sabato 16 gennaio 2016

NOMINE AQP, ZULLO: SI SACRIFICANO PERSONALITA' DI PRESTIGIO PER GUERRA DI POLTRONE

NOMINE AQP, ZULLO: "SACRIFICATE PERSONALITA' DI SPESSORE PER UNA GUERRA FRATRICIDA FRA EMILIANO E VENDOLIANI"

Dichiarazione del presidente del gruppo regionale dei Conservatori e Riformisti, Ignazio Zullo


Se anche a personalità di grande spessore scientifico, come il professor Nicola Costantino già rettore del Politecnico di Bari, viene dato dalla sera alla mattina il benservito da amministratore dell'Acquedotto Pugliese, solo perché quella è l'ennesima poltrona che il presidente Emiliano deve occupare per avere il controllo totale ed esclusivo di tutta la governace pugliese vuol dire che la lezione di Berlinguer (che denunciava la sistematica occupazione dei posti di potere) non solo è stata dimenticata, ma viene rinnegata. In nome di una guerra politica fratricida fra Emiliano e i vendoliani pugliesi, per cui il primo ha come unica "mission" quelli di fare fuori i secondi da tutti gli incarichi fin qui rivestiti.

Al governatore interessa solo mettere i suoi "uomini" alla guida dei posti di potere.

Nei giorni scorsi abbiamo letto che il senatore-vendoliano Dario Stefano, che oggi tanto si indigna, è stato a colloquio per ben due ore con il presidente Emiliano, probabilmente hanno parlato di tutto tranne che quale programma attuare, visto che governano insieme la Puglia .

Bari, 16 gennaio 2016

Nissoli: Immigrazione ed emigrazione parti integranti del Sistema Italia

Nissoli: Immigrazione ed emigrazione parti integranti del Sistema Italia
"Domani verrà celebrata la 102ma Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato. Essa rappresenta un momento importante di riflessione di fronte ad un fenomeno epocale, che interessa tutto il mondo e in particolare l'Europa.
L'Italia, poi, non può dimenticare che la sua storia e' ricca di emigrazione e che il benessere che si è venuto a creare in passato e' stato anche frutto delle rimesse dei migranti. Oggi ci troviamo di fronte ad un Paese che ha due ricchezze: quella dell'emigrazione è quella dell'immigrazione, ma che non riesce a metterle a sistema per il progresso dell'intero Paese e la proiezione internazionale che l'Italia merita. Allora, la giornata di domenica potrà essere veramente fruttuosa se uscirà fuori dagli schemi e, ponendo al centro la dignità della persona ovunque essa si trovi, saprà legare insieme l'esperienza emigratoria con quella immigratoria per il bene comune ed un futuro più bello". lo ha dichiarato l' on. Nissoli eletta nella Ripartizione estera - Collegio e Nord e Centro America.

DA LABORATORIO ANALISI A CENTRO PRELIEVI, COR: "CI UNIAMO ALLA PROTESTA"

DA LABORATORIO DI PATOLOGIA CLINICA DEL SAN PIO DI CAMPI SALENTINA A MERO CENTRO PRELIEVI, COR: "CONDIVIDIAMO PROTESTA DELL'UNIONE DEI COMUNI NORD SALENTO"

Dichiarazione dei consiglieri regionali dei Conservatori e Riformisti, Erio Congedo e Luigi Manca

 

Da laboratorio di patologia clinica dell'ospedale "San Pio da Pietralcina" di Campi Salentina a mero centro prelievi: questo il futuro deciso dalla Asl di Lecce, con delibera, il 30 novembre scorso. Si tratta di un ulteriore colpo a danno di quello che resta del presidio ospedaliero di Campi, già fortemente penalizzato negli ultimi dieci anni dalle sciagurate scelte operate dal  governo vendoliano e che ora trova una continuità in quello del presidente Emiliano.

Una decisione, quella della Asl,  che colpisce un servizio che si rivolge a  un bacino di utenza di circa 80mila utenti e che di fatto così sarebbe ridotto solo a una postazione di accettazione dei prelievi da trasferire poi all'ospedale di Lecce per l'esecuzione dell'esame. Non possiamo non condividere la preoccupazione degli operatori che ipotizzano tutta una serie di disagi a cui andrebbe incontro l'utenza, quali ad esempio il rischio di ricadute negative sulla qualità e sulla sicurezza dovuta alle possibili alterazioni del sangue prelevato nella fase del trasporto, al sensibile incremento dei tempi per l'ottenimento dei risultati e quindi delle azioni da intraprendere per garantire la salute dei pazienti. Peraltro, una scelta che appare neppure dettata da criteri di economicità visto che non si ravvisano particolari risparmi considerato anche i semplici i costi di trasporto dei campioni. Una decisione che viene imposta dall'alto senza alcuna forma di coinvolgimento, partecipazione, informazione di operatori sanitari, amministrazioni locali, organizzazioni sindacali e realtà sociali del territorio. Insomma, esattamente il contrario di quanto sbandierato dal presidente Emiliano che invece prometteva un modello di governance partecipata!

Comprensibile e condivisibile, pertanto, la scelta della Giunta dell'Unione dei Comuni del Nord Salento di manifestare formalmente la propria contrarietà a questo ridimensionamento del laboratorio di Campi salentina, noi, Conservatori e Riformisti, ci uniremo alle loro azioni sia sul piano politico istituzionale sia nei confronti della Regione Puglia che su quello legale con l'impugnazione della delibera della ASL di Lecce.

 

Bari, 16 gennaio 2016


[Stampa - Puglia] C/STAMPA: DOMENICA 17 GENNAIO 102ª Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2016 al Mercatino delle arti e delle etnie-Lecce


 
 COMUNICATO STAMPA
 

  
 MERCATINO DELLE ARTI E DELLE ETNIE, V.le Aldo Moro - LECCE
 
Un grande bazar dei popoli simbolo di incontri e scambi tra genti, culture e tradizioni
 
 
DOMENICA 17 GENNAIO 102ª Giornata Mondiale
del Migrante e del Rifugiato 2016
 

".....Sempre più spesso le vittime della violenza e della povertà, abbandonando le loro terre d'origine, subiscono l'oltraggio dei trafficanti di persone umane nel viaggio verso il sogno di un futuro migliore. Se, poi, sopravvivono agli abusi e alle avversità, devono fare i conti con realtà dove si annidano sospetti e paure. Non di rado, infine, incontrano la carenza di normative chiare e praticabili, che regolino l'accoglienza e prevedano itinerari di integrazione a breve e a lungo termine, con attenzione ai diritti e ai doveri di tutti.(....) Su questo è indispensabile che l'opinione pubblica sia informata in modo corretto, anche per prevenire ingiustificate paure e speculazioni sulla pelle dei migranti (....)"
 
 
Questa giornata trova la sua origine nella lettera circolare "Il dolore e le preoccupazioni", che la Sacra Congregazione Concistoriale inviò il 6 dicembre 1914 agli Ordinari Diocesani Italiani. In essa si chiedeva, per la prima volta, di istituire una giornata annuale di sensibilizzazione sul fenomeno della migrazione e anche per promuovere una colletta in favore delle opere pastorali per gli emigrati Italiani e per la preparazione dei missionari d'emigrazione. Conseguenza di quella missiva, il 21 febbraio 1915 avvenne la prima celebrazione di tale Giornata.
Quest'anno MIGRANTES ha scelto di festeggiare la ricorrenza della giornata mondiale negli spazi del Mercatino e centro multietnico di Lecce. In questa cornice che periferia non è, s'intrecciano e si raccontano le umanità di Mamadou (Senegal), Alì (India), Anis (Tunisia), Kirti (Sry Lanka), Mosen (Egitto), Jebru (Etiopia), Hussein (Iran), Florence (Ecuador), Mohamed (Marocco) e tanti altri e altre; qui vi aspettiamo per festeggiare insieme, a Lecce, in riva al mondo....
 
Programma della Giornata:
 
 
 
 
  
Per seguire e aggiornarsi su tutte le iniziative pagina facebook: Mercatino delle Arti e delle Etnie
 
"Confondersi con gli altri è l'unico modo per fare umanità" (Marco Aime)

 
 

BARBATELLE, CONGEDO: ARRIVANO LE MACCHINE MANCANO I CERTIFICATORI

Dichiarazione del consigliere regionale dei Conservatori e Riformisti, Erio Congedo


La prossima settimana i vivaisti salentini riceveranno i macchinari acquistati per il trattamento a caldo della barbatelle, la cui commercializzazione è bloccata perché pianta considerata a rischio contagio Xylella. Nonostante ci siano studi che dimostrino che non è così, l'Unione Europea ha mantenuto l'embargo salvo prevedere, appunto, un apposito trattamento termoterapico sulle piante.

I viti-vivaisti pugliesi pur danneggiati dal fermo che dura ormai da molti mesi, hanno deciso di attenersi alle richieste dell'Unione Europea e hanno sborsato di tasca loro le somme necessarie per l'acquisto – parliamo di 150/180 mila euro –, pur di non perdere altre quote di mercato a vantaggio di operatori del settore, in modo particolare, veneti.

Ma ora oltre il danno si profila una vera e propria beffa! Dopo il trattamento per commercializzare le barbatelle servirà la certificazione dell'avvenuto "lavaggio a caldo". Insomma, un certificatore riconosciuto dall'Unione Europea e quindi anche dalla Regione Puglia che, invece, non si è posta il problema e quindi rischia di trovarsi ad affrontare anche un stagione di contenziosi da parte dei vivaisti per l'ulteriore tempo perso in un momento in cui sono andati in fumo sostanziose fette di mercato.

 

Bari, 16 gennaio 2016

QN Quotidiano Nazionale, Il Giorno, Il Resto del Carlino, La Nazione del 16 gennaio. 2016 - Evasione e nero piaghe d'Italia - Achille Colombo Clerici

Secondo fonti ufficiali – Agenzia delle Entrate, Inps, Istat  - l'evasione fiscale nel 2015 è stata di 122.200 milioni di euro (180 miliardi secondo l'autorevole Tax Justice Network), pari al 7,4% del Pil.
E' l'equivalente di 4 robuste manovre finanziarie, e dell'aggiustamento dei conti Inps (34.500 milioni); ovvero  di 35 detassazioni di Imu e Tasi sulla abitazione principale in proprieta'.

Fanno da pendant i dati della Banca Mondiale secondo i quali il nero in Italia è stimato nell'ordine del 24% del PIL; contro il 16% della Germania, il 14% della Francia, il 12% della Gran Bretagna. Solo il Portogallo ci supera con il 30%.
Uno scandalo che pone l'Italia - come succede usualmente quando si tratta di record negativi - ai primissimi posti in Europa per questo tipo di inefficienza.

Uno scandalo peraltro autorevolmente denunciato anche dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo discorso di fine anno.

Nel maggio del 2014 l' Agenzia delle Entrate ha indicato le aree geografiche ad alta pericolosita' fiscale: una sorta di mappatura dell'evasione in Italia.

Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria, Emilia, Toscana da un lato fra le aree virtuose; la Campania, mezza Puglia e mezzo Lazio, la Calabria e buona parte della Sicilia, fra le aree a rischio.

Purtroppo, in tale situazione, nel nostro Paese si e' storicamente ricorsi al criterio che, a detta del mio maestro Enrico Allorio, ha sempre  improntato la fiscalita' italiana.
In presenza di una elevata quota di evasione  endemica, per ottenere il gettito si tenga alto il carico fiscale individuale (ad esempio le aliquote).
L'esito e' disastroso per i contribuenti a regime.
Oggi per costoro non sfugge piu' una virgola al fisco ed il soggiacere ad un sistema calibrato sull'esigenza di "compensare l'evasione" produce un effetto stritolante.

Ma c'e' anche un altro criterio di fatto applicato. Un principio inespresso, ma presente nella coscienza di molti politici : in alcune aree del Paese gestiamo il fisco per ottenere un effetto redistributivo della ricchezza.
Principio fuorviante sul piano sociale ed iniquo sul piano individuale: le provvidenze si introducono con provvedimenti mirati e non chiudendo un occhio sull' irregolarita' fiscale.


Foto: Achille Colombo Clerici con il Direttore del Il Giorno Giancarlo Mazzuca

Giornata mondiale delle migrazioni La Città di Cori ricorda il suo passato migratorio

In occasione della 102^ Giornata Mondiale delle Migrazioni che si celebra domenica 17 Gennaio 2016, l'Istituto Comprensivo Statale 'Cesare Chiominto' ricorda il fenomeno migratorio corese a cavallo tra XVIII e XIX secolo, come ricostruito nel 2004 da una ricerca delle classi 3^ A e C della scuola media di Cori 'A. Massari', coordinate dal prof. Ettore Benforte e dalla dott.sa Delfina Licata, in collaborazione con l'Archivio Storico Comunale. 

Alla fine del XIX secolo Cori contava circa 8000 abitanti che arrivarono a quasi 9700 alla fine degli anni '30, per lo più braccianti e piccoli contadini. La maggior parte degli emigranti coresi erano uomini tra i 18 e i 40 anni, che spesso rientravano in patria, e le mete preferite erano le Americhe, anche se vi era una consistente emigrazione stagionale verso le regioni del nord Italia e la Francia.

         Nel periodo 1890-1930 ci fu un esodo medio di circa 80-100 persone l'anno, con punte di 200-300 in alcuni momenti: solo la forte natalità del tempo ed il rientro di una parte degli emigrati permise alla popolazione corese di mantenersi stabile per tutto il quarantennio di riferimento.

         Un notevole contributo all'economia locale era dato dalle rimesse degli emigrati che, se da un lato rappresentavano un ritorno economico per il paese, dall'altro, offrendo un'immagine del successo dell'emigrante in terra straniera, invogliavano altri coresi ad emigrare.

         Non tutti però trovavano fortuna all'estero, la vita degli emigrati era precaria, continuamente esposti a disagi di inserimento e morte durante il viaggio. Famose a Cori erano le 'vedove bianche', donne che non ebbero più notizie dei loro mariti e vissero con l'incognita della loro morte o scomparsa, più o meno voluta.

         Arrivati a destinazione, inoltre, di solito venivano selezionati e chi non rispondeva ai requisiti veniva rispedito a casa, dove il senso di sconfitta ne segnava per sempre la vita. Poiché gran parte della popolazione era semianalfabeta, anche a Cori vennero istituiti dei corsi speciali per gli emigranti al fine di dotarli di un minimo di formazione culturale e professionale che potesse rendere più agevole la loro traversata (foto di Q. Corsetti: Cori, 1911 - Cori, 1911 - Scuola Popolare).

Eletto ‘Il Principe dell’Olio’ di Sonnino. Trionfa Maggiarra Sabrina

L'olio extravergine di oliva di Maggiarra Sabrina è 'Il Principe dell'0lio' 2016, vincitore dell'8^ edizione del concorso locale 'L'Olio delle Colline a Sonnino', organizzato dall'Amministrazione comunale di Sonnino e dall'associazione CAPOL (Centro Assaggiatori Produzioni Olivicole Latina), in collaborazione con l'ASPOL (Associazione Provinciale Produttori Olivicoli Latina).

La premiazione e la consegna degli attestati di partecipazione è avvenuta domenica 10 Gennaio presso l'auditorium San Marco di Sonnino, a margine del convegno nel corso del quale si è parlato di 'L'analisi organolettica come strumento di misura e di valorizzazione della qualità dell'olio extravergine della cultivar Itrana' e de 'Le proprietà nutraceutiche dell'olio extravergine della cultivar Itrana'. 

Sono intervenuti: Luciano De Angelis, Sindaco di Sonnino; Luigi Centauri, Presidente del CAPOL; Eugenio Lendaro e Andrea Coccia del Dipartimento di Scienze e Biotecnologiche del Polo pontino dell'Università La Sapienza di Roma; Alessandro Rossi, Presidente della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT), Sezione di Latina; Cosmo Di Russo, Presidente dell'ASPOL.

Hanno partecipato al concorso 78 produttori, i cui oli erano per l'86% extravergine di oliva, ben al di sopra della normale media concorsuale. Dopo Maggiarra Sabrina si sono classificati, nell'ordine: Misiti Adria, Azienda Agricola Madeccia, Iannotta Filippo; Impero Biol e Iannotta Lucia. Sono stati inoltre premiati Impero Maggiarra che ha portato l'olio di Sonnino nel mondo e Lucia Iannotta che ha rappresentato l'olivicoltura del Lazio a Expo Milano 2015.           

'Il Principe dell'0lio' segue al Concorso 'L'Olio delle Colline a Maenza' che ha visto trionfare Tomei Antonio, seguito da: De Rita Andrea, Coco Giancarlo, Iagnocco Gianfranco, Francesconi Mauro e Cipriani Dario. Vi hanno preso parte 42 produttori e la cerimonia di premiazione si è svolta domenica 20 Dicembre 2015 presso il Castello Baronale alla presenza del Sindaco di Maenza Claudio Sperduti, l'Assessore alla Sanità Dorina Risi, il Presidente del CAPOL Luigi Centauri e il Direttore del Civico Museo del Paesaggio Francesco Tetro. 

Comunicato Stampa. Matera, in alto gli scudi: la Bawer Olimpia ospita la capolista Brescia

 

Comunicato Stampa

 #545
 
Matera, in alto gli scudi: la Bawer Olimpia ospita la capolista Brescia

Il match di domenica al Palasassi propone il confronto tra i due opposti in classifica. Da una parte, il bisogno di interrompere la serie negativa di due sole vittorie dall'inizio del campionato (Matera: 4); dall'altra, l'obbligo di proseguire la marcia allo stesso ritmo di tredici vinte su sedici disputate (Brescia: 26). Chase: "Combattere con impegno per quaranta minuti".

Data del Comunicato
Sabato, 16 gennaio 2016



La Bawer Olimpia Matera - che sta disputando la Serie A2 nazionale di Basket maschile - ospiterà al Palasassi domenica, 17 gennaio 2016 - con inizio alle 18:00 - la Leonessa Basket Brescia,  quasi incontrastata leader della classifica del Girone Est, con 26 punti guadagnati dopo sedici giornate; le uniche tre sconfitte risalgono alla terza giornata  a Roseto (88-74), alla sesta  in casa con Treviso (78-84), e alla tredicesima a Treviglio (93-87). La Bawer Olimpia è ancora ferma a quattro punti, quelli guadagnati in casa con Treviglio e Bologna nel girone di andata.  In ogni caso, si tratta dell'ultimo incontro - gara 17 del torneo, seconda del girone di ritorno - prima che si riaprano le transazioni di mercato di metà gennaio; queste, con ogni probabilità, consentiranno alla società sportiva di Matera di rivedere gli equilibri del roster attraverso l'acquisizione di nuovi giocatori - come annunciato dal vertice aziendale che, nel frattempo, ha chiesto a Franco Del Moro di assumere il ruolo di direttore generale della società. 

Il coach della formazione lucana, Luigi Gresta, fornisce gli elementi di lettura del match: "La partita si annuncia come molto difficile, visto anche il nostro momento in campo. La Leonessa si presenta come una squadra completa, compatta, che esprime un gioco non appariscente ma sicuramente solido grazie anche ai due americani: Holmes, una guardia tiratrice, grande realizzatore da tre punti e contropiedista; Hollis, un giocatore "all around" che giostra prevalentemente da "quattro", in grado di poter attaccare il ferro sia fronte, sia spalle a canestro - di livello nettamente superiore a questo campionato. Completa il roster un gruppo di validi italiani, tra cui spiccano l'ex nazionale Cittadini, Bruttini, Passera, Bushati e Alibegovic. E' una squadra completa, dura, contro la quale dovremo allestire una partita perfetta e importante, cercando di rimanere agganciati nel punteggio, e magari giocando qualche brutto tiro nel finale. Ci stiamo allenando molto, i ragazzi stanno provando a salire di condizione, ma l'infortunio è sempre in agguato, per cui speriamo di avere i ranghi completi per questo importante appuntamento."

Il play/guardia statunitense Brian Chase analizza la partita con l'abituale determinazione che lo contraddistingue:  "Tutte le partite in programma saranno per noi importantissime; Brescia è la prima della classe, con un team complessivamente ottimo. Dobbiamo dimostrare di voler combattere con tutto l'impegno per quaranta minuti, è fondamentale che ciascuno di noi scenda in campo consapevole di fare di tutto per ottenere il miglior risultato possibile".

Arbitreranno la gara Christian Borgo di Dueville (VI), Gabriele Gagno di Spresiano (TV) e Stefano Del Greco di Verona (VR). Telecronaca differita sui canali digitali di TRM Network: 11 (Basilicata) e 171 (Puglia), con prima edizione Lunedì 18 gennaio 2016 alle 20.40 e replica Martedì 20 gennaio 2016 alle 15.00.

Angelo Tarantino
Novità Bawer Olimpia 

Attivato su Telegram il servizio News della Bawer Olimpia Matera in tempo reale e direttamente sul tuo smartphone.



Richiede l'installazione dell'applicazione Telegram sul cellulare (IOS, Android, Windows Phone), o sul proprio computer (Windows, Linux, Apple). E' previsto anche l'accesso via web.
 
 
Ultimi video disponibili 
 


TRMh24: Andrea Rospi intervista Luigi Gresta, coach Bawer Olimpia Matera.




Disclaimer

L'utilizzo delle immagini fotografiche pubblicate all'interno di questo comunicato è consentito ai blog e alle testate giornalistiche, a condizione che sia mantenuta visibile l'evidenza del copyright e del nome dell'autore. Ogni altro diritto è riservato.
Per informazioni:
 
 
 
 
Bawer Olimpia Matera
Via Lazazzera s.n. - Piano Rialzato
(di fronte Caserma GdF) 
Tel. 0835/388298
75100 Matera
 

_____________________________________________________________________________ 

  



Ufficio Stampa Matera: 
ServiziStampa by Resolvis 

ServiziStampa by Resolvis

Via Passarelli, 50
75100 Matera (Italy)
Telefono +39 0835 331871 - Fax +39 0835 1820303
Angelo Tarantino - Mobile: +39 348 8515452
- Internet u.r.l.: www.servizistampa.it
 
ServiziStampa e Resolvis sono marchi registrati. Tutti i diritti sono riservati.
Release 1.0
_____________________________________________________________________________







venerdì 15 gennaio 2016

Comunicato Stampa: Franco Del Moro nuovo Direttore Generale della Bawer Olimpia Matera


 

Comunicato Stampa

 #544
 
Franco Del Moro nuovo Direttore Generale della Bawer Olimpia Matera

Il nuovo dirigente sarà presentato sabato, 16 gennaio 2016, in una conferenza stampa alle 11.30 all'Hotel San Domenico di Matera.

Data del Comunicato
Venerdì 15 gennaio 2016


E' Franco Del Moro il nuovo Direttore Generale della Bawer Olimpia Matera. Nato a Mondolfo (PU) nel 1959 ma residente a Fano, il dirigente è giunto nella città dei Sassi, dove sarà responsabile del coordinamento di tutte le funzioni tecniche e organizzative.

Già presidente della Vittoria Libertas di Pesaro nel triennio 2010-2013 -con una semifinale scudetto nel 2012 nella sfida con Armani Jeans di Milano - successivamente Del Moro è diventato direttore generale dell'Associazione Italiana Arbitri di Pallacanestro (AIAP).

Il dirigente della società sportiva sarà presentato ai giornalisti dall'esecutivo della Bawer Olimpia, in una conferenza stampa che avrà luogo domani - sabato, 16 gennaio 2016 - alle ore 11.30, presso l'Hotel San Domenico al Piano di Matera (Via Roma).
Novità Bawer Olimpia 

Attivato su Telegram il servizio News della Bawer Olimpia Matera in tempo reale e direttamente sul tuo smartphone.



Richiede l'installazione dell'applicazione Telegram sul cellulare (IOS, Android, Windows Phone), o sul proprio computer (Windows, Linux, Apple). E' previsto anche l'accesso via web.
 
 
Disclaimer

L'utilizzo delle immagini fotografiche pubblicate all'interno di questo comunicato è consentito ai blog e alle testate giornalistiche, a condizione che sia mantenuta visibile l'evidenza del copyright e del nome dell'autore. Ogni altro diritto è riservato.
Per informazioni:
 
 
 
 
Bawer Olimpia Matera
Via Lazazzera s.n. - Piano Rialzato
(di fronte Caserma GdF) 
Tel. 0835/388298
75100 Matera
 

_____________________________________________________________________________ 

  



Ufficio Stampa Matera: 
ServiziStampa by Resolvis 

ServiziStampa by Resolvis

Via Passarelli, 50
75100 Matera (Italy)
Telefono +39 0835 331871 - Fax +39 0835 1820303
Angelo Tarantino - Mobile: +39 348 8515452
- Internet u.r.l.: www.servizistampa.it
 
ServiziStampa e Resolvis sono marchi registrati. Tutti i diritti sono riservati.
Release 1.0
_____________________________________________________________________________






Open Stage, palco aperto ai giovani cantanti e musicisti

Continua "Open Stage", l'iniziativa organizzata dalla Music Instinct, l'associazione culturale e scuola di musica funzionale di Napoli che vede coinvolti insegnanti, allievi, ospiti e chiunque voglia suonare in jam, per dare il proprio contributo e confrontarsi con altri musicisti con interplay e giusto spirito di condivisione.

Le serate apriranno con un breve concerto per proseguire con l'Open Stage durante il quale i musicisti che vorranno suonare, potranno interagire con quelli già presenti sul palco.

Responsabile del palco Corrado Paonessa con lui Paolo Sessa key e Dario Guidobaldi. Il trio così formato, aprirà la serata con un concerto di circa 40/50 minuti, dove eseguirà brani famosi e brani originali.

Il 20 gennaio lo spazio che ospiterà l'Open Stage sarà il Goodfellas di Via Morghen, 34bis alle ore 22,00, locale nel cuore del Vomero con uno spirito particolare e dedicato alle esecuzioni musicali ed allo spettacolo nel cuore della nostra grande città. Il progetto è nato dalla volontà di Marco, Roberto e Malone che si sono trovati in armonia con la progettazione di un locale dove non solo è possibile mangiare, bere e stare in compagnia ma, che svolga una funzione sociale in una città povera di spazi per chi della musica ha fatto la propria ragione di vita.

Per tutti i dettagli, seguiteci sul sito ufficiale MusicInstinct.it sempre aggiornato con i nuovi eventi.

Nana x Music Instinct




Avast logo

Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
www.avast.com


Codacons su Istat inflazione 2015


COMUNICATO STAMPA

Economia

15 gennaio 2016

 

INFLAZIONE: ISTAT CONFERMA, MEDIA 2015 ALLO 0,1%


SOLO IN LOMBARDIA NEL TERZO TRIMESTRE 2015 SI E' REGISTRATO UN +0,3%

 

CODACONS: DA RIBASSI PETROLIO EFFETTI DEVASTANTI SULL'INFLAZIONE. MA NEL 2016 TASSO E' DESTINATO A SALIRE

 

 

Il forte deprezzamento del petrolio, le cui quotazioni in un anno sono scese di oltre il 30%, ha avuto effetti devastanti sull'inflazione, portando il tasso medio del 2015 a fermarsi allo 0,1%. Lo afferma il Codacons, commentando i dati definitivi diffusi oggi dall'Istat.

Solo in Lombardia nel terzo trimestre del 2015 si è registrato un aumento dell'inflazione pari allo 0,3%.

Per il Presidente Marco Maria Donzelli: "Bisogna procedere tempestivamente con la diminuzione dei prezzi, partendo dalla riduzione delle accise sui carburanti. La continua crescita dei tassi d'inflazione non favorisce l'uscita dalla crisi"






--
www.CorrieredelWeb.it

AMS, BALDI (LZ): BENE ACCORDO, ORA TROVARE SOLUZIONE DEFINITIVA

COMUNICATO STAMPA

AMS, BALDI (LZ): BENE ACCORDO, ORA TROVARE SOLUZIONE DEFINITIVA

"La Regione Lazio ha fatto la sua parte nella vicenda AMS mettendo una pezza a tutti i comportamenti sbagliati che ci sono stati. Avendo seguito dall'inizio e sempre al fianco dei lavoratori, la storia di un'azienda di eccellenza nazionale, ringrazio di cuore il Presidente Zingaretti e l'Assessore Valente per quanto hanno fatto. Ora è necessario che questi mesi di Cassa Integrazione rappresentino il tempo per trovare la soluzione definitiva per Tutti i lavoratori AMS. Persone e professionalità che, come ho sempre detto, non possono essere eliminate per gli interessi inconfessabili di qualcuno". Così in una nota Michele Baldi, Capogruppo della Lista Civica Nicola Zingaretti al Consiglio Regionale del Lazio.






--
www.CorrieredelWeb.it

PETROLIO, M5S: "FIAMMATE A VIAGGIANO UNO SCEMPIO. IMBARAZZANTE RISPOSTA DEL GOVERNO"


Roma, 15 gennaio 2015 - «Serve un'indagine che verifichi quanto accade nel Centro Olio di Viaggiano, impianto industriale dove viene trattato in prima istanza il petrolio estratto in Basilicata. Bisogna verificare gli effetti dell'attività estrattiva sulla salute della popolazione e sull'ambiente della valle lucana, oltre che un adeguamento dei limiti delle emissioni di idrogeno solforato prodotte dal Centro Olio che - come da letteratura scientifica - supera di 6000 volte i limiti suggeriti dall'Organizzazione mondiale della sanità, mettendo a rischio la salute dei lavoratori del centro, la popolazione, le produzioni agroalimentari e l'habitat lucano»: lo ha detto in Aula la portavoce M5S lucana Mirella Liuzzi in un'interpellanza urgente.

«La risposta del Governo è stata a dir poco imbarazzante. In primo luogo perché è stato detto che i controlli sulle fiammate e sulle emissioni devono essere effettuati dallo stesso gestore dell'impianto, cioè dall'Eni. Ancora una volta il paradosso di un controllore che è allo stesso tempo il soggetto controllato. Inoltre è stato anche affermato che le fiammate non devono preoccupare e che l'idrogeno solforato prodotto dallo stabilimento industriale è addirittura inferiore ai limiti dettati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.  Peccato però che il Governo non abbia fornito nessun dato certo e alcuna fonte a riguardo . Infatti ogni volta che è stato presentato un emendamento dal M5S per abbassare i limiti, è stato puntualmente bocciato. Non è ovviamente possibile fare riferimento ai blandi pareri dell'Arpab, che è lo stesso ente pubblico preposto ai controlli, oggi sotto indagine della magistratura, che ha contestato proprio le valutazioni  rassicuranti dell'ente sul livello di emissioni in Val d'Agri. Gli studi condotti dall'autorevole Università di Los Angeles redatti dalla Professoressa Maria Rita D'Orsogna, ci dicono invece che esiste una correlazione tra le malattie che colpiscono la popolazione, l'ambiente della Val d'Agri e le emissioni di acido solforico - anche a basse dosi - prodotte dal centro».

«Il petrolio che viene estratto in Basilicata è di pessima qualità e copre solo il 6% del fabbisogno nazionale. La Basilicata, che si sta letteralmente spopolando, ci è stata descritta per anni come il Texas italiano. I fatti hanno dimostrato che questa avventura petrolifera ha prodotto, al contrario, danni, malattie e nessun ritorno in termini di occupazione e sviluppo. Ed oggi, anche indagini giudiziarie. Trentasette avvisi di garanzia sul centro Olio di Viggiano. L'inchiesta tocca tutto il c.d. "sistema rifiuti" della Basilicata. Molti dei funzionari regionali e Arpab indagati per questa vicenda sono anche rinviati a giudizio per disastro ambientale nella vicenda Fenice, l'inceneritore di San Nicola di Melfi. In sostanza, ai poveri lucani il Governo del PD non fa mancare nulla, ma solo in termini di inquinamento. La magistratura sta procedendo ai controlli che la Regione Basilicata e l'Arpab avrebbero dovuto eseguire già da molto tempo per tutelare i cittadini lucani. Nonostante ciò, il Governo ha già tutti gli elementi per intervenire e per dare una risposta politica senza aspettare la fine delle indagini sull'illecito di rifiuti e disastro ambientale che ha coinvolto il Centro Olio di Viggiano. Serve un segnale forte. Risposte come quella di oggi, dedite al 'tuttappostismo' non fanno altro che continuare a prendere in giro i cittadini che devono subire le scelte di amministratori capaci di rispondere ad una sola logica, quella dei petrolieri. Il M5S a settembre del 2013, ha presentato una denuncia alla Commissione europea per l'ambiente, continueremo la nostra battaglia oltre che nel parlamento italiano anche nelle istituzioni internazionali».

CRESCE IL MERCATO DELLA PRIVATE LABEL



Piacenza, 15 gennaio 2016

 

COMUNICATO STAMPA

 

CONSORZIO PIACENZA ALIMENTARE

CRESCE IL MERCATO DELLA PRIVATE LABEL: GRANDE SUCCESSO PER IL MARCA 2016

 

Sostenibilità: è stata la parola chiave dell’edizione Marca 2016, la fiera che apre il calendario degli appuntamenti dedicati al Food&Beverage in Italia. Una vetrina a cui, anche quest’anno, ha preso parte il Consorzio Piacenza Alimentare, presente con le consorziate Dafal, Rebecchi F.lli Valtrebbia e La Pizza +1 , tra le diverse aziende piacentine che hanno un consolidato rapporto con il ricco mercato della Private Label (o Marchio del Distributore). Un segmento che nel nostro paese, pur avendo un peso lievemente inferiore alla media europea, registra una costante crescita; dato confermato anche dall’incremento del 10% del numero di aziende espositrici partecipanti al Marca.

“Sono diversi anni che prendiamo parte a questa fiera e devo dire che l’edizione 2016 è stata tra le migliori - commenta Gianni Maltoni di Rebecchi – Non solo abbiamo confermato e consolidato proficui rapporti con importanti insegne nazionali, ma abbiamo anche creato nuove sinergie con marchi interessati a lavorare con le aziende alla sperimentazione di prodotti innovativi.” Come confermano i numeri, infatti, i settori MDD che hanno registrato tassi di crescita maggiore sono stati proprio quelli del segmento premium (cresciuto del 13,1%) e del comparto bio (in crescita dell’11,3%). I retailer hanno limitato il ricorso alle promozioni sui loro prodotti, qualificando maggiormente la loro offerta a favore di una ricerca di maggiore qualità.

“Negli ultimi anni abbiamo lavorato ad una linea di prodotti caratterizzata da uno “spirito salutistico”. Una scelta che ci ha premiato”. Commenta Maria Rosa Paraboschi, responsabile commerciale di Daf.Al, l’azienda che al Marca ha attirato l’attenzione dei buyer con referenze come Quinoa e Soia Edamame Bio in scatola.

Eccellenza che strizza l’occhio alla naturalità anche per la Pizza + 1, presente in fiera non solo con i prodotti ma anche con un’attitudine: quella alla sperimentazione. “In una fiera che cresce nei numeri e nella qualità, l’elemento più interessante che abbiamo riscontrato è stata la curiosità degli operatori- commenta Marco Nicora, responsabile commerciale di La Pizza + 1 – Abbiamo preso contatto con operatori inglesi, spagnoli e portoghesi tutti interessati a prodotti in grado di comunicare ai consumatori valori come innovazione, sostenibilità e naturalità”. Archiviata positivamente l’esperienza bolognese, l’attività del consorzio prosegue con altri importanti appuntamenti nei mercati orientali: il Gulfood, a Dubai dal 2 al 25 febbraio e il Foodex a Tokyo dal 21 al 25 Marzo. Forte di un anno appena concluso che ha visto l’export agroalimentare piacentino confermare una crescita a doppia cifra nell’ultimo triennio, il Consorzio si sta preparando a promuovere anche su questi mercati emergenti la propria “squadra” di eccellenze piacentine che è stata capace di realizzare nel 2015 oltre 150 nuovi prodotti.

 


Per Info:



Descrizione: cid:3405067915_868749

CONSORZIO PIACENZA ALIMENTARE
Piazza Cavalli, 35 - 29121 PIACENZA (Italy)
Tel. +39 0523 305928  - Fax: +39 0523 313854

www.consorziopiacenzalimentare.it

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota