sabato 25 febbraio 2017

WikiWaste, la nuova app per semplificare la raccolta differenziata


Anche i cittadini di Cori e Giulianello possono utilizzare dal proprio smartphone o tablet l'applicazione creata dalla Cooperativa Erica per differenziare in modo facile e divertente. Il Comune di Cori e il Consorzio Formula Ambiente hanno aderito all'iniziativa nell'ambito della campagna Obiettivo 65%.

Arriva anche sul territorio di Cori e Giulianello WikiWaste, l'applicazione creata dalla Cooperativa Erica che permette di fare la raccolta differenziata in modo facile, divertente e non solo. Dopo averla scaricata sul proprio smartphone o tablet, i cittadini potranno navigare all'interno del menù ed essere informati su quando, come e dove conferire in modo corretto i rifiuti e ricevere news e aggiornamenti in tempo reale.

L'applicazione dà anche la possibilità di segnalare conferimenti errati e discariche abusive. Una sezione molto utile è il DOVE LO BUTTO? Scrivendo nell'apposito campo il rifiuto di cui ci si vuole disfare, si riceveranno indicazioni sul corretto smaltimento dello stesso. Attraverso l'area ABBANDONO E SEGNALAZIONI, con pochi "tap" si possono scattare e inviare foto geolocalizzate, aggiungendo una descrizione facoltativa, a chi potrà occuparsi della rimozione.

Lanciata nel 2015, WikiWaste sta dimostrando tutta la propria utilità, tant'è che oggi è utilizzata da oltre 1 milione di utenti in tutta Italia, disponibile sul Google Play Store per i dispositivi Android oppure sull'App Store per i dispositivi Apple. L'applicazione fornisce un aiuto concreto nella risoluzione dei dubbi che assalgono chi si trova a differenziare, evitando quegli errori involontari che generano conseguenze negative in fase di riciclo dei materiali.

Tutto ciò in un momento storico in cui la corretta gestione dei rifiuti e la raccolta differenziata rappresentano un focus ambientale di grande rilevanza. E infatti il Comune di Cori e il nuovo gestore del servizio, il Consorzio Formula Ambiente, hanno adottato l'iniziativa nell'ambito del pacchetto di misure di potenziamento della differenziazione porta a porta per spingerla dall'attuale 64% alla quota di legge del 65%.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR


--


Marco Castaldi
Ufficio Stampa & OLMR

M. +39 328 020 7278
ufficiostampamarcocastaldi@gmail.com

castaldimarco@gmail.com

Sito web | Blog 

Twitter |Google Plus |LinkedIn

 

venerdì 24 febbraio 2017

BOLLORE’ INDAGATO PER SCALATA VIVENDI: L’ ASSO-CONSUM GIA’ A DICEMBRE DELLO SCORSO ANNO PRESENTAVA GLI ESPOSTI


BOLLORE' INDAGATO PER SCALATA VIVENDI: L' ASSO-CONSUM GIA' A DICEMBRE DELLO SCORSO ANNO PRESENTAVA GLI ESPOSTI

 

L' ASSO-CONSUM, associazione nazionale di consumatori utenti, riconosciuta dal Ministero dello Sviluppo Economico, aveva inviato un esposto alla Procura della Repubblica di Milano e alla Consob, per manipolazione di mercato e aggiotaggio contro Vivendi, già i primi di dicembre. Con grande soddisfazione stasera apprende la notizia dell' iscrizione nel registro degli indagati di Vincent Bollorè con l'accusa di aggiotaggio in relazione all'operazione con la quale Vivendi ha acquistato fino al 28% di Mediaset. I pm milanesi finalmente sono intervenuti. Bollorè, facendo crollare il titolo Mediaset, lo acquistò ad un prezzo bassissimo realizzando enormi profitti.

 

Aldo Perrotta, presidente Asso-consum, afferma "Avevamo visto giusto!".

 

Roma, lì 24/02/2017

 


Ufficio Stampa Nazionale


Natalia Berselli | Rosalba Mangione. TRIBUTE

In occasione della Giornata internazionale della donna 2017, lo spazio M4A-MADE4ART di Milano presenta la mostra TRIBUTE, bipersonale delle artiste Natalia Berselli e Rosalba Mangione a cura di Vittorio Schieroni ed Elena Amodeo. Il progetto accosta le opere di due pittrici dalle diverse sensibilità e specificità tecniche e artistiche per rendere omaggio all'"eterno femminino" attraverso il medium artistico. Due donne che, attraverso due differenti modi di fare pittura, si confrontano con l'astrazione, linguaggio che si rivela essere uno strumento privilegiato per veicolare un concetto dalle infinite sfumature.

Intimità, introspezione, sentimento, emozione: tratti dell'essere, del carattere e dell'individualità che l'astrazione trasferisce sulla tela o sulla carta dando vita a veri e propri ritratti dell'anima, senza rinunciare talvolta a dettagli di carattere figurativo. Le poetiche quanto articolate pitture di Natalia Berselli, fitti reticolati di linee e punti che imbrigliano il colore nelle sue molteplici variazioni, si incontrano con le composizioni di Rosalba Mangione, dipinti di forte impatto cromatico che rivelano tutta la vitalità e l'energia della sua personalità.

In un contesto storico e sociale dove le donne sono ancora troppo spesso oggetto di discriminazioni e violenze fisiche e psicologiche, la mostra di M4A-MADE4ART vuole essere un vero e proprio omaggio alla figura della Donna, in tutte le sue sfaccettature, a tutte le molteplici presenze che arricchiscono la nostra vita quotidiana. L'esposizione, con data di inaugurazione mercoledì 1 marzo 2017, rimarrà aperta al pubblico fino al giorno 8, Festa della donna.

Natalia Berselli | Rosalba Mangione. TRIBUTE
a cura di Elena Amodeo, Vittorio Schieroni
1-8 marzo 2017

Inaugurazione mercoledì 1 marzo, ore 18.30
Orari: lunedì ore 15-18, martedì-venerdì 10-13 e 15-18
M4A-MADE4ART

Spazio, comunicazione e servizi per l'arte e la cultura
Via Voghera 14 - ingresso da Via Cerano, 20144 Milano
www.made4art.it, info@made4art.it, t. +39.02.39813872
Un evento M4E-MADE4EXPO, Expo in Città
 

Labirinto 234 - Un percorso di Matematica creativa

Labirinto 234 "La matematica è divertente"

martedì 7 marzo
Laboratorio di matematica creativa per bambini 7 - 10 anni
Un altro percorso di Matematica creativa. 
La matematica diviene strumento per giocare, fare magie e creare !!!
La matematica è ... divertente!

 Labirinto 234 è un incontro per bambini dai 7 ai 10 anni, per guardare la matematica da un altro punto di vista: quello del gioco! 
In questa occasione dobbiamo aiutare il nostro amico 3 ad attraversare un labirinto matematico ma, come se non bastasse, a  complicare la situazione c'è il fatto che 3 non è più lui, si è trasformato. Ce la faranno i nostri ragazzi?

Ideato e condotto da Fabio Filippi, ideatore del progetto Matematica e Teatro in Gioco, conduttore dei laboratori di matematica creativa per bambini.
Quando: martedì 7 marzo dalle 17.00 alle 18.00
Quota di partecipazione: 10 euro a bambino
Dove:  Libreria Risvolti - Roma.

Prenotazione obbligatoria  
girasoliamoci@tiscali.it
www.teatroingioco.it

Cori: morosi incolpevoli, contributi per gli inquilini che non possono pagare l’affitto


I fondi servono a far fronte ad una situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canne locativo a causa della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare.

Il Comune di Cori ha pubblicato il bando per l'attribuzione di contributi ai cittadini che risultano essere inquilini morosi incolpevoli. Secondo quanto dispone la legge, per morosità incolpevole si intende una situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo a causa della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare.

La misura è finalizzata, laddove possibile, a sanare il ritardato pagamento, a differire l'esecuzione del provvedimento di sfratto, ad assicurare il versamento di un deposito cauzionale oppure un di adeguato numero di mensilità relative al contratto di locazione. Il richiedente deve possedere i requisiti necessari specificati nel bando, dove sono elencati anche i criteri preferenziali.

Il bando è consultabile sull'Albo Pretorio del sito istituzionale del Comune di Cori, sulla pagina Facebook dell'Assessorato alle Politiche Sociali e Culturali oppure in sede presso i Servizi Sociali, dove dovranno essere consegnati i moduli di domanda di partecipazione, compilati e completi degli allegati indicati; sottoscritti sia dall'inquilino che dal proprietario, ognuno per le dichiarazioni di competenza. 

L'entità del contributo varia, a seconda dei casi. Tre i massimali previsti: 6.000, 8.000, 12.000 euro. Le somme spettanti verranno erogate unicamente al proprietario dell'alloggio e fino ad esaurimento delle risorse messe a disposizione del Comune di Cori dalla Regione Lazio. Sarà il Comune ad individuare gli inquilini morosi incolpevoli in possesso dei requisiti per accedere ai contributi.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR


--


Marco Castaldi
Ufficio Stampa & OLMR

M. +39 328 020 7278
ufficiostampamarcocastaldi@gmail.com

castaldimarco@gmail.com

Sito web | Blog 

Twitter |Google Plus |LinkedIn

 

Il settore agroalimentare nell’Agro Pontino. Continua il confronto avviato da Intesa Sanpaolo con il mondo imprenditoriale del settore


Intesa Sanpaolo ha presentato un'analisi della Direzione Studi e Ricerche sull'andamento e le prospettive di crescita del settore agroalimentare nell'Agro Pontino. Il Lazio e Latina sono protagonisti della crescita sui mercati esteri grazie alle esportazioni dei prodotti agroalimentari.

Gli imprenditori agroalimentari dell'Agro Pontino si sono dati appuntamento a Cori martedì 21 Febbraio presso l'Agriturismo Cincinnato per partecipare al convegno "Il settore agroalimentare nell'Agro Pontino" organizzato. Dopo un primo incontro lo scorso anno, il confronto tra imprenditori e il mondo bancario ha visto un ampio approfondimento grazie agli interventi di Pierluigi Monceri, Responsabile della Direzione Regionale Lazio, Sardegna e Sicilia, Fabrizio Guelpa, Responsabile Industry & Banking della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, Emanuele Oberto Tarena, coordinatore del Team Agricoltura di Intesa Sanpaolo, Massimo Maria Madonia, Direzione Regionale Agricoltura, sviluppo rurale, caccia e pesca dell'Assessorato Agricoltura Regione Lazio e alla presenza di numerosi imprenditori. In apertura i saluti di Pieluigi Faloni, Prefetto di Latina, Tommaso Conti, sindaco di Cori e Mauro Zappia, commissario straordinario CCIAA di Latina.

Nel 2015 il valore aggiunto dell'agroalimentare in Italia è ammontato a 58,5 miliardi di euro pari al 3,9% del valore aggiunto totale nazionale. In termini occupazionali in Italia sono circa 1,3 milioni gli occupati nell'agribusiness pari al 5,5% degli occupati totali. La rilevanza del settore è confermata anche su scala europea con l'Italia al secondo posto dopo la Francia nella produzione agricola e terza nell'alimentare. Nel 2016 l'Italia è stato il Paese più ricco di produzioni locali meritevoli dei marchi DOP, IGP e STG. L'export di agricoltura, silvicoltura e pesca hanno raggiunto un livello pari a 6,6 miliardi di euro nel 2015, il 23,6% in più rispetto al 2008 (+1,27 miliardi di euro). In crescita anche le vendite di alimentare (+ 6,9 miliardi di euro; +43,1%) e bevande (+2,5 miliardi di euro; +50,5%). Il buon andamento del 2015 trova conferma nei dati 2016 e nei prossimi anni ci si aspetta un'ulteriore accelerazione della domanda estera.

Nel Lazio è presente il 6,1% delle aziende agricole italiane. La provincia di Latina con 20.540 imprese circa rappresenta l'1,3% delle imprese italiane e il 21% di quelle laziali. L'Agro Pontino è un territorio di eccellenze che nell'ortofrutta vanta quattro certificazioni: il kiwi di Latina, il sedano bianco di Sperlonga, l'oliva di Gaeta e il carciofo romanesco a cui si aggiunge la certificazione dell'olio delle colline pontine. Prodotti apprezzati all'estero come dimostrano i numeri delle esportazioni. Nel 2015 le esportazioni di prodotti agricoli in questa provincia hanno rappresentato il 2,2% delle esportazioni totali della filiera agricola italiana e il 53,7% delle esportazioni della regione. E i tassi di crescita dell'export mantengono un buon ritmo anche nel 2016.

Il Gruppo Intesa Sanpaolo per facilitare le imprese nell'accesso al credito ha realizzato un progetto innovativo che ha l'obiettivo di sostenere le filiere produttive di eccellenza del sistema imprenditoriale italiano. Con il Programma Sviluppo Filiere Intesa Sanpaolo ha sviluppato un nuovo modello di servizio che, grazie alla collaborazione con le grandi aziende del Made in Italy, accompagna le piccole e medie imprese che ne costituiscono la filiera produttiva nella realizzazione dei propri progetti di crescita sul territorio, di internazionalizzazione e di rinnovamento. Nel settore agroalimentare il Programma Sviluppo Filiere conta ad oggi oltre 100 filiere dislocate su tutto il territorio nazionale, con una certa disomogeneità tra le diverse Regioni: nel Lazio, per esempio, è presente una sola filiera che coinvolge un totale di 24 fornitori. In parallelo si contano sul territorio laziale altri 150 fornitori appartenenti a filiere dislocate invece su altre Regioni. Ma il programma risulta ancora sottoutilizzato rispetto alle sue potenzialità.

«Per meglio supportare le aziende agroalimentari e sviluppare le potenzialità del comparto, Intesa Sanpaolo ha realizzato un presidio specialistico dedicato all'agricoltura che consente alla banca di essere ancora più vicina alle esigenze del territorio - spiega Pierluigi Monceri, Responsabile della Direzione Regionale Lazio, Sardegna e Sicilia - Nella zona dell'Agro Pontino Intesa Sanpaolo è presente con una rete di 16 filiali tra Retail e Imprese, di cui 10 a vocazione agricola. Il Gruppo ha messo in campo diverse risorse a supporto del settore e nel 2016 ha stipulato un accordo con MIPAAF impegnandosi ad essere la prima banca dell'agricoltura proprio con l'obiettivo di sostenere le imprese agricole e le filiere agroalimentari stanziando un plafond di 6 miliardi di euro per il triennio 2016-2018. Vogliamo aiutare le imprese a raggiungere nuovi mercati e per fare questo servono maggiori dimensioni di impresa, maggiori investimenti, maggiore diversificazione».

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR


--


Marco Castaldi
Ufficio Stampa & OLMR

M. +39 328 020 7278
ufficiostampamarcocastaldi@gmail.com

castaldimarco@gmail.com

Sito web | Blog 

Twitter |Google Plus |LinkedIn

 

Scoperto da ESET un nuovo trojan bancario su Google Play che si presenta come un’app meteo



L’applicazione, compromessa dal malware Trojan.Android/Spy.Banker.HU, ha la capacità di sottrarre le credenziali della banca e bloccare lo schermo


Roma, 24 Febbraio 2017 – Gli utenti Android sono stati l’obiettivo di un nuovo trojan bancario che ha anche la capacità di bloccare lo schermo e che si presenta su Google Play come un’app di previsioni meteo. Rilevato da ESET, il più grande produttore di software per la sicurezza digitale dell'Unione europea, come Trojan.Android/Spy.Banker.HU, il malware compromette l’applicazione altrimenti legittima per le previsioni meteo Good Weather
L’app pericolosa è riuscita a superare i meccanismi di sicurezza di Google e a comparire nello store il 4 Febbraio, per poi essere segnalata da ESET due giorni dopo e conseguentemente rimossa. Durante questo suo breve periodo di attività, l’app è riuscita a insidiare più di 5000 utenti.  Oltre alle funzioni relative alle previsioni meteo derivate dall’applicazione originale, il malware è in grado di bloccare e sbloccare da remoto i dispositivi infettati e di intercettare i messaggi di testo. 

Come funziona?
Quando l’ignaro utente installa l’app, la sua icona meteo scompare. Successivamente viene mostrata una falsa schermata di sistema che richiede i diritti di amministratore sul dispositivo al fine di installare un fantomatico “Aggiornamento di sistema”. Fornendo questi diritti, la vittima permette al malware di Cambiare la password per bloccare e sbloccare lo schermo. 
Da questo momento, grazie anche al permesso di intercettare i messaggi di testo ottenuto durante l’installazione, il malware è pronto per iniziare le sue attività malevole.
Fino a questo punto gli utenti sono assolutamente ignari di tutto non avendo ricevuto alcun allarme dal dispositivo e anzi potrebbero essere addirittura soddisfatti del nuovo widget aggiunto alla loro schermata home. Tuttavia, in maniera nascosta, il malware si è già messo all’opera condividendo le informazioni del dispositivo con il suo server di comando e controllo (C&C). A seconda del comando che questo restituirà, l’app sarà in grado di intercettare i messaggi di testo ricevuti e inoltrarli al suo server, bloccare o sbloccare da remoto il dispositivo impostando una password di blocco schermo scelta dai criminali e sottrarre le credenziali di accesso al conto bancario. 
Per far ciò, il trojan mostra una falsa schermata di autenticazione ogni volta che l’utente avvia una delle app bancarie interessate e invia al criminale le informazioni immesse. Grazie ai permessi di intercettare i messaggi di testo delle vittime, il malware sarà in grado di aggirare la protezione offerta dai sistemi di autenticazione a due fattori basati su SMS. Per quanto riguarda il blocco del dispositivo, i ricercatori di ESET sospettano che questa funzione entri in gioco quando i criminali iniziano a svuotare il conto bancario, così da mantenere nascosta all’utente questa attività illecita. Una volta che il dispositivo viene bloccato, le vittime sono costrette ad attendere finché il malware non riceve un comando di sblocco dal suo server.  



Il mio dispositivo è stato infettato? Come posso pulirlo?
Se avete scaricato un’app chiamata Good Weather, verificate la presenza della sua icona tra le vostre applicazioni. Non riuscite a trovare alcuna icona e l’app funziona solo come widget? Cercate in Impostazioni -> Gestione applicazioni. Se trovate l’app con l’icona blu, avete scaricato l’imitazione pericolosa di Good Weather. 
Per pulire il vostro dispositivo, potete utilizzare una soluzione di sicurezza mobile affidabile, o potete rimuovere il malware manualmente. Per disinstallare manualmente il trojan, prima di tutto è necessario disattivargli i diritti di amministratore sul dispositivo da Impostazioni -> Sicurezza -> Aggiornamento del sistema. Fatto ciò sarà possibile disinstallare l’app pericolosa da Impostazioni -> Gestione applicazioni -> Good Weather. 

Come proteggersi 
Come già accennato, la versione corrotta dell’app Good Weather è stata prontamente rimossa dallo store, quindi la versione di Good Weather attualmente presente può essere scaricata in tutta sicurezza. Tuttavia, visto che versioni false e pericolose di app legittime continuano a essere immesse sul Play Store, è bene attenersi ad alcuni principi di base per evitare spiacevoli incontri. 
Pur non essendo infallibile, Google Play utilizza degli avanzati sistemi di sicurezza per impedire la diffusione di malware. Anche se non è questo il caso, è sempre meglio scegliere lo store ufficiale di Google Play quando è possibile, piuttosto che app store alternativi o altre fonti sconosciute.
Quando si scarica dal Play store è inoltre necessario verificare i permessi richiesti dall’app prima di installarla o aggiornarla. Invece di fornire automaticamente i permessi a un’app, considerare cosa questo comporta per l’app e per il vostro dispositivo. Se qualcosa non vi è chiaro, leggete ciò che è stato scritto dagli altri utenti e in base a questo valutate il download.
Dopo l'esecuzione di qualsiasi cosa, continuare a porre estrema attenzione a quali autorizzazioni e diritti vengono richiesti. Un’app che non funziona senza autorizzazioni avanzate, che non sono strettamente legate alle sue attività, potrebbe essere un’app che non dovrebbe essere presente nel vostro telefono. 
Ultimo, ma non meno importante, se tutte queste indicazioni non fossero sufficienti, una soluzione di sicurezza mobile affidabile proteggerà il vostro dispositivo dalle minacce attive. 
Per maggiori informazioni su questo argomento è possibile visitare la pagina del blog al seguente link: https://blog.eset.it/2017/02/nuovo-trojan-bancario-su-google-play-che-si-presenta-come-unapp-meteo/ 
Anche quest’anno ESET parteciperà al Mobile World Congress di Barcellona, presentando le sue ultime soluzioni dedicate alle piattaforme mobile, sia per gli utenti privati che per il mondo business.  Presso lo stand di ESET (B05, Pad. 5) sarà possibile approfondire i risultati della ricerca condotta da ESET sulle minacce per le piattaforme mobile, focalizzati in particolare sui ransomware che bloccano lo schermo e da quelli che codificano i file sui dispositivi Android.
Per maggiori informazioni sulla presenza di ESET al Mobile World Congress visitare sito web dedicato.






ESET, fondata nel 1992, è uno dei fornitori globali di software per la sicurezza informatica di pubbliche amministrazioni, aziende e utenti privati. Il software ESET NOD32 Antivirus fornisce una protezione in tempo reale da virus, worm, spyware e altri pericoli, conosciuti e non, offrendo il più elevato livello di protezione disponibile alla massima velocità e con il minimo impiego di risorse di sistema. NOD32 è l’antivirus che ha vinto il maggior numero di certificazioni Virus Bulletin 100% e dal 1998 non ha mai mancato l’individuazione di un virus ItW (in fase di diffusione). ESET NOD32 Antivirus, ESET Smart Security e ESET Cybersecurity per Mac rappresentano le soluzioni per la sicurezza informatica più raccomandate a livello mondiale, avendo ottenuto la fiducia di oltre 100 milioni di utenti. L’azienda, presente in 180 Paesi, ha il suo quartier generale a Bratislava e uffici e centri di ricerca a San Diego, Buenos Aires, Singapore, Praga, Cracovia, Montreal, Mosca. Per quattro anni di seguito ESET è stata inclusa fra le aziende Technology Fast 500 EMEA da Deloitte e per dieci anni consecutivi fra le aziende Technology Fast 50 Central Europe. Per maggiori info: www.eset.it 

FUTURE TIME è il distributore esclusivo dei prodotti ESET per l’Italia, nonché suo partner tecnologico. Fondata a Roma nel 2001, Future Time nasce dalla sinergia di due preesistenti aziende attive da anni nel campo della sicurezza informatica. Future Time, con Paolo Monti e Luca Sambucci, fa parte della WildList Organization International, ente no profit a livello mondiale composto da esperti e aziende antivirus che hanno il compito di riportare mensilmente tipologia e numero dei virus diffusi in ogni Paese. Per maggiori info: www.eset.it

Ritorno alle origini: le pratiche classiche dello Hatha Yoga


Yoga Segrate presenta:
 
Ritorno alle origini:

Le pratiche classiche dello Hatha Yoga

 

Il 4 e il 5 marzo si terrà il secondo incontro dedicato alla riscoperta dello yoga e delle sue origini insieme a Walter Thirak Ruta e Marilia Albanese.

  

Questo ciclo di incontri è nato dall'esigenza di ritornare a promuovere la valorizzazione delle fondamenta di questa disciplina, lo yoga non può avere una reale valenza se non rispetta un insegnamento tradizionale, che può essere molto interessante e coinvolgente: e "se non lo è non è yoga". Intraprendere il percorso dello yoga non va considerato una semplice passeggiata. I tre incontri organizzati insieme a Yoga Segrate riportano i partecipanti ai testi classici come Haṭhayoga Pradīpikā, Gheraṇḍa Saṃhitā, Śiva Saṃhitā e Yoga Sūtra.

 

A guidare il ciclo di incontri troviamo due personalità autorevoli nel mondo dello yoga: Walter Thirak Ruta e Marilia Albanese.

Walter Thirak Ruta si è formato in Italia e in India, trasmettendo gli insegnamenti ricevuti da Sri Sri Satchidananda Yogi detto "Yogi silente di Madras" e valorizza la trasmissione ricevuta tramite l'applicazione pratica e la ricerca. Insegna nella sua scuola Pramiti a Ventimiglia, dove forma anche insegnanti, e organizza dei seminari in Italia, Europa e India.

Marilia Albanese, laureata in Sanscrito e Indologia e diplomata in Lingua Hindi e Cultura Indiana, è stata direttore della sezione lombarda dell'Is.I.A.O. c/o l'Università degli Studi di Milano. E' stata per 10 anni presidente della YANI e conduce corsi di cultura indiana per scuole di formazione yoga. 

 

Il 4 e 5 marzo presso il Centro Yoga Segrate si terrà il secondo incontro. Il seminario è aperto a tutti, anche a coloro che non hanno partecipato al primo incontro. Per maggiori informazioni collegatevi al nostro sito www.yogasegrate.it o scrivete al seguente indirizzo mail info@yogasegrate.it


 

Avigliana... col morto

Avigliana... col morto

Avigliana col morto è una simpatica (aperi) Cena con delitto con la partecipazione eccezionale dei… veleni. Si sa che è etichettato come velenoso tutto ciò che il nostro corpo non è in grado di assorbire o assimilare e che, anzi, finisce col menomarlo o addirittura ucciderlo. I simpatici autori di Hogwords hanno preso spunto da questo strumento pericolosissimo per dispensare insegnamenti sulle proprietà venefiche di sostanze anche di uso abbastanza comune.

Questa volta, la fonte di ispirazione è stata Charlie Chan, l'investigatore cino-awaiano nato dalla mente e dalla penna di Earl Derr Biggers romanziere statunitense. Nel nostro Paese è diventato famoso con una serie di telefilm interpretati prima da Warner Oland, poi da Sidney Toler ed infine da Roland Winters. Non aggraziato nei movimenti, oggi si considererebbe tranquillamente "sovrappeso", Charlie aveva dalla sua una arguzia ed una pazienza tipicamente orientale. Coadiuvato da alcuni famigliari (figlio numero 1 e numero 2 anche se i suoi figli erano ben 10) e dal fedele autista di colore (Birmingham) ma soprattutto da serissimi poliziotti statunitensi, riusciva sempre a portare a compimento con grande efficacia ogni sua indagine. Il nostro eroe (oggi ad Avigliana) si trova a dover dipanare una intricata matassa fatta di attentati alla vita di un suo carissimo amico italo francese. Nell'affrontare il caso, Charlie entra in contatto con la Confraternita Letteraria e con i suoi membri. Uno di loro commetterà un omicidio. La location della misteriosa vicenda è l'Italia del 1932, luogo e anno a cavallo di due guerre mondiali con svariati interessi economici e politici in gioco.

A La Fabrica, sabato 11 marzo, alle ore 20:00, il Circolo Artistico e Letterario Hogwords presenta "Charlie Chan e la Confraternita Letteraria" liberamente ispirato alle gesta del personaggio inventato da Earl Derr Biggers. La prenotazione è obbligatoria e da diritto al menù+Spettacolo+Libro edito. Per ogni ulteriore info rivolgersi pure ad Alessandro allo 333 424862.




Il contenuto di questa e-mail è rivolto esclusivamente alle persone che utilizzano normalmente l'indirizzo di posta elettronica presso cui la presente è stata spedita e può contenere informazioni riservate o coperte da segreto. Sono vietati la riproduzione, la comunicazione (inoltro) e la diffusione di questa e-mail .Se avete ricevuto la presente e-mail per errore o comunque non ne siete il destinatario vi invitiamo cortesemente a contattarci immediatamente per e-mail cancellando la mail originale.
Grazie.

giovedì 23 febbraio 2017

Comunicato: VICENZA OSPITALE, I PRIMI 1000 EURO DAL COMITATO PRO S. BORTOLO

Gentili colleghi,

inviamo in allegato il comunicato di Team for Children Vicenza Onlus
relativo al nuovo progetto Vicenza Ospitale e della nuova Casa Accoglienza,
lanciato grazie alla prima donazione del Comitato Pro S. Bortolo.

Con preghiera di diffusione, rimaniamo disponibili per ogni ulteriore dettaglio

cordiali saluti

per Team for Children Vicenza
Monya Meneghini
338.8166555

________________________

COMUNICATO STAMPA

VICENZA OSPITALE, I PRIMI 1000 EURO DAL COMITATO PRO S. BORTOLO E DAI NEGOZIANTI DELLA ZONA

Vicenza Ospitale è il nome del nuovo progetto di Team for Children Vicenza Onlus, che con la collaborazione dell'Ulss 8 Berica, sta cercando un edificio da ristrutturare per farlo diventare una Casa Accoglienza dove ospitare le famiglie dei pazienti che vengono da lontano. L'ospedale San Bortolo è punto di riferimento in tutto il territorio vicentino per le patologie importanti, tante famiglie sono spesso costrette a percorrere molti chilometri per assistere i propri cari. Il 2017 sarà l'anno di lancio di questo progetto che si vuole portare a urgente compimento visto le numerose richieste ricevute dai vari reparti.

I primi a raccogliere questo importante appello sono stati i membri del Comitato Pro San Bortolo, associazione che da 70 anni è attiva nel popoloso quartiere di San Bortolo, organizzando fra l'altro  iniziative ed eventi che per Vicenza rappresentano una consolidata tradizione  come la Festa delle Rose, la Festa di S. Martino, Piazzetta Gioia in Festa e la Festa di Natale. Proprio in occasione delle recenti iniziative natalizie, il Comitato e numerosi negozianti della Piazzetta Gioia hanno raccolto la somma di €. 1.000,00  che hanno deciso di destinare all'Associazione Team for Children Vicenza Onlus, quale primo contributo per realizzare il progetto di "Vicenza Ospitale".

Franco Battistella, Presidente del Comitato, che riunisce più di 400 soci, con Anna Maria Cordova, Assessore alla Partecipazione del Comune di Vicenza insieme ad alcuni rappresentanti dei negozianti della zona, hanno consegnato la donazione. Questo gesto vuole essere solo l'inizio di una significativa collaborazione a sostegno di questo importante progetto vicentino.

 

Ufficio Stampa Team for Children Vicenza Onlus
Studio MeMo Monya Meneghini dir. 338.8166555 monya@studiomemo.net

 

COMUNICATO STAMPA IL RING DELL'INFERNO, DAL 27 FEBBRAIO AL TEATRO LIBERO DI MILANO




Gentilissimi,

inviamo il comunicato stampa dello spettacolo IL RING DELL'INFERNO, in scena al Teatro Libero di Milano in prima nazionale dal 27 febbraio al 5 marzo p.v.
Prodotto dalla compagnia ospite Teatro del Simposio, è liberamente ispirato alla storia di Hertzko Haft, un ebreo polacco, che, per  sopravvivere ai campi di sterminio, fu costretto a gareggiare  in incontri di boxe contro gli altri deportati. Sopravvissuto, Haft cambiò nome ed affrontò una nuova vita come pugile professionista, diventando uno dei più forti pesi massimi della sua epoca.


--
Simona Griggio
3288839902
Ufficio Stampa
Teatro Libero - Milano
02/45497296

stampa@teatrolibero.it 
www.teatrolibero.it

Comunicato Stampa AiFOS: convegni e corsi sulla guida in sicurezza

Comunicato Stampa

Guida in sicurezza: come migliorare la sicurezza stradale

 

Eventi, convegni e corsi tra febbraio e maggio 2017 per un nuovo progetto che ha l'obiettivo di favorire la diminuzione degli incidenti professionali durante la circolazione stradale.

 

In Italia oltre il 50% degli infortuni mortali avviene su strada e un infortunio mortale su quattro avviene in itinere. Dove gli incidenti in itinere sono, ad esempio, quegli incidenti che accadono ai lavoratori durante il tragitto verso il luogo di lavoro e nel percorso inverso dopo aver lasciato il luogo di lavoro.

Sono dati che tornano ad ogni rilevazione annuale degli infortuni sul lavoro denunciati all'Inail e che mostrano non solo la problematicità del rischio stradale, ma anche l'inefficacia di molte politiche di prevenzione adottate.

 

Di fronte a questi dati che mostrano la necessità di strategie di prevenzione innovative e di una gestione mirata del rischio stradale da parte delle aziende, l'Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) ha predisposto un nuovo progetto dal titolo "Guida in sicurezza" con l'obiettivo di favorire la diminuzione dell'incidentalità per lavoro durante la circolazione stradale.

 

L'Associazione AiFOS, che svolge attività di ricerca e realizza iniziative in materia di sicurezza sul lavoro, ha dunque predisposto, in collaborazione con diversi enti di formazione, un progetto che si rivolge alle aziende, agli imprenditori, ai dipendenti e collaboratori che operano sul territorio.

Un progetto che tiene conto anche dei risultati di alcune ricerche che mostrano come, riguardo al rischio stradale, chi guida per lavoro si trovi spesso a rischiare di più di chi è alla guida per altri motivi. Esiste insomma un "effetto flotta": chi guida un veicolo appartenente a una flotta aziendale ha un coinvolgimento maggiore in collisioni e tende a superare con maggiore frequenza i limiti di velocità, a guidare in stato di sonnolenza o, più in generale, a violare le regole.

 

Proprio per affrontare il tema della di prevenzione, con particolare attenzione alle buone pratiche di guida in sicurezza nel trasporto merci su gomma, il nuovo progetto "Guida in sicurezza" prevede due diversi convegni organizzati da AiFOS.

 

Il primo convegno, dal titolo "Guidare in sicurezza: agevolazioni e quali obblighi di legge per le aziende?" e organizzato in collaborazione con HRX-Driving School, si terrà a Torino il 28 febbraio 2017, dalle 14.30 alle 17.30, presso CNH Industrial Village, strada Settimo, 223.

 

Il secondo convegno, dal titolo "Cambia marcia! La prevenzione del rischio stradale", si terrà invece a Brescia il 3 aprile 2017, dalle 14.30 alle 17.30, presso Palazzo CSMT, Università degli Studi di Brescia, Via Branze 45.

 

In entrambi i convegni si affronteranno diversi temi: dai comportamenti adottati alla guida all'uso di alcol, droghe e farmaci, dagli obblighi agli strumenti di agevolazione per le aziende, dal monitoraggio degli autisti ai modelli di formazione.

 

I convegni in programma sono a partecipazione gratuita, ma con iscrizione obbligatoria, e ai partecipanti verrà consegnato un attestato di presenza valido per il rilascio di n. 2 crediti per Formatori area tematica n.2 (rischi tecnici), RSPP/ASPP, RLS, Coordinatori alla Sicurezza.

 

Il progetto "Guida in sicurezza" prevede tuttavia anche la realizzazione di due corsi di formazione.

 

Il primo corso, dal titolo "Guida in sicurezza", è rivolto a formatori, RSPP, ASPP, Consulenti alla sicurezza, e si terrà in diverse sedi: 

- Forlì, 10 marzo 2017;

- Torino, 6 aprile 2017;

- Chignolo Po (PV), 3 maggio 2017;

- Misano Adriatico (RN), 23 maggio 2017.

Si tratta di un percorso formativo che vuole promuovere il tema di guida in sicurezza fornendo le nozioni utili per l'impostazione di comportamenti in grado di ridurre gli infortuni, diminuire i costi sociali e promuovere la sicurezza sul territorio.

È prevista 1 ora in modalità e-learning e 8 ore in presenza attraverso due moduli:

- Modulo 1 in aula: i rischi connessi alla guida;

- Modulo 2 in pista: prove pratiche con esercizi di guida.

I crediti formativi: 6 ore per RSPP e ASPP, 6 ore per Formatori qualificati area 2.

 

Il secondo corso, dal titolo "Qualificazione del formatore per istruttori di guida sicura", è invece un corso rivolto a istruttori di guida sicura e si terrà in due sedi:

- Roma, 21, 22 e 23 febbraio 2017 con esame finale il 28 febbraio 2017;

- Brescia, 14, 15 e 16 marzo 2017 con esame finale il 22 marzo 2017.

Il corso si propone di fornire ai partecipanti nozioni utili a realizzare, progettare ed erogare percorsi formativi relativi ai rischi connessi alla guida di veicoli. Durante il corso verranno privilegiate tecniche didattiche attive che, tramite il coinvolgimento dei partecipanti, agevoleranno l'apprendimento e l'acquisizione di metodi, strategie e strumenti.

Sono previste 2 ore in modalità e-learning, più 24 ore in presenza ed esame finale.

I crediti formativi: 12 ore per RSPP e ASPP, 6 ore per Formatori qualificati area 1, 6 ore per Formatori qualificati area 2, 6 ore per Formatori qualificati area 3.

 

Il link relativo al progetto per l'iscrizione ai convegni e/o ai corsi:

http://aifos.org/home/formazione/guida-sicurezza/guida-sicurezza

 

 

Per informazioni:

Direzione Nazionale AiFOS: via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia - tel.030.6595031 - fax 030.6595040 www.aifos.it - convegni@aifos.it - formarsi@aifos.it

 

 23 febbraio 2017

 

Ufficio Stampa di AiFOS

ufficiostampa@aifos.it

http://www.aifos.it/

Se non vedi la newsletter, clicca qui

Fine settimana di Carnevale a Cori e Giulianello


Protagoniste le parrocchie del territorio. Per i ragazzi che hanno partecipato al laboratorio CARTApestiAMO organizzato e curato dal Consiglio dei Giovani sarà anche l'occasione per trascorrere il 'Carnevale in festa con la maschera di cartapesta'.

Weekend di feste di Carnevale a Cori e Giulianello, a suon di giochi, canti, balli e tanto altro. Si comincia da Cori valle, sabato 25 alle 15 presso l'oratorio della Parrocchia Santa Maria della Pietà e alle 20 al Centro Eventi MEC. Domenica 26 il ritrovo è alle 15 a Cori monte all'oratorio della Parrocchia SS. Pietro e Paolo con il 37° Gran Galà di Carnevale in compagnia dell'ACR, che tra le altre cose inscenerà degli spezzoni in corese, e a Giulianello alle 16 presso l'oratorio parrocchiale (ex asilo Ettore Sbardella), dove la Parrocchia San Giovanni Battista ha preparato uno sketch teatrale della fiaba 'Il sorcetto, l'uccellino e la salsiccia' e una sfilata delle mascherine con premiazione della più bella.

I quattro appuntamenti in programma saranno anche l'occasione per trascorrere il 'Carnevale in festa con la maschera di cartapesta'. Gli oltre 30 studenti delle classi III, IV, V delle scuole primarie che hanno partecipato al laboratorio CARTApestiAMO potranno sfoggiare il loro manufatto personalizzato realizzato con materiali riciclati durante i tre incontri tenuti alla Biblioteca Civica di Cori 'Elio Filippo Accrocca' e negli altri due ospitati a Giulianello nei locali dell'ex tabacchificio di via della Stazione.

Il corso didattico e creativo sulla manipolazione della cartapesta è stato ideato e curato dal Consiglio dei Giovani di Cori e Giulianello, col supporto dell'Assessorato alle Politiche Sociali e i Servizi Sociali del Comune di Cori, e la collaborazione dell'Associazione culturale Arcadia, del Gruppo Scout CNGEI di Giulianello – Sezione di Velletri e dell'Istituto Comprensivo Statale 'Cesare Chiominto'.

Lo scopo dell'iniziativa era quello di contribuire alla riscoperta di questa antica arte e forma artigianale, basata su tecniche economiche ed ecologiche, facendo conoscere ai ragazzi la lunga e rinomata tradizione dei cartapestai italiani, in particolare dei mastri mascherai, da sempre apprezzati nel mondo. Tutto ciò seguendo uno schema di lavoro molto simile all'originario e capace di stimolare la fantasia.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR


--


Marco Castaldi
Ufficio Stampa & OLMR

M. +39 328 020 7278
ufficiostampamarcocastaldi@gmail.com

castaldimarco@gmail.com

Sito web | Blog 

Twitter |Google Plus |LinkedIn

 

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota