sabato 20 giugno 2015

No alla Terra dei Fuochi: Pulcinella Muore ad Expo Milano 2015 tra Arte e Gusto

COMUNICATO STAMPA
Se non leggi bene l'email clicca qui

No alla Terra dei Fuochi: Pulcinella Muore ad Expo Milano 2015 tra Arte e Gusto

Con un No alla terra dei fuochi lo slow food diventa arte e denuncia sociale. Il 23 Giugno ad Expo Milano 2015 si terrà l’evento trasversale, un misto tra arte e gastronomia, “L’arte del Gusto – il Gusto dell’Arte” con l’artista Giuseppe Leone e dello chef Pietro Parisi. Action painting e gastronomia: muore Pulcinella metafora di una politica corrotta e del malaffare…

Milano, 20-06-2015 – EXPO 2015 apre le sue porte all’arte e all’eccellenza campana. Il 23 Giugno all’interno dello spazio istituzionale “La Piazzetta”, l’Associazione Culturale il Simposio delle Muse (in collaborazione con Città di Palma Campania ed il patrocinio del Padiglione Italia EXPO Milano 2015) nell'ambito delle iniziative del Ventennale del Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito® promuove un evento multi tematico sul rapporto tra arte e cucina.

Dopo la presentazione del nascente distretto enogastronomico della qualità di Palma Campania, si accendono i riflettori sulla performance a quattro mani dell’artista Giuseppe Leone e dello chef Pietro Parisi “L’arte del Gusto – il Gusto dell’Arte”. L’artista metterà le proprie opere, un trittico bidimensionale, a disposizione della creatività gastronomico-culinaria di Pietro Parisi, cuoco contadino di Palma Campania.

“Ritengo che il mio lavoro artistico possa rappresentare un’operazione slow food “, afferma Leone. “Leggendo un’intervista, fino a poco tempo fa inedita, ad Henri Matisse, mi sono accorto di come anche per il grande artista l’arte perdesse di forza e autenticità se banalizzata e ricacciata nel cantuccio della commercialità. Se infatti ci si arrende alla legge del mercato l’arte viene falsata come falsati sono i cibi da fast food”.

E continua: “Matisse definiva il lavoro del pittore un lavoro senza speranza nel senso più ingenuo del termine. Perché il pittore non dipinge per il compratore, ma per sé stesso. Perché l’arte ha i suoi ritmi lenti e deve insistere sul contenuto, oggi più che mai, visto il cannibalismo e la velocità ossessiva dei media”. Del resto Leone ha sempre sviluppato uno stile personalissimo, ma al contempo capace di tendere verso la variazione. “L’arte non può che essere trasversale“, spiega, “e non solo sul piano stilistico, ma anche nella capacità di fondere percorsi creativi diversi: ieri ho collaborato con Sovente e Caruso, artisti della parola, oggi collaboro con lo chef Parisi, artista del gusto”.

Pietro Parisi e Giuseppe Leone sono in effetti legati in maniera forte ad un certo discorso di creatività e territorialità. Le origini e le radici prima di tutto, sulla tela come nel piatto. E tale sinergia si rispecchia in maniera precisa nella performance artistica che sarà realizzata il 23 Giugno presso il Padiglione Italia di EXPO 2015 (spazio istituzionale La Piazzetta Regione Campania). Al centro della scena il trittico di Leone, tre opere.

Ognuna di esse richiama un colore della bandiera Italiana e ognuna prende vita da un elemento, un ingrediente della nostra tavola. Prima di tutto l’ulivo, l’olio e la Mediterranietà, poi il grano, i colori del Sannio e dell’entroterra campano e infine il pomodoro, l'oro rosso di Palma Campania e del Vesuvio, Napoli e la sua maschera per eccellenza: Pulcinella, metafora del pressappochismo e della superficialità. Parisi interverrà sulle tre opere, di cui due saranno poste proprio a mo’ di tavolo, a supporto dell’operato culinario, mentre quella centrale poggerà su cavalletto.

Quest’ ultima, con il Pulcinella incoronato da una ghirlanda di pasta prima e una cornice barocca poi, sarà inondata dalla mano esperta dello chef con un profumatissimo sugo che, come lava vesuviana, inonderà la maschera partenopea che resterà affogata nella lava incandescente. Pulcinella, personaggio non a caso ingordo e cristallizzato nel tentativo continuo di riempirsi la pancia, morirà per ingordigia, metafora-speranza di una fine della politica collusa e corrotta dal malaffare. A ribadire il fatto che si mangia non solo per fame, come quella nel mondo da combattere, (secondo il tema di Expo: cibo energia per la vita), ma anche quella smodata Pulcinella, ugualmente dannosa e da uccidere.

E poi c' è l'esaltazione del gusto che è pienezza di vita. Ma qual è il rapporto, allora, che va a materializzarsi tra arte e cucina? Sicuramente si va al di là della rappresentazione, quella della natura morta per intenderci. Leone entra nel vivo della materia. Il soggetto diventa magicamente strumento. La realtà non viene imitata, ma si manifesta prepotentemente: il grano è grano, la foglia d’ulivo è foglia, con tutto quello che significa. Stessa cosa accade con Parisi che condivide con il pittore gli stessi obiettivi, ricordandoci che nelle mani giuste anche l’ingrediente più semplice può svelare non solo le sue infinite possibilità, ma anche quel bagaglio gastronomico che l’Italia, e il Sud Italia, si porta addosso da sempre.

Non a caso lo chef di Palma Campania insiste sul local zero e su un menù che possa avere sulle spalle meno kilometri possibili. “L’Italia” spiega “ha una grande responsabilità. Se altrove la buona cucina può essere solo una moda qui è un processo alla cui base rimane un concetto di cultura dell’ingrediente“. Non stupisce allora che Parisi, con fare Michelangiolesco, sembri spogliare i propri piatti piuttosto che vestirli. “Se il prodotto è di qualità non ha bisogno di essere mascherato, non ha bisogno di nulla intorno, ma può restar nudo” aggiunge.

Ecco allora che si compie la magia di una performance che riesce ad unire al gusto dell’arte, l’arte del gusto. Da una parte l’occhio, dall’altra il palato ed in mezzo c’è tutto perché in mezzo c’è l’arte.

Per informazioni:

Mario Esposito, art director , 338. 9403745- 333. 9625011

Link



Nb. Per salvare le foto in alta risoluzione (se presenti): cliccare sulla foto, una volta aperta nel browser cliccarci su con il tasto destro del mouse e selezionare Salva con nome.
Facebook
Twitter
Pinterest
Tumblr
Google Plus
ComunicatiStampa.net, Comunicato Stampa rilasciato per la massima diffusione.
Ricevi questo comunicato stampa perché iscritto o perché giornalista/redazione giornalistica. Se non vuoi più riceverne clicca su Cancellami e sarai cancellato dalla lista. Se invece preferisci 1 email riassuntiva giornaliera con tutti i comunicati del giorno clicca qui.

Il nostro indirizzo:
ComunicatiStampa.net
Via Roberto da Sanseverino, 95
Trento, TN 38122
Italy

Add us to your address book


Cancellami    Aggiorna il mio profilo

Napoli, Calciomercato: De Laurentiis chiude il San Paolo per i mesi estivi e congela Valdifiori.

COMUNICATO STAMPA
Se non leggi bene l'email clicca qui

Napoli, Calciomercato: De Laurentiis chiude il San Paolo per i mesi estivi e congela Valdifiori.

"Higuain resta con noi" lo slogan dei tifosi in riferimento al Calciomercato del Napoli. Nel frattempo De Laurentiis chiude il San Paolo per i mesi estivi e congela Valdifiori…

Napoli, 19-06-2015 – E' tempo di calciomercato, ed il Napoli riapre le trattative lasciandosi il campionato alle spalle. La squadra di De Laurentiis, che già aveva iniziato ad arrancare con la notizia del presunto acquisto di Gonzalo Higuain da parte del Paris Saint Germain, ha adesso problemi più urgenti da affrontare.

Mentre gli atleti si concedono un po' di meritato riposo, tra i sorteggi per le qualificazioni all'Europa League, l'edizione 2015 del calendario fotografico realizzata da Stampepress, partner ufficiale del club Napoli, e le classifiche dei giocatori
rivelazione dell'ultimo anno, si diffonde la notizia della possibile uscita di Valdifiori. De Laurentiis si è infatti arrogato il diritto di cedere il regista a sua discrezione, senza previo consenso di parte, tra due anni. Un affronto per il centrocampista della Nazionale ceduto dall' Empoli agli azzurri, che dopo aver letto la clausola infamante, ha preferito temporeggiare.

Ma la questione Mirko Vadifiori è solo una delle tante emerse negli ultimi giorni. Il calciomercato è anche sofferenza e le nuove vicissitudini fanno tentennare ulteriormente la dirigenza partenopea, presa già alla sprovvista con l'affare Higuain, del quale non vorrebbe privarsi per nessun motivo.
"Higuain resta con noi" commentano i tifosi apprendendo la notizia dai giornali. La piazza condivide infatti la decisione del Patron di cedere il professionista per non meno di 100 milioni di euro, cifra improponibile per molte società calcistiche.

Polemica anche la posizione del presidente Aurelio De Laurentiis in merito all'inizio dei lavori al San Paolo. Il progetto di ristrutturazione dello stadio, che per adeguarsi agli standard europei prevede una capienza max di 42.000 posti (diecimila in più rispetto al modello ottimale) e l'eliminazione dell'anello inferiore delle curve, rischia infatti di non essere più presentato entro il 30 Giugno. La bagarre, sorta quando il Comune di Napoli ha fissato le date dei concerti di Vasco Rossi e Jovanotti, rispettivamente il 3 ed il 27 luglio, riguarda lo sfruttamento del manto erboso dell'impianto sportivo di Fuorigrotta.

“Se così fosse, scadrebbe la convenzione con il Comune ed i tempi per il nuovo San Paolo si dilaterebbero a dismisura” ha dichiarato in conferenza stampa il Patron.

Link



Nb. Per salvare le foto in alta risoluzione (se presenti): cliccare sulla foto, una volta aperta nel browser cliccarci su con il tasto destro del mouse e selezionare Salva con nome.
Facebook
Twitter
Pinterest
Tumblr
Google Plus
ComunicatiStampa.net, Comunicato Stampa rilasciato per la massima diffusione.
Ricevi questo comunicato stampa perché iscritto o perché giornalista/redazione giornalistica. Se non vuoi più riceverne clicca su Cancellami e sarai cancellato dalla lista. Se invece preferisci 1 email riassuntiva giornaliera con tutti i comunicati del giorno clicca qui.

Il nostro indirizzo:
ComunicatiStampa.net
Via Roberto da Sanseverino, 95
Trento, TN 38122
Italy

Add us to your address book


Cancellami    Aggiorna il mio profilo

COMUNICATO STAMPA _ Camera di Commercio di Cosenza

Si chiede gentilmente la pubblicazione di quanto allegato.
Grazie e buon lavoro, Valerio Caparelli  (329 6161772)


COMUNICATO STAMPA

 

Si è tenuto oggi, presso la Camera di Commercio di Cosenza, il Consiglio Camerale dedicato esclusivamente all'approvazione di un ordine del giorno con al centro il "Riordino territoriale delle Camere di Commercio calabresi: posizionamento della Camera di Commercio di Cosenza". La riunione con tutti i Consiglieri camerali ha visto l'approvazione del documento illustrato dal presidente Klaus Algieri, con la sola esclusione di Confartigianato Cosenza. Questa associazione non solo non si è espressa all'incontro di Giunta tenutosi qualche giorno fa, ma ha addirittura fatto registrare la propria assenza nell'odierno Consiglio, senza peraltro inviare alcuna comunicazione con indirizzo di voto. Segno tangibile e trasparente fatto giungere, invece, da Confagricoltura Cosenza, che ha dato ampia disponibilità sulla questione in oggetto. Gesto molto apprezzato dal presidente Algieri e dalla maggioranza di tutti gli altri componenti il Consiglio camerale. Così come è stato accolto favorevolmente il cambio di rotta di Confindustria Cosenza, che oggi ha votato a favore il documento posto all'ordine del giorno. Adesso, dopo il primo passaggio già registrato in Senato, non resta che attendere l'epilogo del passaggio alla Camera, dove si apporteranno gli ultimi ritocchi al disegno di legge di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche, che contiene l'articolo di riforma delle Camere di Commercio. In questa occasione, per difendere e favorire quanto proposto dall'Ente camerale bruzio, lunedì mattina il presidente Algieri sarà presente di fronte la sede del Parlamento per chiedere fortemente ai deputati che parteciperanno alla seduta di sostenere quanto già ampiamente approvato dai loro colleghi calabresi, dal Consiglio Regionale della Calabria, dalla Provincia di Cosenza, dalla maggior parte dei Comuni cosentini, da associazioni di categoria, sindacati e vari altri organismi associativi. Questo percorso di cambiamento e razionalizzazione serve a far riconoscere il valore sin qui svolto dall'azione camerale di Cosenza, per essere finalizzato a porre nuove basi di rilancio e rafforzamento dell'Ente, a partire da una modernizzazione della mission con l'attribuzione di funzioni nuove di grande importanza per le imprese. "Con questa governance, la Camera di Cosenza – ha dichiarato il presidente Algieri – si sta impegnando a creare un nuovo raccordo tra il mondo del lavoro e il tessuto imprenditoriale e la digitalizzazione degli adempimenti amministrativi. Se la riforma vuole costituire un'opportunità reale per le nostre imprese è necessario che nel disegno di legge vengano apportati dei miglioramenti soprattutto verso il sistema di finanziamento del sistema, per giungere alla sostenibilità di tutte le competenze camerali, all'organizzazione territoriale e alla previsione di forme di tutela per il personale che vi lavora". A tal proposito, si ricorda come i numeri diano ragione alla Camera di Commercio di Cosenza, da cui è partita la mozione di rivisitazione a livello nazionale dello schema proposto dal Governo per riformare il sistema camerale italiano. È importante, perciò, ricordare che la Camera di Commercio di Cosenza è un Ente che con le sue quasi 77.000 localizzazioni imprenditoriali risulta essere la 28a Camera d'Italia per aziende iscritte, mentre con la sua capacità programmatica e operativa risulta la 32a tra le prime 47 Camere d'Italia per migliore capacità performativa.

 

UFFICIO DI PRESIDENZA

Camera di Commercio di Cosenza

Comunicato stampa - Annunciati i 5 finalisti del XVII Premio Letterario Camaiore

in allegato il comunicato stampa in oggetto
 
Cristiano Bartelloni - Ufficio Stampa
stampa@comune.camaiore.lu.it
tel.: +39 0584 986222
fax: +39 0584 980558


venerdì 19 giugno 2015

COMUNICATO STAMPA - CATEGORIA MUSICA

COMUNICATO STAMPA

E' USCITO IL PRIMO SINGOLO DEL GIOVANISSIMO CANTAUTORE RICCARDO VIETTI

Dopo la recente partecipazione alle Blind Audition di The Voice (Rai 2) e la partecipazione in qualità di ospite fisso del format televisivo Next Generation, per il quale ha cointerpretato la sigla del contest, è uscito "Voglio di più" il primo singolo del giovanissimo Riccardo Vietti (18 anni).

Un ironico brano pop rock scritto da Rino Davoli e Riccardo Vietti, mixato e masterizzato nell'UP Studio ed arrangiato da Enrico Kikkoz Palmosi produttore artistico ed arrangiatore dei Modà, Dear Jack, Emma Marrone e tanti altri...

Distribuito in 240 paesi e disponibile nei maggiori digital store, il brano esalta le grandi qualità canore e la musicalità di questo talento indiscusso della musica italiana.

Info: 340 6418572 






Rino Davoli

Presidente il Sorriso di Beatrice onlus

www.ilsorrisodibeatrice.com

Presidente La Fabbrica della Musica

www.nextgenerationitalia.it

Mob. 340/6418572

rino@nextgenerationitalia.it

Cinque Per Mille

Sostieni l'associazione "il Sorriso di Beatrice"

indicando nella denuncia dei redditi il nostro codice fiscale : 920 210 102 33






 

FOOTBALL AMERICANO, II Divisione: ecco le semifinali

 

COMUNICATO STAMPA


II DIVISIONE, ECCO LE SEMIFINALI


Sono Hogs Reggio Emilia-Guelfi Firenze e Blacks Rivoli-Elephants Catania le semifinali del campionato di II Divisione, che in questo fine settimana designerà quindi le protagoniste della finale che si disputerà a Milano il prossimo 5 luglio.


Sabato alle 20.30 la sfida di Reggio Emilia tra Hogs e Guelfi. Entrambe le squadre sono imbattute, con gli emiliani che a livello statistico sono i dominatori dell'intero campionato, anche se sono partiti dal secondo posto nel ranking per questi playoff. Miglior attacco, miglior difesa, una media di 45 punti realizzati a partita e solo 7 subiti. In linea con la media peraltro è stato il quarto di finale che li ha visti battere i Blue Storms Busto Arsizio 46-7 per arrivare a questa sfida con i Guelfi. I cinque precedenti sono tutti a vantaggio di Reggio Emilia, compreso naturalmente l'Italian Bowl del 2007. Lo scorso anno le due squadre si affrontarono nell'interdivisionale con la vittoria degli Hogs per 27-21. Ma la squadra toscana, forte del quarto attacco e soprattutto della seconda difesa del campionato, non è affatto da sottovalutare. "Sarà una partita dura – dice il coach dei Guelfi Paciaroni – loro hanno pochi punti deboli e dovremo essere bravi a individuarli e colpirli. Servirà la massima attenzione per quattro quarti sia in attacco sia in difesa".


Quasi in contemporanea (kick off alle ore 21) si gioca l'altra semifinale che vedrà di fronte Blacks Rivoli ed Elephants Catania. Partita molto interessante anche questa, che si disputerà sul campo del Cus Torino di Via Milano. Gli Elephants, finalisti nella passata stagione, hanno chiuso al primo posto il girone A con 7 vittorie e una sconfitta. Nei quarti di finale hanno eliminato i Cavaliers Castelfranco, che avevano vinto il girone D, e sono quindi reduci da una stagione di ottimo livello in cui hanno dimostrato di aver assorbito molto bene il ricambio generazionale nel roster. Da parte loro i Blacks Rivoli arrivano a questo appuntamento imbattuti e dopo aver vinto il girone B, nei quarti di finale hanno battuto di misura i Bengals Brescia, arrivati secondi nel girone E. Dalla loro hanno un grande entusiasmo per una ottima stagione e avranno un tifo che è cresciuto con l'aumentare dei successi della squadra.



Semifinali

Hogs Reggio Emilia-Guelfi Firenze (Sabato ore 20.30)

Blacks Rivoli-Elephants Catania (Sabato ore 21)



Luca Pelosi

Ufficio Stampa FIDAF
Per info: 3398597185 

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota