sabato 12 ottobre 2013

"Relationship", personale di Valentina De' Mathà presso Amy-d Arte Spazio di Milano

In occasione di Brerart, la galleria Amy-d Arte Spazio di Milano presenta "Relationship", mostra personale dell'artista Valentina De' Mathà a cura di Anna d'Ambrosio. 
Opening 17 ottobre 2013 alle ore 18.30, fino al 31 ottobre. 
Amy-d Arte Spazio è in Via Lovanio 6, MM2 Moscova, Milano.
Per informazioni: www.amyd.it, info@amyd.it, +39.02.654872.
Press Vittorio Schieroni: vittoschiero@tin.it, +39.339.2202749.

FOFU PHOT'ART 2013

Fucecchio apre le porte alla fotografia, quella con la F.

Dai grandi maestri Gian Paolo Barbieri e Letizia Battaglia alle fotografie con il cellulare per un'edizione trasversale del FOFU, il festival ormai divenuto un "must"per gli appassionati dell'immagine.

Nell'edizione n°9 del Fucecchio Foto Festival si celebrano due veri maestri della fotografia italiana famosa nel mondo. La scelta per gli organizzatori è stata chiara fin da subito: creare due grandi monografie che avessero ben poco in comune e che potessero incuriosire un pubblico il più possibile eterogeneo.

Da un lato Gian Paolo Barbieri, un'icona della fotografia di moda, che ha dedicato la propria ricerca alla perfezione delle forme, all'estetica e a manipolare la realtà per fabbricarne un mondo magico. Quasi mezzo secolo di scatti per un viaggio attraverso le varie tematiche affrontate dall'autore: dalla moda all'eros passando per i paesaggi esotici. Saranno esposte circa 80 immagini tra le sue più famose che ormai sono divenute vere e proprie icone della storia della fotografia: le copertine di Vogue, i corpi degli indigeni dell'equatore e nudi scultorei nati dall'incontro di erotismo e bellezza.

Di genere piuttosto differente la fotoreporter Letizia Battaglia, siciliana, forse la donna più importante del nostro fotogiornalismo, che ha ottenuto i più importanti riconoscimenti a livello internazionale. Per anni, con un colpo d'occhio inconfondibile, ha documentato il dolore della propria terra, le vittime e i protagonisti della Mafia, realizzando immagini che non lasciano spazio alle parole e che si fanno simbolo di libertà e giustizia. Sono fotografie in bianco e nero, crude, schiette e senza filtri, che proiettano lo spettatore in una dimensione ancora più forte della realtà.

Ma il festival non finisce qui. "Le Blanc" pseudonimo di Sebastian Weiss, è un fotografo che gira il mondo immortalando strutture architettoniche, creando immagini astratte di un raffinato rigore estetico che lo hanno portato a pubblicare sulle più importanti riviste di architettura. La sua particolarità? Utilizza la fotocamera del proprio iPhone. Il FOFU lo ha scoperto e ha deciso di portarlo per la prima volta in una mostra in Italia.

Chris Rain, giovane autore nato e cresciuto a Roma, in collaborazione con Edizioni Postcart, esporrà un progetto dedicato al tema onirico e surreale dove si potranno ammirare fantastiche stampe in bianco e nero, frutto di sapienti elaborazioni analogiche d'altri tempi. Osservando le sue immagini sembra di fare un vero e proprio salto temporale e dimensionale.

Un reportage a quattro mani è il progetto vincitore del FoFu photo challenge 2013. Filippo Bardazzi e Laura Chiaroni hanno documentato le terre del "far west" e lo stato attuale dei simboli su cui si è generato il mito americano. Ne scaturisce un bel racconto dal linguaggio chiaro e al tempo stesso molto personale e coinvolgente. 

Il Foto Festival, aprirà le porte il 26 ottobre alle 17.00 e si protrarrà fino al 17 Novembre con il seguente orario: dal Mercoledì al Venerdì con orario 21-24, mentre il Sabato la Domenica e il 1° Novembre con orario continuato 15-24. Il prezzo del biglietto è di 6 € (ingresso gratuito per i minori di 12 anni e prezzo ridotto di 4 € per i soci Coop escluso Sabato e festivi).

La location dell'evento è il Parco Corsini, nel centro storico di Fucecchio, più precisamente all'auditorium La Tinaia e nella nuova sede di Palazzo Corsini adiacente al Museo Civico.

Per informazioni visitare il sito www.fofu.it o telefonare al 339 8767671 o allo 0571 20349.


Cambia musica, primo seminario “rock” in Italia


"Un passo e sei sul palco. Due passi: prendi il microfono. Tre passi. Sei tu il protagonista."
Il coach Filippo Zizzadoro, trainer di centinaia di persone, propone una novità assoluta per l'Italia. Dal 6 novembre 2013, presso il discobar novarese Phenomenon (main stage per star nostrane come i Litfiba) andrà in scena un live show motivazionale dal titolo Cambia musica.

Per la prima volta in Italia, la crescita personale diventa uno spettacolo e sale sul palco di una "rockoteca". Ritmo, adrenalina, energia: il coach dei numero uno Filippo Zizzadoro ha selezionato il meglio del suo repertorio per cinque serate a cadenza mensile rivolte a chi desidera motivarsi nella vita e nel lavoro.

Filippo Zizzadoro, school partner della Scuola di Palo Alto ed esperto di comportamenti manageriali, ha scelto di incontrare il suo pubblico in un locale ricco di storia musicale ed energia positiva. Dal palco alla platea, il coach trasmetterà i suoi insegnamenti in modo efficace e coinvolgente. 

Impara a dire no, il cervello femminile, il linguaggio del corpo, padronanza e benessere personale: le cinque serate costituiscono un corso unico ed eccezionale che riassume 15 anni di ininterrotta attività da trainer motivatore.

Se vuoi acquistare sicurezza in te e non hai mai osato farlo, questa è l'occasione giusta per diventare il protagonista e cambiare la musica della tua vita!
Filippo Zizzadoro ti attende da novembre 2013 a marzo 2014 al discobar novarese Phenomenon.
--
Dates: 06/11 e 11/12 2013. 22/01,19/02 e 19/03 2014. Dalle 21 alle 23.

Venue: Music Discobar Phenomenon c/o Fontaneto D'Agogna (Novara) SS 229 (www.phenomenon.it/cambia-musica/)

Tickets: ingresso unico, inclusa consumazione: 25 euro. Abbonamenti (5 serate): 99 euro.

Infoline: info@phenomenon.it, 0322 – 86.28.70

Si apre la Festa Pic di Camaiore, in attesa del "peperoncino" Gene Gnocchi

Un saluto e buon lavoro!
 
Giacomo Lucarini - Ufficio Stampa
stampa@comune.camaiore.lu.it
tel.: +39 0584 986222
cel: +39 392 2304865
fax: +39 0584 980558

Knuster Store. Abbigliamento e accessori in franchising

La Knuster Clothing Company offre con la sua formula franchising la possibilità di aprire in tutta Italia e all'estero un Knuster Store, un negozio di abbigliamento per uomo, donna e da poco anche pet. La formula Knuster è studiata per permettere al negoziante di ottenere sempre il massimo dei risultati e della redditività, consentendo la vendita di multipli di prodotto per tutto l'anno, compreso il periodo dei saldi di fine stagione.

Ma chi è Knuster? Knuster è un marchio che fa capo alla D:vision Distribution che è l'esclusiva proprietaria del know-how associato ai punti vendita e al marchio Knuster Clothing Company. L'azienda ha studiato attentamente le modalità di commercializzazione e distribuzione dei propri prodotti. Da sempre è orientata ad interagire e confrontarsi con un mercato in piena espansione ed in continua evoluzione, scegliendo di rivolgersi ad una clientela giovane e moderna ma allo stesso tempo raffinata ed attenta ai dettagli, alla qualità dei capi e all'esclusività del design.

Ogni Knuster Store è un progetto imprenditoriale collaudato che mette al servizio dell'aspirante imprenditore una serie di garanzie e sicurezze che rendono l'esperienza imprenditoriale semplice e gratificante.

Aprire un Knuster Store in franchising significa avere l'esclusiva di zona, non dover effettuare nessun investimento sul magazzino, ottenere una sorprendente marginalità anche sui saldi e rivendere capi che vantano un eccezionale rapporto qualità prezzo.

Per tutte le informazioni sulle caratteristiche di affiliazione richieste per aprire un Knuster Store in franchising e per contattare direttamente l'azienda, è possibile consultare il sito web della Knuster Clothing Company.

venerdì 11 ottobre 2013

Fondazione “Grimaldi”, Giuseppe Barone eletto direttore del dipartimento di Scienze politiche e sociali dell'Università di Catania

 Agli organi di Stampa

Modica (RG), 11/10/2013


Fondazione "Grimaldi", Giuseppe Barone eletto direttore del dipartimento di Scienze politiche e sociali dell'Università di Catania

Lo scorso 9 ottobre Giuseppe Barone, presidente della Fondazione ""Giovan Pietro Grimaldi", è stato eletto direttore del dipartimento di Scienze politiche e sociali dell'Università di Catania per il quadriennio 2013-2017.

Lo storico, che subentra a Giuseppe Vecchio, è stato in passato direttore del Dipartimento di Analisi dei Processi politici, sociali e istituzionali (DAPPSI) e preside dell'ex Facoltà di Scienze politiche dal 2009 al 2012.

"Ritorno così alla guida della mia ex Facoltà - ha commentato il professore - consapevole dell'onore ma soprattutto della grande responsabilità che mi hanno affidato i colleghi di guidare una comunità scientifica di oltre cento docenti e più di 4 mila studenti. L'Università vive momenti difficili, come tutto il Paese. Mi impegnerò al massimo, come ho sempre fatto nella mia vita, per contribuire alla crescita culturale e professionale delle giovani generazioni".

Giuseppe Barone, ordinario di Storia contemporanea, si è occupato dei problemi dello sviluppo in Italia tra '800 e '900, della Questione meridionale e delle trasformazioni del territorio in seguito ai progetti di bonifica in età giolittiana. Tra i suoi interessi di ricerca vi sono anche il Risorgimento e la transizione dal Regno delle Due Sicilie allo Stato unitario, la Grande Guerra, il fascismo e le sue ripercussioni sull'Italia meridionale.



Info e contatti
Fondazione G.P. Grimaldi
Corso Umberto I, 106, Modica (RG)
Tel: 0932 757459
Web:www.fondazionegrimaldi.it

--
INpress ufficio stampa 
di Giovanni Criscione
p. iva. 01467520886
Via Assì 13, Modica (RG)
tel. 0932 752707
cell. 329 3167786

Orvieto: un viaggio tra arte, storia uniche e tra casali e panorami stupendi e



-- C'è una città nel cuore dell'Umbria che non l'avete mai visitata dovete assolutamente andarci. Si tratta di Orvieto, una cittadina di una bellezza incredibile, partendo dalla storia stessa della città. Infatti, Orvieto ha vissuto tutti i periodi della storia della penisola, e quasi sempre da protagonista nel Centro Italia. Essa ha origini etrusche ed è stato accertato grazie a ritrovamenti e studi che durano da decenni che in quell'epoca era una delle dodici città stato dominanti per la sua forza militare, la fiorente attività commerciale e per la presenza nelle vicinanze di un importante santuario per il mondo etrusco,  meta ogni anno degli abitanti dell'Etruria che vi confluivano per celebrare riti religiosi, giochi e manifestazioni. Di quell'epoca ci rimangono molte testimonianze, una su tutte la necropoli molto ben conservata proprio ai piedi della "Rupe". Quando la potenza etrusca entrò in declino, Orvieto venne conquistata e distrutta dai Romani, i suoi abitanti deportati e il suo territorio entrò a far parte dei domini della nascente forza romana. Poco tempo dopo la distruzione, la città venne rifondata sulla rupe proprio dai romani con il nome di Ourbibentus (in seguito diverrà Urbs Vetus). Finito anche il dominio di Roma, Orvieto ebbe un periodo un pò travagliato passando più volte da bizantina a longobarda pur conservando un buon grado di sviluppo economico. Ma probabilmente per la città il periodo migliore fu quello dopo il Mille fino alla fine del Rinascimento, l'epoca in cui tutti i borghi, città e cittadine italiane fiorirono e si svilupparono maggiormente sia in campo economico che artistico e culturale. Infatti, oltre ad essere stata la sede residenziale delle corti pontificie in ripetute occasioni, fu anche la Città del Corpus Domini: da qui, l'11 agosto 1264, papa Urbano IV, presente anche S.Tommaso d'Aquino, istituì la solennità universale cristiana del Corpus et Sanguis Domini, celebrata in tutto il mondo cattolico. Si costituì poi in Comune nel 1157 e forte di un agguerrito esercito, iniziò ad ampliare i propri confini che, dopo vittoriose battaglie contro Siena, Viterbo, Perugia e Todi, la videro dominare su un vasto territorio che andava dalla Val di Chiana fino alle terre di Orbetello e di Talamone sul mar Tirreno. In questa sua espansione, Orvieto si era fatto un potente alleato: Firenze (rivale di Siena) che ne aveva appoggiato l'ascesa. I secoli XIII e XIV furono il periodo di massimo splendore per Orvieto che, con una popolazione di circa trentamila abitanti (superiore perfino a quella di Roma), divenne una potenza militare indiscussa, e vide nascere nel suo territorio urbano splendidi palazzi e monumenti. Ma paradossalmente questa epoca vide anche il nascere di furibonde lotte interne nella città. Due famiglie patrizie, la guelfa Monaldeschi e la ghibellina Filippeschi(due famiglie che verranno citate anche da Dante nella "Divina Commedia"), straziarono la città con cruenti battaglie che indebolirono il potere comunale favorendo, nel 1354, la conquista da parte del cardinale Egidio Albornoz. In questo lasso di tempo altri avvenimenti, degni di nota, si erano registrati ad Orvieto:Papa Innocenzo III, dai pulpiti della chiesa di Sant'Andrea, aveva proclamato la IV crociata; nel 1281, nella stessa chiesa, alla presenza di Carlo I d'Angiò, veniva elevato al pontificato Papa Martino IV e, nel 1297, nella chiesa di San Francesco, avveniva la canonizzazione di Luigi IX di Francia, presente papa Bonifacio VIII. Dopo il passaggio a varie Signorie, Orvieto entrò definitivamente a far parte nel 1450 dello Stato della Chiesa, divenendone una delle province più importanti e costituendo l'alternativa a Roma per molti pontefici, vescovi e cardinali che vi venivano a soggiornare. Da lì la vita di Orvieto fu completamente assoggettata alla volontà papale e la città ebbe secoli in cui non ci furono avvenimenti degni di nota se non nel 1860, quando entrò a far parte del Regno d'Italia. La storia della città quindi è ricca e importante, si possono trovare avvenimenti e personaggi che hanno segnato epoche e anche la città stessa, con palazzi e monumenti che la rendono di una bellezza unica e che danno l'idea dell'importanza e della forza di Orvieto in passato. Anche andando fuori la Rupe di meraviglie se ne trovano, infatti i magnifici casali sulle colline circostanti sono magnifici e i panorami mozzafiato, regalano grandi emozioni, come quella che si può godere, sempre dalle colline intorno alla città, alle prime luci del mattino o al tramonto quando il sole illumina i mosaici color oro del gotico Duomo, altra meraviglia della città (probabilmente tra le prime dieci basiliche del mondo cristiano più belle mai costruite), regalando un vero e proprio spettacolo, unico e irripetibile in nessun altro posto. Un Casale Orvieto è sicuramente una perla per gli amanti dell'Umbria da mostrare con orgoglio a chiunque non conosca questa terra e che renderà indimenticabile il vostro soggiorno e il vostro vivere qui. Un Casale Orvieto vi stupirà.

 http://www.umbriadomus.it/country-umbria/casale-orvieto/


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Questo messaggio di posta elettronica contiene informazioni di carattere confidenziale rivolte esclusivamente al destinatario/i sopra indicato; pertanto, ai sensi del D.Lgs. 196/2003 si precisa che e' vietato l'uso, la diffusione, distribuzione o riproduzione da parte di ogni altra persona. Nel caso aveste ricevuto questo messaggio di posta elettronica per errore, siete pregati di segnalarlo immediatamente al mittente e distruggere quanto ricevuto (compresi i file allegati) senza archiviarlo e farne copia. Qualsivoglia utilizzo non autorizzato del contenuto di questo messaggio costituisce violazione dell'obbligo di non prendere cognizione della corrispondenza tra altri soggetti, salvo piu' grave illecito, ed espone il responsabile alle relative conseguenze.

Confidentially notice This e-mail transmission may contain legally privileged and/or confidential information.Please do not read it if you are not the intended recipient(S); thus, pursuant to Legislative Decree No. 196/2003, any unauthorized use, distribution, reproduction or disclosure by any other person is strictly prohibited, and you will be responsible for any breach of law. If you are not the intended recipient, please notify the sender and destroy the original transmission and its attachments without saving or copying it in anyway.

EXCLUSION MEDITERANNEO GATTO: ce n’è per tutti i gusti!

Se si possiede uno o più gatti è fondamentale ricordare che una corretta alimentazione è sempre la base di una buona salute. Alla base di questa ci sono alcune variabili da tenere presente: il suo peso, il suo stato fisiologico e le sue condizioni di salute  del momento. Si deve tenere presente che il gatto necessita di pasti piccoli e frequenti, l'importante è rispettare rigorosamente gli orari e le dosi di cibo. Nella scelta del tipo di cibo possono risultare comode le crocchette che hanno tempi di conservazione più lunghi e non creano cattivi odori. Questo tipo di alimentazione, inoltre, se scelto bene, apporta tutte le sostanze nutritive che necessitano al nostro amico a quattro zampe.

Per questi motivi Exclusion ha creato la linea Mediterraneo per gatto che, grazie all'utilizzo delle carni disidratate del pollo, del salmone e del coniglio, garantisce un apporto proteico altamente concentrato. Una miscela di fibre, inoltre, aiuta l'espulsione dei boli di pelo ingeriti. More, lamponi rossi e melograno, infine, offrono un effetto antiossidante contro il danno cellulare. In base alle esigenze specifiche dell'animale è disponibile una vasta gamma di prodotti, tra i quali è scegliere la giusta formulazione:

-          Kitten with chicken per gattini fino a 12 mesi.

-          Adult Fit with chicken, Adult Fit with rabbit&chicken e Adult Fit with salmon&chicken per gatti che vivono in casa ma anche all'aria aperta.

-          Adult Indoor with chicken per gatti che vivono solo in casa.

-          Adult Excellent with chicken per gatti dai gusti difficili.

-          Light Sterilized with chicken, Light Sterilized with rabbit&chicken, Light Sterilizied with salmon&chicken per gatti sterilizzati, poco attivi e tendendi al sovrappeso.

-          Mature with chicken per gatti oltre i 10 anni di età

Come precedentemente elencato, quindi una gamma completa per tutte le esigenze, il tutto nel rispetto dell'etica aziendale che prevede l'utilizzo di soli antiossidanti naturali e rifiuta completamente la sperimentazione sugli animali.

Allora non rimane che andare nel negozio specializzato più vicino per acquistare la confezione più adatta al vostro piccolo felino!

Exclusion Mediterraneo: il gusto della tradizione!

www.facebook.com/exclusiondorado


Novella Donelli – Ufficio Stampa JIT
0456171550
novella@justintimesrl.it
http://justintimesrl.wordpress.com

Un casale a Todi, un gioiello unico nel suo genere



-- Visitando la splendida città di Todi ci si rende conto delle bellezze e rarità che si possono trovare in un piccolo borgo italiano ed in particolare umbro, rarità che mai avresti immaginato di vedere. La piazza del Popolo, il Duomo e tutti gli edifici intorno, che in epoca passata erano il simbolo del potere e dove effettivamente era amministrata la città e i suoi possedimenti, sono monumenti veri e propri, opere d'arte che immaginavo sicuramente fantastiche, ma non di così tale portata. Per non parlare poi della meravigliosa e rinascimentale Chiesa di S.Maria della Consolazione, il simbolo di Todi, una delle chiese più belle del centro Italia secondo la mia opinione. Ma una delle cose che mi ha colpito molto è la vista e la bellezza dei casali intorno alla città. Infatti, essa è circondata da piccole collinette che permettono una vista sulla città, in qualunque punto si vada ad osservare, veramente affascinante, mozzafiato. Panorami che forse solo in questa terra si possono trovare e inoltre anche il fatto di possedere un Casale Todi con queste viste con la città, magnifica da quelle colline, ben in vista lo rende veramente un perla rara. Ne ho visitati molti di questi edifici nel mio viaggio, ma un Casale Todi è quello che più mi ha emozionato. Raccomando vivamente a chiunque non sia stato in questa città di venire assolutamente a visitarla, è un sacrilegio non averlo fatto, e per chi c'è già stato ma non si è fatto un giro nei suoi dintorni, bè che ritorni e lo faccia, scoprirà che le meraviglie di Todi non sono ancora finite, grazie a Casale Todi e al panorama che ognuno di queste strutture offre sulla città e su una parte della verde Umbria probabilmente tra i più bei luoghi d'Italia.

 http://www.umbriadomus.it/country-umbria/casale-todi/


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Questo messaggio di posta elettronica contiene informazioni di carattere confidenziale rivolte esclusivamente al destinatario/i sopra indicato; pertanto, ai sensi del D.Lgs. 196/2003 si precisa che e' vietato l'uso, la diffusione, distribuzione o riproduzione da parte di ogni altra persona. Nel caso aveste ricevuto questo messaggio di posta elettronica per errore, siete pregati di segnalarlo immediatamente al mittente e distruggere quanto ricevuto (compresi i file allegati) senza archiviarlo e farne copia. Qualsivoglia utilizzo non autorizzato del contenuto di questo messaggio costituisce violazione dell'obbligo di non prendere cognizione della corrispondenza tra altri soggetti, salvo piu' grave illecito, ed espone il responsabile alle relative conseguenze.

Confidentially notice This e-mail transmission may contain legally privileged and/or confidential information.Please do not read it if you are not the intended recipient(S); thus, pursuant to Legislative Decree No. 196/2003, any unauthorized use, distribution, reproduction or disclosure by any other person is strictly prohibited, and you will be responsible for any breach of law. If you are not the intended recipient, please notify the sender and destroy the original transmission and its attachments without saving or copying it in anyway.

DUO: LAVINIA SONCINI (Violino) CLAUDIA D'IPPOLITO (Pianoforte)

2°EDIZIONE DELLA RASSEGNA DI CONCERTI "FASCINO TRA LE NOTE DEL CLASSICO" - PRESENTA: MARA PETROSINO
VENERDì 18 OTTOBRE 2013 - ORE 21.00 (INGRESSO AD OFFERTA LIBERA)
SALA SILENTIUM - VICOLO BOLOGNETTI 2 - BOLOGNA

DUO: LAVINIA SONCINI (Violino) CLAUDIA D'IPPOLITO (Pianoforte)

MUSICHE DI:
W.A.Mozart - Sonata KV454
L.v.Beethoven - Sonata op. 23 n. 4
L.Janacek - Sonata
C.Debussy - "Beau soir", Arabesque n. 2 "Ministrels"

SONCINI LAVINIA, nata a Ferrara il 7 APRILE 1994, inizia lo studio del violino a 4 anni con il metodo Suzuki,diplomata giovanissima al Conservatorio di Adria con il massimo dei voti, la lode e la menzione sotto la guida del M° Alessandro Simoncini pluripremiata a concorsi nazionali ed internazionali, collabora dall'età di 13 anni con l'Orchestra Città di Ferrara e solisti dell'Orchestra città di Ferrara, Orchestra delle Venezie, Sylver Simphony Orchestra, Orchestra giovanile del Veneto, Accademia musicale di San Giorgio, Orchestra Nazionale dei Conservatori Italiani,Orchestra dell'Accademia di Schio, Antiqua Extensis per la musica barocca.
Si esibisce come solista, in duo e in trio in importanti teatri: La Fenice e Teatro Malibran a Venezia, Teatro Verdi a Padova, Auditorium Pollini, Sala Nervi a Roma, alla presenza del Papa, Teatro comunale di Ferrara, Auditorium Benedetto Marcello a Venezia,Teatro Comunale di Bologna, Ravenna Festival e come primo violino solista al Festival musicale Lucchese e al Festival Anima Mundi di Pisa, inoltre registra diretta dal Maestro Fabbri, la colonna sonora del Festival del cinema di Venezia.
Dall'età di 8 anni suona in occasione delle manifestazioni per Telethon sia in Emilia Romagna che nel Veneto ottenendo importanti riconoscimenti, alla presenza di grandi star internazionali come Carla Fracci, Andrea Griminelli, Ivana D'Addona e altri..
Nel 2005 si esibisce con il Maestro Uto Ughi a Ferrara suonando "le Quattro Stagioni" di Vivaldi.
Diretta da importanti direttori d'orchestra arricchisce la sua formazione ed il suo repertorio in Accademie internazionali con Pavel Vernikov a Vienna,
Igor Volochine, Svetlana Makarova, il premio Paganini Giovanni Angeleri e Marco Rogliano. Nel 2012 fonda l"Orchestra d'Archi da Camera" con la quale è impegnata in importanti manifestazioni in veste di solista e violino concertante eseguendo tra le più importanti opere di compositori italiani Corelli, Vivaldi, Tartini, Paganini… Nel luglio scorso debutta al Festival Internazionale Duchi d'Acquaviva di Atri eseguendo come solista Beethoven con l'Orchestra del Festival in residenza e, recentemente, eseguendo il Concerto di Mendelssohn in novembre a Vicenza per l'inizio dell'Anno Accademico. Ha inoltre registrato per Radio Vaticana opere di Paganini e Prokofiev per violino solo.
Per quanto concerne la musica barocca, studia con il Maestro Enrico Casazza della Magnifica Comunità esibendosi più volte come solista con la stessa orchestra. Attualmente studia presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano sotto la guida del M° Klaidi Sahatci.
Nel 2013 inizia la collaborazione con la pianista Claudia D'Ippolito con la quale sarà protagonista di concerti di Musica da camera con un repertorio che spazia dal primo Classicismo alla musica del 900.
Lavinia suona un violino di liuteria tedesca del 1700 e un arco Smith di Dresda del secolo scorso; le è stato recentemente affidato un Degani del 1897 che la accompagna in numerosi recitals solistici.

CLAUDIA D'IPPOLITO, Nata nel 1985, si è diplomata in pianoforte nel 2004 al Conservatorio G.B. Martini di Bologna con il massimo dei voti, Lode e Menzione d'onore. Ha conseguito nel 2007 il Diploma Accademico di II livello allo stesso Conservatorio con la votazione di 110 e Lode. Ha studiato con i Maestri Agostini e Barbalat e si è perfezionata presso Accademie internazionali con i Maestri Rattalino, Ballista, Gulyak, Vernikov, Meunier, Corti, Specchi, Baraz, Janowski. Ha vinto premi in vari concorsi tra cui il Premio Magone (2004) e Hans Bauer istituito dal Soroptimist International Club di Bologna per il miglior diplomato dell'anno 2003-2004.
Ha tenuto recital solistici e cameristici in vari teatri e sale da concerto in Italia (Bologna, Venezia, Milano, Mantova, Piacenza, Rubiera, Ferrara, Recco, Alassio, Piana Crixia di Savona, Senigallia, Ostra, Cervia, Budrio, Cento, Ischia, Villa Verrucchio…) e all'estero (Germania, Francia e Repubblica Ceca).
Nel 2001 e nel 2010 ha partecipato all'esecuzione delle Variazioni Goldberg di Bach al Teatro Comunale di Bologna e all'Auditorium della Chiesa Avventista di Bologna.
Nel 2003 e nel 2007 ha eseguito il Concerto op. 15 n. 1 di Beethoven accompagnata dall'Orchestra del Conservatorio "G.B. Martini" a Bologna e nel 2010 ha eseguito il Concerto in fa minore di Chopin nella versione per pianoforte solista e quintetto d'archi nella Biblioteca storica della Basilica di S. Francesco di Bologna.
Nel 2011 ha eseguito il Requiem di W.A. Mozart per solisti coro e pianoforte a quattro mani, nella Chiesa di Santa Maria dei Servi con la partecipazione del coro del Teatro Comunale di Bologna.
Ha collaborato diverse volte con l'Orchestra del Teatro Comunale di Bologna e con l'Orchestra Mozart sotto la direzione di Claudio Abbado.
Dal 2013 collabora con la violinista Lavinia Soncini.
Svolge tutt'ora un'intensa attività concertistica e didattica.

ORGANIZZAZIONE: 
AGENZIA SPETTACOLO NIKA in collaborazione con ASSOCIAZIONE CULTURALE CRESCENDO attraverso il progetto MOB CLASSICA - Patrocinio Comune di Bologna - Quartiere San Vitale

Organizzare teen-ager party, festa a tema Violetta

La teen-ager party è un nuovo modo di interpretare la festa per adolescenti, appunto le teenager. Di derivazione statunitense, questo nuova mentalità di organizzare una festa per bambine o ragazze è rivolta principalmente alla fascia d'età che va dai 10 ai 16 anni. In fase di organizzare una festa, anzi una teen-ager party è necessario contattare un animatore, in genere per tre ore, inserire qualche effetto luce, alcuni dischi per ballare e dei giochi.
E poi naturalmente le decorazioni per feste e gli addobbi palloncini per la teen-ager party. In una festa che prende questo nome è inevitabile che la protagonista assoluta del tema della festa sia appunto una adolescente. E chi è la teenager più famosa per le feste a tema? Le V- lovers sanno sicuramente rispondervi, cioè le fan di Violetta, l'adolescente più popolare della televisione mondiale.
Le decorazioni, gli inviti, gli articoli personalizzati  egli altri articoli per feste Violetta si possono acquistare direttamente on line, scontate eccezionalmente per un periodo promozionale di lancio della nuova serie con uno sconto su ogni articolo acquistato su Party Shop di Melusina Feste. Tra gli articoli per feste più interessanti da avere sotto mano c'è il kit per decorare dolci con il logo immancabile di Violetta Disney. 

Domenica il Museo diventa formato famiglia



COMUNE DI DIANO MARINA
Golfo Dianese •
Riviera dei Fiori • Provincia di Imperia • Liguria

Comunicato stampa di venerdì 11 ottobre 2013

In occasione della Prima giornata nazionale delle Famiglie al Museo, i giovani potranno visitare la struttura in autonomia

Domenica il Museo diventa formato famiglia

Ingresso ad offerta libera

La locandina https://dl.dropboxusercontent.com/u/4234348/Clipboard01.jpg

Il Museo Civico di Diano Marina aderisce domenica 13 ottobre alla Prima giornata nazionale delle Famiglie al Museo, evento promosso in tutta Italia dalla Kids Art Tourism, una giornata speciale in cui, su tutto il territorio italiano, musei, fondazioni ed esposizioni temporanee si apriranno alle famiglie e ai loro bambini con attività organizzate per l'occasione. Una giornata particolare in cui poter trascorrere momenti speciali e divertenti al Museo, luogo magico e inusuale, giocando e imparando con tutta la famiglia. Un modo nuovo e divertente per godere del patrimonio artistico italiano, riscoprendo il piacere di stare insieme.
Per l'occasione il MARM-Museo Civico di Diano Marina, già sensibile alle esigenze dei suoi piccoli visitatori, si proporrà in una veste nuova, come "Museo formato famiglia". I giovani protagonisti potranno visitare la struttura in autonomia con i genitori, verrà loro fornito un dépliant pensato e dedicato, per passeggiare lungo le sale del Museo, dove incontrare vasi, anfore, monete e imperatori e addentrarsi nel bosco sacro del dio Bormanus e della dea Diana. Accolti in un'atmosfera speciale si avvicineranno all'antica e avventurosa storia del Lucus Bormani sistemandosi su morbidi cuscini posizionati davanti alle vetrine per riprodurre liberamente, con materiale didattico messo a disposizione dal Museo, le testimonianze della storia che maggiormente li hanno colpiti.
L'ingresso sarà ad offerta libera e il ricavato verrà utilizzato per sostenere ed incrementare ulteriormente le attività didattiche organizzate dal Museo.

Per ulteriori informazioni stampa:
Ufficio stampa del Comune di Diano Marina
FEDERICO CRESPI & ASSOCIATI
+39.392.970.91.24

ANTISPAM STANDARD DISCLAIMER: La comunicazione viene inviata ai  facenti parte delle mailing-list di Federico Crespi & Associati. I dati acquisiti non verranno diffusi a terzi e saranno trattati nel rispetto delle regole previste dalla Legge 675/96 e disposizioni del "Codice in materia di protezione dei dati personali", decreto legislativo del 30 giugno 2003, n. 196. Per essere esclusi dalle mailing-list di Federico Crespi & Associati, inviare un messaggio contenente la dicitura "cancellatemi dalla mailing-list di Federico Crespi & Associati" al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

PRIVACY: Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società  sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell'art. 616 c.p., che ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio  al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

giovedì 10 ottobre 2013

INVITO PERSONALE GENETLIACO DIRETTORE RESPONSABILE STEFANO MASULLO CHAMPAGNERIA MALAFEMMENA MILANO

 

 

 

Golf People Club Magazine ,  il sistema editoriale integrato e convergente del golf italiano nonchè il punto di riferimento nazionale per gli operatori mondiali del golf , dove i golfisti si ritrovano per consolidare le conoscenze avviate sul green , inaugura la stagione 20132014 , organizzando , in occasione del festeggiamento del 49esimo genetliaco del direttore responsabile , una esclusiva serata all ' insegna di Golf , Fashion & Business denominata Golf People Club MagazineSalotto Borelli che si svolgerà Mercoledì 30 Ottobre 2013 a partire dalle ore 22:00 all ' interno della prestigiosa e raffinata Champagneria Malafemmena , www.lachampagneria.it , ubicata in Via Vittor Pisani 2 a Milano nel cuore direzionale della città di proprietà di Alfio Bardolla , www.alfiobardolla.com , noto imprenditore ed operatore finanziario di fama nazionale che sarà presente.

Golf People Club HouseSalotto Borelli , è una serata privata , dove dalle 22:00 in poi , solo ed esclusivamente su invito , previa selezione , presentazione personale ed ammissione da parte del presidente Maria Grazia Borelli , diventa un circolo di incontro riservato , dove soli 150 invitati , in abito da sera ed in rappresentanza di aziende ed istituzioni di livello internazionale , con il mondo della moda presente attraverso splendide creature femminili , in un ambiente gradevole , simpatico , divertente e giovane avranno la possibilità dichiarata di sviluppare concrete e reali relazioni personali e professionali , il tutto gustando raffinati percorsi enogastronomici accompagnati da colonna sonora di sottofondo Anni 70 e 80 selezionata e suonata personalmente da Marco Borelli amministratore delegato Alpac Mille , società produttrice di fragranze e profumi in collaborazione con Gianni Manuel , voce storica di Radio 105 , RTL 102.5 , Radio 101 , Radio Rai e Radio Kiss ed attualmente fondatore della emittente radiofonica web www.italianstyleradio.it  , oltre 2 milioni di visitatori annui .

Parteciperanno in qualità di ospiti speciali le privilegiate Golf Mate protagoniste della seconda edizione del 18 Holes Golf Course Fashion Calendar , primo ed unico calendario al mondo del calendario di 18 mesi dedicato al Golf e firmato da Blue Jacket Tour , immortalate in una serie di splendidi ed irripetibili scatti fotografici realizzati al Golf Club Castello di Tolcinasco da Gabriele Bondioli e da Lino Minniti  .

Golf Club & Country Castello di Tolcinasco  ha ottenuto l ' esclusivo privilegio di poter essere la splendida cornice del 18 Holes Golf Course Fashion Calendar dopo aver affrontato una feroce e rigorosa selezione da parte dei componenti della preposta Commissione Esaminatrice , deputata all ' individuazione della location ideale tra oltre 100 circoli potenzialmente adatti e rispondenti ai necessari requisiti .

Golf Club & Country Castello di Tolcinasco iscrive così il proprio nome nell ' Albo d ' Oro come secondo circolo in assoluto ad ospitare le Golf Mate e lo staff operativo del calendario dopo quello del Golf Club Le Rovedine che ha inaugurato la prima edizione del 18 Holes Golf Course Fashion Calendar .

Lioness Paw , super premium vodka , diventata un must nel Principato di Monaco ed a Saint Tropez dove la si può assaporare nei migliori locali notturni quali Sass Cafè , Zelos Club , Bagatelle Beach , Nicky Beach , VIP , Brasserie des Arts , in una magica atmosfera carica di divertimento e di lusso , o al Gran Premio di Formula Uno di Montecarlo , od in esclusivi eventi come il Film Festival di Cannes , sarà protagonista dei cocktail preparati con sapiente maestria dai barman .

                                                                     

 

VIDEO DEL BACK STAGE DEL CALENDARIO VISIONABILE INTEGRALMENTE AL SEGUENTE LINK

 

http://www.youtube.com/watch?v=ZDpH-T45tYQ

 

Stefano Masullo , direttore responsabile Golf People Club Magazine , Dario Bartolini , direttore editoriale Golf People Club Magazine , Maria Grazia Borelli , presidente Golf People Club House - Terrazza Borelli , ringraziano Elena Mua , make up artist , Gabriele Bondioli , fotografo calendario , Lino Minniti , fotografo back stage , Alessandro Didoni , secondo fotografo , Yulia Shesternikova , video maker , Luca Rivelli , IKE Milano , Stefano Galli e Giancarlo Savinelli , PAR 72 , Roberto Perna , Golf Club & Country Castello di Tolcinasco , Daniela Sandoni , Pelledacqua by Daguas , Giovanni Tagliamento , Lioness Paw Vodka , Raffaele Greco , GI.MA. Fashion Group , Marzia Polerà , Stefania Cattaneo , Olga Topiga , Vlada Kurilova , Maristella Senese , Iryna Horyeva , Denisa Andreaa Hazapariu , modelle , e privilegiate prescelte Golf Mate .

 

.

 

 

 

 

VIDEO DI UNA CENA RISERVATA AI VERTICI EDITORIALI DI GOLF PEOPLE CLUB MAGAZINE TRASCORSA ALLA CHAMPAGNERIA MALAFEMMENA VISIONABILE AL SEGUENTE LINK

http://www.golfpeople.eu/?p=64610

 

 

 

Golf People Club Magazine , fondata e diretta da Stefano Masullo , nome molto noto nel panorama finanziario nazionale ed autore di ben 22 best sellers aziendali , in partnership con la storica agenzia di pubblicità FOBO ADV srl costituita a Milano nel 1972 , è il primo ed unico sistema editoriale integrato del golf italiano , nonchè il punto di riferimento nazionale per gli operatori mondiali del golf , dove i golfisti si ritrovano per consolidare le conoscenze avviate sul green , in funzione del proprio vertice direttivo , espressione di ben 13 nazionalità diverse .

GOLF PEOPLE CLUB MAGAZINE oltre ad importanti ed esclusive interviste e servi riservati ad appassionati golfisti , prestigiosi e noti rappresentanti dei seguenti settori : industria , finanza , università , professioni , sport , arte , cultura , giornalismo , moda , spettacolo , sociale , solidarietà , commercio , politica , istituzioni , diplomazia , confessioni religiose .  

Golf People Club Magazine in soli tre anni di vita è divenuto il leader assoluto ed incontrastato nel proprio segmento di mercato rappresentato da un pubblico di milionari di alto livello , golfisti e polisti , con una spiccata propensione alla spesa , agli investimenti mobiliari ed immobiliari ed al  lusso con un reddito superiore ai 50.000 euro annui , interessati al benessere , al life style , ai viaggi , al turismo , alle novità tecnologiche , dell ' automotive e dell ' enogastronomia , viene diffuso a tra la versione cartacea e quella digitale in oltre 250.000 copie .

Golf People Club Magazine ha contribuito al lancio ed al consolidamento della carriera di molti protagonisti attivi nei vari settori professionali ed allo sviluppo di marchi aziendali con i relativi beni e servizi , che mettono a disposizione per ottenere questi conclamati risultati notevoli risorse finanziarie .

Golf People Club Magazine si rivolge con successo a coloro che in Italia detengono il 47% della ricchezza nazionale , cioè il 10% delle famiglie più ricche ed influenti , la crisi sta allargando , come correttamente previsto dallo staff dirigente del gruppo editoriale , sempre più la forbice della scala sociale .

Tale affermazione è suffragata da una serie di analisi , infatti se si mette a confronto il compenso medio di un lavoratore dipendente e quello di un top manager , quest' ultimo affezionato ed assiduo lettore della rivista Golf People Club Magazine , il rapporto è di 1 a 64 nel settore del credito e addirittura di 1 a 163 nel resto del campo economico .

Nel 1970 tale rapporto era di 1 a 20 , in Italia le famiglie che detengono una ricchezza complessiva oltre gli 800mila euro , che rappresentano il pubblico dei lettori di Golf People Club Magazine , ammontano a 1milione e 208mila , in pratica la metà dei più ricchi , in totale 2,4 milioni di nuclei .

 

GOLF PEOPLE CLUB MAGAZINE tratta il golf non solo come attività sportiva , agonistica o amatoriale , ma come vero e proprio stile di vita , raggiungendo direttamente il proprio pubblico di riferimento rappresentato da un profilo socio economico di alto livello con una marcata propensione ai consumi e un forte interesse alle novità e alle tendenze .

GOLF PEOPLE CLUB MAGAZINE tratta il golf non solo come attività sportiva , agonistica o amatoriale , ma come vero e proprio stile di vita , raggiungendo direttamente il proprio pubblico di riferimento rappresentato da un profilo socio economico di alto livello con una marcata propensione ai consumi e un forte interesse alle novità e alle tendenze .

GOLF PEOPLE CLUB MAGAZINE è diffuso nella versione cartacea all' interno dei 67 Circoli di golf presenti in Lombardia , dei principali 389 Golf Club italiani, dei maggiori 121 Campi Pratica nazionali , nei 18 Polo Club ubicati nelle più esclusive località italiane , in tutti i megastore italiani di Golf Us , in prestigiosi circoli quali Harbour Club , nella Hospitality VIP dello Stadio San Siro di Milano , a tutti gli imprenditori aderenti ILAS Imprenditori Associati Lainatesi , in alcune compagnie di jet privati , nelle più importanti concessionarie BMW , nelle gioiellerie Verga e Villa di Milano , in tutti gli alberghi , ristoranti e SPA di San Martino di Castrozza consorziati al Trekking Golf e nelle migliori edicole di Milano , al Museo Nicolis ed è omaggiato a tutti gli abbonati de "Il Sole 24 Ore" di Milano ; è inviato in formato digitale e personalizzato tramite e-mail , iphone e ipad a 250.000 tra professionisti , imprenditori , banchieri , dirigenti , soci di golf club e di organizzazioni come Rotary e Lions , alle Associazioni di categorie aderenti a Federgolf e ai membri di Enti Morali come Amici Centro Dino Ferrari , Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica , AIDOS Associazione Donne Impegnate nel Sociale , Fondazione Padre Pio ; è visionabile nell?archivio storico sul sito internet www.golfpeople.eu ed è presente con una pagina ufficiale su Face Book e Twitter .

Golf People Club Magazine , il sistema editoriale integrato del golf italiano dove i golfisti si ritrovano per consolidare le conoscenze avviate sul green , vanta una diffusione tra la versione digitale e quella cartacea di oltre 250.000 copie , utilizza , attraverso le proprie risorse umane interne 13 lingue straniere quali italiano , spagnolo , giapponese , russo , coreano , bulgaro , cinese , inglese , tedesco , portoghese , arabo , francese , tedesco sta diventando il punto di riferimento a livello mondiale per il golf italiano e può contare su corrispondenti ed associati nelle seguenti città : Milano , Roma , Bari , Torino , Firenze , Lugano , Ginevra , Zurigo , Montecarlo , Londra , New York , Tokyo , Seoul , San Paolo , Mosca , Dubai , Hong Kong , Windhoek .

Golf People Club Magazine

Via Mac Mahon 50 20155 Milano

Telefono 02 34.537.274 r.a. Telefax 02.34.537.282

www.golfpeople.eu www.fobo.it www.assoconsulenza.com

info@golfpeople.eu

Direttore Responsabile Stefano M . Masullo www.golfpeople.eu

 

 

 

 

 

Al presente link si trova la brochure di presentazione di Golf People Club Magazine

http://www.golfpeople.eu/?page_id=2

http://www.golfpeople.eu/wp-content/uploads/2011/pdf/golfpeople_presentation2.pdf

 

 

 

 

 

 

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota