (verifica on-line dei contenuti, autenticazione reciproca, crittografia e assicurazione di identità) dalle frodi informatiche e dai sempre più frequenti attacchi di PHISHING (frode informatica realizzata con l'invio di e-mail contraffatte, finalizzata all'acquisizione di dati riservati per scopi illegali) o di PHARMING (truffa on-line che, tramite un intervento creato ad arte sul profilo delle vittime, le indirizza a un sito fasullo che richiede la registrazione attraverso un modulo per carpirne dati sensibili e finanziari).

Ad avvantaggiarsi di questa opportunità può essere sia l’utenza commerciale sia quella privata, entrambe costrette a difendersi dagli hacker.  
La prima è, infatti, obbligata dall’economia moderna a estendere l’accesso alle proprie risorse sensibili a un numero sempre crescente di attori (impiegati, soci, fornitori e clienti) e deve quindi saper gestire sia l’elenco di identità sia le relative responsabilità legate alla loro amministrazione, poiché una cattiva gestione o un furto potrebbe causare ingenti perdite di denaro e danni all’immagine aziendale dovuti alla sfiducia degli utenti nei servizi offerti. La seconda lotta sempre più con una vita dai ritmi frenetici, che può essere agevolata da transazioni on-line le quali, però, possono minare la riservatezza dei dati personali (carte di credito, recapiti ecc.) con la conseguente possibilità di essere vittima delle truffe informatiche quando si utilizzano i servizi di E-commerce, Internet Banking ed E-business in generale.
A tutto queste esigenze dettate dalla società della tecnologia risponde, in modo assolutamente gratuito, la Risk Mitigation Suite (RMS) <http://www.riskmitigation.it/> :  insieme di prodotti e utilità per sensibilizzare gli utenti all'uso sicuro di Internet e dei propri sistemi.

Per maggiori informazioni, visitare il sito web www.riskmitigation.it <http://www.riskmitigation.it>  

Per contattare GlobalTrust, rivolgersi a Simona Petaccia (Ufficio Stampa/Comunicazione), utilizzando i seguenti recapiti:
Piazza S. Pietro n. 2 - 05100 Terni; Tel. (+39) 0744 - 441214; Fax (+39) 0744 - 460269;
E-mail: spetaccia@globaltrust.it <mailto:spetaccia@globaltrust.it> ;
Sito Web: www.globaltrust.it <http://www.globaltrust.it> .

Lulu presenta l'album fotografico - a metà prezzo rispetto ai concorrenti

Lulu Presenta l’Album Fotografico

A Metà Prezzo Rispetto Ai Concorrenti

 

Trasforma il tuo Hard Disk pieno di fotografie

in un album fotografico professionale ad un prezzo piccolissimo

e crea album a colori fino a 500 pagine

 

Con l’Album Fotografico insieme a Cd, Dvd, calendari, libri e video,
Lulu diventa ora il punto di riferimento per il fai da te della pubblicazione e per i regali di Natale personalizzati

 
Milano, 6 novembre 2006 – Lulu.com (www.lulu.com) presenta oggi il proprio Album Fotografico, a metà prezzo rispetto ai servizi offerti da altri siti.

Ora è possibile, per tutti gli utenti, trasformare un hard disk pieno di fotografie, in un libro fotografico professionale a colori, per un costo di 5 euro per il libro da 10 pagine e di 15 euro per quello da 100 pagine (esclusi i costi di spedizione in entrambi i casi), paragonabili a quasi la metà rispetto ai medesimi servizi offerti dai principali concorrenti.

L’album fotografico di Lulu non è solo più economico, ma anche più grande, fino a 500 pagine.

Lulu è la principale fonte di libri POD (Print-On-Demand) con il maggiore tasso di crescita al mondo.

L’aggiunta dell’album fotografico alla già presente gamma di prodotti di libri, calendari, Cd, Dvd, rende ora Lulu il punto di riferimento per tutte le attività di pubblicazione fai da te e per qualsiasi desiderio per i regali di Natale.

Veloce

  • Le didascalie possono essere aggiunte con un semplice clic.
  • Una volta completato, l’album può essere pubblicato e spedito in meno di una settimana.

Facile

  • La pubblicazione viene fatta interamente online – non c’è bisogno di scaricare software aggiuntivi sul proprio computer.
  • Il Turbo upload facilita l’aggiunta di fotografie.
  • L’opzione di “auto compilazione” fornisce svariati layout per le fotografie caricate. La personalizzazione è automatica tramite un’ampia scelta di colori, immagini e temi.

Gratuito

  • La creazione di un album fotografico su Lulu.com è gratuita, senza alcun anticipo di costi. Solo una volta che il libro viene acquistato e stampato, l’acquirente paga.
  • L’album ha un costo iniziare di 0.12 euro per pagina. La maggior parte degli album fotografici online hanno un costo che si aggira tra i 30-60 euro; quello di Lulu sarà tra i 15 e i 30 euro, ovvero circa la metà rispetto ai principali concorrenti.
  • L’album fotografico di Lulu può arrivare fino a 500 pagine.

Lo scopo di Lulu è quello di fornire ai propri utenti un’unica fonte per la realizzazione di pubblicazioni e contenuti personalizzati di diversi generi, inclusi album fotografici, libri (sia a copertina morbida che rigida), Cd, Dvd e molto altro.

Come tutti i contenuti pubblicati su Lulu, i creatori di album fotografici possono scegliere se vendere il proprio libro in tutto il mondo attraverso il marketplace online per contenuti digitali di Lulu.

Con l’album Fotografico di Lulu online, diventi fotografo, designer, autore ed editore. Scegli e hai il controllo. Semplicemente scegli clicca e ricevi il materiale velocemente.

Per maggiori informazioni e dettagli sull’Album Fotografico di Lulu, visitare http://www.lulu.com/products/books/photobook.php.
 

A proposito di Lulu: Lulu, la società di pubblicazione on demand a più rapida crescita al mondo, che ti permette di pubblicare i tuoi libri, i tuoi ebooks, calendari, immagini, musica, e video, senza alcun costo di prevendita. Lulu è stata fondata da Bob Young, che in passato fu il co-fondatore della compagnia di software Red Hat.
 

Per ulteriori informazioni:

Eleonora Gandini

PR Italy Lulu.com

egandini@lulu.com

tel.+39 348 0528567

oppure (contatti in inglese)

mcox@lulu.com

tel. +44 207 4846261

--  - Eleonora Gandini Lulu.com PR Italy egandini@lulu.com Mobile: +39 3480528567 Y!IM: sandgirl333 Gtalk: eleonora.gandini

A Roma i vincitori di Mondialogo, il pi=?ISO-8859-1?B?+SA=?= grande concorso internazionale dedicato ai giovani di tutto il mondo

6 Novembre 2006


A Roma i vincitori di Mondialogo, il più grande concorso internazionale dedicato ai giovani di tutto il mondo

·     Indonesia e Italia vincono il primo premio del Mondialogo School Contest, promosso da DaimlerChrysler ed Unesco

·     Premio speciale ad Iran e Stati Uniti

·     Record di partecipanti all’edizione di quest’anno: 35.000 studenti provenienti da 138 paesi



Stoccarda/Parigi/Roma – Oggi a Roma presso il Park Hotel Torre Rossa sono stati annunciati i vincitori del Mondialogo School Contest, il più grande concorso scolastico internazionale promosso da UNESCO e DaimlerChrysler.
Più di 35.000 studenti provenienti da 138 paesi hanno partecipato quest’anno a Mondialogo, il concorso che promuove il dialogo tra i giovani di tutto il mondo. I vincitori sono stati nominati da una prestigiosa giuria internazionale, riunitasi precedentemente a Parigi per selezionare i progetti finalisti.
Gli studenti e gli insegnanti dei 50 team finalisti, provenienti da 37 paesi, sono stati invitati a Roma, tra il 4 e il 7 novembre, a partecipare al Simposio finale, dove hanno potuto conoscersi e confrontarsi sull’importanza del dialogo interculturale.
 
Dr. Dieter Zetsche, Presidente e Amministratore Delegato di DaimlerChrysler AG, ha dichiarato: “DaimlerChrysler è orgogliosa di sostenere Mondialogo. L’iniziativa vuole promuovere il dialogo interculturale e preparare i giovani a vivere e lavorare in un contesto globale. Partecipare al concorso è già una vittoria, perché dar vita ad un progetto comune, condividendolo con coetanei di tutto il mondo, rimarrà un’esperienza per la vita.
 
Il primo premio è stato vinto dal team gemellato Indonesia-Italia, con il progetto “Trento Free School” dedicato ai bambini lavoratori. Il team ha raccolto fondi per garantire ai bambini che vivono e lavorano nelle discariche di Giakarta, due ore di scuola ogni giorno. La squadra ha ricevuto un premio in denaro.
 
Il secondo posto è stato vinto da una squadra del Giappone e della Turchia con un gioco ideato da loro, il cui obiettivo è insegnare a valorizzare l’eredità culturale  e a preparare i giovani in caso di disastri naturali.
 
I team formati da Congo-Polonia e da Repubblica Ceca-Argentina si sono classificati terzi a pari merito. Il primo team ha pubblicato una rivista dedicata alla vita dei giovani in quei paesi, mentre la seconda squadra ha prodotto un video con scene di vita quotidiana mettendo in luce le similitudini tra i due Paesi.
 
La squadra Iran-Stati Uniti, il cui progetto era incentrato sul tema delle risorse idriche, ha ricevuto una menzione speciale per il dialogo. A causa della difficile comunicazione diretta tra i due Paesi, i team hanno comunicato tra di loro grazie al coinvolgimento di intermediari in Bolivia e in Pakistan.
 
Un altro premio speciale è andato alla squadra Yemen-Romania per la straordinaria creatività. I ragazzi hanno creato un “plastico” di una città interculturale, in cui elementi architettonici cristiani e musulmani si fondono insieme nella città ideale “Ye-Ro”.
 
Il team Sud Africa-Australia ha ottenuto una menzione speciale per il progetto sull’educazione sul tema HIV-AIDS.
 
I partecipanti del Mondialogo School Contest  provengono da 138 paesi e hanno tra i 14 e i 18 anni. La maggior parte dei team proviene dall’Europa (898 squadre), seguita da Africa (631), Asia/Pacifico (454), America Latina/Caraibi (431) Stati Arabi (117) e Nord America (61).
Il Mondialogo School Contest è stato lanciato da DaimlerChrysler e UNESCO nel 2003. L’ obiettivo del progetto è incoraggiare il dialogo tra gli studenti di tutto il mondo e incentivare i giovani a confrontarsi con diversi contesti culturali, attraverso l’elaborazione di un progetto comune. Il gemellaggio con scuole di diversi Paesi è finalizzato a promuovere la comprensione e la conoscenza reciproca, unita all’amicizia tra persone di differenti culture, religioni e lingue.
 
Oltre al Mondialogo School Contest, Mondialogo – una tra le più importanti partnership pubblico-private dell’Unesco – è composta anche dal  Mondialogo Engineering Award, una gara per gli studenti d’ingegneria che promuove lo scambio di conoscenze tra i paesi industrializzati e i paesi in via di sviluppo, e dal portale internet www.mondialogo.org <http://www.mondialogo.org>  in cinque lingue con una rivista interculturale al suo interno.

 
Gli scrittori Paulo Coelho e Henning Mankell sono gli Ambasciatori di Mondialogo.

 
Maggiori informazioni sono disponibili sul sito www.mondialogo.org <http://www.mondialogo.org>   e sul sito riservato alla stampa www.stampa-dci.it.
 

          
    Per informazioni: Ufficio Stampa - Hill & Knowlton Gaia     
    Nicoletta Vulpetti 06/441640306 – 340/6730754 vulepttin@hkgaia.com   Alessia Calvanese 06/441640328 – 335/1309390    calvanesea@hkgaia.com <mailto:calvanesea@hkgaia.com>      
               
       

Sicurezza stradale: dal telelaser all'autovelox, la prevenzione è anche hi tech

Sicurezza stradale: dal telelaser all'autovelox, la prevenzione è anche hi tech

Il direttore della Motorizzazione civile, Sergio Dondolini: ''Strumenti indispensabili''
I Tecnici del Ministero dei Trasporti  ''Dalla fine degli anni '90 ad oggi c'è stata un'evoluzione tecnologica che ha permesso di migliorare decisamente le modalità di accertamento''

 Dall'autovelox al telelaser, la prevenzione sulle strade passa anche attraverso l'hi tech. Strumenti sempre più sofisticati che hanno il compito di monitorare la velocità. E che sono ''ormai indispensabili'', come sottolinea il direttore della Motorizzazione civile, Sergio Dondolini, parlando a margine della quarta conferenza europea dei ministri dei Trasporti sulla sicurezza stradale svoltasi a Verona.

''Dalla fine degli anni '90, quando entrarono in funzione i primi strumenti tipo autovelox, ad oggi - spiegano all'Adnkronos i tecnici del Ministero - c'è stata un'evoluzione tecnologica che ha permesso di migliorare decisamente le modalità di accertamento. Lo strumento di per sé, infatti, al di là dell'utilizzo non ha possibilità di errori, non ci sono dubbi sulla sua validità come deterrente a violare i limiti di velocità sulle strade''.

Il problema, o meglio le contestazioni da parte dei guidatori 'fotografati' dall'autovelox, sta tutto nel suo utilizzo. ''Certo, rimane un ampio margine di contestazione da parte del cittadino - sottolineano - ma se gli operatori seguono le modalità indicate dal codice della strada, secondo le quali l'autovelox deve essere preventivamente e adeguatamente segnalato, non ci sono dubbi né contestazioni di sorta''.

Quanto all'utilizzo di queste strumentazioni, spiegano, deve essere essenzialmente quello della prevenzione e in ogni caso lo stesso ministro Alessandro Bianchi sottolinea che ''rimane sempre il fatto che chi ha infranto il codice della strada violando i limiti di velocità deve essere sanzionato''.

Dal ministero si torna poi a ribadire che ''ad oggi, i vari controlli e le verifiche sulla taratura prima dell'omologazione ne fanno uno strumento più che sicuro. Anche se poi, come sempre, la via preferibile è quella della contestazione immediata''. Riguardo infine agli effetti della patente a punti, i tecnici del ministero spiegano: ''Certo, nel 2001 primo anno, c'è stata una riduzione del 20% degli incidenti ed è una diminuzione che è continuata negli anni. Ovviamente non si poteva pretendere di ridurre del 20% gli incidenti di anno in anno ma la validità della patente a punti rimane ancora oggi''.



fonte: www.corrieredelweb.it

Comunicato Stampa: Nuove sfide di Marketing Territoriale - Workshop - Mercoledì 15 novembre 2006 Camera di Commercio di Pavia

Camera di Commercio di Pavia
 
Comunicato Stampa

Workshop

 Nuove sfide di marketing territoriale
Prospettive di sviluppo locale per la Provincia di Pavia

Sala Consiliare -  Camera di Commercio di Pavia
Via Mentana, 27 - Pavia 

Mercoledì 15 novembre 2006 a partire dalle ore 9

Pavia, 6 novembre 2006

Nell’ambito del progetto di Marketing Territoriale che la Camera di Commercio di Pavia ha attuato a partire dal 2000 in collaborazione con Formaper (Azienda Speciale della CCIAA di Milano), volto a potenziare lo sviluppo locale di Pavia e Provincia e a diffonderne una immagine più competitiva, viene organizzato questo workshop aperto alla collettivita', con la finalita' di rendere pubblico il lavoro svolto sino ad ora e gli obiettivi fin qui raggiunti per lo sviluppo socio-economico e turistico di Pavia e Provincia e dibattere sulle nuove sfide di Marketing territoriale.

Questo Workshop rappresenta non solo l’occasione per illustrare sinteticamente il percorso intrapreso dalla CCIAA di Pavia e le ultime iniziative attuate per la promozione e lo sviluppo del suo territorio, ma soprattutto intende favorire un confronto aperto sulle piu' recenti posizioni in tema di marketing territoriale e aprire un dibattito costruttivo sulle prossime possibili strategie e azioni di intervento.

In questa occasione verra' presentato e distribuito il libro Promuovere il territorio. Guida al Marketing Territoriale e strategie di sviluppo locale (a cura di Paolo Rizzi e Alessandro Scaccheri - Franco Angeli, Milano 2006), frutto dell’intenso lavoro realizzato dalla Camera di Commercio di Pavia negli ultimi sei anni.

Il Workshop si sviluppera' attraverso una serie di interventi di esperti noti a livello nazionale e altamente qualificati, moderati dal Professor Matteo Giuliano Caroli dell’Universita' Luiss Guido Carli di Roma.

Al Workshop interverranno:

 Piero Mossi, Presidente della Camera di Commercio di Pavia
Alessandro Scaccheri, Formaper – Dirigente Azienda Speciale della CCIAA di Milano
Paolo Rizzi, Docente di Economia Locale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
Marco Berchi, Direttore “Qui Touring” - Touring Club Italiano
Marco Cele', Confindustria Lombardia - Referente Politiche industriali, ricerca e innovazione
Mario Lupo, Provincia di Torino – Referente Sviluppo locale e Marketing Territoriale
Laura Campanini, Servizio Studi e Ricerche di Banca Intesa

In allegato il programma della giornata.

Si prega di confermare la propria presenza al Workshop via e-mail al seguente indirizzo: info@silviatrovato.com o ai numeri 02/45.48.41.90 - 348/0006859.
Nell'eventualità di pubblicazione, vi prego di segnalarlo via e-mail all'indirizzo sopra citato.

Ufficio Stampa: Silvia Trovato Comunicazione, tel: 02/45.48.41.90 - 348/0006859 - info@silviatrovato.com

Silvia Trovato Comunicazione
Ufficio Stampa & Organizzazione Eventi
Via A. Zezon, 10 - 20124 Milano
Tel/fax: 02/45.48.41.90 - 348/0006859
 
Nota: ai sensi della legge 675/1996 e in adempienza al decreto legislativo 196/2003 sulla tutela dei dati personali, la informiamo che, nei nostri database, sono presenti informazioni anagrafiche relative alla sua persona e/o società. Tali informazioni sono state reperite attraverso fonti di pubblico dominio, e-mail che le hanno rese pubbliche o adesioni da noi ricevute. Tutti i destinatari della presente comunicazione sono in copia nascosta. Qualora non desiderasse più ricevere i nostri messaggi, può inviare una e-mail a info@silviatrovato.com, con oggetto: "Cancellami". Grazie.

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota