lunedì 12 settembre 2016

100 MARATONE IN 100 GIORNI CONSECUTIVI è un progetto che unisce sport e solidarietà e che nasce dal semplice assunto che lo sport può assumere valori alti e di forte impatto se diviene occasione per dedicarsi agli altri. La sfida oltre il limite umano messa in atto dal Presidente dell'Associazione RUNNING ON LOVE. AIUTATEMI A BATTERE IL RECORD DEL MONDO!!!!

Scrivo per conto dell'Associazione RUNNING ON LOVE in qualita' di Presidente.
Si tratta di un'associazione no-profit contro le discriminazioni e pregiudizi gravitanti intorno al mondo della DISABILITÀ e la mala giustizia degli AFFIDI MINORILI e dell'uso ed abuso della PSICHIATRIA utilizzata come mezzo di controllo sociale.

Art.2 dello Statuto dell'Associazione RUNNING ON LOVE
Finalità
L'Associazione Running On Love persegue i seguenti obiettivi e scopi:
- l'obiettivo è quello di fornire un orientamento utile al pubblico, agli associati fruitori, alle istituzioni pubbliche e private, a prescindere dalla loro iscrizione alle associazioni di categoria, e promuovere l'impegno nella lotta alla discriminazione, in tutte le sue espressioni, contro i "disabili" utilizzando quale veicolo universalmente riconosciuto l'attività sportiva, ed, inoltre, tutelare principalmente i diritti dei "disabili" intesi nella definizione universale data dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS);
- diffondere la cultura artistica e musicale a livello nazionale ed internazionale;
- ampliare la conoscenza della cultura sportiva unita alla conoscenza delle problematiche legate alla Disabilità in tutte le sue espressioni attraverso contatti fra persone, enti ed associazioni;
- proporsi come luogo d'incontro e di aggregazione nel nome d'interessi culturali assolvendo alla funzione sociale di maturazione, di crescita umana e civile, attraverso l'ideale educazione permanente;
- tutela in ogni sua accezione dei diritti dei "Disabili".

Art. 3 dello Statuto dell'Associazione RUNNING ON LOVE
Oggetto sociale
L'Associazione Running On Love per il raggiungimento delle sue finalità intende promuovere varie attività in particolare:
- attività culturali: convegni, conferenze, dibattiti, seminari, proiezioni di film e documentari, concerti, lezioni, corsi di formazione;
- favorire ed organizzare mostre, manifestazioni sportive, culturali, rassegne, festival, conferenze, concorsi, premi, saggi, concerti, musical ed ogni altra forma di spettacolo, legata al mondo della disabilità;
- gestione della promozione, formazione ed immagine del singolo associato;
- attività editoriali: progettazione, creazione e diffusione di prodotti editoriali, libri, riviste, giornali, portali Web, cataloghi, cd multimediali, etc.;
- attività educativa – formativa: laboratori, corsi, workshop, centri ludico ricreativi e sportivi;
- creazioni di reti territoriali, nazionali, europee ed internazionali con finalità educative, formative, culturali ed umanitarie;
- promuovere la collaborazione fra enti, associazioni nazionali, europee ed internazionali con finalità similari;
- attività di ricerca storica e culturale anche con creazione di banche dati e biblioteche;
- accesso a bandi e progetti nazionali ed internazionali anche in ATL.

Questa crescita, senza dubbio positiva, richiede all'Associazione RUNNING ON LOVE degli sforzi ulteriori rispetto a quelli, ENORMI, che già si sta facendo.
Stiamo quindi cercando il sostegno economico di aziende che condividano con noi mission e per realizzare un sogno. Speriamo che voi con la vostra azienda possiate dare un contributo sotto forma di sponsorizzazione; per noi sarebbe un aiuto enorme e un riconoscimento degli sforzi che un gruppo di volonterosi sta facendo. Qualunque importo decideste di erogare per la sponsorizzazione, dopo averci pensato alla luce del progetto che abbiamo in parte esposto qui di seguito e che vorremmo potervi direttamente presentare, noi lo accoglieremmo con grande entusiasmo ed apprezzamento. Alleghiamo una prima serie di informazioni utili per conoscere meglio ed apprezzare l'operato della nostra associazione e spero di poter fissare con voi un incontro dove spiegarle meglio il nostro operato.
Vi ringrazio dell'attenzione e porgo i migliori Saluti.

PROGETTO PER LA RICERCA DI SPONSORIZZAZIONI. E' UN TENTATIVO DI BATTERE IL RECORD DEL MONDO IL MIO. MA PUR ESSENDO UN PREPARATORE ATLETICO HO BISOGNO DI UN TRAINER ANCHE IO. IO AVREI UN CENTRO PRESSO CUI ALLENARMI MA MI MANCANO I FONDI PER SOSTENERE IL TUTTO. ECCO UN MINIMO DI PROGETTO COME DA VOI RICHIESTO.

La pagina facebook dell'associazione RUNNING ON LOVE è https://www.facebook.com/andrea.brusa.runningonlove/
Il sito web ancora in fase di ultimazione (non tutte le sezioni sono completato ed il sito non è ancora ottimizzato) è http://www.andreabrusa.it/runningonlove/

CORRERE PER AMORE: Oltre ogni nostro limite: quando pensi di non farcela, è quello il momento di dare di più! Il moderno Forrest Gump: 100 maratone in 100 giorni (e forse anche di più) per fare beneficenza e dimostrare alla sua famiglia il suo spirito di sacrificio e la superabilità di ogni nostro limite umano se alla base c'è una forte motivazione.

100 MARATONE IN 100 GIORNI CONSECUTIVI è un progetto che unisce sport e solidarietà e che nasce dal semplice assunto che lo sport può assumere valori alti e di forte impatto se diviene occasione per dedicarsi agli altri. La sfida oltre il limite umano è messa in atto da un ultramaratoneta di nome Andrea Brusa, ex artista circense, preparatore atletico nel campo dell'acrobatica a terra e del verticalismo ed acrobata, corridore inizialmente non professionista, che per amore per la propria donna e armato dalla volontà di riconquistarla a quasi 50 anni d'età mette a disposizione il suo spirito di sacrificio, la sua esperienza personale nel mondo della disabilità, della cultura della diversità, nonché la sua determinazione riunendo persone di diversa età, cultura, estrazione e professione accumunate dalla volontà di fare qualcosa di concreto per chi ha bisogno e soprattutto per i bambini il tutto sotto l'egida dell'associazione RUNNING ON LOVE di cui Andrea Brusa è Presidente. Un gruppo aperto a tutti coloro che hanno passione per lo sport e la natura e che vogliono scoprire quanta gioia ci sia nel mettersi concretamente in gioco al servizio degli altri mostrando a tutti quanto nulla sia impossibile ottenere e quanto i limiti umani siano superabili quando si ha di fondo la giusta motivazione…. in questo caso L'AMORE. Si dice che un amore finisce quando smette di essere sognato….. Andrea in questo non si arrende…. e continuerà a sognare… per sempre…. perché non possa finire MAI. Esiste un limite di chilometri consecutivi che un uomo può correre? Il corpo umano è una macchina straordinaria e ritengo che stiamo solo cominciando a capire fino a che punto è realmente in grado di spingersi. Il limite fino a cui ciascuno può correre è più una questione di percezione a livello mentale che una questione reale. Credo che ci sarà sempre un interesse da parte degli atleti per l'esplorazione dei limiti del proprio potenziale. E le prove di endurance sono sicuramente un ottimo modo per sperimentarla.

I limiti sono nella nostra testa, sono dettati dalle nostre paure, spesso sono solo scuse. Il limite si identifica con il dubbio, con quello che pensano "gli altri" e proprio dagli "altri", in questo caso dobbiamo diffidare. Chi ci ama ci dirà sempre di andare avanti, provare, tentare, e se anche qualcosa dovesse andare in maniera diversa, sicuramente chi ci ama, ci sosterrà sempre e ci prenderà come esempio.

Il solo limite è dato dalla nostra forza fisica, ma anche a questo è possibile trovare una soluzione, un altro limite la malattia, ma anche essa si può sconfiggere. Forse, se proprio devo essere sincero, il vero limite è dato dalla forza della natura ma un uomo ben addestrato può sopra ad ogni cosa.

Se vuoi veramente qualcosa, non c'è miglior arma della determinazione, ovviamente spesso è una questione di carattere, non credo si nasca "arrendevoli", penso sia più una questione di "circostanze", ovvero dalle possibilità offerte dal luogo in cui nasci, dai tuoi genitori, dall'educazione, dalla scuola, dalle tue idee che giorno per giorno si fanno sempre più chiare e ti identificano con la tua stessa vita. Puoi essere quello che vuoi, basta che tu ci creda, perché la forza è dentro ad ognuno di noi ma dobbiamo crederci veramente ed intensamente altrimenti non sarà mai abbastanza la nostra forza e la nostra determinazione.

Ogni "grande" della storia ha costruito su di sé una piccola storia da cui è partito. Non è sempre e solo una questione di fortuna o di destino, se è vero che in parte il nostro percorso lo abbiamo scritto, è altrettanto vero che noi siamo gli unici in grado di "rimescolare le carte" e creare qualcosa di veramente unico per noi stessi. Ci vuole spesso molto coraggio ma se senti di volere qualcosa a prescindere da tutto e da tutti, allora prova, si, almeno prova!

La mia prima corsa in assoluto è durata non più di 20 minuti. Al mio rientro, tra un affanno e un crampo, il primo pensiero è stato: "Ma chi è quel folle che oserebbe correre una maratona INTERA???". Da quel momento sono passati 5 mesi e mezzo… Sono ancora convinto che chi corre una maratona sia un folle, sia chiaro. Ciò che è cambiata è la mia prospettiva rispetto all'argomento. Sono passato dall'esserne spettatore, al tuffarmi a capofitto. Non verso la maratona. Verso l'Ultramaratona a tappe. Non devi essere meglio degli altri. Devi essere meglio di te stesso. Ciò che mi attende nei prossimi giorni è un evento carico di significato personale. È la conferma che passo dopo passo… se fortemente motivato… come L'AMORE IMMENSO che io provo per mia moglie e mia figlia…. ingiustamente sottrattami da un sistema Giustizia marcio…. si può arrivare veramente lontano, pur non comparendo negli albi d'oro delle svariate manifestazioni. Perché una disciplina come il trailrunning insegna che non devi necessariamente essere migliore degli altri per sentirti un grande atleta, in quanto ognuno combatte contro i propri fantasmi, la paura di non riuscire, i propri limiti. E quando il sorriso sul volto dei primi, non ha nulla da invidiare a quello stampato sul volto degli ultimi, allora lì capisci quanto la fatica sia il minimo comun denominatore, che ci rende tutti uguali di fronte al proprio personale traguardo. In questi mesi di preparazione, più o meno improvvisata, ho imparato a dare meno importanza ai numeri e a focalizzare l'attenzione sulla sensazione fisica e mentale di ciò che sto compiendo. E ho scoperto che ciò che fino a qualche mese fa mi sembrava quasi impossibile fare, ora è diventato un gesto quasi naturale. E non parlo solamente di prestazione, ma di attitudine mentale. Ho imparato a percepire ogni muscolo del mio corpo (ho perfino scoperto muscoli che prima ignoravo) e ogni movimento. Forse se avessi seguito in maniera ferrea qualche tabella da super-pro, ora sarei sicuramente più allenato di oggi, ma meno consapevole di quello che sto per fare. Perché correre è un viaggio. E il mio, sarà un viaggio lungo una vita con l'intento di scoperchiare il vaso di Pandora di un sistema sballato… di riconquistare mia Moglie Chiara….. e di dimostrare che a Lei ed a tutti quanto i limiti non esistano….e fare tanta beneficenza per i bimbi che ne hanno più bisogno. e questo attraverso L'ULTRAMARATONA.

L'uomo non può vivere senza amore. Egli rimane per se stesso un essere incomprensibile, la sua vita è priva di senso, se non gli viene rivelato l'amore, se non s'incontra con l'amore, se non lo sperimenta e non lo fa proprio, se non vi partecipa vivamente.

Le domande che l'uomo si pone sul senso della vita hanno sensi diversi. Già per questa ragione le risposte che ad esse si danno hanno di solito sensi diversi. E questo è vero anche quando queste risposte suonano ugualmente. Dietro la forma di una stessa parola possono esserci infatti significati diversi di essa. Ciò si verifica in particolare quando, come risposta alla domanda sul senso della vita, viene pronunciata la parola "amore".

L'amore, è stato detto, ha "più di un nome". Nulla di strano in questo. Non solo l'amore ha molti nomi. La realtà stessa può essere espressa in modi diversi. Sembra, però, che gli autori di quella opinione sull'amore avessero in mente un'altra cosa. Forse volevano dire che la parola "amore" ha più significati. Intendevano forse con questo dire che amore è un termine ambiguo? Invero molti elementi fanno pensare che tra i tanti significati di questa parola alcuni vanno veramente assai poco o praticamente nulla in comune tra loro.

In ogni caso L'AMORE con la A maiuscola, quello per la mia famiglia, MIA MOGLIE CHIARA e mia FIGLIA BIANCALAURA è quello che mi mosso a correre… ho voluto dimostrare loro quanto siano grandi le risorse di un uomo quando alla base di tutto vi sono forti motivazioni…il superare i propri limiti…. lo faccio per loro ma per tutti coloro che ancora non sanno quanto i limiti siano solo questione di testa….. Spero la mia famiglia possa un giorno essere orgogliosa di me…

Per info CONTATTATEMI SUL +393294905844

Andrea Brusa
Presidente Ass. RUNNING ON LOVE

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota