Cerca nel blog

venerdì 20 ottobre 2017

Mariella Ghirardani: "Pittura come materia. Materia come pittura"

Amy-d Arte Spazio, Milano
"Mariella Ghirardani. Perlux, cod. 8300. La natura intima della materia"
19 ottobre - 10 novembre 2017 

Testo di Rosella Ghezzi 

(segnalato da Press e Comunicazione Vittorio Schieroni) 

Pittura come materia. Materia come pittura. Che in questi ultimi lavori di Mariella Ghirardani prende a prestito dalle nuove tecnologie materiali inediti e dagli effetti sorprendenti.

Pigmenti nanotecnologici iridati, come Perlux cod. 8300, fogli termici di graphene trasparente e graphene copper, impiegati in ambito aerospaziale, che emanano ultrasuoni impercettibili per l'uomo.

Materie particolari che conducono il lavoro dell'artista, ne guidano il procedimento operativo, l'attenzione mirata ad un impiego che ne esalti le qualità più profonde, l'imprevedibilità nel risultato finale inedito.

Un esito che, ancora una volta, ricerca la dimensione spaziale sulla piattezza della tela, in linea con la formazione dell'artista, allieva dello scultore Hidetoshi Nagasawa.

Ma non è lo spessore materico ad interessarla, lo "strato" fisico dell'opera,  la corteccia accidentata di rilievi e profondità colorate, è invece la sua pelle, una pelle sottile e diafana, dalla grana fine e luminosa.

Come in "Oceano luce", in cui la particolare qualità del pigmento, mai alterata dal tocco del pennello, restituisce una luminosità purissima, dai riflessi opalini che esaltano la luce rendendola vibrante, come una pura energia inseguita e in qualche modo fissata sulla tela.

E in "Lost Horizon", dove un effetto di purissimo bianco-luce si sovrappone al bianco grezzo della tela, creando incontri tra zone luminose e opache, in un gioco di raffinate modulazioni. Interrotte dalla lieve ombra del filo bianco e sottile, che proietta la sua direzione orizzontale, distinguendo alto e basso.

Mentre in "h2O", l'immagine della molecola dell'acqua traspare con i suoi tre cerchi celati dalla stesura reticolare, tra colpi di luce dove il colore perlaceo assume riflessi caldi e dorati.

E poi "Rose vibration" e "Minimal Blue", in cui la superficie sottilmente stratificata del colore è interrotta dall'inserto di aste di ferro che definiscono direzioni e profondità, e da forme rilevate che accidentano la tela creando effetti tridimensionali. O in "Air mouvement" mossa dagli effetti cromatici; e ancora, in "Svolto" con la tela pigmentata in rosso che si srotola da un tubo, creando un notevole dinamismo.

Infine, "Re- reading", dal fondo rosa pallido, è posta su un cavalletto tradizionale, schizzato di macchie colorate, offrendosi allo sguardo come nella migliore tradizione espositiva, ed evidenziando un senso di profondità, aperto dal riquadro di ferro sovrapposto alla tela, quale quadro nel quadro, ridondante e ironico.

E invece, nelle sculture si contrappongono le diverse qualità dei materiali, come in "Single Power", che pone a confronto la consistenza sorda e spessa del cemento con la materia vibrante del graphene, dorato e trasparente.

Un corpus di opere che conferma, ancora una volta, la capacità dell'artista di affrontare ogni nuova materia, facendola propria, valorizzandone le caratteristiche più intrinseche per piegarle nell'atto creativo all'idea, all'intuizione generata dalla stessa materia. Senza tralasciare l'interesse per una spazialità dilatata che va oltre i limiti stessi della superficie, in una ricerca di profondità tridimensionali che annulla i limiti tra pittura e scultura, generando opere vibranti e cariche di energia.


Nessun commento:

Posta un commento

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota