mercoledì 30 dicembre 2015

La top5 dei malware del 2015: le minacce rilevate da ESET a livello globale





 
Sicurezza digitale: le minacce rilevate da ESET nel 2015 a livello globale
 
Roma, 30 dicembre 2015Il 2015 ha registrato un inevitabile aumento del cyber crimine a livello globale, sia in termini numerici che di gravità degli attacchi; tra questi emergono i trojan bancari, costantemente rilevati dalla telemetria di ESET per tutto il 2015 ed in previsione di aumento per il 2016, insieme ai temibili ransomware, pericolosi software usati per codificare i dati delle vittime per poi ricattarle.
Insieme a queste, ESET ha stilato una classifica delle principali minacce rilevate nel 2015 a livello globale grazie a Live Grid, l'esclusiva tecnologia Cloud di ESET che identifica le minacce informatiche globali per numero di rilevazioni:

1.       PUA (applicazioni potenzialmente non desiderate)
Per PUA (o grayware) si intende una vasta categoria di software di per se legittima il cui intento non è esattamente o inequivocabilmente pericoloso - come succede per altri tipi di malware come virus o cavalli di troia – ma che potrebbe installare ulteriori software non desiderati, cambiare il comportamento del dispositivo o effettuare delle attività non approvate o non richieste dall'utente.
Tra le categorie che possiamo includere nei grayware troviamo i software per mostrare pubblicità, i wrapper per i download, varie toolbar per i browser, i software dal comportamento ingannevole, i trackware o i software che usano pratiche commerciali illecite o eticamente discutibili (pur mostrandosi come legittimi) e che potrebbero essere ritenute indesiderabili da un utente, nel caso in cui fosse informato su ciò che ne comporta l'installazione.
2.       VBA/TrojanDownloader*
VBA/TrojanDownloader* è il nome della rilevazione dei malware che di solito infettano i file di Microsoft Office usando del codice dannoso scritto in "Visual Basic for Applications" (VBA). Per aprire il documento e vederne il contenuto, la vittima deve abilitare l'esecuzione dei contenuti VBA, che permette al codice dannoso di eseguire e scaricare altri processi pericolosi. Questo tipo di malware si diffonde prevalentemente attraverso email con allegati infetti.
3.       HTML/ScrInject e HTML/Iframe
Vengono rilevati quando un sito web (pericoloso o legittimo, ma compromesso) contiene una parte – tipicamente un iframe o uno script – che tenta di scaricare dei contenuti da un server presente nelle blacklist di ESET.
4.       LNK/Agent*
Nelle segnalazioni che iniziano con il prefisso "LNK/", ESET rileva i file collegamento pericolosi (*.lnk) che i cyber criminali creano come esca e che puntano a un – solitamente nascosto – eseguibile dannoso.
5.       Estensioni pericolose dei browser
Si tratta di un trojan che si diffonde come estensione per un browser e consente, per esempio, attacchi di tipo "man-in-the-browser" che permettono a un cyber criminale di modificare le pagine web o i contenuti delle transazioni o di inserire transazioni aggiuntive invisibili alle vittime.
 




Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota