sabato 17 agosto 2013

Associazione Tufara



Dall'Albo delle Associazioni 2012 del Comune di Eboli risultano: 17 comitati di quartiere, 27 associazioni sportive, 11 associazioni giovanili e 53 associazioni culturali. Sono tutte operative? Non lo sappiamo visto che quelle poche cose che vengono fatte in città portano la firma sempre degli stessi.
Un buon amministratore dovrebbe considerare un fiore all'occhiello il mondo dell'associazionismo e favorire in qualsiasi modo lo spirito del volontariato e della solidarietà al fine di creare cittadini migliori e per offrire servizi altrimenti non erogabili perché troppo costosi.
Quale "alta" considerazione si abbia di certe associazioni, quelle soprattutto "non allineate", che operano sul territorio da anni con risultati di tutto rispetto, lo dimostra la vicenda occorsa all'Associazione "Tufara" di Eboli.
Il "Tufara" opera dal 2002 offrendo servizi a titolo completamente gratuito. Nel corso degli anni ha organizzato corsi di recupero scolastico per bambini oltre ad una serie di altre attività che hanno interessato tutte le fasce d'età (corsi di tombolo, ricamo, vimini, pasta fatta in casa, disegno, scrittura creativa, alfabetizzazione di a favore di extracomunitari, ecc.) oltre ad aver partecipato ad iniziative tese alla valorizzazione del Centro Antico. Le quote di iscrizione versate avevano l'unica finalità di pagare le bollette ed il fitto annuale.
Quel che leggerete è il percorso tortuoso che ha portato il Tufara, dopo 12 anni di onorata attività, a scomparire come punto di riferimento nel cuore del centro antico di Eboli.
1)      Il 10 giugno 2002 i responsabili dell'Associazione Tufara, via Torretta, 10 avanzano richiesta al Comune di Eboli (così come fatto da altre associazioni) per avere in fitto un locale di 18,54 mq (denominato "Lotto IC2") in via Santa Margherita snc ove svolgere le proprie attività (richiesta protocollata il 13.06.2002 al nr. 17132);
2)      Dopo varie insistenze il locale viene concesso con delibera G.C. n. 197 del 17.06.2004 (due anni dopo). Nella stessa delibera si dice che, avendo il Comune di Eboli tra i suoi obiettivi prioritari la promozione del Centro Storico, delle tradizioni e della cultura e che pertanto ne incentiva l'attività, "… per la natura sociale e culturale dell'associazione (Tufara ndr) e per le condivise finalità che persegue la stessa, il fitto praticato sarà svincolato dalla determinazione di mercato" ed ancora che "… la durata del contratto è di anni 6". L'Associazione si fa carico dei lavori di ristrutturazione del locale (impianto idraulico ed elettrico, pavimentazione, bozza e tinteggiatura pareti e realizzazione bagno) sostenendo nel tempo una spesa di circa 5000 euro, mentre il Comune si fa carico della stipula del contratto ENEL e delle spese di registrazione del contratto di locazione. Nell'accordo si parla del versamento di un fitto annuo simbolico (€ 50,00) in cambio della ristrutturazione del locale (in data 30.09.2004 viene redatto il verbale di consegna del locale e solo il 23.07.2004 viene stipulato il contratto di fitto del locale – registrato il 18.01.06 n. 292 Serie 3 alla locale Agenzia delle Entrate). Il 29.07.04 viene versato, con bollettino postale, l'importo di € 50,00 quale canone annuale sul ccp indicato dal Comune (allo stesso seguiranno regolari pagamenti per tutti le restanti annualità). Il Presidente del Tufara nonostante ne avesse più volte richiesto copia (prot. 14216 del 10.05.05) riceve copia informale del contratto di locazione (non registrato) e provvede personalmente alla registrazione in data 18.01.06 (nonostante gli accordi fossero altri) sostenendo spese non di propria competenza (€ 151,00). Tale situazione viene comunicata al Sindaco di Eboli, all'assessore al Patrimonio e al responsabile dell'Ufficio Patrimonio con lettera del 19.01.06 (prot. 2407). Nel frattempo gli accordi tra Ente ed Associazione saltano e quel che era stato pattuito all'inizio circa il quantum da versare annualmente viene annullato (prot. 15081 del 17.05.05). Nel contratto di locazione si parla di obbligo da parte del Comune di sostenere le spese per l'allacciamento dell'energia elettrica cosa che puntualmente viene disattesa scaricando sull'Associazione tale incombenza (costo circa 500,00 euro);
3)      Come detto, il contratto di locazione e tutti gli accordi ad esso connessi (amministrazione Rosania) per la nuova Giunta (amministrazione Melchionda) sono da considerarsi nulli così con delibera  di G.C. n. 318 del 27.10.04 l'atto viene annullato stabilendo nuovi criteri per il fitto dei locali nel Centro Antico (riduzione del 50% del canone di mercato stabilito dall'U.T.C.). E mentre nel centro antico solo alcune associazioni vengono penalizzate altre godono "gratuitamente" di locali ben più grandi dei 18,54 mq concessi al Tufara. Ed ancora il Comune cerca di fare cassa con chi offre servizi per la comunità in un centro storico che stenta a decollare dimenticando di incassare centinaia di migliaia di euro e l'ICI da tutti quegli immobili del centro antico "assegnati" e mai venduti. E cosa dire dei fitti mai versati dalle società sportive per l'uso delle strutture comunali? E della inefficiente battaglia contro gli evasori dei tributi locali?
4)      Con lettera del 22.11.2005 (prot. 35075) dal Settore Patrimonio parte una richiesta diretta al Tecnico Comunale al quale si chiede di determinare l'ammontare del canone da far versare al Tufara in virtù delle caratteristiche dell'immobile locato;
5)      Con lettera del 12.01.2006 (prot. 1418) il Responsabile del Patrimonio comunica all'Associazione Tufara che l'U.T.C. in data 14.12.2005 ha stimato in 25,21 euro mensili il canone di locazione da applicarsi ai locali commerciali e/o artigianali nel Centro Antico da ridursi del 50% (€ 12,60) per le associazioni culturali ossia € 151,00 annui. Il presidente dell'Associazione viene invitato per il 30.01.06 per la stipula del contratto. Questo nuovo contratto non verrà mai sottoscritto.
6)      Con lettera del 22.11.10 (prot. 45289) il responsabile del Settore Patrimonio invita il Presidente del Tufara a lasciare libero il locale di via Santa Margherita essendo scaduto il contratto di locazione (il quale non prevede il rinnovo tacito) stipulato il 23.07.04 ed ormai scaduto;
7)      In data 14.02.2011 (prot. 6399) il Presidente del Tufara indirizza al sindaco e al responsabile del Settore Patrimonio una lettera nella quale viene avanzata una proposta di canone annuale da pagare pari a € 250,00 ricordando agli stessi che a tali spese vanno ad aggiungersi  quelle dell'ENEL e dell'ASIS per i erano stati stipulati regolari contratti (a dispetto di altre Associazioni operanti in loco che attingevano tranquillamente sulla rete pubblica);
8)      La proposta del Presidente del Tufara non viene accettata dal responsabile del Settore Patrimonio (lettera del 18.02.12 prot. 6497) il quale indica in € 67,67 mensili quale quota da versare pari ad € 812,04 annui (smentendo quanto comunicato in precedenza con la lettera del 12.01.2006). Con lettera del 02.04.2013 (prot. 12432) non avendo il Tufara provveduto ad adeguare i canoni da versare, lo stesso responsabile del Settore Patrimonio lancia un ultimatum che, se non rispettato, produrrà la revoca dell'assegnazione del locale;
9)      Prima di rispondere ufficialmente alle missive di cui al punto 7), il Presidente del Tufara ottiene un colloquio informale con alcuni funzionari del Settore Patrimonio i quali consigliano allo stesso, smentendo quando "minacciato" nelle due missive, di replicare a tale richiesta adducendo una serie di motivazioni che gli stessi consigliano. Rassicurazioni verbali vengono date anche dai responsabili al ramo, ma sempre a voce e mai per iscritto;
10)     Con lettera dell'11.04.2013 (prot. 14026) indirizzata al Sindaco e al Responsabile del Settore Patrimonio,  il Presidente del Tufara, elencando il grande lavoro di coesione sociale svolto in 10 anni di attività e di tutela delle arti e della storia locale, non potendo incidere ulteriormente sulle tasche degli associati che operano (ed hanno sempre operato) a titolo gratuito, ritiene eccessiva la cifra richiesta (€ 812,04 annui) ribadendo la possibilità di pagare € 250,00 come già proposto.  Da allora il Presidente  rimane in attesa di una risposta che non arriverà mai.
11)     Sull'Albo Pretorio del Comune di Eboli il 14 agosto 2013 è stata pubblicata la determina n. 66 del 09.07.2013 avente ad oggetto "Locale assegnato Associazione Tufara lotto IC-2. Decadenza dall`assegnazione" nella quale, non facendo minimamente cenno alla nutrita corrispondenza intercorsa tra Ente ed Associazione, parlando di contratto di locazione mai rinnovato (e non per colpa del responsabile del Tufara), mentendo spudoratamente sul mancato pagamento del canone annuale (cosa che invece è regolarmente avvenuta per tutti e dieci gli anni, ancorché l'importo fosse il primo pattuito – non avendo stabilito quello definitivo che soddisfacesse entrambe le parti -), sono stati dichiarati decaduti gli effetti dell'assegnazione dell'immobile ad uso commerciale assegnato all'Associazione Tufara quindi quanto prima il locale dovrà essere sgomberato.
Qualcuno potrebbe storcere il naso e dire "E' vostro dovere pagare!" e a tale affermazione si potrebbe rispondere "L'Associazione ha operato sempre gratuitamente, la lievitazione dei costi in maniera così vertiginosa ci impone di tassare maggiormente gli associati e chiedere ai partecipanti somme che non tutti possono permettersi. Allora molliamo! Il Centro Antico di Eboli e l'intera comunità perderà un altro punto di riferimento".
Ma un'altra domanda da porsi è la seguente: se 18,54 mq valgono 812,04 euro annui questo significa che tutti gli altri locali occupati da altre associazioni e di proprietà del Comune, di dimensioni ben superiori a quelli del Tufara, quanto dovrebbero pagare? Il doppio del locale del Tufara (37 mq) pagherebbe € 1.624,00 all'anno, il triplo (55 mq) € 2.436,00, il quadruplo (74 mq) € 3.248,00. Queste associazione hanno subito, o subiranno, la stessa sorte del Tufara? Sarà il caso di dare un'occhiata e vedere cosa riserverà il destino anche a loro.
Voci sempre più insistenti parlano di "menti raffinatissime" che stanno orientando le sorti di alcuni locali che fanno gola a certi personaggi che lavorano proprio "nella stanza dei bottoni" e che da anni lavorano per impossessarsene: tra questi c'è proprio quello del Tufara che dovrebbe diventare un bar (ma potrà mai avere le licenze se i requisiti non ci sono?).
E' casuale il fatto che la determina pubblicata all'Albo Pretorio è del 09 luglio 2013 mentre è stata affissa il 14 agosto 2013 nella speranza che nessuno la leggesse?
Non ci stancheremo mai di dire che troppe sono le ombre che si addensano sull'operato di certi figuri ed auspichiamo che presto la GIUSTIZIA venga in nostro soccorso e faccia piena luce sui tanti buchi neri che costellano la vita di questo paese già da troppi anni.
Armando Voza




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


venerdì 16 agosto 2013

Un nuovo mezzo per l'antincendio boschivo



COMUNE DI DIANO MARINA
Golfo Dianese •
Riviera dei Fiori • Provincia di Imperia • Liguria

Comunicato stampa di venerdì 16 agosto 2013

Assegnato alla Squadra di Protezione Civile di Diano Marina un Land Rover Defender

Un nuovo mezzo per l'antincendio boschivo

Bregolin: "Intrapreso un percorso virtuoso"

La squadra di Protezione Civile di Diano Marina ha da qualche giorno in dotazione un nuovo mezzo per l'antincendio boschivo. Il mezzo, un Land Rover Defender, è stato assegnato dalla Regione Liguria per premiare i volontari impegnati nel pattugliamento boschivo, oltre che la loro partecipazione ai corsi regionali. "Un ringraziamento particolare - dichiara il coordinatore della squadra, Mattia Novaro - va ai volontari del gruppo comunale e a tutti coloro che dal 2011 hanno creduto nella ricostituzione della squadra. Da allora abbiamo svolto molta attività, ma c'è bisogno dell'impegno di altri volontari. Proprio per questo, chiunque fosse interessato a "donare" un po' del proprio tempo al mondo del volontariato non esiti a farsi avanti". Soddisfazione anche da parte dell'Assessore Francesco Bregolin: "Con la squadra della Protezione Civile abbiamo intrapreso un percorso virtuoso - spiega - oltre alle varie attività di pattugliamento e agli interventi abbiamo promosso numerose iniziative nelle scuole, per avvicinare i ragazzi. Con questo mezzo la squadra di Diano Marina sarà ancora più performante. Voglio ringraziare l'Assessore Giovanni Barbagallo, i dirigenti della Regione Valerio Vassallo e Massimo Galardi e la funzionaria Pastorino, il Comandante provinciale del Corpo Forestale dello Stato Giovanni Vetrone e il vice Comandante Filippo Micillo, oltre che il referente provinciale della Protezione Civile Eugenio Adolfo".

Francesco Bregolin con il nuovo mezzo e i volontari Bazzano e Turaglio http://www.fcea.it/it/galleria-stampa/290

Per ulteriori informazioni stampa:
Ufficio stampa del Comune di Diano Marina
FEDERICO CRESPI & ASSOCIATI
+39.392.970.91.24

ANTISPAM STANDARD DISCLAIMER: La comunicazione viene inviata ai  facenti parte delle mailing-list di Federico Crespi & Associati. I dati acquisiti non verranno diffusi a terzi e saranno trattati nel rispetto delle regole previste dalla Legge 675/96 e disposizioni del "Codice in materia di protezione dei dati personali", decreto legislativo del 30 giugno 2003, n. 196. Per essere esclusi dalle mailing-list di Federico Crespi & Associati, inviare un messaggio contenente la dicitura "cancellatemi dalla mailing-list di Federico Crespi & Associati" al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

PRIVACY: Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società  sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell'art. 616 c.p., che ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio  al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

RiDiano, domani c'è Giovanni Vernia

Diano Marina • Golfo Dianese • Riviera dei Fiori • Provincia di Imperia • Liguria

Comunicato stampa di venerdì 16 agosto 2013
Prosegue la manifestazione della comicità, sei date per ridere tutta l'estate
RiDiano, domani c'è Giovanni Vernia
Un turbinio di pezzi comici nuovi e di repertorio che assicurano il divertimento tra risate, musica e momenti di pura animazione
Locandina RiDiano 2013 https://dl.dropboxusercontent.com/u/4234348/ridianoGENERALE.pdf
Domani sera scende in campo Giovanni Vernia, a RiDiano 2013, il Festival della comicità in corso di svolgimento a Diano Marina. Con il suo spettacolo Recital, Giovanni Vernia propone un turbinio di pezzi comici nuovi e di repertorio che assicurano il divertimento tra risate, musica e momenti di pura animazione. Non mancheranno alcune chicche del suo Jonny Groove, il discotecaro più famoso d'Italia che con i suoi modi di dire (Nuooo!, Ti Stimo Fratello!, Presa!), ha contagiato tutti, dal grande pubblico televisivo della prima serata di Zelig su Canale 5 al pubblico delle sale cinematografiche dopo l'uscita del suo primo film Ti stimo fratello.

Giovanni Vernia
Nasce a Genova nel 1973, dove vive, studia e si laurea a pieni voti in Ingegneria Elettronica. Nel 2000 si trasferisce a Milano e matura una pluriennale esperienza in Comunicazione e Marketing Online presso un'importante società americana di consulenza. Parallelamente coltiva un'altra passione che non abbandona nonostante il lavoro: far ridere. Si iscrive alla Scuola Teatrale di Improvvisazione Comica, partecipa attivamente a numerosi laboratori comici. L'incontro fondamentale per la sua formazione di attore comico è Manuel J. Serantes Cristal con il quale studia teatro e costruzione della maschera comica. Successivamente frequenta i laboratori Zelig On The Road di Verona e Rimini (stagione 2007/2008) dove propone e fa crescere il personaggio dell'ingenuo e stralunato discotecaro Jonny Groove, comico rivelazione dell'edizione 2008 di Zelig Off (Canale 5 seconda serata) e che con lo stesso successo, conquista il pubblico televisivo della prima serata a fianco di Claudio Bisio e Vanessa Incontrada a Zelig Tv 2008 (Canale 5). Il personaggio dello "stordito" Jonny Groove incarna il classico ragazzo follemente innamorato della discoteca, che non fa uso di stupefacenti o alcool: le sue uniche "droghe" sono il ballo e la musica. Le movenze e il linguaggio di Jonny Groove nascono dall'attenta osservazione che Giovanni - per sua passione personale - fa della vita notturna milanese, ibizenca e del panorama della musica house in generale. L'interesse per la musica house lo porta a produrre dal 2008 i pezzi musicali che lanciano le sue apparizioni televisive. Ad oggi sono stati pubblicati i singoli Essiamonoi, Insane, Move It e le compilation di musica house Essiamonoi Compilation, Gilez Dancefloor Compilation. Nel 2009 debutta con il suo primo spettacolo teatrale Essiamonoi, partecipa al cast della produzione live estiva Punto Zelig (con tappe che toccano le maggiori località turistiche italiane) e infine pubblica il suo primo libro Essiamonoi (o no?) edito da Kowalski. Giovanni Vernia sempre con Jonny Groove torna nel 2010 a far parte del cast fisso di Zelig Tv (prima serata – Canale 5), dove ancora una volta viene accolto con entusiasmo da pubblico e critica. Riconoscibile sia da chi conosce e frequenta il mondo delle discoteche, sia da chi questo mondo non lo conosce, Jonny Groove, sorprendente, innovativa e divertentissima parodia del mondo della notte - con i suoi codici, il suo slang (Nuooo!, Ti stimo fratello!….Essiamonoi!) - , conquista il pubblico in maniera trasversale con la sua energia e simpatia contaminanti. I valori sani che Jonny Groove trasmette ossia divertirsi senza "sballare" con droghe o alcool, fanno si che il personaggio sia testimonial di molte campagne anti-droga, anti alcool e a favore della guida sicura all'uscita dai locali di divertimento. Il 2010 si presenta fin dall'inizio un anno all'insegna del successo: parte il tour teatrale del suo spettacolo Essiamonoi, che registra fin dalle prime repliche il tutto esaurito ed è l'unico ospite comico invitato a partecipare alla 60esima edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo. Il 2011 per Giovanni Vernia inizia con un evento-spettacolo del tutto inedito andato in scena al Creberg Teatro Bergamo dal titolo HAPPY GROOVE YEAR, una one-night speciale per festeggiare capodanno 2010. Da gennaio 2011 è stato in tour con il suo nuovo spettacolo teatrale "ESSIAMONOI REVOLUTION" con tappe nei maggiori teatri italiani. A marzo 2012 esce al cinema il suo primo film TI STIMO FRATELLO, del quale, oltre ad essere il protagonista, è il regista insieme al suo autore Paolo Uzzi.

RiDiano 2013
Giovanni Vernia
Diano Marina IM
Villa Scarsella
Sabato 17 agosto
Ore 22:00
Posto unico: intero 15 €, ridotto 8 €.

Per informazioni: +39 380 1463252

Prevendite:
DIANO MARINA gestioni municipali, libreria biblos, edicola scoop
SAN BARTOLOMEO AL MARE gianna viaggi
IMPERIA il giogo, libreria ragazzi, tuttomusica
ALASSIO casa del disco
ALBENGA casa del disco
SANREMO popoff
online: www.ticketone.it





Per ulteriori informazioni stampa:
FEDERICO CRESPI & ASSOCIATI
+39.392.970.91.24

ANTISPAM STANDARD DISCLAIMER: La comunicazione viene inviata ai  facenti parte delle mailing-list di Federico Crespi & Associati. I dati acquisiti non verranno diffusi a terzi e saranno trattati nel rispetto delle regole previste dalla Legge 675/96 e disposizioni del "Codice in materia di protezione dei dati personali", decreto legislativo del 30 giugno 2003, n. 196. Per essere esclusi dalle mailing-list di Federico Crespi & Associati, inviare un messaggio contenente la dicitura "cancellatemi dalla mailing-list di Federico Crespi & Associati" al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

PRIVACY: Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società  sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell'art. 616 c.p., che ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio  al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

La Rosa per il Gaslini da oggi al MOAC di Sanremo

Comunicato stampa di venerdì 16 agosto 2013

La Rosa per il Gaslini da oggi al MOAC di Sanremo

Una importante azione di solidarietà per sostenere le attività della Gaslini ONLUS

Galleria fotografica http://www.fcea.it/it/galleria-stampa/266


Ci sarà anche "Una Rosa per il Gaslini" al MOAC che inizia oggi a Sanremo. I volontari dell'Associazione "Gaslini onlus" proporranno la Rosa ai numerosi visitatore della Fiera dell'artigianato dall'interno di uno stand commerciale che gentilmente li ospiterà. Un impegno importante per un'azione di solidarietà destinata a varcare rapidamente i confini della Liguria.

"Una Rosa per il Gaslini"
è un progetto di raccolta di fondi destinato all'Associazione "Gaslini onlus", per sostenere le attività dell'Istituto Giannina Gaslini e migliorare la qualità dell'accoglienza ai bambini e alle famiglie, l'assistenza medica e la ricerca pediatrica. Nasce dall'idea dell'Azienda Agricola Gazzano GB, di Bussana di Sanremo: offrire una rosa di Sanremo, città dei fiori, la cui durata non si limiti ai consueti 7-10 giorni. Attraverso un naturale processo di liofilizzazione (non si tratta del vecchio processo di stabilizzazione che inquinava le acque reflue), la rosa viene infatti prosciugata, pur mantenendo forme e colori che aveva quando era fresca. Dopo la lavorazione, la rosa viene inserita in una scatola che ne impreziosisce il valore e il significato. In questo modo, la durata del fiore è ben superiore ai 6 mesi e può arrivare sino ad un anno. Allo stesso tempo, diventa un oggetto da regalare e anche da mostrare, magari sbadatamente dimenticato sulla scrivania.

"Una Rosa per il Gaslini" viene proposta sul mercato italiano, attraverso diversi canali distributivi:
1. tramite una rete di vendita porta a porta, operante su tutto il territorio nazionale, con personale autorizzato e qualificato;
2. tramite eventi locali e nazionali, da organizzare in collaborazione con reti solidali o club service;
3. Grande distribuzione organizzata;
4. Volontari di Gaslini Onlus
5. Negozio all'Ospedale Gaslini.

Istituto Giannina Gaslini
L'Istituto Giannina Gaslini è un importante ospedale pediatrico situato a Genova Quarto, a pochi metri dal mare, fondato da Gerolamo Gaslini, conte di san Gerolamo, su progetto dell'architetto Angelo Crippa. Gerolamo Gaslini e la moglie Lorenza finanziarono quest'opera in memoria della loro figlia Giannina, morta nel 1917, per una peritonite non diagnosticata in tempo, e ne fecero una struttura specifica per la cura, la difesa e l'assistenza dell'infanzia e della fanciullezza. La struttura, inaugurata il 15 maggio 1938 dopo sei anni di lavori di costruzione, consta oggi di ventidue padiglioni di cui molti dedicati alla ricerca per la cura delle malattie pediatriche. È considerato uno dei maggiori istituti pediatrici d'Europa, conosciuto non solo in Italia, ma anche a livello mondiale. L'istituto è dotato di un laboratorio di analisi tra i più avanzati e avveniristici dell'area mediterranea.

Gaslini Onlus

L'associazione Gaslini Onlus sostiene le attività dell'Istituto Giannina Gaslini e contribuisce a migliorare la qualità dell'accoglienza ai bambini e alle famiglie, l'assistenza media e la ricerca pediatrica.

Azienda Agricola Gazzano GB
Da generazioni lavora nel mondo della floricoltura, a Bussana di Sanremo. Nel tempo, le tipologie di coltivazione sono cambiate. Fino a 12-15 anni fa era prevalente la coltivazione tradizionale di garofani e di rose, che venivano vendute a stelo sul Mercato di Sanremo. Oggi è preminente la coltivazione di fiori in vaso, rose, ranuncoli e altri, che vengono consegnate direttamente a garden e vivaisti in tutto il nord Italia e in parte della Francia meridionale. Azienda a gestione famigliare, il numero degli addetti varia a seconda delle stagioni. Negli ultimi anni, l'Azienda Agricola Gazzano GB ha sperimentato con successo la liofilizzazione del fiore, una tecnica che consente di mantenerne intatte per un periodo superiore ai 6 mesi le caratteristiche principali: attraverso una procedura totalmente naturale (non si tratta del vecchio processo di stabilizzazione che inquinava le acque reflue) il fiore viene prosciugato, pur mantenendo forme e colori che aveva quando era fresco. Dopo la lavorazione il fiore viene inserito in una scatola che ne impreziosisce il valore e il significato. Il fiore con cui l'Azienda Agricola Gazzano GB ha iniziato l'attività di liofilizzazione è stata la Rosa Mystica, poi denominata Rosa Mystica Perennis, il prestigioso dono che la floricoltura sanremese ha dedicato alla Madonna, sotto il patrocinio della Fondazione per i Beni e le Attività Artistiche della Chiesa. Con Rosa di Amante, l'Azienda Agricola Gazzano GB ha presentato al grande pubblico una nuova proposta per la ricorrenza di San Valentino e per tutti i momenti dell'anno in cui si vuol regalare una rosa rossa.


Galleria fotografica http://www.fcea.it/it/galleria-stampa/266

------------------------------------------------

Per ulteriori informazioni stampa:
Ufficio Stampa Una Rosa per il Gaslini
FEDERICO CRESPI & ASSOCIATI
ufficiostampa@fcea.it
+39.392.970.91.24


ANTISPAM STANDARD DISCLAIMER: La comunicazione viene inviata ai  facenti parte delle mailing-list di Federico Crespi & Associati. I dati acquisiti non verranno diffusi a terzi e saranno trattati nel rispetto delle regole previste dalla Legge 675/96 e disposizioni del "Codice in materia di protezione dei dati personali", decreto legislativo del 30 giugno 2003, n. 196. Per essere esclusi dalle mailing-list di Federico Crespi & Associati, inviare un messaggio contenente la dicitura "cancellatemi dalla mailing-list di Federico Crespi & Associati" al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

PRIVACY: Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società  sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell'art. 616 c.p., che ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio  al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

giovedì 15 agosto 2013

Un rimedio peggiore del male






 
Il nuovo piano per rilanciare il credito, sul quale sono circolate alcune indiscrezioni, conferma, se ancora ce ne fosse bisogno, che questo governo non solo non è capace di rispondere ai problemi del paese, ma non riesce neanche a comprenderli e persegue solamente una strategia di ulteriore allargamento dell'intervento statale che implica, presto o tardi, ulteriore tassazione. Stando a quanto riportato dalla stampa, il progetto allo studio riesce a includere tutti i tragici errori, in termini di azzardo morale causato dalle garanzie pubbliche sui finanziamenti, che hanno contribuito a far deflagrare la crisi dei mutui subprime negli Stati Uniti.

In estrema sintesi, il governo propone di usare la cassa depositi e prestiti (CDP) per garantire delle obbligazioni bancarie emesse per raccogliere fondi per rilanciare l'offerta di credito. Si tratta di un grave errore perché questo meccanismo costituisce un incentivo per le banche ad assumere rischi eccessivi, visto che il costo delle scelte azzardate verrà scaricato sui contribuenti attraverso la garanzia che la CDP offrirebbe.

Ad aggravare questo meccanismo perverso, ci sarebbe la creazione di titoli formalmente a basso rischio, per via della garanzia CDP, ma di fatto garantiti da crediti di qualità sempre peggiore. Quel che accade quando la garanzia diventa insufficiente, lo abbiamo sperimentato nella storia degli ultimi anni dalla quale questo governo sembra non aver imparato nulla. Dopo aver fatto della CDP il nuovo Ministero delle Partecipazioni Statali il PD ed il PdL intendono farne anche la versione italiana di Fannie Mae e Freddie Mac, le agenzie statali di garanzia dei mutui che giocarono un ruolo cruciale nella creazione prima ed esplosione poi della bolla dei mutui USA.

Fare per fermare il declino ritiene che il modo migliore per risanare il sistema creditizio italiano consista nell'imporre alle banche di ricapitalizzarsi e alle fondazioni bancarie di dismettere i pacchetti di controllo dei principali istituti di credito. Solo in questo modo è possibile ristabilire una relazione sana tra creditori e debitori e rilanciare l'economia del nostro paese.




--

Andrea Pietrarota
Cavaliere al merito della Repubblica Italiana

-----------------------------------------------------
sociologo della comunicazione, giornalista e consulente di comunicazione integrata
direttore responsabile di AlternativaSostenibile e fondatore del CorrieredelWeb.it
cell. +39 347 8271841
email: apietrarota@gmail.com e direttore@alternativasostenibile.it
skype: apietrarota
www.facebook.com/corrieredelweb
http://twitter.com/apietrarota
Il mio profilo su Linkedin
Il mio biglietto da visita


mercoledì 14 agosto 2013

CONTRO GLI SPOT OMOFOBI E SESSISTI: COMUNICATO STAMPA



Comunicato
Contro gli spot pubblicitari omofobi e sessisti

Da alcuni giorni per tutta la città di Bari imperversa, ad opera di una nota azienda di "compro oro" , una pubblicità sessista , in questo caso omofoba. La scelta di utilizzare l'orientamento sessuale per la pubblicità di un prodotto, già oggettivamente censurabile,  lo è ancor più quando ridicolizza e degrada la dignità di una parte dei cittadini.

La stessa azienda, tra l'altro, aveva già in passato utilizzato immagini inequivocabilmente offensive per la donna, ritenuta ed utilizzata in altra pubblicità come esclusivo oggetto di piacere.

In un periodo in cui la violenza, psicologica e fisica, verso i cittadini omosessuali sta assumendo dimensioni allarmanti per tutto il tessuto sociale, la scelta pubblicitaria in questione appare offensiva e irresponsabile, perchè contribuisce a frenare se non addirittura a far regredire quel lento processo di evoluzione culturale in atto, teso a rendere  uguali tutti i cittadini a prescindere dalle loro scelte sessuali.

Le istituzioni non possono e non devono restare insensibili di fronte a tale aggressione e confidiamo che si possa presto procedere all'approvazione di un regolamento comunale sulla pubblicità in modo da evitare questi scempi, così come richiesto da tempo dalle associazioni e così come già attuato da altre amministrazioni, come il Comune di Torino.

Un regolamento che regoli anche le concessioni degli spazi pubblicitari  ai privati e che operi un controllo preventivo sui contenuti e sulle immagini.

Bari,14 agosto 2013




VENDEMMIA, NEL VIGNETO VENETO INIZIA LA FASE QUALITATIVA

La prima regione italiana esportatrice di vino si sta preparando alla vendemmia, annunciata in ritardo di circa 10 giorni. A Legnaro-Pd (4 settembre, ore 10,00) meeting di Veneto Agricoltura sulle previsioni vendemmiali nel nord est.

Nel primo trimestre del 2013 le esportazioni di vino veneto hanno raggiunto la formidabile cifra di 352,5 milioni di euro, segnando un +13% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il Piemonte, posizionatosi al secondo posto nella graduatoria nazionale, si è fermato a 195,4 milioni di euro, seguito dalla Toscana con quasi 161 milioni di euro. Nel 2012, il valore delle esportazioni di vino veneto ha raggiunto il miliardo e mezzo di euro, il 30,8% delle esportazioni italiane.
Con questa straordinaria carta di identità alla mano il settore vitivinicolo veneto si sta preparando alla vendemmia 2013, le cui stime di produzione saranno presentate in occasione del tradizionale incontro dedicato alle previsioni vendemmiali nel nord est d'Italia promosso da Veneto Agricoltura a Legnaro (Pd) il prossimo 4 settembre (ore 10,00),

mecenatismo industriale: la Guidi Marine Accessories di Grignasco (NO) e il 53° Salone Nautico di Genova

 

 

La cornice del 53° Salone Internazionale Nautico di Genova, la Guidi Marine Accessories (Grignasco NO) – azienda leader nel campo della componentistica navale, presente da anni alla manifestazione  –  che si apre al mecenatismo e propone con la partnership di Palazzo Ducale e della Fondazione Regionale per la Cultura e lo Spettacolo della Liguria, la mostra Gilmour&Mathis. L’arte contemporanea incontra l’Industria, doppia personale di Jill Mathis e Chris Gilmour, a cura di Luca Beatrice.

 

 

Restando disponibile per l’invio di ulteriore materiale e informazioni, faccio presente che è possibile concordare con l’ufficio stampa interviste con i protagonisti della mostra o servizi personalizzati.

 

Vi sarei davvero grata, qualora decideste di segnalare l’evento, di informarmi in modo da inserire l’articolo nella rassegna stampa.

 

Molto cordialmente

Cinzia

 

http://www.guidisrl.it

http://www.lucabeatrice.com

http://www.chrisgilmour.com

http://www.jillmathis.com

 

 

---

 

 

 

Cinzia Compalati

Press Office

Gilmour & Mathis. L’arte contemporanea incontra l’industria

cinzia.compalati@gmail.com

+39 339 3494536

 

Niente acqua in Zona Sant'Anna, problema risolto



COMUNE DI DIANO MARINA
Golfo Dianese •
Riviera dei Fiori • Provincia di Imperia • Liguria

Comunicato stampa di mercoledì 14 agosto 2013

Pronto intervento per riparare un guasto tecnico. Erogazione dell'acqua interrotta tra le 8:30 e le 11:30

Niente acqua in Zona Sant'Anna, problema risolto

Manitta: "Ci spiace non aver potuto informare cittadini, operatori e turisti"

Prontamente risolto il guasto tecnico alle vasche dell'acquedotto comunale, a causa del quale questa mattina tra le ore 8:30 e le ore 11:30 è stata interrotta l'erogazione dell'acqua nella zona di Sant'Anna. "Si è trattato di un intervento tanto imprevisto quanto improvviso - spiega Bruno Manitta, Assessore alla manutenzione ordinaria del Comune di Diano Marina - per il quale abbiamo dovuto procedere allo svuotamento delle vasche. Ci spiace non aver potuto informare cittadini, operatori e turisti".

Per ulteriori informazioni stampa:
Ufficio stampa del Comune di Diano Marina
FEDERICO CRESPI & ASSOCIATI
+39.392.970.91.24

ANTISPAM STANDARD DISCLAIMER: La comunicazione viene inviata ai  facenti parte delle mailing-list di Federico Crespi & Associati. I dati acquisiti non verranno diffusi a terzi e saranno trattati nel rispetto delle regole previste dalla Legge 675/96 e disposizioni del "Codice in materia di protezione dei dati personali", decreto legislativo del 30 giugno 2003, n. 196. Per essere esclusi dalle mailing-list di Federico Crespi & Associati, inviare un messaggio contenente la dicitura "cancellatemi dalla mailing-list di Federico Crespi & Associati" al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

PRIVACY: Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società  sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell'art. 616 c.p., che ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio  al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

Cefalù, si presenta il libro di Cesare Capitti su Governo del Territorio e Dottrina Sociale della Chiesa.

SICILIANTICA

Comunicato Stampa

Cefalù, si presenta il libro di Cesare Capitti su Governo del Territorio e Dottrina Sociale della Chiesa

 

Organizzato da SiciliAntica, in collaborazione con la Fondazione Mandralisca e il Comune di Cefalù, si terrà sabato 17 Agosto 2013 alle ore 21,30  presso la Terrazza del Museo Mandralisca, in via Mandralisca a Cefalù, la presentazione del libro di Cesare Capitti "Governo del Territorio e Dottrina Sociale della Chiesa in architettura, urbanistica, ambiente e paesaggio". 

 

Dopo i saluti del Presidente della Fondazione Mandralisca e del Sindaco di Cefalù, sono previsti gli interventi di Giuseppe Trombino, Ordinario di Urbanistica presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Palermo, Ferdinando Trapani, Associato di Urbanistica presso la Facoltà di Architettura dell'Università di Palermo, Marcello Panzarella, Ordinario di  Progettazione Architettonica presso la Facoltà di Architettura dell'Università di Palermo e Carmelo Montagna, Storico dell'Arte. Coordina i lavori Alfonso Lo Cascio, della Presidenza regionale SiciliAntica. Sarà presente l'autore.

 

Il libro "Governo del Territorio e Dottrina Sociale della Chiesa in architettura, urbanistica, ambiente e paesaggio" raccoglie alcune considerazioni maturate nell'ambito della Pubblica Amministrazione, dove per oltre trent'anni l'autore ha svolto attività di controllo ed esame degli strumenti urbanistici presso il Dipartimento Urbanistica della Regione Siciliana. 

 

Il testo contiene tematiche di rilevante attualità connesse con l'architettura, l'urbanistica e con la tutela e la salvaguardia dell'ambiente e del paesaggio.

 

 Il libro si propone di diffondere l'idea che architettura, urbanistica e tutela dell'ambiente e del paesaggio hanno relazioni in comune l'una all'altra ed in tali ambiti gli aspetti disciplinare dell'urbanistica, dovrebbero favorire il rapporto umano, una civilissima convivenza ed il piacere di stare bene in un determinato spazio e luogo.

 

Il libro consta di diciannove capitoli e l'autore non ha mai rinunciato a trarre insegnamento dalla dottrina sociale della Chiesa, quale alimento di crescita umana e spirituale. 

 

Non ha trascurato altresì di mettere in rilievo che il lavoro ordinario e professionale è una realtà e una azione umana che se ben orientato e fatto bene genera un servizio insostituibile nei confronti dell'altro, in quanto mezzo per il quale l'uomo si rende partecipe del creato, e pertanto il lavoro qualunque esso sia, non solo è dignitoso, ma diventa uno strumento per ottenere l'armonia con le leggi naturali e la perfezione soprannaturale. 

 

Architettura e Urbanistica in quanto tali, debbono generare bellezza, benessere e attraverso una semplice analisi della metamorfosi della forma, della città e del paesaggio, l'autore invita a riscoprire le dinamiche poste come fondamento dell'architettura e del disegno urbano delle città.





--
Redazione del CorrieredelWeb.it


Mensa e trasporto scolastico, niente aumenti


Golfo Dianese • Riviera dei Fiori • Provincia di Imperia • Liguria

Comunicato stampa di mercoledì 14 agosto 2013

Tariffe invariate per l'anno 2013-2014

Mensa e trasporto scolastico, niente aumenti

Urso: "Iniziativa fortemente voluta dal Consigliere Casalini"

Valerio Urso https://dl.dropboxusercontent.com/u/4234348/Valerio%20Urso.JPG


Nonostante la crisi e le difficoltà degli Enti Locali, il Comune di San Bartolomeo al Mare non abbassa la guardia e mantiene invariate le tariffe per il servizio di trasporto scolastico e per il servizio di mensa scolastica. "Una iniziativa fortemente voluta da parte del Consigliere delegato Stefano Casalini che ringrazio per l'impegno profuso", spiega il vice Sindaco Valerio Urso. Le famiglie dei ragazzi di San Bartolomeo al Mare continueranno quindi a pagare 18,08 € a utente al mese per un solo figlio iscritto al servizio, 15,08 € a utente al mese nel caso di due o più figli. Prezzi minori (9,30 € a utente al mese) per i mesi di settembre e giugno. Il servizio di mensa scolastica continuerà invece a costare 3 € a pasto. L'ammissione al servizio e le relative modalità di pagamento saranno rese note sul sito del Comune prima dell'avvio delle lezioni.


Valerio Urso https://dl.dropboxusercontent.com/u/4234348/Valerio%20Urso.JPG

------------------------------------------------

Per ulteriori informazioni stampa:
Ufficio Stampa del Comune di San Bartolomeo al Mare
FEDERICO CRESPI & ASSOCIATI
ufficiostampa@fcea.it
+39.392.970.91.24


ANTISPAM STANDARD DISCLAIMER: La comunicazione viene inviata ai  facenti parte delle mailing-list di Federico Crespi & Associati. I dati acquisiti non verranno diffusi a terzi e saranno trattati nel rispetto delle regole previste dalla Legge 675/96 e disposizioni del "Codice in materia di protezione dei dati personali", decreto legislativo del 30 giugno 2003, n. 196. Per essere esclusi dalle mailing-list di Federico Crespi & Associati, inviare un messaggio contenente la dicitura "cancellatemi dalla mailing-list di Federico Crespi & Associati" al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

PRIVACY: Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società  sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell'art. 616 c.p., che ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio  al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

Il 19 agosto apre lo sportello Rivieracqua in via Biancheri



COMUNE DI DIANO MARINA
Golfo Dianese •
Riviera dei Fiori • Provincia di Imperia • Liguria

Comunicato stampa di mercoledì 14 agosto 2013

Riferimento unico per gli utenti, gestirà tutte le pratiche riguardanti l'acquedotto

Il 19 agosto apre lo sportello Rivieracqua in via Biancheri

Luigi Basso: "Passaggio determinante"

La Giunta Comunale di Diano Marina, su proposta dell'Assessore al Bilancio e alla Programmazione Luigi Basso ha deliberato nei giorni scorsi di dare attuazione al rapporto con Rivieracqua. Pertanto, a decorrere dal 19 agosto, Rivieracqua aprirà al pubblico lo sportello di via Biancheri e si incaricherà di gestire l'archivio, dei nuovi allacci, delle volture, disdette e variazioni, della bollettazione, della gestione dei pagamenti e della sostituzione dei contatori. Lo sportello Rivieracqua di via Biancheri 50, sarà aperto dal lunedì al giovedì dalle ore 8 alle ore 11 (tel/fax 0183 754 074). "Si tratta di un passaggio determinante - ha spiegato Basso - per dare attuazione alla normativa. Fino al 30 settembre, le entrate del servizio saranno di competenza del Comune, dal 1° ottobre di Rivieracqua. A partire dal 19 agosto, gli utenti dovranno rivolgersi esclusivamente allo sportello Rivieracqua e non più al Comune".

Per ulteriori informazioni stampa:
Ufficio stampa del Comune di Diano Marina
FEDERICO CRESPI & ASSOCIATI
+39.392.970.91.24

ANTISPAM STANDARD DISCLAIMER: La comunicazione viene inviata ai  facenti parte delle mailing-list di Federico Crespi & Associati. I dati acquisiti non verranno diffusi a terzi e saranno trattati nel rispetto delle regole previste dalla Legge 675/96 e disposizioni del "Codice in materia di protezione dei dati personali", decreto legislativo del 30 giugno 2003, n. 196. Per essere esclusi dalle mailing-list di Federico Crespi & Associati, inviare un messaggio contenente la dicitura "cancellatemi dalla mailing-list di Federico Crespi & Associati" al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

PRIVACY: Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società  sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell'art. 616 c.p., che ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio  al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

RiDiano, doppio appuntamento con la comicità


Diano Marina • Golfo Dianese • Riviera dei Fiori • Provincia di Imperia • Liguria

Comunicato stampa di mercoledì 14 agosto 2013

Prosegue la manifestazione della comicità, sei date per ridere tutta l'estate

RiDiano, doppio appuntamento con la comicità

Giovedì Zelig Show sul Molo delle Tartarughe, sabato Giovanni Vernia a Villa Scarsella

Doppio appuntamento con il Festival della comicità, questa settimana a Diano Marina. Per la rassegna RiDiano sono infatti previsti due appuntamenti, Zelig Show giovedì al Molo delle Tartarughe (ingresso gratuito) e Giovanni Vernia sabato a Villa Scarsella.

Zelig Show
è una banda di comici che rappresenta in modo totale lo spirito e l'energia che Zelig trasmette da sempre in TV. Un concentrato di comicità e sorprese, scandite da ritmi serrati, senza un vero e proprio conduttore ma con uno scambio di ruoli e di gag travolgenti e spiazzanti che faranno sicuramente piangere … dal ridere!

Giovanni Vernia
presenta invece un turbinio di pezzi comici nuovi e di repertorio che assicurano il divertimento tra risate, musica e momenti di pura animazione. Dopo aver portato sul palco di Zelig Circus 2013 la sua personale versione di Fabrizio Corona e aver duettato – sempre a Zelig Circus - con Marco Mengoni in una strepitosa versione di l'Essenziale, Giovanni Vernia propone il suo spettacolo Recital, un'occasione unica per assistere a pezzi nuovi, stupirsi con i divertentissimi monologhi tratti dai suoi spettacoli teatrali che hanno saputo registrare ovunque il tutto esaurito, essere coinvolti in canzoni e animazioni live e rivedere dal vivo alcune chicche del suo Jonny Groove, il discotecaro più famoso d'Italia che con i suoi modi di dire (Nuooo!, Ti Stimo Fratello!, Presa!), ha contagiato tutti, dal grande pubblico televisivo della prima serata di Zelig su Canale 5 al pubblico delle sale cinematografiche dopo l'uscita del suo primo film Ti stimo fratello.

Zelig Show
Fabio Di Dario
Fabio Di Dario inizia la sua formazione artistica nel 2005 presso la scuola di teatro Campo Teatrale dove frequenta un corso triennale della durata di tre anni (recitazione, voce dizione, teatro, danza). Sperimenta sul campo la sua formazione nelle stagioni estive dei villaggi italiani (dal 2005 al 2009). Dal 2009 inizia ad insegnare recitazione dapprima ai bambini e ragazzi fino ad arrivare ad avere un nutrito numero di corsi adulti anche in collaborazione con più comuni delle regioni Lombardia ed Emilia-Romagna. Nel 2008 è attore protagonista in Promessa in un Tango, una produzione di Toni Caroppi, recita nello spettacolo Tre x Due, consumare ci consuma con la regia di Tiziana Colla; è unico attore protagonista nel cortometraggio Niente Supplementari di A. Belloni, vincitore della critica Le Trottoir al Festival Internazionale dei cortometraggi. Nel 2009 cura una rubrica settimanale su Radio Luna e prende parte allo spettacolo Cara Porca Italia di Gianfelice Facchetti e in altre sue elaborazioni artistiche. Nel 2010 è finalista del premio Innesti con L'Amore sul fondo di una bottiglia, di cui è regista e interprete; è attore nel cortometraggio Ladri di biciclette di A. Belloni, vincitore del premio pubblico a Le Trottoir Festival Internazionale dei cortometraggi. Nel 2011 è tra gli attori della pubblicità per Easy Jet per Heineken Jammin' Festival. E' dal 2011 che si avvicina al cabaret, quello vero, grazie a coloro che hanno formato la sua vena comica e vale a dire quei ragazzacci dei Democomica (del quale fa parte in maniera stabile) sotto la guida di Rafael Didoni e Germano Lanzoni e le perle del giovin Robin Sheller che con sapiente costanza lo hanno aiutato nel percorso. Percorso che dapprima gli ha permesso di entrare nel Laboratorio Artistico Zelig di Viale Monza 140 fino a ad arrivare al palcoscenico di Zelig Off edizione 2012. Nel 2013 fa parte del cast dell'edizione Zelig Circus, in prima serata, condotto da Teresa Mannino e Mr Forest.

Senso d'oppio (Pietro Casella e Francesco Lattarulo)
I Senso d'Oppio, al secolo Franco (il lungo) e Pietro (il basso), sono, da più di un decennio, facce note della scena cabarettistica torinese, essendosi esibiti in qualsiasi luogo della città che avesse a disposizione un palco, seppur improvvisato, e un pubblico davanti al quale interpretare le proprie scenette, come loro stessi amano chiamarle: teatri, locali, circoli, piazze e case occupate, ogni occasione è stata afferrata dai due comici per perfezionarsi artisticamente e intensificare il rapporto con gli spettatori. La passione verso la recitazione non si esaurisce con l'esplorazione della vena comica, ma prosegue con la partecipazione a pièces di teatro sperimentale o a ruoli fortemente drammatici per il cinema, come pure spettacoli per bambini e esibizioni di combattimento scenico. La versatilità artistica, e ancor di più quella culturale, costituisce una delle caratteristiche dell'umorismo dei Senso d'Oppio ed è alla base del successo che stanno riscuotendo sul palco dell'edizione televisiva in prima serata di Zelig TV e che li sta accompagnando lungo la penisola con il loro nuovo spettacolo. Pietro Casella e Francesco Lattarulo sono cresciuti con il teatro e il cinema, collaborando strettamente col regista torinese Daniele Gaglianone. All'attività drammaturgica hanno sempre alternato imprevedibili performance di strada, attraverso le quali hanno sviluppato una particolarissima verve comica che consente loro di mettere in scena l'assurdità tragicomica di un quotidiano dominato dai luoghi comuni, televisivi e non.

Simone Barbato
Simone Barbato, è nato a Ovada il 19 marzo 1980, è conosciuto come il "mimo di Zelig", che "interpreta" di volta in volta soggetti tra i più strampalati … un acaro, una candela, un cavatappi e ancora un baco da seta, un taglia unghie … Simone è anche cantante lirico ed è diplomato in pianoforte, ed ha una lunga esperienza teatrale alle spalle. Tutto questo gli ha permesso, nel 2012, di arrivare sul grande schermo. E' stato nel cast del film "Colpo di fulmine" con la regia di Neri Parenti, a fianco di grandi attori come Christian De Sica e Luisa Raineri. E' tuttora in Tv (marzo 2013) a fianco di Bonolis nella nuova edizione di "Avanti un altro" con un ruolo che gli è stato appositamente cucito addosso grazie alle sue doti attoriali di mimo sui generis. Prima di approdare a Zelig ha studiato alla scuola del teatro di Alessandria e ha lavorato per una decina d'anni come attore. Nel 2003 ha interpretato il ruolo di Gian Burrasca al Forum di Assago, con la regia di Carlo Rossi, in occasione del "Marachella Day" organizzato dal Comune di Milano. Nel 2008 ha interpretato il ruolo di Lucky in "Aspettando Godot" con la regia di Daniela Ardini, andato in scena al Palazzo Ducale di Genova e in diverse città d'Italia. Ha scritto e diretto tre spettacoli teatrali: "Sogno d'altri tempi", il piccolo poemetto "La ragazza di Brasov" e "Teresa Bracco", una storia di guerra e santità. Il suo debutto in tv è arrivato nel 2009 con Zelig Off, nel 2010 è stata la volta di Zelig, in prima serata su Canale 5.

Davide Paniate
Davide Paniate, genovese, all'età di vent'anni mentre sostiene esami alla Facoltà di Farmacia si iscrive e frequenta per tre anni la scuola di teatro del "Piccolo Teatro di Campopisano", conclusa la quale inizia a cimentarsi in spettacoli teatrali e spettacoli di clownerie per bambini. Appassionato di cabaret inizia a proporre monologhi nei vari locali genovesi, finché a 30 anni, conseguita la Laurea in Farmacia decide di trasferirsi a Milano tra "l'entusiasmo" di mamma e papà e dedicarsi a quello che ha sempre desiderato, il cabaret. Assieme ad Andrea Santonastaso entra a far parte del laboratorio di Zelig NBC ed inizia a frequentare storici laboratori di cabaret quali lo Scaldasole a Milano e il Caffè Teatro di Verghera di Samarate. Da lì a poco inizierà la carriera professionista che lo porterà a partecipare, dal 2000 ad oggi a numerosi programmi comici sulle varie reti italiane, programmi in puro stile stand up comico quali Comedy Lab 1 e 2 su Mtv, Zelig Off (2003, Italia 1) e Zelig Circus, per riapprodare a Zelig TV in prima serata nel 2008, programmi e sit com nei quali può mettere in mostra le capacità recitative e la camaleontica duttilità quali Sformat per Rai Due con Nicola Savino e Camila Raznovic, Coyote su Mtv condotto da Fabio Volo, Call Center sit-com per Happy Channel, Camera Cafè su Italia 1, Spam per Comedy Central, Love bugs 2 e 3 su Italia 1 e le due edizioni italiane del Saturday Night Live per Italia 1. Nel percorso artistico non sono mancate esperienze cinematografiche come Tandem con Paolo e Luca, Mi fido di te con Ale e Franz o Ravanello pallido con Luciana Littizzetto. In radio a Kiss Kiss Network con Ale Betti, Andrea Santonastaso e Gianni Cinelli, conduce per un anno il programma comico Sottovuoto e sempre con Ale Betti crea e conduce per più anni uno web show per Alice Live dal titolo Pic Nic show. Per il tour teatrale da febbraio a giugno 2010 è la spalla di Katia e Valeria nello spettacolo teatrale Base per altezza diviso due con date nei maggiori teatri italiani. A queste varie esperienze si vanno ad aggiungere videoclip musicali, è infatti protagonista in due video dei Sugarfree di notevole successo, ospite di puntata a Buona la prima con Ale e Franz ed è speaker di pubblicità radiofoniche per Peugeot e Q8. Dal 2007 conduce e coordina il laboratorio di cabaret milanese Ridi'blu e il laboratorio artistico di AreaZelig. Nel ruolo di presentatore/mattatore della serata Davide Paniate porta sul palco la sua naturale simpatia e il notevole bagaglio artistico accumulato nella sua decennale esperienza, riuscendo in modo unico ad interagire con gli altri comici divenendo così la spalla ideale, in grado di innalzare il lavoro dei colleghi ed impreziosire il palco con la sua semplice e raffinata verve. Nel 2010 fonda il trio comico Boiler insieme a Gianni Cinelli e Federico Basso: i tre seduti tra il pubblico come inverosimili redattori di improbabili testate, trasformano la situazione come se si stesse assistendo ad una vera e propria conferenza stampa. Le domande, davvero fulminanti, sono il risultato della loro geniale e singolare comicità. I Boiler dopo il gradimento del pubblico durante le puntate di Zelig Off dell'edizione 2010, arrivano a far parte del cast fisso di Zelig in prima serata in onda su Canale 5. Partecipano a diverse puntate proponendo la loro surreale conferenza stampa in cui, seduti nella platea del teatro, rivolgono domande a Claudio Bisio e Paola Cortellesi, fingendosi giornalisti di inverosimili testate. È soprattutto nell'edizione 2012 che lo sketch della conferenza stampa prende forma tanto che anche i nomi delle testate e dei giornalisti diventano sempre più improbabili. Dall'inviato di Playboy all'ingenuo giornalista Teddy Maloscia di Cioè - di cui si ricorda in particolare una domanda adolescenziale: "Prima del sesso orale, bisogna passare lo scritto?" - passando per la rivista "Zizzania", sempre pronta a mettere in difficoltà i conduttori e quello di "Nomination", che elegge il destinatario della domanda come in un reality. Nel 2012 i Boiler sono stati invitati insieme a Claudio Bisio e Paola Cortellesi a presenziare alla serata di premiazione dei PREMI OSCAR TV 2011 che si è svolta come di consuetudine al Teatro Ariston di Sanremo.

Giovanni Vernia
Nasce a Genova nel 1973, dove vive, studia e si laurea a pieni voti in Ingegneria Elettronica. Nel 2000 si trasferisce a Milano e matura una pluriennale esperienza in Comunicazione e Marketing Online presso un'importante società americana di consulenza. Parallelamente coltiva un'altra passione che non abbandona nonostante il lavoro: far ridere. Si iscrive alla Scuola Teatrale di Improvvisazione Comica, partecipa attivamente a numerosi laboratori comici. L'incontro fondamentale per la sua formazione di attore comico è Manuel J. Serantes Cristal con il quale studia teatro e costruzione della maschera comica. Successivamente frequenta i laboratori Zelig On The Road di Verona e Rimini (stagione 2007/2008) dove propone e fa crescere il personaggio dell'ingenuo e stralunato discotecaro Jonny Groove, comico rivelazione dell'edizione 2008 di Zelig Off (Canale 5 seconda serata) e che con lo stesso successo, conquista il pubblico televisivo della prima serata a fianco di Claudio Bisio e Vanessa Incontrada a Zelig Tv 2008 (Canale 5). Il personaggio dello "stordito" Jonny Groove incarna il classico ragazzo follemente innamorato della discoteca, che non fa uso di stupefacenti o alcool: le sue uniche "droghe" sono il ballo e la musica. Le movenze e il linguaggio di Jonny Groove nascono dall'attenta osservazione che Giovanni - per sua passione personale - fa della vita notturna milanese, ibizenca e del panorama della musica house in generale. L'interesse per la musica house lo porta a produrre dal 2008 i pezzi musicali che lanciano le sue apparizioni televisive. Ad oggi sono stati pubblicati i singoli Essiamonoi, Insane, Move It e le compilation di musica house Essiamonoi Compilation, Gilez Dancefloor Compilation. Nel 2009 debutta con il suo primo spettacolo teatrale Essiamonoi, partecipa al cast della produzione live estiva Punto Zelig (con tappe che toccano le maggiori località turistiche italiane) e infine pubblica il suo primo libro Essiamonoi (o no?) edito da Kowalski. Giovanni Vernia sempre con Jonny Groove torna nel 2010 a far parte del cast fisso di Zelig Tv (prima serata – Canale 5), dove ancora una volta viene accolto con entusiasmo da pubblico e critica. Riconoscibile sia da chi conosce e frequenta il mondo delle discoteche, sia da chi questo mondo non lo conosce, Jonny Groove, sorprendente, innovativa e divertentissima parodia del mondo della notte - con i suoi codici, il suo slang (Nuooo!, Ti stimo fratello!….Essiamonoi!) - , conquista il pubblico in maniera trasversale con la sua energia e simpatia contaminanti. I valori sani che Jonny Groove trasmette ossia divertirsi senza "sballare" con droghe o alcool, fanno si che il personaggio sia testimonial di molte campagne anti-droga, anti alcool e a favore della guida sicura all'uscita dai locali di divertimento. Il 2010 si presenta fin dall'inizio un anno all'insegna del successo: parte il tour teatrale del suo spettacolo Essiamonoi, che registra fin dalle prime repliche il tutto esaurito ed è l'unico ospite comico invitato a partecipare alla 60esima edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo. Il 2011 per Giovanni Vernia inizia con un evento-spettacolo del tutto inedito andato in scena al Creberg Teatro Bergamo dal titolo HAPPY GROOVE YEAR, una one-night speciale per festeggiare capodanno 2010. Da gennaio 2011 è stato in tour con il suo nuovo spettacolo teatrale "ESSIAMONOI REVOLUTION" con tappe nei maggiori teatri italiani. A marzo 2012 esce al cinema il suo primo film TI STIMO FRATELLO, del quale, oltre ad essere il protagonista, è il regista insieme al suo autore Paolo Uzzi.

RiDiano 2013
Zelig Show
Diano Marina IM
Molo delle Tartarughe
Giovedì 15 agosto
Ore 22:00
Ingresso libero

RiDiano 2013
Giovanni Vernia
Diano Marina IM
Villa Scarsella
Sabato 17 agosto
Ore 22:00
Posto unico: intero 15 €, ridotto 8 €.

Per informazioni: +39 380 1463252

Prevendite:
DIANO MARINA gestioni municipali, libreria biblos, edicola scoop
SAN BARTOLOMEO AL MARE gianna viaggi
IMPERIA il giogo, libreria ragazzi, tuttomusica
ALASSIO casa del disco
ALBENGA casa del disco
SANREMO popoff
online: www.ticketone.it

Per ulteriori informazioni stampa:
FEDERICO CRESPI & ASSOCIATI
+39.392.970.91.24

ANTISPAM STANDARD DISCLAIMER: La comunicazione viene inviata ai  facenti parte delle mailing-list di Federico Crespi & Associati. I dati acquisiti non verranno diffusi a terzi e saranno trattati nel rispetto delle regole previste dalla Legge 675/96 e disposizioni del "Codice in materia di protezione dei dati personali", decreto legislativo del 30 giugno 2003, n. 196. Per essere esclusi dalle mailing-list di Federico Crespi & Associati, inviare un messaggio contenente la dicitura "cancellatemi dalla mailing-list di Federico Crespi & Associati" al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

PRIVACY: Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla Società  sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell'art. 616 c.p., che ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio  al seguente indirizzo: ufficiostampa@fcea.it.

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota