venerdì 7 aprile 2017

NOTA STAMPA - La sicurezza a rischio riscatto e la nuova minaccia dei Ransomware delle cose: ESET partecipa alla Cyber Crime Conference






ESET partecipa alla Cyber Crime Conference 2017
La sicurezza a rischio riscatto e la nuova minaccia dei Ransomware delle cose
 
Roma, 7 aprile 2017 – ESET, il più grande produttore di software per la sicurezza digitale dell'Unione europea, parteciperà alla 8a edizione della Cyber Crime Conference, che si svolgerà il prossimo 11 Aprile 2017 a Roma presso l'Auditorium della Tecnica. In occasione dell'evento gli esperti di sicurezza informatica si riuniranno per confrontarsi su alcune tematiche di primissima attualità, come la Cyber Security, la Cyber Defense ed il Cyber Spionaggio.
La Cyber Crime Conference fornisce agli esperti di ESET l'occasione per fare il punto su alcune delle questioni di attualità legate alla sicurezza informatica, settore in continua evoluzione che abbraccia ultimamente sfere sempre più larghe del vivere quotidiano, come la tutela della privacy e la protezione dei minori, insieme all'Internet of Things. C'è poi l'aspetto legato ai nuovi dispositivi, come quelli mobili, per i quali si fa ancora fatica a pensare che ci sia la necessità di una protezione di sicurezza. Lo stesso discorso vale per il mondo business, in cui sono state introdotte ad esempio le soluzioni per la crittografia, l'autenticazione a due fattori e la data loss prevention. La sicurezza informatica è dunque diventata un concetto a 360°. Questo approccio non è però ancora del tutto consolidato e la sfida che si trovano ad affrontare le aziende del settore è quella di incoraggiare l'utilizzo di soluzioni di sicurezza informatica che garantiscono una protezione completa ed in linea con le nuove esigenze.
 
A proposito di tendenze per il futuro, gli esperti di ESET prevedono il consolidarsi della minaccia ransomware, che continuerà a colpire e lo farà in diversi modi, insistendo soprattutto sul mondo healthcare – dove spesso ri-ottenere l'accesso ai dati medici è una condizione essenziale per poter fornire servizi vitali – e su quello del gaming.  I ransomware potrebbero inoltre aggredire le device IoT dando vita ai RoT o Ransomware delle cose, minacce che metterebbero fuori uso i dispositivi, sia delle reti domestiche che aziendali, chiedendo il pagamento di un riscatto per permettere agli utenti di tornare a prenderne il controllo. D'altra parte gli esperti di ESET, già qualche mese fa, avevano diffuso dati preoccupanti sulla sicurezza dei router (in particolare quelli domestici): il 15% di questi dispositivi utilizzano infatti password deboli e nella maggior parte dei casi il classico "admin" come nome utente, mentre il 7% dei router presenta delle vulnerabilità software di alta o media gravità.
Secondo gli esperti di ESET la chiave per combattere i ransomware sta nell'adeguata protezione dei sistemi aziendali con buoni antivirus, firewall dotati di sistemi di protezione perimetrali e di analisi del traffico ed un buon antivirus anche sul proprio server di posta. In caso di infezione, per evitare di pagare il riscatto senza rischiare di perdere troppi dati, è poi fondamentale aver impostato il backup con frequenza almeno giornaliera ed in modalità off-line, ovvero su supporto non connesso in rete ed archiviato in un'altra sede.
Per ulteriori informazioni visitare il sito di ESET al seguente link: www.eset.it
 
 
Elisabetta Giuliano
Communication Consultant
Mobile: + 39 3289092482








Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota