giovedì 27 ottobre 2016

I servizi di mobile payment in aumento in tutto il mondo

GFT, il fornitore globale di servizi di advisory, business consulting, IT e servizi software per il settore dei servizi finanziari, annuncia oggi il lancio di un whitepaper che delinea lo sviluppo del mobile payment su scala globale e indica importanti suggerimenti per il settore finanziario nel suo complesso.

 

Le soluzioni di mobile payment continuano ad avere sempre più rilevanza a livello internazionale, con alcuni pionieri, nell’emergente settore, nell’Asia-Pacifica e nelle regioni Africane, dove solo pochi individui possiedono un conto corrente tradizionale. All’interno dell’Europa: Regno Unito, Spagna e Italia sono considerate all’avanguardia nell’innovazione del mobile payment, mentre in Germania, c’è ancora la necessità di ottimizzare l’esperienza nel retail e di un cambiamento di mentalità da parte del consumatore, che deve ancora approcciarsi al mobile payment. Il whitepaper GFT, intitolato ‘Mobile Payments 2016: un’analisi del mercato attuale, impatti e suggerimenti per il settore bancario’ mostra una completa panoramica in otto mercati chiave: Germania, Svizzera, Spagna, Italia, Regno Unito, USA, Brasile e Cina. Nel paper, GFT analizza l’evoluzione di questi mercati chiave, raffrontando i progressi che sono stati fatti rispetto a quanto riportato da GFT nel precedente report del 2012, relativo ai trend nei pagamenti mobile. Come si è sviluppato il mercato da allora e dove è determinante agire nel settore bancario? La nuova analisi fornisce risposte precise.

 

Bernd-Josef Kohl, Executive Director di GFT Germania, commenta: “Il futuro delle operazioni di pagamento è determinato da catene di creazione di valore in evoluzione, che stanno continuamente crescendo e diventando più complesse". In molti paesi, nuove aziende stanno entrando sul mercato, e non appartengono solo al settore finanziario. Da un lato, ci sono i produttori di smartphone che uniscono la loro posizione dominante sul sistema operativo mobile a idee di business dirompenti, mentre dall’altro lato, potenti internet company provenienti dagli Stati Uniti (e sempre più dalla Cina) sono particolarmente interessate alla monetizzazione dei dati dei loro clienti attraverso un mobile wallet. Kohl continua, "Ulteriori competitor nel settore bancario delle transazioni di pagamento, sono le start-up Fintech, sempre più numerose".

 

Una grande opportunità di mercato per le banche - ma il tempo stringe

In tutta Europa, molti paesi hanno già adottato alcuni meccanismi di pagamento contactless. Entro il 2020 in Germania, tutti i terminali POS dovranno supportare questa tipologia di pagamenti. Questo implica, per il settore bancario, una vasta gamma di nuove opportunità di business. Kohl continua, "Grazie alla loro infrastruttura e a molti anni di esperienza nei servizi di pagamento, gli istituti di credito hanno le condizioni ottimali per assumere un ruolo fondamentale nel futuro ecosistema mobile". Le principali istituzioni finanziarie possono anche incrementare la consolidata fiducia instaurata con i loro clienti - soprattutto in termini di tutela della privacy. Secondo un sondaggio* recentemente pubblicato, tre consumatori su quattro si fiderebbero maggiormente di un'applicazione sviluppata dalla propria banca per lo svolgimento di un'operazione di pagamento mobile con il proprio smartphone, rispetto a solo un consumatore su 10 relativamente ad un provider del settore IT o internet.

 

Inoltre, il mercato dell’Eurozona sarà esposto ad un’ulteriore dinamica attraverso l'introduzione di nuovi servizi di instant payment. Entro il 2018, i pagamenti in tempo reale dovrebbero essere possibili nell’Eurozona - inizialmente tra le imprese e i consumatori. I requisiti di legge, con cui l'Unione Europea intende rafforzare la competitività e la sicurezza nel mercato del mobile payment, creano un’ulteriore pressione sugli istituti di credito. Con l'attuazione della Direttiva Europea sui Servizi di Pagamento (PSD2), tali imprese saranno obbligate a garantire che i fornitori terzi abbiano libero accesso ai conti dei clienti che essi detengono, un cambiamento importante per la attuale natura di “protezione” del rapporto con il cliente.

 

Grazie alla profonda comprensione dei trend di mercato emergenti e alla completa conoscenza delle aziende operanti nel settore finanziario, GFT ha delineato numerosi suggerimenti relativi ai modelli di business, alle opportunità di accesso al mercato e ai potenziali modelli di cooperazione. Kohl spiega, "L'attenzione deve chiaramente essere concentrata sull’esperienza dell'utente finale. Il corretto contatto con il cliente rappresenta un elemento fondamentale nella creazione di servizi vincenti di mobile payment. È l'esperienza degli utenti, in particolare, che decreta la differenza tra il successo di mercato e un fallimento clamoroso - e questo si traduce, in modo determinante, in fidelizzazione della clientela o perdita totale dei clienti”.

 

Il nuovo whitepaper GFT offre valutazioni molto utili per quanto riguarda lo sviluppo atteso dei sistemi di pagamento mobile e dei volumi previsti nei prossimi anni: può essere scaricato qui http://www.gft.com/it/it/index/discovery/thought-leadership/mobile-payment-market-analysis-2016/

 

Ufficio stampa GFT

Paola Sinigaglia, mobile: +39.340.1065021, skype: paola.sinigaglia1, mail paola@paolasinigaglia.it

Marzia Romeo, mobile: +39.339.4896886, skype: marzia.ro, mail marzia@paolasinigaglia.it

 


Controllo malware effettuato

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota