Cerca nel blog

martedì 4 febbraio 2014

COMUNICATO STAMPA - Gioco d'azzardo, prevenire la dipendenza imparando a coglierne i segnali. Gli psicologi spiegano come intervenire anche in famiglia

Gentile collega,
Il supporto alle famiglie come prevenzione alle dipendenza del gioco d'azzardo. Le indicazioni degli psicologi di Webmedicine.it, il primo portale per le consulenze specialistiche on line.

Buona giornata
Marco Parotti

COMUNICATO STAMPA

Gioco d'azzardo, prevenire la dipendenza imparando a coglierne i segnali
Gli psicologi spiegano come intervenire anche in famiglia

«La prevenzione parte dal supporto a chi è vicino alle persone a rischio», dicono gli specialisti del portale di consulenze online webmedicine.it

Combattere la dipendenza del gioco coinvolgendo e sostenendo chi vive accanto ad un "malato da gioco". Prevenzione non è solamente spostare o vietare le macchinette, ma aiutare i familiari di una persona a rischio a riconoscere i segnali di una possibile dipendenza, permettendo di evitare danni economici, ma soprattutto sostenendolo verso un percorso terapeutico. «È importante che chi vive al fianco di una persona affetta da ludopatia sappia come leggere i segni e sappia quali accorgimenti adottare per prevenire non solamente una situazione patologica, ma anche il pesante impatto economico che questo tipo di malattia solitamente ha», premette Stefano Angelini, psicologo di webmedicine.it, primo portale dedicato alle consulenze specialistiche online che ha attivato la nuova sezione dedicata alla psicologia (consulenzapsicoonline.it).
In Italia una persona su due nell'ultimo anno ha giocato d'azzardo almeno una volta. Ma c'è chi ha trasformato il gioco in problema: il Ministero della Salute (dati 2012) stima che il numero dei giocatori d'azzardo problematici possa variare dall'1,3 al 3,8% della popolazione, ovvero tra i 700mila e i 2 milioni di persone a forte rischio. Situazioni che rischiano di devastare famiglie e affetti. «Il gioco d'azzardo patologico (Gap) è riconosciuto come una malattia. Spesso è difficile da prevenire quando è ancora nello stato "problematico" e non ancora "patologico", ma chi vive accanto ad una persona di questo tipo può fare molto per aiutarla», spiega Angelini. «Trattandosi dell'inizio di una dipendenza, c'è la tendenza a negare i fatti o a raccontare bugie per far apparire la situazione del tutto normale. Il primo aiuto deve arrivare dalle persone vicine affinché la situazione non degeneri diventando patologica. È un aiuto fondamentale per prevenire».
Del resto, spesso sono i familiari a pagare le conseguenze. «Non è raro che per la persona venga chiesta l'estromissione dai conti: spesso chi è affetto da ludopatia non si rende conto dei soldi giocati e continua a giocare con la speranza che "tanto prima o poi" quegli stessi soldi gli torneranno sottoforma di vincita. Purtroppo questo non è vero: nel gioco d'azzardo il banco vince sempre».
Segnali come le bugie, il cambiamento di abitudini (per esempio i passaggi sempre più frequenti nei luoghi dove si trovano le slot), l'irritabilità quando si affronta l'argomento specifico, la perdita di relazioni anche importanti, una sempre maggiore richiesta di danaro sono indice di una situazione che si sta aggravando. «Solo chi è a stretto contatto con queste persone può cogliere i segnali del malessere». Ma, per esempio, come bypassare le menzogne? Prosegue lo specialista di webmedicine.it: «I familiari non devono essere lasciati soli: necessitano di un accompagnamento affinché possano affrontare il problema e non venirne travolti. Possono essere guidati sul percorso migliore da seguire per aiutare la persona cara a non ammalarsi, ma anche possono svolgere un'importante azione affinché sia la stessa persona a farsi aiutare prima che la situazione diventi patologia e particolarmente onerosa sotto il profilo economico».
Webmedicine.it mette a disposizione uno staff di specialisti psicologie psicoterapeuti. Non occorre muoversi da casa: per richiedere una consulenza è sufficiente registrarsi sul portale, indicare l'area di interesse e lo specialista, infine scegliere data e orario dell'appuntamento. Sulla base della disponibilità dello specialista, verrà fissato l'appuntamento in una fascia oraria ampia, dalle 7 alle 23.30. Il contatto avviene su una piattaforma riservata, gestita secondo stringenti criteri di rispetto della privacy, dove è possibile incontrare lo specialista e, mediante una videoconferenza, spiegare la propria problematica ottenendo così una consulenza mirata e, soprattutto, personalizzata.

Webmedicine.it - è il primo portale italiano dedicato alla consulenza medico-scientifica online. È stato costituito da persone provenienti da diversi background, con una lunga esperienza nel settore medico-sanitario e unite dall'idea di sviluppare idee innovative e tese a migliorare l'offerta sanitaria. Webmedicine.it è una piattaforma attraverso la quale è possibile ottenere consulenze di indirizzamento in varie specialità come genetica, andrologia, psicologia, cellule staminali, patologia clinica, ostetricia, nutrizione e gastroenterologia. www.webmedicine.it

Ufficio Stampa Webmedicine.it - Eo Ipso
Info: Marco Parotti - mail mparotti@eoipso.it, cell. 340.9665279

Nessun commento:

Posta un commento

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota