lunedì 3 luglio 2017

Posa in opera, non una cosa da tutti: il tuo serramentista è in regola con la nuova UNI 11673-1?

La norma tecnica UNI 11673-1 definisce criteri e procedure per una corretta posa dei serramenti. Pavanello Serramenti è una delle poche aziende italiane che ha fatto propri i principi della norma ancora prima della sua effettiva pubblicazione.


A marzo 2017 è stata pubblicata la nuova norma tecnica UNI 11673-1, definita come "Posa in opera di serramenti – Parte 1: requisiti e criteri di verifica della progettazione". Questa normativa di fatto va ad aggiornare e ufficializzare i criteri con i quali i serramenti devono essere installati. Pavanello Serramenti e i propri posatori qualificati, già da diversi anni, utilizzano un manuale ottimizzato secondo i criteri della UNI 11673-1 ancora prima della sua pubblicazione ufficiale.

La norma si è resa necessaria in quanto, in passato, diversi produttori e installatori di infissi seguivano procedure e metodologie differenti l'uno dall'altro. La norma UNI 11673-1 è stata elaborata dal Gruppo di Lavoro 12 del Comitato tecnico 33 dell'UNI, denominato "Finestre, porte, chiusure oscuranti e relativi accessori". Al comitato hanno preso parte l'Ufficio Tecnico UNICMI assieme a diversi enti e associazioni di riferimento del settore dei serramenti.

Si tratta dunque di una norma che va a colmare un vuoto normativo provvedendo a definire con valori oggettivi e parametri specifici ciò che prima era completamente a discrezione del posatore o del produttore dei serramenti. In questo modo la norma va a definire quasi con "scientificità" che cosa si intenda con "posa a regola d'arte", e di fatto va a limitare se non eliminare procedure definite come "corrette" ma che normativamente non lo sono affato, se non a discrezione del produttore.

Nello specifico, la norma va a definire in maniera dettagliata e corredata da dati tutte le metodologie atte a verificare i requisiti di base dei progetti di posa in opera di serramenti e infissi e le precise indicazioni progettuali per le installazioni, come ad esempio la verifica delle prestazioni dei giunti d'installazione e la loro coerenza relativa alle prestazioni dei serramenti. In sostanza la nuova normativa UNI 11673-1 va ad affiancare l'esistente UNI 10818:2015 riguardante i ruoli e le responsabilità dei soggetti coinvolti nel processo di posa in opera dei serramenti, rendendo sempre più completa la normativa di legge sulle finestre.

Particolare attenzione è stata posta alla classificazione dei giunti di installazione, che nella UNI 11673-1 vengono definiti in base ai parametri:

– isolamento acustico

– isolamento termico

– permeabilità dell'aria

– resistenza meccanica (vento o altri carichi)

– durabilità e manutenibilità

– resistenza all'effrazione

– comportamento termo-igrometrico e traspirabilità del giunto

– composti organici volatili (VOC/COV) e sostenibilità

– requisiti base dei materiali di sigillatura e riempimento

– prestazioni degli accessori e componenti

– compatibilità tra tipologie di sigillanti fluidi e substrati

La norma UNI 11673-1 costituisce la prima parte di una serie di normative atte a rendere più uniforme e ufficiale la procedura di posa in opera dei serramenti. A questa prima norma seguirà una seconda e una terza, entrambe attualmente in lavorazione: la prima norma sarà relativa ai criteri di qualificazione dei posatori, mentre la seconda norma sarà relativa alla codificazione dei principi tecnici della corretta posa in opera dei serramenti e alla modalità di verifica e controllo della posa in opera stessa.

 

 

Francesco Pastoressa
Ufficio Stampa L'Ippogrifo®
Tel. +39 040 761404
www.ippogrifogroup.com


Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota