sabato 24 novembre 2012

Archivio "Non solo libri" alla Biennale Internazionale del Libro d'artista

Biennale internazionale del libro d'artista

27 novembre - 7 dicembre 2012


Museo Internazionale del Vetro

Via E. Fermi 1 - Montegrotto Terme (PD)


Inaugurazione: Martedì 27 novembre 2012 - ore 17.00


organizzata da QUEENARTSTUDIO-PADOVA

a cura di Maria Grazia Todaro


Centoventi Artisti circa presenti con le loro Opere alla Biennale Internazionale del Libro d'artista al Museo del Vetro di Montegrotto Terme in provincia di Padova dal 27


Novembre al 7 Dicembre 2012, con il Patrocinio della città di Montegrotto Terme (PD), della Provincia di Padova e della Regione Veneto.




50 Opere circa di Artisti selezionati dalla curatrice dell'evento la D.ssa Maria Grazia Todaro e 70 Opere dell'Archivio Non solo libri di Ruggero Maggi, ospitate


nell'evento. Un appuntamento importante per quanti si occupano del Libro d'Artista, finalizzata a stimolare ed incentivare la ricerca nell'ambito del libro d'artista,ma anche,


e soprattutto, creare un centro di documentazione che accompagni, completando, l'appuntamento Biennale nella città di Montegrotto Terme (Pd)alla sua prima edizione.




L'Archivio 'Non solo libri' di Ruggero Maggi, nato a metà degli anni '70, pone l'accento sulle molteplici possibilità creative dei libri d'artista, straordinari oggetti che,


passando a volte attraverso il filtro Duchampiano del ready-made, giungono a vere e proprie operazioni concettuali e che focalizzano anche i numerosi punti di contatto e


di simbiosi tra le varie forme dell'arte contemporanea e l'arte postale, tentacolare network che si alimenta di incalcolabili energie artistiche e poetiche. Pagine ancora


come opere d'arte, pagine che non si sfogliano, fissate nel tempo in movimenti casuali oppure ordinate una dopo l'altra. Vetro, ceramica, metallo, plastica si fondono con


l'elemento principe – la carta – e costituiscono i materiali che, alchimicamente manipolati dagli artisti si reinventano in opere d'arte in cui viene racchiuso il potere


evocativo del libro ed il piacere tattile della materia. La grafia della parola trova voce nel falso silenzio della materia e veicola messaggi nuovi, inediti, che si inseriscono


nella percezione sensoriale di chiunque si avventuri in questa particolare biblioteca.


Artisti dell'Archivio 'Non solo libri' presentati in Biennale:

Salvatore Anelli, Franco Ballabeni, Calogero Barba, Piergiorgio Baroldi, Vittore Baroni, Donatella Baruzzi, Luisa Bergamini, Carla Bertola, Giorgio Biffi, Giovanni Bonanno, Anna Boschi, Antonino Bove, Nirvana Bussadori, Silvia Capiluppi, Lamberto Lambi Caravita, Luciano Caruso, Bruno Cassaglia, Marilu' Cattaneo, Guglielmo Achille Cavellini, Sergio Cena, Renato Cerisola, Mauro Corbani, Marisa Cortese, Gian Luca Cupisti, Caterina Davinio, Antonio De Marchi Gherini, Teo De Palma, Adolfina De Stefani, Albina Dealessi, Marcello Diotallevi, Emily Joe, Fernanda Fedi, Mavi Ferrando, Alessandra Finzi, Antonella Gandini, Annamaria Gelmi, Luciano G. Gerini, Gino Gini, Isa Gorini, Gruppo Il Gabbiano (Andolcetti, Cimino, Commone), Enzo Guaricci, Kappa, Bruno Larini, Alfonso Lentini, Oronzo Liuzzi, Ruggero Maggi, Maria Grazia Martina, Giorgio Martini, Gianni Marussi, Rita Mele, Alda Merini, Emilio Morandi, Clara Paci, Marisa Pezzoli, Giorgio Piccaia, Matteo Piccaia, Benedetto Predazzi, Marco Predazzi, Nadia Presotto, Tiziana Priori, Mario Quadraroli, Angela Rapio, Marco Rizzo, Claudio Romeo, Mariapia Fanna Roncoroni, Antonio Sassu, Evelina Schatz, Gianni Sedda, Elena Sevi, Fabio Sironi, Franco Tarantino, Roberto Testori, topylabris, Micaela Tornaghi, Alberto Vitacchio, Andrea Zanzotto.




info: queenartstudiopadova@gmail.com – 334.6447738

http://biennalelibroartistapadova.blogspot.it/

ruggero.maggi@libero.it – 320.9621497

www.ruggeromaggi.it - www.camera312.it - www.padiglionetibet.com


orari: da martedì a venerdì 15.00/17.30 – sabato e domenica 15.00/19.00 - lunedì chiuso

su prenotazione 049.8910635

 

''Animal Reich''. Presentato a Bologna il Premio Hitler per animalisti.


Ad assegnarlo saranno i cittadini vittime degli animalisti

FederFauna ha presentato questa mattina a Bologna, presso "I Portici Hotel Bologna", il "Premio Hitler" che verra' assegnato ogni anno, il 24 novembre, data in cui Adolf Hitler firmo' nel 1933 la prima legge animalista, ad una personalita' che si e' particolarmente distinta nell'animalismo.

Una certa affinita' tra posizioni tipiche dell'animalismo e quelle del nazismo e' stata evidenziata da diversi autori. La critica all'antropocentrismo, il radicalismo, la ricerca della purezza intesa come virtu', come superiorita' morale e l'intolleranza e l'antidemocraticita' nel volerla imporre, il ricorso al razzismo anche se giustificato come arma di lotta contro altre forme di razzismo, vere o presunte che siano come ad esempio, lo specismo, le derive antiumane, sono solo alcuni degli indicatori di tale affinita'.

Peter Staudenmaier, che e' considerato un ecologista sociale e pertanto non certo una figura ostile o indifferente verso la natura e gli animali, da scrittore, storico e docente di storia moderna tedesca alla Marquette University di Milwaukee, Wisconsin, ha fatto un'analisi storica puntuale del fenomeno, e i fatti storici e la bibliografia possono o meno piacere ma non si discutono.

Ne e' uscito un quadro che va ben oltre le notizie, ormai arcinote, che Adolf Hitler fosse stato vegetariano ed avversario della vivisezione, che si impegno' nelle cause inerenti al benessere degli animali e che il 24 novembre 1933 firmo' lui stesso la "Legge sulla protezione degli animali", Tierschutgesetz. Concetti come il "diritto che gli animali possiedono intrinsecamente di essere protetti in se' e per se' " hanno origine proprio dal regime nazista, attraverso "una serie di leggi sui diritti degli animali che erano senza precedenti e che esplicitamente affermavano lo status morale degli animali indipendente da ogni interesse umano". L'idea che "gli animali non sono solo creature nel senso organico, ma creature che conducono la propria vita e che sono dotate di strutture percettive, che sentono il dolore e la gioia", non e' stata elaborata dai contemporanei teorici della liberazione e dei diritti animali, ma da Goering nel 1933. "Il partito nazista promosse frutta cruda e semi come dieta ideale, proprio come i vegani piu' scrupolosi oggi". I nazisti, esattamente come gli animalisti di oggi, si ritenevano moralmente superiori e, esattamente come gli animalisti di oggi, perseguivano la "purezza", presupponendo che la vera virtu' passasse anche dal ripudio di pratiche apparentemente immonde come il mangiare la carne. Poi, sappiamo tutti cosa fecero i nazisti alle persone.

Oggi assistiamo, non solo a fenomeni di ecoterrorismo che provocano danni ingenti a cose, persone e animali, ma ad una propaganda sempre piu' spinta che sempre piu' somiglia a quella dei nazisti, dalla quale scaturiscono odio e pregiudizio, condotte antiumane, razziste, persecutorie, che fanno vittime.

Ecco perche' il Premio Hitler. Ecco perche' ad un animalista. E siccome FederFauna, al contrario degli animalisti, non vuole ergersi a giudice dell'altrui etica, dell'altrui moralita', a decidere chi sara' la persona fisica che si e' particolarmente distinta nell'animalismo, tanto da meritare questo premio, saranno i cittadini. Coloro che, comuni detentori ed amanti degli animali, ormai vivono nel terrore perche' temono cosa potrebbe capitar loro se mettono o non mettono il cane in macchina, se indossano una pelliccia, se vanno al circo, se mangiano un panino al salame in pubblico. Poi, soprattutto, coloro che sono gia' stati vittime di animalisti: coloro che sono stati discriminati ad esempio negandogli la possibilita' di adottare un cane solo perche' allevatori, circensi, cacciatori; coloro che hanno subito danni materiali alle proprie strutture come vetrine infrante o imbrattate, auto bruciate, recinzioni tagliate, animali liberati e mandati a morire; coloro che sono stati perseguitati o che hanno subito pressioni, intimidazioni, minacce, che sono stati offesi, ingiuriati, definiti assassini, sfruttatori, aguzzini, magari solo per aver espresso una legittima opinione; coloro che, ahime', hanno perso o stanno perdendo il lavoro a causa delle politiche imposte dall'animalismo…
FederFauna ha creato un indirizzo e-mail: premiohitler@federfauna.org , verso il quale ciascuno di loro potra' suggerire le nomination, e  comunichera' gli aggiornamenti a cadenza trimestrale.

Il Premio Hitler non sara' in denaro, in quanto, generalmente, quello gli animalisti ben sanno procurarselo da soli: al vincitore andra' una "gita di istruzione" per l'Europa, a vedere dal vivo con quale amore (vero! Non ideologico) si allevano, ad esempio, le volpi in Polonia, i cani o le oche in Ungheria, i visoni in Danimarca, i cavalli in Slovenija,  i tori da corrida in Spagna e tutto quello che gli animalisti odiano (spesso senza conoscerlo davvero), ospite delle varie fattorie che gli offriranno ricchi menu', ovviamente di origine animale. FederFauna ha gia' individuato un certo numero di aziende che hanno dato la disponibilita' ed altre potranno aderire sempre attraverso lo stesso indirizzo e-mail messo a disposizione per suggerire le nomination. Inoltre, al vincitore andra' una targa ricordo che ritrae il fuhrer mentre accarezza amorevolmente due piccoli caprioli sullo sfondo del campo di concentramento di Auschwitz. La targa reca la scritta "Animal Rights" corretta in "Animal Reich".

Leggi anche:

Il saluto del Segretario Generale di FederFauna Massimiliano Filippi

Ambiguities of Animal Rights, by Peter Staudenmaier in lingua originale  e  in italiano

Eco-fascismo: lezioni dall'esperienza tedesca, di Janet Biehl e Peter Staudenmaier (italiano)

Nazismo e diritti animali



FederFauna
Confederazione Europea delle Associazioni di Allevatori, Commercianti e Detentori di Animali
European Confederation of Associations of Breeders, Dealers and Keepers of Animals
Via Altabella, 11 - 40125 Bologna
Tel. 895.510.0030 (servizio a pagamento) - Fax 051/2759026
www.federfauna.org






--

Lettera al Direttore. Politica, giustizia ed informazione. In tempo di voto si palesa l'Italietta delle verginelle.

Lettera al Direttore. Politica, giustizia ed informazione. In tempo di voto si palesa l’Italietta delle verginelle.

Da scrittore navigato, il cui sacco di 40 libri scritti sull’Italiopoli degli italioti lo sta a dimostrare, mi viene un rigurgito di vomito nel seguire tutto quanto viene detto da scatenate sgualdrine (in senso politico) di ogni schieramento politico. Sgualdrine che si atteggiano a verginelle e si presentano come aspiranti salvatori della patria in stampo elettorale.

In Italia dove non c’è libertà di stampa e vige la magistratocrazia è facile apparire verginelle sol perché si indossa l’abito bianco.

I nuovi politici non si presentano come preparati a risolvere i problemi, meglio se liberi da pressioni castali, ma si propongono, a chi non li conosce bene, solo per le loro presunti virtù, come verginelle illibate.

Ci si atteggia a migliore dell’altro in una Italia dove il migliore c’ha la rogna.

L’Italietta è incurante del fatto che Nicola Vendola a Bari sia stato assolto in modo legittimo dall’amica della sorella o Luigi De Magistris sia stato assolto a Salerno in modo legale dalla cognata di Michele Santoro, suo sponsor politico.

L’Italietta non si scandalizza del fatto che sui Tribunali e nella scuole si spenda il nome e l’effige di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino da parte di chi, loro colleghi, li hanno traditi in vita, causandone la morte.

L’Italietta non si sconvolge del fatto che spesso gli incriminati risultano innocenti e ciononostante il 40%  dei detenuti è in attesa di giudizio. E per questo gli avvocati in Parlamento, anziché emanar norme, scioperano nei tribunali, annacquando ancor di più la lungaggine dei processi.

L’Italietta che su giornali e tv foraggiate dallo Stato viene accusata da politici corrotti di essere evasore fiscale, nonostante sia spremuta come un limone senza ricevere niente in cambio.

L’Italietta, malgrado ciò, riesce ancora a discernere le vergini dalle sgualdrine, sotto l’influenza mediatica-giudiziaria.

Fa niente se proprio tutta la stampa ignava tace le ritorsioni per non aver taciuto le nefandezze dei magistrati, che loro sì decidono chi candidare al Parlamento per mantenere e tutelare i loro privilegi.

Da ultimo è la perquisizione ricevuta in casa dall’inviato de “La Repubblica”, o quella ricevuta dalla redazione del tg di Telenorba.

Il re è nudo: c’è qualcuno che lo dice. E’ la testimonianza di Carlo Vulpio sull’integrità morale di Nicola Vendola, detto Niki. L’Editto bulgaro e l’Editto di Roma (o di Bari). Il primo è un racconto che dura da anni. Del secondo invece non si deve parlare.

I giornalisti della tv e stampa, sia quotidiana, sia periodica, da sempre sono tacciati di faziosità e mediocrità. Si dice che siano prezzolati e manipolati dal potere e che esprimano solo opinioni personali, non raccontando i fatti. La verità è che sono solo codardi.

E cosa c’è altro da pensare. In una Italia, laddove alcuni magistrati tacitano con violenza le contro voci. L’Italia dei gattopardi e dell’ipocrisia. L’Italia dell’illegalità e dell’utopia.

Tutti hanno taciuto "Le mani nel cassetto. (e talvolta anche addosso...). I giornalisti perquisiti raccontano". Il libro, introdotto dal presidente nazionale dell’Ordine Enzo Jacopino, contiene le testimonianze, delicate e a volte ironiche, di ventuno giornalisti italiani, alcuni dei quali noti al grande pubblico, che hanno subito perquisizioni personali o ambientali, in casa o in redazione, nei computer e nelle agende, nei libri e nei dischetti cd o nelle chiavette usb, nella biancheria e nel frigorifero, “con il dichiarato scopo di scoprire la fonte confidenziale di una notizia: vera, ma, secondo il magistrato, non divulgabile”. Nel 99,9% dei casi le perquisizioni non hanno portato “ad alcun rinvenimento significativo”.

Cosa pensare se si è sgualdrina o verginella a secondo dell’umore mediatico. Tutti gli ipocriti si facciano avanti nel sentirsi offesi, ma che fiducia nell’informazione possiamo avere se questa è terrorizzata dalle querele sporte dai PM e poi giudicate dai loro colleghi Giudici.

Alla luce di quanto detto, è da considerare candidabile dai puritani nostrani il buon “pregiudicato” Alessandro Sallusti che ha la sol colpa di essere uno dei pochi coraggiosi a dire la verità?

Si badi che a ricever querela basta recensire il libro dell’Ordine Nazionale dei giornalisti, che racconta gli abusi ricevuti dal giornalista che scrive la verità, proprio per denunciare l'arma intimidatoria delle perquisizioni alla stampa.

Che giornalisti sono coloro che, non solo non raccontano la verità, ma tacciono anche tutto ciò che succede a loro?

E cosa ci si aspetta da questa informazione dove essa stessa è stata visitata nella loro sede istituzionale dalla polizia giudiziaria che ha voluto delle copie del volume e i dati identificativi di alcune persone, compreso il presidente che dell'Ordine è il rappresentante legale?

Allora io ho deciso: al posto di chi si atteggia a verginella io voterei sempre un “pregiudicato” come Alessandro Sallusti, non invece chi incapace, invidioso e cattivo si mette l’abito bianco per apparir pulito.

Dr Antonio Giangrande

Presidente dell’Associazione Contro Tutte le Mafie e di Tele Web Italia

www.controtuttelemafie.it e www.telewebitalia.eu

099.9708396 – 328.9163996

Autorizzati alla pubblicazione gratuita senza diritto di corrispettiva remunerazione.

Si prega comunque di citare l’autore dell’articolo, non come giornalista, ma come esperto della materia.

Non è spam. Il recapito del destinatario  è pubblico ed incluso in nostro elenco riservato. L’invio dell’e-mail contenete l’articolo/lettera/inchiesta è amicale e non esclusivo. Il contenuto dell’e-mail è diretto a 1500 redazioni locali e nazionali che ne curano la pubblicazione. Non vi è interesse economico ma spirito di collaborazione al fine di una completa informazione. Il contenuto della presente ha valenza di interesse generale nazionale e non ha scopo di lucro o di cooptazione ideologica o religiosa. Il contenuto non è opinione personale, ma frutto delle segnalazioni pervenuteci in sede di una associazione antimafia conosciuta e stimata in tutta Italia. Se disturbo basta rispondere “CANCELLA”. 

 

 

Comunicato bilancio RAI



COMUNICATO STAMPA

On. Daniele GALLI: "Il profondo rosso del bilancio RAI non deve essere pagato dai cittadini"

"Il passivo della Rai è stimato in 200 milioni per il 2012, la Corte dei Conti sottolineando il forte livello di indebitamento, ha più volte ripreso l'azienda - di proprietà per il 99,56 % dello Stato -  chiedendo di tagliare le spese e di recuperare i canoni evasi. Eppure Rai, a partire dal suo direttore generale con 650.000 € in tre anni, continua a sottoscrivere contratti milionari, ad esempio con  Fabio Fazio 2 milioni di euro (in esclusiva, al lordo per tre anni), la Littizzetto 1 milione e 800 mila (per due anni, in esclusiva), Antonella Clerici 1 milione e 800 mila, Milly Carlucci 1 milione e 200 mila euro, Pippo Baudo 900 mila euro, Giletti 600 mila euro, 300 mila euro la Balivo, Veronica Maya e Elisa Isoardi per finire con Giovanni Floris che guadagna 500 mila euro, senza per  conseguenza incrementare il suo share  che rimane  un risicato 38 %. .  Insistenti voci di corridoio riferiscono circa l'intenzione dell'azienda di chiedere allo Stato di ripianare il disavanzo di bilancio attraverso un aumento del canone, se non  addirittura attraverso  aumenti tariffari nella bolletta sul consumo di energia elettrica di tutti i cittadini, che costa già il 30 % in più della media europea. Il Governo dovrebbe chiarire se davvero ha intenzione di permettere la copertura delle perdite RAI attraverso un aumento dell'energia elettrica a carico di tutti gli italiani o se intende escludere totalmente tale soluzione, e come costringere la RAI a rispettare quanto chiesto dalla Corte dei Conti, imponendo alla controllata provvedimenti immediati per evitare l'evasione dei  canoni e    contenere il costo della produzione adeguandolo alla situazione economico-finanziaria. Diventa quanto mai intollerabile che inefficienze e super costi di gestione siano sempre, tacitamente e surrentiziamente, scaricati sui cittadini sudditi" Questi i punti salienti dell'interrogazione presentata dal deputato Daniele Galli lo scorso 15 novembre.

 

23/11/2012

Il testo dell'interrogazione è consultabile all'indirizzo

 

http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_16/showXhtml.Asp?idAtto=62662&stile=6&highLight=1&paroleContenute=%27CAMERA%27

 



--

Opg Montelupo. In attesa della chiusura...



comunicato della sen. Donatella Poretti

La senatrice dei Radicali Donatella Poretti e il dr. Cesare Bondioli, Responsabile carceri e opg di Psichiatria Democratica hanno effettuato una visita all'Opg di Montelupo Fiorentino. Nelle more della chiusura di queste strutture -che per legge e' prevista per il prossimo marzo- abbiamo potuto constatare che finalmente dopo un anno dalla fine dei lavori, e dopo una serie di problemi burocratici e pratici la consegna all'uso dei locali e' stata data lo scorso 13 settembre, ora le nuove celle sono agibili e occupate dagli internati.

Stamani erano presenti 105 internati (15 piano terra -Pesa-, 46 al primo piano e 44 al secondo.

Il primo e secondo piano sono cosi' tornati alla loro origine per meta' vecchie (del 2007) e per meta' nuove (primo piano aperto il 30 ottobre e il secondo sabato scorso).

Le nuove celle (con soffitti a cassettone e simil cotto al pavimento) e i nuovi spazi comuni sono una buona notizia e una realta' dignitosa contro il degrado della parte più vecchia che se al piano terra ha infiltrazioni di acqua e muffa, anche nei piani a salire mostra tutta la necessita' di interventi di ripulitura.

Purtroppo la carenza dei fondi per il mantenimento e la gestione ordinaria e' alla base di una sporcizia e del conseguente degrado delle celle vecchie, ma gia' inizia ad apparire anche in quelle nuove. Le pulizie sono (non) fatte dagli internati...Va inoltre sottolineato che gli arredi sono rimasti quelli recuperati dalle vecchie celle e sono totalmente inadeguati e in pessime condizioni, il che aggrava il senso di degrado complessivo della struttura che nemmeno il recente restauro riesce a nascondere. Una sala colloqui nuova e' pronta dall'estate ma senza l'autorizzazione delle opere pubbliche non puo' aprire, e altre problematiche minori si sono rilevate, ma la contraddizione del luogo di detenzione per persone che hanno bisogno di cure sanitarie e' sempre più evidente.

La struttura ormai ha assunto sempre più l'aspetto di un carcere a media sicurezza, dagli spazi esterni per l'aria ai blindati delle celle e dei sistemi di vigilanza. Una struttura in attesa di essere svuotata dagli internati che devono per lo più essere riassorbiti nei progetti dei loro territori con comunita' o altre nuove strutture che la legge sta individuando.

Da quanto sottolineato dagli operatori sanitari, in particolare, si è colto il disagio per la mancanza di iniziative concrete per la dimissione degli internati il 25% circa dei quali si trova in regime di proroga della misura di sicurezza (in qualche caso la proroga è stata rinnovata ripetutamente, anche per 23 volte!); in particolare il regime di proroga è particolarmente grave tra gli internati provenienti dalla Sardegna (11 proroghe su 28 internati) ma anche per le altre Regioni del bacino: per la Toscana (7 su 45), per la Liguria (7 su 20) e l'Umbria (2 su 7 internati di cui uno con 23 proroghe).

Occorre quindi che i programmi di dimissione ricevano un nuovo impulso e che le Regioni competenti, attraverso i loro Dipartimenti di Salute Mentale, formulino i progetti terapeutico-riabilitativi in favore dei loro internati con date certe per la loro realizzazione.

Occorre altresì che le Regioni, che hanno richiesto il finanziamento per la realizzazione delle strutture sanitarie alternative all'opg, tanto più ora che è stato emanato il Regolamento con le loro caratteristiche strutturali, passino alla realizzazione delle strutture per cui hanno richiesto il finanziamento.

Il rischio che, in assenza di un effettivo governo della fase di transizione, gli opg rimangano in funzione in attesa di una proroga (da tutti oramai data per scontata) dei termini per la loro chiusura  va scongiurato e che ci si accontenti delle piccole migliorie senza dare seguito alla riforma.Ad un migliaio di internati in tutta Italia sono negati ancora oggi il diritto alla salute e alla dignita' umana. Un problema numericamente piccolo, che ha la legge e i fondi economici per la sua soluzione, e a cui va "solo" data applicazione.




--

Il Cardinale Betori benedice i Bambinelli dei fiorentini - 8 dicembre ore 16 a Firenze



IL CARDINALE BETORI BENEDICE I BAMBINELLI FIORENTINI

Sabato 8 dicembre alle 16 nella Chiesa di San Gaetano a Firenze

L'8 dicembre 2012 alle ore 16 alla Chiesa di San Gaetano a Firenze (piazzetta Antinori/via Tornabuoni) per la prima volta ci sarà la "Benedizione dei Bambinelli": l'Arcivescovo di Firenze, S.E. Cardinale Giuseppe Betori, benedirà le statuine raffiguranti Gesù Bambino che poi i fiorentini metteranno nel loro presepe.

 

E' una novità – che punta a diventare un appuntamento annuale e tradizionale per Firenze - sia per i bambini che per gli adulti: nella festa dell'Immacolata Concezione di Maria, giorno tradizionalmente dedicato in famiglia agli addobbi natalizi e all'allestimento del presepe, l'Arcivescovo darà la Sua benedizione ai Gesù Bambino e ai presenti. Sono invitati bambini, adulti, anziani, famiglie, scuole, gruppi parrocchiali e catechistici.

 

L'iniziativa è promossa dal Comitato Capannucce in città che per l'undicesimo anno vuole riportare il Natale al suo vero significato: la nascita di Gesù.

Per questo premia tutti i bambini che realizzano o aiutano a realizzare nelle loro case, parrocchie e scuole il presepe.
In undici edizioni sono stati premiati più di 20 mila bambini e anche Papa Benedetto XVI ha dato la propria benedizione all'iniziativa e ai partecipanti. Dalle ultime due edizioni inoltre Capannucce in Città ha aperto le porte anche ai commercianti e artigiani fiorentini che espongono il presepe nella loro vetrina.

Tutti possono iscriversi gratuitamente attraverso il sito www.capannucceincitta.it e verranno premiati dallo stesso Cardinale Betori il 5 gennaio 2013, sempre nella chiesa di San Gaetano alle ore 16.

 

"Il nostro Arcivescovo – commentano presidente e segretario del Comitato Capannucce in città Paolo Blasi e Mario Razzanelli – ha abbracciato con entusiasmo questa iniziativa. Oltre alla Benedizione dei Bambinelli l'8 dicembre, sarà ancora una volta lui a premiare tutti i bambini il 5 gennaio per Capannucce in città".

 

Gli eventi di Capannucce in città sono realizzati con il fondamentale contributo dell'Ente Cassa di Risparmio di Firenze e in collaborazione con la Diocesi di Firenze e il settimanale Toscanaoggi.

 

Informazioni:

www.capannucceincitta.it

info@capannucceincitta.it


venerdì 23 novembre 2012

Fatevi condurre dal Rosso Pavoncelli

Continua ininterrottamente il restayling del centenario Salumificio Pavoncelli di Santa Lucia di Pescantina (VR). 

Lo Studio Poletto di San Giovanni Lupatoto (VR) questa volta è stato interpellato per rivitalizzare tutta la facciata dello stabilimento situato in Via Valpolicella 51.
Cosa fondamentale era ringiovanire si, ma senza dimenticare lo scenario naturalistico che circonda l'azienda veronese.
Di qui, la proposta di utilizzare il rosso, colore istituzionale, per ridipingere alcune parti dello stabile e di installare sul tetto il logo, così da essere visibile da più punti lontani.
Ed ecco l'approvazione del progetto e l'inizio, oggi, dei lavori.















Salumificio Pavoncelli: https://www.facebook.com/pages/Salumificio-Pavoncelli/79500679022


“IL CANTO DEL GAUCHITO” CONQUISTA LO ZECCHINO VERDE




"IL CANTO DEL GAUCHITO" CONQUISTA

LO ZECCHINO VERDE

 

Dopo la vittoria dello Zecchino rosso l'Argentina torna sul podio

 

Penultima giornata in diretta dal palco dell'Antoniano di Bologna, quarto Zecchino assegnato con 190 voti a "Il canto del gauchito" (Testo e Musica originale di Ezechiel Palmieri – Testo italiano di Mario Gardini), cantato da Juan Francisco Greco (8 anni, Buenos Aires - Argentina), che già nella prima giornata si era aggiudicato lo Zecchino rosso.

 

"Un coinvolgente tango argentino – lo ha definito Sabrina Simoni, direttrice del Piccolo Coro Mariele Ventre dell'Antoniano – che canta e racconta della prima cotta tra i banchi di scuola, tema non è mai stato toccato allo Zecchino d'Oro, e che lo il piccolo grande Juan Francisco canta con gioia e forza".



Antoniano dei Frati Minori

Via Guinizelli 3

40125 Bologna (BO) Italia

www.antoniano.it




--

Cav. Andrea Pietrarota
----------------------------------------
sociologo della comunicazione, giornalista e consulente di comunicazione integrata
direttore responsabile di AlternativaSostenibile e fondatore del CorrieredelWeb.it
cell. +39 347 8271841
email: apietrarota@gmail.com e direttore@alternativasostenibile.it
skype: apietrarota
www.facebook.com/corrieredelweb
http://twitter.com/apietrarota
Il mio profilo su Linkedin
Il mio biglietto da visita






A gospel night per ATT - 28 novembre Teatro Reims



Mercoledì 28 novembre ore 21,15 Teatro Reims a Firenze
GOSPEL NIGHT PER ATT
The Pilgrims in concerto per sostenere
le cure domiciliari oncologiche gratuite dell'Associazione Tumori Toscana

 

Sarà una "Gospel Night" quella di mercoledì 28 novembre al Teatro Reims di Firenze (via Reims 30) tutta dedicata all'Associazione Tumori Toscana A.T.T. per sostenere e ampliare il servizio di cure domiciliari oncologiche gratuite offerte quotidianamente a centinaia di malati di tumore.

Dalle ore 21,15 con la direzione del maestro Gianni Mini, i 40 cantanti e musicisti di The Pilgrims Gospel porteranno in scena un repertorio che da brani spirituals (a cappella) ricchi di significato e coinvolgimento emotivo, percorre  un crescendo musicale trasformandosi in pezzi più complessi e ritmici, accompagnati dalle percussioni e dagli strumenti, passando attraverso sonorità etniche e brani di musica pop rivisitati in chiave gospel.

L'evento, con ingresso su invito prenotabile allo 055.24.66.666, serve per raccogliere fondi per il servizio di assistenza domiciliare oncologica gratuita di A.T.T.

Dal 1999 cura a domicilio i malati di tumore gratuitamente 24 ore su 24 tutti i giorni dell'anno. Con oltre 8000 pazienti curati, attualmente opera a Firenze, Prato-Pistoia, Siena e rispettive province, assistendo quotidianamente circa 300 pazienti con un'équipe poli-specialistica retribuita dall'Associazione stessa e composta da 10 medici, 3 psicologi, 7 infermieri professionali, 5 operatori socio-sanitari ed 1 masso-fisioterapista.
Solo nel 2011 l' A.T.T. ha ricevuto 884 nuove richieste di assistenza.

Info e prenotazioni: A.T.T. tel. 055.2466666

 

 




25 Novembre 2012 - Stefano Benni con "Di tutte le ricchezze" al Feltrinelli Point di Lecce

FELTRINELLI POINT di Lecce OSPITA
IL ROMANZO “DI TUTTE LE RICCHEZZE” (Feltrinelli) di Stefano Benni

L’autore si renderà disponibile a firmare le copie del libro, accogliendo ben volentieri domande dai lettori convenuti.

Domenica 25 novembre 2012 ore 11.00
Feltrinelli point - via Cavallotti 7/a - 73100 - Lecce - Italia

La libreria Feltrinelli non perde occasione di presentare ghiotte opere letterarie come il romanzo “Di tutte le ricchezze” - ai lettori leccesi e non - che non possono non accogliere quest’opportunità di arricchimento culturale accompagnato dalla simpatica e poliedrica figura di Stefano Benni, un autore acuto e frizzante, l’ideale insomma per una domenica mattina di novembre.

Martin è un maturo professore e poeta che si è ritirato a vivere ai margini di un bosco: è una nuova stagione della vita, vissuta con consapevolezza e arricchita dai ricordi e dalle conversazioni che Martin intrattiene con il cane Ombra e con molti altri animali bizzarri e filosofi. In questa solitudine coltiva la sua passione di studioso per la poesia giocosa e per il Catena, un misterioso poeta locale morto in manicomio.

Questa tranquillità, che nasconde però strani segreti, è turbata dall’arrivo di una coppia che viene a vivere in un casale vicino: un mercante d’arte in fuga dalla città e Michelle, la sua bellissima e biondissima compagna. L’apparizione di Michelle, simile a una donna conosciuta da Martin nel passato, gonfia di vento, pensieri e speranze i giorni del buon vecchioprofessore. Il ritmo del cuore e il ritmo della vita prendono una velocità imprevista. Una velocità che una sera, a una festa di paese, innesca il vortice di un fantastico giro di valzer.

Leggende, sogni, canzoni, versi di un poeta che la tradizione vuole folle e suicida, telefonate attese, contattisti rock, cinghiali assassini, visite di colleghi inopportuni, comiche sorprese, goffi corteggiamenti e inattese tentazioni - tutto riempie di nuova linfa una stagione che si credeva conclusa, e che si riapre sul futuro come un’alba. Martin e tutti quelli che lo circondano sembrano chiusi in un bozzolo di misteri: si tratta di attendere la farfalla che ne uscirà.

Stefano Benni scrittore, giornalista, poeta, sceneggiatore, drammaturgo e umorista italiano. Ha collaborato con settimanali “l’Espresso” e “Panorama”, quotidiani come ”la Repubblica” e “Il manifesto”, autore televisivo. Ha scritto numerosi romanzi, autore di racconti e opere teatrali.

Info
Feltrinelli Point
via Cavallotti 7/a, 0832/331999
www.lafeltrinelli.it

EVENTI PACINI EDITORE: Pisa Book festival

PISA BOOK FESTIVAL

sabato 24 e domenica 25 novembre 2012

Pisa, palazzo dei Congressi

 

EVENTI PACINI EDITORE

 

Prosegue il Pisa Book Festival. Pacini Editore, nelle giornate di sabato e domenica, organizzerà i seguenti incontri:

Sabato 24 novembre ore 15:00-16:30 – Saletta Business

Presentazione del volume «Prigioni d’Italia. Viaggio nella realtà delle carceri» a cura dell’Osservatorio Carcere dell’Unione delle Camere Penali Italiane

Intervengono: Andrea Callaioli - Garante per i diritti delle persone private della libertà personale del Comune di Pisa, Michele Passione - Osservatorio Carcere dell'Unione delle Camere Penali Italiane, Alessandro Defedericis - Coordinatore nazionale Osservatorio Carcere e l'avvocato Ezio Menzione.

Modera il dibattito: Giuseppe Meucci

Nel corso della presentazione verrà proiettato il video Prigioni d’Italia

 

Questo volume nasce da un’esigenza: aprire la porta.

Negli anni della proclamata condizione di emergenza carceraria si è molto parlato e a lungo discusso dello stato di quotidiana illegalità in cui si trovano i detenuti in Italia. Queste pagine descrivono un percorso ad ostacoli, fatto di sacrifici e cadute; dentro vi sono, senza citarli, i nomi di tante persone, di tutti i paesi, con un’unica croce.

 

Domenica 25 novembre ore 15:00-16:30 – Saletta Business

Presentazione del volume «Nina Batalli. Una pittrice tra Romania e Italia (1913-1993)» a cura di Claudia Zaccagnini

Intervengono: Bruno Mazzoni, ordinario di lingua e letteratura romena e Claudia Zaccagnini, curatrice del volume.

Nel corso della presentazione verrà proiettata una selezione di immagini di Nina Batalli

 

Parlare della pittura e dell’opera di Nina Batali è un atto doveroso nei confronti di un’artista che con il suo lavoro ha attraversato quasi tutto il Novecento, come testimonianza e riconoscimento di un impegno e di una sensibilità che ha lasciato, nell’arte contemporanea europea, romena e italiana, il segno di una personalità non comune. Un tributo che la cultura romena dedica ad una sua sensibile figlia, che ha saputo rappresentare e diffondere all’estero l’eccellenza della sua arte e l’impegno verso la sua comunità nazionale in diaspora.

Con testi redatti da Luminita Batali e Claudia Zaccagnini, e la presentazione di Gheorghe Carageani

 

 

Informazioni

PACINI Editore, PISA

Tel. 050 3130225

 

Ufficio Stampa

SPAINI & PARTNERS

Tel. 050 310920 - 36042

Guido Spaini guido.spaini@spaini.it

Matilde Meucci 329 6321362 matilde.meucci@spaini.it

Rachele Giannessi 3473839137 ufficiostampa@spaini.it

 

 

SPAINI & PARTNERS
via dell'Ordine di Santo Stefano 229
56128 Marina di Pisa (PI)
tel 050/310920 - 36042
www.spaini.it cell 3473839137

 

 



__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 7724 (20121123) __________

Il messaggio è stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it

Scopri i vantaggi di effettuare un noleggio a lungo termine a Bologna, a Milano o a Roma

Il mercato dell'autonoleggio è in forte espansione e ricco di novità e promozioni nel settore. Oggi, alla classica modalità di noleggio auto, si aggiunge anche il noleggio a lungo termine, un nuovo modo di intendere la mobilità aziendale, una soluzione del tutto alternativa all'acquisto e al leasing. È disponibile in tutte le città italiane: il noleggio a lungo termine Bologna, Roma o Milano, e comunque nei grandi centri urbani, è richiestissimo, in quanto le possibilità sono molteplici e le agenzie che se ne occupano offrono servizi e tariffe convenienti.

Credito, noleggio e leasing sono soluzioni di mobilità che meritano attenzione. Secondo i dati diffusi dall'Osservatorio Auto 2013, tra coloro che sono intenzionati ad acquistare un'auto nei prossimi due anni il 53% degli europei e il 39% degli italiani prevede di ricorrere al credito personale, mentre il 6% degli europei e il 9% degli italiani preferirebbe il noleggio o il leasing. Nello specifico, il 37% degli italiani e il 35% degli europei si dice interessato a valutare l'opzione del leasing, e il 26% l'opzione del noleggio a lungo termine.

Ma in cosa consiste il noleggio a lungo termine? È un servizio rivolto ai titolari di partita IVA (solitamente aziende o professionisti) e consiste nel mettere a disposizione del cliente un'auto o un veicolo commerciale per un determinato periodo di tempo (medio o lungo) e un kilometraggio stabilito, a fronte del pagamento di un canone fisso mensile. La durata del noleggio varia dai 12 ai 60 mesi e il canone da pagare varia in base al valore del mezzo, ma anche in base al kilometraggio previsto e alla durata del contratto. I vantaggi di effettuare un noleggio a lungo termine a Bologna per un'azienda romagnola, ad esempio, sono nella possibilità di affidarsi ad una società specializzata e dedicarsi totalmente alle proprie attività imprenditoriali. La ragione che spinge ad optare per questa soluzione di mobilità è essenzialmente legata ad un fattore economico e di costo. La scelta di un'impresa di prevedere un noleggio auto a lungo termine piuttosto che acquistare un parco auto di proprietà incide notevolmente sulle voci annuali di spesa e definisce un'ottimizzazione dei costi di bilancio.

Pasqualino Monti e la riqualificazione del porto storico di Civitavecchia destinato a diventare uno dei marina yachting più affascinanti al mondo

Pasqualino Monti: operativo il piano industriale per lo sviluppo del network dei porti di Roma, investimenti per la riqualificazione del porto storico: museo marino e marina yachting

 

Al nuovo piano d'investimenti triennale, presentato il 16 novembre, sono stati destinati circa 460 milioni per la realizzazione di nuove infrastrutture nei porti di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta. Parte di queste risorse sono dell'Autorità Portuale, la maggior parte arrivano invece dal Cipe e sono totalmente destinate a nuove spese di investimento per realizzare importanti infrastrutture. "Un piano ambizioso, con tante opere già approvate e appaltate, - spiega Pasqualino Monti - che punta a dare una svolta allo scalo portuale, specie in termini commerciali". 

Si comincia con quasi 11 milioni di euro per la riqualificazione del porto storico, il  cui progetto prevede la costruzione di uno dei marina yachting più affascinanti al mondo, con mega yacht attraccati tra la darsena romana, Porta Livorno, le mura di Urbano VIII con il mascherone del Bernini e il Forte Michelangelo.

E ancora 35 milioni di euro saranno investiti per la realizzazione di un museo marino e oceanario, con la possibilità di accogliere oltre 700.000 visitatori all'anno e in grado di movimentare altro 36.000 passeggeri contemporaneamente.

La società concessionaria Rct realizzerà, infatti, una serie di terminal al servizio delle 6 mega navi che, una volta ultimati gli investimenti, potranno stazionare contemporaneamente sull'antemurale, aggiungendosi agli altri 2 attracchi per unità più piccole situati nel porto storico e agli ulteriori 2 accosti dedicati, previsti a nord nella darsena traghetti. Ma gli investimenti non riguarderanno solo Civitavecchia.  

A Fiumicino - ha spiegato Pasqualino Monti – "Verranno destinati 165 milioni di euro per il nuovo porto commerciale, che punta a rappresentare il nodo di completamento di un sistema logistico strategico per tutto il Paese, non solo per la posizione geografica, alle porte di Roma, ma soprattutto per la rilevanza degli insediamenti e delle infrastrutture esistenti, quali l'aeroporto internazionale Leonardo da Vinci, Cargo City, Commercity, l'Interporto, la nuova Fiera di Roma, il nodo autostradale tra corridoio Tirrenico e GRA". 

Oltre 10 milioni di euro verranno investiti invece per  mettere in sicurezza la foce del porto canale, in attesa della realizzazione del nuovo porto commerciale. Nel 2013 saranno avviati lavori per la messa in sicurezza idraulica della foce e la realizzazione di un nuovo ponte pedonale.   

A Gaeta, sono destinati 33 milioni di euro per la realizzazione dei nuovi piazzali operativi, mentre 950 mila andranno a interventi sul lungomare. Prevista anche la riqualificazione completa della zona demaniale del lungomare per un importo di circa 12 milioni di euro.                                             

 

 

 

 

Comunicato Stampa Solo Alto Design

Regali di Design per il Natale 2012: tu ci dici a chi farli e quanto spendere e al resto ci pensiamo noi!


All'interno del portale di e-commerce Solo AltoDesign apre una nuova sezione dedicata al Natale pensata per agevolare e velocizzare gli acquisti con un semplice click.


Solo Alto Design offre da sempre una vasta scelta di arredamento e complementi d'arredo di design dei migliori marchi italiani ed internazionali dando la possibilità, con la formula della vendita online, di proporre prezzi molto convenienti.


E' stata fatta un prima suddivisione per orientarsi nella scelta del regalo per fasce di prezzo. Ciò consente di individuare con facilità il prodotto adatto alla propria possibilità di spesa, da un minimo di 50 ad un massimo di 500 euro. Ovviamente sono state formulate anche delle scontistiche particolari per ordini che superano un certo totale ordini.


La seconda suddivisione è quella per tipologia di persone: per tua moglie, per tuo marito, per tuo figlio..e per tua suocera! Sono proprio queste le voci che troverete visitando il portale! Un catalogo per ciascuna categoria, quello che dovrete fare è soltanto "sfogliarlo"  comodamente da casa. In questo modo anche chi non ha la più pallida idea di cosa regalare qui troverà senza dubbio l'oggetto giusto per la persona giusta, avendo un successo assicurato.


Ciascun prezzo presente sul sito è comprensivo di tutte le tasse e spese di spedizione, quindi il prezzo visualizzato sarà subito quello finale d'acquisto. Sono accettati tutti i tipi di pagamento con Carte di Credito, PayPal e Bonifico Bancario, per venir incontro alle esigenze di tutti i clienti.


Non ridurti all'ultimo! Al fine di un buon servizio si consiglia di considerare i giorni necessari alla consegna e di effettuare dunque gli ordini in tempi ragionevoli.


Info e contatti:

info@soloaltodesign.it

(+39) 06/92 95 86 50




Legge sulla diffamazione: focus e Tavola rotonda sull’informazione a Piano di Sorrento



Il 23 novembre 2012 alle ore 15.30 si svolge a Piano di Sorrento, presso la Sala del Consiglio Comunale, un incontro-dibattito dedicato ai temi dell’informazione e al rapporto tra questa, la politica e la giustizia. L’iniziativa, organizzata dalla società di comunicazione ICT Coop & Servizi,  nasce in un momento particolarmente delicato per l’informazione soprattutto per quanto concerne il suo rapporto con la politica, mentre il Parlamento sta discutendo il disegno di legge che modifica la Legge dell’8 febbraio 1948 N°47 e il codice penale in materia di diffamazione.
Un riforma che rischia di penalizzare gravemente la libertà di stampa oltre che il lavoro dei giornalisti e quello imprenditoriale degli Editori se dovessero essere approvate le norme più restrittive come sono state concepite nel disegno di legge.
L'evento si sviluppa in due momenti, un Focus “Informazione in Penisola Sorrentina: esperienze a confronto dalla prima linea” e una Tavola rotonda "Informare: un mestiere pericoloso"
Al Focus, moderato dalla giornalista Anna Laudati,  parteciperanno gli operatori peninsulari dell’informazione: giornalisti, editori, blogger ed opinionisti. L’obiettivo è quello di incontrarsi e di animare un costruttivo confronto tra le diverse esperienze e sensibilità oltre che peculiarità culturali, idee e mission editoriali. Un’occasione propizia a farci meglio conoscere il contesto di riferimento, con i suoi punti di forza e di debolezza, affinché questo “speciale lavoro” che condividiamo possa essere meglio percepito sia dai vari soggetti politico-istituzionali cui ci riferiamo, sia dalla pubblica opinione.
Alla Tavola rotonda, moderata dal giornalista Antonino Pane, parteciperanno l’avv. Caterina Malavenda, co-autrice del libro “Le Regole dei Giornalisti”, Roberto Race, autore del libro “Napoleone il comunicatore”, Fabrizio d’Esposito de Il Fatto Quotidiano e Renato Rocco, presidente dell’Unione Nazionale Cronisti Italiani della Campania, il Sen. Raffaele Lauro (PdL),  il Sen. Teresa Armato (Pd) e Giovanni Ruggiero, sindaco di Piano di Sorrento che ospita l'evento e patrocina l’iniziativa insieme all’Ordine dei Giornalisti della Campania e all’UNCI.pania e all’UNCI.


UFFICIO STAMPA
ICT Coop & Servizi
Anna Laudati
+39 3394081508
Twitter: @annalaudati

Con Enel, la scienza entra nelle scuole

Tratto da: http://linterruttore.wordpress.com/2012/11/23/con-enel-la-scienza-entra-nelle-scuole/

È ancora in marcia il tour "Incontri con gli scienziati", l'iniziativa organizzata da Enel per offrire la possibilità agli studenti delle scuole superiori di incontrare, in prima persona, importanti esponenti del mondo della scienza, e di confrontarsi con loro su tematiche di grande attualità.

 

Dieci città per dieci incontri, da nord a sud dell'Italia. Dal marzo 2012, l'iniziativa, giunta quest'anno alla sesta edizione, ha già interessato sette città: Palermo, Torino, Bari, Potenza, Cagliari, Civitavecchia e Pavia.

 

Le scuole e le università che hanno ospitato l'iniziativa sono state teatro di appassionanti e accesi dibattiti, che hanno visto come protagonisti scienziati e personalità legate al mondo della cultura, in un confronto serrato che dimostra come discipline scientifiche e umanistiche siano sempre più interconnesse.

 

Numerosi i temi trattati: dall'evoluzione dell'Homo Sapiens (Palermo) allo sviluppo delle smart cities (Potenza), dagli effetti delle neuroscienze sulla nostra vita (Pavia) ai futuri sviluppi nello studio della fisica (Civitavecchia).

 

Gli incontri hanno visto la partecipazione di grandi scienziati. Tra i tanti Olga Rickards, professore di Antropologia molecolare presso l'Università di Roma Tor Vergata (a Palermo); Gianfranco Franz, professore di Politiche urbane e territoriali presso la Facoltà di Economia di Ferrara e direttore di Eco-Polis (a Potenza), Gianluca Ranzini; astrofisico, già responsabile scientifico del Planetario di Milano e autore del libro "Dalla Terra alla Luna. Mitologia e realtà degli influssi lunari"; Roberto Natalini, dirigente di ricerca all'Istituto per le applicazioni del calcolo M. Picone del CNR (a Bari); Lucia Votano, direttore dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso (Civitavecchia).

 

I prossimi incontri in programma toccheranno le città di Teramo (29 novembre 2012), sul tema "Scoperte extra-ordinarie – Nuove invenzioni al servizio dell'ambiente", e Salerno (14 dicembre 2012), dove si analizzeranno gli scenari relativi alla "rete elettrica del futuro".

 

Il ciclo di incontri si concluderà a Febbraio 2013, a Trieste, dove verrà approfondito il rapporto tra sport e scienza.

 

"Incontri con gli scienziati" rientra nel progetto Play Energy, il progetto ludico-educativo che Enel porta gratuitamente nelle scuole di tutto il mondo, all'insegna di quattro parole d'ordine: energia, scienza, tecnologia, ambiente.

giovedì 22 novembre 2012

CS Legrand rafforza le sue posizioni nei sistemi residenziali negli Stati Uniti con l'acquisizione di NuVo Technologies




Legrand rafforza le sue posizioni nei sistemi residenziali
negli Stati Uniti con l’acquisizione di NuVo Technologies




Legrand annuncia l’acquisizione di NuVo Technologies, specialista del mercato USA della diffusione sonora residenziale multi-zona
Legrand rafforza così le sue posizioni nei sistemi residenziali e più in generale in nuovi segmenti di mercato

Dopo le acquisizioni di Numeric UPS in India, di Aegide nei Paesi Bassi e di Daneva1 in Brasile, Legrand prosegue attivamente nella sua strategia di acquisizioni mirate e auto-finanziate e annuncia l’acquisizione di NuVo Technologies, specialista americano della diffusione sonora residenziale multi-zona (MRA2).

L’ingresso nel Gruppo di NuVo Technologies completa idealmente l’offerta di sistemi residenziali Legrand negli Stati Uniti, dove il gruppo occupa già posizioni di primo piano nel cablaggio strutturato per gli edifici (OnQ e UStec) e nel controllo dell’illuminazione per il residenziale di pregio (Vantage).
Inoltre, grazie a una rete di 40 distributori e circa 1000 rivenditori negli Stati Uniti, NuVo Technologies permetterà a Legrand di rafforzare la copertura del mercato americano per i sistemi residenziali. NuVo Technologies potrà invece a sua volta appoggiarsi alla rete commerciale di Legrand per accelerare il suo sviluppo su questo promettente mercato.

Più in generale, Legrand prosegue in questo modo la sua espansione in nuovi segmenti di mercato (infrastrutture digitali, efficienza energetica, sistemi residenziali e canalizzazioni a filo), il cui fatturato rappresentava oltre il 25% delle vendite totali del Gruppo al 30 settembre 2012: una proporzione più che raddoppiata negli ultimi dieci anni.

Fondata nel 2002 e con sede a Hebron nel Kentucky, NuVo Technologies dovrebbe realizzare nel 2012 un fatturato di quasi 20 milioni di USD, dei quali il 65% negli Stati Uniti.

1 E’ stato siglato un accordo di joint-venture che resta tuttora subordinato all’approvazione delle autorità della concorrenza brasiliane
2  MRA: Multi-Room Audio


Agenda finanziaria:
●        Risultati anno 2012: 14 febbraio 2013
●        Risultati primo trimestre 2013: 7 maggio 2013
●        Assemblea Generale degli azionisti: 24 maggio 2013

Il gruppo Legrand è lo specialista globale delle infrastrutture elettriche e digitali dell’edificio. La sua completa offerta di soluzioni per i mercati internazionali dei settori commerciale, industriale e residenziale, ne fanno un punto di riferimento su scala mondiale. L’innovazione, il costante lancio di nuovi prodotti ad alto valore aggiunto e le acquisizioni, rappresentano i principali vettori della crescita del gruppo. Legrand ha realizzato nel 2011 un fatturato di 4,2 miliardi di €. La Società è quotata sulla piattaforma NYSE Euronext ed è una componente degli indici azionari CAC 40, FTSE4Good, MSCI World, ASPI e DJSI (codice ISIN FR0010307819).www.legrand.com

BTicino, capofila del Gruppo Legrand in Italia, presente con una struttura organizzativa che comprende 8 insediamenti produttivi e circa 3.000 dipendenti, opera sul mercato italiano con le offerte dei marchi principali BTicino, Legrand, Zucchini, Cablofil e Metasystem Energy.
  Ce message, ainsi que tous les fichiers joints à ce message, peuvent contenir des informations sensibles et/ ou confidentielles ne devant pas être divulguées. Si vous n'êtes pas le destinataire de ce message (ou que vous recevez ce message par erreur), nous vous remercions de le notifier immédiatement à son expéditeur, et de détruire ce message. Toute copie, divulgation, modification, utilisation ou diffusion, non autorisée, directe ou indirecte, de tout ou partie de ce message, est strictement interdite. This e-mail, and any document attached hereby, may contain confidential and/or privileged information. If you are not the intended recipient (or have received this e-mail in error) please notify the sender immediately and destroy this e-mail. Any unauthorized, direct or indirect, copying, disclosure, distribution or other use of the material or parts thereof is strictly forbidden.

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota