sabato 21 settembre 2013

“FINO ALLA TUA BELLEZZA”



"FINO ALLA TUA BELLEZZA"


GROTTAFERRATA - Sabato 28 settembre dalle ore 18, presso la Sala Teatro ex Istituto "Sacro Cuore" (via Garibaldi, 10), l'Associazione Nuovi Orizzonti Tuscolani unitamente alla Comunità Militante Castelli Romani, Libreria Mondadori Cavour e Il Campo, presentano il nuovo libro dello scrittore e giornalista Gabriele Marconi "Fino alla tua bellezza" (Castelvecchi editore). Interverranno  l'autore, l'Avv. Piet Schutzmann (Presidente Associazione Nuovi Orizzonti Tuscolani), Giampiero Fontana (vice Presidente Associazione Nuovi Orizzonti Tuscolani), Roberto Valacchi (coordinatore Comunità Militante Castelli Romani).

"Fino alla tua bellezza" è l'ultima fatica editoriale del giornalista e scrittore Gabriele Marconi. Tra i fondatori della Società Tolkieniana Italiana, Marconi ha collaborato al "Dizionario dell'universo di J.R.R. Tolkien". Ha partecipato, inoltre, come autore alla trasmissione di Radio2 Rai "La Storia in giallo" e inciso due album musicali: "Noi felici pochi" e "In viaggio". Tra i suoi libri, L'enigma di Giordano Bruno (Minotauro, 1996), Io non scordo(Fazi, 2004. Finalista al Premio Alfredo Cattabiani), Le stelle danzanti, il romanzo dell'impresa fiumana (Vallecchi, 2009).

Ora Marconi ha deciso di raccontare una storia di uomini immersi in un contesto storico fondamentale per la storia europea. Una storia d'amore e di lacerazioni, di idee e di combattimenti.

Spagna, 1937. In una nazione sconvolta da una sanguinosa Guerra civile Giulio Jentile e Marco Paganoni, dopo aver condiviso il fermento rivoluzionario dell'impresa fiumana di Gabriele d'Annunzio, si ritrovano sul fronte franchista a combattere una loro guerra diversa e privata. All'indomani della battaglia di Guadalajara, si avventurano dietro le linee nemiche per salvare l'anarchico Dado, loro compagno a Fiume, ora condannato a morte dagli stalinisti. Inizia così il romanzo di Marconi, fondato sull'amicizia e sul coraggio, dove la Storia non è che il tragico sfondo contro il quale gli uomini lottano per restare fedeli ai propri ideali e ai propri affetti.

È in nome di questa fedeltà che si rischia la vita, e sarà l'amore per una donna a portare Giulio fino in Eritrea, per un'ultima solitaria avventura. Gabriele Marconi ricostruisce con vivezza di particolari la Spagna e l'Africa degli anni trenta, mescola i suoi eroi, alterna riflessioni malinconiche e colpi di scena per dare vita a un'epica esemplare e sincera. (F.G.)

Nicola Felice Torcoli. Hasta la pittura sempre

La galleria d'arte contemporanea Amy-d Arte Spazio di Milano presenta la mostra personale di Nicola Felice Torcoli "Hasta la pittura sempre" a cura di Anna d'Ambrosio. 
Opening giovedì 26 settembre 2013 alle ore 18.30, fino al 13 ottobre. 
Amy-d Arte Spazio è in Via Lovanio 6, Milano (MM2 Moscova).
Per informazioni: www.amyd.it, info@amyd.it.
Press Vittorio Schieroni: vittoschiero@tin.it.

Corri Diano, in vista un progetto nelle scuole



COMUNE DI DIANO MARINA
Golfo Dianese •
Riviera dei Fiori • Provincia di Imperia • Liguria

Comunicato stampa di sabato 21 settembre 2013

Per sensibilizzare i ragazzi e le famiglie alla buona alimentazione e alla prevenzione del doping nello sport

Corri Diano, in vista un progetto nelle scuole

Chiefari: "Contentissimi di come sono andate le tre giornate dianesi"

Il logo dell'Associazione Corri Diano https://dl.dropboxusercontent.com/u/4234348/corridiano_med.png

A distanza di alcuni giorni dal termine della manifestazione che per tre giorni ha catalizzato l'attenzione degli sportivi del Golfo dianese, Michele Chiefari, presidente di Corri Diano traccia un primo bilancio e si dice pienamente soddisfatto: "Siamo tutti contentissimi di come sono andate le tre giornate dianesi - spiega - i temi che sono stati affrontati durante i convegni hanno riscosso un notevole interesse, tanto che stiamo pensando di organizzare un progetto di sensibilizzazione nelle scuole, con incontri formativi per i ragazzi e per le famiglie, dedicati alla buona alimentazione e alla prevenzione del doping nello sport. I relatori, la Dott.ssa Clara De Maria (laureata in Dietistica e consulente nutrizionale) e la Dott.ssa Lara Rebecco (Psicologa), si sono resi disponibili così come l'Assessore allo sport Francesco Bregolin e il Consigliere delegato alle manifestazioni Davide Carpano. Tutti hanno apprezzato gli interventi del Prof. Donati, punta di diamante del nostro evento". Molto bene é andata anche la gara della domenica: "Esattamente .- conclude Chiefari - con 150 adulti e 30 bambini partecipanti la manifestazione é andata oltre ogni più rosea previsione. Voglio ringraziare gli sponsor che hanno sostenuto la nostra iniziativa, il Comandante della Polizia Municipale, il Comitato di Viale Kennedy, la Protezione Civile".

Per ulteriori informazioni stampa:
Ufficio stampa del Comune di Diano Marina
FEDERICO CRESPI & ASSOCIATI
+39.392.970.91.24

ANTISPAM STANDARD DISCLAIMER: La comunicazione viene inviata ai  facenti parte delle mailing-list di Federico Crespi & Associati. I dati acquisiti non verranno diffusi a terzi e saranno trattati nel rispetto delle regole previste dalla Legge 675/96 e disposizioni del "Codice in materia di protezione dei dati personali", decreto legislativo del 30 giugno 2003, n. 196. Per essere esclusi dalle mailing-list di Federico Crespi & Associati, inviare un messaggio contenente la dicitura "cancellatemi dalla mailing-list di Federico Crespi & Associati" al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

PRIVACY: Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società  sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell'art. 616 c.p., che ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio  al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

venerdì 20 settembre 2013

Giornata Mondiale del Rinoceronte 2013

www.andreazanoni.it

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo        


Comunicato stampa del 20 settembre 2013

Giornata Mondiale del Rinoceronte 2013

 

L'eurodeputato Andrea Zanoni appoggia la manifestazione nazionale contro la caccia al rinoceronte, specie ormai in via d'estinzione. "La vita di un rinoceronte vale più di un corno. Diamo un segnale forte per spingere le istituzioni a usare il pugno duro contro i criminali che li uccidono"

 

Andrea Zanoni, eurodeputato ALDE e vice presidente dell'Intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli Animali al Parlamento europeo, appoggia la manifestazione del 22 settembre a Roma in occasione della Giornata Mondiale del Rinoceronte organizzata dal Gruppo Romano per la Difesa di Elefanti e Rinoceronti GRIDER. "La vita di un rinoceronte vale più di un corno. I rinoceronti rischiano l'estinzione a causa dell'assurda caccia al loro corno. Diciamo basta a questa barbarie ed evitiamo che questa bellissima specie si estingua per sempre".

 

L'associazione GRIDER sarà in piazza del popolo a Roma dalle 16.30 alle 19  domenica 22 settembre in occasione della Giornata Mondiale del Rinoceronte. Il rinoceronte rischia l'estinzione poiché la medicina tradizionale asiatica reputa il loro corno un rinvigorente della sessualità maschile e rimedio per altre malattie. In realtà il corno del rinoceronte è fatto di cheratina, la stessa sostanza delle nostre unghie

 

"Il drammatico aumento della caccia di frodo negli ultimi anni, è dovuto anche al fatto che la criminalità organizzata ha scoperto i corni di rinoceronte come fonte di guadagno – spiega Zanoni – Il dramma dei rinoceronti non è più solo un fatto ambientale ma un vero e proprio crimine organizzato che ha canali e radici anche in Europa".

 

"Recentemente la Commissione europea ha destinato quasi due milioni di euro all'organo di polizia internazionale INTERPOL per sostenere la lotta ai reati contro le specie selvatiche e proteggere le risorse naturali mondiali – aggiunge l'eurodeputato - Mi auguro che l'Europa possa mettere a disposizione cifre ancora più sostanziose ma che soprattutto invii degli ispettori nei luoghi incriminati. Nel frattempo è importante dare un segnale forte di rifiuto di simili barbarie scendendo in piazza il 22 settembre a urlare il nostro NO".

 

Sempre a Roma il 4 ottobre, in occasione della Giornata mondiale degli Animali, si svolgerà l'evento nazionale della Marcia Internazionale per gli elefanti organizzato da GRIDER con l'adesione di Lipu, Oipa e Federetrek.

 

BACKGROUND

 

Il traffico illegale con specie in via d'estinzione si trova ormai al terzo posto, subito dopo quello di droga e di armi, tanto che per combatterlo più efficacemente è stato creato un "consorzio" tra la Convenzione internazionale sul commercio con specie minacciate (CITES) l'Interpol, l'Ufficio delle Nazioni Unite per il controllo della droga e la prevenzione del crimine (UNODC), la Banca Mondiale e l'Organizzazione mondiale delle dogane (WCO).

 

L'8 marzo 2013 a Mestre Zanoni ha organizzato la conferenza "La corsa del Ghepardo contro l'estinzione. La lotta antibracconaggio in Africa" insieme alla Dottoressa Elisabetta Von Hoenning O'Carrol, responsabile italiana del Cheetah Conservation Fund (CCF) e Gianni Bauce, guida professionista accreditata presso Field Guides Association of Southern Africa e THETA, oltre che autore di libri sull'Africa.

Il 12 luglio 2013 a Treviso Zanoni ha organizzato la conferenza "Orfani d'avorio! Una nuova vita per le vittime del bracconaggio"  insieme al Medico Veterinario Aldo Giovannella, fondatore di Pengo Life Project e Ambasciatore per l'Italia di The David Sheldrick Wildlife Trust di Nairobi.


Presidio no Discarica Divino Amore. Il ministro Orlando sotto schiaffo di Sottile


Presidio no Discarica Divino Amore. Il ministro Orlando sotto schiaffo di Sottile

ROMA, 20 settembre 2013 - "Quando Orlando licenzierà Sottile?" E' quanto si domanda il Presidio No discarica Divino Amore, dopo la lettura della nuova relazione del commissario straordinario ai rifiuti

"E' sconcertante - continua il Presidio - leggere che in una relazione tecnica il commissario detti al ministro che l'ha incaricato il testo attributivo e ampliativo dei poteri per l'ulteriore svolgimento dell'incarico, a seguito dell'eventuale avvio della discarica di Falcognana".

"Ciò determina il completo ribaltamento delle posizioni istituzionali con il complessivo stravolgimento dell'assetto dei poteri previsti dall'ordinamento giuridico italiano. Questo rappresenta una lezione insopportabile degli equilibri democratici, peraltro, con la conseguenza di causare danni irreparabili e irreversibili all'ambiente e alla salute dei cittadini. Quanto altro tempo dobbiamo ancora pazientare prima che il ministro licenzi Sottile?"

"Alla solita sequela di superficialità e inadeguatezza, nell'audizione del commissario in commissione ambiente alla regione Lazio, abbiamo avuto l'autocertificazione della sua manifesta e gravissima incompetenza. In quella sede, infatti, Sottile ha candidamente dichiarato che era possibile conferire nella stessa discarica "fluff" e rifiuto urbano trattato. Invitiamo il ministro - precisa il Presidio - a verificare le disposizioni di cui al decreto legislativo n. 36/2003, il cui articolo 6 da questo punto di vista non lascia adito a dubbi".

Per queste ragioni il Presidio ritiene che il mandato a Sottile debba essere immediatamente revocato e qualora ciò non dovesse avvenire, domani nel corso dell'assemblea popolare costituente per l'ambiente verrà posta ai voti la responsabilità politica del ministro Orlando.


--
Redazione del CorrieredelWeb.it


FurtidiRame.com – L'innovativo sistema di sicurezza contro i furti di rame

"WireWatch" è la soluzione definitiva contro i furti di rame, l'unica presente sul mercato. Un progetto selezionato dalla Commissione Europea (Progetto Pol Primett) nel quadro della prevenzione della sicurezza pubblica e della lotta contro la criminalità. Una piattaforma che può essere applicata in diversi settori inerenti la sicurezza pubblica e privata. 

"Sigurconsult – Tecnologie per la Sicurezza" è in grado di proporre "WireWatch", un nuovo sistema di sicurezza contro il furto di rame, fenomeno divenuto dilagante negli ultimi anni a causa del costo elevato di questo metallo. La versatilità di questo sistema contro il furto dei cavi di rame, permette di evitare i costi di nuove installazioni e manodopera.

"WireWatch" è un antifurto per rame che controlla le linee elettriche e di comunicazione (in settori come l'illuminazione pubblica, sistemi di pompaggio dell'acqua, impianti fotovoltaici, rete ferroviaria o stazioni radio base (B.T.S.), gestori di telefonia), comunicando tempestivamente qualsiasi tentativo di furto, sabotaggio o manomissione, localizzando il punto esatto in cui si è verificato l'evento.

"WireWatch" è l'unico antifurto presente sul mercato, studiato appositamente per contrastare i ladri di rame. La protezione e la prevenzione contro i furti di rame, rendono questo sistema di allarme antifurto, un prodotto leader nel mercato con una tecnologia avanzata e innovativa (maggiori dettagli e informazioni tecniche su www.furtidirame.com).

Ingenti i danni provocati al bene pubblico e privato, ai cittadini e alle infrastrutture pubbliche. Tra i più colpiti vi sono l'illuminazione pubblica, operatori telefonici, ferrovie, metropolitane, autostrade, poligoni industriali, impianti fotovoltaici. Numerose altresì le città colpite dai furti di rame in Italia, tra cui Roma, Genova, Milano, Napoli, Bari, Bologna, Torino, Firenze, Palermo, Venezia, Perugina, Trento, Cagliari, Aosta, Potenza, L'Aquila, Catanzaro, Trieste, Ancona, Campobasso.

 

 Autore della pubblicazione: Sigurconsult – Tecnologie per la Sicurezza

Contatto telefonico: 011/9533906

Sito Web: www.furtidirame.com

 E-mail: info@furtidirame.com

Home Theatre Samsung: omaggio solo online

Se non visualizzi correttamente l'immagine clicca qui
SkyIl suono dà spettacolo  

SOLO ONLINE
Home theatre Samsung
IN REGALO

HOME THEATRE SAMSUNG fino al 22 settembre
Abbonati. Clicca qui
Sei già cliente Sky?
Presenta un amico a Sky,
ricevi 100 euro di sconto sull'abbonamento.

Se non vedi il messaggio, puoi usare questo link.

Per revocare l'iscrizione alla lista di www.corrieredelweb.it, cancellati qui.

Mail-Maker

Jenny Morris, una gourmet simpatica negli uliveti Gaaci e Morga


Comunicato stampa di venerdì 20 settembre 2013 

Il broadcaster inglese Sweet TV ha registrato nei giorni scorsi un programma che andrà in onda su Food Network TV

Jenny Morris, una gourmet simpatica negli uliveti Gaaci e Morga

Galleria fotografica

Nei giorni scorsi la valle Argentina è stata il set di un programma televisivo che il broadcaster inglese Sweet TV sta realizzando tra la Riviera ligure e la Costa azzurra. Non poteva mancare un focus sull'oliva taggiasca, che il team guidato dalla celeberrima Jenny Morris, "The Giggling Gourmet" (il gourmet simpatico) una delle personalità più amate nel mondo del food in Sud Africa e non solo, ha realizzato negli uliveti Morga e Gaaci, dell'Azienda agricola Gaaci di Rossella Boeri che conferisce le olive al Frantoio Roi. La troupe anglofona, dopo aver passato una intera giornata a riprendere gli straordinari carrugi di Badalucco, ha potuto comprendere le differenze tra l'oliva taggiasca e i metodi artigianali di coltivazione liguri, rispetto a quelli industriali di altre zone d'Italia e d'Europa. Non è mancata una degustazione di olio e di paté d'olive. Il programma andrà in onda sulle principali catene televisive anglofone, a partire da Food Network TV.

Galleria fotografica  http://www.fcea.it/it/galleria-stampa/291

Per ulteriori informazioni stampa:
Ufficio Stampa OLIO ROI Badalucco
FEDERICO CRESPI & ASSOCIATI
ufficiostampa@fcea.it
+39.392.970.91.24

---

Roi è un piccolo produttore che propone oli extra vergine di altissima qualità, dei veri e propri cru, extravergini millesimati frutto di una sapiente selezione annuale e territoriale delle migliori olive Taggiasche. Il frantoio Roi si trova immerso tra i colori ed i profumi della valle Argentina, nell'entroterra di Sanremo, Riviera ligure di Ponente. A Badalucco, tra gli ulivi contorti e i muretti a secco, l'aria sa ancora di mare ma siamo quasi in montagna, una magica terra di mezzo dove la fatica antica di secoli dona il suo nettare dorato, l'Olio extra vergine di oliva Taggiasca. Il frantoio Roi ed il caratteristico negozio - dove il passante può sostare per degustare e comprare i prodotti Roi - sono situati all'inizio dell'abitato di Badalucco, mentre gli uliveti si trovano in località Gaaci, fra i 350 e i 500 mt slm e in località Morga, a Montalto ligure. Oltre che nel negozio di Badalucco, i prodotti Roi sono in vendita nei più importanti negozi di alti cibi del mondo, Germania, Stati Uniti, Dubai, Giappone, Svizzera, Austria, e ovviamente in Italia. Eataly, il prestigioso store specializzato nella vendita e nella somministrazione di generi alimentari tipici e di qualità, ci onora della sua preferenza. Oltre agli oli, tipiche della produzione Roi sono le olive Taggiasche in salamoia o denocciolate in olio extra vergine, il pesto e le salse della tradizione locale. Tutti i prodotti della ditta Roi sono conservati in olio extra vergine di oliva che ne esalta le caratteristiche ed il gusto e ne garantisce una perfetta conservazione. Il frantoio Roi è raggiungibile in pochi minuti dallo svincolo autostradale Arma di Taggia dell'Autostrada dei Fiori A10, proseguendo sulla statale 548 per Badalucco-Triora. L'aeroporto internazionale di Nizza (Francia) dista 80 km, quello internazionale di Genova 140 km. Per chi arriva in treno, si consiglia di scendere alla stazione Taggia-Arma e proseguire in autobus o taxi (10 km) per Badalucco.

Olio Roi di Boeri Franco
Via Argentina, 1
18010 Badalucco (IM)
Tel +39 0184 408004
www.olioroi.com

---

ANTISPAM STANDARD DISCLAIMER: La comunicazione viene inviata ai  facenti parte delle mailing-list di Federico Crespi & Associati. I dati acquisiti non verranno diffusi a terzi e saranno trattati nel rispetto delle regole previste dalla Legge 675/96 e disposizioni del "Codice in materia di protezione dei dati personali", decreto legislativo del 30 giugno 2003, n. 196. Per essere esclusi dalle mailing-list di Federico Crespi & Associati, inviare un messaggio contenente la dicitura "cancellatemi dalla mailing-list di Federico Crespi & Associati" al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

PRIVACY: Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società  sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell'art. 616 c.p., che ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio  al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

SOFORT CRESCE IN ITALIA: siglata partnership strategica con Sevenlike

SOFORT Banking e Sevenlike, un accordo per la soddisfazione di merchants e clienti

 

Milano, 17 Settembre 2013

SOFORT AG stringe una nuova importante partnership con l'e-commerce provider Sevenlike. SOFORT, il metodo di pagamento più usato in Germania per gestire bonifici online, da Gennaio è attivo anche in Italia, riscuotendo da subito l'interesse di addetti al settore e buyer online.

Grazie a questo accordo, Sevenlike potrà offrire a tutti i propri clienti il nuovo sistema di pagamento tramite bonifico, da integrare all'interno dei siti di e-commerce per rendere continuo il processo di acquisto e migliorare l'esperienza dei clienti.

I vantaggi per i venditori che scelgono di offrire questo metodo innovativo sono tangibili sia dal punto di vista economico che amministrativo, perché si vanno a semplificare le procedure di riconciliazione bancaria.

La sicurezza e la rapidità di SOFORT vengono già apprezzati anche dai clienti finali che transano con rapidità senza dover lasciare i carrelli degli acquisti per ordinare un bonifico dal proprio home banking.

SOFORT è gia presente su circa 25.000 negozi online e gestisce ogni ora più di 3000 transazioni, per un totale transato di 1,7 miliardi di Euro nel 2012. In Italia il sistema si sta già diffondendo su siti molto trasversali tra loro per dimensioni e categorie, come Pixartprinting, Phone&Go e Venchi.

Il sistema di pagamento di SOFORT si installa facilmente sulla piattaforma e-commerce Magento, di cui Sevenlike è partner ufficiale nel mercato italiano, grazie a un plug-in in italiano già scaricabile dal sito di Magento.

 

 

Sevenlike

Sevenlike è un e-commerce Provider, specializzato in progettazione e sviluppo di soluzioni e-commerce, web marketing e mobile. Ad oggi conta un portfolio di oltre 40 clienti attivi, che spazia su settori molto diversi, dal no-profit come Save the Children, da Giordano Vini ad Angelico. Sevenlike è partner ufficiale Magento per l'Italia. Questo garantisce una competenza verticale su di un prodotto tanto completo quanto complesso, che può essere il giusto strumento per un progetto di successo.

 

 

SOFORT AG e SOFORT Bank

Con il sistema di pagamento SOFORT Banking, SOFORT AG offre un prodotto innovativo per acquisti sicuri via Internet di merce e beni digitali. L'azienda di Gauting, vicino Monaco di Baviera, con il suo prodotto SOFORT Banking, è leader di mercato fra i procedimenti di bonifico diretto in Germania. Oltre 25.000 negozi online realizzano più di due milioni di transazioni al mese con SOFORT Banking. In aggiunta alla Germania, si può usufruire del servizio anche in Austria, Svizzera, Belgio, Paesi Bassi, Regno Unito, Italia, Spagna e Polonia. Dal 2010 SOFORT AG coopera con la Deutsche Kontor Privatbank AG. Quest'ultima, insieme a SOFORT AG, offre sotto il marchio SOFORT Bank una banca e-commerce specializzata in clienti business. I prodotti e servizi di SOFORT Bank aiutano a ottimizzare i processi operativi dei commercianti online.

 

 

 

SOFORT AG

via pietrasanta 12

20141, Milano

Italia

 

sales.italia@sofort.com

02 45075254

 

Sevenlike s.r.l.

via Ripamonti, 1

20135, Milano

Italia

 

info@sevenlike.com

02 47957058

Randagismo, AssoCanili concorda con SIVeLP: ''qualcuno di volontariato ci campa''

"La gestione dei cani randagi e' per il 75% nelle mani delle associazioni animaliste. Ed il business esentasse si allarga con canili, agenzie di comunicazione, uffici legali, ambulatori, staffette, donazioni, eredita', costituzioni di parti civili, ecc." Concorda in buona parte con l'articolo intitolato "+ microchip + sterilizzazioni = - randagi", scritto da Angelo Troi, Segretario Nazionale del Sindacato Italiano Veterinari Liberi Professionisti, il Presidente dell'Associazione di Categoria dei Gestori di Strutture di Ricezione degli Animali Domestici e Consigliere Nazionale FederFauna Michele Visone.


E' evidente che colgo in  questo articolo, di cui condivido buona parte, la realta' di una serie di problemi, di lunga data, che hanno la caratteristica della difficile soluzione. In tutti questi anni di slogan, frasi pietistiche, campagne e quanto necessario a risaltare il problema, c'e' stata un elemento che ha accompagnato il percorso e che e' sempre apparso come la madre sfruttatrice del problema: "il business dei canili", chiaramente slogan indirizzato ai privati. Ebbene, in questo articolo ci sono passaggi che colgono,  ed aggiungo, centrano il  problema e le relative  rilevanti responsabilita', anche se facendo apparire la vera fonte marginale nel sistema.

"Qualcuno di volontariato "ci campa"". Ed il business esentasse si allarga con canili, agenzie di comunicazione, uffici legali, ambulatori, staffette, donazioni, eredita', ( aggiungerei parti civili opportunistiche )ecc… E' tutto qui. Un mercato il cui valore supera i 500.000.000,00 di euro annui (2.000.000.000,00 di euro di filiera) che e' per il 75% nelle mani di associazioni. Piu' che di "Business dei canili" lo chiamerei "Associazioni animaliste SPA".

Concordo sul volontariato benemerito, che ritengo indispensabile, da lodare e soprattutto da valorizzare, in quanto troppo  offuscato da bandiere ed etichette che altro non fanno che rastrellare fondi per bilanci milionari permettendosi di spendere centinaia di migliaia di euro sotto le voci "campagne istituzionali" o "promozione dell'associazione".

Mentre piu' risorse nelle mani dei veri volontari farebbero seri risultati, la potenza mediatica, politica ed economica di chi ha acquisito questo mercato, tentando anche di monopolizzarlo, e' riconoscibile dal fatto che i maggiori "lagher" italiani sono gestiti da associazioni animaliste travestite, eppure, la repressione organizzata e' indirizzata su altri.

Campagne "svuota canili" dove poi si scopre che le destinazioni dei cani siano canili gestiti da chi ne predica lo svuotamento. Da una nostra verifica abbiamo constatato che i prezzi, passata la fase cosiddetta mediatica e finalizzata all'occupazione del territorio, lievitino, sotto una serie di voci nascoste qua e la' nelle delibere, incredibilmente. Risultato finale: nessun risparmio per i Comuni che, pur di sottrarsi ad una pressione continua da parte delle associazioni travestite, cedono e molte volte si chinano ad affidare loro  canili e servizi. Dove e' finito il principio del volontariato quando le associazioni vivono e navigano nel mondo delle gare di appalto per centinaia di migliaia di euro?

Leggevo in questi giorni un articolo di Francesco Parmiciano, Segretario di FederFauna Campania, che riflettendo su questa realta' del settore si poneva una domanda e si dava anche una sensata risposta: ''Ma quale impresa? Con gli animali meglio una bella Onlus!''. Cosa che da qualche anno  e' serio oggetto  di valutazione anche nella nostra associazione . Elencava una serie di vantaggi difficilmente opinabili e che si acquisivano per il solo fatto che ci fosse il marchio "associazione animalista": un nome una garanzia.

D'altronde, chi vive il settore sa benissimo e non puo' negare che gia' dai controlli effettuati nelle strutture dalle Autorita' preposte l'approccio cambia come per incanto, mostrandosi tra strutture private e quelle gestite dalle associazioni, rispettivamente, pieno di pregiudizi per i primi, disponibile ad illimitate comprensioni e concessioni per gli altri.

Ritengo il sistema messo in campo da questo settore "travestito" in ordine all'acquisizione dei servizi di gestione dagli enti pubblici mediante affidamenti e gare di appalto, tra i piu' ingegnosi  degli ultimi decenni, perche' fondato su una architettata credibilita' che esenta da  attenzioni "opportune" su procedure di dubbia ( molto dubbia, moltissimo dubbia, certamente dubbia, documentabilmente dubbia) regolarita'.  Eppure, fidatevi, nemmeno le certezze reggono il  confronto con la forza delle etichette. Difficile trovare volontari veri che comprano case nel Mar Rosso con i contributi finalizzati all'assistenza dei cani. Difficile trovare volontari veri che adoperano la loro posizione politica per spazzare dalle gestioni di canili pubblici volontari veri, o societa' private per poi accaparrarsi appalti con conseguenti pessime gestioni.

Credo che basti vedere dove sono gli interessi, chi li gestisce, come li gestisce e con quali risultati, al di la' delle operazioni mediatiche studiate  a favorire  questa o quella organizzazione associativa, questo o quel politico, ed allora forse si comprendera' perche' non si risolve il problema.

Mi piace concludere, come faccio spesso, con una frase che spiega la realta' della situazione: bisogna distinguere chi da una passione si inventa un progetto da chi dai progetti si inventa le passioni. Lavorare guadagnando,  pagando tasse ed impiegando risorse umane e' legittimo oltre ad essere il principio su cui si fonda la nostra Costituzione, nascondersi dietro false passioni per sottrarre soldi pubblici illecitamente, non pagando tasse, non contribuendo alla forza lavoro, sottraendo soldi sotto la voce "rimborsi spese"dovrebbe essere, com'e', un vero motivo di vergogna.

Michele Visone, Presidente AssoCanili, Consigliere Nazionale FederFauna


Ragusa - Heritage Sicilia Festival, sabato la premiazione delle mostre-concorso

Agli organi di Stampa


Ragusa, 20/09/2013


Heritage Sicilia Festival, sabato la premiazione delle mostre-concorso

Sabato 21 settembre alle ore 18.00 nella Chiesa di S. Vincenzo Ferreri, con la consegna dei premi ai vincitori dei Concorsi internazionali di pittura e di fotografia, si concluderà la Settimana del Folklore e della Sicilianità, il primo dei tre appuntamenti previsti nell'ambito della prima edizione dell'Heritage Sicilia Festival, organizzato dal Centro Studi Helios e dall'Associazione culturale Heritage Sicilia con il patrocinio del Comune di Ragusa.

Per il concorso fotografico internazionale "Heritage Sicilia 2013", la giuria composta da Ignazio Caloggero, Guido Cicero, Salvatore Brancati, Emanuele Sgarlata, Vincenzo Giompaolo, premierà le foto "Scala dei Turchi" scattata da Alfonso Zammuto (1° classificato), seguito da "Uno sguardo sul passato" di Salvatore Gulino (2°) e da "A Sciuta" di Simone Manciagli (3°). Una menzione speciale andrà anche alle foto di Angela Boccalini ("Tramonto sulle saline") nella sezione Natura, Emanuele Amenta ("Granfonte" - Leonforte) nella sezione Patrimonio storico-artistico, Lello Fargione ("Ore 13 A Sciuta") nella sezione Folklore e Salvo Alibrio ("Preghiere autunnali") nella sezione Varie, che sono risultate tra le più votate nelle singole aree tematiche. Ai primi tre classificati, i cui lavori sono stati selezionati tra oltre 900 fotografie in concorso, andranno un premio in denaro (cinquecento euro per il 1°, duecento per il 2°), più una targa e un catalogo multimediale personalizzato, pubblicato nei siti del circuito "Hermes in Rete". Agli autori delle foto più votate nelle singole sezioni del concorso andranno una targa ricordo, più un catalogo multimediale personalizzato. Oltre 300 scatti, infine, saranno inseriti nel catalogo multimediale del concorso fotografico "Heritage Sicilia 2013".

Per il concorso internazionale di pittura "La Sicilia e i suoi colori", la giuria composta da Salvatore Fratantonio, Giorgio Sparacino, Franco Caruso, Luigi Castellana e Rossella Smarrocchio assegnerà il primo premio (cinquecento euro, targa e catalogo multimediale personalizzato) a Eddy Bettiol per l'opera "Piazza Pretoria Palermo"; il secondo premio (duecento euro, targa e catalogo multimediale personalizzato) a Gianpietro Sorgato per le sue "Pale di Fichi d'India" e il terzo premio (targa e catalogo multimediale personalizzato) a Emanuela Iemmolo con "Primavera Iblea".



Info e contatti
Associazione Heritage Sicilia
Tel. 0932 066058 / 333 7781708
fax 0932 4130886
web:http://www.heritagesicilia.it
mail:redazione@heritagesicilia.it


--
INpress ufficio stampa 
di Giovanni Criscione
p. iva. 01467520886
Via Assì 13, Modica (RG)
tel. 0932 752707
cell. 329 3167786

giovedì 19 settembre 2013

Dispenser Omia Laboratoires: Nuovo dispenser erogatore elimina il rischio di contaminazioni da metalli pesanti

Omia Laboratoires si fa sempre più bio e rinnova il packaging dei propri prodotti puntando sul nuovo dispenser erogatore senza parti metalliche a contatto con il prodotto, eliminando così il rischio di contaminazioni da metalli pesanti nei 4 non sapone mani e viso della linea ecobiologica. Omia Laboratoires sempre più attenta alla qualità che viene realizzata non solo a partire dagli ingredienti – prevalentemente di origine naturale e biologica, come l'olio di mandorla, l'olio di argan e l'olio di jojoba, tutti da estratti a freddo e da agricoltura biologica certificata – ma anche dai materiali impiegati nelle proprie confezioni.

OmiaNonSapone

L'innovativo dispenser erogatore senza parti metalliche è già in commercio nelle confezioni dei 4 non sapone Omia Laboratoires all'Olio di Jojoba, Mandorla, Argan e Aloe Vera, i nuovi detergenti privi di saponi sintetici di Omia Laboratoires per l'igiene e la cura del viso e delle mani con formule a PH fisiologico.
I non sapone Omia Laboratoires contengono 0% SLES (Senza Sodium Laureth Solfato) e non contengono coloranti sintetici, parabeni (paraben free), oli minerali, PEG, siliconi e glicole propilenico. Possono inoltre essere usati frequentemente, essendo dermatologicamente testati.
I prodotti Omia aderiscono allo standard Internazionale NO TEST ANIMALI garantito da LAV.
L'azienda pone attenzione alla dermocompatibilità dei suoi prodotti anche per i soggetti sensibili al nichel. Ogni lotto di produzione è testato per il suo contenuto di nichel, cromo e cobalto da un laboratorio accreditato. I risultati sono costantemente inferiori a 1 p.p.m. ovvero lo 0,0001%.

Omia4NonSapone

Testare il contenuto di nichel, cromo e cobalto su ogni lotto di produzione è un altro elemento distintivo della vision produttiva di Omia Laboratoires. Con Omia il consumatore ha la certezza di acquistare un prodotto controllato.

Omia

FONTE: Omia Laboratoires

Discarica Falcognana. La capogruppo del Pd sfiduciata



ROMA, 19 settembre 2013 - I consiglieri Pd del IX MUnicipio di Roma, Alessandro Lepidini e Giuseppe Contenta si dissociano dall'operato della capogruppo Paola Vaccari, in sede di conferenza capi gruppo.

I due esponenti del partito democratico, che peraltro avevano votato contro la sua elezione a capogruppo, prendono altresì le distanze dall'operato del presidente del consiglio del IX Municipio Andrea Gargano, il quale in accordo con la capogruppo ha negato il richiesto consiglio straordinario sulla discarica alla Falcognana.

Domani stesso i due consiglieri presenteranno richiesta di consiglio straordinario per martedì prossimo 24 settembre 2013.

«Servono sempre più controlli per i trasporti degli animali»


Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo

Comunicato stampa del 19 settembre 2013

«Servono sempre più controlli per i trasporti degli animali»

La Lega Anti Vivisezione ha diffuso un videoclip che mostra le atrocità che si consumano sulle strade italiane durante i trasporti degli animali. L'eurodeputato Andrea Zanoni ha affermato: «Complimenti alla task force della Polizia Stradale, con LAV e Animal's Angel per il lavoro svolto. Le operazioni effettuate hanno portato alla luce irregolarità in 8 controlli su 10. Queste torture agli animali devono terminare per sempre»

La Lega Anti Vivisezione ha reso noti i risultati delle operazioni svolte dalla task force della Polizia Stradale, con LAV e Animals'Angels, in 56 giorni di attività sulle strade e autostrade di Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia Romagna, Marche, Toscana, Lazio e Calabria. Sono stati controllati oltre 650 veicoli e contestate 534 violazioni per 345 mila euro.

Per diffondere le vere e proprie sofferenze a cui gli animali vengono sottoposti durante i trasporti la LAV ha prodotto un videoclip (DIARIO DI VIAGGIO). Da dicembre 2012, è attiva una task force che, per una settimana al mese, vede impegnata la LAV con l'associazione Animals'Angels e al fianco della Polizia Stradale. Le operazioni della squadra, che è stata creata attraverso la formazione di 5000 agenti impegnati in 100 giornate in aula, hanno rivelato che 8 controlli su 10 sono risultati irregolari.

Dai dati resi noti risulta che il trasporto degli animali vivi verso i mattatoi coinvolge ogni anno, solo in Italia, 500 milioni di animali, 5 milioni dei quali affrontano distanze inaccettabili, con viaggi che durano diversi giorni, a temperature che d'estate superano i 40 gradi, spesso senza soste o cibo e acqua adeguati.

L'eurodeputato Andrea Zanoni, vice Presidente dell'Intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli Animali al Parlamento europeo ha affermato: «Sono anni che le associazioni animaliste denunciano la vergognosa situazione dei trasporti degli animali vivi e si battono affinché vengano garantite condizioni più dignitose. Non è più accettabile che queste povere bestie, già condannate alla morte nei macelli, vengano sottoposte anche a situazioni al limite della sopravvivenza: ammassate senza pietà, lasciate senza acqua e cibo sufficiente, sottoposte a viaggi di decine di ore senza alcuna sosta. Non è più possibile scoprire mucche, maiali e ovini con le zampe spezzate o con ferite aperte. Appoggio pienamente la battaglia della LAV che da anni chiede normative che mettano fine a queste inutili sofferenze, introducendo limiti temporali massimi al trasporto degli animali e adottando politiche che non sovvenzionino più con fondi pubblici l'apertura di grandi macelli industriali che richiedano la movimentazione di decine di migliaia di animali».

Zanoni ha aderito, infatti, alla campagna internazionale "8 hours", che chiede all'UE di istituire il limite massimo di 8 ore per i trasporti di tutti gli animali vivi in Europa: « Troppi trasportatori e  allevatori si fanno beffe del Regolamento comunitario n.1 del 2005, che vieta espressamente il trasporto di esemplari stremati, malati e incapaci di reggersi in piedi - ha concluso l'eurodeputato - Senza dimenticare che le condizioni del trasporto non sono solo fondamentali per il benessere dell'animale che non deve essere sottoposto a sofferenze inutili ma sono anche nell'interesse del consumatore. I miei complimenti e il mio personale ringraziamento vanno alla task force che ogni giorno cerca di smascherare questo vergognoso traffico di esseri viventi che senza pietà vengono sottoposti a vere e proprie torture. Da parte mia continuerò a battermi affinché gli intenti dell'articolo 13 del trattato di Lisbona, che definisce gli animali "esseri senzienti", diventino finalmente realtà in tutta Europa».

BACKGROUND

novembre 2011, Zanoni aveva presentato un'interrogazione alla Commissione europea per chiedere di mettere fine al fenomeno delle mucche a terra negli allevamenti e nei macelli italiani (VIDEO). In quell'occasione, Striscia la Notizia aveva documentato le violenze agli animali durante le operazioni di carico, scarico e trasporto su camion al foro boario di Vicenza (Video) e in un macello in provincia di Avellino (Video).

maggio 2012, con un'altra interrogazione alla Commissione, l'europarlamentare ha chiesto di far rispettare dall'Italia il Regolamento comunitario, mentre a luglio 2012 ha presentato un'interrogazione per chiedere una normativa specifica per le mucche da latte all'interno della strategia UE Benessere degli Animali 2012-2015, visto che l'importanza di considerare il benessere delle mucche da latte è contemplato anche nell'Evaluation of EU policy on animal welfare, preparato dalla Commissione nel 2010.





Trivellazioni offshore, i Paesi del Mediterraneo rispettino le norme Ue

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo        


Comunicato stampa del 19 settembre 2013

Trivellazioni offshore, i Paesi del Mediterraneo rispettino le norme Ue

 

Il Commissario Ue all'Ambiente risponde all'eurodeputato Andrea Zanoni: il monitoraggio delle trivellazioni offshore spetta ai Paesi membri che entro il 2015 devono dotarsi di un programma per proteggere l'ecosistema marino. Zanoni: "I Paesi dell'area mediterranea non trasformino il Mare Nostrum in una pozza di petrolio"

 

"Il monitoraggio delle attività che generano rumore e la coordinazione con altri paesi a livello regionale spettano agli Stati membri. Gli Stati sono tenuti a istituire e attuare un programma di monitoraggio entro il 15 luglio 2014 nonché a sviluppare non oltre il 2015 un programma di misure volte a conseguire o mantenere un buono stato ecologico dell'ambiente marino entro il  2020". E' la risposta del Commissario Ue all'Ambiente Janez Potočnik all'interrogazione di Andrea Zanoni, eurodeputato ALDE e membro della commissione ENVI Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento europeo. Zanoni: "Invito tuttavia l'Ue a seguire da vicino le continue attività di esplorazione e trivellazione petrolifera nel Mediterraneo per evitare un eccessivo sfruttamento ed eventuali disastri ambientali come quello della BP nel Golfo del Messico".

 

Il commissario Ue all'Ambiente fa sapere che "la Commissione sta analizzando le relazioni presentate dagli Stati membri, in linea con la direttiva quadro sulla strategia per l'ambiente marino (Direttiva 2008/56/CE), che potrebbero contenere, tra l'altro, informazioni sulle attività offshore".

 

"Il mare Mediterraneo è sempre più esposto ad attività legate all'estrazione di petrolio e di gas. Vengono utilizzate tecnologie ad alto consumo energetico, come grosse pompe ad aria compressa sottomarine, che costituiscono una seria minaccia per l'ambiente e numerose specie marine – spiega Zanoni – Per questo Bruxelles deve sorvegliare l'operato dei paesi membri che troppo spesso concedono autorizzazioni a trivellazioni con leggerezza e spinti dall'attrattiva di facili guadagni. Bisogna fare in modo che tutte le norme ambientali europee, come quelle sul rumore sottomarino, siano rispettate alla lettera per non sottoporre il Mare Nostrum e il suo ecosistema a inutili rischi".

 

Uno studio avviato dalla Commissione sulla sicurezza delle attività di esplorazione e sfruttamento offshore nel Mediterraneo ha fornito una panoramica riguardo ad attuali e future attività offshore (per petrolio e gas) nel Mediterraneo, sulla base di un controllo documentale e della consultazione delle parti interessate (comprese le organizzazioni non governative, l'industria e le autorità competenti).

 

Aruba Newsletter Settembre - Aruba: melting-pot di culture e tradizioni

 

 

Gentilissimi,

siamo lieti di inviarvi in allegato il seguente Comunicato Stampa:

Aruba: melting-pot di culture e tradizioni

 

I costumi e le tradizioni che oggi caratterizzano l’isola felice ne rispecchiano anche la sua storia: nel corso degli anni, influenze latine, europee e amerinde, hanno conferito ad Aruba un carattere unico. Il mix di lingue, nazionalità e abitudini cha caratterizza la popolazione arubana ha fatto sì che, nella musica, nelle festività, nella medicina e in molti altri aspetti della vita privata e di quella comunitaria, diverse abitudini e tendenze si mescolassero.

 

Abitudini e tendenze che, il popolo arubano, è sempre felice di condividere con i visitatori, a cominciare dalle sue festività. Il calendario degli appuntamenti ad Aruba è ricco e variegato, dalle festività natalizie e di capodanno, a quelle più tipiche come il Betico Day, la festa nazionale che commemora il compleanno del “Liberator of Aruba”, il leader politico che ha portato l’isola all’agognata indipendenza dalle Antille Olandesi, la giornata nazionale dell’inno e della bandiera arubana, il King’s Day, la celebrazione del giorno di incoronamento del re Olandese, il Dera Gai, San Giovanni, festeggiato ormai da molti anni con particolari pratiche folkloristiche, o Sinterklass, il Saint Nicolas olandese, una figura molto simile a Babbo Natale che però viene festeggiata il 6 Dicembre.

 

Ma è soprattutto durante il famoso Carnevale che Aruba offre ai visitatori lo spettacolo più stravagante ed emozionante: un susseguirsi di festeggiamenti e parate che da Novembre alla Quaresima animano l’isola raggiungendo il culmine il week end di chiusura della manifestazione. Proprio il prossimo anno Aruba celebrerà la 60° edizione del Carnevale, e, come sempre accade in occasione dei festeggiamenti decennali, questi saranno ancora più spettacolari del solito.

 

Inoltre, numerosi eventi culturali vengono organizzati sull’isola, come il Bon Bini Festival, uno spettacolo di musica e balli locali che si svolge ogni martedì alle 18:30 presso Fort Zoutman, o il Carubbian Festival, che ogni Giovedì sera a San Nicolas celebra la ricchezza culturale e il contributo che tutti gli immigrati sbarcati sulle coste di Aruba negli ultimi secoli hanno recato all’isola.

 

I visitatori si accorgeranno quanto l’arte sia una componente fondamentale dell’isola già dal loro arrivo all’aeroporto di Aruba, le cui pareti sono adornate con opere d’arte locale. Allo stesso modo, anche alberghi e ristoranti supportano la cultura locale, esponendo opere e dipinti che, oltre a rendere l’atmosfera più accogliente e calorosa, permettono di scoprire l’arte arubana senza neanche uscire dal resort.

 

Ma, per meglio conoscere l’arte arubana, è nelle diverse fondazioni e gallerie d’arte presenti sull’isola che bisogna recarsi, come l’Ateliers ’89, un labirinto di studios e uffici sede di esposizioni e mostre o l’Unoca, che ospita la prima collezione d’arte nazionale.

Quest’ultima, situata nel centro di Oranjestad, è composta da due importanti collezioni di arte locale: la prima ne espone l’evoluzione dagli anni ‘50 fino agli ‘80, la seconda riporta le principali opere artistica a partire dagli anni ‘80 in poi.

 

E ancora: il Museo Archeologico di Aruba, il Museo della Storia, il Museo dell’Aloe e il Museo di San Nicolas sono solo alcuni dei musei che potrete trovare sull’isola e che vi permetteranno di conoscere meglio l’arte, la storia e la cultura di questa piccola, ma molto viva e stimolante, isola dei Caraibi.

 

 

Credit Immagini: Aruba Tourism Authority

 

 

Per maggiori informazioni sull' Isola di Aruba:

Global Tourist

Tel. 011 – 4546557

Email aruba@globaltourist.it

Website: www.aruba.com

 

Vi preghiamo di volerci informare qualora la presenti notizia venisse pubblicata presso la Vostra testata.

 

 

Cogliamo inoltre l'occasione per annunciarvi che siamo presenti su Facebook https://www.facebook.com/ArubaTurismo e su Twitter https://twitter.com/#!/IsolaDiAruba

 

 

Ringraziandovi per l'attenzione, porgo cordiali saluti,

Valentina Toffoletto

Ufficio Stampa

Global Tourist Consulting
Via Boucheron 14 – 10122 Torino (TO) ITALY
T: +39 011 4546557
F: +39 011 0374844
info@globaltourist.it 
www.globaltourist.it  

Le informazioni trasmesse sono da intendere solo per la persona e/o società a cui sono indirizzate, possono contenere documenti confidenziali e/o materiale riservato. Qualsiasi modifica, inoltro, diffusione o altro utilizzo, relativo alle informazioni trasmesse, da parte di persone e/o società, diversi dai destinatari indicati, è proibito ai sensi della legge 196/2003. Se Lei ha ricevuto questa mail per errore, per favore contatti il mittente e cancelli queste informazioni da ogni computer.

 

 

 

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota