giovedì 2 marzo 2017

Vittima di una violenta campagna denigratoria per aver ideato il “flash mob” contro la Cassa Forense e la legge “taglia avvocati”!

“Vieni dietro a me, e lascia dir le genti: sta come torre ferma, che non crolla già mai la cima per soffiar di venti…”. Così scriveva il “sommo poeta” Dante Alighieri, nel canto V del Purgatorio della “Divina Commedia” , esortando così a non badare alle critiche che, immancabilmente, possono giungere da varie direzioni, soprattutto quando si diventa un minimo famosi.

In effetti, a primo impatto, la reazione immediata è stata quella di non dar peso agli insulti postati sul web, a commento di alcuni miei interventi sulla cd. legge “taglia avvocati” nonché all’iniziativa ideata e promossa, tramite internet e stampa, di organizzare un flash mob nazionale a Foggia , per il 25 aprile, nel quale contestare e protestare avverso i contributi obbligatori a favore della Cassa Forense, a prescindere dal reddito effettivo annuo percepito da un avvocato.

D’altro canto, già in un passato non troppo remoto , mi era capitato di essere bersaglio di una campagna denigratoria e a base di insulti, in seguito all’essere balzato agli onori della cronaca nazionale ( tanto da essere invitato anche al Maurizio Costanzo Show!) per un concorso pubblico da funzionario amministrativo presso un’azienda municipalizzata del Comune di Foggia, nel quale ero risultato escluso , -nonostante la prima posizione in graduatoria – con la originale dicitura di “sovradimensionato rispetto all’incarico da ricoprire”.

In quell’occasione le immancabili “malelingue” arrivarono perfino ad affermare, nei loro post e commenti feroci su internet e stampa che , probabilmente, il sottoscritto, seppur fenomenale nelle prove scritte ed orali superate nel concorso, era stato probabilmente ritenuto dalla commissione di esame “non stabile psicologicamente” e quindi degno di……un “manicomio” !!!

Ed oggi , a distanza di anni, i soliti detrattori si sono rifatti vivi, stavolta scagliandosi contro il successo ed il gran riscontro a livello nazionale , ottenuto soprattutto sul web dal sottoscritto, per aver ideato un’ulteriore forma di protesta, pacifica ed originale, nei confronti dell’ingiusta ed incostituzionale legge cd. “taglia avvocati” che, in appena 2 anni dalla sua entrata in vigore, ha spazzato via in un sol colpo dagli albi di appartenenza ed ha perpetrato una vera e propria “mattanza” di circa 30.000 avvocati, soprattutto più giovani, appena abilitatisi ed economicamente più deboli, in quanto privi di un “portafoglio clienti” che possa assicurare loro un dignitoso reddito annuo.

Anche in questo caso la gelosia (?) e la cattiveria (!) di certe “malelingue” ha invaso lo “spazio commenti” delle pagine web dei vari autorevoli siti nazionali e locali che hanno pubblicato il comunicato stampa, emesso dallo scrivente in merito al flash mob nazionale contro la Cassa, ed organizzato per il 25 aprile dinanzi al Tribunale della città di Foggia.

Questa violenta campagna denigratoria, a base di insulti e dubbi vari insinuati sulla mia persona ed miei titoli accademici e professionali , ha costretto alcuni siti nazionali , conosciuti soprattutto nel mondo giuridico/giudiziario, ad evitare di pubblicare la notizia del flash mob contro la Cassa e la legge “taglia avvocati” nelle loro pagine web, onde evitare che le stesse fossero poi “intasate” da commenti negativi ( per usare un eufemismo!) e polemiche da “cortile” alle quali queste stesse testate non sono affatto abituate. Questa motivazione mi è , infatti, stata riferita, in privato via e-mail, dai vari caporedattori delle suddette autorevoli testate del web.

Come concludere e quali riflessione effettuare in merito? Questa violenta campagna denigratoria e di odio immotivato ed ingiustificato è esclusivamente contro il sottoscritto , balzato ancora una volta agli onori delle cronache nazionali, oppure è contro la battaglia portata dallo scrivente avanti insieme al movimento dei cd. “avvocati esodati” contro la Cassa Forense e la ingiusta legge “taglia avvocati”? Il tempo è “galantuomo” e certamente rivelerà i veri motivi ma, nel frattempo, una prima vittoria contro le “malelingue” è stata ottenuta: ecco infatti solo alcuni dei numerosi siti che hanno pubblicato il comunicato stampa e la notizia relativa al flash mob nazionale a Foggia:

http://comunicatostampa.blogspot.it/2017/02/flash-mob-nazionale-di-avvocati-foggia.html

https://www.reportonline.it/Pillole-Giuridiche/flash-mob-nazionale-di-avvocati-a-foggia-contro-la-cassa-forense-e-la-legge-cd-taglia-avvocati.html

http://www.lagazzettameridionale.com/2017/02/foggia-flash-mob-nazionale-di-avvocati.html

http://www.statoquotidiano.it/24/02/2017/flash-mob-nazionale-avvocati-foggia-la-cassa-forense-la-legge-cd-taglia-avvocati/525467/

http://www.immediato.net/2017/02/24/avvocati-contro-la-cassa-forense-a-foggia-un-flash-mob-promosso-da-gargiulo/

http://www.avvocatirandogurrieri.it/Avvocati-contro-Cassa-Forense-protesta-anche-la-Puglia-oggi-flash-mob-a-Foggia.htm

Escludendo, naturalmente i quotidiani e la stampa locale e nazionale che ha dato diffusione al tutto in via cartacea………..Meditate “malelingue”, meditate!!!



Foggia, 2 marzo 2017                                                         avv. Eugenio Gargiulo

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota