martedì 7 febbraio 2017

GFT promuove la digital innovation con l’inaugurazione del suo nuovo Lab in Spagna

GFT, provider leader di servizi IT per il settore finanziario, ha annunciato l'apertura del suo nuovo Digital Innovation Lab (LAB) presso la propria sede di Sant Cugat del Vallès (Barcellona). Il LAB GFT è stato realizzato per creare un ponte tra Fintech e istituzioni finanziarie. Un'iniziativa pionieristica che promuove l'open innovation attraverso la co-creation. Il LAB fornisce particolari facility pensate per tutte le tipologie di organizzazione bancaria e startup e, focalizzandosi particolarmente sulle fintech, favorirà anche la progettazione collaborativa e lo sviluppo di soluzioni digitali "a prova di futuro" per il settore finanziario. L'iniziativa è stata realizzata da un team multidisciplinare di 30 specialisti. GFT è intenzionata a implementare questo concept in altri paesi in cui opera.

 

Il nuovo LAB GFT di Barcellona è un luogo per scoprire da vicino come le diverse tecnologie sviluppate da GFT e dalle principali startup stanno già iniziando a cambiare il futuro delle interazioni con i clienti nel settore finanziario.

 

"La nostra sede di Barcellona è stata appositamente scelta nel 2014 in quanto location ideale per creare il nostro primo Digital Innovation Lab. Il team spagnolo GFT possiede un ampio know-how e una solida esperienza nel settore finanziario - in particolare nel retail banking. Barcellona, oltretutto, è un hotspot per l'innovazione tecnologica ed è la sede di un ecosistema consolidato di startup del settore tech. Grazie a importanti università locali, permeate da fiuto per l'innovazione, e un ambiente ideale per il business, Barcellona offre tutto ciò di cui si ha bisogno per pianificare progetti che sono destinati a plasmare il futuro della tecnologia digitale. E' sorprendente osservare come il LAB si sia già collocato in una posizione privilegiata per l'open innovation e la prototipazione", ha dichiarato Marika Lulay, COO di GFT Technologies SE, durante la presentazione di apertura, alla quale erano presenti anche business partner e clienti.

 

Un centro strategico per innovazione e soluzioni pionieristiche

GFT si occupa, da anni, delle sfide relative alla trasformazione digitale nel settore bancario, affrontando una serie di ostacoli presenti nel settore, attraverso lo sviluppo di una vasta gamma di soluzioni che anticipano il futuro. Nel 2014 l'azienda ha aperto il suo primo LAB, anch'esso presso la sede spagnola di Barcellona, con l'apporto di una task force chiamata GFT Applied Technologies Team. L'obiettivo era quello di istituire un centro per l'innovazione strategico per l'azienda, facendo emergere nuove forme di interazione tra i clienti e le istituzioni finanziarie o sviluppando nuovi modelli di soluzioni. Da allora, il concept iniziale è stato esportato in altre sedi del gruppo, creando lab nel Regno Unito, Germania e Brasile.


Diverse aree d'interazione simulano situazioni reali della vita quotidiana

 

Oltre alle strutture progettate per riprodurre una filiale bancaria, il LAB GFT di Barcellona dispone di aree per la simulazione di situazioni reali nelle quali ci troviamo quotidianamente – scenari dove la tecnologia sta già cambiando il modo di interazione delle persone. Ad esempio, dispone di un punto vendita con opzioni di acquisto omnichanneI dove si uniscono l'esperienza digitale con scenari di acquisto tradizionale. Le strutture prevedono anche tecnologie dotate di sensori e terminali per il pagamento mobile. Unendo diverse tipologie di tecnologie emergenti, le banche possono offrire servizi più veloci e personalizzati, riducendo i tempi di attesa dei clienti per servizi o supporto, evitando così frustrazione che porta all'attrito con il cliente. Un'altra area che è stata allestita all'interno del LAB GFT simula le situazioni domestiche all'interno dell'abitazione. Così come sono presenti diversi scenari di interazione tra i clienti e le banche, utilizzando dispositivi mobili come gli smartphone o attraverso canali digitali più convenzionali come i personal computer. Gli utenti del LAB GFT possono, inoltre, sperimentare i vantaggi di un collegamento tra i servizi bancari e l'Internet delle cose. Infine, sono disponibili un'area eventi e un auditorium completamente attrezzati che permettono agli esperti di analizzare insieme gli ultimi trend e organizzare conferenze, dibattiti e meeting aziendali.

 

La cooperazione con le start-up

 

L'iniziativa coinvolge non solo le banche e altri player chiave del settore finanziario, ma anche oltre 20 start-up, in particolare fintech, che lavorano nelle nuove strutture.

Queste includono aziende leader come Hubtype (che fornisce il servizio clienti attraverso agenti o assistenti virtuali utilizzando soluzioni di messaggistica tradizionali), Icar (leader mondiale nelle soluzioni di validazione dell'identità del cliente) e TC Group Solutions (che assiste i rivenditori tramite l'analisi e l'ottimizzazione della performance utilizzando soluzioni big data per esaminare, ad esempio, i flussi di clienti, le visite nel negozio e la gestione delle code). GFT prevede anche di coinvolgere ulteriori partner e implementare il concept del nuovo lab in altre sedi dell'azienda.


 




Avast logo

Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
www.avast.com


Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota