sabato 28 maggio 2016

Lista Marchini, Il programma del candidato per gli Alunni di Roma

Il programma del candidato per gli Alunni di Roma

Istruzione, educazione, cultura e politiche per i giovani. Quattro temi, strettamente collegati tra loro, che sono tra i punti fondamentali di Alfio Marchini.

L'Ingegnere racconta alcune sue esperienze giovanili: "Ho fatto colloqui di lavoro nella mia vita e ho fatto il cameriere quando ero giovane -dice Marchini-. Al colloquio mi hanno chiesto se conoscevo le lingue visto che - ha aggiunto - era un lavoro negli Stati Uniti e dovevo servire ai tavoli".

Ai giovani il candidato civico rivolge interi capitoli del suo programma: "Bisogna rendere obbligatorio un giorno a settimana a rotazione, che gli alunni vadano ad uno spettacolo teatrale, a vedere un film, ad un Mostra o ad un concerto dell'Accademia di Santa Cecilia.

E bisogna fare in modo che possano raccontare a scuola questa esperienza.

Insomma, un modello di istruzione che si apra con regolarità settimanale ad esperienze culturali esterne alla scuola.

Marchini vuole rivolgere un'attenzione particolare anche agli insegnanti, in questi anni coinvolti in una lunga vertenza con il Campidoglio sul salario accessorio, e che lamentano liste di precariato ancora troppo lunghe negli Asili Nido e negli istituti scolastici comunali, regolarizzare le Maestre che hanno lavorato il concorso con le stesse modalità delle loro colleghe statali.

"Quindi vogliamo valorizzare il ruolo delle maestre, oggi frustrate nella loro attività: le insegnanti sono vitali nel nostro futuro".

Il programma di Marchini tocca anche altri temi che riguardano direttamente i giovani: "Pensiamo di lasciare aperta almeno una biblioteca per ogni quartiere fino alle due di notte- argomenta l'ingegnere-. Gli esami si preparano la notte e a Roma dopo le 18.00 sono tutte chiuse".

Quindi, il problema della ricettività per i ragazzi che vengono nella Capitale per studiare: "Vogliamo adibire per ogni quartiere un ostello per i giovani -dice-. Oggi pagano in nero 500 euro per una camera".

Il Candidato civico si sofferma anche sulle politiche tariffarie, con alcuni punti del programma rivolti, per esempio, a "riattivare bonus trasporti per studenti e per le mamme che devono portare i figli a scuola".

Infine Marchini propone una "politica per gli studenti per tutte le manifestazioni culturali a Roma", che consenta ai giovani di avvicinarsi con concrete agevolazioni alle iniziative organizzate in città sul fronte della cultura.


Fonte: Il Messaggero

Da Castelli Gourmet - Castelli Gallery una mostra di Marina Berra

 Marina Berra | Rappresentazioni dell'inconscio

Castelli Gourmet - Castelli Gallery | Via Cerano 15 | Milano

31 maggio - 15 giugno 2016
Incontro con l'artista martedì 31 maggio, ore 19

 

Made4Art, spazio, comunicazione e servizi per l'arte e la cultura, è lieto di presentare Rappresentazioni dell'inconscio, esposizione di opere pittoriche dell'artista Marina Berra (Milano, 1969), che si terrà dal 31 maggio al 15 giugno 2016 presso Castelli Gourmet - Castelli Gallery in Via Cerano 15 a Milano.

In mostra una selezione di lavori di Marina Berra rappresentativa della sua produzione artistica più recente, tele che fanno parte delle serie Espressionismo astratto e Materici. Le composizioni dell'artista lombarda sono caratterizzate da una presenza cromatica decisa e affascinante, colori che talvolta si uniscono a materiali diversi quali sabbia e gesso e che danno origine a dipinti capaci di stupire e avvincere, di esprimere i sentimenti e le emozioni dell'essere umano. Opere che si rivelano essere delle vere e proprie rappresentazioni dell'inconscio dell'artista, nelle quali ognuno di noi può riconoscersi e ritrovare aspetti della propria interiorità.

Martedì 31 maggio alle ore 19 presso Castelli Gourmet - Castelli Gallery si terrà uno speciale incontro di presentazione con l'artista Marina Berra.

 

Marina Berra | Rappresentazioni dell'inconscio
Castelli Gourmet - Castelli Gallery | Via Cerano 15 | 20144 Milano
31 maggio - 15 giugno 2016 Incontro con l'artista martedì 31 maggio, ore 19

Evento a cura di:
M4A - MADE4ART | Spazio, comunicazione e servizi per l'arte e la cultura
di Vittorio Schieroni ed Elena Amodeo
www.made4art.it
, info@made4art.it

Un progetto M4E - MADE4EXPO


venerdì 27 maggio 2016

TOSCA SPIGAS CLIENTI CON SPASIBA A SOSTEGNO DEGLI ORFANI UCRAINI


TOSCA SPIGAS CLIENTI CON SPASIBA A SOSTEGNO DEGLI ORFANI UCRAINI

TOSCA SPIGAS CLIENTI, il Platu 25 della ASD Barlavento sponsored by SPIGAS CLIENTI e DOTTOR GRANDINE, regaterà a sostegno di SPASIBA, una ONLUS che sostiene i ragazzi che vivono nell'orfanotrofio di Lyubotin, vicino alla città di Kharkiv in Ucraina, in occasione del Trofeo LIONS ASSOREGATA che si terrà il prossimo 3 Luglio 2016 nelle acque del Golfo di La Spezia.

La ASD Barlavento riserverà infatti alcuni posti a bordo di TOSCA SPIGAS CLIENTI agli appassionati velisti che vorranno sostenere SPASIBA con una donazione di almeno 50€ alla Onlus per partecipare a questa classica ed emozionante regata spezzina.

Gli sportivi-donatori dovranno essere in regola con il tesseramento FIV e UISP: quest'ultimo, del costo di 15€, potrà essere fatto direttamente con la ASD Barlavento. Le informazioni per partecipare all'evento a sostegno di SPASIBA sono disponibili sulla pagina Facebook della ASD Barlavento https://www.facebook.com/groups/asdbarlavento e per le donazioni su quella di SPASIBA Onlus https://www.facebook.com/spasiba.org.

Milano, 27 Maggio 2016


A.S.D. Barlavento Sailing Team  

barlavento@tim.it


SPASIBA Onlus

spasibaonlus@gmail.com

The Bahá’í Gardens in Akko (quadcopter)

giovedì 26 maggio 2016

L’intolleranza al lattosio, un problema per il 40% degli italiani

Le aziende italiane non deludono mai: dolci per intolleranti al lattosio di primissima qualità


Tra i problemi alimentari di questo periodo, il più frequente che si riscontra è di certo l'intolleranza al lattosio.

Ovunque si incontra una sempre crescente richiesta di prodotti che non contengano lattosio, dai latticini alla carne e per finire ai dolci.

Il lattosio è contenuto nella stragrande maggioranza dei prodotti in vendita ed è il caso di dire che fin ora ne abbiamo fatto un uso eccessivo pur inconsapevolmente.


E' possibile infatti peso infatti, trovare sia il latte sia prodotti come yogurt e formaggi, in altri cibi, come salse, prodotti da forno o addirittura salumi.



Molte persone, non solo intolleranti a questo alimento ma anche semplicemente per una loro scelta, decidono di escluderlo dalla propria alimentazione.

Oltretutto pare che studi recenti sostengano che nutrirsi di latte non serva a trarre i benefici così tanto decantati in questi ultimi anni.


Molte aziende si sono adeguate prontamente a queste nuove esigenze alimentari, ma non sempre il prodotto in vendita ha il sapore che ci aspettiamo ed al quale siamo abituati.


In particolare nel mondo dei dolci, spesso ciò che compriamo è deludente e non appagante.


E' per questo che il nostro consiglio è quello di affidare le vostre scelte e i vostri acquisti ai professionisti della cucina ed in particolare della produzione dolciaria.


Il sito www.dolciperintolleranti.it propone una vasta scelta di dolci che non contengono latte o che utilizzano latte senza lattosio.


Troverete una selezione di dolci che utilizza solo materie prime di altissima qualità e che va dalle specialità tipiche pugliesi come il panvinesco, (dolce storico della città di Trani) i cuscinetti di Gesù bambino (una delizia tranese tutta natalizia), ai più classici come panettoni, colombe, torroncini e tanto altro.


La garanzia dell'artigianalità è data dalla pasticceria di famiglia sita in Trani, gestita da Nicola Fragasso, che da molti anni, lavora per riportare alla ribalta le tradizioni tipiche pugliesi, organizzando, con la sua associazione, sagre e mostre di dolci e cioccolato.

Stefano Toma giornalista, deprezzamento degli università meridionali

Il giornalista Stefano Maria Toma, iscritto all'Ordine della Campania dal 2011, oggi è Consulente del Capo Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione Ministero dell'Interno. Il giornalista in questo articolo descrive e approfondisce il livello, scarso, di competitività delle università italiane e più nello specifico di quelle del Sud Italia.


Quando si parla di eccellenze, in specie quelle che escono dall'università, non si ha una percezione esatta del fenomeno sotto il profilo numerico e qualitativo.  E il discorso sta emergendo con prepotenza in relazione a due ingredienti dell'ultim'ora. Il primo concerne la bassa percentuale, meno del 20 per cento, di studenti Erasmus che dagli altri Paesi europei scelgono l'Italia sia per l'alto costo della vita e degli appartamenti in fitto, (a Milano il doppio di Lisbona) e sia per le scarse opportunità di lavoro. Il secondo elemento riguarda in particolare il Sud, la scarsa propensione del governo a stanziare finanziamenti per le università meridionali, il 60 per cento va al Nord e il 40 al Sud. Un malvezzo avallato da fatto, com'è dimostrato dall'ultima relazione dell'Istat, che nel Sud le nostre università stanno diventando sempre meno competitive rispetto a quelle del Nord del Paese. In Italia il 40 per cento dei laureati e diplomati sono senza lavoro o non lo cercano più. Le imprese non sanno che farsene. Nel Sud quel 40 per cento oltrepassa la metà.

Da una indagine privata, emerge che nella sola università Federico II, la più antica università statale del mondo, la più grande e la più popolosa del Mezzogiorno e la terza in Italia, sono usciti negli ultimi due anni accademici ben 5 mila studenti con il punteggio massimo di 110 e lode. In questa cifra sono inclusi i laureati sia col titolo magistrale (corrispondente alle vecchie lauree di 4, 5 e 6 anni) e gli altri col titolo triennale.

Se ci pensate, è una massa di studenti che affrontano la vita lavorativa o di ricerca con le carte in regola, come si dice. E davanti ai quali non ci sono molte strade di lavoro aperte. Un 30 per cento parte tenterà un lavoro, al Nord o all'estero. Un altro 20 per cento sceglierà la via della ricerca fra Torino e Milano e all'estero (Londra e Stati Uniti, ma stanno affiorando salti più specialistici in India o in qualche altro paese asiatico). Qui ne rimarrà la metà che rimarrà a carico dei genitori sine die, o imboccherà altre strade, non tutte raccomandabili. E poi alla fine c'è la carriera politica, per la quale, come sappiamo dal Movimento 5Stelle, non è richiesta alcuna preparazione specifica (le vecchie scuole dci partito sono morte e sepolte).  Come si spiegano infatti quei diecimila candidati alle elezioni amministrative di Napoli del 5 giugno se con la ricerca affannosa di uno stipendio sicuro, sia pure per i prossimi cinque anni?

Ma se si continuasse col tanto temuto e ulteriore  deprezzamento degli università meridionali, Il Sud potrebbe tranquillamente contare sul de profundis del proprio futuro.

FonteStefano Maria Toma

La rassegna "All'Esquilino, un incontro con l'artista....."









La rassegna "All'Esquilino, un incontro con l'artista....." è lieta di presentarvi

AMIR YEKE

Martedì 31 maggio 2016 alle ore 18.30 a via di San Quintino 1 

Per prenotarsi scrivere a: noidiesquilino@gmail.com 


 

 

TITOLO: Sostegno, Olio su tela , 2012. 95x114 cm




Il concetto di sintesi è il fondamento della sua arte, una caratteristica peculiare dell'arte e della storia della sua terra natia, l'Iran: assorbire dal mondo circostante diversi elementi e sintetizzarli per poi arrivare ad un elemento del tutto personale, nuovo e originale. «Le mie composizioni sono assolutamente iraniane e sono narrative.»

Amir si ispira a tutto ciò che lo ha circondato e lo circonda; a figure umane, spesso ritratti di amici, a nature morte, a paesaggi naturali, a spazi urbani, a memorie e sogni, ma anche alla forma delle lettere e le parole nelle diverse lingue. Osserva la struttura delle varie forme e dei vari colori, per arrivare ad un disegno minimalista, per fondere i segni estrapolati e sintetizzarli, creando delle forme nuove, che costruiranno le sue composizioni pittoriche nella direzione dei concetti che vuole presentare.

Parlando di influenze pittoriche possiamo citare Honor Daumier, Pablo Picasso, Jackson Pollock, Arshile Gorky, Francis Bacon e Gerhard Richter. A fornire il materiale e la "direzione" alle sue opere, invece, sono i testi sacri del Corano e della Bibbia e la poesia teosofica persiana.

Ciò che distingue la tecnica di Amir è l'espressività del segno, l'uso particolare del colore e l'improvvisazione priva di automazione. 

I suoi quadri sono racconti vivi, ma non immediati; trovarvi dei significati richiede tempo. Ed è proprio il tempo ciò che egli spera possa essere "preso" dalla sua arte. Fermarsi di fronte all'opera e costruirsi, nel tempo impiegato per osservare gli strati pittorici, una propria narrazione, una propria storia, un proprio tempo. «Quel tempo che è sempre stato l'unico a permettere all'uomo di evolvere. Il tempo di cui l'uomo ha bisogno per recuperare sensi e scoprirne nuovi. L'uomo non ha più questo genere di tempo; gli è stato rubato. È diventato schiavo di un tempo non suo.»

Oltre che a mostre collettive, partecipa a diversi workshop e performance.

Nel 2010 debutta con la sua prima personale: "Gli spazi indipendenti dal tempo" presso la Galleria degli Archi a Comiso, Sicilia.

 



Asso-consum contro Ape

 

Asso-consum contro Ape

 

L'Asso-consum, associazione per la difesa dei consumatori degli utenti e dei cittadini, componente CNCU, si dichiara del tutto contraria ad Ape – Anticipo Pensionisto promosso dal governo Renzi.

L'associazione ritiene sia fortemente penalizzante per i suoi destinatari ossia i nati nel 1950, 1951, 1952 e 1953.

Per questi ultimi sarà possibile andare in pensione tra anni prima rispetto a quanto previsto dalla legge Fornero del 2011 ma con una decurtazione pari al 3, 4% a seconda degli anni di anticipo e del reddito effettivo del contribuente, alla quale si aggiungerebbe il taglio specifico sulla parte contributiva.

Ciò che insospettisce è il finanziamento della pensione anticipata da parte delle Banche.

In altri termini l'importo erogato nei mesi di anticipo della pensione è un prestito bancario che il cittadino, una volta raggiunta l'età minima della pensione di vecchiaia, è tenuto a restituire.

Quali sono, dunque, i benefici e i vantaggi offerti dall'Ape, dal momento che tale provvedimento consta di due tagli per il cittadino: una pensione ridimensionata e un prestito da rimborsare?

Il cittadino si troverebbe fortemente penalizzato oltre che dalla decurtazione in sé, dal peso di un "debito" nei confronti delle banche.

 

 "Basta con questi regali alle banche!" dichiara il presidente Aldo Perrotta "Inoltre, ricordiamoci che le Banche prendono denaro dalla BCE con uno spread massimo dello 0,15%. Se lo Stato pagherà gli interessi ammontanti dal prestito pensionistico, su queste percentuali bene altrimenti si tratterà della solita operazione pro banche!".

 

Ufficio stampa

Asso-consum






ASSO-CONSUM

Associazione per la difesa dei consumatori degli utenti e dei cittadini

Sede nazionale, Via Lombardia, 30 – 00187 Roma

tel. 06 97 61 19 16 - fax 06 97 61 20 46 –

 assoconsum.ufficiostampa@gmail.com  assoconsum@pec.it  www-asso-consum.it

C.F. e P.I. 07950490636



Comunicato Stampa AiFOS: workshop a UmbriaFiere su emergenze e sicurezza

Comunicato Stampa

Workshop esperienziali per il comparto emergenza e sicurezza

L'associazione AiFOS parteciperà alla rassegna Expo Emergenze a UmbriaFiere dal 3 al 5 giugno con due workshop sulla sicurezza delle piattaforme mobili e sulle protezioni nei lavori in quota.
 
È indubbio che un'adeguata gestione delle emergenze nei luoghi di lavoro sia un aspetto rilevante e indispensabile per una reale prevenzione di infortuni e malattie professionali.
Se gestita correttamente e da operatori formati in modo efficace è in grado di prevenire o ridurre gli eventuali danni alla salute e sicurezza dei lavoratori e all'integrità degli impianti aziendali.
 
Come centro propulsore della concreta diffusione della cultura della sicurezza e della gestione delle emergenze, si terrà a UmbriaFiere (Bastia Umbra-Perugia), dal 3 al 5 giugno 2016, Expo Emergenze, una rassegna nazionale biennale sulle nuove tecnologie, prodotti e servizi per il comparto emergenza e sicurezza.
Una rassegna che ha anche il compito di divulgare le politiche di attuazione, strategie e salvaguardia del territorio con l'obiettivo di sviluppare precise competenze per la tutela di persone e cose in tutte le situazioni di calamità.
 
Per contribuire a questa opera di divulgazione e miglioramento della cultura della prevenzione del rischio, l'Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) partecipa all'iniziativa organizzando diversi eventi dal 3 al 5 giugno 2016 con riferimento specifico all'utilizzo in sicurezza delle piattaforme mobili elevabili, alla prevenzione nei lavori in quota, all'uso dei dispositivi anticaduta e alla gestione delle emergenze.
 
Expo Emergenze, una rassegna organizzata da Epta Srl, società di servizi della Confcommercio Umbria (AiFOS è associazione di categoria nazionale di Confcommercio – Imprese per l'Italia), non si limita al momento espositivo e commerciale, ma si articola anche in un programma di iniziative collaterali: workshop specialistici con prove sul campo, presentazioni, simulazioni dimostrative e di natura formativa.
E i workshop proposti da AiFOS saranno infatti attività esperienziali e laboratoriali: in fiera sarà installato un ponteggio a cui verrà affiancata una piattaforma di lavoro mobile elevabile (PLE). Queste strutture renderanno possibile anche la simulazione dello svolgimento di lavori in quota e la sperimentazione del corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuali (DPI) necessari.
 
Ricordiamo che il Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (D.Lgs. 81/2008) dedica alla gestione delle emergenze nei luoghi di lavoro una specifica sezione (Sezione VI - Gestione delle emergenze). E indica che il datore di lavoro ha l'obbligo di informare tutti i lavoratori che possono essere esposti a un pericolo grave e immediato circa le misure predisposte e i comportamenti da adottare. Inoltre deve designare e formare i lavoratori incaricati dell'attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell'emergenza.
 
Durante la rassegna Expo Emergenze l'Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) organizzerà alcune dimostrazioni pratiche con simulazioni realistiche dello svolgimento di lavori in quota e di utilizzo di attrezzature di lavoro come le piattaforme mobili elevabili.
 
Tuttavia durante la rassegna si svolgerà anche una riunione dei soci e dei centri di formazione AiFOS (CFA) del Centro Italia. Una riunione in cui sarà presente anche Anna Rita Fioroni, responsabile Confcommercio Professioni e già senatrice durante la XVI Legislatura e Membro della 10ª Commissione permanente (Industria, commercio, turismo).
 
Il programma delle iniziative di AiFOS:
 
Venerdì 3 giugno:
- dalle 15.00 alle 17.00: Riunione dei soci e centri di formazione AiFOS del centro Italia;
 
Sabato 4 giugno:
- dalle 10.30 alle 12.30: Workshop "L'utilizzo in sicurezza della piattaforma elevabile";
- dalle 14.30 alle 16.30 Workshop "Lavori in quota, dispositivi di protezione individuale e il recupero in emergenza".
 
Domenica 5 giugno:
- dalle 10.30 alle 12.30: Workshop "L'utilizzo in sicurezza della piattaforma elevabile";
- dalle 14.30 alle 16.30 Workshop "Lavori in quota, dispositivi di protezione individuale e il recupero in emergenza".
 
 
Ricordiamo infine che AiFOS sarà presente a Expo Emergenze con un proprio stand nel Padiglione 8 - Settore A - Stand 11-16.
 
Questo è il link per avere ulteriori informazioni sull'evento:
 
 
Per informazioni:
Sede nazionale AiFOS: via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia tel.030.6595031 - fax 030.6595040 www.aifos.it   - info@aifos.it  - convegni@aifos.it
 
 
26 maggio 2016
 
 
Ufficio Stampa di AiFOS
Se non vedi la newsletter, clicca qui

Cori: Francesco Frasca e Luigi Pianelli Campioni Italiani di Bodybuilding

I due bodybuilder coresi hanno trionfato ai Campionati Italiani di Bodybuilding WBPF, rispettivamente nella categoria Bodybuilding fino a 75 kg e nella categoria H/P fino a 180 cm. Prossimo appuntamento al Rimini Wellness per il Campionato Italiano AINBB. A Luglio Francesco riproverà a conquistare il Mister Universo IBFA.

La Città di Cori ha due nuovi Campioni Italiani di Bodybuilding Natural. La premiazione domenica 22 Maggio al Palazzetto dello Sport di Terracina, dove si sono svolti i Campionati Italiani di Bodybuilding WBPF - World Bodybuilding & Physique Federation – una delle federazioni più importanti di tutto il mondo.

La Fight Club Frasca era presente con gli atleti Francesco Frasca e Luigi Pianelli, reduci dai primati di poche settimane fa nella Coppa Italia di Fiuggi. Facile vittoria per Luigi Pianelli nella categoria H/P fino a 180 cm, agevolata dal ritiro dell'altro finalista, che gli ha spianato l'accesso diretto all'assoluto H/P dove si è potuto confrontare con gli altri vincitori della sua categoria.

Accesissimi invece i confronti sul palco nella categoria Bodybuilding fino a 75 kg, la più numerosa della serata, che ha visto trionfare Francesco Frasca, che per poco non è riuscito a bissare il successo anche nell'assoluto BB, a seguito di un'infuocata battaglia a suon di pose tra tutti i detentori della categoria Bodybuilding.

Dopo queste affermazioni Francesco e Luigi si preparano al prossimo impegno ufficiale del 4 Giugno, che li vedrà protagonisti al Campionato Italiano AINBB – Associazione Italiana Natural Bodybuilding - all'interno della fiera Rimini Wellness. A Luglio inoltre Francesco è atteso a Sapri per il Mister Universo IBFA – International Body Building & Fitness Association – dove nel 2015 è arrivato 2°. 

★ Comunicato Comunicato, Alex ti ha inviato un messaggio...

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota