mercoledì 15 febbraio 2017

Speakeasy a Roma: come nasce il nuovo fenomeno della movida capitolina?

Gli speakeasy a Roma sono il nuovo fenomeno della movida notturna! “Speakeasy”, parola inglese  che tradotto letteralmente vuol dire “parlare sottovoce” o “parlare piano”, è una tipologia di locale notturno che è comparso nei primi anni del secolo scorso, negli Stati Uniti, quando, la promulgazione del Volstead Act, la famosa legge sul Proibizionismo, divenne illegale vendere alcool.

Chiunque fosse trovato a vendere alcolici, sarebbe finito in galera. Ma in una nazione in cui il consumo dell’alcool era elevato, e in cui l’economia stessa era fondata sull’alcool, ricordiamo che molti padri fondatori possedevano distillerie o erano importatori di melassa, una legge di questo genere non era affatto ben vista. Approfittarono della legge i gangster dell’epoca. Molti di essi, tra cui il famoso Al Capone, malavitoso reso celebre anche da film che sono entrati nella storia, come Gli Intoccabili, capirono che grazie a quella legge avrebbero potuto arricchire i loro affari, e si lanciarono nel contrabbando di bevande alcoliche. Lavorando con contatti oltreconfine, o attivando delle distillerie clandestine, questi gangster iniziarono a produrre illegalmente i liquori e a venderli segretamente, senza dare nell’occhio. Una soluzione creativa e originale per vendere i loro alcolici, fu proprio quella di farlo in locali creati appositamente: gli speakeasy. Erano quindi luoghi fuorilegge che, proprio per questo motivo, venivano mimetizzati nei quartieri e nelle vie più nascoste delle città. Gli speakeasy di allora, proprio come gli speakeasy a Roma di oggi, venivano camuffati sotto le mentite spoglie di altri tipi di attività, come barber shop, o lavanderie.

Pronunciando una parola d’ordine, veniva dato il permesso per accedere all’area riservata, situata nel retro del locale, o in un piano seminterrato. All’interno il cliente avrebbe trovato alcolici di ogni tipo, birra, whiskey pregiati e non, rum, gin, ma in alcuni casi anche occasione di divertimento, come gioco d’azzardo, spettacoli di burlesque ecc. Ad ogni modo, non si poteva dare troppo nell’occhio per cui, soprattutto nei locali più piccoli o in quelli più esposti, in cui c’era il rischio di far udire il baccano all’esterno,  si doveva tenere basso il “volume” per non attirare il sospetto della polizia. Per questo bisognava conversare con un tono tranquillo e basso, “speakeasy”, appunto.

In quel periodo nasceva e si diffondeva anche la mixology, l’arte del bere miscelato, e proprio allora sono nati alcuni tra i più famosi cocktail della storia. Negli speakeasy a Roma, si celebra quel fenomeno e si gustano cocktail preparati in modo accurato, secondo i dettami della tradizionale arte della mixology.

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota