sabato 31 ottobre 2015

In ricordo di San Tommaso da Cori

Per la commemorazione di Tutti i Santi (1° Novembre) il Comune ricorda San Tommaso da Cori. Nato il 4 Giugno del 1655, Tommaso perse i genitori a 14 anni e si mise a fare il pastore, imparando la saggezza delle cose più semplici. Francesco Antonio Placidi, jo Beato nella memoria collettiva, è un santo popolare. La sua figura, di persona di umili origini e dedita alla vita religiosa e monastica, incarna l'essenza della funzione sociale della religione, che è quella di tenere legata la comunità attraverso la fede. Il suo sacrificio è conosciuto da tutti i coresi, che ancora cercano in lui un punto di riferimento.

Giovane seguì la sua ispirazione, appartenere completamente a Dio nella vita religiosa francescana, un mondo che aveva già potuto conoscere avvicinandosi ai Frati Minori di Cori presso il convento di San Francesco e che approfondì entrando nell'Ordine e compiendo l'anno di noviziato ad Orvieto (PG). Professata la Regola di San Francesco e compiuti gli studi teologici, divenne sacerdote e fu nominato vice maestro dei novizi nel convento della SS. Trinità di Orvieto. Poco dopo Fra Tommaso chiese il trasferimento al convento di Civitella (oggi Bellegra) dove bussò alla porta e disse – "Sono Fra Tommaso da Cori e vengo qui per farmi Santo!" – esprimendo già la sua ansia di vivere radicalmente il Vangelo secondo lo spirito di S. Francesco.

Da allora Fra Tommaso dimorò a Bellegra fino alla morte, tranne i sei anni che fu Guardiano nel convento di Palombara, dove instaurò il Ritiro, sul modello di quello di Bellegra: per entrambi scrisse delle Regole, che per primo osservò scrupolosamente, consolidando con la parola e con l'esempio i due Ritiri. L'aspetto principale della sua vita spirituale fu la centralità dell'Eucarestia, testimoniata dalla celebrazione, intensa e partecipata, della santa messa e dalla preghiera silenziosa che si protraeva ogni giorno fino a tarda notte.

Fu chiamato Apostolo del Sublacense perché, anziché chiudersi nel suo Ritiro, viaggiò nel Lazio per diffondere la parola di Dio, con parole chiare e semplici, rivolgendosi ai più poveri e facendo miracoli ad ogni suo passaggio. Divenne un esempio di vocazione francescana dimostrando un grande spirito di carità che si manifestava nella totale disponibilità a qualsiasi necessità, anche la più umile, di chiunque si rivolgesse a lui. Morì l'11 gennaio 1729 e nel 1737 iniziò il processo di beatificazione che si concluse il 3 settembre 1786 per poi essere canonizzato il 21 novembre 1999 da Papa Giovanni Paolo II.

La sua dimora, nel centro storico di Cori monte, in via San Tommaso da Cori, è diventata una chiesa, semplice e sobria, con all'interno varie ed interessanti opere d'arte e all'esterno la statua a lui dedicata. A Cori valle invece, in località San Rocco, lo ricorda una targa affissa nel 2010 sulla facciata della ex chiesetta di Santa Maria del Pianto, piccolo rifugio spirituale ove il Santo corese era solito fermarsi quado tornava in paese, a piedi da Bellegra, per rifocillarsi e parlare ai suoi fedeli, prima di proseguire il cammino.

Il Santo francescano non dimenticò mai le sue origini. Da Cori non prese solo i natali, ma amò sempre e totalmente la città e la comunità che l'aveva visto crescere e l'aveva generato alla fede. Pur standone lontano per gran parte della vita restò sempre corese nel profondo del cuore. Ogni anno infatti si recava a Cori per la questua dell'olio, ma quando arrivava si dedicava soprattutto a ristabilire la concordia tra i suoi compaesani.

Parte il Progetto ‘Io Leggo’: la lettura per bambini e ragazzi, fra parole e immagini Giovedì 5 Novembre 2015, alle ore 10:30, presso la Biblioteca Civica di Cori il primo dei quattro incontri in programma fino a Dicembre

Giovedì 5 Novembre 2015, alle ore 10:30, presso la Biblioteca comunale di Cori 'Elio Filippo Accrocca', gli studenti delle scuole primarie 'V.Laurienti' e 'D.S.Radicchi' inaugureranno il progetto "Io Leggo" finanziato dalla Regione Lazio, organizzato dalla Compagnia dei Lepini con il Sistema Territoriale delle Biblioteche dei Monti Lepini, insieme agli Assessorati ai Politiche Sociali e alla Cultura del Comune di Cori, l'Istituto Comprensivo Statale 'Cesare Chiominto' e l'associazione culturale Arcadia.

Si tratta di nuovo esperimento che punta a trasmettere agli alunni delle elementari il piacere della lettura, stimolandoli a coltivare il gusto e la passione per l'arte letteraria. Un percorso che combina ed integra tra loro i diversi aspetti della lettura, dell'illustrazione e del teatro, cercando di coinvolgere i giovani protagonisti in attività creative, insegnate e spiegate da operatori professionisti dell'associazione culturale Matutateatro.

Quattro gli incontri in programma tra Novembre e Dicembre dove, attraverso l'utilizzo di tecniche artistiche differenti, i piccoli apprenderanno le modalità per avvicinarsi al libro, dall'illustrazione all'animazione e messa in scena, utilizzando suoni, parole e immagini. Il luogo attorno al quale ruota tutto è la biblioteca civica, istituto culturale fondamentale per l'approccio dei bambini alla scrittura e alla lettura e per la diffusione e la valorizzazione dell'editoria di qualità.

I lavori realizzati al termine di ogni laboratorio saranno raccolti in una pubblicazione in forma di catalogo illustrato che verrà infine presentato al pubblico. Le varie fasi progettuali potranno essere seguite in modalità digitale attraverso un blog dedicato, che racconterà l'esperienza anche con video reportage. I partecipanti inoltre saranno ospiti, il 1° Febbraio 2016, dello spettacolo di Teatro Disegnato di Gek Tessaro, vincitore del Premio Andersen, presso l'Auditorium Mario Costa di Sezze.

Incontrarsi, confrontarsi, crescere. Ai nastri di partenza il progetto inaugurale della nuova stagione di collaborazione tra Scuola locale e Servizi Sociali di Cori

'Incontrarsi, confrontarsi, crescere'. Ripartirà martedì 3 Novembre 2015 il progetto che vede impegnati l'Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Cori e l'Istituto Comprensivo Statale Cesare 'Cesare Chiominto'. L'iniziativa è rivolta agli insegnanti delle scuole locali, con la novità che quest'anno, oltre ai docenti dell'infanzia e della primaria, parteciperanno anche quelli della secondaria di primo grado che apriranno la serie degli incontri in programma.

         Maestri e professori costituiranno due gruppi di auto mutuo aiuto dove potersi incontrare, conoscere e confrontare alla pari, sulla base delle proprie reciproche esperienze, fatte di tratti comuni e differenze personali. Loro stessi proporranno i temi da trattare e le principali situazioni da condividere. Un conduttore (psicologo) avrà invece il compito di facilitare la comunicazione, promuovendo la partecipazione di tutti i membri.

         L'obiettivo è quello di offrire al corpo docente uno spazio accogliente, solidale ed empatico in cui ascoltare ed essere ascoltati, entro il quale aumentare la consapevolezza delle capacità e delle potenzialità proprie e dell'altro. Per entrambi i gruppi sono previste sei riunioni a cadenza quindicinale della durata di un'ora e mezza ciascuna. Al termine dei percorsi sarà proposto un momento di verifica unitario.

         'Incontrarsi, confrontarsi, crescere' inaugura la rinnovata collaborazione tra l'Amministrazione comunale e il 'Chiominto', i Servizi Sociali e gli istituti scolastici del territorio. Un rapporto che si evolverà nei prossimi mesi con l'avvio di altre progettualità rivolte sia agli studenti che ai loro educatori: 'Educare all'affettività', 'Cyberbullismo', 'Bisogni Educativi Speciali', approfondimento e formazione sul Disturbo Autistico.

         CALENDARIO AUTO MUTUO AIUTO. Gruppo insegnanti Scuola media inferiore, incontri presso la 'A. Massari', Cori: 03/11/2015, 16-17:30; 17/11/2015, 16-17:30; 01/12/2015, 16-17:30; 15/12/2015, 16-17:30; 12/01/2016, 16-17:30; 19/01/2016, 16:30-18. Gruppo insegnanti scuola dell'infanzia e primaria, incontri presso la 'V. Laurienti', Cori: 02/02/2016, 16:30-18; 16/02/2016, 16:30-18; 01/03/2016, 16:30-18; 15/03/2016, 16:30-18; 29/03/2016, 16:30-18; 12/04/2016, 16:30-18. Incontro di verifica unitario: 19/04/2016, 16:30-18.

venerdì 30 ottobre 2015

Angelo Figuccia: "Amat quint'essenza del sistema sovietico di Orlando"



Città di Palermo

Consiglio Comunale

FORZA ITALIA

Piazza Pretoria n.1 c.a.p. 90133

Tel. 0917402418 - fax 091 7402443

 

COMUNICATO STAMPA

 

ANGELO FIGUCCIA: "L'AMAT E' LA QUINT'ESSENZA DEL SISTEMA SOVIETICO DEL SINDACO ORLANDO"

 

 

"Qualche giorno fa, il sindaco Orlando ha detto che a Palermo da anni regna indisturbato un sistema sovietico. Ha proprio ragione e l'Amat ne è la quint'essenza, senza che lui faccia niente per contrastarlo". Lo afferma il consigliere comunale di Forza Italia Angelo Figuccia, che prosegue: "Ogni giorno passa, l'azienda del trasporto pubblico cittadino brilla, si fa per dire, per disservizi e sprechi. Gli ultimi due, in ordine di tempo, riguardano il mega magazzino inutilizzato di largo Bellavista e la rimessa di Brancaccio.

Qualche decennio fa, l'Amat acquistò a suon di milioni delle vecchie lire un locale di circa 500 metri quadri in largo Bellavista, che nelle intenzioni dei dirigenti dell'Amat doveva essere la sede dello spaccio alimentare aziendale. Ma l'iniziativa durò soltanto qualche mese e da allora il magazzino è in totale stato di abbandono. Come se non bastasse, ogni anno l'Amat paga ben 3600 euro come spese di condominio, soldi pubblici letteralmente gettati al vento. Qualche tempo fa, inoltre, una perizia valutò il locale circa 700 mila euro. Perché, quindi, non metterlo in vendita? Misteri di via Roccazzo.

Per la rimessa di Brancaccio, invece, l'Amat paga un affitto annuo di 260 mila euro ed quasi altrettanto per le spese di acqua, luce, pulizia, ecc., per un totale di mezzo milioni di euro. Ma c'è un piccolo dettaglio: la rimessa ospita soltanto qualche decina di autobus che potrebbero benissimo essere sistemati in via Roccazzo. Inoltre, sempre a Brancaccio, l'officina, dopo il pensionamento dell'unico meccanico, è gestita da un elettricista: in caso di guasto dei mezzi, quindi, questi devono essere trasportati nel deposito di Passo di Rigano, con ulteriori aggravi di costi. Ciliegina sulla torta, infine, sono i quattro autobus che ogni giorno, dall'alba alla sera, fanno la spola tra la stazione centrale e il centro commerciale di Roccella, il Forum, trasportando migliaia di passeggeri, la stragrande maggioranza dei quali non si sogna neanche di pagare il biglietto considerati anche i pressocchè nulli controlli. Altre decine di migliaia di euro sprecati. Alla faccia della spending review e delle altissime tasse che i palermitani sono costretti a pagare.

Caro Orlando, che il sindaco lo sai fare, cerca di combattere questi e tanti altri sprechi: in questo modo avremo qualche speranza, che dopo quello russo, sarà abbattuto anche il sistema sovietico palermitano"

Palermo, 30 ottobre 2015 






--
www.CorrieredelWeb.it

CS: Debutto casalingo per la Cresh Hockey domani sera al Paladirceu


Comunicato Stampa
Domani sera debutto casalingo della Cresh per la seconda di campionato A2
 
 
Debutto casalingo per la Cresh Eboli. Alla seconda di campionato Marzella e soci affronteranno in casa i vicentini del Sandrigo Hockey che nella prima giornata ha battuto 7 a 4 il Vercelli. Dopo la sconfitta di Viareggio, gli atleti di mister Berniero Gallotta questa volta potranno contare sul supporto morale del pubblico casalingo pronto a sostenere la squadra. Il fischio di inizio è previsto per le ore 20 al Paladirceu di Eboli.
 
In settimana si è curato molto l'aspetto psicologico e tattico allo scopo di poter affrontare al massimo una delle squadre più forti del campionato. Allo scopo si è giocata un'amichevole e gli allenamenti sono stati mirati alla tenuta e alla condotta di gara. "La squadra sta dando il massimo per cercare di migliorarsi -spiega mister Gallotta-. I giovani dovranno crescere velocemente se vorranno essere protagonisti. Il Sandrigo di Marozin è un osso durissimo per noi in questa fase della stagione dove non riusciamo a lavorare come vorremmo. Naturalmente giocheremo tutte le carte a nostra disposizione cercando di far risultato e di far capire al nostro pubblico che siamo una squadra da seguire perchè vuol sudare la maglia e perchè costituita essenzialmente da atleti ebolitani".
 
Nell'intervallo tra il primo e il secondo tempo ci sarà un'esibizione di pattinaggio artistico che vedrà protagoniste le giovanissime atlete seguite dalla società ebolitana in una coreografia a tema Halloween e Scorzamauriello, dispettoso folletto della tradizione cittadina. "Stiamo cercando di dare alla Città di Eboli un'ulteriore proposta sportiva con il lancio del pattinaggio artistico -dichiara Angela Califano, presidente della Cresh-. Abbiamo affidato  la guida tecnica a una tra i migliori tecnici nazionali, la bolognese Pina Iagrossi, che sta curando con le sue collaboratrici la scuola 'Cresh Artistico' con la quale stiamo raccogliendo numerosissimi consensi".
 
Domenica mattina esordio casalingo anche per le squadre giovanili under 15 ed under 20 della Cresh Hockey, a partire dalle ore 10 al Paladirceu le due formazioni nel campionato dedicato al settore giovanile affronteranno i pari età della Sinus Matera compagine di serie A1.



--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 29 ottobre 2015

Il Tribunale di Roma blocca cautelativamente alla Cooperativa 7607 circa 3 milioni di euro destinati agli artisti per gravi irregolarità



COMUNICATO STAMPA
ROMA, 29 OTTOBRE 2015
Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Il Tribunale di Roma blocca cautelativamente alla Cooperativa 7607 circa 3 milioni di euro destinati agli artisti per gravi irregolarità
Accertate gravi violazioni della Cooperativa 7607 costituita, tra gli altri, da Elio Germano e Claudio Santamaria.

Molti gli artisti indebitamente inseriti nell'elenco della Cooperativa: da Isabella Ferrari a Luca Argentero, da Giorgio Tirabassi a Primo Reggiani, da Luca Ward a Beppe Servillo.
Con un'ordinanza cautelare depositata in questi giorni, il Tribunale di Roma ha accertato gravi irregolarità nella Cooperativa 7607 e ha bloccato la distribuzione dei compensi per copia privata agli attori iscritti alla Cooperativa.
 
Si tratta delle somme destinate ad artisti e relative agli anni 2012 e 2013, incassate dalla Siae perché siano ripartite tra gli intermediari abilitati che rappresentano gli attori sulla base di mandati esplicitamente conferiti.
Destinatari di tali somme sono il NUOVOIMAIE, l'associazione fondata, tra gli altri, da Luca Zingaretti e Lino Banfi, e la Cooperativa 7607, nuovo soggetto, costituito da alcuni volti nuovi del cinema italiano, tra cui Elio Germano e Claudio Santamaria. E tali somme vengono ripartite in base agli elenchi ufficiali degli artisti che hanno scelto l'uno o l'altro intermediario.
 
Questi elenchi non vengono però resi pubblici dalla Cooperativa 7607, come impone la legge, e si scopre, guarda caso, che molti artisti, che hanno dato mandato al NUOVOIMAIE si trovano indebitamente inseriti nell'elenco di 7607. Tra essi, molti nomi noti del cinema: da Isabella Ferrari a Luca Argentero, da Giorgio Tirabassi a Primo Reggiani, da Luca Ward a Beppe Servillo. E non sono i soli: ve ne sono circa 400 tra i 1254 nominativi contenuti nell'elenco fornito dalla Cooperativa 7607.
 
Di quali importi parliamo? Il compenso complessivo di copia privata assegnato alla SIAE per gli anni 2012-2013 e da ripartire è pari a 11.682.890,42 euro, di cui 8.808.581,86 a NUOVOIMAIE e 2.874.308,56 alla Cooperativa 7607.
 
Il NUOVOIMAIE si rivolge al Tribunale di Roma che, con provvedimento di urgenza dell'8 ottobre 2015, confermato da successiva ordinanza, vieta alla Cooperativa 7607 di distribuire i proventi ricevuti per via delle gravi irregolarità riscontrate ed impone alla Siae di non erogare alla Cooperativa 7607 le somme relative agli anni 2012 e 2013. Un po' come dire: prima vediamoci chiaro.
 
Si legge nel provvedimento del Tribunale che la Cooperativa 7607, mediante la presentazione a Siae di un elenco di nominativi superiore agli iscritti effettivi, ha conseguito "…un lucro indebito consistente nella percezione di compensi per copia privata video superiori" e che la Cooperativa 7607 ha "…cercato di impedire alla ricorrente l'accertamento dei soggetti che effettivamente risultavano suoi mandanti, costringendola ad adire la giurisdizione amministrativa".
 
"Quando non si agisce con trasparenza si finisce col creare un danno a tutti gli artisti", afferma l'avv. Andrea Miccichè, presidente del NUOVOIMAIE, che precisa: "Abbiamo piena fiducia nella magistratura e nel suo operato, per il rispetto delle regole e nell'interesse di tutti. La concorrenza è un bene prezioso – conclude Miccichè -  ciò che invece va temuto sono queste forme di imbarbarimento che finiscono col nuocere a tutti gli artisti".
 



Parte la campagna di screening per la prevenzione del tumore del colon retto Uomini e donne dai 50 ai 74 anni possono ritirare gratuitamente il kit per la ricerca del sangue occulto presso i Servizi Sociali del Comune di Cori e la Delegazione comunale di Giulianello

Anche quest'anno il Comune di Cori, in collaborazione con la sezione AVIS Cori, ha avviato sul territorio comunale la campagna di screening per prevenzione del tumore del colon retto dell'AUSL Latina. Lo rende noto il Delegato alla Salute del Cittadino, dott. Paolo Cimini, che spiega: "Questo carcinoma colpisce l'ultima parte dell'intestino ed è al secondo posto come frequenza tra le malattie tumorali in Italia ed in Europa. La diagnosi precoce degli adenomi che si possono formare nel colon con l'età è l'unico modo per scoprire tumori maligni e benigni quando non ci sono sintomi, ed avviare tempestivamente il trattamento terapeutico più appropriato".

Uomini e donne, dai 50 ai 74 anni, possono iniziare a ritirare gratuitamente l'apposito kit per la ricerca del sangue occulto, anche prima di aver ricevuto le lettere di invito dalla AUSL Latina. I volontari dell'AVIS Cori saranno a disposizione per la consegna presso la sede dei Servizi Sociali di Cori, via della Libertà 26 (ex Maestre pie Venerini), e presso la Delegazione comunale di Giulianello, via della Stazione, nei seguenti giorni ed orari: il lunedì e mercoledì, dalle 9 alle 11; il martedì e giovedì, dalle 5 alle 17, a Cori; il lunedì, dalle 8:30 alle 10:30, e il martedì dalle 15:30 alle 17:30, a Giulianello. Si raccomanda la massima partecipazione, come nelle passate edizioni.

L'esame infatti è completamente gratuito e può essere effettuato autonomamente, con una semplice operazione non invasiva di ricerca del sangue occulto fecale, riconsegnando poi il kit presso il CUP dell'ospedale di comunità di Cori o presso l'Ambulatorio infermieristico di Giulianello. Se l'esito rientra nella norma, il soggetto viene invitato successivamente a ripetere il test secondo una tempistica stabilita da protocolli scientifici. Se l'esito del test risulta sospetto o positivo il soggetto effettuerà esami di approfondimento fino all'eventuale trattamento. In tutte le fasi del percorso comunque si tratta di un servizio completamente gratuito.

La campagna di prevenzione 2015/2016, accolta con favore per il quarto anno consecutivo dall'Amministrazione comunale di Cori, rientra nel programma organizzato per la prevenzione e la diagnosi precoce, che la Regione Lazio realizza attraverso le sue AUSL. Cimini ribadisce la necessità di effettuare lo screening: "La ricerca del sangue occulto fecale va fatta anche in assenza di disturbi, perché questo tipo di tumore spesso non ne dà per anni ed uno dei segni più precoci di una lesione intestinale è proprio il sanguinamento, invisibile ad occhio nudo, e la precocità della scoperta è ciò che consente di salvare la vita". Info: http://www.salutelazio.it/salutelazio/screening/colon_home.html

MolMed: rafforzamento del governo societario

Cooptazione e nomina di due nuovi componenti del Consiglio di Amministrazione, dimissioni di tre Consiglieri


Milano, 22 ottobre 2015 – In data odierna il Consiglio di Amministrazione di MolMed S.p.A. (MLM.MI) ha nominato per cooptazione il Dr. Riccardo Palmisano e il Prof. Didier Trono quali nuovi membri del Consiglio di Amministrazione a seguito delle dimissioni rassegnate, nel corso della medesima seduta, dai Consiglieri Dott.ssa Marina Del Bue, Dott. Germano Carganico e Dott. Lorenzo Salieri dalla carica rispettivamente di Consigliere esecutivo incaricato del sistema di controllo interno e gestione dei rischi, di Consigliere esecutivo e di Consigliere non esecutivo. I tre Consiglieri dimissionari non appartenevano a comitati interni. Il Consiglio inoltre ha rinviato alla prossima riunione, prevista per il 9 novembre, le deliberazioni in merito alla cooptazione del terzo amministratore, il quale dovrà disporre dei requisiti previsti dalla normativa vigente in materia di "quota di genere" e la verifica in capo ai neo nominati Consiglieri dei requisiti di indipendenza nonché del rispetto in capo ai medesimi dei limiti di cumulo degli incarichi stabilito dalla Società. Marina Del Bue e Germano Carganico hanno maturato tale decisione per favorire il rafforzamento del governo societario e, mantenendo le rispettive funzioni di General Manager Corporate Governance & Administration e di Director Business Development and Strategic Affairs della Società, focalizzeranno le proprie energie nello sviluppo delle diverse ed importanti attività della Società.

La scelta di Lorenzo Salieri è dettata dalla volontà di favorire una modifica nella composizione del Consiglio di Amministrazione tale da consentire l'ingresso di nuove figure con specifiche competenze di settore a livello internazionale, anche in considerazione della riduzione della partecipazione detenuta nella società da Science Park Raf S.p.A. in liquidazione, nonché del venir meno del patto parasociale, scaduto nel marzo 2015.

Il Presidente Prof. Claudio Bordignon, sottolineando lo straordinario contributo dei Consiglieri uscenti, unitamente a tutti i componenti del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale, ha espresso i più sentiti ringraziamenti per l'attività profusa nello svolgimento del loro incarico.

Il Dr. Palmisano è Presidente non esecutivo del Consiglio di Amministrazione di Genzyme s.r.l., azienda biotech specializzata nella ricerca e sviluppo di farmaci orfani per le malattie rare. Nel corso della sua carriera ha gestito il lancio di un gran numero di importanti prodotti sul mercato italiano, in molteplici aree terapeutiche, in ambito sia retail che specialistico ed ospedaliero, ha partecipato a numerosi progetti internazionali, ed ha negoziato con successo la registrazione di diversi farmaci innovativi con le Autorità Regolatorie nazionali. Nel 2008 entra in Assobiotec, l'associazione che all'interno di Federchimica raccoglie le aziende che si occupano di biotecnologia in Italia, di cui nel 2010 diventa Vice Presidente delegato alle aree farmaco biotech e salute. Negli ultimi anni si è impegnato in varie iniziative in area ricerca e innovazione: segue alcune start up nel loro percorso di avvicinamento al mercato, fa parte del comitato di valutazione dei progetti in Area Salute di UniCredit Startlab, è membro dello Steering Committee di Rare Partners, società non profit dedicata allo sviluppo di nuove terapie e strumenti diagnostici nel settore delle malattie rare, nonché del gruppo di valutazione dei progetti di AriSLA.

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Parma, inizia la propria carriera nell'industria farmaceutica italiana in Farmitalia Carlo Erba (1986), per poi passare al Gruppo Menarini (1988) dove per oltre 10 anni contribuirà allo sviluppo e all'internazionalizzazione del primo Gruppo farmaceutico italiano, divenendo Direttore della Divisione Farmaceutica Italia nel 1993 e Direttore Generale di Lusofarmaco nel 1995. Nel 2000 comincia la sua esperienza nelle imprese multinazionali: fonda la filiale italiana di Shire Pharmaceutical (2000), successivamente viene nominato Vice Presidente Commercial Retail Market in GlaxoSmithKline a Verona (2003) ed infine Amministratore Delegato e General Manager Italia in Genzyme (2005). Dopo l'acquisizione di Genzyme da parte di Sanofi, assume anche il ruolo di Direttore Business Strategy & Development in Sanofi Italia (2012-2013).

Il Prof. Trono, già membro del Scientific Advisory Board di MolMed, incarico al quale ha rinunciato in conseguenza della nomina odierna, è scienziato e opinion leader di fama internazionale nel campo dei vettori lentivirali. Il Prof. Trono si occupa da lungo tempo dei meccanismi che governano le interazioni tra i virus e loro ospiti. Questo lo ha portato a studiare la biologia di patogeni come il virus dell'immunodeficienza umana e del virus dell'epatite B, e a sviluppare sistemi di veicolazione basati su virus per la terapia genica applicata all'uomo. Negli ultimi dieci anni, l'attività di ricerca del Prof. Trono si è spostata verso l'epigenetica, per esplorare l'impatto dei retro-elementi e dei loro meccanismi di controllo sullo sviluppo e la fisiologia di organismi superiori, inclusi gli esseri umani.

Dopo aver conseguito la Laurea in Medicina presso l'Università di Ginevra ed aver completato la propria formazione clinica in patologia, medicina interna e malattie infettive a Ginevra e presso il Massachussets General Hospital di Boston, il Prof. Trono ha intrapreso la propria carriera scientifica al Whitehead Institute for Biomedical Research del MIT. Nel 1990, trasferitosi al Salk Institute for Biological Studies di La Jolla (California, US), ha varato un centro di ricerche sull'AIDS. Tornato in Europa nel 1997, dopo tre anni ha assunto la Direzione del Dipartimento di genetica e microbiologia dell'Università di Ginevra (2000-2004) e successivamente la Presidenza della sezione Scienze di base della Facoltà di Medicina (2001-2004). Dal 2004 al 2012 è stato Direttore vicario del polo di competenze "Frontiere della genetica" della Fondazione Nazionale della Scienza svizzera e Decano della scuola di Scienze della vita dell'Istituto di Tecnologia svizzero a Losanna, dove tuttora è professore ordinario. È membro dell'EMBO, dell'Agenzia Nazionale francese per la ricerca sull'AIDS, della Fondazione Nazionale della Scienza svizzera e del Consiglio Nazionale svizzero per la Ricerca. È autore o co-autore di più di 200 pubblicazioni e titolare di numerosi brevetti.

"La nomina del Dr. Palmisano e del Prof. Trono", ha dichiarato il Prof. Claudio Bordignon, Presidente e Amministratore Delegato di MolMed S.p.A., "rispecchia l'intenzione del Consiglio di rafforzare il governo societario con un maggior numero di consiglieri dotati di elevato standing internazionale ed expertise tecnica nei temi più rilevanti per la Società. Questo anche alla luce del recente rafforzamento della pipeline. D'altra parte i Consiglieri dimissionari Marina Del Bue e Germano Carganico continueranno a supportare l'attività del Consiglio nei loro rispettivi ruoli societari".
Sulla base delle comunicazioni rese al pubblico e alla Società, Marina Del Bue, Germano Carganico, Lorenzo Salieri, Riccardo Palmisano e Didier Trono non risultano detenere, ad oggi, alcuna partecipazione nel capitale sociale della Società. La funzione di Amministratore incaricato del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi è stata attribuita al Prof. Claudio Bordignon, Presidente e Amministratore Delegato della Società.

I curricula vitae del Dr. Palmisano e del Prof. Trono sono consultabili sul sito societario (www.molmed.com).

——
Il presente comunicato è stato redatto in ottemperanza agli obblighi informativi verso il pubblico previsti dalla delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche.

MolMed
Informazioni su MolMed MolMed S.p.A. è un'azienda biotecnologica focalizzata su ricerca, sviluppo e validazione clinica di terapie innovative per la cura del cancro. Il portafoglio-prodotti di MolMed include terapeutici antitumorali in sviluppo clinico e preclinico: Zalmoxis® (TK), una terapia cellulare che consente il trapianto di cellule staminali emopoietiche da donatori parzialmente compatibili con il paziente in assenza di immunosoppressione, attualmente in sperimentazione clinica di Fase III per la cura delle leucemie ad alto rischio, e oggetto di richiesta di Conditional Marketing Authorisation presso EMA; NGR-hTNF, un nuovo agente terapeutico per i tumori solidi che mostra un'attività antitumorale attraverso il suo legame specifico con i vasi sanguigni che alimentano la massa tumorale, oggetto di un ampio programma di sviluppo clinico; CAR-CD44v6, progetto di "immuno-gene therapy" potenzialmente efficace contro molte neoplasie ematologiche e numerosi tumori epiteliali, attualmente in fase di sviluppo preclinico. MolMed svolge anche progetti di terapia genica e cellulare in collaborazione con terze parti, mettendo a disposizione risorse e competenze che spaziano dagli studi preclinici alla sperimentazione clinica di Fase III. Tali progetti comprendono lo sviluppo e validazione del processo produttivo e della strategia di controllo e la produzione ad uso clinico, secondo le GMP correnti, di vettori virali e di cellule geneticamente modificate specifiche per il paziente. La Società ha sede legale a Milano, presso il Dipartimento di Biotecnologie (DIBIT) dell'Ospedale San Raffaele, e sede secondaria a Bresso presso OpenZone. Le azioni di MolMed sono quotate al MTA gestito da Borsa Italiana (Ticker Reuters: MLMD.MI). Le azioni di MolMed sono quotate al MTA gestito da Borsa Italiana. (Ticker Reuters: MLMD.MI)

FONTEMolMed.com

RIPANI PRESENTA LA NUOVA FALL WINTER COLLECTION 2015/2016

Il Brand Ripani è lieto di presentare la Collezione Fall Winter
2015-2016, che ha già riscosso un grande successo nell'ambito delle
fiere di settore più rilevanti ed ha aperto all'Azienda di Tortoreto la
strada per accrescere e consolidare il marchio, presso mercati
internazionali di grande rilievo, come ad esempio il Giappone.
Una collezione in cui è presente la perfetta sintesi tra
design, innovazione e lavorazione artigianale, che si esplica in una
produzione di borse 100% Made in Italy, molto apprezzate nel mondo.

Il focus della Fall Winter Collection 2015-2016, è racchiuso nella
versatilità e nella vitalità dei colori degli elementi della natura, che
ispirano le creazioni di collezione.
Dai quattro elementi di base - Acqua, Aria, Terra e Fiamma-  si passa a
quelli tipici della terra tra i quali Farro, Grano, Zucchero, Orzo,
Radice, Avena, Bosco, che si traducono in una palette cromatica dai toni
caldi, naturali ma anche decisi e grintosi.
 
I pellami di alta qualità rigorosamente Made in Italy, le particolari
stampe effetto cocco, i dettagli animalier e le caratteristiche finiture
di pregio, contribuiscono a dare forma ad una collezione di borse in cui
ecletticità e raffinatezza si incontrano, per tradursi in uno stile
impeccabile, adatto sia a donne più sofisticate dal gusto classico, che
alle più giovani dal look informale e cosmopolita, che non rinunciano
alla raffinatezza e al design di qualità.
 La gamma proposta varia dalle tracolle, immancabili tra i must-have
delle donne amanti del fashion 100% Made in Italy, ai versatili
zainetti, dalle shopping bags, alle capienti e raffinate big bags.
Le diverse linee di questa nuova collezione, sono tutte inserite in un
concept di qualità e cura dei particolari, ma ogni linea presenta
caratteristiche e peculiarità uniche.
Avena è la linea comoda adatta alle donne dinamiche, Cielo è essenziale
e sobria ma al contempo glamour, Sole è la linea adatta a tutte le
occasioni per donne di classe che non rinunciano alla praticità.
 
Eleganza e signorilità sono invece le parole chiave della
linea Luce, che nella versione a bauletto, diventa indispensabile per
arricchire i look più raffinati e formali e conferire carattere agli
outfit più ricercati.
A rispondere alle esigenze delle donne che preferiscono handbag più
capienti e pratiche, ci pensano le linee Grano e Aria; la prima riesce
perfettamente a sintetizzare praticità ed eleganza, e la seconda è
dedicata a chi ama bags morbide, ampie ma di classe.
 
La collezione è presente sul sito http://www.ripani.com/it/ e oltre a
poterla ammirare, potrete accedere alla sezione shop,dove c'è la
possibilità di acquistare le borse direttamente online.
 
###







RIPANI Italiana Pelletterie srl

Via Nazionale Adriatica 112/B

(Via Botticelli,1)

Tortoreto 64019 (TE) Italy

Phone: +39 0861 788128

Mail: staff@ripani.com








Marianna Matricardi
Digital PR
Mail: marianna.matricardi@lime5.it
Fisso: + 39 0852056855
Skype: marianna.matricardi1


Lime5 srl.Via Parini 21 - 65122,Pescara, ITALY
info@lime5.it  www.lime5.it
Company number: +39 085 2056855

Lariofiere Erba - Conferenza Stampa ComoCasaClima (13-15 novembre 2015)

Gentili Signori, si trasmette in allegato l'invito alla Conferenza Stampa di presentazione di ComoCasaClima (13-15 novembre 2015), manifestazione dedicata al risanamento ed efficienza energetica in edilizia.

Giovedì 5 novembre - ore 11.00
Lariofiere Erba

R.S.V.P. 031 637414 - micheli@lariofiere.com

--

Donatella Micheli | micheli@lariofiere.com | Tel. +39 031 637414 | Fax +39 031 637403

Lariofiere | Viale Resegone, 22036 Erba (CO) | www.lariofiere.com

mercoledì 28 ottobre 2015

GENDER: sostegno di ProVita ai genitori che hanno ritirato la loro figlia da scuola



GENDER: SOSTEGNO DI PROVITA AI GENITORI CHE HANNO RITIRATO LA LORO FIGLIA DA SCUOLA

Massa Carrara: dopo consulenza e sostegno di ProVita, genitori ritirano figlia da scuola a causa di progetti gender.

Diversi quotidiani hanno dato notizia della decisione di genitori di Massa Carrara che, dopo aver scoperto che alla scuola frequentata dalla loro bimba si svolgeva un progetto ispirato alle famose teorie gender, hanno deciso, dopo aver consultato l'associazione ProVita, di ritirare la figlia dalla scuola e iscriverla a una scuola paritaria cattolica. Il progetto si chiama "Liber* tutt*", è stato approvato e finanziato dalla Regione (con 78 mila euro) ed è rivolto ai bambini dai 5 anni in su

Alessandro Fiore, portavoce di ProVita Onlus ha commentato: "Si dice che il progetto abbia lo scopo di insegnare ai bambini il rispetto delle diversità. In realtà sappiamo, come scritto anche nella presentazione del progetto, che prevede esplicitamente "un corso di formazione alla cultura di genere"; e corsi di formazione teatrale che intendono "declinare il tema della vocazione personale sul piano dell'identità di genere […] Il laboratorio vuole spingere i ragazzi a ripensare stereotipi e pregiudizi dei ruoli di genere, riscoprendo l'origine androgena e complementare dei due sessi e cercando di spiegarla come qualcosa di nuovo […]". Del resto gli asterischi presenti nel titolo riflettono la preoccupazione tipicamente "gender" di non menzionare il genere delle parole impiegate. Educare al rispetto non significa dover confondere i bambini sulla loro identità sessuata".

"Questo è solo il primo caso - afferma Toni Brandi, presidente di ProVita - ma diventerà sempre più necessario che i genitori affermino i loro diritti costituzionalmente garantiti riguardo all'educazione dei figli, attraverso azioni forti come quella di cui si è data notizia oggi. In Francia, la reazione decisa di migliaia di genitori che avevano preso la stessa decisione sempre a causa di progetti gender ha avuto notevole successo, costringendo il Governo ad ascoltarli e a retrocedere. Ai genitori di Massa Carrara va tutta la nostra solidarietà"

Lo rende noto l'ufficio stampa di ProVita Onlus.

http://www.notizieprovita.it

Ufficio Stampa ProVita Onlus
Mail: redazione@notizieprovita.it
@ProVita_Tweet

Form richiesta diretta
http://www.notizieprovita.it/contatti

King Holidays: al via la nuova campagna pubblicitaria a Roma e Milano

In occasione della distribuzione dei cataloghi invernali 2015/2016 nelle agenzie di viaggi, King Holidays torna nelle metropolitane di Roma e Milano con una campagna di affissioni: nella capitale, il tour operator sarà on air dal 2 all'8 novembre nei mezzanini delle principali stazioni, mentre a Milano è già in campagna fino al 3 novembre con manifesti retroilluminati, situati sia nei mezzanini che sul piano binari delle stazioni centrali. 
 
Riconfermata la storica head, "King Holidays c'è", sviluppata dall'agenzia m&cs: versatile e assertiva, la head esprime la forza di un tour operator saldamente presente sul mercato e nelle destinazioni trattate. Come di consueto, l'affissione è stata declinata sul prodotto, con riferimento a due delle località di punta della programmazione del tour operator: a Milano la campagna è dedicata al Marocco (King Holidays c'è, anche in Marocco), mentre a Roma il soggetto è Malta. Il visual lascia ampio spazio ad immagini evocative delle destinazioni trattate. Per il Marocco, ad esempio, è stata selezionata un'antica kasbah, tappa del circuito di 8 giorni "Sud e Kasbah", una delle proposte di maggior successo di King Holidays. 

"Vogliamo emozionare i consumatori – dichiara Americo de Sousa, general manager King Holidays – facendoli sognare, almeno per un attimo, attraverso immagini d'effetto che catturano l'attenzione, per poi veicolare delle proposte di viaggio molto convenienti. Si tratta in effetti di prezzi assolutamente competitivi rispetto al web, che mi auguro possano contribuire a portare i clienti nelle agenzie di viaggi". 

La campagna nelle metropolitane di Roma e Milano segue la ripresa della trasmissione radio Souvenir, in onda tutti i giovedì dal 1° ottobre alle 9:30 su Radio Cuore, Radio Fantastica, Radio Blu Toscana e Gamma Radio, e alle 9:40 su Radio Sportiva. 

Fleed Digital Consulting: #vieniviaconme, gli italiani e la mobilità condivisa

Gli italiani amano la mobilità condivisa: "Servizi anche al Sud e regole subito". Il successo di car sharing e car pooling è destinato a durare. Lo dice l'indagine realizzata da Fleed Digital Consulting e Digiconsum.

#vieniviaconme, gli italiani e la mobilità condivisa

#vieniviaconme, gli italiani e la mobilità condivisa

Gli italiani amano la mobilità condivisa e sempre più spesso lasciano l'auto a casa e scelgono di muoversi grazie ai servizi di car sharing e car pooling. I vantaggi infatti sono tantissimi: condividere l'auto significa razionalizzare i costi di carburante e di manutenzione, significare avere meno traffico in strada e quindi abbattere le emissioni inquinanti e migliorare la qualità della vita. Questo quanto emerso dalla ricerca #vieniviaconme, realizzata da Fleed Digital Consulting, azienda specializzata nella comunicazione web e nel monitoraggio della rete.
Ma non finisce qui. Dallo studio si denota che gli utenti sono informati e in grado di comparare i diversi servizi. Non mostrano una marcata fidelizzazione ad un brand rispetto ad un altro ma, al contrario, tendono a utilizzare il servizio più conveniente a seconda delle specifiche necessità.

C'è poi una richiesta che arriva dai consumatori: estendere i servizi nelle aree geografiche dove non sono presenti. Al Sud ci si domanda se questa tipologia di servizi partirà mai. Qualcosa si comincia a muovere anche lì. Solo pochi giorni fa, a Palermo è stato lanciato il car sharing elettrico più grande d'Italia. Il Comune e l'azienda dei trasporti locali Amat, in collaborazione con Renault Italia ed Enel hanno presentato 24 Renault ZOE 100% elettriche che assicureranno ogni giorno il servizio e sosteranno in 5 parcheggi dislocati in città. Sedici invece le stazioni dove sarà possibile ricaricare le vetture.
E' proprio su queste collaborazioni tra servizio pubblico e privato che i consumatori consigliano di puntare di più: sono tutti d'accordo sulle agevolazioni che alcuni Comuni hanno deciso di dare a questi servizi. In cambio però, i cittadini-utenti vorrebbero che le aziende di settore si comportassero un po' come se fossero realtà pubbliche introducendo delle agevolazioni per i soggetti deboli.
Negativo però nel suo complesso il quadro che emerge sulle istituzioni: la legislazione non è al passo con i tempi quindi la politica dovrebbe spingere per introdurre una normativa di settore chiara. Si chiede anche di evitare che le legislazione evolva per sentenze creando così un quadro di incertezza e di dare maggiore sicurezza al cittadino in ordine ai propri diritti e doveri.

Commenta Paolo Cardini, presidente di Digiconsum, associazione di promozione sociale che per obiettivo la tutela dei consumatori digitali: "L'utente é entusiasta di questi servizi e chiede alla politica di dare delle risposte rapide. Risposte che tardano ad arrivare. I giovani sono sempre meno attaccati al concetto di proprietà. Si tratta di un cambio di mentalità che la politica ancora non ha colto". La politica dovrebbe invece cogliere il cambiamento e intervenire prima che i 'problemi' si presentino per regolamentare.

Fleed Digital Consulting e Digiconsum #VIENIVIACONME

Cosa chiedono le aziende del settore alla politica. L'azienda del cane a sei zampe ribadisce di voler discutere con le amministrazioni e di voler contribuire a colmare le lacune del trasporto pubblico locale italiano. "Ad oggi per lanciare il servizio di car sharing è necessario aspettare i bandi dei Comuni e partecipare. I bandi sono diversi da città a città e ci sono città dove non vengono fatti. E' questo il motivo per cui il car sharing non è presente a Bologna", spiega Giuseppe Macchia, di Eni Enjoy, durante il convegno. Per aiutare lo sviluppo della mobilità condivisa si potrebbe quindi partire da qui.
La risposta della politica. All'incontro ha partecipato Sergio Boccadutri, parlamentare del Pd, secondo il quale ci sono tre problemi da risolvere: il tema fiscale, chi produce reddito deve pagare le tasse (va chiarito come ma è facilmente risolvibile); il tema della responsabilità e la terza questione, la più delicata, relativa alla natura contrattuale tra l'azienda, che offre il servizio e chi lo utilizza, il consumatore. "Costruire una norma quadro che nella policy delle singole app si va a delineare nel dettaglio e far intervenire l'autorità Antitrust in caso di problemi", la proposta dell'onorevole. "I diritti dei cittadini (quello di muoversi) in questo caso si mescolano con quelli dei consumatori quindi le norme devono considerare anche questo aspetto", conclude Boccadutri.

Per Franco Bordo, deputato di Sinistra ecologia e libertà,  il settore dovrebbe essere regolamentato da un Piano della mobilità che definisce "una necessità" anche se ammette "non riusciamo a produrlo". "Abbiamo depositato una proposta di legge per rifinanziare il fondo per la mobilità sostenibile finanziato nel 2006 e poi rimasto al palo". "Questo vorrebbe dire anche dare un sostegno alle imprese, che danno un supporto al trasporto pubblico che non é sufficientemente garantito in molte città d'Italia", continua. "Sulla fiscalità – aggiunge Bordo – bisogna prendere un impegno per ridurre gli oneri di chi paga se si abbona anche ai privati. Car pooling e car sharing non possono essere sostitutive ma possono essere finanziate perché integrano e aiutano a garantire un diritto".

La ricerca. Oltre 100 mila le fonti web italiane analizzate per otto mesi da Fleed Digital Consulting. Le keywords ricercate sono stati i brand che operano nel settore (8 le aziende monitorate: Uber, Car2go, Letzgo, Twist, Blablacar, Enjoy, MyTaxi e Share'Ngo) più le espressioni car pooling, car sharing e ride sharing. Dall'analisi è emerso che Uber è il brand più dibattuto con oltre 80 mila citazioni. La causa della notorietà è legata principalmente alla polemica con i tassisti, che ha visto protagonista questa realtà imprenditoriale, e alla sentenza del tribunale di Milano, che lo scorso mese di giugno ha sancito il blocco in tutta Italia del servizio di Uber Pop, che si differenzia dal servizio Uber, perché in quest'ultimo caso gli autisti hanno una regolare licenza mentre nel caso del servizio oggetto della sentenza del tribunale qualunque privato può diventare un autista.

Carlo Tursi, general manager Uber Italia, spiega così il successo: "Uber fa una cosa molto semplice: consente alla gente di spostarsi in città usufruendo di autisti per professione oppure nel caso di Uber Pop, grazie ad un modello di condivisione tra privati". Servizio quest'ultimo che è stato sospeso a giugno, dopo la sentenza del tribunale di Milano. "La risposta dei consumatori al servizio è stata fantastica e il motivo è semplice: si tratta di servizi che migliorano la vita dei cittadini che non si devono preoccupare di multe, parcheggi e che permette loro anche di risparmiare", continua. "Le piattaforme di sharing economy, oltre a migliorare la vita dei cittadini, possono dare una spinta all'economia del Paese. Per questo necessitano di nuove regole che garantiscano la sicurezza e i diritti dei consumatori".

Al secondo posto della classifica dei brand più social troviamo Blablacar, apprezzato dagli utenti soprattutto per l'esperienza sociale che permette di fare: vivere un viaggio in compagnia di gente sconosciuta e contribuire alla nascita di nuove amicizie.

Andrea Saviani, country manager di Blablacar: "Siamo una piattaforma di condivisione di passaggi in auto sulle lunghe distanze. Il viaggio medio é di 350 chilometri. Per risparmiare sui costi, per fare un esempio, il proprietario di un auto che deve andare da Roma a Milano ed ha 3 posti auto liberi li mette in condivisione. Si tratta di una community non professionale dove l'obiettivo non é guadagnare ma tagliare i costi". Blablacar oggi è presente in 19 Paesi. "Il sistema di sicurezza ha permesso questo successo", afferma Saviani. "Si viaggia sicuri con uno sconosciuto. Come? La community é parte attiva con il rating. A questo abbiamo aggiunto un team di 100 persone che analizza i commenti degli utenti al fine di estromettere chi non rispetta le regole. Il tasso di soddisfazione degli utenti è del 98 per cento".
A seguire troviamo Car2go, Enjoy, Mytaxi, Twist, Letzgo e Sharen'n go. Twitter il social media più utilizzato per discutere di mobilità sostenibile. Sul web anche i media trattano l'argomento che però è sottovalutato poichè ci si limita a raccontare la cronaca. Milano la città laboratorio dove si testano i servizi.

FONTE: Today.it

RISPARMIA SULLA BOLLETTA CON LE ULTIME OFFERTE DI WTS GAS

WTS GAS, Società del Gruppo Tosto che ha la sua sede a Chieti, in
Abruzzo, è fornitore di GPL da riscaldamento a prezzi estremamente
concorrenziali.

Il GPL, combustibile che ha tra le caratteristiche preminenti un basso
livello di tossicità e minime emissioni inquinanti nell'atmosfera, è
ideale per rifornire i piccoli centri abitati che non possono collegarsi
alla rete di metandotti,per usi industriali e agricoli.
Proprio per andare incontro a queste ed altre esigenze e in un' ottica
di trasparenza, risparmio e tutela del consumatore, WTS GAS ha ideato
offerte e promozioni personalizzate, la cui versatilità e trasparenza
assolute sono chiare e dettagliatamente comprensibili, già accedendo al
sito web corporate www.wtsgas.it.

I piani tariffari proposti per tutte le esigenze sono ben quattro: GPL
3XTE è la soluzione che permette di risparmiare scegliendo la stagione
di fornitura che più conviene, AUTOMATICO permette di conoscere in
anticipo il prezzo del GPL, RISPARMIONE è l'opzione collegata al listino
internazionale di riferimento, che garantisce quindi la massima
trasparenza. L'ultima soluzione è la ZEROPENSIERI che presenta una
formula ideata per permettere di avere prezzi bloccati in due stagioni.
I piani tariffari sono consultabili sul sito all'indirizzo
http://www.wtsgas.it/piani-tariffari/.

Le belle sorprese per abbattere il costo della bolletta non finiscono
qua: per chi decide di passare a Wts Gas per la fornitura di GPL,
l'Azienda regala tanti litri in omaggio. Per ogni 100 litri acquistati,
infatti, il nuovo cliente, riceverà in omaggio 10 litri di GPL,
completamente gratis!

Inoltre per chi è già cliente WTS GAS, compilando il form sul sito c'è
la possibilità grazie al progetto AMICO CHIAMA AMICO, di ricevere 300
litri di GPL in omaggio. E' sufficiente segnalare un nuovo cliente
andando su http://www.wtsgas.it/amico-chiama-amico-2/.

Per una valutazione tecnica degli impianti e per la progettazione di
nuovi impianti, WTS GAS mette a disposizione il suo team di consulenti
per un sopralluogo senza impegno da poter richiedere in modo semplice,
veloce online compilando semplicemente il form disponibile accedendo
alla pagina http://www.wtsgas.it/richiesta-sopralluogo/.

Diventando poi cliente Wts Gas, potrete gestire tutte le pratiche e le
incombenze legate alla fornitura di GPL comodamente online, tramite la
fruibilissima area riservata: scoprite un mondo di servizi a portata di
click. La tua bolletta, i tuoi pagamenti, i rifornimenti, le
segnalazioni ed altro ancora saranno perfettamente gestibili dal tuo pc
o dal tuo tablet, in modo semplice, comodo e in qualsiasi orario, perché
il servizio è fruibile H24.

WTS GAS è presente anche su facebook
https://it-it.facebook.com/WTSGasSpA e twitter
https://twitter.com/wtsgasspa: scopri tante news sulle offerte e
informazioni utili da condividere e discutere con gli altri utenti.
Per un reale risparmio sulla bolletta, la scelta è WTS GAS, la fiamma
dell'innovazione.






WTS GAS S.p.A.
Via Erasmo Piaggio, 62

66100 Chieti Scalo (CH) Italy

Infoline: +39 848.15.55.88

Segreteria: +39 0871.486.1

Fax Clienti: +39 0871.486.901

Mail: info@wtsgas.it


Marianna Matricardi
Digital PR – Lime5 the Innovation Agency
E-mail: marianna.matricardi@lime5.it
Tel: +39 085 2056855
Skype: marianna.matricardi1

Lime5 srl. Via Parini 21-65122, Pescara,ITALY
info@lime5.it
www.lime5.it

Gruppi di auto mutuo aiuto per i familiari di persone affette da Alzheimer Parte la raccolta delle adesioni al secondo corso di formazione gratuito. Le domande presso i Servizi Sociali del Comune di Cori. Sei incontri a Cisterna, ogni giovedì pomeriggio, dal 12 Novembre al 17 Dicembre 2015

L'Amministrazione comunale di Cori – Assessorato alle Politiche Sociali – informa che si stanno raccogliendo le adesioni per poter partecipare al secondo corso di formazione gratuito per i familiari di persone affette da Alzheimer, al fine di poter avviare i gruppi di auto mutuo aiuto e al quale possono partecipare anche i cittadini di Cori e Giulianello.

Gli incontri si svolgeranno presso la sala delle statue del Comune di Cisterna a partire dal 12 Novembre 2015, e si ripeteranno per sei giovedì consecutivi, fino al 17 Dicembre, dalle ore 17 alle 19. Verranno affrontati anche gli aspetti medici e legali dell'Alzheimer, e proposte possibili soluzioni alle problematiche più diffuse. Gli interessati possono rivolgersi ai Servizi Sociali del Comune di Cori oppure al Segretariato Sociale: 06.96617267 - segretariatosociale@comune.cori.lt.it

Il corso, che nella sua prima edizione Maggio-Giugno 2015 ad Aprilia ha registrato il maggior numero di frequentanti tra tutti i distretti socio-sanitari provinciali, rientra nel Programma Integrato di Servizi/Interventi rivolto ai malati di Alzheimer e ai loro familiari relativo al Distretto socio sanitario Aprilia/Cisterna/Cori/Rocca Massima, ed è realizzato col sostegno della Regione Lazio e delle Onlus Alzheimer Uniti Italy, Alzheimer Aprilia e Casa Aima.

Si cercherà di creare uno spazio dove confrontarsi, scambiarsi le conoscenze e le esperienze per sostenersi nel prendersi cura del proprio familiare affetto da Alzheimer. L'Alzheimer è la più comune causa di demenza, una malattia terminale che si concretizza in un processo degenerativo che distrugge lentamente e progressivamente le cellule del cervello, e quindi un deterioramento generale delle condizioni di salute, fino alla morte. Colpisce soprattutto donne ultra65enni. Quindi è importante imparare a gestirla e il corso mira ad affiancare le famiglie in questo difficile compito. Per maggiori informazioni consultare i siti www.casaaima.itwww.alzheimeraprilia.org

 

Giornata mondiale ictus 2015. Daiichi Sankyo lancia la app “432 Hearts”

Prosegue "Make Your Heart Feel Good", la campagna di sensibilizzazione Daiichi Sankyo sul rischio di ictus associato a fibrillazione atriale e ipertensione

App 432 HEARTS

Giornata mondiale dell'ictus 2015
Prevenzione e riduzione dello stress possono fare la differenza.
Daiichi Sankyo lancia la app "432 Hearts"

In Italia gli 850.000 malati di fibrillazione atriale corrono un rischio 5 volte superiore di essere colpiti da ictus rispetto al resto della popolazione, e solo il 37 % degli ipertesi riesce a mantenere sotto controllo la pressione arteriosa, eppure abbassandola di 5 mmHg, anche con la prevenzione e uno stile di vita sano, si possono ridurre i decessi per ictus del 14 %.
Prosegue "Make Your Heart Feel Good", la campagna di sensibilizzazione Daiichi Sankyo sul rischio di ictus associato a fibrillazione atriale e ipertensione. Per ricordare agli italiani che semplici accorgimenti quotidiani possono fare la differenza, Daiichi Sankyo Italia lancia "432 Hearts", la app che permette di ascoltare musica e canzoni preferite con fissazione del la a 432 hertz, una intonazione rilassante e benefica per cuore e cervello.

Roma, 28 ottobre 2015 – In occasione della giornata mondiale dell'ictus del 29 ottobre, prosegue "Make Your Heart Feel Good", l'iniziativa europea ideata da Daiichi Sankyo per sensibilizzare la popolazione sui rischi associati alle patologie cardiovascolari. Questa nuova tappa della campagna si concentra in particolare sulla connessione tra fibrillazione atriale e ictus, spiegata al pubblico in maniera chiara e immediata grazie ad un breve video animato, che si aggiunge ai programmi educativi di danza e tai chi disponibili sul sitomakeyourheartfeelgood.eu. Nel nostro Paese, inoltre, Daiichi Sankyo Italia lancia in esclusiva "432 hearts", la app per iphone e android che consente di ascoltare le playlist musicali con accordatura del la a 432 hertz (la cosiddetta accordatura scientifica o aurea), una frequenza più adatta all'organismo umano, con effetti rilassanti e benefici su cuore e cervello.

Si stima che 33,5 milioni di individui nel mondo – di cui più di 850.000 diagnosticati in Italia – soffrono difibrillazione atriale, una forma di aritmia cronica che aumenta di 5 volte il rischio di ictus, con una prognosi peggiore rispetto agli ictus non correlati a tale aritmia. La patologia che preannuncia il probabile sviluppo di fibrillazione atriale è l'ipertensione, che da sola causa 9,4 milioni di decessi ogni anno.
Le statistiche rivelano, inoltre, che in Europa il target pressorio ottimale di <140/90 mmHg è raggiunto in meno del 50 % degli ipertesi, in Italia la percentuale raggiunge appena il 37 %, suggerendo che più del 60 % non è sufficientemente controllato. Eppure, secondo le stime, diminuendo la pressione arteriosa di 5 mmHg si potrebbero ridurre i decessi per ictus del 14 %.

Dunque la prevenzione può svolgere un ruolo molto importante nella riduzione della mortalità legata a queste patologie, e la si può attuare anche mediante semplici cambiamenti nello stile di vita, quali una dieta più sana, un'attività fisica costante, eliminazione del fumo e tecniche di rilassamento atte a gestire lo stress, un fattore che influenza notevolmente la pressione arteriosa e la frequenza dei battiti cardiaci. Senza contare che scoprire un ritmo cardiaco irregolare può essere semplice quanto imparare a controllare manualmente il proprio polso, con l'eventuale verifica di un esame non invasivo come un elettrocardiogramma (ECG).

Importanza e semplicità della prevenzione sono i concetti su cui punta la campagna di sensibilizzazione Daiichi Sankyo Italia, che da sempre sostiene un approccio olistico alla cura e al benessere dei pazienti, e per celebrare la giornata mondiale dell'ictus 2015, lancia in esclusiva la app 432 hearts, basata sui più recenti e innovativi studi sui benefici della musicoterapia.

Da Verdi ai Pink Floyd, fino ai Coldplay e Mick Jagger, passando per Pavarotti e Placido Domingo, l'accordatura scientifica (anche detta accordatura aurea) con il la a 432 hertz corrispondente al do a 256 Hz, è stata proposta e sostenuta da grandi musicisti e studiosi, poiché più rilassante e armoniosa rispetto a quella standard attuale con il la a 440 Hz, perché più vicina alla vocalità e alla fisiologia del corpo umano e della natura. Questo tipo di accordatura musicale ha suscitato poi l'interesse delle neuroscienze, che stanno studiando l'influenza che le onde sonore esercitano su parametri fisiologici quali pressione arteriosa, respirazione, battito cardiaco, risposta neuroendocrina e sincronizzazione bi-emisferica del cervello.

"Proseguendo il percorso ideale iniziato l'anno scorso con la giornata mondiale della fibrillazione atriale, anche in occasione di questa giornata abbiamo scelto di veicolare attraverso la musica un messaggio importante come quello della prevenzione. La musica è infatti una presenza costante ed essenziale nella vita di ognuno e il suo carattere universale la rende uno strumento formidabile per ricordare a tutti che prendersi cura di sé e del proprio benessere psico-fisico può essere facile e persino piacevole, iniziando da piccole e semplici abitudini quotidiane, come ascoltare le canzoni preferite ad una frequenza più naturale e rilassante", spiegaAntonino Reale, amministratore delegato di Daiichi Sankyo Italia.

La app "432 Hearts" è da oggi disponibile sui siti Apple Store e Google Play

Fonte: Daiichi Sankyo Italia

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota