sabato 13 giugno 2015

In Aumento le Denunce per Malasanità: Ecco Come Chiedere i Risarcimenti in Maniera Corretta

COMUNICATO STAMPA
Se non leggi bene l'email clicca qui

In Aumento le Denunce per Malasanità: Ecco Come Chiedere i Risarcimenti in Maniera Corretta

Più del 90% dei casi di malasanità andati in giudizio si rivelano infondati. Gravi i danni per i medici e per le strutture denunciate e onerosi i costi legali per chi denuncia, grazie ad sistema in cui tutti ci rimettono. Per affrontare i casi di malasanità in modo corretto ci viene incontro Risarcimenti-online.it, il portale dedicato ai risarcimenti.

Roma, 13 giugno 2015 – Andreste da un dentista per essere operati di appendicite? Vi fareste curare una polmonite da un ortopedico, ingessare un piede da un otorinolaringoiatra, estrarre un dente cariato da un dermatologo? Rispondere no è scontato: la salute prima di tutto. 

Ebbene, la buona regola di ricorrere sempre a uno specialista – fondamentale in campo medico – per gli italiani sembra finire quando si entra in campo legale.

Questo il presupposto da cui partono tre giovani imprenditori che nel 2011 progettano e lanciano il portale web Risarcimenti-Online.it, con l’obbiettivo di fornire assistenza legale alle vittime di malasanità e non solo, mediante professionisti specializzati settorialmente.

Scegliere l’avvocato giusto è decisivo per difendere i propri diritti. Come in ambito sanitario, anche per quanto riguarda gli studi legali la specializzazione è la regola. Non esistono avvocati tuttologi. O meglio, esistono e bisogna diffidarne, soprattutto nelle cause civili, se si vuole sperare di spuntarla davanti a un giudice. Non basta saper distinguere tra civilisti e penalisti. Tra avvocati matrimonialisti, tributaristi, contrattualisti, esperti di diritto ambientale, amministrativo, aziendale, commerciale, del lavoro, delle assicurazioni, della sanità, dell’Unione Europea, sindacale, urbanistico, la gamma delle specializzazioni per gli avvocati è davvero imponente. Ogni studio legale, ogni professionista del diritto, può offrire competenza in ambiti limitati.

Soprattutto in questo periodo di crisi, in cui aziende e professionisti puntano alla iper specializzazione per differenziarsi e conquistare fette di mercato, anche nel diritto esiste una concorrenza incontrollabile e gli studi legali puntano ad una specializzazione settoriale. Le problematiche legali dei clienti, siano essi privati cittadini o imprese, necessitano della migliore professionalità per essere garantite. Ribadirlo è importante visto che nella concorrenza tra avvocati sta emergendo un nuovo fenomeno: la gara al prezzo ribassato. Sono infatti sempre di più i potenziali clienti che chiamano diversi studi legali senza badare alla qualità della tutela ma solamente all’onorario da riconoscere all’avvocato, chiedendo ad esempio se possono spuntare un prezzo più basso rispetto ad altri studi legali contattati in precedenza. Evidentemente ci sono persone che credono che gli studi legali siano come dei supermercati, in cui pur di risparmiare si va in cerca del discount più economico.

L’alta percentuale di casi di malasanità andati in giudizio che si rivelano infondati è spesso causato dalla  superficialità di analisi. Nei casi di malasanità, spesso molto complessi, non occorrono solo specifiche competenze in ambito legale e assicurativo, ma è innanzitutto necessario che il legale collabori con un medico-legale, anch’esso specializzato in materia, il quale è l’unico soggetto in grado di identificare l’errore medico. Se l’errore non viene trovato e dimostrato, perchè andare in giudizio aumentando tempistiche e costi?

Mediante un’approfondita perizia medico-legale, nella quale vengono dettagliate le prove documentarie del danno medico, è possibile richiedere il risarcimento in stragiudiziale, evitando il tribunale e riducendo costi e tempi, sia per il danneggiato, sia per la struttura sanitaria o il medico.

Nelle strutture sanitarie il personale è sempre più spesso impegnato in turni massacranti, costretto a lavorare in strutture fatiscenti con attrezzature obsolete. Medici, infermieri e operatori sanitari sono comunque esseri umani e come tali possono sbagliare, purtroppo quando accade, l’errore colpisce la nostra salute, i nostri sentimenti e quelli dei nostri famigliari. Ci si sente ingiustamente condannati a vivere con il danno subito a causa di una o più persone che non hanno saputo svolgere il proprio lavoro, da qui la frenetica fretta di rivalsa, di giustizia. Purtroppo il danno deve essere trovato e dimostrato con prove documentarie tangibili, differentemente inutile e costoso procedere legalmente.

Applicando queste semplici regole si eliminerebbero inutili cause, spese legali e perdite di tempo, oltre ad abbassare la pressione che gli operatori sanitari subiscono durante l’iter legale.

Con il portale web Risarcimenti-Online.it, che in questi giorni compie quattro anni di attività, vengono gestite mensilmente migliaia di richieste di assistenza per possibili casi malasanità e per altri settori trattati. Dopo la richiesta di assistenza, effettuata dall’utente tramite il sito o chiamando il numero verde, la richiesta viene inoltrata al professionista specializzato in malasanità più vicino alla provincia del richiedente. Il professionista contatta l’utente, e dopo un consulto ed eventuale approfondimento, stabilisce se il caso di malasanità è procedibile per ottenere il risarcimento o meno. Se il caso non è procedibile, la pratica viene chiusa senza costi per l’utente. Se il caso è procedibile, nel maggior parte dei casi la parcella viene pagata a risarcimento ottenuto, questa procedura è una chiara dimostrazione di professionalità e garanzia, il professionista deve avere la certezza del danno da malasanità, pena la perdita del suo guadagno e dei costi anticipati.

Per ulteriori informazioni su una corretta richiesta di risarcimento danni visitare il sito www.risarcimenti-online.it

– FINE COMUNICATO –

COMUNICATO STAMPA N°2 – 2015

Uno staff di professionisti specializzati in risarcimento danni da malasanità

Uno staff di professionisti specializzati in risarcimento danni da malasanità

 

 

 

 

 

 

 

 

logo-risarcimento-danni-malasanita

 

 

 

 

gidizio-malasanita

 

 

 

Inviato da Giovanni Zappalà – CEO

LifeIsWeb Limited ( Linkedin )

 

Link



Nb. Per salvare le foto in alta risoluzione (se presenti): cliccare sulla foto, una volta aperta nel browser cliccarci su con il tasto destro del mouse e selezionare Salva con nome.
Facebook
Twitter
Pinterest
Tumblr
Google Plus
ComunicatiStampa.net, Comunicato Stampa rilasciato per la massima diffusione.
Ricevi questo comunicato stampa perché iscritto o perché giornalista/redazione giornalistica. Se non vuoi più riceverne clicca su Cancellami e sarai cancellato dalla lista. Se invece preferisci 1 email riassuntiva giornaliera con tutti i comunicati del giorno clicca qui.

Il nostro indirizzo:
ComunicatiStampa.net
Via Roberto da Sanseverino, 95
Trento, TN 38122
Italy

Add us to your address book


Cancellami    Aggiorna il mio profilo

venerdì 12 giugno 2015

Comunicato stampa

Il movimento Agende Rosse Campania e l'Associazione A.R.Ca. solidarizzano con l'associazione (R)esistenza Anticamorra e stimano l'opera di impegno civile che questa porta avanti nel territorio su più fronti. Vi preghiamo di diffondere il loro comunicato stampa.

COMUNICATO STAMPA
Pisani: Via i neri da Scampia! Corona: via Pisani da Scampia.
Ispezione a sfondo razzista del presidente della VIII Municipalità. << la cultura del Quartiere non è pronta per accogliere i migranti>>.

Martedì mattina all'Officina delle Culture "Gelsmina Verde" di Scampia era una giornata di normale routine. La Comunità alloggio, sorta all'interno dell'ex Istituto IPIA "di Miano" dopo 8 anni di abbandono istituzionale e rinata grazie all'impegno congiunto di alcune realtà associative del Quartiere, da diverse settimane accoglie 12 migranti con un protocollo indiretto con la Prefettura di Napoli, 12 ragazze richiedenti asilo politico che scappate dalla guerra stanno trovando accoglienza, supporto, formazione. Il lavoro quotidiano degli operatori è quello di inserirle nel contesto metropolitano attraverso l'acquisizione della lingua italiana, di laboratori di artigianato, dell'esperienza dei campi estivi sul bene confiscato di Chiaiano, soprattutto con l'accompagnamento legale nell'acquisizione del permesso di soggiorno motivato dal diritto dell'asilo politico. 
Le 12 ragazze, potenziali prede della tratta delle prostitute, son arrivate da meno di due settimane e già cominciano ad integrarsi con i ragazzi del quartiere, la scuola italiano/inglese ad esempio è diventata un laboratorio tra gli scugnizzi delle "case dei puffi" e le nigeriane, apparentemente due gruppi che giocano a farsi domande ognuno nella lingua dell'altro; una rete di associazioni e cittadini si propone per aiutarle in questo percorso.
Martedì il Presidente dell'VIII Municipalità di Napoli, oltrepassando due cancelli esterni, una rampa di scale che porta al primo piano e approfittando della porta socchiusa per le pulizie ordinarie della casa si intrufolava senza alcun permesso nella comunità (luogo protetto) seguito da quattro/cinque portaborse, cominciava a scattare foto e a chiedere i documenti e i permessi della struttura. Le ragazze ospiti, terrorizzate dal blitz "illegale" si rinchiudevano nelle proprie camere mentre l'operatrice di turno richiedeva le motivazioni di tale "ispezione" al sig. Pisani. Questi senza dare risposte in merito e senza attendere l'arrivo del responsabile della struttura andava via continuando a scattare foto senza permesso.
Allertato dell'ispezione razzista il Responsabile telefonava al Presidente della Municipalità per chiedere spiegazioni ma questi continuava a dire che la struttura è abusiva, non in regola, senza permessi. Alla raccomandazione della regolarità della struttura e del protocollo per l'ospitalità dei migranti il sig. Pisani manifestava tutta la sua preoccupazione per la cultura del quartiere, a suo avviso non pronta ad ospitare i migranti.

È assurdo la costante volontà politica di annientare qualunque esempio di buona prassi nata sul quartiere, che qualunque sforzo di portare lavoro, sviluppo, formazione, debba difendersi sempre da qualcuno, dalla camorra una volta, dalla malapolitica oggi. Arrivati nel lotto P ci avevano messi in guardia sugli eventuali fastidi e pretese che la camorra poteva avanzare, invece abbiam sempre trovato persone oneste che si son proposte di aiutarci e dall'altro lato una classe di pseudopolitici pronti a intralciare ogni tipo di percorso. Quello che è definito il quartiere della camorra, oggi fa un braccio di ferro con la malapolitica locale, la stessa che per 30 anni ha coperto e appoggiato il regno del malaffare.

Ovviamente va ricordato al sig. Pisani che Scampia è un quartiere multirazziale da 30 anni, che convive in modo sereno e proficuo con gli storici campi rom della zona, da qui partono esperienze imprenditoriali di fusioni culturali e culinarie tra le diverse etnie, qui si fa da diversi anni la manifestazione nazionale Mediterraneo Antirazzista, con realtà che arrivano da ogni parte d'Italia, che dopo aver scacciato con le Istituzioni "sane" la camorra dai propri territori non teme in alcun modo l'onda razzista e fascista che arriva da fuori e che da qualche anno prolifera, avallata dalla sua politica di destra, sui nostri territori. 
Forse l'unica forzatura per la cultura del Quartiere è il dover convivere con un politico, che secondo le inchieste del programma "Le Iene", fino all'anno scorso chiedeva il pagamento a nero di centinaia di migliaia di euro per una pubblicità di un noto calciatore, un politico che sfrutta l'onda razzista della politica della Lega Nord, affida strutture pubbliche a gruppi di estrema destra e fa campagna elettorale sfruttando il lavoro e la fatica degli altri, e che <<non avendo preconcetti>> qualche anno fa con una petizione popolare voleva emarginare il Quartiere facendone chiudere la metropolitana.
Nel rassicurare il sig. Pisani che abbiamo già dato mandato ad un avvocato qualora ci fossero gli estremi della violazione di proprietà privata, dell'abuso d'ufficio e del danno morale recato alle giovani ospiti, vogliamo ricordargli che Scampia, vista la sua storia, ha scritto nel DNA la parola antifascismo e antirazzismo e da sempre respinge gli xenofobi, per amore della libertà e del rispetto di tutte le diversità.

Ciro Corona
Associazione (R)esistenza


Movimento Agende Rosse Campania

Chacallonage, il Lago Maggiore come non l'avete visto mai



Taino (Varese), 12/06/2015 

Chacallonage, il Lago Maggiore come non l'avete visto mai

Un'App per navigare ... sul Lago Maggiore e visitare i dintorni. Si chiama Chacallonage (http://www.chacallonage.it/web/) ed è la guida completa interattiva e multimediale che mancava, sempre a portata di smartphone e tablet per viaggiatori e diportisti che desiderano conoscere e vivere uno dei luoghi più affascinanti e suggestivi del Mondo.

L'App nasce dalla passione per il Lago, per la barca e per la buona cucina di un gruppo di amici. Nel 2010 pubblicano il libro Chacallonage sul Lago Maggiore, ed. Tuttibooks Nederlands, una guida per scoprire i colori, le atmosfere e i sapori del Verbano. Il libro, tradotto in inglese, è divenuto subito un best seller e un punto di riferimento per la scoperta del territorio. Sull'onda di questo successo l'App ne è diventata la naturale evoluzione, come strumento interattivo per prenotare un hotel, raccogliere informazioni sempre aggiornate sulle mete di viaggio, pianificare le visite ai luoghi d'interesse, raggiungere le località, trovare locali dove pranzare, cenare, prendere un aperitivo, vivere momenti di relax e divertimento.

Consigli di mete, indicazioni su come raggiungerle mediante Gps, battelli pubblici di linea e, per i diportisti, indicazioni utili sugli ormeggi, sulle dotazioni di sicurezza a bordo, regolamenti per la navigazione sul lago, stazioni di rifornimento per il carburante, numeri di emergenza, ma anche informazioni per lo svago e il divertimento, ristoranti, alberghi, punti di noleggio di barche e attrezzature sportive, shopping, eventi, attività culturali. Dentro Chacallonage c'è proprio tutto quello che può servire all'utente per vivere il Lago e il territorio circostante con intensità e passione e personalizzare il proprio soggiorno-vacanza. L'applicazione, grazie all'integrazione con i social network, permette di pianificare gli itinerari in base alle informazioni degli eventi pubblicati su Facebook, ai luoghi d'interesse ed alle segnalazioni dei propri amici.

L'App, scaricabile gratuitamente e disponibile al momento in quattro lingue (italiano, francese, inglese e tedesco), è stata realizzata con il patrocinio dei Comuni di Belgirate, Borgomanero, Lesa, Laveno Mombello, Ranco e Sesto Calende.



Info e contatti
Associazione Culturale Chacallonage
Sede: Via Mira D'Ercole, 18 Taino (VA)
http://www.chacallonage.it/web/
mail: info@chacallonage.it



--
INpress ufficio stampa 
di Giovanni Criscione
cell. 329 3167786

l'aria che tira al Tribunale di Civitavecchia

L’ARIA CHE TIRA AL TRIBUNALE DI CIVITAVECCHIA 

Bracciano, 12 giugno 2015: La legge è uguale per tutti? Chi ieri si fosse trovato al tribunale di Civitavecchia ci avrebbe quasi creduto. Mentre il giudice decideva il rinvio a giudizio per i nostri amministratori e tecnici comunali Claudio Ciervo, Liberato Cavini e Luigi Di Matteo, accomunati da vari reati legati al chiosco bar di Ciervo, giungevano in tempo reale notizie di blitz, perquisizioni, dichiarazioni impensabili fino a una settimana fa.

All’udienza nell’aula accanto, tra gli imputati  mancava all’appello il sindaco di Tolfa, Luigi Landi, bloccato dalla Guardia di Finanza che in quel momento perquisiva la sua abitazione e quelle degli altri vertici comunali, tutti iscritti nel registro degli indagati  per associazione a delinquere e abuso d’ufficio.  Storie di appalti pilotati per servizi di pubblica utilità a società cooperative gestite, anche in maniera indiretta, dall’indagato, nonché responsabile di Casa Comune, Luigi Valà, pare ricollegabili a Mafia Capitale attraverso ‘Casa Comune 2000’’ ‘‘Tolfa Care’’  e la Rsa ‘‘Quinta Stella’’.

Contemporaneamente giungeva la notizia che il maresciallo Giovanni Bentivoglio, a capo del gruppo di Polizia Giudiziaria che fu sciolto  dal capo della Procura Gianfranco Amendola, aveva rivelato di presunte minacce subite che lo avevano costretto a lasciare l’incarico: «Tale invito - mette a verbale Bentivoglio - mi fu rivolto direttamente dal Procuratore Capo di Civitavecchia, al quale evidentemente non piaceva il mio modo di operare». Proprio poche settimane fa lo stesso Bentivoglio avrebbe dovuto testimoniare al processo noto come Prato Giardino di Bracciano, e la sua assenza ingiustificata fece sospettare che fosse diventato un “uomo a rischio”. Ipotesi avvalorata da un precedente esposto di un cittadino di Bracciano che riferiva  di presunte minacce raccolte da testimoni nei confronti di agenti della PG di Civitavecchia.

A Bracciano il suo nome è legato alle decine di indagini che coinvolgono la pubblica amministrazione: dall’urbanistica (Prato Giardino, Gullà a via del Lago 12, ST Rosa sempre a via del Lago e via delle Ferriere, la lottizzazione di via del Sassone, La Lobbra, le indagini sulle aree edificabili di Pisciarelli, e tante altre) al Protocollo Generale del Comune di Bracciano, alla Bracciano Ambiente appena commissariata, all’Eco-Mostro di Tolfa, a Valà.  Un uomo scomodo che conosce fin troppi retroscena e che ha potuto indagare su molte vicende grazie alle denunce del consigliere Armando Tondinelli. Compreso il chiosco bar di Ciervo, come ricorda lo stesso Tondinelli: “Anni fa, quando in consiglio comunale denunciai la realizzazione di un chiosco abusivo fui deriso, e il proprietario di quel chiosco (anche lui seduto in consiglio comunale) mi diede del visionario....Bene, oggi quella persona, insieme ad un tecnico comunale  e ad un tecnico esterno all'amministrazione (ma al tempo dell'abuso consigliere comunale e vicesindaco) sono stati rinviati a giudizio”. Un bell’affare non c’è che dire, da parcheggio pubblico a  struttura commerciale con tanto di autorizzazione amministrativa. Chissà se il tribunale ha deciso di considerare il fatto che  ricorrono sempre gli stessi nomi?

Si cominciano a perseguire anche i reati commessi dagli amministratori? Anche loro cominciano ad andare a giudizio? Ieri in tribunale sembrava proprio così.  Forse, il senso di impunità assoluta che si avvertiva nel processo contro il sindaco Giuliano Sala, l’assessore Maurizio Capparella, l’ex vicesindaco  Liberato Cavini,   il sempre coinvolto Luigi Di Matteo sembra oggi fuori luogo. Come quello che ha permesso di distruggere il versante di una collina in zona vincolata e satura, sotto la chiesa del Riposo, per sostituirlo con colate di cemento, assolvendo i tre imputati (Sborzacchi, Cavini, Di Matteo) “perché il fatto non sussiste”. 

Il segnale che questa impunità cominciasse a vacillare (ma permise al nostro sindaco di denunciare per diffamazione tre cittadini di Bracciano e la RAI, chiedendo loro un risarcimento danni di 3 milioni di euro,  per aver raccontato queste e altre vicende sulla gestione dell’urbanistica a Bracciano), lo avevamo avvertito fin dal 7 maggio scorso quando il giudice ribaltò le accuse, condannando l’amministrazione comunale a risarcire 30.000 euro pro capite ai cittadini che avevano subito l’arroganza e la strafottenza di un potere abusato.

Un altro segnale era arrivato i primi di maggio dalla sentenza Paciotti Con la condanna del Vice Segretario Generale Roberto Razzino ad un anno  e otto mesi, con le attenuati derivanti  sia dal rito abbreviato, sia   per avere agito dietro pressioni del Sindaco.

Così per il chiosco bar di Ciervo. L’impunità di questa vicenda è eclatante. Di là da quanto è successo, chi e come è stato possibile permetterne la commercializzazione, cioè venderlo? Chi e come è stato possibile rilasciare un’autorizzazione amministrativa in assenza del certificato di agibilità? Nessuno ha obiettato nulla? Come mai non è stato sequestrato? Ci ricordiamo addirittura  dell’ulteriore abuso consistente nell’ampliamento esterno con ombrellone e teloni, fatto demolire dal consigliere Tondinelli. La stessa Soprintendenza si è comportata in modo diametralmente opposto  per il supermercato Maurys, proprio di là dalla strada, ravvisando la necessità, come gli Uffici comunali preposti , del parere archeologico e ambientale. Eppure l’area è la stessa, ma forse il proprietario della supermercato di rimpetto non aveva richiesto un parere preventivo come aveva fatto invece Claudio Ciervo nella sua qualità di assessore del comune di Bracciano. Chissà se il Giudice, ed ancora prima il P.M., sanno delle comunicazioni intervenute tra l’allora assessore Ciervo e il Responsabile dello Sportello Unico del Comune di Bracciano.

Dopo gli ultimi arresti si è dimesso il capogruppo del PD alla Regione, Marco Vincenzi, colui che ha gestito le primarie in casa nostra, che ha permesso che la figlia di Pietro Tidei, ex sindaco di Civitavecchia, fosse capolista alle elezioni ed entrasse in Parlamento, seguita dall’elezione della figlia del sindaco di Bracciano,  Giulia Sala, candidata capolista per l’Assemblea Nazionale del Partito Democratico. Quanti di noi in buona fede hanno pagato 2 euro per poterle votare senza sentirsi condizionati dall’uomo che ci ha finalmente permesso di realizzare la rotonda della Rinascente?

Ass.Salviamo Bracciano

 

 

Associazione Salviamo Bracciano

Tel. 339.4641014

Salviamo.bracciano@gmail.com

http://www.facebook.com/salviamo.bracciano.9

C.F.97796940589

 

Festival Nazionale dell'Alogastronomia - Birra Artigianale e Prodotti di Qualità

Festival Alogastronomia - Un Week End Di Piacere Fra Birra E Prodotti Tipici

Alogastronomia, un termine che per molti è un mistero ma che presto sarà
perfettamente compreso: è il neologismo che l'Associazione Apecchio
Città della Birra ha coniato per definire le relazioni tra birra
artigianale, prodotti di qualità e territorio.

Per far conoscere al pubblico i piaceri dell'alogastronomia,
l'Associazione ed il Comune di Apecchio organizzano l'edizione 2015 del
Festival Nazionale Alogastronomia, evento dedicato ai numerosissimi
accostamenti possibili tra birre artigianali e prodotti tipici
nell'ambito di un territorio ricco di eccellenze gastronomiche come
l'entroterra della Provincia di Pesaro Urbino.

Nei due giorni del Festival ad Apecchio andranno in scena degustazioni,
cooking show, spettacoli, laboratori ed incontri, ed un area per la
presentazione delle migliori birre artigianali e tanti prodotti locali.

Apecchio, con questa edizione del Festival, avvia un percorso che la
porterà a diventare punto di riferimento nazionale nell'ambito delle
birre artigianali, ma anche in tutte le attività promozionali legate a
questo mondo. Per gli organizzatori birra è gusto e piacere, ma anche
turismo, cultura, territorio, relazioni sociali e sviluppo economico.

Tra gli eventi in programma sabato 20 giugno si presenta la campagna di
comunicazione "Chi beve birra di Apecchio campa più di 100 anni!" che
sottolinea il contributo che può dare un consumo responsabile di birra
artigianale alla longevità che caratterizza la Regione Marche.

A seguire l'importante incontro per la fondazione dell'Associazione
Nazionale Città della Birra, quindi il convegno in collaborazione con
ASSAM Marche sulle relazione tra la produzione di birra e le filiere
agricole.

In serata appuntamento imperdibile con la musica pop funky
internazionale della AL-B BAND.

Domenica 21 giugno si parte con la pedalata mattutina in mountain bike
sui sentieri dell'Alogastronomia.

Importante l'appuntamento per la cerimonia di conferimento della
cittadinanza onoraria al Prof. Vilberto Stocchi, Rettore dell'Università
di Urbino, e a Gianfranco Palleri.

All'ora di pranzo il racconto del Montefeltro attraverso le sue
eccellenze enogastronomiche con Rinascimento a tavola e Slow Food Marche
che presenta il volume "Fare la Spesa con Slow Food".

Nel pomeriggio laboratori, degustazioni, talk show e visite guidate e
poi la cerimonia di consegna del premio Città della Birra "Franco Re"
edizione 2015, alla trasmissione "TG Itinerante" della TGR RAI delle
Marche.

In azione anche i Photowalker del Social Media Team Marche.

Il 21 giugno è la Festa Europea della Musica e Apecchio, in
collaborazione con la rassegna Jazz in Provincia, ospita "The Roar at
the Door 4et" una formazione di quattro eccellenti musicisti tra i più
interessanti e audaci della scena europea.

Il Festival è organizzato in collaborazione con Regione Marche
Assessorato al Turismo, Assemblea Legislativa delle Marche, Provincia di
Pesaro e Urbino, Unione dei Comuni Montani "Catria e Nerone", ASSAM,
Camera di Commercio di Pesaro e Urbino, Confcommercio Pesaro Urbino,
Confturismo Pesaro Urbino, Terre di Rossini e Raffaello, AIS Marche. Con
la partecipazione di Fano Jazz Network, Social Media Team Marche, Slow
Food Condotta Catria e Nerone, Urbino Incoming.

www.festivalalogastronomia.it


Nota: le fotografie allegate sono libere da diritti per l'uso editoriale.
--
Luca Latini
tel. 338 3320433
e mail: servizio.comunicati@gmail.com
http://twitter.com/serviziocom

Sognando la mia fiera, domani le premiazioni del Concorso


Golfo Dianese • Riviera dei Fiori • Provincia di Imperia • Liguria

Comunicato stampa di venerdì 12 giugno 2015

Premiati gli elaborati realizzati in occasione della Fiera della Rovere, o della Candelora

Sognando la mia fiera, domani le premiazioni del Concorso

Nel week-end anche il caratteristico Mercatino del piccolo antiquariato e collezionismo di Via Ischia


E' un sabato denso di appuntamenti, quello di domani a San Bartolomeo al Mare. Oltre al caratteristico Mercatino del piccolo antiquariato e collezionismo (Via Ischia, dalle ore 9.00 alle ore 18.30, a cura della Associazione La Luna - Tradizioni di un tempo) dove si potrà trovare dal piccolo cimelio all'articolo più ricercato e alla escursione "Quattro passi... sui sentieri del Golfo" da Cervo a Colle Mea (Ufficio IAT ore 14:00) con la guida Luca Patelli, domani è il giorno della premiazione del Concorso "Arti & Sapori della Rovere" (Piazza Torre Santa Maria, ore 21.30) rivolto alle scuole elementari del Golfo Dianese, che quest'anno aveva come titolo del tema "Sognando...la mia fiera". Durante la serata, animata dallo spettacolo per bambini di Fortunello e Marbella, verranno assegnati i premi, borse di studio collettive per le classi dalla prima alla quarta e premi individuali per gli studenti della quinta elementare. I bimbi di prima e seconda hanno presentato (a febbraio, in occasione della Fiera della Rovere, o della Candelora) delle illustrazioni su un unico foglio del formato di cm. 70x100 realizzato in tecnica libera (disegno, collage, fumetto, pittura), mentre i ragazzi di terza, quarta e quinta una elaborazione/illustrazione con relativa scheda di presentazione.

Domenica, a chiudere un week-end molto intenso, torna "Cartoon Show" (Piazza Torre Santa Maria, ore 21.15), spettacolo per bambini con giocolieri, magia, personaggi dei cartoni animati e tanto altro.


Per ulteriori informazioni:
Ufficio IAT San Bartolomeo al Mare
Piazza XXV Aprile, 1
Tel. +39 0183 400200 - Numero Verde 800 813 012
infosanbartolomeo@visitrivieradeifiori.it • eventisanbart@gmail.com

------------------------------------------------

Per ulteriori informazioni stampa:
Ufficio Stampa del Comune di San Bartolomeo al Mare
FEDERICO CRESPI & ASSOCIATI
ufficiostampa@fcea.it
+39.392.970.91.24

ANTISPAM STANDARD DISCLAIMER: La comunicazione viene inviata ai  facenti parte delle mailing-list di Federico Crespi & Associati. I dati acquisiti non verranno diffusi a terzi e saranno trattati nel rispetto delle regole previste dalla Legge 675/96 e disposizioni del "Codice in materia di protezione dei dati personali", decreto legislativo del 30 giugno 2003, n. 196. Per essere esclusi dalle mailing-list di Federico Crespi & Associati, inviare un messaggio contenente la dicitura "cancellatemi dalla mailing-list di Federico Crespi & Associati" al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

PRIVACY: Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società  sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell'art. 616 c.p., che ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio  al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

Sabato "Sui sentieri del Golfo", verso il crinale che si tuffa nel mare


Golfo Dianese • Riviera dei Fiori • Provincia di Imperia • Liguria

Comunicato stampa di martedì 09 giugno 2015

Torna l'appuntamento con le escursioni primaverili di San Bartolomeo al Mare

Sabato "Sui sentieri del Golfo", verso il crinale che si tuffa nel mare

Da Cervo a Colle Mea con Luca Patelli, guida ambientale ed escursionistica, fotografo e istruttore di nordic walking

La locandina http://tiny.cc/tiyfvx


Penultimo appuntamento - sabato 13 giugno - con le escursioni de "Sui Sentieri del Golfo", calendario promosso dal Centro Incontri di San Bartolomeo al Mare per scoprire i percorsi e le bellezze naturali del Golfo Dianese. La guida Luca Patelli propone una passeggiata panoramica, ornata dai profumi della ginestra e della gariga, che condurrà i partecipanti verso il tramonto sul sentiero che percorre il crinale che si tuffa direttamente nel mare, proprio sopra Cervo, il golfo, la Val Merula e l'isola Gallinara. Ritrovo presso Ufficio IAT di San Bartolomeo al Mare alle ore 16.30 oppure alle 17.00 presso Castello dei Clavesana a Cervo. Partenza ed arrivo a Cervo seguendo parte del tracciato della Via della Costa. 

Questo il programma delle escursioni ancora da svolgere:

Sabato 13 giugno 2015 - Un crinale sul mare
Cervo - Colle Mea
Una passeggiata panoramica, ornata dai profumi della ginestra e della gariga, che ci condurrà verso il tramonto sul sentiero che percorre il crinale che si tuffa direttamente nel mare, proprio sopra Cervo, il golfo, la Val Merula e l'isola Gallinara.
Distanza 9 Km - Dislivello +/-250 m - Durata 3 ore - Difficoltà E
Ritrovo: ore 16.30 presso IAT/ore 17.00 presso Castello dei Clavesana a Cervo.

Sabato 4 luglio 2015 - Notturno sul Golfo
Diano Serreta - Passo Grillarine
Ripercorreremo le tracce delle antiche carovane di mercanti dirette verso il Piemonte sulla storica strada Savoia aspettando il tramonto al Passo Grillarine e ritornando illuminati dalla Luna e guidati dalle luci della costa sullo spartiacque panoramico che separa il golfo danese dalla Valle Impero.
Distanza 10 Km - Dislivello 250 m - Durata 4 ore - Difficoltà E
Ritrovo: ore 18.30 presso IAT/ore 19.00 presso Parcheggio del cimitero di Diano Serreta.
Cena al sacco.

Equipaggiamento necessario: scarpe o scarponcini con buona suola tipo Vibram, abbigliamento a strati, giacca a vento, pila o torcia frontale, merenda o cena al sacco, buona scorta d'acqua.

Informazioni ed iscrizioni: per partecipare alle escursioni è necessaria l'iscrizione. La partecipazione è gratuita: la quota è offerta dal Comune di San Bartolomeo al Mare. Per ricevere maggiori informazioni sulle escursioni e/o per iscriversi: guida ambientale ed escursionistica Luca Patelli +39 347 6006 939 - Ufficio IAT di San Bartolomeo al Mare +39 0183 400 200.

La locandina http://tiny.cc/tiyfvx

Per ulteriori informazioni:
Ufficio IAT San Bartolomeo al Mare
Piazza XXV Aprile, 1
Tel. +39 0183 400200 - Numero Verde 800 813 012
infosanbartolomeo@visitrivieradeifiori.it • eventisanbart@gmail.com

------------------------------------------------

Per ulteriori informazioni stampa:
Ufficio Stampa del Comune di San Bartolomeo al Mare
FEDERICO CRESPI & ASSOCIATI
ufficiostampa@fcea.it
+39.392.970.91.24

ANTISPAM STANDARD DISCLAIMER: La comunicazione viene inviata ai  facenti parte delle mailing-list di Federico Crespi & Associati. I dati acquisiti non verranno diffusi a terzi e saranno trattati nel rispetto delle regole previste dalla Legge 675/96 e disposizioni del "Codice in materia di protezione dei dati personali", decreto legislativo del 30 giugno 2003, n. 196. Per essere esclusi dalle mailing-list di Federico Crespi & Associati, inviare un messaggio contenente la dicitura "cancellatemi dalla mailing-list di Federico Crespi & Associati" al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

PRIVACY: Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società  sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell'art. 616 c.p., che ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio  al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

Domenica 14 giugno San Siro galoppo ospita il Campionato CrossCountry

Comunicato stampa

Domenica 14 giugno San Siro galoppo ospita il Campionato Cross Country

Si svolgeranno due corse di cross country, alla fine della giornata prevista la presentazione delle mute di fox hound per la caccia a cavallo

 

MILANO – Domenica 14 giugno 2015 l’ippodromo del galoppo di San Siro a Milano ospiterà due corse di cross country, di cui una valida per il campionato per società di caccia a cavallo. Il cross country è una specialità ippica che riproduce le prime corse della storia, quando si correva in aperta campagna ed era necessario superare fossi, recinzioni e muretti, oltre a dover percorrere tracciati di diversa pendenza.

   Dal 2014 l’ippodromo di San Siro ha ripristinato un percorso per cross country, che si è aggiunto a quelli per corse in piano, in siepi e steeple-chase. Le due corse in programma domenica sono il Premio Italfiocchi, che avrà inizio alle ore 14.15, per cavalieri e amazzoni con patente Ante 2 o Fise B o superiore, e il Premio Carlo Prinetti Castelletti (ore 18.35), valido per il campionato cavalieri e amazzoni soci di società di caccia a cavallo, in giacca rossa o di club.

   Il programma di domenica prevede, oltre al cross country, anche sette corse ippiche “in piano” tra cui il Premio Vittorio Crespi (listed race): la giornata si concluderà alle ore 19.30 circa con la presentazione delle mute di fox hound della Società Milanese di Caccia a Cavallo e della Società Mittel Europa. Anche la caccia a cavallo moderna è una rappresentazione di quella storica ed è praticata con il principio del no-kill: non vi è nessuna preda da cacciare, un cavaliere trascina un’esca intrisa con un’essenza che attira la muta dei cani.

Milano, 12 giugno 2015

Relazioni esterne e ufficio stampa Società Trenno Srl

Valeria Baiotto – Tel. +39.02.4821.6254 – Cell. +39.334.600.6818 – e-mail valeria.baiotto@snai.it

Giovanni Fava – Tel. +39.02.4821.6208 – Cell. +39.334.600.6819 – e-mail giovanni.fava@snai.it

Luigia Membrino – Tel. +39.02.4821.6217 – Cell. +39.348.9740.032 – e-mail luigia.membrino@snai.it

 

Premio Italfiocchi – Cross country – Ore 14.15

Riservato a cavalieri e amazzoni con patente Ante 2 o Fise B e superiori – Domenica 15 giugno, ippodromo San Siro

Num.

Cavallo e fantino

Peso

1

Isaias – Giuseppe Trebeschi

72

2

Cappuccino – Simone Serra

72

3

Tagus – Roberto Anesa

78

4

Green Danehill – Luca Carminati

72

5

Vanessa del Cardo – Simone Raineri

72

6

Quiquoqua – Bernardo Raineri

72

7

New Girl – Andrea Lancini

72

Premio Carlo Prinetti Castelletti – Cross country – Ore 18.35

Campionato cross country per società di caccia a cavallo – Domenica 15 giugno, ippodromo San Siro

Num.

Cavallo e fantino

Peso

1

Papetti – Marcelo Ojeda

72

2

Shanner – Leopoldo Cicogna

72

3

Thasos – Lavinia Chiodi

70

4

Fabiano del Ferro – Diego Visconti

72

5

Smetana Hall – Paolo Biasia

72

6

Orsino – Carlo Archetto

72

7

Aguirre – Stefano Eynard

72

8

Martelo – Alberto Lanzone

72

 

 

Seguici su

Internet

Facebook

Twitter  Periscope

Instagram

www.ippodromomilano.it

Ippodromo del Galoppo – Milano San Siro

@sansirogaloppo

Milano_galoppo

 

 

***************************
AVVISO DI RISERVATEZZA
Il testo e gli eventuali documenti trasmessi contengono informazioni riservate al destinatario indicato. La seguente e-mail e' confidenziale e la sua riservatezza e' tutelata legalmente dal Decreto Legislativo 196/03. La lettura, copia od altro uso non autorizzato o qualsiasi altra azione derivante dalla conoscenza di queste informazioni sono rigorosamente vietate.

Se pensi di non essere il destinatario di questa mail, o se hai ricevuto questa mail per errore, sei pregato di darne immediata comunicazione ad abuse@snai.it e di provvedere immediatamente alla sua distruzione. Questo messaggio rappresenta l'opinione del mittente e non necessariamente l'opinione della societa'.

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota