sabato 1 luglio 2017

Notte di note alla Croara di San Lazzaro di Savena - Notte per L.v.Beethoven

Grande successo per la rassegna Notti di Note a Croara, organizzata in ricordo di Luciana Gamberini nell'incantevole atmosfera dell'Abbazia di Santa Cecilia della #Croara.
Dopo #Bach e #Mozart, lunedì 3 luglio si concluderà in grande stile con una serata dedicata a #Beethoven.

Inizio concerto alle ore 21 in via Croara 21. Ingresso ad offerta libera a favore di Fondazione ANT Italia ONLUS

MIGRANTI, ALTIERI (DIT): IUS SOLI E' LOTTERIA 'SBARCA E VINCI'

Migranti, Altieri (Dit): "Ius soli di Renzi è biglietto lotteria 'sbarca e vinci'"

Così il deputato di Direzione Italia, Nuccio Altieri, intervenendo a "Dentro i fatti" questo pomeriggio su Tgcom24

 

"È inutile che sul fronte immigrati Renzi faccia la voce grossa con l'Ue sul contributo economico che l'Italia deve ogni anno alla comunità europea, perché quello che abbiamo di fronte è prima di tutto un problema criminale e come tale va innanzitutto contrastato. Così come è sconvolgente, in questa precisa fase storica, l'insistenza dello stesso Renzi e di tutto il Pd sullo Ius soli. Il messaggio che passa è devastante: praticamente una sorta di biglietto della lotteria 'sbarca e vinci', un incentivo pericoloso all'aumento delle partenze dei migranti. Le responsabilità dei governi Renzi/Gentiloni sono enormi". Così il deputato Nuccio Altieri di Direzione Italia, intervenendo a 'Dentro i Fatti' su Tgcom24.

"Dall'altro lato del Mediterraneo ci sono infatti pericolosi scafisti ed organizzazioni criminali che senza scrupoli praticano la tratta degli essere umani, il più grosso business criminale degli ultimi anni. Ieri anche la Puglia – ha detto Altieri - è stata interessata dallo sbarco di oltre 400 migranti, tre in gravi condizioni, molti minori non accompagnati e donne incinte, fortunatamente salvati in mare, al contrario di altri migranti che sono dispersi, lì dove veri e propri assassini li hanno abbandonati".

"E allora bisogna intervenire direttamente nelle acque libiche, perché è fondamentale bloccare le partenze – ha concluso -  e con esse questo business, piuttosto che dibattere su dove devono attraccare le navi. La chiusura dei porti è dunque soltanto il primo segnale. Occorre passare alla terza fase della missione europea EunavFor Med, consentendo alle navi militari internazionali di agire nelle acque libiche".

 

Bari, 1 luglio 2017




--
www.CorrieredelWeb.it

GAY PRIDE - I FUORICENTRO INVITANO A PARTECIPARVI



I FUORICENTRO INVITANO

A PARTECIPARE AL GAY PRIDE


Maurizio Camuti, leader dei FUORICENTRO, ha lanciato sui social un video-messaggio in cui invita tutti a partecipare ai Gay Pride che si terranno nelle varie città italiane.

È una cosa che sta molto a cuore alla band milanese, autrice del successo "Pia Contessa", canzone molto apprezzata anche dal mondo LGBT e dall'ARCIGAY.

"Pia Contessa affronta in maniera totalmente inusuale e unica il tema dell'omofobia secondo il punto di vista dell'omofobo represso" - racconta Maurizio Camuti - "È una canzone che tocca un argomento delicato ed estremamente attuale come l'omofobia e l'omofobia interiorizzata con tono ironico, irriverente e goliardico, con l'intento di scrivere qualcosa di 'diverso', una realtà sconosciuta ai più ovvero l'omofobo etero fasullo e represso, invidioso e spaventato della libertà altrui. Uno frustrato che nutre pulsioni irrefrenabili verso coloro che al bar con amici, al ristorante, tra i discorsi con i familiari, rifiuta e disprezza. Un 'carnefice' che è a sua volta vittima di se stesso e della sua educazione, costretto a manifestare le proprie pulsioni in gran segreto, con il travestitismo o banalmente attraverso incontri occasionali, nei momenti liberi rubati, nei parcheggi, insomma in posti e con persone che non potranno essere testimoni dell'inconfessabile Di fatto è un omofobo (represso) come la maggior parte di questi ultimi, a mio avviso!"





(Per chi volesse embeddare il video: <iframe src="https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2F486201285603%2Fvideos%2F10158857198385604%2F&show_text=0&width=560" width="560" height="315" style="border:none;overflow:hidden" scrolling="no" frameborder="0" allowTransparency="true" allowFullScreen="true"></iframe>)



Ufficio stampa Fuoricentro
Laura Frigerio
3391434112








venerdì 30 giugno 2017

CANNABIS TERAPEUTICA, ZULLO E MANCA: LE SOFFERENZE DI NICOLA, CLAUDIA E MATTEO NON INTERESSANO EMILIANO

Il presidente del gruppo di Direzione Italia, Ignazio Zullo, e il consigliere regionale, Luigi Manca, anche nella sua veste di vice presidente Commissione Sanità spiegano che la "politica" questa volta ha davvero fatto tutto, manca chi controlla

 

 

La denuncia di Nicola, barese di 48 anni, affetto da Slerosi Multipla, che allevia il suo dolore con la cannabis terapeutica, che non sempre riesce a recuperare tramite farmacie della Asl, tant'è che è costretto a ricorrere sul mercato illegale non è l'unica. Anche la barese Claudia e il salentino Matteo, ci hanno denunciato le stesse difficoltà. Anche loro usano gli stessi farmaci (Bedrocan e Bediol), anche loro hanno difficoltà di procurarseli e a questo aggiungono che, non essendo a carico del Servizio Sanitario Regionale, devono sopportare una spesa mensile di oltre 200 euro.

Ora è difficile spiegare loro, ma anche ai tantissimi ammalati di pugliesi che si trovano nella loro condizione che la "politica" in questo caso ha davvero fatto tutto quanto: come Direzione Italia ci siamo fatti carico fin dall'inizio del problema offrendo all'assessore alla Sanità, il presidente Emiliano, anche una bozza di regolamento che mancava alla Legge regionale. Il regolamento è stato approvato e anche data attuazione. E appare evidente che il meccanismo si è inceppato nella fase burocratica. Proprio quella sulla quale dovrebbe vigilare l'assessore Emiliano, che dovrebbe dar seguito alle linee politiche dettate dal Consiglio regionale, per altro all'unanimità.

E' chiaro che i dolori e le sofferenze di Matteo, Claudia e Nicola e di centinaia di pugliesi interessano poco a chi passa più tempo seduto nei talk show nazionali che non sulla poltrona di assessore alla Sanità della Puglia.

Bari, 30 giugno 2017





--
www.CorrieredelWeb.it

Premio Ischia Internazionale di Giornalismo: Francesca Landi riceve il riconoscimento Comunicatore dell’anno per il sociale

EMBARGATO ALLE 20.30 DEL 30 GIUGNO 2017

NOTA STAMPA

Premio Ischia Internazionale di Giornalismo: Francesca Landi riceve il riconoscimento Comunicatore dell'anno per il sociale

30 giugno 2017 – Francesca Landi, Responsabile relazioni esterne e con i media di ActionAid Italia riceve questa sera, nella suggestiva cornice della Darsena Isabella, il Premio Ischia Internazionale di Giornalismo nella categoria Comunicatore dell'anno per il sociale. Fra le motivazioni della giuria, la sua determinazione nel mostrare i problemi reali, sfruttando al meglio modalità e strumenti di comunicazione innovativi.

Francesca Landi, nel ringraziare la giuria e tutti coloro che hanno reso possibile questo percorso, dichiara: "Questo Premio arriva in un momento difficile per le ONG, a causa delle polemiche sul loro ruolo nelle operazioni di salvataggio in mare dei migranti. Occorre riflettere sul fatto che basta davvero poco per gettare fango su un intero settore, sul lavoro di professionisti che si impegnano quotidianamente per dar voce a chi non ne ha. Sono felice che grazie al Premio si possa parlare di un non profit che funziona, che offre stimoli positivi orientati all'impatto sociale e al bene comune, che sono motore di cambiamento."

Il Segretario Generale di ActionAid Marco De Ponte esprime soddisfazione per questo riconoscimento: "Siamo molto felici nel vedere una donna leader, come Francesca, diventare simbolo del nostro modo di intendere l'impegno professionale: serietà, affidabilità, calore, coinvolgimento dei colleghi e coralità d'azione. Sono questi gli elementi che caratterizzano il modo di essere e di lavorare di ActionAid e il Premio ricevuto oggi da Francesca riflette proprio questo".

Foto di Francesca Landi: https://drive.google.com/file/d/0BwF2Qu-gdezGbXlXZ25DWDFiOUE/view?usp=sharing

Per informazioni
Ufficio Pubbliche Relazioni e Media ActionAid Italia International
via Tevere, 20 - 00198 Roma
Tel. +39 06 45200526
Barbara Antonelli, Deputy Head of Public and Media Relations Unit Tel. 06 45200526 Cell. 39 3385706446 barbara.antonelli@actionaid.org<mailto:barbara.antonelli@actionaid.org>
Fabiana Costantino, Public relations and event Officer Tel. 06 45200530 Cell. 333 3152052 fabiana.costantino@actionaid.org<mailto:fabiana.costantino@actionaid.org>
Francesca De Santis, Local Media Relations Officer Cell.3407202483 francesca.desantis@actionaid.org<mailto:francesca.desantis@actionaid.org>


Ufficio Stampa ActionAid Italy
via Tevere, 20 - 00198 Roma
Tel. +39 06 45200526
Mob. +39 3385706446

PUPI DI SURFARO “SOLDATINO” È IL SECONDO SINGOLO ESTRATTO DALL’ALBUM “NEMO PROFETA”


Il delicato tema della guerra è affrontato con ironia e tono canzonatorio, come nel perfetto stile della band siciliana.


La follia della guerra, in questo brano, è trattata con estrema semplicità intellettuale ed emotiva. Rievocando uno schema di canti fanciulleschi molto ricorrente nella tradizione popolare, ironicamente, viene affrontato un tema tanto scabroso.





DICONO DI LORO


«Band rivelazione dalle potenzialità clamorose. Pupi infiammabili come fiammiferi rivoluzionari. Teatro e cunto, rap, elettronica e rock... un trio mai visto. Impressionante il leader Salvatore Nocera, figlio de "Il bombarolo" di De Andrè. Musica militante con un eccitante pop appeal». Marco Mangiarotti


«Sembrano i Prodigy alla siciliana. A livello di esecuzione questi ragazzi sono delle macchine. C'è l'appeal giusto ed una buona energia che cattura l'occhio dello spettatore. Un progetto dalle ottime potenzialità». Tour Music Fest


«Forti, tosti, potenti, convincenti, esplosivi, impegnati e assolutamente sui generis, questo dinamico e musicalmente affiatatissimo trio siculo convince con quest'ultima fatica discografica d'impatto, ragionata, dal sound che rapisce ed ipnotizza fin dal primo ascolto». Mei Web


«Nemo Profeta lascia una traccia indelebile e scava un nuovo percorso nella storia del Combat Folk». Mediterraneo


«Troppo originale e unico per essere in qualche modo definito. Qualcosa di speciale che spazia dalla sperimentazione alla genialità, passando per un gusto innato nel mescolare, ma con sintesi mirata che porta a risultati strabilianti. Sonorità che abbracciano stili diversi creando una coabitazione musicale senza precedenti. Un'eccellenza pregiata in ogni traccia che si rincorre e si sorpassa, che si riprende e si afferma in una corsa a perdifiato che termina su un'isola sconosciuta ma subito amata». Quadriproject



«Un disco sicuramente da ascoltare e riascoltare […] un'evoluzione del folk davvero colta, sia dal punto di vista testuale-letterario che degli arrangiamenti che osano davvero moltissimo appagano le esigenze di coloro che […] esigono novità e sperimentazione». Audio Follia


«Nemo Profeta è il disco perfetto per chi vuole intraprendere un lungo viaggio nelle ombre della splendida Sicilia e farsi catturare dal suo lato oscuro». Nonsense Mag


«Un sound accattivante e decisamente ricco di fascino […] questi nove inediti dimostrano in più passaggi come si riesce a stregare l'ascolto con un linguaggio che di tanto in tanto torna a somigliare a qualcosa di conosciuto». Raro Più


«Con Nemo Profeta i Pupi Surfaro divulgano un contenuto molto interessante. Un intreccio di timbri folk, elettro e rock in cui l'uso della parola è pregnante, originale, graffiante […] in cui in ogni traccia riconosciamo uno slogan di verità, un inno all'insurrezione, un grido di sovversione». My Dreams


«I Pupi di Surfaro portano in scena un disco che definirlo folk è un'eresia…sono le radici della Sicilia ad incontrare la trasgressione digitale europea e la libertà (vera questa volta) di espressione… testuale quanto melodica». Blog della Musica


«Il nuovo disco dei Pupi di Surfaro fa esattamente questo. Un altro "collettivo" che alla musica destina un significato profondo, di popolo, di rivalsa, di verità…di libertà». Just Kids Magazine


«Generoso, intramontabile sotto certi punti di vista, futuristico e direi anche salvifico. Il Nu Kombat Folk siciliano che porta la firma dei Pupi di Surfaro è segno dei tempi che non stanno fermi a guardare». 100Decibel


«In questo bellissimo disco […] racchiudono dentro la rabbia e il bisogno di rivalsa che c'è e che vorrebbero vedere negli occhi di una nuova rivoluzione per un mondo migliore». VentoNuovo


«I Pupi cantano nuova vita e nuova speranza, vorrebbero avere un mondo senza guerra e invitano all'intelligenza, all'ascolto, al confronto». Sound Contest


«Nemo Profeta dunque è un bellissimo disco, troppo siciliano, molto italiano […] suoni veri e suoni digitali in perenne convivio. Si balla e si riflette, ci si emoziona e ci si diverte». Music Letter


«Un trio con le parole pesate, giuste e soprattutto intelligenti […] un Kombat Folk digitale che di certo le origini della tradizione le usa come contentino di partenza. Per il resto c'è carne al fuoco che arde e non sconti a nessuno». Radio Tweet Italia


«Musica di rivolta, musica che un tempo forse erano cori contadini ed oggi invece sono saette digitali a contaminare e contaminarsi di mondo intero […] non è un'opera che si può consumare di sottofondo e senza troppa intelligenza, è un lavoro che richiede attenzione nei dettagli…dietro l'angolo ci sono sfumature culturali di un popolo intero prima ancora che semplici passaggi di gusto musicale». Dea Press


«Antico e moderno, melodia e rumore, acustico ed elettrico si sposano a testi graffianti, provocatori e dissacranti […]questo terzo album dei Pupi Di Surfaro non può che confermarci pienamente le buone impressioni ricevute dal lavori precedenti». Blog Foolk


«Nemo profeta è un disco molto naturale, con il gusto del vero artigianato musicale. Il suo maggior merito è che va dritto al punto, senza sovraccaricare troppo e con un bel lavoro sulle parole». Il Blog dell'Alligatore


«Impossibile apprezzare le tante, troppe, sfumature di questo "Nemo Profeta" con pochi e disinteressati ascolti. Per fruire di tutta la sua carica rivoluzionaria serve […] soffermarsi a cogliere i tanti elementi nascosti che colorano ed ammantano testi, titoli, arrangiamenti, rendendolo un prodotto frizzante, al passo coi tempi senza essere modaiolo, caleidoscopico e al contempo autentico». Good Times Bad Times


«I Pupi di Surfaro hanno fatto un grande lavoro e hanno realizzato nove canzoni che trasudano amore per una vita pura, reso musicalmente in una maniera molto coinvolgente». Viva Low Cost


«Nemo Profeta è il titolo di un disco che è una sorpresa di creatività ed eclettismo non fini a se stessi ma canalizzati verso la composizione di un disco perfetto, che ha sostanza, contenuti, struttura musicale e melodica». Clap Bands



BIO.

Il progetto Pupi di Surfaro nasce con l'intenzione di riscoprire la musica popolare siciliana. Di ricollegarsi alle proprie radici folk. L'impegno sociale e politico è sempre stato imprescindibile nel percorso artistico della band. La sperimentazione, la chiave del progetto. Nel 2010 partecipano all'XI Festival della Nuova Canzone Siciliana. Vengono subito apprezzati dal pubblico e dagli addetti ai lavori. Aprono i concerti dei Modena City

Ramblers. Suonano sui palchi del Taranta Sicily Fest, Forum Antimafia a Cinisi, Maggio Sermonetano, BasulaFest, Carovana Antimafia, MedFest, Festival dello Scorpione a Taranto, Milano Expò, Milano Ex Polis… Da anni sono sempre in giro a portare la loro musica in lungo e in largo per l'Italia, riscuotendo sempre consensi e successo. Nel 2013 sono semifinalisti a Musicultura. Nel 2014 incontrano Daniele Grasso e comincia la proficua collaborazione con l'etichetta DCave, che porterà alla luce il disco Suttaterra. Il produttore e musicista catanese dà una spinta ed un'impronta decisiva per l'evoluzione artistica e professionale della band, spingendo il progetto verso un atteggiamento ed uno stile decisamente moderno e contemporaneo. Con Cantu d'amuri vincono il premio Musica contro le mafie. Sono selezionati al Premio Tenco 2014. Nel giugno 2016 producono, con Aldo Giordano, il nuovo singolo, Li me' paroli, tratto dal disco Nemo profeta, col quale vincono il premio Andrea Parodi, arrivano secondi al premio Fabrizio De Andrè e trionfano al Tour Music Fest affermandosi come migliore original band e vincendo il premio della critica. L'ultimo disco, molto apprezzato dalla critica e dal pubblico, è stato presentato in diverse trasmissioni radiofoniche e televisive importanti, come Buongiorno Regione e TG3 (Rai3), Zazà e Musica Med (Radio3) e il Live di Radio Popolare a Milano.



Band: Totò Nocera (voce e percussioni), Peppe Sferrazza (basso), Pietro Amico (batteria).


Contatti e social

Facebook www.facebook.com/Pupi-Di-Surfaro-341488262715856/?fref=ts

giovedì 29 giugno 2017

17°EmiliaRomagnaFest: John Malkovich, Ramin Bahrami, Michael Nyman ... - dal 14/7 al 9/9 v.l.

Presentato il cartellone del XVII° Emilia Romagna Festival:  dal 14 luglio al 9 settembre, trentasei appuntamenti, dalla musica classica all'opera, dalla world music al jazz, dalla musica elettronica alla musica da film, e tutto questo in oltre 30 diversi luoghi dell'Emilia Romagna.

Tra gli eventi dell'edizione 2017: John Malkovich a Forlì il 18 luglio con la prima nazionale di "Report on the Blind", monologo di Ernesto Sabato sulle note de I Solisti aquilani e della grande pianista russa Anastasya Terenkovper; l'inaugurazione, in prima mondiale, il 14 luglio nell'Arena di Palazzo Bellini di Comacchio, "Frescobaldi Renaissence", con Ramin Bahrami, accompagnato dal pioniere dell'elettronica Martux M; il 16 luglio all'Abbazia di Pomposa il Coro del Friuli Venezia Giulia con i mottetti di Bach diretti dal maestro austriaco Ernest Hoetzel, mentre all'Arena delle balle di paglia, la prima italiana di "WING DANCE" con il Pan Cultural World Music Ensemble formato da musicisti coreani e italiani; il 17 luglio, al Teatro Arena di Castel San Pietro, Michael Nyman con le sue famose colonne sonore accompagnato dalla proiezione di alcuni suoi video; e ancora i due concerti della Filarmonica Arturo Toscanini, diretta dal giovanissimo e promettente Maestro Alpes Chauhan; i due appuntamenti con la China National Opera House di Pechino, diretta da Yang Yang; lo strepitoso duo Andrew Smith al violoncello e Alfredo Oyágüez Montero al pianoforte; i due concerti con il rinomato ensemble di chitarre Aïghetta Quartet; il grande violoncellista armeno Alexander Chaushian; la Turkish National Youth Philarmonic, orchestra di giovani talenti diretta da Cem Mansur; e tanti altri.

 

In allegato segue comunicato stampa + locandina

Immagini in alta risoluzione degli artisti QUI:

http://www.emiliaromagnafestival.it/erf-summer/artisti-summer/

Programma QUI:

http://www.emiliaromagnafestival.it/programma-summer-2/


Per ulteriori informazioni contattare l'ufficio stampa.
Cordialmente,
Michela Giorgini
Ufficio Stmpa ERF
cell 339 8717927




--
Michela Giorgini
mob + 39 339 8717927
email giorginimichela@gmail.com

NOTA STAMPA: Petya, individuato da ESET il primo punto di contagio. L’Italia è il paese più colpito dall’epidemia dopo l’Ucraina





Petya, individuato da ESET il primo punto di contagio.
L'Italia è il paese più colpito dall'epidemia dopo l'Ucraina
 
Le statistiche di ESET hanno rilevato un'infezione al 10% per l'Italia, preceduta solo dall'Ucraina
Roma, 28 giugno 2017 – I ricercatori di ESET, il più il più grande produttore di software per la sicurezza digitale dell'Unione europea, hanno individuato il punto da cui si è diffusa la nuova epidemia causata da Petya: i cyber criminali hanno compromesso con successo il software di contabilità M.E.Doc utilizzato in molte aziende in Ucraina tra cui istituzioni finanziarie, aeroporti e metropolitane. Molte di queste hanno eseguito un aggiornamento di M.E.Doc compromesso dal malware, che ha permesso ai cyber criminali di lanciare ieri pomeriggio la massiccia campagna di ransomware che si è poi diffusa in tutto il mondo. Secondo le statistiche di ESET, l'Italia – con il 10% delle rilevazioni - è il secondo paese attualmente più colpito dall'infezione, preceduto solo dall'Ucraina (78%). Segue Israele con il 5%, Serbia con il 2% poi Romania, Stati Uniti, Lituania e Ungheria con l'1% delle rilevazioni. 
Individuato dai ricercatori di ESET con il nome di Win32/Diskcoder.C Trojan, questo ransomware è in grado di bloccare l'intero sistema operativo Windows criptando la tabella MFT del filesystem NTFS e chiedendo un riscatto di 300 dollari in Bitcoin.

Petya utilizza per la diffusione una combinazione dell'exploit SMB (EternalBlue) utilizzato da WannaCry per ottenere l'accesso ad una rete, per poi diffondersi all'interno di questa attraverso PsExec. Probabilmente questa combinazione pericolosa è la ragione della diffusione globale e rapida di Petya, anche dopo che il recente caso di Wannacry ha portato alla correzione della maggior parte delle vulnerabilità. I computer non aggiornati sono però ancora attaccabili e ne basta uno perché Petya entri all'interno della rete e ne contagi altri.

Per ulteriori informazioni su Petya è possibile visitare il blog di ESET al seguente link: https://www.welivesecurity.com/2017/06/27/new-ransomware-attack-hits-ukraine/
 
Elisabetta Giuliano
Communication Consultant
Mobile: + 39 3289092482










































Comunicato Stampa AiFOS: convegni e workshop ad Ambiente Lavoro Convention

Comunicato Stampa

Ambiente Lavoro Convention: convegni e workshop per la sicurezza

 

Dal 13 al 14 settembre l'associazione AIFOS organizza ad Ambiente Lavoro Convention di Modena convegni e workshop su sicurezza alimentare, lavori ripetitivi, rischi ergonomici, formazione RLS, invecchiamento della forza lavoro e prevenzione alla guida.

 

I primi dati del 2016, relativi alle denunce di infortunio all'Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, mostrano come sia tornato a crescere nel nostro paese il numero di incidenti professionali. Ed in questa situazione è più che mai utile e importante incontrarsi per comprendere come costruire una sicurezza e una formazione più efficace. Sono necessari momenti di incontro per fare il punto della situazione in materia di sicurezza e malattie professionali e offrire nuovi spunti e idee per far crescere in ogni azienda la cultura della sicurezza.

 

Con questi obiettivi l'Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) parteciperà quest'anno alla manifestazione "Ambiente Lavoro Convention" che si terrà a Modena dal 13 al 14 settembre 2017 presso il quartiere fieristico. E lo farà, portando i frutti del costante lavoro di ricerca e delle molteplici esperienze acquisite negli anni, attraverso l'organizzazione di convegni e workshop su alcune rilevanti tematiche in materia di sicurezza e formazione nei luoghi di lavoro.

 

Veniamo ad una breve presentazione delle iniziative presentate dall'Associazione AiFOS dal 13 al 14 settembre a Modena.

 

Workshop: LA SICUREZZA ALIMENTARE E LA NORMATIVA HACCP

La difficile tematica della sicurezza alimentare vede coinvolti diversi aspetti sia normativi che tecnici. L'importanza di saper divulgare queste competenze da parte di formatori e consulenti è una delicata pedina che i tecnici devono saper sfruttare nel modo corretto. Diviene pertanto fondamentale preparare il personale coinvolto ad una corretta trasmissione di questi contenuti.

Mercoledì 13 settembre - 9.15/11.15

Sala Bach - Galleria d'ingresso (piano terra)

Evento riservato a massimo 30 partecipanti con iscrizione obbligatoria.

Evento valido per n. 2 crediti di aggiornamento valevoli per le seguenti figure professionali: Formatore (area 2), RSPP/ASPP, RLS.

 

Workshop: LAVORO RIPETITIVO E MOVIMENTAZIONE NEL SETTORE MECCANICO

La domanda di beni nel mercato del lavoro richiede una produzione elevata con tempi sempre più ristretti. L'industria deve soddisfare le esigenze dei clienti tenendo conto del rapporto uomo-macchina-ambiente, elementi il cui equilibrio deve essere sempre garantito. Obiettivo del seminario sarà evidenziare le criticità determinate da ritmi di lavoro frenetici, turni a rotazione, lavoro ripetitivo e dettato dalla macchina fornendo degli spunti di miglioramento.

Mercoledì 13 settembre – 11.30/13.30

Sala Bach - Galleria d'ingresso (piano terra)

Evento riservato a massimo 30 partecipanti con iscrizione obbligatoria.

Evento valido per n. 2 crediti di aggiornamento valevoli per le seguenti figure professionali: Formatore (area 2), RSPP/ASPP, RLS.

 

Convegno: AMBIENTI DI LAVORO SANI E SICURI A TUTTE LE ETÀ

Come sta cambiando il mondo del lavoro? Quali sono le conseguenze dell'invecchiamento della forza lavoro sulla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori? Come affrontare la formazione dei lavoratori senior? La campagna europea 2016-2017 - Ambienti di lavoro sani e sicuri ad ogni età - è stata lanciata proprio per affrontare le sfide di questo cambiamento demografico, una campagna volta ad offrire ai datori di lavoro ed ai lavoratori utili strumenti per gestire la sicurezza e la salute sul lavoro nel contesto di una forza lavoro che cambia. Durante il convegno saranno illustrati esempi di buone prassi che ricorderanno come il cambiamento della forza lavoro imponga l'adozione di politiche e strategie nuove volte ad una nuova consapevolezza che eviti pregiudizi e preconcetti.

Mercoledì 13 settembre - 14.30/17.30

Sala Puccini - Padiglione B

Evento riservato a massimo 100 partecipanti con iscrizione obbligatoria.

Evento valido per n. 2 crediti di aggiornamento valevoli per le seguenti figure professionali: Formatore (area 2), RSPP/ASPP, RLS

 

Convegno: L'RLS CONSAPEVOLE, BUONE ESPERIENZE DI FORMAZIONE

I lavoratori, mediante loro rappresentanze, hanno diritto di controllare l'applicazione delle norme per la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali e di promuovere la ricerca, l'elaborazione e l'attuazione di tutte le misure idonee a tutelare la loro salute e la loro integrità fisica. Questo è quanto compete ai Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza e sarà quanto verrà raccontato da relatori esperti attraverso le proprie esperienze formative.

Giovedì 14 settembre - 9.30/12.30

Sala Puccini - Padiglione B

Evento riservato a massimo 100 partecipanti con iscrizione obbligatoria.

Evento valido per n. 2 crediti di aggiornamento valevoli per le seguenti figure professionali: Formatore (area 2), RSPP/ASPP, RLS

 

Workshop: PREVENZIONE DEI DOLORI MUSCOLOSCHELETRICI DA LAVORO

Il workshop vuole porre l'attenzione sul benessere negli ambienti di vita e di lavoro, fornendo nozioni facilmente applicabili nei diversi contesti. Verranno, inoltre, introdotti concetti relativi a rischi ergonomici e posturali, con delle pillole di esercizi pratici utili a prevenire ed alleviare i dolori muscolo-scheletrici. Scopo del seminario sarà quello di fornire delle strategie volte al mantenimento del benessere psico-fisico del lavoratore.

Giovedì 14 settembre - 11.30/13.30

Sala Bach - Galleria d'ingresso (piano terra)

Evento riservato a massimo 30 partecipanti con iscrizione obbligatoria.

Evento valido per n. 2 crediti di aggiornamento valevoli per le seguenti figure professionali: Formatore (area 2), RSPP/ASPP, RLS.

 

Workshop: FLOTTE AZIENDALI E PREVENZIONE ALLA GUIDA

Guidare in modo da salvare vite, tempo e denaro nonostante le condizioni attorno a noi e le azioni degli altri: questo è l'obiettivo a cui tendere per prevenire e ridurre il rischio stradale. In Italia quasi il 20% degli infortuni lavorativi avviene su mezzi di trasporto, registrando situazioni in cui più del 55% dei morti sul lavoro si verifica su strada. Scopo del workshop sarà quello di condividere con i partecipanti le buone prassi relative alla guida in sicurezza, fornendo delle proposte operative per la formazione dei soggetti che utilizzano mezzi aziendali.

Giovedì 14 settembre – 14.00/16.00

Sala Bach - Galleria d'ingresso (piano terra)

Evento riservato a massimo 30 partecipanti con iscrizione obbligatoria.

Evento valido per n. 2 crediti di aggiornamento valevoli per le seguenti figure professionali: Formatore (area 2), RSPP/ASPP, RLS.

 

Questo è il link per avere informazioni e iscriversi agli eventi:

http://aifos.org/home/eventi/fiere/ambiente_lavoro_2017

 

Ricordiamo che per la partecipazione a workshop e convegni è necessaria la registrazione agli eventi e il pagamento della quota d'ingresso ad Ambiente Lavoro Convention.

 

Alla manifestazione modenese AiFOS sarà presente anche con uno stand espositivo dedicato ai soci, alle aziende e a tutti coloro che vogliano conoscere le attività di questa realtà associativa.

 

 

Per informazioni:

Sede nazionale AiFOS: via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia tel.030.6595031 - fax 030.6595040 www.aifos.it   - info@aifos.it  - convegni@aifos.it

 

 

29 giugno 2017

 

Ufficio Stampa di AiFOS

ufficiostampa@aifos.it

http://www.aifos.it/

Se non vedi la newsletter, clicca qui

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota