sabato 9 giugno 2012

Seedorf, il cavaliere Orange al servizio del Botafogo - Il Giorno

Il Giorno Seedorf, il cavaliere Orange al servizio del Botafogo Il Giorno Lasciato il Milan a parametro zero dopo dieci emozionanti stagioni, il centrocampista olandese si è ritrovato sommerso dalle richieste arrivate da Cina, Emirati Arabi e Brasile. Sembra però ormai ad un passo la firma con il Botafogo. altro » [...]

Europei 2012, pronostici di Olanda-Danimarca e Germania-Portogallo - Mondo Gol

Europei 2012, pronostici di Olanda-Danimarca e Germania-Portogallo Mondo Gol Gli Europei 2012 in Polonia ed Ucraina si sono aperti ieri con il pareggio tra Polonia e Grecia e la bellissima vittoria della Russia sulla Rep. Ceca. Oggi scenderanno in campo Olanda-Danimarca e Germania-Portogallo per la prima giornata del Girone B. altro » [...]

Tatiana Alexandrova espone a Casole d'Elsa per ''Mostre a Palazzo'' - SienaFree.it

Tatiana Alexandrova espone a Casole d'Elsa per ''Mostre a Palazzo'' SienaFree.it Tatiana Alexandrova, giovane pittrice russa ha esposto recentemente le sue opere nella città di Vinci dove vive e lavora; ha partecipato inoltre a mostre collettive in Russia, nella città di Samara e Ekaterinburg sua città natale. [...]

venerdì 8 giugno 2012

Solvaro riduce del 60% il consumo di lubrificanti per la deformazione plastica

Kirchheim/Teck, giugno 2012: Solvaro GmbH, società che sviluppa e produce componenti in lamiera perforata e metallo non perforato, è riuscita a ridurre del 60% il consumo di lubrificante nella fase produttiva: grazie al nuovo impianto di lubrificazione minima e alla riduzione dei tipi di oli utilizzati, non solo si ottengono massicci risparmi sui costi, ma si producono anche meno rifiuti speciali e si assicurano posti di lavoro puliti.

Nello stabilimento produttivo della Solvaro GmbH, i nuovi impianti di lubrificazione minima applicano l'olio sulla lamiera a una velocità di 30,5 metri al minuto. Attraverso dispositivi elettronici di regolazione viene attivata una serie di valvole magnetiche che rilasciano un quantità di olio calcolata con estrema precisione. Le diverse possibili impostazioni assicurano la lubrificazione ideale necessaria per la successiva lavorazione. "Grazie al nuovi impianto di lubrificazione e alla riduzione da undici a tre dei tipi di oli utilizzati, abbiamo rinnovato l'assetto di questo settore sotto il profilo economico ed ecologico", afferma Gerhard Bullinger, amministratore della Solvaro, che ha dato vita al progetto "Risparmiamo olio". Attraverso il coinvolgimento dei dipendenti sono stati riconsiderati i metodi di lavoro, procurati nuovi macchinari, ridotti i tipi di lubrificante, risparmiando in questo modo la cifra incredibile di 30.000 litri di olio.

Com'è ovvio nel campo della deformazione plastica, anche per la perforazione del metallo la lubrificazione determina i limiti delle procedure. "Il nostro obiettivo di offrire a ogni cliente la soluzione ideale comprende naturalmente anche il metodo di lubrificazione corretto, che influenza la qualità del prodotto e l'efficienza della realizzazione. Per questo elaboriamo per ogni commessa una combinazione personalizzata di lubrificante e metodo di lubrificazione. Se ad esempio la successiva lavorazione di un componente richiede che quest'ultimo sia velocemente privo di residui, utilizziamo un olio a evaporazione rapida", afferma Bullinger. Il ricorso a procedure su misura non impedisce un uso sostenibile delle risorse durante la fase di produzione. Basta dare un'occhiata allo stabilimento produttivo Solvaro per convincersene: sul pavimento, infatti, non c'è traccia di costosi rifiuti speciali.

SOLVARO – Soluzioni in metallo su misura

SOLVARO offre all'industria servizi di ingegneria e sviluppo, oltre che la produzione di lamiere perforate e componenti in metallo non perforato. Grazie al proprio know-how e alla propria flessibilità, SOLVARO è in grado di trovare una soluzione ottimale e personalizzata per esigenze complesse. Le radici di SOLVARO hanno un nome concreto: MEVACO, impresa leader in Europa per la produzione e la distribuzione di lamiere perforate e strutturali. Il primo gennaio 2008, dalla sezione industriale di MEVACO, MEVACO Industrie è nata la società indipendente SOLVARO GmbH. Ulteriori informazioni sul sito www.solvaro.com.



Donnerwetter: Vertrieb mit ausgestrecktem Zeigefinger.

Das iPad entwickelt sich zum Liebling an der Vertriebsfront unserer Kunden. Und von uns kommen die passenden Apps dazu: vimeo.com/39058705<http://vimeo.com/39058705>.

Turismo 2012: bilancio sulla crisi

Contrariamente ad ogni pessimistica previsione, sono aumentati del 37% il numero di visitatori in arrivo dai paesi extra UE verso l'Italia negli ultimi dieci anni: è ciò che è emerso d una ricerca condotta da Touring Club Italiano, Skyscanner e Global Blue. Un dato eclatante riguarda i turisti provenienti dalla Russia: +257%. Il principale mercato di riferimento è sempre rappresentato dagli Stati Uniti, seguito dalla Russia e dal Giappone.

scritto da Mirko Piseddu 
webmaster @ Explore Sardinia

MBA Day, MIP Politecnico di Milano: presentazione dei Master

Sabato 9 Giugno, dalle ore 9.00

Verranno presentate nella MIP School of Management le nuove edizioni dei Master:

Full Time MBA e Part Time MBA

Scopri tutti i dettagli e le informazioni a riguardo nell’evento che si terrà presso il MIP Sabato 9 Giugno alle ore 9.00.

All’evento parteciperanno i Direttori, lo staff dell’area MBA e gli Alumni, dai quali potrai conoscere interessanti curiosità ed avere risposta alle tue domande.
Inoltre, potrai partecipare alla Challenge che ti darà la possibilità di vincere una Borsa di Studio!

VENERDI' 15 GIUGNO: “L'ombra come esplorazione della persona” EGO personale di Simone Ziffer

     "L'ombra come esplorazione della persona"

EGO

personale di Simone Ziffer


presso Luca e Andrea
Alzaia Naviglio Grande 34 - Milano




Possiamo definire un giovane artista che nasce culturalmente in una contemporaneità post moderna, all'interno di una corrente, nel senso più classico e canonico del termine, magari ripresa da remoti tempi della letteratura storica dell'arte? Mi sentirei di irrigidire la vitalità e la dirompenza creativa ed elaborativa dello stesso autore, disposto e disponibile a una ricerca continua in evoluzione, pur mantenendosi all'interno di una coerenza stilistica e una tecnica per molti versi decisa e determinata. Possiamo trovare nelle sue composizioni un'influenza nello sviluppo della loro realizzazione della tecnica di un Andy Warhol, mentre si assapora il risvolto onirico del surrealismo di un Dalì e di un Magritte nella ricerca di una loro convergenza e non auto-elisione. Si può anche intravedere elementi di studio architettonico della forma di un espressionista quale Gaudì, trasformando la linea ma mantenendone il significante e il significato inalterati. Sicurezza del suo tratto propongono le sue opere pittoriche proprio perchè sono una formula espressiva artistica che è una forma che maggiormente permette a lui stesso di esprimere le proprie emozioni, sensazioni, sentimenti. Ed è la carica emotiva che ci suggerisce la visione dei suoi ritratti che vedono nell'utilizzo dell'ombra l'esplorazione della persona umana, dei suoi lati nascosti, della sua intimità, dei rivoli nascosti della sua personalità fatta di contraddizioni ma tesa a manifestarsi, a volte schiva, a volte incerta, spesso incompresa e sottovalutata. La pittura per Simone Ziffer è un'evoluzione emotiva ed esplicativa in quanto come dice direttamente lo stesso autore ogni quadro lo sente come proprio, come uno specchio. L'ombra viene esplorata dall'artista e diventa in modo totale e assoluto un metodo di rappresentazione che da un'originalità e un'autonomia artistiche alle opere e alla produzione. La facilità e la coerenza compositiva derivano nella loro sicurezza dalla possibilità che l'autore trova nella pittura di poter esternare sé stesso, di esprimersi, di proporsi al pubblico e al mondo.

( Testo di Alessandro Rizzo)


L'arte sin qui espressa dal giovane Simone Ziffer rappresenta un interessante tentativo di sintesi nell'utilizzo di diversi elementi tipici di svariate avanguardie novecentesche, quali le campiture che richiamano quelle del Pop di Warhol, alcuni stilemi simbolisti, frequenti linguaggi surrealisti e metafisici, tanto per citare alcuni esempi. Il fattore centrale della ricerca di Ziffer è attualmente l'ombra che funge anche da elemento di unificazione tra le suddette componenti linguistiche della sua arte per la quale egli trae spesso spunto da altre arti quali la musica e la poesia, in particolare, la Beat generation. In definitiva una pittura con tematiche fortemente oniriche ma che, al tempo stesso, cerca un saldo ancoraggio nella contemporaneità, aiutata in questo dalla rivisitazione che ci propone, di alcune radici della contemporaneità stessa.


( Testo di Fabrizio Gilardi di ActionArt)






Simone Ziffer aka Sfog nasce il 15/07/87 a Camposampiero (PD); si diploma nel 2006 al liceo classico Tito Livio. Studia al Politecnico di Milano Design e dipinge ormai da 5 anni.

Ha partecipato a una collettiva su San Sebastiano tenutasi da Pier Pour Homme nel gennaio 2011 e ha presentato la personale "Beat" presso il Cafè Lumiere di Padova, sempre nel 2011. Ha poi preso parte a una collettiva per il Festival Secondomè al Cafè Lumiere di Padova e, nel 2012, al Fashion Cafè di Milano, ha presentato la personale dal titolo Ego.



L'organizzazione della mostra è di 'Action art' e di Alessandro Rizzo.

Action Art è una realtà sorta nel settembre 2009, che si propone l'obiettivo di sostenere giovani artisti emergenti, alla ricerca di visibilità sul mercato, ma privi della rappresentanza di una galleria o di un curatore. L'iniziativa nasce da una serie di appassionati del settore ed è guidata da Fabrizio Gilardi, operatore culturale e artista egli stesso.

Alessandro Rizzo collabora a diversi periodici cartacei e telematici quali Tam Tam, L'attualità, cinemaindipendente.it, culturagay.it, I segreti di pulcinella; è direttore responsabile della rivista ondine Le voci dell'agorà.


Vernissage VENERDI' 15 GIUGNO dalle ore 19,00 presso il locale LUCA E ANDREA

Alzaia Naviglio Grande, 34 - Milano




Presentati a Roma i cast del Festival Pergolesi Spontini e della Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi



Comunicato stampa
Roma, 8 giugno 2012
 
 
La Fondazione Pergolesi Spontini, vincitrice nel 2011 del XXXI Premio della critica musicale "Franco Abbiati" per l'integrale delle opere di Pergolesi nell'ambito delle  Celebrazioni Pergolesiane a Jesi, produce nel 2012 quattro titoli d'opera, con la prima esecuzione in epoca moderna de "La fuga in maschera" di Gaspare Spontini per il XII Festival Pergolesi Spontini (31 agosto - 16 settembre), dopo il ritrovamento del manoscritto originale presso una casa d'aste di Londra, e con "I Puritani" di Bellini, "Macbeth" di Verdi e "Lucia di Lammermoor" di Donizetti per la 45esima Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi dedicata a Josef Svoboda.
 
Il XII Festival Pergolesi Spontini inaugura al Teatro Pergolesi di Jesi venerdì 31 agosto con "La fuga in maschera" di Spontini e prosegue fino al 16 settembre con concerti, spettacoli ed eventi dedicati ai temi del travestimento e della trasformazione. Corrado Rovaris dirige I Virtuosi Italiani nel concerto "Accademia Strumentale" che rende omaggio a Pulcinella. Paolo Marzocchi rielabora temi spontiniani per la pièce "Pulcinella". Il pianista Roberto Cominati esegue un programma dedicato alle parafrasi, Robert Tiso ci porta nel mondo incantato della glass harp. "Voci da lontano" offre il raro ascolto di musiche interpretate da tre controtenori. Lorenzo Donati dirige l'ensemble vocale Vox Cordis in un programma che comprende una trascrizione spontiniana. Pagine di grande virtuosismo eseguite dal vivo con lo straordinario violino "ex Bavarian" di Antonio Stradivari. Infine, a Maiolati Spontini, un percorso itinerante che vede protagonista Gaspare Spontini in un momento di vita familiare.
 
La 45^ Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi è dedicata a Josef Svoboda nel decimo anniversario dalla sua scomparsa. L'inaugurazione è mercoledì 3 ottobre con "I Puritani" di Vincenzo Bellini. Il cartellone prosegue con la riproposta di due celebri allestimenti del grande scenografo ceco: "Macbeth" di Giuseppe Verdi, in scena da mercoledì 7 novembre, e "Lucia di Lammermoor" di Gaetano Donizetti, in scena da venerdì 23 novembre.
 
 
La prima esecuzione in epoca moderna de "La fuga in maschera" di Gaspare Spontini, commedia per musica in due atti su libretto di Giuseppe Palomba, ritenuta perduta ed il cui manoscritto autografo è riapparso presso una casa d'aste londinese, inaugura al Teatro Pergolesi di Jesi venerdì 31 agosto alle ore 20 il XII Festival Pergolesi Spontini (replica domenica 2 settembre ore 20) che prosegue fino al 16 settembre con concerti, spettacoli ed eventi dedicati ai temi del travestimento e della trasformazione.
Il nuovo allestimento dell'opera del compositore di Maiolati Spontini è una coproduzione tra Fondazione Pergolesi Spontini e il Teatro San Carlo di Napoli, con la regia di Leo Muscato, le scene di Benito Leonori, i costumi di Giusi Giustino.
Corrado Rovaris dirige I Virtuosi Italiani, una delle formazioni più attive e qualificate nel panorama musicale internazionale. Nel cast, interpreti di spicco quali Ruth Rosique (Elena), Caterina Di Tonno (Olimpia), Alessandra Marianelli (Corallina), Clemente Daliotti (Nardullo), Filippo Morace (Marzucco), Alessandro Spina (Nastagio), Dionigi D'Ostuni (Doralbo).
Scritta da Spontini nel travagliato periodo successivo all'avvento della Repubblica Napoletana del 1799, "La fuga in maschera" fu rappresentata per la prima volta durante il Carnevale del 1800 al Teatro Nuovo sopra Toledo a Napoli, pochi mesi dopo la messa in scena de "La finta filosofa" nello stesso teatro. Un'unica rappresentazione e poi il nulla per oltre due secoli. Dell'opera sopravvivevano solo il libretto di Giuseppe Palomba, pubblicato in occasione della prima esecuzione, ed un'aria di Corallina, pubblicata a stampa in una raccolta di arie italiane per canto e pianoforte. La partitura si credeva perduta sino a quando un'importante antiquaria inglese, Lisa Cox, nel luglio 2007 mise all'asta il manoscritto autografo della commedia per musica in due atti e il Comune di Maiolati Spontini l'acquistò. L'importanza del ritrovamento, oltre al fatto che ci consente di conoscere meglio il periodo giovanile del compositore, il più oscuro della sua carriera, consiste anche nel fatto che si tratta di un manoscritto autografo, ottimamente conservato e redatto nello stile grafico chiaro e ordinato tipico di tutti i manoscritti spontiniani.
Il Festival Pergolesi Spontini ne mette in scena la revisione critica di Federico Agostinelli (edizioni Fondazione Pergolesi Spontini). L'orchestrazione comprende gli archi, due oboi, un clarinetto, un fagotto e due corni. La trama, fitta di equivoci e malintesi, vede in azione un pittore fanatico, una giovane "spiritosa e di alte idee", un medicastro, un grazioso contadino, una ragazza girovaga con la lanterna magica…. in una girandola di episodi molto divertenti tra avventure amorose, travestimenti, sedute spiritiche e una festa di carnevale che dà il titolo all'opera.
 
Il tema del Festival, Travestimento e Trasformazione, viene elaborato con originalità nelle manifestazioni che completano il programma.
Sabato 1 settembre alle ore 21 al Teatro Moriconi di Jesi, Corrado Rovaris dirige I Virtuosi Italiani in un concerto dal titolo "Accademia Strumentale" che rende omaggio a Pulcinella, maschera dalle origini cinquecentesche protagonista della celebre suite orchestrale che Igor Stravinskij compose su fonti pergolesiane; in programma, inoltre,  la Suite da Abdelazer di Henry Purcell e la Masques et bergamasques di Gabriel Fauré.
Giovedì 6 settembre ore 21, al Teatro Comunale di Montecarotto, il pianista napoletano Roberto Cominati suona parafrasi da temi celebri, rielaborazioni musicali, trascrizioni pianistiche da Schumann, Sgambati-Gluck, Händel-Liszt, Bach-Godowsky, Bizet-Moszkowski.
Venerdì 7 settembre ore 21, alla Chiesa degli Aroli di Monsano, il musicista londinese Robert Tiso in "Crystal Sound" interpreta grandi capolavori della musica classica e moderna suonando una serie di calici di cristallo che costituiscono un raro strumento chiamato cristallofono.
Ancora la maschera napoletana di Pulcinella torna nella omonima pièce di Manlio Santanelli che Il Teatro dei Picari mette in scena da un soggetto di Roberto Rossellini su musiche originali per trio d'archi, sassofono e percussioni composte da Paolo Marzocchi, al Teatro Moriconi di Jesi sabato 8 settembre alle ore 21.
Domenica 9 settembre ore 21 al Teatro La Fortuna di Monte San Vito il concerto "Voci da lontano" offre il raro ascolto di musiche interpretate da tre controtenori, con il giapponese Daichi Fujiki e due allievi dell'Accademia di Arte Lirica di Osimo, il kazakho Batyrzhan Smakov e Ilham Nazarov dall'Azerbaijan, concertatore al clavicembalo Stefano Demicheli, al violoncello Marcello Scandelli, al liuto Ugo Di Giovanni; il programma coniuga la vocalità romana seicentesca a quella napoletana primo settecentesca, per approdare alla contemporaneità con il brano commissionato dalla Fondazione Pergolesi Spontini per tre controtenori Caro mio ben di Lorenzo Donati.
Venerdì 14 settembre ore 21 nella Pontificia Basilica della Santa Casa di Loreto l'ensemble vocale Vox Cordis diretto da Lorenzo Donati intonerà "Sub Tuum Praesidium", un concerto - in collaborazione con la Delegazione Pontificia della Santa Casa di Loreto - sul millenario percorso di trasfigurazione dei canti monodici mariani, con brani dal gregoriano ai giorni nostri, passando per Gaspare Spontini di cui verrà eseguito il Dominum salvum fac Regem nella trascrizione di Donati per coro, violoncello e organo. 
Sabato 15 settembre ore 21 al Teatro Pergolesi di Jesi, lo straordinario violino "ex Bavarian", realizzato nel 1720 da Antonio Stradivari, proveniente dalla Fondazione Stradivari di Cremona, esce eccezionalmente dalla teca che lo conserva, per essere affidato alle mani di una delle più promettenti giovani violiniste italiane, Anna Tifu. In duo con Giuseppe Andaloro al pianoforte,  la violinista cagliaritana esegue la Sonata di César Franck, la Fantasia in Do maggiore di Robert Schumann e brani di grande virtuosismo come la Carmen Fantasy di Sarasate e Tzigane di Ravel.
Chiude il programma del Festival Pergolesi Spontini l'azione scenica "L'ultimo Spontini" alla Casa delle Fanciulle di Maiolati Spontini domenica 16 settembre dalle ore 18, che fotografa uno Spontini ritratto in un momento di vita familiare, su testi di Valeria Esposito e Silvano Sbarbati tratti dall'epistolario di Spontini, con gli attori del Gruppo Baku e la regia di Simone Guerro. La pièce sarà seguita dalle arie da camera di Gaspare Spontini, interpretate dal soprano Valeria Esposito, e dal concerto presso la Chiesa di Santo Stefano con Paolo Oreni all'organo e Marco Pierobon alla tromba.
 
La 45^ Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi, dedicata allo scenografo ceco Josef Svoboda nel decimo anniversario dalla sua scomparsa, inaugura mercoledì 3 ottobre alle ore 21 con "I Puritani" di Vincenzo Bellini (repliche venerdì 5 ottobre ore 21 e domenica 7 ottobre ore 16, anteprima giovani lunedì 1 ottobre ore 16) in un allestimento in coproduzione con  i Teatri del Circuito Lirico Lombardo. L'opera torna sul palcoscenico del 'Pergolesi' dopo 161 anni: vi fu rappresentata per la prima e unica volta nel 1851.
La regia è di Carmelo Rifici, le scene di Guido Buganza, i costumi di Margherita Baldoni. La direzione d'orchestra è affidata al giovane direttore marchigiano Giacomo Sagripanti sul podio della FORM Orchestra Filarmonica Marchigiana. Canta il Coro Lirico Marchigiano "V. Bellini".
Maria Aleida interpreta Elvira, Luca Tittoto è Sir Giorgio, Yijie Shi è Lord Arturo, Julian Kim è Sir Riccardo Forth, Elide De Matteis Larivera è Enrichetta di Francia, Luciano Leoni è Lord Gualtiero Valton, Dario Di Vietri è Sir Bruno Roberton.
La guerra tra i Puritani e gli Stuart è il fondale storico alla vicenda, ma Bellini pone l'accento sui sentimenti e le passioni che agitano l'animo dei protagonisti, Elvira e Arturo. Anche Elvira come le protagoniste femminili delle altre due opere in cartellone perde la ragione credendo di essere tradita da Arturo, ma alla fine dell'opera coronerà il sogno d'amore.
E' «un romanticismo estremo e passionale» la prospettiva scelta da Carmelo Rifici per allestire l'estremo capolavoro di Bellini, ambientato in un palazzo dall'architettura sobria ed austera: «un palazzo nella neve, dove vivono raggelati i sentimenti dei protagonisti, e dove la scena ha un doppio piano, come doppie sono le vite di chi la abita: la vita reale e quella del desiderio. Fantasmi che si muovono sul piano del sogno e che chiariscono al pubblico la dinamica del desiderio represso».
 
In omaggio a Josef Svoboda la Fondazione Pergolesi Spontini prosegue il "Progetto Svoboda" iniziato nel 2009 con la ricostruzione nei propri Laboratori Scenografici a Jesi dei più celebri allestimenti operistici realizzati in Italia dallo scenografo ceco, l'artista che nel secolo scorso ha rivoluzionato il concetto dello spazio scenico e della luce trasformandoli in componenti vivi della tessitura drammaturgica dello spettacolo dal vivo.
Dopo la messa in scena della "Traviata" detta "degli specchi" nel 2009, la Fondazione propone nella stagione lirica 2012 la ricostruzione del "Macbeth" di Giuseppe Verdi, e della "Lucia di Lammermoor" di Gaetano Donizetti, ad opera di Henning Brockhaus per la parte registica e di Benito Leonori (già assistente di Svoboda) per le scene. Tutte queste produzioni risultano una sintesi estrema del genio svobodiano: tradizione, interpretazione, magia della luce e vibrazione continua dello spazio scenico sulla drammaturgia musicale.
 
"Macbeth" di Verdi, in scena da mercoledì 7 novembre alle ore 21 (repliche venerdì 9 novembre ore 21 e domenica 11 novembre ore 16, anteprima giovani il 5 novembre) è un nuovo allestimento della Fondazione Pergolesi Spontini in coproduzione con la Fondazione Teatro Lirico G. Verdi di Trieste e la Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova.
Giampaolo Maria Bisanti dirige la Form Orchestra Filarmonica Marchigiana, il Coro Lirico Marchigiano "V. Bellini" ed una compagnia di spessore con il Macbeth di Luca Salsi, la Lady Macbeth di Tiziana Caruso, il Banco di Mirco Palazzi; Macduff è Ji Myung Hoon, Malcolm è Thomas Yun. I costumi sono di Nanà Cecchi.
Dramma lirico in quattro parti su libretto di Francesco Maria Piave, il Macbeth rappresenta il primo incontro di Verdi con il teatro di William Shakespeare: i cupi caratteri dei personaggi travolti da violente passioni colpirono infatti fortemente il compositore di Busseto.
Nell'allestimento, fedelmente ricostruito per il cartellone lirico jesino, Svoboda realizzò, nel clima cupo della tragedia, una straordinaria varietà di immagini, con mezzi semplicissimi e tecnica sofisticata: otto teli di maglia plastica, uno specchio trasparente e mutevoli proiezioni. Le ombre si sovrappongono alle ombre creando illusioni e allusioni: il fantastico mondo delle streghe, le apparizioni regali, il corteo dei profughi scozzesi tra una rete informe di filo spinato, le immagini dell'incubo del potere, in un gioco di apparizioni, sparizioni, convivenze inquietanti.
 
La "Lucia di Lammermoor" di Donizetti, in scena da venerdì 23 novembre alle ore 21 (repliche sabato 24 ore 21 e domenica 25 novembre ore 16, con anteprima giovani il 22 novembre), è un nuovo allestimento della Fondazione Pergolesi Spontini in coproduzione con i Teatri del Circuito Lirico Lombardo, il Teatro dell'Aquila di Fermo, il Teatro Coccia di Novara ed il Teatro Alighieri di Ravenna.
Matteo Beltrami sul podio della Form Orchestra Filarmonica Marchigiana dirige il Coro Lirico Marchigiano "V. Bellini" ed il doppio cast in cui si alternano Julian Kim (Lord Enrico Asthon), Sofia Mchedlishvili (Miss Lucia) e Gianluca Terranova (Sir Edgardo di Ravenswood) con i giovani vincitori del Concorso AsLiCo. Lord Arturo Bucklaw è Matteo Falcier, Raimondo Bidebent è Giovanni Battista Parodi, Alisa è Cinzia Chiarini. I costumi sono di Patricia Toffolutti.
Rappresentata per la prima volta al Teatro di San Carlo di Napoli il 26 settembre 1835, Lucia di Lammermoor, capolavoro romantico dell'Ottocento musicale è, insieme a L'elisir d'amore, l'opera più popolare di Donizetti. L'azione drammatica, a forti contrasti, incentrata sul fatale binomio amore-morte e sulle passioni scoperte e nude che si agitano, trova nella musica caratterizzazioni psicologiche di immediata presa sul pubblico. L'opera donizettiana è incentrata sul personaggio di Lucia, sull'amore per Edgardo ed i fantasmi della demenza, sul grigio fondale di quel paesaggio velato di nebbie che è la Scozia del librettista Salvatore Cammarano.
Nelle scene è presente tutta la semplicità e il genio di Josef Svoboda. La scenografia vede una specie di grande pergamena stropicciata che scorre lungo il muro del palcoscenico, rivelando, nascondendo e riflettendo personaggi ed azioni. Il tessuto "psicoplastico" (termine tecnico-artistico della tela ideata da Svoboda con la doppia proprietà di riflettere le immagini proiettate e far trasparire i personaggi) si dispiega, diventando montagna, nuvole, mare, sudario immaginario che avvolge la follia di Lucia.
 
Il "Progetto Svoboda" proseguirà nei prossimi anni con attività di approfondimento e di divulgazione sulla figura dell'artista e della sua opera, in collaborazione con l'organizzazione non-profit "Josef Svoboda – Scénograf", costituita dagli eredi del grande scenografo ceco, con cui la Fondazione jesina ha siglato un protocollo d'intesa.
 
La XII edizione del Festival Pergolesi Spontini e la 45esima stagione lirica di tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi, organizzate dalla Fondazione Pergolesi Spontini sotto la guida dell'Amministratore Delegato William Graziosi e del Direttore Artistico Gianni Tangucci, si avvalgono del sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dei Soci Fondatori della Fondazione (Regione Marche, Provincia di Ancona, Comune di Jesi, Comune di Maiolati Spontini), dei Partecipanti Aderenti (Comune di Monsano, Comune di Montecarotto, Comune di Monte San Vito, Comune di San Marcello, del Partecipante Sostenitore (Camera di Commercio di Ancona), dei Fondatori Sostenitori (Art Venture: Gruppo Pieralisi, Leo Burnett, Moncaro, New Holland-Gruppo Fiat, Starcom Italia), della collaborazione della Delegazione Pontificia della Santa Casa di Loreto, del contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi. Sponsor principale del Festival e della  Stagione Lirica è Banca Marche.
 
*****

La Fondazione Pergolesi Spontini è una azienda culturale di produzione e servizi per il territorio, nata nel 2000, certificata UNI EN ISO 9001:2008 ed iscritta a Confindustria Ancona. L'azienda, sostenuta da enti pubblici e da un pool di imprese private, gestisce 6 teatri storici nelle Marche in cui organizza 14 stagioni e rassegne. Aperta 12 mesi l'anno, la sua attività principale è la produzione lirica con il Festival Pergolesi Spontini e la Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi. E' inoltre editore musicale e si occupa di ricerca musicologica, formazione professionale, nuove tecnologie, divulgazione culturale. Nel 2011 ha vinto il XXXI Premio della critica musicale "Franco Abbiati" per l'integrale delle opere di Pergolesi nell'ambito delle  Celebrazioni Pergolesiane.
Ne sono Soci Fondatori la Regione Marche, la Provincia di Ancona, il Comune di Jesi ed il Comune di Maiolati Spontini. Si sono poi associati, quali Partecipanti Aderenti, i Comuni di Montecarotto, di Monte San Vito, Monsano, San Marcello e come Partecipante Sostenitore la Camera di Commercio di Ancona. Un gruppo di imprese private, riunite in Art Venture, costituiscono i Fondatori Sostenitori della Fondazione (Leo Burnett, Gruppo Pieralisi, Moncaro, New Holland-Gruppo Fiat, Starcom Italia).
 
****
 
Informazioni: Fondazione Pergolesi Spontini tel. 0731.202944 www.fondazionepergolesispontini.com
Biglietteria Teatro Pergolesi tel. 0731-206888
 

Montenegro

Montenegro, patrimonio dell’ UNESCO, è la perla del Mediterraneo, si trova nel sud dell'Adriatico, unico in molti modi, infatti in nessun altro posto sono riunite, tante ricchezze naturali insieme. 117 meravigliose spiagge per un totale di 73 km di lunghezza, laghi e fiumi cristallini e bellissime montagne, tutte in un unico paese, il Montenegro. Le giornate possono trascorrere tra rilassanti ore distesi al sole su una delle tante spiagge della costa adriatica e suggestive passeggiate serali tra le montagne del Montenegro, una terra che non può lasciare indifferenti. La sera si può pranzare in uno dei caratteristici ristoranti lungo le rive del lago Scutari ed assaggiare i famosi piatti locali come: il prosciutto “Njeguški” con olive e formaggi, il “Baka” (uno stufato di pesce), le cozze in salsa “bouzzara” (pomodoro, prezzemolo, aglio e cipolle), il tutto accompagnato dagli ottimi vini o birre locali. Nel pomeriggio l’ideale è lo shopping scegliendo fra i numerosi mercatini rionali e approfittare per acquistare souvenir caratteristici da portare a parenti ed amici, come merletti, pelletteria, manufatti in legno e dipinti religiosi. Sicuramente questa terra, è una scelta eccellente per le vacanze, qui infatti è possibile andare incontro ai gusti di tutti: dalle escursioni in montagna, alle vacanze all’insegna dell’arte e della cultura o uno splendido charter nautico. Il Montenegro infatti è famoso anche per le barche a vela, in particola modo le vacanze sui caicchi, delle splendide e maestose imbarcazioni che sono dei veri e propri hotel galleggianti. In caicco si può veleggiare lungo le coste del golfo delle Bocche di Cattaro ed ammirare le numerose isolette e i verdeggianti promontori che scendono delicatamente fino al mare. il Montenegro ha molte altre caratteristiche di rilievo: storia, cultura, tradizione, buone condizioni climatiche, aria pulita, natura incontaminata, l'azzurro del mare Adriatico e tutto ciò la rende sicuramente una meta turistica che non deve mancare nella lista dei posti da visitare. Questo piccolo paese combina le caratteristiche territoriali, gli usi e i costumi, dei paesi balcanici e mediterranei, infatti il Montenegro è vicinissimo alla Serbia, Bosnia, Croazia, Italia e Albania e dalla nostra nazione, è facilmente raggiungibile con poche ore di traghetto. Nonostante le dimensioni ridotte, la sua superficie non arriva neanche a 14 km quadrati, offre una grande diversità e abbondanza di bellezze naturali, una combinazione ideale tra il clima mite del mediterraneo che vanta una media di 240 giorni di sole all’anno e l'ospitalità fantastica delle popolazioni locali, elementi che hanno reso il Montenegro l’indiscussa perla d'Europa.

Pin Up, illustrazioni e fotografie


Isabella Ferrante e Sara Di Carlo
presentano
PIN UP
Illustrazioni e Fotografie

Le splendide Pin Up, dagli sguardi ammiccanti, sbarazzini e sorridenti, con le loro morbide forme, hanno fatto sognare generazioni di estasiati ammiratori, rivoluzionando la figura femminile.

Nasce così l'idea di “revisionare” il concetto della figura femminile, non solo come simbolo di bellezza, ma detentrice di una inventiva fuori dal comune, esprimendo estro e fantasia.

Isabella Ferrante e Sara Di Carlo vogliono rendere omaggio alle Donne di oggi, alla loro creatività, tenacia, beltà e al loro modo di fare elegante ma al contempo gioioso e giocoso, attraverso la mostra “Pin Up – Illustrazioni e Fotografie”, presso lo Store SuperFlash di Piazza San Silvestro 27/28, Roma, dal 25 al 30 Giugno, dalle ore 13:30 alle ore 19:00.

La mostra si divide in due filoni: le “Pin Up fumettose” e le “Pin Up fotografate”. Due modi profondamente diversi ma complementari di vedere le donne di oggi.

Le “Pin Up fumettose” di Isabella Ferrante hanno un forte richiamo alle Pin Up degli anni '40: nello stile, nel vestire e nelle pose, rese ancor più uniche dalla preziosa mano di Isabella.

Le “Pin Up fotografate” di Sara Di Carlo sono rivisitate in chiave moderna: donne creative, solari e sensuali, quasi inconsapevoli del loro fascino e della magia che calamita il loro sguardo.

Pin Up” è anche il tema nel numero 23 di A6 Fanzine, interamente dedicato al mondo delle Pin Up, numero in visione durante i giorni dell'esposizione.

Isabella e Sara sono inoltre le creatrici ed ideatrici di A6 Fanzine, una fanzine di fumetti e musica che in brevissimo tempo si è guadagnata uno spazio solido tra le autoproduzioni, diventando ormai un punto di riferimento per i fumettari emergenti ed uno “sfizio” per i nomi più noti che con grande entusiasmo si prestano a svariate collaborazioni, grazie alla sua freschezza ed originalità, offrendo una lettura spensierata della vita e del mondo quotidiano.

Isabella e Sara con “Pin Up – Illustrazioni e Fotografie” vi aspettano presso lo Store SuperFlash di Piazza San Silvestro 27/28, Roma, dal 25 al 30 Giugno, dalle ore 13:30 alle ore 19:00.


Info:

A6 Fanzine – http://a6fanzine.blogspot.com

dal 29 giugno al 1 luglio: 1° festival LETTERATURE E... a Città della Pieve


Il Comune di Città della Pieve in collaborazione con Associazione Nazionale Arte Moderna presenta:

Con il patrocinio di Regione Umbria Provincia di Perugia e Gal Trasimeno Orvietano

COMUNICATO STAMPA

 

                                         

1° FESTIVAL LETTERATURA E..

a Città della Pieve

29 GIUGNO – 1 LUGLIO 2012

Letteratura e…. il primo Festival della Letteratura che lancia quest'anno Città della Pieve nell'ultimo week end di giugno.

40 iniziative  in un programma intenso  che va dal venerdì alla domenica, con appuntamenti, conferenze, musica, gusto e sapere, per parlare insieme di argomenti che ci stanno a cuore.

Ogni giorno sarà dedicato ad un tema: la criminologia, il cinema e la psicoanalisi. Tre interessanti  appuntamenti con grandi personalità della penna e dell'arte che faranno di questa tre giorni una culla della cultura e, perché no, dello svago. Incontri con:

Simona Argentieri, Angelo Bucarelli, Lorenzo Canova, Lauretta Colonnelli, Luca Camerota, Francesca Fenati, Paolo Franchi, Giorgio dell'Arti, Sonia Grandis, Anna Kanakis, Giovanni Luseroni, Loriano Macchiavelli, Marco Marchetti, Gianni Mariani, Daniele Nannuzzi, Mimma Nocelli,  Andrea Purgatori, Paolo Scandaletti, Clara Sereni,  Alessandro Sciortino, Valeria Palumbo, Gemma Trapanese, Sarantis Thanopulos.  

Città della Pieve, come sua abitudine, ha scelto la cultura per offrire agli ospiti un calendario vario e denso di interessi, che sappia valorizzare il territorio, e le specialità che esso offre.

Luoghi straordinari e pieni di fascino accoglieranno gli incontri: il seicentesco palazzo della Corgna, il piccolo e delizioso Teatro degli Avvaloranti e il Palazzo Orca.

Una divertente serata Murder party sarà la conclusione dell'incontro con lo scrittore noir Loriano Macchiavelli e il criminologo Marco Marchetti, venerdì sera  tutti a caccia dell'assassino al Ristorante lo Zafferano! Sabato  appuntamento con il cinema, dopo l'incontro con Andrea Purgatori e Mimma Nocelli omaggio ad un grande del cinema con la proiezione: "Alberto Sordi" di Daniele Nannuzzi. La domenica sarà dedicata alla psicoanalisi ed agli incontri con i grandi psicanalisti  Simona Argentieri Gemma Trapanese e Sarantis Thanopulos e, a seguire, la rappresentazione teatrale: Diego ed altri incidenti di Valeria Palumbo.

Mostre d'arte di Angelo Bucarelli e Thomas Corey, e conferenze monotematiche sull'arte di Lorenzo Canova e sulla pubblicità di Alessandro Sciortino. Infine tutti i ristoranti della città saranno coinvolti con divertenti menù letterari e appuntamenti  happy hour per gli allegri cocktail letterari. Tutte le Cantine si sono offerte per il brindisi finale dei nostri incontri!

A chiusura del Festival concerto con il fisarmonicista Gianni Mariani  nella particolare cornice del cortile di Palazzo della Corgna.

Appuntamenti per  le presentazioni dei libri degli scrittori: Anna Kanakis, Giorgio dell'Arti, Clara Sereni e Paolo Scandaletti, ed una serie di interessanti iniziative per tutta la città. Ed infine uno spazio per i piccoli nel Giardino del Terziere Castello con giochi animazioni e letture.

Ma sarà la città tutta ad accendersi per noi e con noi, accogliendo affettuosamente chi vorrà partecipare. Vi aspettiamo a Città della Pieve dal 29 giugno al 1 luglio con le porte dei palazzi e le braccia spalancate!

 

Ufficio stampa:

 Studio Bucarelli sas

Via della Cisterna 1 Roma –

 3926323491/ 06.5815223

info@angelobucarelli.com maddalenasanteroni@hotmail.com

Info: cultura@cittadellapieve.org

Marco Possieri 3346707318



A Jesolo Lido, di fronte all'Hotel Bellariva, il Concorso Internazionale "Sculture di Sabbia"

Dal 7 giugno al 14 luglio 2012 la spiaggia antistante il Bellariva Hotel a Jesolo Lido, sarà teatro del Concorso Internazionale “Sculture di Sabbia”.

I 12 migliori scultori della sabbia daranno luogo ad una competizione a tema dal titolo Venezia - Splendori della Serenissima.
Il pubblico avrà l’opportunità di votare la scultura preferita ed eleggere così l’artista più amato.

Un percorso tra sculture di monumenti maestosi, curiosi aneddoti e angoli sconosciuti di una Venezia rigorosamente in sabbia, arricchiti con corsi d’acqua scenografici e luci d’atmosfera.

Il tutto all’interno di una tendostruttura di 1400 mq sulla spiaggia tra piazza Brescia e il Bellariva
Hotel a Jesolo.

Inaugurazione: giovedì 7 giugno dalle 19 alle 21 (con ingresso libero)
La mostra verrà illustrata dal Prof. Giandomenico Porto, esperto di storia e cultura veneziana.

Orario: la mostra si può visitare, da venerdì 8 giugno, tutti i giorni dalle 9 alle 23.

Ingresso a pagamento 2 euro. Gratuito per bambini al di sotto del metro di altezza, portatori di handicap ed accompagnatori.


Per info:
http://www.jesolo.it/concorso-internazionale-sculture-di-sabbia.html

Assoporti e Pasqualino Monti. I porti italiani sbarcano in Cina

Pasqualino Monti insieme ad Assoporti rappresenta il Porto di Civitavecchia al convegno "Transport and Logistic" in Cina

 

Al centro dell'Italia per intercettare merci e persone provenienti via mare. Questa la mission del Porto di Civitavecchia che si ' presentato a Shanghai, sotto l'egida di Assoporti (l'Associazione dei porti italiani) che partecipa, fino a domani, alla fiera Transport and Logistic, la più importante del settore.

"Con i nuovi investimenti di 193 milioni di euro - spiega all'ANSA Pasqualino Monti, presidente dell'Autorità Portuale di Civitavecchia - di cui 50 cofinanziati dall'Autorità Portuale con dieci nuovi attracchi che serviranno ad aumentare la recettibilità della nostra struttura. La razionalizzazione che abbiamo nel porto fa liberare molte aree anche nei container, che ci fa mirare a crescere in questo settore, molto forte in Cina. Siamo strategici non solo per questioni di posizione geografica, ma anche per essere fortemente collegati ad una rete viaria e infrastrutturale importante. Tra Napoli e Livorno arrivano 600.000 container che poi gravitano su Roma, puntiamo ad intercettarli. Abbiamo già forti esperienze con le imprese siderurgiche umbre ed ora, con la realizzazione di aree retroportuali, possiamo offrire la possibilità di finire in loco la produzione"

 

Fonte: Ansa.it

Biennale di Ferrara 2012 – Giorgetti dona il suo Qubo in beneficienza per i terremotati dell’Emilia

E' ufficiale l'astrattista Alessandro Giorgetti conosciuto come l'erede ufficiale di mark Rothko, parteciperà alla VI edizione della Biennale Internazionale d'Arte con la social opera 'Il Qubo' che rappresenta la metafora di una terra martoriata, contaminata dalle brutalità quotidiane ma proiettata verso la rinascita e l'ottimismo; non a caso Giorgetti per tutto il 2011 ha dipinto come un diario personale una mini tela 20×20 al giorno per 365 definiti i Qubo's Sides, le difficoltà della vita quotidiana, le suscettibilità, le gioie e i turbamenti, dipinti come in un diario personale che saranno esposti dal 15 al 23 giugno nel Chiostro del Complesso Monumentale di Sant'Anna in corso Giovecca, 21 Ferrara. Sarà una delle prime tappe che porterà il geniale social progetto, in giro da Giugno a Dicembre in location di grande valore artistico-culturale. Il drammatico terremoto che in questi giorni ha colpito l'Emilia Romagna ha scosso la sensibilità di tante aziende, associazioni, comuni e privati che si stanno prodigando in azioni di beneficienza. Il gallerista milanese Deodato Salafia in accordo con Giorgetti, hanno deciso di donare il 30% della vendita dei Sides e il 50% delle quote del Qubo. 'Siamo comunque aperti a qualsiasi iniziativa ci venga proposta a favore' – ha detto Deodato -tra le tante dichiarazioni, il capo della Protezione civile, Franco Gabrielli, ha detto che servono molte risorse economiche e noi vogliamo contribuire anche nel nostro piccolo, tra l'altro Giorgetti è nato a Messina, una città ballerina che nel 1908 è stata rasa al suolo dal terremoto, quindi comprende appieno i problemi della gente emiliana e nonostante i grandi impegni e i problemi logistici di questo periodo, ha voluto essere presente a tutti i costi, quindi abbiamo accettato di partecipare a cuore aperto  ha aggiunto - Il Qubo di Giorgetti che il 13 Giugno arriverà a Ferrara,  ha un valore iniziale di 21.535 euro somma di 365 quote da 59 euro l'una e non è esclusa la possibilità di un'asta pubblica che elevi il valore della beneficienza.  
www.alessandrogiorgetti.com 

Programmi tv stasera, 8 giugno - Newnotizie

Programmi tv stasera, 8 giugno Newnotizie A seguire Tg1 60 secondi e alle 23.05 al via, il programma di approfondimento legato all'Europeo di calcio organizzato, quest'anno, da Polonia e Ucraina. Simona Rolandi e Andrea Fusco moderano il dibattito tra gli ospiti ei tecnici in studio. [...]

Assoporti e Pasqualino Monti. I porti italiani sbarcano in Cina - informazione.it (Comunicati Stampa)

Assoporti e Pasqualino Monti. I porti italiani sbarcano in Cina informazione.it (Comunicati Stampa) La razionalizzazione che abbiamo nel porto fa liberare molte aree anche nei container, che ci fa mirare a crescere in questo settore, molto forte in Cina. Siamo strategici non solo per questioni di posizione geografica, ma anche per essere fortemente ... [...]

EURO 2012/ Repubblica Ceca (gruppo A): rosa, top player e curiosità - Il Sussidiario.net

EURO 2012/ Repubblica Ceca (gruppo A): rosa, top player e curiosità Il Sussidiario.net Il sorteggio ha riservato ai cechi il Gruppo A, comprendente Polonia, Grecia e Russia. Un raggruppamento mediamente molto equilibrato: almeno sulla carta, le quattro nazionali partono allo stesso livello. Per questo la Repubblica Ceca può puntare ai ... altro » [...]

Esperienza magica per i tifosi a Kiev - UEFA.com

UEFA.com Esperienza magica per i tifosi a Kiev UEFA.com Il palazzo del Circo Nazionale d'Ucraina ospita l'area dedicata ai tifosi, dotata di quattro maxischermi e in grado di accogliere fino a 2.200 persone. Il palazzo del Circo Nazionale d'Ucraina ospita l'area dedicata ai tifosi, dotata di quattro ... [...]

Flavio Cattaneo / Terna: "Abbiamo una disponibilità finanziaria netta di 2,5 miliardi. Non abbiamo necessità fino al 2015"

Flavio Cattaneo, Amministratore Delegato della società elettrica ha dato il via libera al bilancio del 2011 e ha approvato un dividendo di 21 centesimi - "Abbiamo una disponibilità finanziaria netta di 2,5 miliardi. Non abbiamo necessità fino al 2015". - Dalla quotazione a fine 2011 il titolo si è apprezzato del 53,2% - Positivi i risultati del primo trimestre.

 

Positivi i conti di Terna, la società elettrica italiana nota a livello internazionale. L'assembla degli azionisti, presieduta da Luigi Roth, ha dato oggi il via libera al bilancio 2011 che si chiude con un utile netto di 440 milioni. L'amministratore delegato Flavio Cattaneo inoltre ha approvato un dividendo di 21 centesimi con un saldo di 13 centesimi in pagamento il 21 giugno e stacco della cedola il 18. L'acconto di 8 centesimi è stato distribuito a novembre 2011.
Per Cattaneo Terna non ha bisogno di finanziarsi fino al 2015. "Non abbiamo necessità di rifinanziarci prima del 2015.", ha spiegato l'ad, "con le ultime emissioni abbiamo una disponibilità finanziaria netta di 2,5 miliardi. Un eventuale successivo downgrade non incide sulle emissioni già fatte ma su un eventuale futura sottoscrizione. Ma come detto non abbiamo necessità fino al 2015. Siamo una delle poche società con un rating superiore a quello dell'Italia".
Ma è il titolo della società a dare maggiori soddisfazioni. Dalla quotazione a fine 2011 l'azione Terna "si è apprezzata del 53,2% a fronte di una perdita del 45,9% da parte dell'indice delle blue chips italiane". Cattaneo inoltre ha spiegato che nel "primo trimestre del 2012 il titolo ha registrato un rialzo del 16%, nonostante l'impatto della Robin Hood tax e la difficile congiuntura nazionale e internazionale". Oggi il titolo Terna ha chiuso a Piazza Affari a rialzo dell'1,48% a 2,746 euro ad azione.
Terna ha inoltre reso noti i conti del primo trimestre. "Il 2012 è partito bene e l'impegno di tutta la squadra di Terna mi convince che avremo ancora un anno di crescita", ha dichiarato l'amministratore delegato. I ricavi sono aumentati 12,2% a 46,9 milioni di euro. A giovare sul giro d'affari è stato prevalentemente il maggiore corrispettivo per il trasporto di energia nella Rete di Trasmissione Nazionale (+32,8 milioni) e per le attività di dispacciamento (+14 milioni). I costi operativi sono aumentati del 2% a 91,8 milioni. Forte il balzo dell'Ebitda che si è attestato a 339,8 milioni di euro: a rialzo del 15,3% rispetto allo stesso periodo del 2011.
Cresce l'utile ante imposte a 207,6 milioni di euro (+19%) mentre l'utile netto è calato a 114,2 milioni, 59 milioni di euro in meno rispetto ai 173,2 milioni dei primi tre mesi del 2011, che includevano l'apporto straordinario relativo alla cessione della partecipazione di Rete Rinnovabile S.r.l. per 59,2 milioni di euro. A pesare sul risultato in parte anche l'aumento degli oneri finanziari inerenti all'indebitamento a lungo termine (31 milioni di euro): l'indebitamento finanziario netto si attesta a 5,27 miliardi di euro, in crescita di 150 milioni rispetto al 31 dicembre 2011, essenzialmente per investimenti e riduzione dei debiti commerciali rispetto a fine esercizio 2011.

FONTE: FIRSTonline

giovedì 7 giugno 2012

BIRRA CHIMAY - BIRRA TRAPPISTA

La fabbrica di birra  è stata fondata all'interno Scourmont, nel comune belga di Chimay nel 1862.

Il birrificio produce tre birre  diffuse esclusivamente per i monaci, sono noti come birre trappiste perché sono fatte in un monastero trappista. E 'stata la prima birreria ad utilizzare la denominazione Trappista Ale sulle etichette.

Come per tutte le altre birrerie trappiste, la birra  viene venduta solo per il sostegno finanziario del monastero e le buone cause.  L'attività birraia  e la vendita birra ha la funzione solo per pagare l'affitto per l'utilizzo della proprietà all'interno del monastero, che viene utilizzato per sostenere la comunità monastica. La maggior parte del profitto dalla vendita della birra è distribuita a enti di beneficenza e per lo sviluppo della comunità in tutta la regione. A partire dal 2007, le cifre di vendita dei prodotti Chimay ha superato i $ 50 milioni all'anno.

L'acqua per la birra trappista è tratta da un pozzo situato all'interno delle mura del monastero. I solidi filtrati dal mosto della birra sono riciclati in mangimi per il bestiame che viene dato alle stesse vacche che producono il latte per i formaggi Chimay.

Le birre belghe vengono trasportate dal monastero all'impianto di imbottigliamento a 12 km di distanza, che può riempire 40.000 bottiglie all'ora, di cui molti sono ritorni. La birra  Chimay viene poi rifermentata in bottiglia per tre settimane prima di essere spedito in tutto il mondo. Il cinquanta per cento della produzione di birra Chimay è venduto sui mercati di esportazione.

L'impianto di produzione di birra è stato aggiornato nel 1988, ed a partire da 2005 ha prodotto 12 megalitri ogni anno.

www.birraspeciale.it


 



Arriva su Google Plus l’agenzia di comunicazione che ha rivoluzionato il marketing, Win Spa


Scoprite la pagina dedicata a Win Spa su Google Plus, il social network di Google.

Win Spa

WIN SPA - DALLA NASCITA AL SUCCESSO

E' nel novembre 2009 che nasce Win Srl, agenzia di marketing & communication fortemente voluta da un gruppo di giovani imprenditori dinamici e desiderosi lanciare sul mercato la loro innovativa idea.
Danno così avvio all'attività e cominciano a far conoscere al pubblico il WAM, Web Advanced Marketing. In poco tempo raggiungono grande successo, tanto che dopo soli 10 mesi dalla sua nascita diventa una S.p.a.
Nel frattempo sono numerosi i clienti che scelgono di entrare a far parte del Win Club, il circuito che riunisce tutti coloro che hanno scelto il WAM.
Quest'ultimo consiste in un sistema di marketing diretto, che connette direttamente la domanda e l'offerta: è proprio saltando i passaggi pubblicitari tradizionali che è possibile risparmiare e, conseguentemente, investire maggiormente sul cliente, omaggiandolo quando effettua una spesa in uno dei point convenzionati con Win Spa e incrementando così la sua customer satisfaction.
E' questo il WAM ed è ciò che ha portato il successo alla World International Network.
Visitate il profilo Google Plus, alla sezione "Informazioni" trovate una presentazione e una raccolta di numerosi link a ulteriori risorse di approfondimento.

WIN SPA - IMMAGINI, VIDEO E NOVITA'

Nel profilo Google + di Win Spa, oltre a tante informazioni, trovate una raccolta di video che presentano il WAM e i vantaggi di chi lo sceglie, immagini fotografiche e tanti post che raccontano le novità dal mondo Win.

Il team di Win Spa vi aspetta online, visitate il profilo!

Testimonianze pareri e commenti su Win Spa

9 GIUGNO 2012 - Più di 10 ordini cavallereschi di rilievo nazionale e internazionale riuniti a Arnesano (Le) per una cerimonia di Investitura

CERIMONIA D’INVESTITURA CON OLTRE 10 ORDINI CAVALLERESCHI DI RILIEVO NAZIONALE E INTERNAZIONALE
Palazzo Marchesale – Arnesano (Lecce)

9 giugno 2012 a partire dalle 19,40

Il 9 giugno 2012 l’Ordo Equestris Templi Arcadia terrà la Cerimonia d’investitura di nuovi Cavalieri presso il Palazzo Marchesale di Arnesano manifestazione patrocinata dal Comune di Arnesano e dalla Provincia di Lecce. E’ previsto il saluto istituzionale del Sindaco del Comune di Arnesano dott Giovanni Madaro e dell'Assessore Pari Opportunità della Provincia Dott.ssa Filomena D'antini , del Sindaco del Comune di Monteroni dott. Giorgio Pasquale Guido e del Consigliere Regionale Colonn Carabinieri Antonio Buccoliero. La cerimonia vedrà la partecipazione di 14 ordini di rilievo nazionale e internazionale addirittura con la presenza di un ordine templare direttamente dall’Inghilterra.
Gli ordini dunque partecipanti sono: THE ANCIENT AND NOBLE ORDER OF THE KNIGHTS TEMPLAR con la presenza di Sir. Jens Ole Schwarz-Nielsen; l’OSMTJ – Priorato Generale d'Italia con la presenza del Commandeur della Commanderia Campi Flegrei e Segretario Definitore dell'UNITAU Cav. Vincenzo D’Amato; la CCC- CONFEDERAZIONE INTERNAZIONALE CAVALIERI CROCIATI con la presenza del Gran Priore della Regione Puglia Dott.Comm. Salvatore Marciano'; la NUOVA MILITIA CHRISTI con la presenza de il Gran Precettore della Precettoria di Bari Cav. Savio Sorrenti e i Cav. Felice Carulli e Cav. Francesco Bisonti; l’ ORDINE BIZANTINO DEL SANTO SEPOLCRO Gran Croce Di Grazia Magistrale Cav. Michele Carone; la CONFRATERNITA JAQUES DE MOLAY con il Gran Priore D’italia Cav. Massimo Maria Civale; l’OMCC - DELEGAZIONE PUGLIA con la presenza del Cav. Cristian Donato Villani; l’ORDINE DEI CAVALIERI TEMPLARI DELLA NATIVITÀ con la presenza del Gran Maestro Luigi Garbo; il SOMC con la presenza del Gran Priore Roberto Bray, e della CONFRATERNITA DELLA MISERICORDIA guidata dal Governatore Sig. Costantini Salvatore. La cerimonia prevede la nomina a cavalieri dell’Ordo Equestris Templi di Arcadia di Pierangelo Vincenti, Franco Danese, Franco Colitta, Carlo Bray, Luciana Loiola, Alfredo Mancuso. I cavalieri ad honorem saranno invece Cosimo Metrangolo, Emanuele Gerardi, Gabriele Capoccia, Paola Scialpi, Francesco Gigante, Ivana Crocetti, Vincenzo Savino Vantaggiato.
La giornata del 9 giugno prenderà avvio alle 18,00 con la registrazione degli ordini e degli ospiti; alle 19,00 celebrazione della santa messa presso la Chiesa di Maria SS. Assunta; alle 19,40 corteo novizi e cavalieri; alle 19,45 dimostrazione di scherma medioevale a cura dell’Accademia di Scherma Federico II; alle 20,00 saluto delle autorità; alle 20,10 inizio cerimonia. L’Ordo Equestris Templi Arcadia si occupa sin dalla sua costituzione di onorare la storia e il valore dei Cavalieri Templari, di risvegliare i valori e le qualità della Cavalleria, oramai dimenticate e sommerse dal qualunquismo e dalla deriva della società contemporanea.
Questo comporta non solo il riutilizzo di una rigida etichetta votata al rispetto dell’Altro, ma anche una ferma volontà nel riscoprire virtù e sentimenti ormai sepolti dal tempo. “Il Nostro Obiettivo è risvegliare i valori della Cavalleria e della Tradizione dei Cavalieri Templari.” ha affermato il Gran Maestro Valentino Zanzarella. “Il Cavaliere Templare di oggi è un cavaliere nelle azioni, nella comunione d'intenti, nei sentimenti di fratellanza verso i propri fratelli e sorelle della congregazione, è una persona di buona volontà di cui sono provate le doti morali e professionali.” L’Ordo Equestris Templi di Arcadia si occupa anche di ricercare le testimonianze del passaggio dei cavalieri templari nel Salento, organizzando dei sopralluoghi, organizzando incontri seminariali ed eventi culturali.

Yoga-Festival 2012 Roma


 YogaFestival Roma 2012 
5a edizione
8|9|10 giugno
Cascina Farsetti, Villa Pamphilj
Pronti al cambiamento? E allora LET’S CHANGE!

Dopo la suggestiva anteprima del 3 giugno all'ombra del Colosseo, dove centinaia di persone si sono date appuntamento per una mattinata di Yoga, musica e meditazione collettiva, YogaFestival Roma 2012 si appresta ad aprire i battenti della sua V edizione che si svolgerà questo weekend, dall’8 al 10 giugno nei prati di Villa Pamphilj

(ingresso di Via Leone XIII - info e programma su www.yogafestival.it)



Roma, 5 giugno 2012 - “Società, economia, cultura, relazioni: tutto oggi sta cambiando e spingendo verso una nuova, diversa consapevolezza. Cambiare può significare vivere meglio e lo Yoga si propone sempre più come una pratica indicata per chi vuole affrontare il nostro tempo nell’equilibrio interiore, tra corpo, mente e spirito, che porta pace a noi stessi e al mondo. Uno Yoga di qualità, profondo, contemporaneo, con un occhio alla grande tradizione e uno sguardo verso futuro che verrà”. È così che Giulia Borioli, organizzatrice di YogaFestival, annuncia la V edizione romana dell’evento, dall’8 al 10 giugno nei prati di Villa Pamphilj, che quest’anno prende spunto dalle parole del Mahatma Gandhi: “Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo” per parlare di cambiamento con pratiche yogiche, meditazione, incontri, relazioni, ma anche musica, danza, performance d’arte. Il Festival apre alla community yogica accogliendo esperti, principianti e curiosi con la stessa attenzione, energia e gioia. 



LE NOVITÀ DI QUEST’ANNO

  30 workshop che affrontano il tema del cambiamento

  50 eventi aperti a tutti di Yoga, danza, musica, meditazione e altro ancora

  40 scuole d i Yoga del territorio da scoprire

  20 specialisti di Olistica e Ayurveda con massaggi e trattamenti

  10 autorevoli Maestri internazionali provenienti da America, Messico, India, Francia

  5 special event da non perdere

  1 ristorante vegan 

  Laboratorio permanente di Acroyoga

  YogaPrimiPassi per imparare l’ABC dello Yoga, con il coordinamento di Antonio Nuzzo

  Kid’s area per i più piccoli

  Emporio Yoga

  L’acqua portabile: borracce plastic-free per dissetarsi in modo sostenibile al punto acqua



GLI OSPITI PRINCIPALI

YOGABEAT e David Sye. Non fatevi impressionare dal corpo tatuato e dal fisico muscoloso: David, origini russe e una vita in giro per il mondo, pratica con musica e movimento e conduce a riconoscere e scardinare i propri blocchi mentali e fisici. Una pratica senza imposizioni e spontaneo come il jazz.TRASCINANTE.

Shri Param Eswaran è il maestro indiano che tutti vorremmo avere. Profondissima conoscenza del Tanta, non promuove nessuna religione, ma anzi crede nell’Unità delle religioni, perché Dio/la Dea è un/una solo/a. Vive in Malesia quando non gira il mondo a risvegliare la Shakti dei suoi allievi. MAGICO.

Dario Doshin Girolami ovvero il Meditare al festival. Monaco Zen, una laurea in religioni e filosofie orientali, Doshin offre una meditazione collettiva nella più pura tradizione Zen sabato pomeriggio: una pratica necessaria per concentrare la mente, evitare le paure, raggiungere obiettivi. MISTICO.

Micheline Flak. Questa magnetica signora ultraottantenne concentra in un fisico tonico e minuto una straordinaria forza innovativa. Suo il progetto francese di introdurre nei programmi delle scuole la pratica dello Yoga per i più piccoli, appena protocollato dal governo Sarkozy. PROFONDA

Prasad Rangnekar impersona il Nuovo nella Tradizione. Nato in una famiglia di yogini indiani, lo Yoga è davvero parte della sua vita, da sempre. Il suo desiderio è di regalare attraverso l’Hatha Yoga Auto-accettazione, Auto-autorizzazione e Auto-evoluzione nella consapevolezza di poter e dover cambiare. STIMOLANTE

Renato Turla, Dona Holleman. Nel Gotha dello Yoga mondiale sicuramente due nomi che hanno segnato una generazione di praticanti e insegnanti: è quindi una occasione rara il poterli incontrare al festival dal vivo. UNICI

Marco Guzzi poeta, scrittore, autore di molti testi su crisi e trasformazione del nostro mondo spirituale, conduce da anni gruppi di meditazione Darsi Pace, che richiamano centinaia di persone.  A Yogafestival porta la sua visione della meditazione e dello yoga come strumento per cambiare seguendo il cambiamento del nostro tempo. RIFLESSIVO



Ospite d’onore a YogaFestival è Thomas Huebl: non un insegnante di Yoga ma un carismatico maestro spirituale contemporaneo. Thomas offre due ore di meditazione, respiro condiviso, speech, domande e risposte che stimoleranno negli astanti nuovi pensieri, consapevolezza e una profonda gioia interiore. Per la sua partecipazione al festival non ha richiesto alcun compenso e offrirà un incontro gratuito aperto a tutti sabato pomeriggio alle 16.45 su "Come Affrontare il Cambiamento". 



E ANCORA...

Nomad Dance Fest, il meglio delle danze nomadi di tutto il mondo presenta venerdì sera alle 18.30 una esotica performance di danza indiana contemporanea, a metà strada tra Bollywood e Bharata Natyam; Green Yoga nel parco: Yoga nella natura con Trekking Yoga camminata yogico-meditativa con Paolo Ricci sabato mattina alle 05.30 l’alba di Roma; Deep Walking sulle differenti camminate consapevoli nelle diverse tradizioni, dalla tolteca alla buddhista zen, al tramonto dalle 18 alle 20; Nordic Walking, meditazione in movimento domenica mattina alle 8 dal cancello d’ingresso di Villa Pamphilj; Laboratorio di AcroYoga: fusione di Yoga, thai massage, acrobatica è una pratica a due che sviluppa consapevolezza, controllo, fiducia in se e negli altri. Uno spazio sempre aperto per provare, chiedere, volare.



LE OASI DEL CAMBIAMENTO

Anche quest’anno Yoga Festival è realizzato con il Patrocinio di Roma Capitale ed il supporto del Consigliere Paolo Masini, uno dei principali sostenitori del Festival ed in particolar modo di questa edizione che nel corso dell’anteprima del Festival ha dichiarato: "La necessità di cambiamento è avvertita da tutti coloro che vivono consapevolmente il tempo che stiamo vivendo. Dopo l'appuntamento con YogaFestival, altre forme di cambiamento si aggiungeranno a questo percorso. Non solo discipline orientali, ma buone pratiche di vita quotidiana. Il prossimo 23 giugno, al Parco della Madonnetta presenteremo "le oasi del cambiamento", quattro luoghi distribuiti in quattro diversi quadranti della capitale in cui avrà luogo una formazione continua sulle best practice inerenti consumi, baratto, permacultura, riciclo dei rifiuti, risparmio energetico, alimentazione e salute. Un progetto che coinvolge numerose sane realtà territoriali, coordinate da ilcambiamento.it per passare dal virtuale al reale. Un percorso che darà sicuramente buoni frutti”.



ISTRUZIONI PER L’USO DEL FESTIVAL

Il festival è aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 20.30. Ingresso con tessera associativa di € 7, registrazione sul posto. La tessera vale un anno e permette di accedere a tutte le attività di tutti i festival: 40 classi gratuite, Yoga Primi Passi, conferenze, incontri e performance. 

I seminari che richiedono un contributo si possono prenotare on line e saldare sul posto presentandosi 30 minuti prima dell’inizio della classe. Il programma completo con appuntamenti ed orari disponibile sul sito www.yogafestival.it



PER INFORMAZIONI
YogaFestival
Tel. +39.349.3899513 

UFFICIO STAMPA
C&T Comunicazione
Claudia Carrescia - Alessandra Thomas
Tel. 340.7110252 – 392.6948693





Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota