sabato 6 dicembre 2014

Concerto di Natale a Bologna per l'AVIS con Floriana Franchina e Simone Ginanneschi,flauti e Claudia D'Ippolito,pianoforte

CONCERTO DI NATALE CON IL "TRIO STRAVAGANTE"
Simone Ginanneschi - Floriana Franchina, flauti
Claudia D'Ippolito, pianoforte

Sabato 20 DICEMBRE 2014, ORE 21.00

Presso la "SALA MOZART" nella regia Accademia Filarmonica di Bologna
in Via Guerrazzi, 13
Ingresso ad offerta libera fino ad esaurimento posti

PROGRAMMA
F. Kuhlau (1786-1832) Grand trio Op. 119 in sol maggiore
per due flauti e pianoforti
Allegro moderato - patetico adagio,
sostenuto assai - rondò: allegro
F. Doppler (1821-1883) Andante e rondò Op. 25
per due flauti e pianoforte
Andante - rondò
F. Doppler (1821-1883) Duettino Hungherese Op.36
per due flauti e pianoforte
Allegro moderato - andante moderato -
l'istesso tempo - poco meno -
poco animato
-----------------------------
C.P.E. Bach (1714-1788) Trio Sonata in re minore Wq. 145
per due flauti e pianoforte
Allegretto – largo – allegro
F. Doppler (1821-1883) Duettino Americano Op. 37
per due flauti e pianoforte
F. & K. Doppler (1821-1883 / 1825-1900) Fantasia su Rigoletto Op. 38
per due flauti e pianoforte




Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
www.avast.com


Concerto di Natale per l'AVIS a Bologna con Floriana Franchina e Simone Ginanneschi,flauti e Claudia D'Ippolito,pianoforte

CONCERTO DI NATALE CON IL "TRIO STRAVAGANTE"
Simone Ginanneschi - Floriana Franchina, flauti
Claudia D'Ippolito, pianoforte

Sabato 20 DICEMBRE 2014, ORE 21.00

Presso la "SALA MOZART" nella regia Accademia Filarmonica di Bologna
in Via Guerrazzi, 13
Ingresso ad offerta libera fino ad esaurimento posti

PROGRAMMA
F. Kuhlau (1786-1832) Grand trio Op. 119 in sol maggiore
per due flauti e pianoforti
Allegro moderato - patetico adagio,
sostenuto assai - rondò: allegro
F. Doppler (1821-1883) Andante e rondò Op. 25
per due flauti e pianoforte
Andante - rondò
F. Doppler (1821-1883) Duettino Hungherese Op.36
per due flauti e pianoforte
Allegro moderato - andante moderato -
l'istesso tempo - poco meno -
poco animato
-----------------------------
C.P.E. Bach (1714-1788) Trio Sonata in re minore Wq. 145
per due flauti e pianoforte
Allegretto – largo – allegro
F. Doppler (1821-1883) Duettino Americano Op. 37
per due flauti e pianoforte
F. & K. Doppler (1821-1883 / 1825-1900) Fantasia su Rigoletto Op. 38
per due flauti e pianoforte




Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
www.avast.com


BenesSsere: Dubrovnik - perla per tutte le stagioni

Per leggere le notizie benesssere news

logo

Dati trattati secondo le norme Cee - informativa privacy
Se non volete ricevere più questo messaggio cancellazione sicura
 

Il grande chef Francesco Mazzei e la famiglia Statti insieme per promuovere la Calabria nel mondo


Il grande chef Francesco Mazzei e la famiglia Statti insieme per promuovere la Calabria nel mondo

Profumi e sapori dell'antica cucina calabrese, rivisitata da un grande chef, incontreranno i grandi vini del territorio. Protagonisti di un evento regionale che si articolerà per tre giorni, in programma nei prossimi 26, 27 e 29 dicembre prossimi saranno Francesco Mazzei, titolare del celebre L'Anima di Londra, tra i migliori e più raffinati ristoranti italiani del Regno Unito, e le Cantine Statti, consolidata realtà lametina nel cuore della cosiddetta Terra del Vino. "Una cucina, quella calabrese, che non ho mai dimenticato e che ritengo non esser stata mai celebrata abbastanza per quanto merita – dice lo chef Mazzei, calabrese doc, londinese d'adozione –. Una cucina semplice e, allo stesso tempo, vigorosa. Memoria e vanto delle nostre mamme e delle nonne del sud, alle quali, se potessi, assegnerei molto di più che le famose tre forchette". Piatti che il famoso chef calabrese rielabora ed esalta con il suo tocco magico e che propone quotidianamente a una entusiasta e celebrata clientela inglese e internazionale. Tra gli ospiti illustri del suo ristorante, ad esempio, spicca la raffinata Kate Middleton, che ha presenziato di recente ad un galà di beneficienza nel locale situato nel cuore della City. Francesco Mazzei ha scelto la provincia di Cosenza come prima tappa del suo tour calabrese: i tre appuntamenti, di quello che si annuncia già essere un affascinante viaggio tra grande cucina e vivaci bollicine, sono stati programmati presso il ristorante L'Agorà di Rende (CS). Nella kermesse culinaria dei tre appuntamenti, a partire dalle ore 19.30, si potranno degustare quattro piatti preparati con il tocco magico di Francesco Mazzei, a ciascuno dei quali sarà abbinato un vino della pluripremiata Cantina Statti. La chiusura della degustazione sarà affidata ai dolci tipici della nostra regione. "Tutto rigorosamente Made in Calabria – sottolinea lo chef, rendendo omaggio ai suoi primi compagni di viaggio –. È davvero straordinario il lavoro per la nostra terra che la famiglia Statti sta portando avanti nel mondo. Un orgoglio tutto calabrese, fatto di eccellenze e di una grande tradizione che va sostenuta e promossa".


Valerio Caparelli


IL FAMOSO CHEF FRANCESCO MAZZEI DE L'ANIMA DI LONDRA

Incontri in Biblioteca, autori locali in evidenza prima di Natale



COMUNE DI DIANO MARINA
Golfo Dianese •
Riviera dei Fiori • Provincia di Imperia • Liguria

Comunicato stampa di venerdì 05 dicembre 2014

Da martedì al 18 dicembre, quattro appuntamenti che sono anche dei suggerimenti

Incontri in Biblioteca, autori locali in evidenza prima di Natale

Pelazza: "Si parlerà anche di Angiolo Silvio Novaro, il poeta di Diano Marina"

Martedì 9 dicembre alle ore 15.30, presso la Sala M. Drago della Biblioteca civica di Diano Marina, prende il via l'iniziativa "Incontri in Biblioteca" con gli autori locali, evento promosso dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Diano Marina.

"Proponiamo questa iniziativa nel periodo natalizio - spiega l' Assessore alla Cultura, Ennio Pelazza – per incentivare a regalare un libro. Segnalo che nel terzo incontro si parlerà di Angiolo Silvio Novaro, il poeta di Diano Marina".

Il ciclo di incontri, dopo l'appuntamento del 9 dicembre che proporrà la presentazione del volume "Gnorff & Lenst" di Ugo Moriano, con immagini dell'illustratrice Valentina Bellone e introdotto da Cristina Cellone, proseguirà giovedì 11 dicembre con Nerina Neri Battistin, con "La forchetta di alluminio leggero", a cura di Annina Elena. Il terzo incontro è in programma martedì 16 dicembre con la presentazione, a cura di Silvia Bottaro e Sonia Pedalino, del periodico "Pigmenti Cultura", che contiene un articolo sul poeta dianese Angiolo Silvio Novaro. Giovedì 18 dicembre, Stefania Glorio presenterà il suo libro "Il richiamo della farfalla", a cura di Gabriella Spanò.

Per ulteriori informazioni stampa:
Ufficio stampa del Comune di Diano Marina
FEDERICO CRESPI & ASSOCIATI
+39.392.970.91.24

ANTISPAM STANDARD DISCLAIMER: La comunicazione viene inviata ai  facenti parte delle mailing-list di Federico Crespi & Associati. I dati acquisiti non verranno diffusi a terzi e saranno trattati nel rispetto delle regole previste dalla Legge 675/96 e disposizioni del "Codice in materia di protezione dei dati personali", decreto legislativo del 30 giugno 2003, n. 196. Per essere esclusi dalle mailing-list di Federico Crespi & Associati, inviare un messaggio contenente la dicitura "cancellatemi dalla mailing-list di Federico Crespi & Associati" al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

PRIVACY: Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società  sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell'art. 616 c.p., che ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio  al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

venerdì 5 dicembre 2014

Evoluzioni Artistiche - Le opere dell’artista Mario Tonino in mostra alla Milano Art Gallery, a cura di Elena Gollini, nel periodo 20 Dicembre 2014 – 9 Gennaio 2015.

Mario Tonino è tra i rinomati artisti protagonisti della mostra collettiva allestita nell'esclusivo

contesto storico della galleria milanese "Milano Art Gallery" in via Alessi 11, adiacente alla zona

del Duomo e del centro cittadino. L'evento espositivo, organizzato dal manager produttore

Salvo Nugnes si svolgerà dal 20 dicembre 2014 al 9 gennaio 2015 con inaugurazione prevista

in data sabato 20 dicembre alle ore 18.00. Ospite d'eccezione sarà Andrea Pinketts, scrittore di

successo e popolare volto televisivo di Mediaset, che prenderà parte al vernissage.

Tonino ha ideato e sviluppato una peculiare ricerca di sperimentazione stilistica applicata

all'espressività della materia nel suo essere energia, stimolandolo a fondare nel 2010 un

movimento artistico denominato "Dunstschleier Kunst" concepito come un simbolico contenitore

innovazioni creative ed esperienze avveniristiche. Quel che davvero cerca e vuole è di dar forma alle sue idee espressive, seguendo l'istinto di accostare tra loro materie eterogenee, colori forti, contrasti imprevisti.  "Un cri devient art". Lo disse Hartung, a Venezia nel 1966 per la Biennale, per sintetizzare il suo gesto. Mi sembra perfetto per Mario Tonino, forte di quella forza espressionista che l'artista tedesco

scandiva nelle sue sciabolate gestuali, straordinariamente consona nell'approccio concettuale all'arte

che concepisce la sua perfezione soltanto quando anche l'aspetto etico arriva a completarne

quello formale, costringendo il significante a manifestare un'anima. Si sente l'alito degli dei

e dei santi - della gente - nelle sue sculture figlie di una imagerie che sa evocare sapienze ancestrali,

antiche di territorio e di popolo, non di luogo, ché uno dei peculiari pregi di queste opere

è la loro culturale ubiquità, che prevaricano con la loro espressività la retorica. Sono immagini

che derivano da un lavorio intellettuale che precede e condiziona l'attività manuale, il plasticare

acribico e convulso che interviene sulla macerazione che la natura compie sulle sue vittime

contorte. Ciò che importa è la suggestione primaria di queste forme, crescenze e fratture, sensuali

insieme e dolorose, serendipicamente ricche di una identità plastica intrinseca che già mentre

si trova perde la sua casualità preziosa, assurgendo a emblema. È far crescere sul tavolo da

scultura, su quei reperti resi già essi stessi opera, la saggezza del significato, lo spettacolo dei corpi

e delle ombre, la sacralità del diplòos, l'allegoria della memoria. Con una costruzione implacabile

di figuratività, che si avvale di rimandi al surrealismo correlati da proiezioni in un inconscio sciamano,

scandite dalla negazione dei problemi plastici riferiti all'imitazione di una realtà negata insieme

alla temporalità, nel rifiuto dichiarato della dipendenza del gesto artistico dalla ragione. Una

densità anomala del tempo e dello spazio che derivano unicamente dal digitare ora fitto ora convulso,

innervato e concitato che accresce e riduce, aggiunge e scarnifica una forma frutto in fieri

di avvenimenti e interrogazioni, gestazione assorta e attenta, precisa infine, non appena doppiato

lo scoglio del rimuginio e del sospetto, e prosciugata dall'eccesso. Fra il drammatico e il grottesco,

il tragico e l'ironico, con eccessi che provocano il compianto, spingono alla beffa. Talvolta

nella trasposizione serena del quotidiano, costeggiando la cronaca; altrove accettando il riferimento

a modelli più aulici, sorseggiando la tradizione culturale; spesso indagando a fondo la carica

terribile del misterioso, insito nelle costrizioni-violenze che il magma sopporta nel suo viaggio

nascosto a cercare linfe vitali nelle viscere della terra da cui esce con l'impeto costruttivo della

lava. «Non dipingo quadri per decorare - diceva Picasso - costruisco strumenti di guerra». Anche

Mario Tonino con le sue sculture mette in crisi la razionalità. È secondaria la piacevolezza dell'opera,

la cui forza di attrazione costringe chi guarda a cambiare il suo atteggiamento di approccio

all'arte: oggi non è più concessa la contemplazione tranquilla, l'arte ha rifiutato la prevalenza

estetizzante ed anonima, ha smesso di centellinare sensazioni squisite: «Un cri devient art» e finalmente

lo spettatore smette di sfarfallare di superficie in superficie e partecipa alla rappresentazione,

ne diventa protagonista.

³Big 5 show² di Dubai. Grande successo per lo stile e l¹eleganza, proposti da Rubinetterie Fratelli Frattini.


Rubinetterie Fratelli Frattini ha partecipato ad un’edizione da record del “Big 5 Show”, l’importante fiera internazionale per il settore edilizia e costruzioni, svoltasi a novembre a Dubai. Infatti l’evento, a cui Fratelli Frattini ha preso parte in collaborazione con E.v.a.e.t., l’Azienda speciale della Camera di Commercio di Novara, ha registrato un boom di presenze.

Nello stand riservato allo storico brand italiano, il pubblico internazionale ha dimostrato un elevato interesse per le collezioni di grande fascino proposte, quali Luce Suite, disegnata dall’architetto Paolo Bertarelli, caratterizzata da decorative incisioni ed impreziosita dalla lussuosa finitura in oro; e Royal Suite, la preziosa serie vintage che, con la sua maniglia in pietra onice, si impone sia come classico sia come linea di tendenza.

Mafia Capitale. Di Lello (Psi): verificare revoche appalti. La politica dimostri rigore



"Dagli atti dell' indagine emerge un quadro inquietante sulle connivenze tra Mafia e Politica non solo capitolina. Scopriamo cosi' che tra gli indagati vi sono esponenti della societa' che dovrebbe bonificare la discarica Resit di Giugliano in Campania, una delle piu' inquinanti discariche d'Europa, e della Cooperativa che si occupa, con costi elevatissimi del Cara di Mineo (Ct). Si indaghi in profondita' su come questo sia stato possibile, quanti appalti sono stati truccati e se non sia il caso di revocarli " cosi' Marco Di Lello, capogruppo socialista alla Camera e segretario della Commissione Bicamerale Antimafia annunciando due interrogazioni al Ministro degli Interni Angelino Alfano e a quello all' Ambiente …. Galletti.

"I partiti intanto facciano la loro parte. Troppe volte su tesseramento e voti si e' chiuso uno o entrambi gli occhi. Le indagini delle Dda di Napoli, Salerno, Reggio Calabria precedono quelle di Roma. Ora occorre tolleranza zero. "

UN ULTIMO DELL'ANNO SPUMEGGIANTE AL TEATRO PONCHIELLI DI CREMONA CON LA RIMBAMBAND

Stagione di Prosa 2014-15

Cinque straordinari musicisti che incantano, creano, illudono, emozionano, provocano, giocano. La Rimbamband è una formazione eclettica, folle e scatenata che si diverte e ci farà divertire per le feste di Capodanno, mercoledi 31 dicembre (ore 22.00) e giovedi 1 gennaio (ore 16.00), grazie al sapore ironico delle sue interpretazioni musicali.

 

La sera del 31 dicembre, al termine dello spettacolo, FESTEGGEREMO insieme l'arrivo del 2015 con uno speciale brindisi!

 

I biglietti sono in vendita alla biglietteria del Teatro, aperta tutti i giorni feriali dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 19.30 (tel 0372 022001/02).

 

Questi i prezzi dei biglietti del 31 dicembre: platea e palchi € 50,00 – galleria € 35,00 - loggione € 25,00

Questi i prezzi dei biglietti del 1 gennaio: platea e palchi € 25,00 – galleria € 18,00 - loggione € 12,00

 

mercoledi  31 dicembre ore 22.00 (fuori abbonamento)

giovedi 1 gennaio ore 16.00 (fuori abbonamento)

BAGS ENTERTAIMENT

RIMBAMBAND

Raffaele Tullo, voce e percussioni

Renato Ciardo, batteria

Vittorio Bruno, contrabbasso

Nicolò Pantaloni, fiati

Francesco Pagliaruolo, pianoforte

 

musiche autori vari

costumi Rimbamband

 

regia Raffaele Tullo

 

 

Cosa succede se la sera del 31 dicembre non tutto va come dovrebbe andare? Se proprio quando si vorrebbe trascorrere una serata tranquilla e brindare con gli amici al nuovo anno, ci si imbatte sfortunatamente in cinque bambini dispettosi?

É spiacevole. É davvero spiacevole...

Forse è meglio che il pubblico sappia prima chi sono questi cinque guastafeste che hanno deciso di venire fino dalla Puglia per infelicitare la serata.

Uno è Raffaello Tullo: ha la crapa pelata, balla il tip tap, suona, canta. Chiamatelo capobanda.

Poi c'è Renato Ciardo: suona una strana batteria, ha una testa enorme, uno spiccato accento barese ed una storia d'amore segreta (mica tanto) con Tony Dallara.

E che dire di Vittorio Bruno? Suona il contrabbasso ma non ha ancora ben capito chi è e da dove viene. Spirito swing, stralunato a volte, osservatore raffinatissimo altre.

C'è anche un sassofonista: pensate che è ancora convinto di suonare nella banda di Capurso (e non possiamo garantire che per il 31 dicembre sia riuscito a capire dove si trova). È Nicolò Pantaleo, anima talentuosa, gentile, matematica, quadrata.

E poi c'è "il rosso", Francesco Pagliarulo: artista delicato, fragile e onesto, con il ragtime  nelle  vene. Il pianista virtuoso, "cocco" del capo. Certo, penserete, è davvero spiacevole tutto questo!

 

Eppure ben presto sarete anche voi conquistati da questi straordinari musicisti un po' suonati, che incantano, creano, illudono, emozionano, demistificano, provocano… giocano.

Prima dello scoccare della mezzanotte, come per magia, il reale si farà surreale, l'impossibile diventerà possibile, il possibile improbabile.

Anche voi verrete travolti dall'irresistibile mix di musica, mimo, clown, tip tap, teatro di figura, rumorismo, fantasia teatrale, parodie. Il tutto shakerato con un ritmo comico incalzante e servito con energia travolgente.

Così il nuovo anno troverà persone con una luce diversa negli occhi, lo sguardo di chi ha ritrovato qualcosa che aveva smarrito da tempo: l'incanto di rincontrare il nostro fanciullo perduto.

Tutti forse un po' più Rimba, sicuramente molto Bambini.

 

-----------------------------------------

Barbara Sozzi

Ufficio stampa

Fondazione Teatro A. Ponchielli

Corso Vittorio Emanuele, 52 - 26100 CREMONA

Tel. 0372.02.2010 - 0372.02.2011    Fax 0372.02.2099

Biglietteria (ore 10.30-13.30 e 16.30-19.30) 0372.02.2001 e 0372.02.2002

mailto:info@teatroponchielli.it http://www.teatroponchielli.it

UN ULTIMO DELL'ANNO SPUMEGGIANTE AL TEATRO PONCHIELLI DI CREMONA CON LA RIMBAMBAND

Stagione di Prosa 2014-15

Cinque straordinari musicisti che incantano, creano, illudono, emozionano, provocano, giocano. La Rimbamband è una formazione eclettica, folle e scatenata che si diverte e ci farà divertire per le feste di Capodanno, mercoledi 31 dicembre (ore 22.00) e giovedi 1 gennaio (ore 16.00), grazie al sapore ironico delle sue interpretazioni musicali.

 

La sera del 31 dicembre, al termine dello spettacolo, FESTEGGEREMO insieme l'arrivo del 2015 con uno speciale brindisi!

 

I biglietti sono in vendita alla biglietteria del Teatro, aperta tutti i giorni feriali dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 19.30 (tel 0372 022001/02).

 

Questi i prezzi dei biglietti del 31 dicembre: platea e palchi € 50,00 – galleria € 35,00 - loggione € 25,00

Questi i prezzi dei biglietti del 1 gennaio: platea e palchi € 25,00 – galleria € 18,00 - loggione € 12,00

 

mercoledi  31 dicembre ore 22.00 (fuori abbonamento)

giovedi 1 gennaio ore 16.00 (fuori abbonamento)

BAGS ENTERTAIMENT

RIMBAMBAND

Raffaele Tullo, voce e percussioni

Renato Ciardo, batteria

Vittorio Bruno, contrabbasso

Nicolò Pantaloni, fiati

Francesco Pagliaruolo, pianoforte

 

musiche autori vari

costumi Rimbamband

 

regia Raffaele Tullo

 

 

Cosa succede se la sera del 31 dicembre non tutto va come dovrebbe andare? Se proprio quando si vorrebbe trascorrere una serata tranquilla e brindare con gli amici al nuovo anno, ci si imbatte sfortunatamente in cinque bambini dispettosi?

É spiacevole. É davvero spiacevole...

Forse è meglio che il pubblico sappia prima chi sono questi cinque guastafeste che hanno deciso di venire fino dalla Puglia per infelicitare la serata.

Uno è Raffaello Tullo: ha la crapa pelata, balla il tip tap, suona, canta. Chiamatelo capobanda.

Poi c'è Renato Ciardo: suona una strana batteria, ha una testa enorme, uno spiccato accento barese ed una storia d'amore segreta (mica tanto) con Tony Dallara.

E che dire di Vittorio Bruno? Suona il contrabbasso ma non ha ancora ben capito chi è e da dove viene. Spirito swing, stralunato a volte, osservatore raffinatissimo altre.

C'è anche un sassofonista: pensate che è ancora convinto di suonare nella banda di Capurso (e non possiamo garantire che per il 31 dicembre sia riuscito a capire dove si trova). È Nicolò Pantaleo, anima talentuosa, gentile, matematica, quadrata.

E poi c'è "il rosso", Francesco Pagliarulo: artista delicato, fragile e onesto, con il ragtime  nelle  vene. Il pianista virtuoso, "cocco" del capo. Certo, penserete, è davvero spiacevole tutto questo!

 

Eppure ben presto sarete anche voi conquistati da questi straordinari musicisti un po' suonati, che incantano, creano, illudono, emozionano, demistificano, provocano… giocano.

Prima dello scoccare della mezzanotte, come per magia, il reale si farà surreale, l'impossibile diventerà possibile, il possibile improbabile.

Anche voi verrete travolti dall'irresistibile mix di musica, mimo, clown, tip tap, teatro di figura, rumorismo, fantasia teatrale, parodie. Il tutto shakerato con un ritmo comico incalzante e servito con energia travolgente.

Così il nuovo anno troverà persone con una luce diversa negli occhi, lo sguardo di chi ha ritrovato qualcosa che aveva smarrito da tempo: l'incanto di rincontrare il nostro fanciullo perduto.

Tutti forse un po' più Rimba, sicuramente molto Bambini.

 

-----------------------------------------

Barbara Sozzi

Ufficio stampa

Fondazione Teatro A. Ponchielli

Corso Vittorio Emanuele, 52 - 26100 CREMONA

Tel. 0372.02.2010 - 0372.02.2011    Fax 0372.02.2099

Biglietteria (ore 10.30-13.30 e 16.30-19.30) 0372.02.2001 e 0372.02.2002

mailto:info@teatroponchielli.it http://www.teatroponchielli.it

UN ULTIMO DELL'ANNO SPUMEGGIANTE AL TEATRO PONCHIELLI DI CREMONA CON LA RIMBAMBAND

Stagione di Prosa 2014-15

Cinque straordinari musicisti che incantano, creano, illudono, emozionano, provocano, giocano. La Rimbamband è una formazione eclettica, folle e scatenata che si diverte e ci farà divertire per le feste di Capodanno, mercoledi 31 dicembre (ore 22.00) e giovedi 1 gennaio (ore 16.00), grazie al sapore ironico delle sue interpretazioni musicali.

 

La sera del 31 dicembre, al termine dello spettacolo, FESTEGGEREMO insieme l'arrivo del 2015 con uno speciale brindisi!

 

I biglietti sono in vendita alla biglietteria del Teatro, aperta tutti i giorni feriali dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 19.30 (tel 0372 022001/02).

 

Questi i prezzi dei biglietti del 31 dicembre: platea e palchi € 50,00 – galleria € 35,00 - loggione € 25,00

Questi i prezzi dei biglietti del 1 gennaio: platea e palchi € 25,00 – galleria € 18,00 - loggione € 12,00

 

mercoledi  31 dicembre ore 22.00 (fuori abbonamento)

giovedi 1 gennaio ore 16.00 (fuori abbonamento)

BAGS ENTERTAIMENT

RIMBAMBAND

Raffaele Tullo, voce e percussioni

Renato Ciardo, batteria

Vittorio Bruno, contrabbasso

Nicolò Pantaloni, fiati

Francesco Pagliaruolo, pianoforte

 

musiche autori vari

costumi Rimbamband

 

regia Raffaele Tullo

 

 

Cosa succede se la sera del 31 dicembre non tutto va come dovrebbe andare? Se proprio quando si vorrebbe trascorrere una serata tranquilla e brindare con gli amici al nuovo anno, ci si imbatte sfortunatamente in cinque bambini dispettosi?

É spiacevole. É davvero spiacevole...

Forse è meglio che il pubblico sappia prima chi sono questi cinque guastafeste che hanno deciso di venire fino dalla Puglia per infelicitare la serata.

Uno è Raffaello Tullo: ha la crapa pelata, balla il tip tap, suona, canta. Chiamatelo capobanda.

Poi c'è Renato Ciardo: suona una strana batteria, ha una testa enorme, uno spiccato accento barese ed una storia d'amore segreta (mica tanto) con Tony Dallara.

E che dire di Vittorio Bruno? Suona il contrabbasso ma non ha ancora ben capito chi è e da dove viene. Spirito swing, stralunato a volte, osservatore raffinatissimo altre.

C'è anche un sassofonista: pensate che è ancora convinto di suonare nella banda di Capurso (e non possiamo garantire che per il 31 dicembre sia riuscito a capire dove si trova). È Nicolò Pantaleo, anima talentuosa, gentile, matematica, quadrata.

E poi c'è "il rosso", Francesco Pagliarulo: artista delicato, fragile e onesto, con il ragtime  nelle  vene. Il pianista virtuoso, "cocco" del capo. Certo, penserete, è davvero spiacevole tutto questo!

 

Eppure ben presto sarete anche voi conquistati da questi straordinari musicisti un po' suonati, che incantano, creano, illudono, emozionano, demistificano, provocano… giocano.

Prima dello scoccare della mezzanotte, come per magia, il reale si farà surreale, l'impossibile diventerà possibile, il possibile improbabile.

Anche voi verrete travolti dall'irresistibile mix di musica, mimo, clown, tip tap, teatro di figura, rumorismo, fantasia teatrale, parodie. Il tutto shakerato con un ritmo comico incalzante e servito con energia travolgente.

Così il nuovo anno troverà persone con una luce diversa negli occhi, lo sguardo di chi ha ritrovato qualcosa che aveva smarrito da tempo: l'incanto di rincontrare il nostro fanciullo perduto.

Tutti forse un po' più Rimba, sicuramente molto Bambini.

 

-----------------------------------------

Barbara Sozzi

Ufficio stampa

Fondazione Teatro A. Ponchielli

Corso Vittorio Emanuele, 52 - 26100 CREMONA

Tel. 0372.02.2010 - 0372.02.2011    Fax 0372.02.2099

Biglietteria (ore 10.30-13.30 e 16.30-19.30) 0372.02.2001 e 0372.02.2002

mailto:info@teatroponchielli.it http://www.teatroponchielli.it

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota