sabato 3 novembre 2012

Sì al primo appuntamento



 
SÌ AL PRIMO APPUNTAMENTO?
SECONDO IL PORTALE ARISTOFONTE.COM
IL 48% DELLE VENTENNI DICE «SÌ»
AL PRIMO INCONTRO


Una ventenne su due è ben disposta a concedersi già al primo appuntamento. Guidate dalla passione e dal desiderio le più giovani secondo quanto rilevato da un sondaggio di Aristofonte.com rinunciano ai lunghi corteggiamenti e tagliano corto. Se c'è feeling per la metà delle ragazze il primo appuntamento non si conclude quasi mai con un bacio ma continua con effusioni più forti.

Il 48% delle ragazze di età compresa tra i 18 e i 29 anni intervistate da Aristofonte.com dichiara infatti che se si sentono attratte da un uomo non hanno problemi a lasciarsi andare e a concludere la prima uscita in camera da letto pur avendo una conoscenza superficiale del partner.

Una ragazza su 3 è poi indecisa su come rispondere alla questione. Il 31% risponde infatti con un «non lo so» al sondaggio di Aristofonte.com, il portale dedicato alle ragazze in cerca di uomini più grandi e agli uomini maturi desiderosi di trovare una ragazza ventenne.

Assolutamente contrarie al sesso al primo appuntamento risultano invece solo il 21% delle ventenni. Esse, come le ragazze più grandi, pensano che prolungando la fase del corteggiamento aumentino le speranze di trovare l'uomo giusto e veramente interessato. Un'esigenza che sempre più spesso le ragazze più giovani non avvertono, volendo soprattutto divertirsi. «Senza tuttavia escludere che una notte di passione con un partner appena conosciuto possa anche tramutarsi in una grande e duratura storia d'amore» commentano i responsabili di Aristofonte.com.


IL FENOMEO ARISTOFONTE
Il "fenomeno Aristofonte", quello che vede le ragazze giovanissime attratte da uomini con il doppio dei loro anni, secondo le stime del portale Aristofonte.com riguarda oggi in Italia oltre l'1,4% dei 7,2 milioni di iscritti ai siti di incontri on-line. Le ventenni a caccia di uomini maturi sono quindi circa 120 mila.

 

La tendenza Aristofonte vede un vero e proprio boom a Roma e Milano. Secondo il portale Aristofonte.com il 62% delle romane e il 71% delle milanesi sarebbero felici di sperimentare una relazione con un uomo sensibilmente più grande.


Cosa cercano le giovani ragazze su Internet? Secondo Aristofonte.com il 45% cerca una storia d'amore seria, il 40% un'avventura e il 15% un'amicizia.


ARISTOFONTE: DALLA GRECIA ANTICA AL «PUNTO COM»
Aristofonte.com nasce sulla scia dell'ateniese Aristofonte, attivo in politica già intorno al 403 a.C. e famoso non solo per essersi battuto nel 346 a.C. affinché Atene non rinunciasse alle pretese su Anfipoli nella Pace di Filocrate ma anche perché amava frequentare giovanissime fanciulle.

A partire dall'ateniese Aristofonte il fenomeno degli uomini maturi desiderosi di sperimentare esperienze con ragazze sensibilmente più giovani si è subito affermato a livello planetario attraversando epoche e Paesi diversi. La tendenza oggi si presenta tuttavia con una diversa connotazione: se prima erano soprattutto gli uomini a volere questo tipo di relazione oggi sono invece proprio le giovanissime a cercare uomini più grande di loro e anche a prendere l'iniziativa. Nasce così il sito www.aristofonte.com, il primo portale web dedicato alle donne giovanissime in cerca di uomini più grandi e, naturalmente, agli uomini maturi desiderosi di trovare una ragazza ventenne di cui prendersi cura e a cui insegnare l'arte di amare.


*********************************


COSA CERCANO LE VENTENNI ITALIANE?
L'AMORE .............................. 45%
UN'AVVENTURA .................... 40%
UN'AMICIZIA ........................ 15%

SÌ O NO AL SESSO AL PRIMO APPUNTAMENTO?
SÌ ....................................... 48%
NO ...................................... 21%
NON LO SO .......................... 31%

 







--

Rasato a zero ''come agli ebrei'' e con la croce "svizzera" per punizione


Un ragazzino italiano di 11 anni subisce la punizione a Locarno dopo la sconfitta in una gara internazionale di nuoto.

 

E' la punizione inflitta ad un 11enne da due istruttori e un'atleta di una piscina della Provincia di Vicenza per non aver fatto bella figura in una gara di nuoto. L'episodio avvenuto a maggio e' stato denunciato con un esposto alla Procura dai genitori del piccolo. I tre sono indagati per abuso di mezzi di correzione. Un secondo esposto e' stato presentato da un altro minore minacciato. I tre saranno interrogati l'8 novembre prossimo.

Il fatto sarebbe accaduto a Locarno quando il capo degli allenatori e la sua vice avrebbero ordinata ad una allieva più grande, di rasare in segno di punizione e davanti agli altri, il ragazzino che non avrebbe ottenuto i risultati sperati nella gara di nuoto che si era appena svolta. Punizione sventata invece per un secondo ragazzino.

Gli istruttori come riferisce Giovanni D'Agata, fondatore dello "Sportello dei Diritti",

si sarebbero tuttavia difesi specificando che è abitudine rasare i capelli in occasione delle gare e che nel caso di Locarno, la croce rappresentava solo il simbolo della Svizzera, negando il riferimenti antisemita. Fatto sta che la società di nuoto vicentina ha sospeso i due istruttori in attesa che la magistratura indaghi sui fatti.

 




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


Mostra fotografica di beneficenza "Considerando che l'amore non ha prezzo", Gaeta LT - Çirò Gallery Atelier “La prima casa dei Graffialisti”, dal 17 novembre al 9 dicembre



MOSTRA BENEFICA

"Considerando che l'amore non ha prezzo"

 

Nell'ambito del progetto:

L'Arte dell'Anima (più cuore nelle mani)

 

Çirò Gallery Atelier "La prima casa dei Graffialisti"

Gaeta LT, via della Indipendenza 289

dal 17 novembre al 9 dicembre 2012

 


L'Associazione Artistica Culturale e di Promozione Sociale I Graffialisti, in collaborazione con l'Associazione a Difesa degli Animali "A. D. A. Onlus", sotto il patrocinio del Comune di Gaeta, presenta la mostra fotografica di beneficenza dal titolo "Considerando che l'amore non ha prezzo", rientrante nell'ambito del consueto progetto annuale denominato "L'Arte dell'Anima (più cuore nelle mani)".

            L'attività sinergica tra le due Associazioni, volta alla realizzazione dell'evento benefico, nasce da una sentita comunanza di intenti, tra cui, la sensibilizzazione al problema del randagismo e dell'abbandono degli animali, favorendo contestualmente l'adozione degli stessi, contribuendo, quindi, da un lato, a deflazionare le strutture adibite a ricovero dei randagi, e, dall'altro, a favorire un abbattimento dei costi correlati.

            Antonella Magliozzi, presidente dell'Associazione de I Graffialisti, e Giuseppina Coccoluto, presidente dell'Associazione A.D.A. Onlus, sono felici di aver « unito le forze » per realizzare l'iniziativa, mosse dal sentimento di amore nei confronti degli animali.

            La Çirò Gallery Atelier, situata nel cuore del centro storico di Porto Salvo di Gaeta, nella caratteristica via della Indipendenza al civico 289, ospiterà un'esposizione di opere fotografiche a firma di Gianluca Di Fazio, Mario D'Onofrio, Enrico Duratorre, Mauro Meschino e Giuseppe Palmaccio, che ritraggono, con rara efficacia, immagini relative alla vita dei nostri amici a quattro zampe, « ancora in attesa di donare tutto il loro amore ».

            Inoltre, volontari dell'Associazione A.D.A. Onlus, durante lo svolgimento della mostra, saranno a disposizione dei visitatori per fornire utili consigli e informazioni circa i temi trattati nella mostra, in relazione agli scopi perseguiti dall'ente animalista.

            Il ricavato sarà interamente devoluto in favore dell'Associazione a Difesa degli Animali A.D.A. Onlus, che lo utilizzerà per promuovere iniziative inerenti alle problematiche del randagismo e dell'abbandono degli animali; l'obiettivo precipuo è, comunque, favorire l'affido.

            La mostra sarà inaugurata sabato 17 novembre alle ore 18, e sarà visitabile, su appuntamento o su invito, fino a domenica 9 dicembre 2012.

            All'inaugurazione è invitato il Signor Sindaco della città di Gaeta, dr. Cosmo Mitrano, o un suo delegato, che curerà il taglio del nastro.

 

 

" … Una goccia nel mare i cui cerchi concentrici si spera arrivino fin'alle più lontane spiagge …"

 

_____________________________________________________________________

Mostra Benefica "Considerando che l'amore non ha prezzo"

nell'ambito del progetto "L'Arte dell'Anima (più cuore nelle mani)"

 

Promotore: Associazione Artistica Culturale e di promozione sociale de "I Graffialisti", in collaborazione con "A.D.A. Onlus" - Associazione a Difesa degli Animali;

Patrocinio: Comune di Gaeta;

Sede dell'evento: Gaeta LT, Çirò Gallery Atelier "La prima casa dei Graffialisti", via della Indipendenza 289;

Vernissage: sabato 17 novembre 2012, ore 18;

Periodo: da sabato 17 novembre a domenica 9 dicembre 2012;

orari: lunedì – venerdì dalle ore 17.30 alle 20.30; sabato – domenica dalle 11 alle 13, dalle 17 alle 21;

Info e contatti: tel. 0771.1830029 – mobile 340.7259725; e.mail: info@graffialisti.com

Ingresso libero (su invito o appuntamento

NOTA STAMPA. PORTA IL NIPOTE IN CAMPAGNA: MULTATO!!!

NOTA STAMPA. PORTA IL NIPOTE IN CAMPAGNA: MULTATO!!!

«In una nazione dove tutto va a catafascio, o come dicono alcuni a scatafascio, ossia alla deriva morale e materiale, il sistema di parassiti le pensa tutte per potersi mantenere vessando in tutti modi i cittadini, sudditi di una classe dirigente (politica ed istituzionale) corrotta ed incapace. Classe dirigente che con i media genuflessi alle cricche induce il paese ad essere governato da nani, ballerine ed oggi anche da comici. Questo da aggiungersi al sistema di potere cristallizzato di mafie, lobbies, caste e massonerie. Si sorvola sul fatto che a riformare l’ordinamento forense ci sono gli stessi avvocati in Parlamento a tutela dei loro privilegi ed a chiusura della concorrenza (salvo che per amici e parenti), i medesimi che, oltretutto, sono periodicamente in sciopero per le riforme da loro stessi predisposte. Ma passiamo oltre. In una Italia dove si sottace l’usura e l’estorsione di Stato, ovvero la nomina e la retribuzione amicale dei consulenti dei magistrati. Una nazione, dove il più onesto merita l’Asinara, ci dimostra che né toghe, né divise possono pretendere l’esclusiva della legalità, né possono permettersi il monopolio del parlarne agli studenti in incontri nelle scuole e nei convegni organizzati dalla sinistra – dice il dr Antonio Giangrande, presidente della “Associazione Contro Tutte le Mafie” www.controtuttelemafie.it, e scrittore-editore dissidente che ha scritto e pubblicato la collana editoriale “L’Italia del Trucco, l’Italia che siamo” pubblicata sui propri siti web, su Amazon in E-Book e su Lulu in cartaceo. 40 libri scritti dallo stesso autore e pertinenti questioni che nessuno osa affrontare. Opere che i media si astengono a dare la dovuta visibilità e le rassegne culturali ad ignorare. - Bene. Detto questo, un fatto merita di essere conosciuto.

Quando tutto è perduto, e quel tutto ti accorgi di essere vacuo, non rimane altro che tornare a fare i contadini. Ma ecco qui. Ci impediscono anche di fare questo. Si passa oltre sul fatto che il duro lavoro dei nostri antenati di sanificazione dei terreni da sterpaglie e pietre o di bonifica dalle paludi, al fine di renderli terreni fertili da coltivare, sia stato reso vano dall’invasione su quelle stesse terre di pannelli fotovoltaici e del ritorno delle sterpaglie. Truffaldini intenti ambientalisti di falsa tutela della natura, ma che nasconde l’odio verso gli umani od addirittura speculazioni mafiose, ci impongono l’invasione di alternative fonti di energia e ci impediscono di tagliare le sterpaglie, che oggi sono protette. Oggi tu tagli e pulisci le strade o il podere dai rovi? Giù multe. Ed ancora. Da sempre i contadini hanno bruciato nello stesso campo gli avanzi delle potature degli alberi o le foglie cadute. Oggi tu li bruci? Giù multe. Ma il colmo di questa Italia e che in campagna non ci puoi più proprio andare, salvo che accompagnato dal commercialista o dal consulente del lavoro.  

“Vendemmia amara: 5mila euro per aver portato il nipote in campagna” è il titolo del fatto avvenuto e pubblicato su “La Voce di Manduria”. Un fatto che merita di essere conosciuto in tutta Italia, perché fatti analoghi succedono in tutto il “Mal Paese”, ma nessuno si degna di parlarne.

“Una multa di cinquemila euro per lo zio e una denuncia penale per i genitori di un quindicenne che prima dell’inizio dell’anno scolastico si era recato nella campagna dei parenti per assistere al taglio dell’uva. Quell’esperienza costerà cara alle due famiglie di agricoltori manduriani che durante la passata vendemmia in uno dei propri poderi hanno avuto la visita degli ispettori dell’Ufficio provinciale del lavoro di Taranto. La sanzione pecuniaria riconosciuta allo zio è per impiego di minore e lavoro irregolare mentre il papà del ragazzo è in attesa di una contestazione di reato penale per sfruttamento di lavoro minorile. L’episodio risale al 6 settembre 2012, ma solo ora è stata notificata l’intimazione a pagare. I protagonisti della vicenda sono due cugini manduriani che per la campagna dell’uva avevano organizzato il cantiere di vendemmia, assumendo regolarmente cinque operai che impiegavano alternativamente nei rispettivamente vigneti. Il 6 settembre si vendemmia dal cugino e il signor M. oltre alla moglie, componente del nucleo lavorativo familiare, porta con sé anche il figlio P. Il giovane oltre a frequentare lo Scientifico di Manduria, studia pianoforte (quinto anno) presso il conservatorio musicale “Paisiello” di Taranto (scuola privata). P. non ha iniziato ancora le lezioni in quanto le scuole non erano aperte alla data del 6 settembre. Decide allora di assistere alla vendemmia. Si mette affianco alla madre senza prendere parte ai lavori. Lo studente di fatto non vendemmia e questo perché il padre è un agricoltore che rispetta la legge. Quel giorno però arrivano in campagna gli ispettori del lavoro (un uomo e una donna), fanno i dovuti controlli e trovano tutto in regola salvo, per loro, la presenza di P. che viene considerato come un lavoratore, in quanto ha in mano delle forbici antinfortunistiche. Il tutto viene contestato dagli ispettori e a domanda al ragazzo se stesse lavorando Piero risponde di no, dice che si trovava affianco alla madre e non su un filare di vite e senza un secchio per la raccolta. A non convincere gli ispettori circa quella casualità è stato l’arnese che aveva tra le mani: le forbici antinfortunistiche che seppure non adatte al taglio dei grappoli sono state comunque considerate come un utensile da lavoro.”

Il fatto è successo a Manduria, comune sciolto ed in odor di infiltrazione mafiosa. Eppure, quando una denuncia partì dal Dr Antonio Giangrande, anche in occasione di concorsi pubblici truccati svolti in quel comune, i carabinieri delegati alle indagini scrissero nel rapporto che tutto quanto denunciato non era vero, anzi, erano propalazioni del Giangrande ed il magistrato archiviò. Del fatto si occupò la Gazzetta del Sud Africa e il magistrato per ritorsione denunciò a Potenza il Giangrande per diffamazione. I magistrati a Potenza furono pronti ad incriminare. Vuol dire che è più importate multare i campagnoli che lottare contro i mafiosi.

In questa Italia c’è solo da vergognarsi di farne parte. Non sanno più da dove prendere i soldi. Se una famiglia ha un piccolo appezzamento di terreno ereditato dagli avi, coltivato ad uliveto o vigneto o altro tipo di coltura, ed il capo famiglia portasse con sé moglie e figli, per raccoglierne i miseri frutti per i bisogni familiari, e vorrebbe farsi aiutare dai parenti il sabato o la domenica per sbrigarsi prima perché affaccendato in altre mansioni durante la settimana? Non può. Deve passare prima dai burocrati che devono stampargli in fronte il timbro della validazione e pagare tributi e contributi. Aprire la partita iva ed assumere i parenti con tanto di sfilza di norme da rispettare. Se non lo fa: giù multe.

Ma qui ci impediscono addirittura le salutari scampagnate di una volta. Qui più che non ci sono più le tradizioni di una volta, mi sa che non c’è più religione. Ed allora sì che la campagna viene abbandonata, l’unica vera e certa fonte di sostentamento. Che ci invoglino a rubare e finire in carcere? Almeno lì si mangia e si beve a sgrascio…e multe non te ne fanno.

Ben venga allora quel sonoro vaff… di quel comico che, a quanto pare, fa ridere meno dei nostri governanti ed aspira a governare un paese abitato da macchiette colluse e codarde.

Dr Antonio Giangrande

Presidente dell’Associazione Contro Tutte le Mafie e di Tele Web Italia

www.controtuttelemafie.it e www.telewebitalia.eu

099.9708396 – 328.9163996

Autorizzati alla pubblicazione gratuita senza diritto di corrispettiva remunerazione.

Si prega comunque di citare l’autore dell’articolo, non come giornalista, ma come esperto della materia.

Non è spam. Il recapito del destinatario  è pubblico ed incluso in nostro elenco riservato. L’invio dell’e-mail contenete l’articolo/lettera/inchiesta è amicale e non esclusivo. Il contenuto dell’e-mail è diretto a 1500 redazioni locali e nazionali che ne curano la pubblicazione. Non vi è interesse economico ma spirito di collaborazione al fine di una completa informazione. Il contenuto della presente ha valenza di interesse generale nazionale e non ha scopo di lucro o di cooptazione ideologica o religiosa. Il contenuto non è opinione personale, ma frutto delle segnalazioni pervenuteci in sede di una associazione antimafia conosciuta e stimata in tutta Italia. Se disturbo basta rispondere “CANCELLA”. 

 

 

 

 

venerdì 2 novembre 2012

L’eiaculazione precoce e le cure


L’eiaculazione precoce è un problema piuttosto diffuso ma che, nella maggior parte dei casi, è risolvibile con poco, in poco tempo e senza bisogno di tanta pazienza. E' una semplice mancanza di controllo sull'erezione il cui trattamento migliore può essere di tipo psico-sessuologico, consentendo lo sviluppo di una migliore “gestione dei tempi” da parte dell’uomo.

I trattamentifarmacologici non offrono una soluzione definitiva e prevedono attualmente l'utilizzo di una sorta di anestetici locali. Esistono tecniche di rilassamento e strumenti psicoterapeutici utilizzati in un percorso personalizzato con un supporto professionale ed esistono terapie ancora in via di sperimentazione.
Le soluzioni farmacologiche sono spesso di tipo palliativo e, per funzionare, devono comunque essere accompagnate da un percorso professionale e seguito. 

Sul fronte farmacologico si segnala la Dapoxetina, una sostanza che agisce a livello di sistema nervoso alzando i livelli di serotonina, che funge da  "freno" dell'eiaculazione. E’ un farmaco con effetti collaterali veramente minimi e va usato al bisogno sotto prescrizione medica. L'aiuto farmacologico restituisce all’uomo quella sicurezza che serve poi anche  di accompagnamento alle terapie.

L'eiaculazione precoce è un problema in costante aumento che porta l’uomo in un circolo vizioso tra l’eiaculazione precoce e  prestazione ansiosa che alimenta il disturbo stesso.
Quando la donna manifesta comprensione può migliorare la situazione, se il problema però persiste, spesso la partner potrebbe perdersi nell’aggressività portando l'aumento dell'ansia dell’uomo insieme ad una sensazione di inadeguatezza.

Le attuali terapie sessuali si differenziano tra terapie individuali e terapie di coppia. Inizialmente, la prima prescrizione che viene fatta alla coppia, è quella di evitare completamente ogni rapporto sessuale . La seconda prescrizione conduce la coppia in giochi erotici limitati ad ottenere la sola erezione, chiedendo all’uomo di concentrarsi solamente sulle sue sensazioni, aumentando la capacità di controllo dell'eiaculazione. Questa tecnica viene spesso integrata con altre terapie che portano a rivalutare positivamente la propria sessualità.

Comunque, il consiglio principale è sempre quello di lasciarsi andare e lasciare tutto lo stress fuori dalla porta della camera da letto.

Top Partners: fra gruppo di acquisto e outsourcing, ecco come risparmiare sui servizi

Top Partners, leader italiano nell'intermediazione dei servizi professionali per piccole e medie aziende, si propone come la soluzione ideale per ottenere preventivi gratuiti di servizi utili a tutte le piccole e medie  aziende. Un numero sempre maggiore di imprese sceglie, infatti, di fronteggiare la crisi usufruendo di servizi in outsourcing, ma la ricerca del fornitore giusto richiede sempre un forte investimento di tempo e denaro. La missione Top Partners è, appunto, quella di consentire alle aziende di focalizzarsi sul proprio core business semplificando il processo di acquisto, grazie a un circuito di "Partners" selezionati in grado di garantire prodotti e servizi di ottima qualità al miglior prezzo sul mercato.


Tutti i vantaggi dell'outsourcing e dell'economia di rete confluiscono, così, in un ufficio acquisti virtuale che offre all'imprenditore un servizio completamente gratuito, grazie al quale l'imprenditore può richiedere "preventivi gratuiti entro 48 ore". Il risparmio di tempo e denaro è assicurato, trovando la risposta alle proprie esigenze aziendali tra più di 250 servizi utili alle più svariate necessità: buoni pasto, auto aziendali, buoni carburante, assicurazioni, finanziamenti, energia, macchine per caffè, servizi bancari ecc.


Top Partners rappresenta, quindi, la soluzione migliore per ogni esigenza delle piccole e medie imprese, offrendo ad ogni imprenditore un catalogo semestrale contenente tutte le offerte di prodotti e servizi Top Partners, un portale ufficiale in rete (all'indirizzo www.toppartners.it), costantemente aggiornato e ricco di contenuti, la possibilità di ricevere comunicazioni settimanali inerenti le nuove promozioni tramite l'iscrizione alla newsletter, la presenza, mediante Top Partners, dell'impresa su tutti i Social Network

 

Il Coordinamento Sicurezza UGL Piemonte ai Ministri: sostituiscano gli agenti delle loro scorte con personale ultracinquantenne

A seguito della sit-in di protesta del 23 ottobre scorso, nella mattinata di mercoledì

31 ottobre, il presidente del Consiglio Regionale del Piemonte Dr. Valerio Cattaneo, ha ricevuto, una

delegazione del COORDINAMENTO SICUREZZA UGL del PIEMONTE e delle altre rappresentanze del

Comparto Sicurezza.

"

Al Presidente e a tutti i gruppi Politici abbiamo chiesto di intervenire sui propri riferimenti

nazionali affinché si modifichi l'attuale situazione

Chiediamo inoltre un atto di responsabilità ai

ministri del Lavoro, dell'Interno, della Difesa e della Giustizia: sostituiscano gli agenti delle loro

attuali scorte con personale ultracinquantenne, in modo che siano loro stessi i primi a dotarsi del

nuovo modello di sicurezza delineato dal provvedimento di armonizzazione del sistema

pensionistico"

. Ad avanzare la proposta è il Vice Segretario Nazionale dell'UGL Polizia di Stato, Luca

Pantanella. "

Tuttavia – prosegue il sindacalista – se i ministri ritengono davvero efficace il modello

proposto per la sicurezza di tutti i cittadini, allora siano loro i primi a 'testarne' l'effettiva validità"

.

"Ancora una volta – dichiara Maurizio Mancuso, Segretario Regionale dell'UGL Corpo Forestale

dello Stato -

abbiamo voluto evidenziare come tutti gli operatori delle Forze dell'Ordine, delle Forze Armate

e dei Vigili del Fuoco meritino rispetto, dignità e maggiore considerazione dalle istituzioni nazionali e

locali, ma anche gli strumenti idonei per continuare a servire i cittadini e garantire loro, la sicurezza

di cui necessitano. – Con l'innalzamento dell'età media, il blocco delle assunzioni, delle retribuzioni e

degli automatismi, oltre ai consistenti tagli lineari, si rischia di minare seriamente la funzionalità

dell'intero sistema sicurezza – nonostante tutto questo – evidenzia MANCUSO – gli uomini e le

donne in uniforme, continueranno a lavorare come sempre per assicurare l'ordine e la sicurezza

pubblica a questo Paese".

Al termine dell'incontro, il Presidente del Consiglio, Valerio Cattaneo, ha assicurato l'impegno

dell'Aula per l'approvazione di un ordine del giorno condiviso che chieda attenzione al governo

nazionale, con particolare riferimento alla situazione del Piemonte. Ha inoltre invitato le forze

politiche presenti a segnalare i problemi ai propri parlamentari che fanno parte delle Commissioni

competenti.

giovedì 1 novembre 2012

Invito a collegarsi su LinkedIn

 
LinkedIn
 
 
 
Rocco Moscatiello
 
Da Rocco Moscatiello
 
--
Italia
 
 
 
 
 
 
 

Vorrei aggiungerti alla mia rete professionale su LinkedIn.

-Rocco

 
 
 
 
 
 
 
Stai ricevendo inviti di collegamento. Annulla l'iscrizione
© 2012, LinkedIn Corporation. 2029 Stierlin Ct. Mountain View, CA 94043, USA
 

Comunicato da AGENZIA SPETTACOLO NIKA

Domenica 9 dicembre 2012 - orario 16.30 - 18.00

Centro ricreativo e culturale "La Terrazza" sede dell'Accademia Pianistica internazionale e la scuola di pianoforte "Ferruccio Busoni".
Via del Colle 1 - Ponticella di San Lazzaro di Savena (BO)

Nel salone delle feste del Circolo, l'Accademia promuove la musica colta organizzando concerti aperti a tutti e a ingresso gratuito.

Paolo Buconi violino e voce
Claudia D'Ippolito pianoforte

Presentano "Klezmer e Klassic"

Il Concerto vede insieme due artisti di chiara fama ma di diversa estrazione che con questo spettacolo presentano un programma che spazia dalla musica Klezmer a brani di musica classica cercando di contaminare con l'esperienza e il gusto dei due artisti l'una con l'altra.                               comunicato da AGENZIA SPETTACOLO NIKA

mercoledì 31 ottobre 2012

comunicato 03-11

con preghiera di diffusione

Comunicato del 31/10/2012

Relativo all'evento

L'orco del teatro

del 03/11/2012

a Spilimbergo, Teatro Miotto


Un orco a teatro!

Spettacolo nella rassegna di Ortoteatro per Halloween


Continua la rassegna invernale di Ortoteatro che sabato 3 novembre alle 17 farà tappa a Spilimbergo al Teatro Miotto con lo spettacolo “L'orco del teatro” della compagnia di Porto Sant'Elpidio Teatri Comunicanti.

La storia inizia narrando di una compagnia di teatro che sta portando in giro “Il Ciclope”, classico di Euripide. Nel ruolo del protagonista c’è un orco che recita, ovviamente, in catene. Alla fine della rappresentazione viene messo dentro un baule da trasporto e così di sera in sera. Approfittando di una pausa caffè nello smontaggio, l’orco si rivolge al pubblico e chiede di essere liberato, promette che scapperà nei boschi senza dar fastidio a nessuno: lui è un orco buono come ce ne sono tanti, Shrek ne è la prova più lampante. Il pubblico si commuove e lo libera. Tornano nel frattempo gli addetti allo smontaggio, scoprono la fuga dell’orco, danno l’allarme, sigillano il teatro e vanno a cercarlo all’esterno. L’orco riappare, ringrazia per la collaborazione offerta e rende noto che pasteggerà con il pubblico, senza alcuna fretta, tanto il teatro è chiuso e nessuno può andarsene. Cosa succederà?

Uno spettacolo che è anche una festa, dove i bambini diventano parte integrante della storia, con splendide canzoni e divertimento assicurato.

Ingresso a pagamento 5 euro per tutti dai tre anni in su.


Potete trovare il calendario completo degli spettacoli sul sito www.ortoteatro.it.



Per info:


Ortoteatro

0434/932725

348/3009028

info@ortoteatro.it


Prossimi appuntamenti:

11 novembre ore 17

Auditorium Concordia, Pordenone

Le avventure di Pinocchio


25 novembre ore 10.30

Teatro Aldo Moro, Cordenons

Nel paese dei piedoni


--
ORTOTEATRO Soc. Coop.


Clio Campagnola

t. 0434/932725
f. 0434/961052
c. 366/7203619
www.ortoteatro.it

Taste Umbria: i migliori produttori di vino riuniti nel cuore verde dell'Italia

Dalla lungimiranza di 5 produttori umbri (Fattoria Colleallodole, Villa Mongalli e Tabarrini di Montefalco, Roccafiore di Todi e Madrevite di Castiglione del Lago) nasce l'idea che porta in Umbria alcuni tra i più rinomati produttori di vino italiani. Dal Piemonte alla Sicilia, il 21 ottobre presso l'Azienda Tabarrini di Montefalco,sono stati assaggiati in degustazione bendata i migliori vini d'Italia assieme a quelli delle 5 aziende umbre decise a dimostrare che il livello qualitativo della regione è in crescita esponenziale e che i vini possono primeggiare nel panorama nazionale ed internazionale. Gli autorevoli giudici sono stati 40 giornalisti del settore enogastronomico provenienti da tutto il mondo: dal Giappone e dagli USA, dal Canada e dal Brasile, così come da tutta la UE. Non sono mancati ovviamente giornalisti ed esperti italiani in rappresentanza delle principali testate. Nei tre giorni di permanenza gli ospiti hanno avuto l'opportunità di visitare le 5 aziende, ma anche di scoprire le bellezze paesaggistiche e storico-culturali dell'Umbria: Spoleto, Montefalco, Bevagna, Castiglione del Lago e il Lago Trasimeno, con addirittura la visita all'Isola Polvese. Insomma, un'occasione davvero originale che l'Associazione Taste Umbria ha realizzato con il sostegno previsto dal Programma di sviluppo rurale per l'Umbria 2007-2013. "Fondo Europeo agricolo per lo sviluppo rurale. L'Europa investe nelle zone rurali". Unione Europea, Repubblica Italiana e Regione Umbria insieme per promuovere il meglio della qualità e dell'imprenditoria umbra.

Ecco i vini italiani (produttori che rappresentano l'eccellenza del settore e che esportano in tutto il mondo) che hanno partecipato il 21 ottobre alla degustazione bendata.


Piemonte

Giacomo Fenocchio, Ettore Germano


Trentino Alto Adige

Kofererhof – G. Kershbaumer, Tenuta Waldgries


Friuli

Ronco del Gelso


Lombardia

Aldo Rainoldi


Veneto

Inama, Nicolis


Toscana

La Cerbaiola – Salvioni, Isole & Olena, Le Macchiole, La Fornace


Marche

Fattoria San Lorenzo


Abruzzo

La Valentina, Valentini


Campania

Pietracupa, Nanni Copè


Puglia

Morella


Basilicata

Elena Fucci


Sicilia

Passopisciaro, Girolamo Russo, Graci


Umbria

Antano, Madrevite, Roccafiore, Tabarrini, Villa Mongalli


Anche lo staff di Magazineblognetwork.it, uno dei più grandi network di blog italiani, è stato invitato all'evento. Il network, da anni, opera a diffondere la cultura del buon mangiare e del buon bere con i blog Gustosomagazine.it, Cucinamagazine.it e Biologicomagazine.it. Dall'incontro con questi produttori e dal loro entusiamo per il proprio mestiere nasce l'idea di www.lapassioneperilvino.it, un blog che seguirà gli eventi, la produzione, i protagonisti di settore, uno di quei comparti che tengono alto il Made in Italy con un export in continuo aumento.



Quando i sogni diventano realtà grazie a Mercatopoli

Il desiderio per quasi tutte le donne è poter acquistare un capo firmato.  Indossarlo e sentirsi importanti è un tutt’uno, sembra quasi di poterselo modellare addosso, come se fosse fatto su misura per noi.  Insomma ci sentiamo come top model in passerella, mancano solo i fotografi e la scenografia sarebbe completa. Purtroppo, ahimè, capi di questa fattura sono a volte inavvicinabili per i nostri poveri stipendi, ma perché rinunciare ad un sogno quando c’è una possibilità per avverarlo?

Un giorno mi è capitato di essere andata da un’amica (che veste spesso firmato e che guardo con un pizzico d’invidia) e mi ha finalmente fatto scoprire dove trova questi capi così fashion e eleganti. Me lo chiedevo visto che il nostro lavoro, e quindi il reddito, sono simili. Mi ha fatto entrare in un punto vendita Mercatopoli: sembravo “Alice nel paese delle meraviglie”. Ho trovato vestiti usati ma in ottimo stato, ad un prezzo accessibile, con una scelta che varia di giorno in giorno. Oggi vado dalle mie amiche con la giacca di alta sartoria piuttosto che con il jeans del marchio che prima guardavo nelle vetrine del centro. Credo che presto svelerò anche alla mia cerchia di “sorelle di shopping” dove vado ad acquistarli, in fondo tutti dovremmo avverare il sogno di poterci sentire la top model di grido.

Adesso, inoltre, ho preso i capi vintage della mia cara zietta e li ho portati in vendita sempre presso il mio Mercatopoli ormai divenuto di “fiducia” e così con la piccola entrata in più posso permettermi di sentirmi veramente una donna “alla moda”.

www.mercatopoli.it


Novella Donelli – Ufficio Stampa Jit

0459698304

novella@justintimesrl.it

http://justintimesrl.wordpress.com

  

La prima mondiale di SKYFALL a Londra grazie al proiettore 4K di Sony Digital Cinema

 

Sony Digital Cinema

 

COMUNICATO STAMPA

La prima mondiale di SKYFALL a Londra

grazie al proiettore 4K digital cinema di Sony

 

 

Londra, 31 ottobre 2012 - La prima mondiale dell'attesissima nuova avventura di James Bond in SKYFALL è avvenuta il 23 ottobre presso la Royal Albert Hall di Londra utilizzando il sistema di proiezione digital cinema 4K di Sony. 

Come produttore leader mondiale di sistemi di proiezione cinematografica digitale con risoluzione 4K, Sony Digital Cinema è stata scelta dallo studio per fornire una soluzione in grado di offrire agli spettatori un'incredibile esperienza visiva.  Visualizzando un'immagine con una risoluzione quattro volte superiore al tradizionale formato di proiezione digital cinema 2K, la prima di SKYFALL ha offerto al pubblico una proiezione cinematografica senza precedenti.

I protagonisti e i produttori di SKYFALL hanno infiammato il red carpet insieme a una schiera di talenti del settore televisivo, dello spettacolo, musicale e sportivo, oltre al Principe William e la Principessa Kate.

"È stato un onore dare il nostro contributo alla prima mondiale di SKYFALL con la tecnologia di proiezione digital cinema 4K di Sony, che ha permesso di offrire un'esperienza cinematografica straordinaria", dichiara David McIntosh, Senior Vice President, Sony Digital Cinema "L'esclusivo sistema di proiezione digital cinema di Sony ha mostrato tutta l'azione dell'ultimo film di Bond con immagini straordinarie ed estremamente ricche di dettagli permettendo agli spettatori di vivere un'esperienza particolarmente coinvolgente".

Daniel Craig è tornato nelle vesti di James Bond 007 in SKYFALL™ di Ian Fleming, la 23° avventura nella più lunga saga cinematografica di tutti i tempi.  In SKYFALL,  la lealtà di Bond verso M è messa a dura prova quando il passato della donna torna a perseguitarla.  E mentre l'M6 è sotto attacco, 007 deve scovare e distruggere la minaccia a tutti i costi. 

Il film è stato prodotto da Albert R. Broccoli’s EON Productions, Metro-Goldwyn-Mayer Studios e Sony Pictures Entertainment, diretto da Sam Mendes e scritto da Neal Purvis & Robert Wade e John Logan. 

 

Anche in Italia l’attesa è finita e tra poche ore arriverà nelle sale italiane. 

 

 

 

Valentina Zunino

Account Executive • Text100 Italy • Global Communications

Piazza Principessa Clotilde, 8 20121 Milano www.text100.com 

 

D: +39 02 20 20 21-212 M: +39 3285579419 F: +39 02 20 46 55 

E: valentina.zunino@text100.it Skype:valentazzina Twitter: @valentinazunino

 

Winner, European Sabre Awards 2009 new and digital media (Italy)

Partner of the University of Siena ”Master in Business Communications”(Italy)
Voted one of EMEA's Top 5 Agencies to Work For  - Holmes Report
 • Join the conversation: www.text100.com/hypertext 

Consider the environment. Please don't print this e-mail unless you really need to.

If you received this email in error please notify the sender immediately and delete it from your system.

 

 

 

 

 

 

 

 

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota